Archivi categoria: GdR

Auto Added by WPeMatico

The Bard’s Tale IV Directors Cut, Recensione

Inxile è una software house che fonda le proprie radici sulla passione per i giochi di ruolo. Nata dall’iconico Brian Fargo nel 2002, dobbiamo a questo team statunitense il ritorno della serie Wasteland, e lo sviluppo dell’incompreso Torment: Tides of Numenera. Nel 1985, Interplay sfornò la serie The Bard’s Tale, con 3 capitoli che ancora oggi intonano un canto di battaglia capace di far impallidire i più moderni crpg. E chi c’era dietro? Brian Fargo. Nel 2015 la creazione di una campagna su Kickstarter per il capitolo successivo, puntava a 1.250.000 dollari. I fan, si gettarono a capofitto nel tentativo di supportarne lo sviluppo, sfondando il muro del milione e mezzo di dollari. E così, nel settembre 2018, The Bard’s Tale IV: Barrows Deep fece la sua comparsa sui nostri Pc. Il gioco ha avuto un buon successo, pur con qualche critica sull’ottimizzazione, che non ha minimamente intaccato la determinazione della software house.

Dopo aver sistemato diversi bug, e ottimizzato al meglio il prodotto, Inxile si è poi messa a lavoro su una versione “potenziata”, uscita il 27 agosto scorso anche su Linux, PS4 e Xbox, gratuita per chi aveva già acquistato il prodotto in precedenza.

Oggi, andremo ad approfondire la versione PS4 del quarto capitolo distribuito anche in versione fisica da Deep Silver, quindi preparate mantello e bisaccia, e seguiteci in questa nuova avventura.

GENESI

Tra le lande in stile fallout e il sognante miscuglio di generi dell’ambientazione di Numenera, Inxile può essere definita come una compagnia a cui piace viaggiare. Fantasy, fantascienza, ambientazioni post apocalittiche, non manca proprio nulla. Wasteland 2 è un gran gioco, pur con alcuni difetti.

E lo stesso si può dire di Numenera, non fosse il fatto che alla prova del gameplay risultava davvero troppo prolisso.

E Bard’s Tale?

Beh, tanto per cominciare è giusto fare un piccolo passo indietro, giusto una trentina d’anni e poco più. Tra il 1985 e il 1988, i primi tre capitoli della serie andarono a definire un genere, quello dei dungeon crawler.

Una grafica d’altri tempi direte voi, ma per l’epoca il risultato degli sforzi di Interplay fu un successo di pubblico e critica. Certo, la difficoltà elevata era un bel problema, e se avrete occasione di parlare con qualche giocatore dell’epoca, verrete introdotti in quei racconti dove la morte si cela dietro ad ogni angolo.

Gli anni passati, hanno introdotto nuovi concetti e meccaniche, e punti di vista assai differenti rispetto ai mitici anni dove Amiga e Pc si davano battaglia. La prima versione di Bard’s Tale IV, dal canto suo, ha riproposto sui nostri schermi un’ambientazione ricca di dettagli, personaggi ben caratterizzati, e un comparto audio di cui parleremo più avanti nel corso della recensione.

L’esperienza con la versione base del gioco, proponeva e propone tutt’ora un gameplay svecchiato nelle dinamiche più tradizionaliste, con una telecamera in prima persona a fare il verso a The Elder Scrolls, combattimenti dall’alto tasso strategico, e una grafica non di ultimo grido, ma tutto sommato piacevole e in piena linea con lo stile della serie.

 

La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: ma allora, perché una Director’s Cut di The Bard’s Tale IV?

Principalmente per due motivi. Il primo, è quello di fornire un’esperienza migliorata a chi già possiede il gioco, e proporre un prodotto “2.0” a chi è interessato all’acquisto. La seconda, è lo sbarco sulle console Microsoft e Sony. Infatti, è proprio l’arrivo di questa Director’s Cut ad offrire un pieno supporto ai joypad, sia console che Pc. Per ingolosire il palato dei videogiocatori, Inxile ha poi introdotto un nuovo capitolo della storia e un nuovo dungeon, un’interfaccia completamente rivista, e diversi fix e bilanciamenti. Meritano menzione particolare anche le nuove opzioni sul versante gameplay, specialmente un livello di difficoltà che fa il verso agli anni ‘80 con movimento in griglia e mappa da “disegnare” in proprio. Tutto il comparto tecnico, è stato poi aggiornato alla quarta versione dell’Unreal Engine.

UN PO’ DI STORIA, TANTO GAMEPLAY

Ambientato centinaia di anni dopo gli eventi del terzo capitolo, The Bard’s Tale IV ci riporta in un mondo popolato da umani, nani, elfi e trow, una razza di piccoli demonietti tutt’altro che tranquilli.

Tra le mura di Skara Brae, il prologo ci vedrà impersonare un’avventuriera intenta a tornare con il suo mentore alla gilda degli Avventurieri.

Un timido pretesto, che si rivela utile per introdurre alcune delle meccaniche alla base del gioco. Trattandosi di un dungeon crawler con visuale in prima persona, osservare tutto ciò che ci circonda con particolare attenzione ai particolari si rivelerà una strategia vincente, ma andiamo con ordine. Non vogliamo rivelarvi nulla sulla trama, che anche se scontata, propone personaggi ben caratterizzati e si dipana in diversi luoghi del continente di Caith.

Dopo il prologo e un’ingiusta accusa, dovremo correre per raggiungere un antico e dimenticato luogo, pur rigoglioso d’una vita che non vuole arrendersi. Inizialmente in compagnia, ci troveremo poi soli per affrontare le prime avventure. Non durerà molto, infatti a breve incontreremo alcuni dei

personaggi che seguiranno le nostre gesta, andando a formare una vera e propria “compagnia”. Le quest non sono scontate, e anche se lo schema è il classico “vai lì, supera i puzzle, combatti e ritorna”, l’interessante gameplay e la gestione degli enigmi è così ben strutturata da nascondere qualche sbavatura. Ottima anche la stesura delle battute, non troppo lunghe ma sufficienti da dare sempre tutte le informazioni e offrire un corposo contesto.

È un gesto d’amore nei confronti degli appassionati, che di volta in volta saranno sempre lì a rimanere fino a notte fonda per varcare quella sala, superare quell’enigma, riuscire a sconfiggere un nemico formidabile. Il tutto riconducibile all’acronimo “one more turn”.  Tutto questo, incastonato da una gestione dell’inventario piuttosto semplice, e un combat system davvero intrigante.

IL PERFETTO AVVENTURIERO








Combattere, parlare, esplorare. Il mestiere dell’avventuriero non è semplice, ma ricco di emozioni.

Per definire al meglio l’esperienza che più si avvicina ai nostri gusti, The Bard’s Tale IV offre quattro razze, e quattro classi, ognuna dotata di abilità peculiari.

Oltre ai nani elfi e trow, presi direttamente dal folklore scozzese, gli umani si differenziano per quattro discendenze, in generale affini ad una determinata classe. Per quanto riguarda il “mestiere”, oltre al bardo (e ci mancherebbe altro), potremo impersonare il praticante (mago), il guerriero o il ladro. Lo sviluppo di ogni personaggio permetterà l’utilizzo di determinate classi di armature, bonus migliorati e attacchi speciali.

Nessuna, ma proprio nessuna abilità appare inutile, se non ai livelli più alti dove il normale attacco sarà visto come una piccola puntura di zanzara. Il bardo in particolar modo è molto ben caratterizzato, grazie anche alle musiche che potremo sfruttare durante il corso del gioco, anche fuori dal combattimento. Proprio durante l’esplorazione, l’uso di alcune sinfonie ci permetterà di riparare un ponte andato distrutto, o buttare giù un muro già pericolante in precedenza, aprendo un nuovo percorso tutto da scoprire.

IL CANTO E LA SPADA DI THE BARD’S TALE IV

Per parlare del sistema di combattimento, dobbiamo prima spendere qualche parola sulla visibilità e sull’attacco “improvviso”.

Ogni nemico ha una sua visuale, e essere sorpresi mentre cerchiamo di attaccare un mostro alle spalle o scappare per evitare lo scontro, significherà dare la possibilità di attaccare per primi agli avversari, che in molti casi si rivelerà un errore che verrà pagato con il game over. Entrati in combattimento, eroi e nemici si affronteranno su un campo di battaglia a griglia quadrata dove verranno effettuati gli spostamenti, e lanciati attacchi e magie.

Molto dipenderà anche dalla classe che sceglieremo in sede di creazione del personaggio e dalla classe dei compagni che formano il party, ma possiamo subito smentire eventuali dubbi circa la varietà. La mole di attacchi, magie e abilità è davvero enorme, capace di accontentare praticamente tutti i palati. Ogni tipo di attacco o magia ha anche un’area specifica, e spesso dovremo spostare strategicamente uno o più compagni così da sfruttarne al meglio la portata.

Ci sono poi le abilità e gli attacchi caricati, che spesso richiedono più di un turno per essere sfruttati.

Questo tipo di abilità è più potente, ma ha come requisito il rimanere illesi durante il turno.

Infatti, un attacco portato a termine potrebbe farci perdere la concentrazione, facendoci ripetere il processo nel turno successivo. Inizialmente, la difficoltà dei combattimenti potrebbe sembrare fin troppo semplice ai giocatori più navigati, ma è tutto uno specchio per le allodole!

Infatti, già dopo alcune ore, il livello di difficoltà balza in avanti in modo decisamente netto, e saranno sagacia tattica e un’oculata scelta delle abilità a fare la differenza tra una vittoria o una disfatta.

Per farvi un esempio, uno scontro ci vedeva affrontare un negromante che ad ogni turno evocava perfidi goblin, alcuni con una sorta di bomba fatta in casa. Sulle prime, non riuscivamo a sbarazzarci di quei perfidi mostriciattoli che dopo qualche turno facevano i kamikaze e annichilivano l’intero party senza alcuna speranza.

Dopo un buon numero di “reload”, abbiamo capito che bastava colpirli con magie ad attacco mentale, per fargli perdere la presa sulla bomba, che esplodeva danneggiando tutti i nemici intorno. Insomma, il “trial and error” è alla base di un gameplay tutt’altro che semplice, a tratti punitivo. Eppure, quant’è appagante riuscire a sopravvivere anche solo con un membro della compagnia e portare a casa la vittoria.

Insomma, i puristi del genere avranno di che rallegrarsi, pur non trovandosi di fronte ad un Wizardry.

UNA MELODIA IN LONTANANZA












The Bard’s Tale IV, gode di un ottimo doppiaggio, e di una colonna sonora creata ad hoc per l’occasione. Ebbene, la colonna sonora non solo è coprotagonista dell’intera produzione, ma getta le basi per nuove vette di eccellenza.

Con oltre cento tracce, di cui 36 acquistabili anche su Amazon e Spotify,

è una delle colonne sonore più belle mai create per i videogiochi, con canti gaelici che si alternano a sonate ispirate e mai ripetitive, e la nostra invidia va a chi ha giustamente supportato al massimo gli sviluppatori, potendo godere di un cd con la soundtrack completa. Ne consigliamo vivamente l’acquisto, anche perché in molti casi l’audio è talmente bello da riuscire a nascondere alcune debolezze tecniche, perché il giocatore sarà preso dal gameplay e dall’ascolto della musica, incurante delle sbavature di cui purtroppo il titolo soffre.

IL FULCRO DELL’ABISSO












Un comparto sonoro allo stato dell’arte, un gameplay sopraffino e appagante, e una scrittura sopra la media. Cosa può andare storto? In realtà, qualcosa che non va per il verso giusto c’è.

Al di là di qualche bug che blocca il personaggio, e a illuminazioni ed effetti particellari non d’ultimo grido, il gioco soffre sugli assets, le texture, e le animazioni. In particolare gli assets, vengono riciclati per tutto il gioco, e se all’inizio ci sembrerà un caso, dopo qualche ora di gioco le evidenze si faranno fin troppo chiare. Anche gli npc soffrono di questo problema, soprattutto quelli femminili. Un cambio di colore dei capelli, ma per il resto i volti sono praticamente identici. Sul fronte texture, la situazione è persino peggiore rispetto alla versione base del gioco.












Infatti, all’uscita della Director’s Cut, nel tentativo di migliorare il sistema di illuminazione e di ombre, Inxile ha optato per una drastica riduzione del dettaglio visivo, facendo andare su tutte le furie una buona parte della community, che non si è fatta attendere sul forum ufficiale. Screenshots alla mano, il calo di dettaglio è purtroppo ben visibile. Sul fronte console, la situazione è ancora più comprensibile.

Per rendere il gioco fruibile su sistemi meno potenti di un Pc di ultima generazione, la software house ha dovuto lavorare sia sui modelli che sui dettagli del mondo di gioco, con texture a bassa risoluzione che si alternano a problemi di stuttering, e un framerate tutt’altro che stabile. Fortunatamente, si sono messi subito all’opera per riproporre la grafica della precedente versione, aggiornando e migliorando il sistema di ombre e di illuminazione. E’ un lavoro che richiederà qualche patch, ma siamo sicuri che sarà portato a termine quanto prima. La prima patch uscita su console e Pc il 10 settembre, ha iniziato a porre i primi rimedi.

COMMENTO FINALE

Chiudiamo la nostra analisi su The Bard’s Tale IV: questa Director’s Cut vale l’acquisto? Nel complesso, si. Se vi piacciono i dungeon crawler, la mole contenutistica introdotta in questa nuova versione vi soddisferà. Nonostante i limiti tecnici e i problemi grafici di cui il titolo soffre, la produzione targata Inxile è una lettera d’amore. Una missiva scritta col cuore a tutti gli appassionati di giochi di ruolo. Questo grazie a personaggi ben caratterizzati e quest non scontate, seppur con uno schema piuttosto classico.

Tante statistiche, dialoghi, abilità e una buona longevità ne fanno un must. Soprattutto su console, dove il genere è sovrastato da una massa in continua ascesa di action rpg. La colonna sonora vale quasi da sola l’acquisto. Per quanto riguarda il target d’utenza, possiamo dire che si adatta a chi vuole la sfida, grazie ad alcune opzioni in pieno stile anni ‘80, ma anche ad un pubblico non esperto, pur richiedendo dedizione e impegno. Consigliato!

L’articolo The Bard’s Tale IV Directors Cut, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Bard’s Tale IV Directors Cut, Recensione

Debutta oggi Oninaki

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio, Oninaki è stato ufficialmente rilasciato oggi da Square Enix su PS4, Switch e Steam con tanto di trailer di lancio. Si tratta dell’ultima fatica del team Toyko RPG Factory, già autore di I Am Setsuna e Lost Sphear (qui la nostra recensione).

Segnaliamo che è disponibile una demo per tutte e tre le versioni; per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

Qui il trailer di lancio di Oninaki. Buona visione.

IL GIOCO

Creato sotto la supervisione del produttore creativo Takashi Tokita (Chrono Trigger, Parasite Eve), Oninaki narra la storia di Kagachi, un giovane Watcher che ha il compito di guidare le anime perdute verso il prossimo mondo. Dopo aver incontrato una ragazza misteriosa di nome Linne, il suo destino si intreccerà con il sangue e con la morte. Kagachi potrà usare i poteri dei Daemon contro i suoi nemici, sfruttando le loro abilità e tecniche uniche durante i combattimenti.

Con alberi delle abilità dei Daemon personalizzabili, meccaniche di gioco da rpg d’azione veloci ed emozionanti e una misteriosa storia ambientata in un mondo unico, il gioco inviterà i giocatori a partire all’avventura in un fantastico luogo in cui la morte è solo l’inizio.

Il gioco è ora disponibile su Switch, PS4 e Steam. Per le versioni console di Oninaki è inoltre prevista un’edizione fisica in quantità limitata, disponibile in esclusiva sullo Square Enix Store. Questa edizione include una fantastica cover reversibile con una bellissima immagine dei protagonisti del gioco.

 

 

CARATTERISTICHE CHIAVE





  • GDR d’azione. Gameplay veloce e dinamico con battaglie in tempo reale. Il giocatore affronterà i nemici sfruttando il Daemon Battle System con un assortimento di fantastiche armi.
  • Personalizzazione. Il giocatore potrà legare il proprio eroe Kagachi a diversi Daemon per migliorarne le abilità in battaglia.
  • Daemon Battle System. Il giocatore dovrà pianificare la propria strategia di battaglia scegliendo un Daemon adatto alle caratteristiche del nemico. Kagachi aumenterà il proprio potere offensivo possedendo il potere dei Daemon.
  • Grafica raffinata. Una vivace grafica accuratamente disegnata per trasmettere il vivido contrasto tra il Living World e il Beyond.
  • Eventi. L’avvincente storia di ONINAKI prende vita tramite intermezzi, eventi e conversazioni carichi di emozioni.





L’articolo Debutta oggi Oninaki proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Debutta oggi Oninaki

Nuovi dettagli sull’atteso Cyberpunk 2077

Qualche dettaglio sulla dinamica della trama di Cyberpunk 2077 è stato svelato da Pawel Sasko, quest designer di CD PRojekt RED, nel corso di un’intervista al Polskie Radio.

Riporta la notizia DSOGaming. Sasko purtroppo non ha parlato di alcuni aspetti inerenti al gioco ma ha fatto luce sulla storia che affronterà tematiche molto attuali. L’obiettivo è quello di raccontare una storia per certi versi indirizzata a un pubblico adulto, date le tematiche affrontate. Tra l’altro il gioco non si limiterà a uno o due temi importanti, ma ne proporrà svariati intrecciandoli finemente tra di loro. Di conseguenza i giocatori saranno spinti a decidere autonomamente, nel corso e nei confronti del gioco, sulla base della loro propria moralità.

I temi di Cyberpunk 2077 saranno affrontati da diverse prospettive, che impediranno al giocatore di conoscere (e affrontare) tali temi sulla base del binomio arbitrario “bianco o nero”. L’obiettivo degli sviluppatori è chiaro: coinvolgere il giocatore ancorandolo alla sedia attraverso il racconto di una storia mozzafiatto.

Nel gioco, inoltre, saranno presenti quattro stili diversi: entropismo, kitsch, neomilitarismo e neokitsch. Questi non influenzeranno solo l’aspetto generale di Night City, ma anche l’architettura e l’abbigliamento degli abitanti della metropoli.

Sasko non ha mancato di condividere dei dettagli aggiuntivi su Johnny Silverhand, il personaggio interpretato da Keanu Reeves. Ha parlato di V, il personaggio che sarà controllato dal giocatore, e della sua aspirazione a raggiungere una vita migliore liberandosi delle catene di Night City. Questo attraverso la ricerca di un chip per l’immortalità, al quale il personaggio di Johnny sarà fortemente collegato, arrivando a costituire una delle chiavi di tutta la trama principale del titolo. Il rapporto che si andrà a costruire con lui giocando modellerà il finale stesso del titolo.

Ricordiamo che Cyberpunk 2077 sarà presente alla Gamescom 2019 che inizierà tra pochi giorni a Colonia e che debutterà ad aprile 2020 su Pc, PS4 ed Xbox One.

Davide Viarengo

L’articolo Nuovi dettagli sull’atteso Cyberpunk 2077 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Nuovi dettagli sull’atteso Cyberpunk 2077

Annunciato aggiornamento per Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy

Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy, si aggiorna. Lo rende noto lo studio Ludomotion che sviluppa l’action rpg roguelike attualmente in fase di crowdfunding su Fig. La pubblicazione della versione “definitiva” del gioco, ricordiamo, è prevista nel 2020 su Pc e console.

Nell’ambito della campagna open access disponibile per gli utenti sostenitori verrà lanciato, il 14 agosto alle 22 ore italiane, l’aggiornamento Scavenger Hunt. Esso darà ai giocatori la possibilità di intraprendere una sfida, una missione di ricerca di una statua nascosta (a fronte di cinque esistenti). I giocatori che per primi troveranno una delle statue nascoste saranno immortalati nel gioco finale, in ricordo dell’impresa compiuta.

Per trovare maggiori dettagli circa Scavenger Hunt, rimandiamo alla pagina ufficiale su FIG, il sito di raccolta fondi.  Ecco il trailer di presentazione del gioco presentato al recente E3 2019.

IL GIOCO

Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy è un action rpg roguelike, sequel dell’indie Unexplored, pubblicato due anni fa su Steam. Il giocatore potrà avventurarsi in un vasto e meraviglioso mondo impegnandosi nell’eroica ricerca, e successiva distruzione, del bastone di Yendor.

Gli sviluppatori parlano di meravigliosi paesaggi, meraviglie nascoste, creature magiche e nemici pericolosi che attendono il giocatore. Egli dovrà compiere scelte coraggiose affidandosi al destino benevolo. Con un sistema legacy unico, un’avanzata tecnologia di generazione procedurale degli ambienti e una narrazione ricca e generosa, Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy si preannuncia un’avventura memorabile.

CARATTERISTICHE CHIAVE











  • Sistema Legacy. Le azioni degli eroi del passato incideranno sulle fortune di coloro che ne seguiranno le orme. Il giocatore dovrà usare l’eredità di tali eroi con saggezza per dare agli avventurieri successivi maggiori possibilità di completare la loro ricerca.
  • Morte permanente ini un mondo persistente. Gli eroi morti rimarranno tali. Starà al giocatore decidere se tornare nello stesso mondo con un nuovo avventuriero (col carico di conoscenza del suo predecessore), o se iniziare una nuova avventura in un mondo ancora inesplorato.
  • Narrazione generativa. In Unexplored 2 non vi è sceneggiatura premeditata. Pur avendo tutti lo stesso obiettivo (la distruzione del bastone di Yendor ndr), ogni avventuriero avrà una storia unica, stabilita attraverso gli eventi e gli incontri fatti lungo la strada.
  • Generazione procedurale. La tecnologia proprietà di Ludomotion genererà contenuti pensati da esseri umani, e non da semplici algoritmi, con un numero quasi infinito di nuove terre, luoghi, storie e sfide da scoprire.
  • Colonna sonora orchestrale adattiva. Un complesso sistema permetterà di arrangiare in modo reattivo la musica di Unexplored 2, apportando sottili modifiche alla partitura nei momenti appropriati, soprattutto in quelli segnati da profondo coinvolgimento.

Davide Viarengo

L’articolo Annunciato aggiornamento per Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Annunciato aggiornamento per Unexplored 2: The Wayfarer’s Legacy

Annunciato lo sviluppo di Gamedec, nuovo RPG a tema cyberpunk

Anshar Studios, già autore di Telefrag VR e Detached, ha annunciato lo sviluppo di Gamedec, un rpg in visuale isometrica a tema cyberpunk dove le scelte del giocatore avranno dirette ripercussioni sulla trama. Verrà rilasciato su Steam, dove è già presente la pagina del negozio con tanto di requisiti hardware, nel corso del 2020. Una prima versione del gioco sarà invece presentata in anteprima nel corso della Gamescom mentre al PAX West di Seattle, una demo sarà messa a disposizione degli ospiti dell’evento.

Qui di seguito il trailer d’annuncio ufficiale in 4K. Buona visione.

IL GIOCO

Gamedec è un rpg con ambientazione cyperpunk, che emulando la natura di un gioco da tavolo si concentrerà sullo sviluppo del personaggio in base al volere degli appassionati. La trama infatti potrà subire profonde influenze dalle scelte compiute nel corso del gioco, le quali saranno determinanti nell’atto di definire sia la personalità dell’avatar del giocatore sia il mondo circostante, dove entrambi cambieranno di pari passo.

Come nella vita reale, le conseguenze delle scelte fatte potranno risultare immediate o palesarsi a lungo termine, in maniera inaspettata. Tuttavia, indipendentemente dalle decisioni prese il gioco manterrà una neutralità di fondo, facendo sì di far risultare il giocatore come la “somma” delle sue scelte. Il tutto all’interno di una vera e propria zona grigia, dove alcune decisioni sembreranno giuste e altre meno a seconda del punto di vista; in un mondo dove il giocatore potrà comunque essere giudicato solamente da se stesso.

IL CONTESTO







Il gioco è ambientato nella città di Varsavia, nel XXII secolo, dove grazie all’esistenza di vari mondi virtuali, la “realtà” è divenuta un concetto relativo mentre “vita” e “morte” hanno assunti svariati significati. Nuovi mondi danno origine a nuovi problemi. Il desiderio, la gelosia, l’avidità e la brama di potere sembrano non essere cambiate: e così, a fronte di tanti cambiamenti, la natura umana si dimostra immutata.

In un mondo dove la schiavitù minorile è un gioco free-to-play e in cui un omicidio per una disputa tra clan rappresenta la normalità, ecco che si ritrovano ad agire i Gamedecs. Investigatori incaricati di gestire frodi, cospirazioni e crimini commessi nei mondi virtuali. Cacciatori di criminali dei mondi virtuali, tra cui uomini d’affari ricchi e viziati, madri in cerca di vite migliori per i loro figli e corporazioni con piani per riscrivere l’umanità. Il giocatore interpretrà uno di loro, un Gamedec, e modellerà il contesto che lo circonda tramite le sue decisioni.

Davide Viarengo

L’articolo Annunciato lo sviluppo di Gamedec, nuovo RPG a tema cyberpunk proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Annunciato lo sviluppo di Gamedec, nuovo RPG a tema cyberpunk

Mobius Final Fantasy festeggia tre anni

Tre anni e non sentirli. Mobius Final Fantasy, il gdr per dispositivi mobile, festeggia il suo terzo anniversario con una collaborazione con Final Fantasy VIII.

Lo ha annunciato Square Enix. Da oggi fino al 1° novembre, i giocatori potranno scoprire “Final Fantasy VIII – The Sleeping Lion”, una storia inedita e creata appositamente e gratuitamente per Mobius Final Fantasy oltre a una serie di altri contenuti e offerte speciali per celebrare l’occasione.

  • FINAL FANTASY VIII – THE SLEEPING LION: in questa nuova storia, Squall si ritrova in un mondo familiare ma allo stesso tempo diverso. Insieme ai personaggi originali di MOBIUS FINAL FANTASY, Squall svelerà i segreti dei SeeD, delle streghe e del resto di questo mondo.
  • Nuovo Ultimate Hero: tutti i giocatori riceveranno l’Ultimate Hero – Squall e l’arma Revolver effettuando l’accesso e partecipando all’evento. I giocatori potranno migliorare il loro Revolver giocando all’evento della collaborazione.
  • Nuova skin Echo: tutti i giocatori riceveranno una nuova skin di Rinoa per Echo.
  • Nuovi Legend Job e Ultimate Skin: i giocatori potranno aggiungere i nuovissimi Legend Job per Graff (Sorceress’s Knight) e Meia (Sorceress of Oblivion) alle loro collezioni tramite un nuovo banner di durata limitata. Durante l’evento, la nuova Ultimate Skin – Squall Leonhart verrà inoltre aggiunta all’elenco degli Ultimate Heroes.
  • Nuova Supreme Card: i giocatori potranno aggiungere una nuova Supreme Card di tipo Monk, Griever: FFVIII, alle loro collezioni tramite un nuovo banner di durata limitata.
  • Sistema di battaglia “Draw”: basandosi sul sistema Draw (Assimila) originale di FINAL FANTASY VIII, tutti i livelli di battaglia nella collaborazione di durata limitata includeranno questo nuovo stile di gioco. Usando il comando Draw durante una battaglia, i giocatori potranno assimilare le abilità nemiche e poi usarle selezionando Cast.
  • SeeD Rank: i giocatori potranno guadagnare delle ricompense aggiuntive grazie al loro SeeD Rank, che aumenterà a seconda di quanto avanzeranno nei livelli della collaborazione.
  • Contenuti della modalità multigiocatore: Squall Leonhart sta cercando degli sfidanti nell’arena multigiocatore Ring of Braves. I giocatori che collaboreranno per affrontarlo otterranno delle ricompense aggiuntive.



La celebrazione del terzo anniversario includerà anche nuove campagne, sconti e altro ancora:

  • Supreme Ticket gratuito: tutti i giocatori riceveranno un Supreme Ticket gratis da usare su un Ultimate Hero o su una Supreme Card per ottenere una carta molto forte.
  • Ability Support Card di Graff/Wol gratuita: tutti i giocatori riceveranno la Support Card “Warriors of Despair”, che include un’illustrazione del character designer Gen Kobayashi (The World Ends With You), gratuitamente.
  • 31 giorni di summon gratuiti: durante il mese di agosto i giocatori potranno eseguire una summon al giorno gratuitamente.
  • Bonus speciale per l’accesso: i giocatori potranno ottenere fino a 14 Summon Ticket semplicemente effettuando l’accesso quotidianamente.
  • Settimana MOBIUS: i bonus Mobius Day saranno disponibili ogni giorno fino al 13 agosto alle 09:59 CEST. I giocatori potranno ottenere un regalo gratuito ogni giorno, tra cui skillseed, Ability Ticket, Summon Ticket, Mystic Tablet e altro ancora.
  • Timbri gratuiti: i giocatori potranno ricevere i timbri Congrats! (versione del 3° anniversario) e Go Away! semplicemente effettuando l’accesso. I giocatori che hanno acquistato una Mobius Gift Box più di 12 volte potranno ottenere un timbro esclusivo di Echo.
  • Campagna “Welcome Back”: da oggi fino al 17 agosto, i giocatori che sono stati inattivi per più di 30 giorni e i nuovi giocatori riceveranno una Mobius Gift Box gratis, 1000 magicite e 88 Mystic Tablet. Durante il periodo della campagna, tutti riceveranno delle ricompense a seconda del numero di giocatori nuovi e giocatori inattivi che ricominceranno a giocare.
  • Guaranteed Supreme Card Summon del 3° anniversario: i giocatori che acquisteranno 12.000 magicite riceveranno un Supreme Ticket da usare su una Supreme Card o un Ultimate Hero. Inoltre, durante tutta la campagna i giocatori potranno ottenere più magicite del normale (1,5x).

Ricordiamo che il gioco è disponibile su Apple App Store, Google Play Store e STEAM.



L’articolo Mobius Final Fantasy festeggia tre anni proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Mobius Final Fantasy festeggia tre anni

Pillars of Eternity: Complete Edition, ad agosto su Switch

Gli appassionati di giochi di ruolo, utenti Switch saranno veramente contenti della notizia. Pillars of Eternity: Complete Edition arriverà sul’ibrida Nintendo il prossimo 8 agosto. L’annuncio è stato dato dal publisher Versus Evil e dallo sviluppatore Obsidian Entertainment che hanno anche diffuso un trailer d’accompagnamento. Qui, invece, la recensione della versione PS4.

Il prezzo è di 49,99 euro ed è già possibile preordinare la versione digitale sull’eShop, ricevendo anche uno sconto del 20%.

I giocatori Switch e chi si avvicina per la prima volta all’universo di Pillars avranno modo di assaporare il profondo senso di esplorazione e di scoperta offerto da quest’avventura GDR (o RPG se vi piace la dizione inglese) creata con estreme passione e attenzione al dettaglio e resa possibile grazie al contributo di oltre 70.000 sostenitori su Kickstarter. Quasi 74.000 per l’esattezza per una raccolta sontuosa che nel 2012 fa si completò con quasi 4 milioni di dollari quando il gioco si chiamava ancora Project Eternity.

DETTAGLI PILLARS OF ETERNITY SU SWITCH



Ogni giocatore vivrà un’avventura ambientata in un mondo fantasy del tutto originale. Un’ambientazione piena di coinvolgenti sfide e dungeon infestati da mostri, arricchita anche dai contenuti aggiuntivi del dlc in due parti The White March: Part I e Part II.

Oltre a ciò, gli utenti Switch potranno anche contare su tutti gli aggiornamenti principali della versione Pc. Tra questi, un level cap più alto, opzioni IA estese per i componenti del party e nuovi livelli di difficoltà. Tutti, saranno così in grado di gustarsi al meglio l’avventura GDR definitiva.

Steve Escalante, direttore generale di Versus Evil, ha commentato:

Siamo felicissimi di annunciare il lancio di Pillars of Eternity: Complete Edition per Nintendo Switch, previsto per il mese di agosto. La nostra ormai consolidata collaborazione con Obsidian è la migliore testimonianza dei nostri comuni sforzi per rendere fruibile una delle più riuscite esperienze videoludiche GDR disponibili sul mercato anche ai giocatori di Nintendo Switch.

Ecco il trailer ufficiale di Pillars of Eternity: Complete Edition per Switch. Buona visione.

I giocatori di Pillars of Eternity: Complete Edition potranno creare e sviluppare il proprio personaggio scegliendo tra ben 11 classi e 6 razze: Umani, Aumaua, Nani, Elfi, Deiformi e Orlan. Sarà inoltre possibile schierarsi con una delle diverse fazioni attraverso il sistema di reputazione. E si potrà forgiare, così, la propria storia tramite i rapporti di lealtà creati durante il corso degli eventi. Tra questi sono inclusi i rapporti con personaggi che potranno diventare fedeli compagni di avventura. In questo mondo ogni decisione ha le sue conseguenze e il sentiero scelto influirà sul destino di tutto il party.

Pillars of Eternity per Nintendo Switch unisce un’esperienza di gioco strategica in tempo reale al combattimento a turni, il tutto condito da innumerevoli missioni secondarie e incastonato in un universo epico da esplorare. Ogni giocatore avrà la possibilità di creare e portare sempre con sé la propria personale esperienza GDR all’insegna del combattimento tattico, ambientata in un mondo fantastico e plasmata da una trama indimenticabile.




L’articolo Pillars of Eternity: Complete Edition, ad agosto su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Pillars of Eternity: Complete Edition, ad agosto su Switch

Greedfall, c’è il secondo episodio della webseries

GreedFall, il venturo GDR sviluppato da Spiders Studio, permetterà agli appassionati di plasmare il destino di un mondo sconosciuto su Pc, PS4 ed Xbox One dal prossimo 10 settembre.

Spiders ed il publisher Focus Home Interactive mostrano oggi il secondo episodio della loro webseries, che evidenzia il desiderio dello studio di sviluppo di creare un autentico GDR al cuore di GreedFall. Questo episodio, intitolato ”Forging an Adventure”, mostra la profondità e gli obbiettivi dei complessi sistemi GDR contenuti in GreedFall, ed è da ora disponibile alla visualizzazione.

Ecco il video lungo quattro minuti. Buona visione.

I giocatori si troveranno di fronte ad un enorme quantità di personalizzazione per il personaggio, potendo scegliere tra equipaggiamenti, magie, diversi metodi di approccio alle missioni e abilità sociali. Tutti questi elementi saranno anche parte delle innumerevoli fazioni e dei diversi personaggi presenti nel gioco, ognuno con i propri obiettivi e piani. I compagni avranno il loro modo di ragionare e formuleranno opinioni su tutte le scelte, portare in una determinata missione la persona sbagliata potrebbe avere conseguenze disastrose, ma altrettanto spettacolari.

Il gioco prevede anche un sistema di crafting molto profondo che dona al giocatore totale libertà di scelta riguardo a cosa creare e come equipaggiare il proprio personaggio.

È inoltre possibile personalizzare ogni singolo elemento di un’arma, dall’aspetto estetico alle sue statistiche, permettendo al giocatore di creare svariati abbinamenti di stile, basandosi sulle diverse fazioni presenti nel mondo di gioco. Ogni elsa, lama, impugnatura o canna da fuoco è completamente personalizzabile. Preparatevi ad esplorare alla ricerca del bottino che desiderate ardentemente.

L’articolo Greedfall, c’è il secondo episodio della webseries proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Greedfall, c’è il secondo episodio della webseries

GreedFall ha una data di lancio

GreedFall, l’ultimo gdr firmato da Spiders Studios, farà il suo debutto su Pc, PS4 ed Xbox One per il prossimo 10 settembre. L’annuncio è accompagnato da un nuovo trailer che fa una panoramica sul mondo di gioco ambientato nell’inesplorata isola di Teer Fradee, sui personaggi ed alcuni segreti.

Il vecchio mondo sta morendo e la sua popolazione stremata è afflitta da una malattia apparentemente inarrestabile. L’unico barlume di speranza risiede in alcune voci che sostengono che una cura potrebbe essere trovata sull’isola recentemente scoperta di Teer Fradee. Unendovi a vostro cugino, il governatore Constantin D’Orsay, e a varie fazioni ognuna con le sue motivazioni e scopi, intraprenderete il vostro viaggio in un nuovo mondo intriso di magia. Vi schiererete con una delle nuove colonie o con i nativi dell’isola nella loro lotta per la libertà?

La libertà di approccio e le scelte del giocatore sono alla base dell’esperienza di gioco fornita da GreedFall; le vostre decisioni vi faranno stringere amicizie, rompere alleanze, genereranno conflitti e determineranno il futuro dell’isola. Procedere nella vostra avventura alla scoperta dei segreti celati in essa, richiederà molto di più che la semplice abilità nel combattimento. Tutto, sia che si tratti di un’opzione di dialogo, di scegliere un approccio furtivo o persino della scelta del compagno da impiegare in una determinata situazione, può alterare il risultato.

Più approfondimenti sulla storia possono essere visionati a questo nostro link che include il trailer specifico presentato il mese scorso all’E3 2019 di Los Angeles. O se volete potete andare sul sito ufficiale del gioco.

L’articolo GreedFall ha una data di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di GreedFall ha una data di lancio

Oninaki, video sugli attacchi dei Daemon

Square Enix ha pubblicato un video sugli attacchi dei Daemon in Oninaki, il venturo gdr d’azione in arrivo in estate per Pc (Steam), PS4 e Switch a firma di Tokyo RPG Factory.

Durante il viaggio di Kagachi, un giovane Watcher che accompagna le Lost Soul nell’aldilà, i giocatori legheranno con i Daemon, ovvero un tipo speciale di Lost Soul che non può reincarnarsi, e saranno i testimoni della loro grande forza. Queste potenti anime daranno una mano al giocatore durante i combattimenti, in cui ogni Daemon rappresenterà un tipo diverso di arma. I giocatori potranno gestire le abilità dei Daemon e passare da uno all’altro in tempo reale per sferrare colpi devastanti sui loro nemici con attacchi unici e abilità di potenziamento.

Spazio al trailer e ad alcune immagini. Buona visione.


































L’articolo Oninaki, video sugli attacchi dei Daemon proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Oninaki, video sugli attacchi dei Daemon

Bloodlines 2, conosciamo i Tremere

I Tremere faranno parte del cast di Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2. Paradox Interactive ce li presenta con un trailer e con i dettagli su background e discipline.

Si tratta del secondo clan di Vampiri full-blod presenti nell’atteso gioco di ruolo (rpg) in sviluppo. La settimana scorsa abbiamo fatto conoscenza con i Brujah. Gli appartenenti ai Tremere sono stregoni ossessionati dalla conoscenza e scatenano la devastante magia del sangue contro i loro nemici.

Spesso chiamati usurpatori, blood witches o peggio, gli altri clan condividono una sfiducia generale nei confronti dei Tremere. Nonostante questo, gli altri clan rispettano il puro potere della magia del sangue dei di questi vampiri utile a trasformare coloro che sono disposti a offrire i loro servizi, in ottimi alleati.

Molto prima di Seattle, i Tremere iniziarono come occultisti in cerca dell’immortalità. Nonostante abbiano trovato un modo per vivere per sempre, il prezzo da pagare ha legato la loro magia al sangue. L’origine della loro maledizione è per lo più dimenticata, ma continua ad animare i loro rapporti con i Kindred. I Tremere non erano ben accolti, in numero significativo, a Seattle, questo fino a poco tempo fa…

Questi vampiri impiegano una potente magia del sangue per svelare segreti e scatenare attacchi devastanti. I giocatori che si uniscono ai ranghi dei Tremere possono sbloccare due nuove discipline per espandere il loro arsenale: Thaumaturgy e Auspex.

Eccole spiegate:

Thaumaturgy

  • Skewer – Lancia una piccola porzione del sangue del vampiro ai piedi dei nemici facendo esplodere punte affilatissime. Una volta dissolte, una corrente di sangue scorre verso il vampiro.
  • Purge – Permette al vampiro di far vomitare sangue alle vittime, danneggiandole pesantemente. Una corrente di sangue scorre verso il vampiro.
  • Blood Boil – Un maestro di Thaumaturgy può lanciare Purge per una seconda volta su un NPC, facendo bruciare il sangue nelle loro vene. Il disgraziato esplode in pochi istanti; le vittime all’interno dell’area vengono danneggiate. Il sangue di ogni vittima ritorna verso l’incantatore.

L’uso di Thaumaturgy di fronte ai testimoni è una violazione della Masquerade.

Auspex

  • Aura Sense – Permette al vampiro di individuare gli NPC anche attraverso i muri e tra le folle. Inoltre, permette di contrassegnare le persone così da non perderle di vista in lunghe distanze. Permette anche di individuare i punti deboli nell’attacco e nella difesa di un NPC marcato.
  • Psychic Projection – Permette di separare la mente del vampiro dal suo corpo. Senza legami, i vampiri possono esplorare l’area in forma astrale, rimanendo liberi di usare Aura Sight per marcare qualsiasi personaggio individuato. Oltre a tutto ciò, la padronanza dei propri sensi da parte del vampiro è cresciuta a tal punto da poter sopraffare telepaticamente i sensi degli altri per un breve periodo.

L’uso di Auspex non è una violazione della Masquerade.

I giocatori che si uniranno al clan dei Tremere, possono utilizzare queste discipline in aggiunta ai poteri individuali del loro passato da Thinblood.

L’articolo Bloodlines 2, conosciamo i Tremere proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Bloodlines 2, conosciamo i Tremere

Kingdom Come: Deliverance, nuove date per dlc e Royal Edition

Warhorse Studios e Deep Silver hanno oggi annunciato che A Woman’s Lot, l’edizione digitale della quarta espansione del gioco di ruolo medioevale Kingdom Come: Deliverance, sarà pubblicata per Pc il 28 maggio.

Per offrire la massima qualità a tutti i giocatori, l’uscita della versione fisica per Pc e quella per console (fisica e digitale) di questa espansione e della Royal Edition, saranno disponibili l’11 giugno. Tale edizione, annunciata a fine marzo, include il gioco base nella sua versione migliorata (enhanced) e tutti i dlc gratuiti e a pagamento pubblicati finora.

Ricordiamo che in A Woman’s Lot, i giocatori vestiranno i panni di Theresa, accompagnata dal suo fedele cane Tinker, in una questline indipendente. Ci si immergerà nell’ordinaria vita di Skalitz e in seguito si assisterà agli eventi fatidici del raid di Sigismund da una prospettiva completamente diversa. Il dlc offre l’ultimo enigma della storia di Skalitz. Infine, gli appassionati scopriranno ciò che è successo poco prima che Henry venisse scoperto privo di sensi.

L’articolo Kingdom Come: Deliverance, nuove date per dlc e Royal Edition proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Kingdom Come: Deliverance, nuove date per dlc e Royal Edition

Pillars of Eternity II: Deadfire festeggia il primo anno

Pillars of Eternity II: Deadfire compie un anno. Per festeggiare l’evento, Obsidian Entertainment e Versus Evil annunciano la disponibilità dell’aggiornamento 5.0.

Tantissime le novità apportate da questo corposo update che include perfezionamenti per gli scontri navali. Obsidian ha scritto anche diversi contenuti inediti per la storia che sono stati anche doppiati dagli attori originali. Ampliate e migliorate le storie di background di Woedica ed Eothas. L’ultima God Challenge è stata introdotta così come la modalità Solo (per giocare in solitario), la Trail of Iron (dove si ha un solo file di salvataggio e se si muore tale file viene cancellato), e Path of Damned che (come indica il nome) è la difficoltà più ardua.

E c’è di più. Con l’aggiornamento 5.0 Obsidian fornisce anche una serie riveduta delle regole del gdr di Pillars of Eternity. Chiunque sia interessato a giocare a un gioco da tavolo nel mondo di Eora, può andare su https://eternity.obsidian.net e scaricare il set di regole ora.

Chi ha già ricevuto le regole sia attraverso il backing del gioco su Fig, o nelle edizioni Deluxe o Obsidian di Deadfire avranno anche il set di regole aggiornato.

Vediamo il trailer di presentazione lungo cinque minuti abbondanti. Buona visione.

DETTAGLI AGGIORNAMENTO 5.0

  • Rivista l’interfaccia utente per le battaglie navali: è stato implementato un aggiornamento che si presenterà ogni volta che i giocatori si impegneranno con una nave in mare che offre un modo più elegante per gli scontri marittimi.
  • Modalità a turni fuori dalla beta: grazie al feedback della community, Obsidian ha apportato molte modifiche alla modalità a turni eliminando bug e facendo diverse correzioni per equilibrare il gameplay. Tale lavoro è ora in versione completa con la patch 5.0.
  • Nuovi contenuti aggiunti alla storia: dopo aver ascoltato il feedback degli appassionati che hanno suggerito di migliorare la reattività di Woedica ed Eothas, Obsidian ha scritto nuove righe di testo e le ha fatte registrare dagli attori originali per aggiungerne altre sfumature al gioco.
  • The Ultimate: l’ultimate God Challenge è live con la patch 5.0. Questa sfida, “The Ultimate”, accenderà tutte le altre modalità God Challenge, Trail of Iron, Path of Damned e Solo.











EXTRA

  • Regole del gioco di ruolo cartaceo riviste: è possibile scaricarle visitando eternity.obsidian.net. Coloro che hanno avuto la guida introduttiva PnP come ricompensa digitale attraverso la campagna Fig, o coloro che hanno le edizioni Deluxe o Ossidiana di Pillars of Eternity II: Deadfire riceveranno anche le regole aggiornate.
  • Ultimate God Contest: chi completa la sfida e mostra la prova ad Obsidian attraverso una playlist su YouTube del loro gioco, o un link a video tramite Dropbox (che dovranno essere inviati a theultimate@obsidian.net), può avere la possibilità di ricevere una patch dagli sviluppatori. I primi 12 a completare la sfida riceveranno una patch, ma avranno anche il loro nome, il nome del loro personaggio, la loro classe e livello, incisi su una targa.

L’articolo Pillars of Eternity II: Deadfire festeggia il primo anno proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Pillars of Eternity II: Deadfire festeggia il primo anno

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, svelati background e discipline dei Thinblood

Arriva un’importante novità per chi attende Vampire: The Masquarade – Bloodlines 2. Paradox Interactive ha svelato ulteriori dettagli sul blackground e discipline dei Thinblood.

I giocatori inizieranno la loro avventura nei panni di un Thinblood, un gruppo di vampiri di seconda classe con abilità più deboli rispetto a quelle dei clan full-blood più grandi. Andando avanti con la storia, i giocatori alla fine si uniranno a uno dei cinque clan Kindred full-blood, ognuno dei quali verrà rivelato nelle prossime settimane. Ricordiamo che il gioco, annunciato il mese scorso, debutterà il prossimo anno.

Ecco il video su questo clan, buona visione.

I Thinblood sono un recente e debole gruppo di vampiri in costante lotta per la sopravvivenza nel World of Darkness. Nonostante siano trattati come cittadini di seconda classe dai Kindred full-blood, la leadership di Seattle stranamente tollera i Thinblood. Anche se la città è sotto il controllo di Camarilla da poco tempo, rimane ricca di opportunità, in cui gli appartenenti a questo clan possono entrare a far parte dei circoli più alti della società dei vampiri; tuttavia, raramente gli viene mostrato lo stesso rispetto o valore legale di cui godono invece i membri del clan full-blood.

LE DISCIPLINE

All’inizio di Bloodlines 2 i giocatori dovranno scegliere tra una delle tre discipline Thinblood: Chiropteran, Mentalism o Nebulation. Queste, tratte dal gioco da tavolo RPG e adattate per Bloodlines 2, garantiscono eccezionali abilità di combattimento e di attraversamento che possono essere aggiornate durante il gioco per migliorare l’efficacia o aggiungere effetti speciali.

Ogni disciplina ha due poteri attivi e tre miglioramenti passivi. Le loro progressioni sono spiegate qui di seguito:

Chiropteran – Forte affinità con i pipistrelli, che consente ai vampiri di muoversi nell’aria ed evocare sciami.

  • Glide — primo potere attivo. Glide riduce notevolmente il peso dello scheletro e della massa muscolare del vampiro permettendo così di galleggiare brevemente, raggiungere aree altrimenti inaccessibili, piombare sugli NPC per abbatterli.
  • Bat Swarm — secondo potere attivo. Il vampiro può evocare un piccolo sciame di pipistrelli per attaccare un NPC, stanandolo temporaneamente e infliggendo danni bassi. Questo potere può essere potenziato fino a quando un vero vortice di ruvide ali avvolge il vampiro, tormentando e danneggiando chi si avvicina troppo.

Mentalism – Usa la telecinesi per manipolare oggetti e per disarmare i nemici.

  • Pull — primo potere attivo. Manipola oggetti inanimati o armi degli NPC, usando la telecinesi.
  • Levitate — secondo potere attivo. Fa levitare un NPC vivente. La sua forza può essere potenziata permettendo così al vampiro di far levitare tutto e tutti in un’area e lanciare i nemici sospesi in giro come una bambola di pezza.

Nebulation – Permette al vampiro di evocare e gestire la nebbia.

  • Mist Shroud — primo potere attivo. Evoca un velo di nebbia che circonda il giocatore per un breve periodo. Il mantello di nebbia attenua il suono dei passi e riduce il raggio d’azione del giocatore. Inoltre, il giocatore può parzialmente trasformarsi in una nuvola di nebbia per eseguire un attacco di soffocamento su un NPC o viaggiare attraverso uno spazio stretto, come una ventola o un condotto di ventilazione.
  • Envelop — secondo potere attivo. Crea una nuvola di nebbia stazionaria e vorticosa che circonda, acceca ed entra nei polmoni di un NPC.

Così come i Thinblood, ognuno dei cinque clan full-blood ha le proprie abilità, upgrade e molto altro, offrendo ai giocatori nuovi modi per immergersi nell’oscurità che si nasconde a Seattle.  È possibile effettuare il pre-order di Vampire: The Masquerade sul Paradox Store.

L’articolo Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, svelati background e discipline dei Thinblood proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, svelati background e discipline dei Thinblood

Valkirie Profile ritorna su Star Ocean: Anamnesis

Square Enix ha annunciato oggi che, a grande richiesta, il classico gdr Valkirie Profile torna sul gioco di successo per dispositivi mobile Star Ocean: Anamnesis con il suo secondo evento in collaborazione ufficiale di durata limitata. Da oggi fino al 3 giugno, i fan potranno aggiungere sia dei personaggi nuovi che dei volti noti di Valkirie Profile alle loro collezioni, divertirsi con dei bonus per l’accesso, ottenere nuove armi e affrontare degli eventi speciali.













La collaborazione di durata limitata su Star Ocean: Anamnesis include:

  • Nuove illustrazioni originali dei personaggi: solo per questa collaborazione, il celebre artista Akira “Akiman” Yasuda, conosciuto per i suoi lavori su Star Ocean: Integrity And Faithlessness e la serie Street Fighter, ha creato delle nuove illustrazioni per Azure Lenneth e due personaggi aggiuntivi, Lezard e Mystina, che è possibile trovare nel gioco. Koh Yoshinari, uno dei character designer originali di Valkyrie Profile, ha anche contribuito alle nuove illustrazioni per Freya e due personaggi aggiuntivi, Hrist e Arngrim, esclusivamente per questa collaborazione.
  • Nuovi personaggi: i fan hanno l’opportunità di aggiungere Azure Lenneth (5-star Ace Sharpshooter) e Freya (5-star Ace Invoker) alla loro collezione tramite un banner di durata limitata. Dei nuovi personaggi aggiuntivi, tra cui Hrist (5-star Ace Defender), Arngrim (5-star Ace Attacker), Lezard (5-star Ace Invoker) e Mystina (5-star Ace Invoker), saranno disponibili più avanti durante il periodo della collaborazione tramite dei banner di durata limitata aggiuntivi.
  • Personaggi che ritornano: Lenneth (5-star Ace Attacker) e Silmeria (5-star Ace Sharpshooter) tornano tramite un banner di durata limitata e possono anche essere “risvegliati” per la prima volta, così i giocatori potranno renderli più forti che mai. Sarà possibile raccogliere i materiali per l’Awakening nelle Deep Space Explorations e negli achievement di durata limitata.
  • Evento “The Purged Wizard”: ottenete delle ricompense aggiuntive completando l’evento di durata limitata “The Purged Wizard”. La prima parte di questo evento è già disponibile, mentre le altre due parti usciranno durante il periodo della collaborazione. Partecipando a questo evento, i giocatori potranno guadagnare dei Magic Crystal da usare in un Box Draw di durata limitata per ottenere delle ricompense, come 5-star Character Ticket, 5-star Weapon Ticket, L. Limit Breaker e altro ancora.
  • Evento “Blood Valkyrie”: La straordinaria Blood Valkyrie accetta degli sfidanti durante tutto il periodo della collaborazione. I giocatori potranno guadagnare dei Blood Valkyrie Coins da questo boss esclusivo, che possono essere scambiati nell’Item Exchange per ottenere oggetti rari, tra cui armi, un 5-star Weapon Ticket, L. Limit Breaker e Barrier Blaster.
  • Bonus per l’accesso: effettuando l’accesso quotidianamente, i giocatori potranno ottenere delle fantastiche ricompense, tra cui un 5-star Character Ticket, un 5-star Weapon Ticket, L. Limit Breaker e altro ancora.
  • Nuove armi: i giocatori potranno aggiungere delle armi esclusive, tra cui Divine Elven Bow, Ether Laser e Dainsleif alle loro collezioni tramite un banner di durata limitata.

L’articolo Valkirie Profile ritorna su Star Ocean: Anamnesis proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Valkirie Profile ritorna su Star Ocean: Anamnesis