Recensione ECOVAS DEEBOT T20 OMNI, intelligente al punto giusto


È passato qualche mese dal lancio di ECOVACS DEEBOT T20 OMNI, il modello di punta della serie T che raccoglie l’eredità del modello T10 Turbo (qui trovate la nostra recensione completa) e che si pone come alternativa più economica alla serie X, quella con i modelli più evoluti dal punto di vista tecnologico.

Questo non significa che con DEEBOT T20 OMNI siano state fatte molte rinunce, si tratta di un modello decisamente valido e dalle prestazioni molto convincenti, più interessante che mai grazie a un prezzo che nel tempo è sceso in maniera considerevole facendolo diventare un best buy. Dopo averlo provato per parecchie settimane, al fine di evidenziarne pregi e difetti, è giunto il momento di parlarvene in maniera dettagliata nella nostra recensione completa.

Dotazione tecnica al top

La scheda tecnica di ECOVACS DEEBOT T20 OMNI è di altissimo livello, e ci mancherebbe visto il prezzo di vendita. Potenza di aspirazione massima di 6.000 Pa, che garantisce una perfetta pulizia in ogni situazione, anche quando i pavimenti sono particolarmente sporchi. Le due spazzole laterali svolgono il proprio compito in maniera davvero efficace, raccogliendo lo sporco anche dai battiscopa o dai bordi dei mobili e convogliandolo verso il centro, dove la spazzola principale raccoglie tutto nel serbatoio interno. A voler essere pignoli, la velocità di rotazione delle spazzole laterali è forse leggermente elevata, tanto saltuariamente capita che le briciole più grandi vengano “sparate” lontano, magari dove il robot è già passato.

La navigazione avviene tramite un sistema laser, posizionato nella classica torretta che su questo modello sporge in maniera abbastanza evidente, controllata dalla tecnologia TrueMapping 2.0, capace di mappare un’abitazione di circa 80 metri quadri in meno di 5 minuti. Come la maggior parte dei robot aspirapolvere di ultima generazione infatti, anche T20 OMNI offre la possibilità di eseguire una mappatura veloce dell’ambiente, senza pulire, così da poter suddividere immediatamente le stanze e applicare i parametri corretti fin dalla prima pulizia. Del sistema di  mappatura però vi parleremo tra poco, perché c’è ancora qualcosa che non ci ha convinto completamente e che andrebbe sistemato.

Tra le novità più interessanti vale la pena di segnalare la nuova spazzola in gomma, molto più efficiente nel raccogliere lo sporco ma soprattutto perfetta con peli e capelli, che non si attorcigliano come invece accade con altri modelli. È presente la tecnologia TrueDetect 3D 3.0, che utilizza un apposito sensore nella parte frontale del robot per riconoscere ostacoli imprevisti, come cavi o altri oggetti dimenticati sul pavimento, evitandoli senza per questo perdere di efficienza nella pulizia.

Novità, almeno rispetto al modello T10 Turbo, anche per quanto riguarda il sistema di lavaggio dei pavimenti. Ritroviamo i due moci contro rotanti, che vengono premuti sul pavimento per un effetto ancora più importante, ma che finalmente possono essere alzati automaticamente dal pavimento, per evitare di bagnare tappeti e moquette. Il sistema che riconosce le superfici da evitare è decisamente efficace e permette al robot di tornare alla base di ricarica, dopo aver terminato le proprie operazioni, senza lasciare tracce di bagnato sul percorso.

In questo modo inoltre è finalmente possibile sceglie in quali stanze lavare il pavimento e in quali limitarsi all’aspirazione, senza dover rimuovere i moci dal robottino, tanto è vero che li potete sempre lasciare montati senza preoccuparvi che possano creare problemi. L’unica eccezione è rappresentata dai tappeti a pelo molto lungo, in questo caso la soluzione migliore e sempre quella di togliere i moci o, meglio ancora, rimuovere il tappeto per una pulizia ancora più accurata.

La base è ancora una volta molto ingombrante, seguendo un trend ormai acclarato ma sostanzialmente inevitabile viste le funzioni offerte. Quella di DEEBOT T20 OMNI include le due taniche per l’acqua pulita e per quella sporca e il cassetto dove è posizionato il sacchetto per la raccolta della polvere, con annesso aspiratore. Se contiamo il sistema di lavaggio e asciugatura dei moci, il gioco è fatto e gli ingombri sono definiti. Delle funzioni autonome però vi parleremo tra poco, dopo avervi riassunto le nostre impressioni sul funzionamento di questo robot aspirapolvere.

La qualità della pulizia è decisamente elevata, da top di gamma, e lo stesso si può dire del lavaggio, al netto delle limitazioni dovute all’impossibilità di raggiungere i battiscopa e i bordi dei mobili, come fanno invece altri modelli in commercio. Va comunque detto che il nuovo robot ECOVACS è tra i migliori, lasciando veramente pochi angoli da pulire. Vicino ad angoli e spigoli inoltre il robot sfrutta un nuovo algoritmo che lo fa muovere “a onde”, in modo da raggiungere la maggior superficie possibile anche nei punti più difficili.

