PlayStation Now, facciamo il punto


A poco più di un mese dal lancio di PS5, facciamo il punto su PlayStation Now cercando di capire lo stato del servizio Sony e le potenziali novità in arrivo.

PlayStation Now ha fatto il proprio debutto in Italia esattamente un anno e sette mesi fa: un periodo più che sufficiente per tirare le somme e fare il punto sulla piattaforma streaming di Sony dedicata ai possessori di PS4 e PC.

Quando manca poco più di un mese dal lancio di PS5, ci sembrava interessante capire come si sia evoluta l’offerta del servizio finora, quali titoli sono entrati a far parte del catalogo negli ultimi tempi e cosa possiamo aspettarci per il futuro, con l’imminente avvento della next-gen.

Marvel’s Spider-Man ha anticipato l’annuncio di Miles Morales

Marvel’s Spider-Man è stato inserito nella line-up di PlayStation Now lo scorso aprile, anticipando di due mesi l’annuncio ufficiale di Marvel’s Spider-Man: Miles Morales. Non può ovviamente essere un caso: sebbene il primo episodio della serie sia l’esclusiva PS4 più venduta di sempre negli USA, Sony ha pensato bene di rimetterlo sotto i riflettori prima di rivelare l’avventura dedicata a Miles Morales.

Un’ottima scelta, naturalmente: il gioco sviluppato da Insomniac Games si pone come uno dei migliori tie-in di sempre, di certo il migliore mai dedicato a Spider-Man, e ci consente di esplorare liberamente l’ampio open world di Manhattan mentre dondoliamo fra i palazzi passando da una ragnatela all’altra e combattiamo il crimine attraverso un combat system dinamico e coinvolgente.

Watch Dogs 2 in attesa di Watch Dogs: Legion

Un discorso del tutto simile può essere fatto per Watch Dogs 2, che ha fatto il proprio ingresso nel catalogo di PlayStation Now a giugno. La serie Ubisoft vedrà infatti l’uscita di un nuovo, promettente capitolo alla fine di questo mese e l’occasione era dunque buona per consentire agli utenti di provare l’esperienza del secondo episodio, ambientato in un’ampia e affascinante San Francisco.

Slegato dagli eventi dell’originale Watch Dogs se non per quanto concerne l’organizzazione votata alla protezione della libertà delle persone, il DedSec, Watch Dogs 2 ci presenta un protagonista inedito, Marcus Holloway, che per prestanza fisica e agilità risulta ben distante dalla tradizionale figura dell’hacker. Insieme ai suoi amici, il ragazzo dovrà affrontare la Blume Corporation, che vuole prendere il controllo della città utilizzando il pericoloso software ctOS 2.0.

Wolfenstein, DOOM, Fallout e Dishonored salutano il mondo PlayStation

Con il clamoroso annuncio dell’acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft, è molto probabile che i possessori di PS4 e PS5 non potranno più mettere le mani sui prossimi episodi di serie come Wolfenstein, DOOM, Fallout e Dishonored. I quattro franchise hanno fatto la propria comparsa su PlayStation Now rispettivamente ad agosto e giugno con Wolfenstein: The New Order, DOOM, Fallout 4 e Dishonored 2.

Caratterizzati tutti da una visuale in prima persona, i titoli sviluppati da MachineGames, id Software, Bethesda e Arkane Studios sono in realtà molto differenti. The New Order è uno sparatutto vecchia scuola, ambientato in un 1960 alternativo in cui i nazisti dominano il mondo dopo aver vinto la seconda guerra mondiale, ma il redivivo soldato scelto B.J. Blazkowicz vuole rovesciare l’ordine costituito.

Meccaniche classiche, in stile run & gun, si ritrovano anche in DOOM, tuttavia lo scenario in questo caso è fantascientifico: una stazione spaziale su Marte improvvisamente invasa da un esercito di demoni provenienti direttamente dall’inferno, con l’implacabile DOOM Slayer pronto a indossare la sua potente armatura per respingerli.

Fallout 4 è l’ultimo episodio regolare della celebre serie RPG, che ci catapulta in un mondo post-apocalittico devastato dalle guerre nucleari, in cui si muovono pochi superstiti alla ricerca di risorse e armi con cui difendersi dai pericolosi mutanti; mentre Dishonored 2 ci vede esplorare il regno di Dunwall, nuovamente alle prese con un colpo di stato: al comando della principessa Emily e del suo mentore Corvo riusciremo a riconquistare il trono?

Resident Evil 7 biohazard ci introduce a Village

Anche il debutto di Resident Evil 7 biohazard su PS Now, avvenuto a settembre, può essere ricondotto alla volontà di spingere un determinato brand dopo l’annuncio di un nuovo capitolo, in questo caso Resident Evil Village. Del resto parliamo due giochi che si somigliano parecchio e prendono le distanze dai pur ottimi remake di Resident Evil 2 e Resident Evil 3.

La visuale è infatti in prima persona e il protagonista è un uomo normale, Ethan Winters, che si trova ad avere a che fare con la misteriosa famiglia Baker mentre è alla ricerca di sua moglie Mia. Si tratta tuttavia solo dell’inizio di un lungo e angosciante viaggio nell’incubo che ben presto assume i toni e le caratteristiche tipiche del survival horror Capcom.

PlayStation Now su PS5: cosa ci aspettiamo

Il 19 novembre PlayStation 5 sarà finalmente disponibile nei negozi, e per allora ci aspettiamo che Sony riveli i propri piani per il supporto di PlayStation Now alla nuova console. È possibile che la casa giapponese scelga un approccio cauto, portando nel catalogo del suo servizio in streaming unicamente qualche indie per la piattaforma next-gen o addirittura continuando per un po’ con i soli giochi PS4.

Oppure potremmo assistere a una strategia più aggressiva, che vada a sfruttare la partnership con Microsoft per effettuare finalmente un passo in avanti sul fronte tecnologico e portare la risoluzione di PS Now quantomeno a 1080p, nonché inserire nella line-up già qualche produzione di peso per PS5, magari modificando nuovamente le modalità di fruizione e inserendo limiti temporali più stringenti.

Le opzioni sono tante, ma una cosa è certa: Sony ha intenzione di far crescere la propria piattaforma di game streaming con l’avvento della next-gen e colmare il gap che negli ultimi tempi si è venuto a creare rispetto ai competitor, parecchio agguerriti. Insomma, tutto fa pensare che ne vedremo delle belle.





Vedi Post Originale: http://multiplayer.it/articoli/playstation-now-facciamo-punto.html


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *