Ecco come sono cambiate le nostre abitudini di spostamento durante la quarantena

Grazie ai dati raccolti attraverso Google Maps abbiamo modo scoprire come la quarantena ha cambiato gli spostamenti in Italia e in Europa

L’articolo Ecco come sono cambiate le nostre abitudini di spostamento durante la quarantena proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Ecco come sono cambiate le nostre abitudini di spostamento durante la quarantena

Con l’app Unico Campania è più pratico spostarsi in tutta la regione

Unico Campania è l’app ufficiale del consorzio per il trasporto pubblico nella regione e permette di consultare orari e acquistare biglietti.

L’articolo Con l’app Unico Campania è più pratico spostarsi in tutta la regione proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Con l’app Unico Campania è più pratico spostarsi in tutta la regione

PlayStation Store, offerte del 29 maggio 2020

PlayStation Store, offerte del 29 maggio 2020
Tornano i Doppi Sconti su PlayStation Store, con tante offerte ancora più convenienti per gli utenti abbonati a PlayStation Plus: ecco le migliori.. PlayStation Store rinnova le offerte con il ritorno dei Doppi Sconti, la promozione che consente di acquistare giochi PS4 a prezzi particolarmente interessanti, con una doppia riduzione per gli utenti abbonati a PlayStation Plus. Ebbene, quali sono i titoli che sarebbe davvero un peccato perdersi a queste cifre? Partiamo da eFootball PES 2020 (5,99 euro anziché 29,99), che non è mai stato disponibile per una somma così bassa. Si tratta dell’ultima edizione del simulatore calcistico targato Konami, …

Continua la lettura di PlayStation Store, offerte del 29 maggio 2020

Ostranauts in accesso anticipato a giugno

Ostranauts entrerà a breve in accesso anticipato. Modern Wolf e Blue Bottle Games hanno, infatti, annunciato, che il gioco sarà disponibile su Steam il prossimo 11 giugno in early access.

In questa simulazione di vita spaziale noir, i giocatori iniziano come capitano di un’astronave e devono assumere con cura un equipaggio prima di tentare di sopravvivere nel mondo selvaggio di un sistema solare devastato.

Il gioco sfida gli appassionati a progettare un’astronave unica nel suo genere, a gestire le esigenze fisiche ed emotive dell’equipaggio evitando, al contempo, che cada a pezzi. Se ciò non bastasse, c’è sempre l’incombente minaccia di fallimento sulla testa di tutti, oltre a respingere tutta una serie di problemi caotici che potrebbero essere proprio dietro l’angolo.

L’accesso anticipato per Ostranauts inizierà permettendo ai giocatori di iniziare la loro avventura come capitano di un’astronave sistemando la loro nave e guadagnandosi spazio degno, socializzando con gli NPC e dando il via alla loro carriera. Ecco il trailer sulla versione in early access. Buona visione.

INFORMAZIONI SUL GIOCO

Ostranauts è una simulazione dettagliata nella quale si possiede e si vive a bordo di un’astronave, in un sistema solare in cui la vita onesta è una lenta condanna a morte. Ambientato nell’universo NEO Scavenger, dove la Terra ha subito un crollo catastrofico, il resto del Sistema vive in uno stato di distopia capitalistica.

I giocatori possono personalizzare tutto ciò che riguarda il loro personaggio iniziale, inclusi l’aspetto, il nome e le preferenze del pronome prima di partire nella vasta distesa di spazio. Costruiranno o personalizzeranno la loro nave di partenza dal bottino della loro storia di carriera e troveranno il modo di rendere felice il loro equipaggio eterogeneo, il carburante nei loro carri armati, il cibo nei loro piatti e gli esattori a bada.

PROGETTAZIONE DETTAGLIATA DELLA NAVE

I giocatori possono costruire la loro nave, in qualsiasi forma, partendo da parti modulari funzionanti. Le parti hanno proprietà fisiche, interagiscono tra loro e possono usurarsi nel tempo.

BISOGNO DI EQUIPAGGIO

I componenti dell’equipaggio hanno bisogni fisiologici ed emotivi, dalle necessità di base come cibo, acqua, ossigeno e temperatura, a bisogni più esoterici come la privacy, la sicurezza, l’intimità e la stima.

CARATTERISTICHE ACCESSO ANTICIPATO

Cosa possono aspettarsi i giocatori nella prima ondata di early access:

  • Assumete il ruolo di capitano che ripara la vostra astronave per prepararla alla polvere
  • A partire dalla carriera di demolitore di navi – il recupero dalle navi abbandonate intorno alla stazione K-Leg per preparare il loro junker a volare
  • Socializzare con gli NPC

Ulteriori

  • Volate in diversi mondi completando compiti, ottenete più strumenti per personaggi e parti per la nave.
  • Incontrate una varietà di tipi, marche e modelli di navi.
  • Elementi di combattimento – battaglia spaziale e corpo a corpo.
  • Incontro con altre navi – possibili incontri ostili (non si sa mai di chi fidarsi).

L’articolo Ostranauts in accesso anticipato a giugno proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ostranauts in accesso anticipato a giugno

Arx Fatalis è disponibile gratuitamente

Gli amanti di rpg possono festeggiare, dal momento che Arx Fatalis è ora scaricabile gratuitamente. A darne l’annuncio è Arkane Studios, che per celebrare i vent’anni di attività ha reso disponibile il download gratuito del suo primo videogioco su Bethesda.net.

Tanti i successi ottenuti in tale lasso di tempo, grazie al successo di titoli come Prey, Dishonored e Dishonored 2. Nelle prossime tre settimane, Bethesda festeggerà il ventesimo compleanno dello studio con omaggi, video, AMA, dietro le quinte e tanto altro.

I giocatori possono celebrare insieme agli altri fan entrando nella nuova community Arkane Outsiders. Entrando nel sito e iscrivendosi alle comunicazioni via email prima delle 16 di domenica 31 maggio, i giocatori riceveranno una copia digitale gratuita di Arx Fatalis, il primo gioco dello studio. In omaggio sarà possibile inoltre godere una copia digitale dell’artbook “The Art of Arkane” per l’ingresso nel fan club.

Di seguito il trailer celebrativo dei vent’anni di attività di Arkane Studios. Buona visione.

A PROPOSITO DI ARX FATALIS

Arx Fatalis è un rpg in prima persona che proietta il giocatore in un intrigato e straordinario mondo fantasy. Il gioco offre una trama intelligente sullo sfondo di una intrigante ambientazione medioevale. L’interfaccia facile da usare consente la massima interattività.Il titolo crea uno stato di intensa immersione con il quale il giocatore ha la sensazione che le proprie azioni abbiano una conseguenza diretta sul mondo di Arx. L’obiettivo del gioco è distruggere il culto segreto di Akbaa, la divinità del caos e della devastazione, impedendone il ritorno nel mondo fisico.

In caso di insuccesso, il demone riuscirà a imporre il suo regno di terrore su Arx. Il giocatore dovrà vestire i panni dell’eroe, combattendo all’interno di una fortezza sotterranea con spranghe di legno, spade e oggetti magici per difendersi da creature quali goblin, troll, uomini ratto e altri malvagi avversari. Tuttavia, la forza bruta non garantisce sempre il successo: il giocatore ha a sua disposizione le innovative “azioni a video basate su sistema magico” che lo assistono mentre procede nel gioco. Utilizzando il mouse, è possibile lanciare a mezz’aria rune infuocate. Una combinazione di queste azioni può creare potenti incantesimi che proteggono il giocatore o gli danno l’energia necessaria per sconfiggere i nemici e proseguire la ricerca.

Arx Fatalis

L’articolo Arx Fatalis è disponibile gratuitamente proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Arx Fatalis è disponibile gratuitamente

Outriders, l’anteprima con le nuove informazioni dagli sviluppatori

Outriders, l'anteprima con le nuove informazioni dagli sviluppatori
Abbiamo già trattato Outriders, il nuovo sparatutto dei People Can Fly, tempo fa. Ma ora il team ha ricominciato a fare comunicazione sul gioco, con dei broadcast pensati per informare gradualmente chi lo attende. Abbiamo visto in anteprima il primo, e oggi ve lo raccontiamo. Il nostro primo impatto con Outriders è stato piacevole, ma non certo stupefacente. Nuovo progetto dei People Can Fly, questo sparatutto in terza persona incentrato sull’online ha lasciato intravedere il DNA della casa che lo sta sviluppando con il suo gameplay frenetico e spettacolare, eppure la sua struttura già vista e presa a piene mani …

Continua la lettura di Outriders, l’anteprima con le nuove informazioni dagli sviluppatori

Etna Comics 2020, domani alle 10 inaugurazione virtuale

Una festa, piccola, sia pure virtuale, nonostante tutto per ribadire il fatto di esserci. Dal domani, 29 maggio, al 2 giugno, Etna Comics avrebbe festeggiato il suo decimo anniversario con l’edizione 2020 ma, come si sa, l’evento di quest’anno è stato rinviato a data da destinarsi a causa dell’emergenza Coronavirus.
Nonostante ciò, venerdì 29 maggio alle 10 (domani) lo staff guidato da Antonio Mannino ha deciso di celebrare ugualmente, benché solo virtualmente, il tradizionale taglio del nastro con una diretta Facebook ed Instagram dal Centro Fieristico “Le Ciminiere”, nel corso della quale interverranno anche il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ed alcuni dei personaggi del mondo del fumetto, tra cui Fumettibrutti.

L’iniziativa avrà luogo negli spazi esterni della struttura e sarà aperta alla stampa e agli organi di informazione che vorranno essere presenti, sempre nel rispetto delle norme previste dall’emergenza.
L’incontro sarà anche l’occasione per fare il punto sul drammatico momento che sta vivendo il settore degli eventi e sulle perdite economiche incalcolabili per le aziende, l’indotto e la città nel suo complesso.

Vi riportiamo, nuovamente, le parole di Antonio Mannino dette lo scorso 30 marzo, data in cui l’Etna Comics 2020 venne ufficialmente annullato per la maledetta – aggiungiamo noi – emergenza sanitaria che ad oggi è ancora in atto nonostante non sia più in vigore il lockdown. Buona lettura.

Siamo sicuri che usciremo più forti ed uniti che mai da questo difficile momento ma è necessario, anzi fondamentale, che ognuno faccia la sua parte.

Con l’augurio che l’emergenza sanitaria possa concludersi quanto prima, abbracciamo tutti virtualmente con grande affetto, contando di poterlo fare al più presto anche fisicamente.

Invitiamo una volta di più chi ci segue, ad evitare rischi di qualunque tipo, restando a casa. Nel mezzo delle difficoltà, nascono le opportunità, diceva Einstein. Andrà tutto bene! A presto!

Etna Comics 2020 rinviato

L’articolo Etna Comics 2020, domani alle 10 inaugurazione virtuale proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Etna Comics 2020, domani alle 10 inaugurazione virtuale

Those Who Remain, Recensione PS4

Un’esperienza da brividi quella di Those Who Remain, raccontata nella nostra recensione della versione per console PS4. Wired Productions ci ha preso gusto a produrre avventure narrative. Dopo Close to The Sun degli italiani di Storm in a Teacup e il recente Deliver Us to Moon di KeokeN Interactive, questa volta tocca agli sviluppatori di Camel 101 dimostrare tutta la loro bravura. Questa software house indie fondata nel 2009, con studi in Portogallo e negli Stati Uniti, conta all’attivo 3 componenti, due di questi sono fratelli. Questo trio è accomunato da una grande passione: l’amore per i classici cult horror, thriller e soprannaturali.

Questa loro inclinazione pervade tutta l’esperienza di gioco di Those Who Remain, coinvolgendo anche gli elementi chiave del gameplay. Se siete appassionati di Twin Peaks, Stranger Things e i lavori di Stephen King e John Carpenter allora siete nel posto giusto. Saranno 6 ore di intense emozioni, pelle d’oca e colpi di scena inaspettati. Noi vi abbiamo avvisati. Se ne avete il coraggio non vi resta che proseguire con la lettura della nostra recensione per console PS4 di Those Who Remain. Buona fortuna… e, naturalmente, buona lettura.

PAURA E DELIRIO A DORMONT

Come di consueto, iniziamo a parlare del gameplay di Those Who Remain, evidenziandone, nella nostra recensione PS4, gli elementi chiave. Il gioco si sviluppa come un’avventura narrativa, tutta raccontata in prima persona. Storia ed eventi sono molto importanti per la fruizione e la comprensione del gioco. In quest’ottica, ringraziamo gli sviluppatori per la localizzazione del gioco in italiano. L’audio e dialoghi in inglese vengono resi accessibili da sottotitoli e traduzioni (talvolta con errori perdonabili).

Those Who Remain racconta le vicende di Edward, un padre di famiglia afflitto da un passato oscuro e tormentato. Quella notte, come tutti le notti, si dirige al Golden Oak Hotel, deciso, più che mai, nell’interrompere il rapporto clandestino con la sua amante. Il destino, però, ha in serbo per lui qualcosa di estremamente diverso. Quella notte Edward scoprirà la verità dietro agli eventi che hanno colpito la cittadina “fantasma” di Dormont.

Those Who Remain recensione ps4

Those Who Remain riesce a tenere sempre alto il livello di attenzione, introducendo spesso elementi di tensione e paura. Dovete fare attenzione al buio e alle zone poco illuminate altrimenti la vostra partita finirà ancora prima di iniziare. Li, dove non arriva la luce, strane presenze non vedono l’ora di trascinarvi via con loro (e scusate se non possiamo dirvi di più). Fate, quindi, attenzione a interruttori, lampadine, lampadari, bajour, computer, schermi, fari di auto e tutto quello che emette anche un flebile fascio di luce. Vi salverà la pelle.

Il gameplay di Those Who Remain vi mette spesso di fronte a decisioni, tutti influenti sull’esito finale del gioco (ci saranno, forse, più finali?!). Per compiere queste scelte dovrete raccogliere indizi, leggere documenti e sfogliare diari, osservando molto bene l’ambiente circostante. Sebbene gli oggetti da raccogliere siano illuminati da un colore diverso, non sempre si capisce cosa si debba fare esattamente. Molte volte si finisce con il girare a vuoto rendendosi poi conto che la cosa da fare era li, alla mercé dei nostri occhi “poco attenti”.

CINEMA E VIDEOGIOCHI, UNA STORIA INFINITA

Those Who Remain è l’ennesima avventura narrativa di questo 2020. Quest’anno il genere è partito alla grande, sfornando storie e avventure originali. Infliction ci ha fatto provare l’emozione di vivere un horror, provando le stesse sensazioni di paura del protagonista. Draugen, invece, ci ha fatto apprezzare le bellezze dei fiordi norvegesi, mostrandone anche il loro lato oscuro.

Those Who Remain si piazza perfettamente al centro di questi due, raccogliendo il meglio da entrambi. Ritroviamo enigmi psicologici, viaggi ultra-dimensionali e creature aberranti le cui ispirazioni provengono dal cinematografia cult e d’autore. Camel 101 non ne ha fatto alcun mistero, ribadendolo sin dai primi “vagiti” della loro creazione. Loro stessi hanno dichiarato che l’ispirazione è arrivata dai lavori di Stephen King e John Carpenter, e film e serie tv cult come il famoso Twin Peaks e Stranger Things.

Those Who Remain recensione ps4

Si respira aria dei famosi horror e thriller degli anni ’90 in Those Who Remain, periodo molto amato da chi vi scrive. Colori intensi e fluo nel cuore della notte, cittadine fantasma dimenticate da Dio, creature che osservano impassibili le nostre richieste di aiuto, aberanti mostruosità in cerca della nostra vita e la costante sensazione di non capire esattamente il nostro ruolo nella storia (nell’attesa del gran finale “spezzagambe”).

La bravura di Camel 101 non sta solo nella capacità di calare questi elementi nel gameplay e nella storia di Those Who Remain, ma anche di farli ri-vivere. Un gamer attempato è attratto dal fattore nostalgico, quello, invece, più giovane ne apprezza l’originalità, non avendo vissuto in prima persona quei tempi. Per certi aspetti sembra quasi di giocare a un retro-game, visto con gli occhi di chi, quei tempi, oltre a viverli non li ha mai dimenticati. Quando un videogioco, oltre a intrattenere, ha la capacità di rievocare ricordi ed emozioni, allora siamo di fronte a qualcosa di raro. Those Who Remain ci riesce, e anche piuttosto bene.

LA SCELTA DI UN ENGINE: UNITY E UNREAL?

Prima di lasciarvi al nostro “Commento finale”, vogliamo dedicare le battute conclusive della nostra recensione PS4 di Those Who Remain al motore grafico utilizzato in gioco. Per quanto possiamo spendere belle parole, su storia, personaggi e gameplay, quando si parla di videogiochi, alla “fine della fiera”, si guarda molto alla grafica e ai riflessi in chiave giocabilità.

Quando si parla di PC questo discorso è estremamente relativo per via delle configurazioni e delle build dei vari computer. Non per questo viene data la possibilità di livellare la qualità grafica in favore di una buona giocabilità. Su console questo discorso non vale, in linea generale.

Those Who Remain recensione ps4

Sebbene qualche sviluppatore, da qualche anno a questa parte, abbia fornito la possibilità di scegliere se privilegiare la qualità o gli fps, la stragrande maggioranza dei videogiochi è un monolite a tenuta stagna. Vi prendete quello che ha da offrire. Those Who Remain appartiene a questa ultima categoria di giochi.

Camel 101, contrariamente a quanto visto sinora con altri competitor di genere, si affida alle doti grafiche di Unity. Sinora lo avevamo visto in azione con platform e giochi di strategia, apprezzandone le capacità, anche in chiave giocabilità. Era la prima volta che lo vedevamo alle prese con una dimensione di gioco, intesa come elementi gestibili, così ampia.

Those Who Remain recensione ps4

Dobbiamo dire il che graphic engine si è comportato piuttosto bene, soprattutto sulla gestione delle luci e delle ambientazioni. Dobbiamo, però, evidenziare delle frequenti ed evidenti situazioni in cui i cali di frame sono piuttosto invasivi. Trattandosi di un’avventura narrativa queste defezioni rovinano il pathos dei momenti ad alta intensità emotiva. Se una bestia assetata di sangue ti corre dietro, reclamando la tua anima, correre “a scatti” rovina la poesia del momento.

Deliver Us to Moon, Draugen e Infliction, non soffrivano di questi problemi. Alle loro spalle, tutti e tre, avevano l’Unreal Engine come motore grafico. Sarà solo un caso?

Those Who Remain recensione ps4

COMMENTO FINALE

Arriviamo, dunque, al termine della nostra recensione di Those Who Remain, facendo mente locale su quella che è stata la nostra esperienza generale di gioco. Il bilancio è più che positivo, anche al netto delle defezioni segnalate. I vistosi cali di frame, seppur frequenti, sono circoscritti a determinati momenti e sequenze di gioco. Anche il fattore “incomprensione” si presenta solo in determinate occasioni. Il resto è tanta ansia, tensione, suspence e anche brividi.

La pelle d’oca l’abbiamo avuta e non solo in senso figurato. Camel 101 è riuscita a creare un’avventura narrativa decisamente immersiva. Ai nostalgici, certi momenti di gioco strapperanno più di un sorriso, ricordando qualche episodio delle loro serie preferite.

Storia e gameplay riescono a far scivolare agevolmente le complessive 6 ore di gioco in cui si articolano gli eventi di Those Who Remain. Non stancano ed allieteranno le vostre sere d’estate. Come succedeva ai vecchi tempi, dopo il Festivalbar, con il ciclo “Notte Horror”. Un consiglio spassionato: non giocateci a luci spente. Una piccola lampadina tenetela sempre accesa.

L’articolo Those Who Remain, Recensione PS4 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Those Who Remain, Recensione PS4

Dreamback VR, in arrivo tra pochi giorni

Il nuovo titolo horror in prima persona, Dreamback VR, di Come Over Gaming, arriverà il 10 giugno su Steam a 24,99 euro, con uno sconto di lancio del 10%.

Ecco il nuovo trailer del gioco, buona visione.

In DreamBack VR, i giocatori impersoneranno un uomo segnato da un’esperienza traumatizzante accaduta in una dimora vittoriana abbandonata. Dopo essere stato chiamato a riparare una linea elettrica interrotta, dovranno passare la notte nel misterioso Rickfford Mansion. Di quello che è successo li, putroppo non hanno ricordi, ma gli incubi e allucinazioni li convinceranno ad affrontare i propri demoni. Ma ci sono alcuni ricordi che è meglio lasciare alla luce

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Terrore sulla propria pelle: progettato come un gioco esclusivo per VR, i giocatori sentiranno l’orrore in un ambiente immersivo completamente interattivo e dettagliato.
  • Un’esperienza da brivido nel terrore psicologico: il misterioso Rickfford Mansion e i suoi enigmi attraverso l’osservazione e l’intuizione, senza sezioni di combattimento o orientate all’azione.
  • Vedere, ascoltare: i giocatori potranno godere un’eccezionale qualità visiva con frame rate stabili e opzioni grafiche adattative, nonché audio e suoni coinvolgenti e strazianti, con audio spaziale e binaurale dinamico.

Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR
Dreambakc VR

L’articolo Dreamback VR, in arrivo tra pochi giorni proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dreamback VR, in arrivo tra pochi giorni

Xbox Series X e retrocompatibilità: tutto quello che sappiamo

Xbox Series X e retrocompatibilità: tutto quello che sappiamo
Tutto quello che sappiamo sulla retrocompatibilità di Xbox Series X. L’attesa della prossima generazione di console è diventata quasi palpabile. Si è praticamente arrivati a giugno 2020, eppure sono tantissimi gli aspetti che attendono ancora di essere chiariti, sia per quanto riguarda PlayStation 5 che Xbox Series X. Le punte di diamante delle rispettive società hanno presumibilmente ancora molti assi nella manica da mostrare: oggi Microsoft ha svelato il suo, cioè la retrocompatibilità. È troppo presto per emettere giudizi, ma è anche innegabile che a molti adesso Xbox Series X sembri già in vantaggio: almeno a coloro che non vedono …

Continua la lettura di Xbox Series X e retrocompatibilità: tutto quello che sappiamo

Tre ragazzi si fanno mordere dalla vedova nera per avere i potere di Spider-Man

Spider-ManTre ragazzi a Chayanta, in Bolivia, hanno avuto la brillante idea di farsi mordere da una vedova nera sperando cosi di ottenere gli stessi poteri di Spider-Man. La notizia è riportata da Daily Mirror. Secondo la testata, i tre ragazzi di 8, 10 e 12 anni hanno trovato una vedova nera mentre la madre era […]

L’articolo Tre ragazzi si fanno mordere dalla vedova nera per avere i potere di Spider-Man proviene da HavocPoint.

Il 3 giugno uscirà il romanzo My Hero Academia – The Movie. Two Heroes

Star ComicsManca poco all’uscita del romanzo di My Hero Academia – The Movie. Two Heroes, edito ovviamente da Star Comics. Di seguito potete scoprire la sinossi del romanzo e i suoi dettagli. Arriva in Italia la light novel tratta da questo avvincente lungometraggio, in cui Midoriya e compagni dovranno affrontare un’avventura fuori programma dandoci tra l’altro occasione di […]

L’articolo Il 3 giugno uscirà il romanzo My Hero Academia – The Movie. Two Heroes proviene da HavocPoint.

Informatica – Download – Guide e tanto altro.