Recensione OnePlus Nord CE 2 5G: il futuro di OnePlus è qui


La serie Nord di OnePlus, salvo qualche inciampo, sta diventando quella che maggiormente negli anni ha mantenuto le caratteristiche originarie del brand: offrire prodotti validi al giusto rapporto qualità prezzo. Non è un caso che, OnePlus Nord prima, e OnePlus Nord 2 dopo, siano stati dei best buy nei rispettivi anni di uscita. Ben archiviati i dimenticabili N10 e N100 che abbiamo definito delle occasioni mancate, la casa cinese rinnova il modello CE (Core Edition) portando sul mercato nel 2022 il nuovo OnePlus Nord 2 CE.

Rispetto allo scorso anno cresce il prezzo, di 50€, ma crescono anche le caratteristiche tecniche e complessivamente l’esperienza d’uso che riesce ad offrire, è il momento di conoscerlo più approfonditamente.

Confezione di OnePlus Nord CE 2 5G

All’interno della confezione di OnePlus Nord CE 5G sono presenti il caricabatterie Warp Charge a 65W, il cavo per ricarica e trasferimento file Type-C e la spilletta per estrarre il cassettino della SIM e MicroSD, oltre a una cover in gomma dal buon design.

Video recensione di OnePlus Nord CE 2 5G

Design & Ergonomia

Corpo da OPPO, anima da OnePlus. Si presenta così OnePlus Nord CE 2 5G, esteticamente molto bello e curato con questa scocca posteriore in parte trasparente e che mostra la tipica colorazione della casa cinese, un azzurrino sempre piacevole. Il materiale con cui è realizzato resta la plastica seppur lavorata a dovere per raggiungere una buona sensazione al tatto.

Con uno spessore di 7,8 mm, lo smartphone è il più sottile prodotto dalla casa cinese dopo OnePlus 6T. Il peso è di 173 grammi.

Frontalmente abbiamo il vetro Gorilla Glass 5 a proteggere il pannello AMOLED da 6,43 pollici a risoluzione Full-HD+, con refresh rate fino a 90 Hz, certificazione HDR10+ e sensore d’impronte digitali integrato: sotto questo punto di vista non sembrano quindi esserci grossi cambiamenti rispetto al predecessore. Così come tanti altri smartphone di fascia media anche lui soffre di un leggero problema di blue shift per cui quando si inclina leggermente lo smartphone il bianco tende a virare al blu o al rosso. Niente di eccessivamente problematico comunque. Sicuramente più vistoso e bruttino da vedere il grosso mento inferiore.

Non è granché invece il feedback di vibrazione, un po’ rumoroso.

In ambito multimediale se lo schermo è approvato, meno si può dire dell’audio dove in altoparlante sfrutta solamente quello inferiore e non in combinata con la capsula auricolare per cui l’audio è semplicemente mono, davvero un peccato. Resta invece la porta audio da 3,5 mm.

Funzionalità

OnePlus Nord CE 5G arriva sul mercato con Android 11 e OxygenOS 11.3, il minimo sindacale insomma. Android 12 e OxygenOS 12 arriveranno nella seconda metà del 2022. La promessa di OnePlus è di due anni di aggiornamenti della versione di Android e tre anni di patch di sicurezza. Visto l’uso della parola “anni”, non è al 100% chiaro se il dispositivo si fermerà ad Android 13, la versione attualmente giunta alla prima Developer Preview.

A livello di funzionalità comunque c’è quasi tutto ciò che siamo soliti trovare. Presente ad esempio l’always on display con la funzionalità Canvas che permette di adattare una propria fotografia e stilizzarla per applicarla poi come sfondo di questa modalità. Nel menu è presente poi tutta la sezione dedicata alla personalizzazione per modificare il colore principale, stile icone e quant’altro, la possibilità di attivare le gesture o la barra di navigazione o, alla voce Utilità delle Impostazioni, la funzione di App parallele per avere più account delle stesse applicazioni, App Locker per bloccare con un codice l’accesso a determinate app e Shelf, la dashboard in OnePlus che si può attivare tenendo premuto sulla HomeScreen.

Prestazioni

Esattamente come il predecessore, lo smartphone si piazza in una fascia di prezzo leggermente al di sotto di quella occupata dalla serie Nord “principale”, che vede OnePlus Nord 2 5G come suo ultimo esponente (in attesa dell’estate 2022).

Upgrade e cambio di “strategia” per il cuore del dispositivo, che questa volta è costituito dal SoC MediaTek Dimensity 900 a 6 nm, con CPU octa core, GPU Mali-G68 e connettività 5G e Wi-Fi 6. Al suo fianco si parte da 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna (espandibile fino a 1 TB tramite microSD).

Rispetto allo Snapdragon 750G del precedente modello abbiamo un piccolo incremento in termini di prestazioni, di un 10-15%, e lo si nota in qualche tentennamento in meno durante le operazioni più pesanti. Al solito però la differenza principale la fa il software che offre sempre un’ottima esperienza d’uso in quanto a fluidità e risposta al tocco.

Niente di cui lamentarsi invece sul fronte connettività dove prende bene e non ci sono problemi da segnalare; è presente la connettività 5G, non mancano il WiFi 6, l’NFC per i pagamenti tramite Google Pay, Bluetooth 5.2 e sensori di geo-localizzazione.

Fotocamera

Il comparto fotografico di OnePlus Nord CE 2 5G è esattamente lo stesso dell’anno precedente:

  • 64 megapixel con apertura f/1.79 e pixel grandi 0,7 μm (non stabilizzato otticamente ma digitalmente);
  • 8 megapixel ultra grandangolare f/2.25 con ampiezza di campo di 119°;
  • 2 megapixel monocromatica f/2.4.

La fotocamera frontale selfie invece è da 16 megapixel.

La qualità in genere non sorprende né in positivo né in negativo, si tratta di un comparto fotografico nella media per la fascia di prezzo dei 300 Euro che soffre i forti contrasti e mostra il fianco appena cala la luminosità ambientale. L’applicazione fotocamera OnePlus non riesce ancora a valorizzare i sensori di cui è dotato e anche qui pecca degli stessi difetti dei suoi fratelli come ad esempio un bilanciamento del bianco diverso tra la fotocamera ultra grandangolare e quella principale. OnePlus dice di aver migliorato la modalità ritratto e quella notturna ma direi che tutto sommato è cambiato ben poco.

In ambito video riesce a registrare alla qualità massima di 4K a 30 fps o 108p a 60 fps, purtroppo si fa notare eccessivamente l’assenza di una qualsiasi stabilizzazione dell’obiettivo, fortuna che c’è la stabilizzazione digitale che migliora la situazione ma sul micro-mosso non riesce a fare un ottimo lavoro. In nessun caso si può passare durante la registrazione tra un sensore e l’altro. Inoltre, immagino per un bug software, in alcune risoluzioni tipo 1080p a 30 fps non fa zoomare mentre a 60 fps sì.

Batteria & Autonomia

La batteria di OnePlus Nord CE 2 5G è da 4.500 mAh: la capacità è la stessa del modello del 2021, ma la velocità della ricarica rapida fa un importante balzo in avanti e arriva fino a 65 W (cablata, ovviamente). Questa ricarica SUPERVOOC è in grado di portare la batteria dall’1 al 100% in 32 minuti e di fornire un giorno di autonomia in soli 15 minuti: si tratta di una soluzione di ricarica a bassa tensione, con 8 sensori di temperatura e un circuito integrato di ricarica indipendente progettato per garantire il monitoraggio in tempo reale delle temperature all’interno del telefono. A completare il quadro abbiamo porta USB Type-C e porta per il jack audio da 3,5 mm (ormai quasi una rarità).

In termini di durata permette di arrivare tra le 6 e le 7 ore di display acceso lungo la giornata, di conseguenza arrivare a sera è una certezza con questo smartphone.

Come detto in confezione è presente l’alimentatore da parete.

In conclusione

OnePlus Nord CE 2 5G è disponibile dal 3 marzo 2022 al prezzo di 359 Euro. Un prodotto complessivamente promosso ma che sarebbe stato più accattivante al prezzo dello scorso anno, ovvero 299 Euro. Rappresenta infatti una naturale evoluzione di quest’ultimo con: ricarica più veloce, design più curato e prestazioni più convincenti. Così come ampiamente detto anche per Redmi Note 11 Pro e Realme 9 Pro+, la fascia media dello scorso anno si trova oggi su queste cifre rappresentando di fatto delle scelte migliori.

Un prezzo comunque tutto sommato apprezzabile se si pensa che Oppo Find X5 Lite è apparentemente lo stesso smartphone ma proposto a ben 499 Euro. Se lo si guarda da questa prospettiva insomma sembra che OnePlus sia tornata a fare la OnePlus, ovvero lavorare per offrire smartphone con un ottimo rapporto qualità prezzo, vedremo se ci crederà abbastanza oppure no anche col prossimo lancio europeo dei OnePlus 10.

Su questo prodotto ci sono molte caratteristiche tipiche dell’azienda: un buon display ad alto refresh rate, la ricarica rapida, l’esperienza software reattiva. Davvero un peccato che manchi giusto lo slider rapido per gestire il non disturbare che avrebbe messo la ciliegina sulla torta ma ancor più un peccato è che OnePlus non sia sufficientemente aggressiva sul fronte del prezzo.



Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/speciale/recensioni/oneplus-nord-ce-2-5g-935734/


0 Comments

Lascia un commento