Nell’ambiente in cui abbiamo testato ECOVACS DEEBOT T20 OMNI non erano presenti tappeti, ma abbiamo comunque potuto verificare la funzione di sollevamento dei moci nel passaggio da una stanza in cui il robot era stato istruito per il lavaggio a una in cui era prevista la sola aspirazione. E anche il ritorno alla base di ricarica è sempre avvenuto senza lasciare segni sul pavimento.

Molto apprezzabili le decine di opzioni presenti nella companion app, che permettono di decidere la sequenza di pulizia, il livello di aspirazione o lavaggio in ogni singola stanza. È anche possibile far tornare il robot alla base per lavare i panni a intervalli predefiniti, ogni 6-10-15 minuti, per averli sempre puliti e migliorare l’efficienza. Allo stesso modo è possibile regolare il tempo di asciugatura con aria calda, che può varia a seconda del posizionamento del robot in casa. Molto utile la funzione di pulizia continua, che regola il tempo di carica in funzione del lavoro rimanente.

Non dovrete quindi attendere diverse ore perché la carica raggiunga l’80% (come accade per la maggior parte degli aspirapolvere in commercio) perché il robot finisca di pulire pochi metri quadri, una funzione che abbiamo trovato particolarmente utile. L’assistente vocale YIKO è poi la classica ciliegina sulla torta, soprattutto se sfruttate le funzioni 3D per inserire i mobili nella mappa. In questo modo potete chiedere a YIKO di pulire attorno al divano, o sotto a un tavolo, con una precisione davvero ammirevole.

Autonomo in tutto

Seguendo quella che è una tendenza ormai consolidata in questa fascia di prezzo, anche ECOVACS DEEBOT T20 OMNI è un robot quasi completamente autonomo. L’utente è infatti chiamato a montare i moci, che possono rimanere sempre installati, riempire la tanica con l’acqua pulita, vuotare quella con l’acqua sporca e sostituire il sacchetto della polvere, operazione che secondo il produttore va eseguita ogni due mesi circa ma che secondo i nostri test potete fare anche dopo circa 75 giorni.

Queste sono le operazioni demandate all’utente, davvero molto poche. Per il resto la base di ricarica si occupa di raccogliere lo sporco dal serbatoio del robot, riempire il serbatoio con acqua pulita per tenere sempre umidi i moci, e lavare questi ultimi a intervalli regolari.

Una delle maggiori novità introdotte da questo aspirapolvere robot è il lavaggio dei moci con acqua calda. A differenza di quanto accade per la maggior parte dei robot in commercio, che risciacquano i panni con acqua fredda, DEEBOT T20 OMNI utilizza acqua calda per sciogliere al meglio lo sporco e migliorare drasticamente la pulizia.

La differenza, soprattutto dopo l’asciugatura, che avviene anche in questo caso con aria calda, è decisamente notevole e non serve lavare periodicamente a mano i panni, a meno che non siano state rimosse macchie particolarmente ostinate o ricche di grasso dal pavimento.

Se lavorate tutto il giorno fuori casa e volete trovarla pulita al termine della giornata di lavoro, potete semplicemente pianificare la pulizia e sarete sicuri che il robottino avrà completato il proprio compito senza che sia necessario il vostro intervento, una vera e propria manna dal cielo che vi lascerà un sacco di tempo libero.

Qualcosa da rivedere

Finora abbiamo parlato solo dei pregi di ECOVACS DEEBOT T20 OMNI, ma c’è anche qualcosa che non ci ha convinto completamente. Niente di irrisolvibile, sia chiaro, si tratta di dettagli che potranno sicuramente essere sistemati con un intervento da parte degli ingegneri e un aggiornamento del software, più dell’applicazione che del robottino.

Parliamo della funzione di mappatura, che pur essendo rapida ed efficiente, visto che in poco più di 5 minuti  ha creato una mappa completa della nostra abitazione, non è esente da difetti. La suddivisione delle stanze è stata decisamente poco efficace, visto che nel nostro caso ha unito 4 stanze diverse in una unica entità, costringendoci a intervenire per creare le corrette suddivisioni.

Si tratta di un problema che abbiamo già osservato in passato con altri robot dello stesso brand, quindi più che un problema legato a questo modello, crediamo che sia necessario intervenire sull’algoritmo che gestisce la mappatura per correggere questi piccoli problemi e garantire un’esperienza ancora migliore.

In conclusione

Al netto di qualche problema iniziale con la mappatura, ECOVACS DEEBOT T20 OMNI ci ha decisamente convinto, sia per quanto riguarda l’aspirazione che per quanto riguarda il lavaggio. Il sistema di sollevamento dei moci potrebbe sembrare una piccola cosa ma consente di lasciarli sempre montati e di scegliere quali stanze lavare e quali aspirare solamente, una soluzione che rende questo robot il più indipendente e autonomo possibile.

ECOVACS DEEBOT T20 OMNI è in vendita al prezzo di listino di 1.099 euro ma è attualmente in promozione su Amazon a soli 799 euro oppure a soli 749 euro sullo store ufficiale.



Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/speciale/recensioni-accessori/recensione-ecovas-deebot-t20-omni-1030166/


0 Comments

Lascia un commento