Prendete un po’ di Zombie e un po’ di Guitar Hero, date al tutto un tono decisamente più metallaro, aggiungeteci armi attaccate al vostro veicolo e otterrete Double Kick Heroes, un titolo che mixa tutti questi elementi rendendolo un gioco abbastanza divertente.

Ti viene assegnato il compito di maciullare mutanti e zombie a suon di proiettili, rullate di batterie e strimpellate di chitarra elettrica! I protagonisti sono infatti membri di una band heavy metal che, noncuranti della drammatica situazione in cui si trova il Pianeta, continuano a suonare a bordo del loro bolide a quattro ruote, lasciandosi alle spalle morte e distruzione.

Double Kick Heroes è un interessante ibrido tra rhythm game e shoot’em up. In ogni livello, infatti, i nostri eroi saliranno a bordo della Gundillac e verranno inseguiti da un’orda di nemici. La schermata, a questo punto, si divide in due parti: quella superiore scorre in senso orizzontale, dando spazio alla macchina e agli zombi; la metà inferiore, invece, mostra la tastiera semplificata di una chitarra, all’interno della quale compariranno i tasti che i giocatori dovranno premere a tempo per seguire il ritmo dalla canzone dal gioco. Si tratta, in tutto e per tutto, di una impostazione da rhythm game di stampo classico, a cui però si aggiungono ulteriori elementi di complessità.

In Double Kick Heroes i brani proposti, per quanto orecchiabili, ma non sono così fantastici da essere ricordati. E’ presente un’ammirevole numero di generi metal, ma nulla di realmente coinvolgente. Un bel problema per un titolo basato sulla musica.
Ci rendiamo conto che ciò è dovuto a tutte le licenze e ai diritti che costano, ma purtroppo è una brutta pecca!
Per fortuna, ci sono tanti altri elementi in Double Kick Heroes che funzionano. La modalità storia è diventente, con personaggi riusciti, dialoghi ben scritti e un artwork pixelloso che ci fa tornare un po’ di nostalgia.

Esistono molteplici modalità di gioco, che vorrei elencare qui di seguito:

Storia. Selezionando questa modalità i giocatori potranno vivere gli eventi principali del gioco superando un totale di 30 livelli. Ciascuno di essi ha una traccia musicale dedicata ed una mappa di gioco leggermente esplorabile. Solo con la modalità Storia sarà possibile aver accesso alla modalità Arcade.
Arcade. Attraverso questa modalità i giocatori possono suonare le canzoni della modalità Storia senza dover pensare alla trama. Ricorda: le tracce qui sbloccate sono le stesse che il giocatore le ha già affrontate.
Inferno. A differenza delle precedenti, Inferno può essere considerato come un vero e proprio album contenente tutte le canzoni degli artisti che hanno collaborato con Double Kick Heroes. Questa modalità è anche un’ottima scelta per avere un’idea della difficoltà complessiva del videogioco, in quanto presenta canzoni davvero complesse.
Fury Road. Da qui si accede alla modalità giornaliera (con canzoni che cambiano ogni giorno) e l’Ira Infinita, che si rivela una vera e propria modalità Sopravvivenza. Qui l’obiettivo è migliorare costantemente il proprio punteggio ma va fatto notare che è possibile utilizzare e collezionare delle carte speciali che modificano alcuni elementi della partita.

Oltre alle modalità sopra elencate, il gioco, però, permette di utilizzare un interessante e completo editor di livelli che consente di utilizzare le proprie tracce audio in formato .mp3. Una volta importata la canzone scelta, però, si dovrà procedere a creare la “partitura”, ovvero la sequenza di tasti da premere con il giusto tempismo una volta avviato lo stage. Si tratta di un processo piuttosto lungo che, però, può dare soddisfazioni già da ora: alcuni appassionati (e i più pazienti).

Bellissimo, lo voglio!

Il gioco è disponibile per PC (Steam, GOG, itch), Switch e Xbox.
Per maggiori info, visita la loro Homepage o clicca http://doublekickheroes.rocks/ (il dominio .rocks spacca!)


cellicom

classe 1987, programmatore web e mobile, giocatore di WOW TCG e admin di cellicomsoft.com

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *