Spotify consente di accedere al servizio con l’account Google


Probabilmente in conseguenza della chiusura di Google Play Music (servizio che è stato ormai sostituito in tutto e per tutto da YouTube Music), il team di Spotify ha deciso di rendere più semplice la registrazione a questa piattaforma di streaming musicale per i titolari di un account Google.

In pratica, chi accede a Spotify da un telefono o un tablet Android, può farlo utilizzando un account Google e, stando a quanto è possibile apprendere da una pagina dedicata al supporto pubblicata di recente, sembra che questa funzione sia diventata ampiamente disponibile nelle ultime 24 ore.

Si può usare Spotify anche con un account Google

Avere la possibilità di accedere al servizio di streaming musicale attraverso il proprio account Google invece di uno tradizionale significa avere una password in meno da dover ricordare ma, a parte questo, non vi sono altri vantaggi diretti per tale integrazione (forse un minimo di sicurezza aggiuntiva).

Allo stato attuale tale novità pare essere disponibile per gli utenti Android e per chi utilizza il client Web mentre non sembra essere supportata (quantomeno non al momento) dai client destinati ai dispositivi basati su iOS e Windows 10.

Un altro aspetto da valutare è che non è possibile passare da un account Spotify tradizionale a questa nuova opzione di accesso a Google: “Se il tuo indirizzo e-mail di Spotify è lo stesso del tuo indirizzo e-mail di Google, ti viene chiesto di accedere con il tuo indirizzo e-mail e la tua password. Se il tuo indirizzo email Spotify è diverso dal tuo indirizzo email Google, creerai un nuovo account se scegli di registrarti con Google”.

Ricordiamo che tra le più attese novità in arrivo su questa popolare piattaforma di streaming musicale vi è la possibilità anche per gli utenti gratuiti di ascoltare i propri brani in modalità offline. Basta avere un po’ di pazienza.



Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/news/2020/10/24/spotify-supporto-account-google-847056/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *