Xiaomi si fa beffe della scelta di Apple sui caricabatterie


Ieri, poco dopo l’evento in cui Apple ha presentato la line-up degli iPhone 12, vi abbiamo segnalato la decisione della compagnia californiana di non inserire più un caricabatterie della confezione di vendita dei propri smartphone.

Questo significa che gli acquirenti di un nuovo iPhone dovranno acquistare separatamente un caricabatterie, a meno che non ne possiedano già uno. Vale la pena ricordare che nella confezione dei nuovi iPhone è presente un caso USB Type-C/Lightning e che i “vecchi” alimentatori da 5 watt dispongono di una tradizionale porta USB Type-A, risultando dunque inutilizzabili, a meno di non riciclare anche il vecchio cavo, rinunciando però alla carica rapida a 20 watt.

Strategia particolare quindi, come da tradizione Apple, che ha già pronto un caricabatterie da 20 watt e che nel corso dei prossimi mesi potrebbe essere ripresa anche dai produttori dell’ecosistema Android. Non sembra però di questo avviso Xiaomi, che con un breve video pubblicato oggi su Facebook si prende gioco di Apple.

Nel brevissimo ed eloquente filmato si vede la scatola di un nuovissimo Xiaomi Mi 10T, lanciato pochi giorni fa e acquistabile a breve anche in Italia. Aprendo la scatola si vede subito l’alimentatore da 33 watt, che permette di sfruttare immediatamente le potenzialità del nuovo smartphone, senza dover ricorrere ad accessori aggiuntivi o senza rinunce.

Si tratta ovviamente di una piccola esagerazione da parte di Xiaomi, visto che solitamente l’alimentatore è posto sul fondo della scatola, ma ci ricorda come non sia necessario aggiungere un solo centesimo di euro al prezzo di acquisto degli smartphone Xiaomi per avere tutto ciò che serve.

E voi, pensate che i produttori debbano continuare a fornite un alimentatore adeguato nella confezione di vendita, al fine di sfruttare le nuove tecnologie di ricarica o che tali accessori debbano essere commercializzati a parte? Per la cronaca va sottolineato come le tecnologie di ricarica rapida si evolvano molto più rapidamente sugli smartphone Android di quanto non accada nel mondo Apple, dove un alimentatore può essere utilizzato per 3-4 anni risultando sempre adeguato.

Carichereste il vostro Xiaomi Mi 10T nuovo fiammante (o un qualsiasi nuovo smartphone di fascia medio/alta) con un “banale” caricabatterie da 5 watt? Fateci sapere il vostro pensiero nel box dei commenti.



Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/news/2020/10/14/xiaomi-beffa-apple-caricabatterie-844588/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *