WRC 9, la nostra recensione Pc - IlVideogioco.com


Arrivato lo scorso 3 settembre su PS4, Xbox One, Switch e Windows (via Epic Games Store, versione oggetto di questa recensione) WRC 9 è partito, derapando, mettendo d’accordo appassionati e redazione (qui la nostra recensione della versione PS4). Kylotonn Racing confeziona per Nacon la nona installazione ufficiale del videogioco dedicato al World Rally Championship, il campionato mondiale di rally.

Vediamo, dunque, rapidamente, la versione Pc, di questo racing molto atteso. Buona lettura.

NUOVE VETTE VISIVE

Lungi da noi sovrascrivere la recensione, pur ottima ed esaustiva, già pubblicata e dedicata alla versione PS4, qui ci soffermiamo sull’analisi di aspetti propri della versione Pc di un videogioco di corse. Per esempio, come di consueto nella versione “mouse e tastiera” di qualsiasi titolo, è possibile personalizzare gli aspetto dell’impressionante motore grafico. Questo risulta molto scalabile, permette a giocatori di tutto il mondo, dotati delle più disparate (e attempate) configurazioni hardware di poter derapare e sfrecciare sui tracciati del rally mondiale ufficiale.

La resa grafica può affidarsi agli ultimi ritrovati tecnologici. Questo avvicina WRC 9 ad una presentazione autenticamente next-gen già in anticipo sulla pubblicazione di PS5 e Xbox Series X.
Il motore grafico di KT Racing ne esce, dunque, estremamente bene. Il motivo è presto detto. L’engine non è pesante, è scalabile e regala scorci mozzafiato. Quest’ultima carattaratteristica si meterializza a patto di avere un hardware all’altezza dei requisiti raccomandati dagli sviluppatori. La fluidità, punto focale per ogni videogioco di corse che si rispetti, per farla breve, è raggiunta egregiamente. E senza troppi problemi.

TASTIERA, GAMEPAD, VOLANTE E PEDALIERA

WRC9 recensione ps4

L’aspetto che ci ha impressionato di più è quello dedicato al sistema di controllo. Qui si evince chiaramente che WRC 9 non sia un videogioco dedicato ad appassionati della domenica.

Che usiate tastiera oppure gamepad, il risultato non cambia: WRC 9 si lascia giocare benissimo. Tuttavia non sperate di ottenere i risultati più brillanti o le sessioni più soddisfacenti. Permetteteci la similitudine: è come andare a fare una maratona in infradito oppure con stivali dalla punta di piombo.

WRC 9 è una simulazione a tutto tondo. E’ l’Assetto Corsa dei videogiochi di rally. E’ intenzionalmente pensato e realizzato per offrire un’esperienza senza compromessi e fedele alla realtà. Non occorre costruirvi la riproduzione 1:1 di un vero abitacolo. Ma è quasi ovvio che per un gioco come WRC 9 necessiti di volante, pedali e anche frizione, a dirla tutta. Qualora il volante offrisse anche il cosiddetto “force feedback” che faccia sentire le asperità del terreno, staremmo giocando ad un’esperienza definitiva.

Del resto, un simulatore di corse non è facile da giocare, figuriamoci uno che replica i rally. WRC 9 richiede molte ore di allenamento prima di scendere in strada e fare sul serio. Ergo: non è un titolo adatto a tutti proprio perché esige, prima ancora di richiedere, parecchia attenzione prima di poter iniziare a dare del “voi” (senza troppe confidenze, dunque) al volante per poi iniziare un percorso – si spera – sfolgorante nelle modalità che il titolo offre. Queste sono raccontate nella recensione PS4 del gioco.

COMMENTO FINALE

WRC 9, nella sua versione Pc, gode di una profondità di configurazione grafica e di personalizzazione comandi che non ha eguali. Visivamente, il motore grafico può essere spinto verso livelli di dettaglio che PS4 e Xbox One possono solo sognarsi. La fluidità, in ogni caso, non è mai messa in discussione.

Tecnicamente, oggettivamente, la versione Pc non è superabile da alcuna console attualmente in commercio. Non ha eguali neanche il numero di periferiche hardware compatibili con Windows, con le quali poter affrontare WRC 9 in totale serenità. Il mezzo punto in più nel voto finale, rispetto alla controparte su PS4, è giustificato anche da questo.

Che siano volanti e pedaliere a basso costo oppure ultimi ritrovati di ingegneria, il risultato non cambia: abbandonando tastiera e gamepad, si passa ad un livello superiore: quello pericolosamente vicino alla realtà. Il che, concretizza il mezzo punticino in più rispetto all’edizione console.



Vedi Post Originale: https://www.ilvideogioco.com/2020/10/17/wrc-9-la-nostra-recensione-pc/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *