Model Builder, la nostra recensione - IlVideogioco.com


Lo scorso novembre vi abbiamo parlato in anteprima di Model Builder, interessante proposta partorita da Moonlit, studio indipendente con sede in Polonia. Nell’atto di allargare ulteriormente la nicchia dei videogiochi simulativi, in questa circostanza il protagonista sarà l’hobby del modellismo.

L’obiettivo degli sviluppatori è senz’altro quello di offrire un prodotto dalle meccaniche semplici. Si tratta quindi di qualcosa di potenzialmente adatto a tutti, oltre che discretamente vario e divertente. Andiamo quindi a scoprire pregi e difetti di Model Builder in questa recensione.

Ricordiamo che il titolo, pubblicato da Green Man Gaming Publishing, è disponibile esclusivamente su Pc, via Steam. Buona lettura.

UN CACCIA, UN CARRO ARMATO, L’UNIVERSO

Il modellismo è un hobby che consiste nel realizzare riproduzioni in scala ridotta di macchine, oggetti, persone o edifici. Le sue origini risalgono all’abitudine che certi artigiani del passato avevano. Ovvero quella di realizzare esemplari in scala ridotta dei loro prodotti. Il fine era quello di mostrarli ai potenziali clienti. Ad oggi, l’offerta si è ingigantita, trovandoci di fatto davanti a un mondo enorme con moltissime cose da scoprire.

Principalmente, i modelli si possono classificare in due categorie:

  • Nel modellismo statico troviamo: aerei, auto, navi, camion, carri armati.
  • In quello dinamico troviamo invece anche modelli telecomandati, come aerei, elicotteri, auto, carri armati, gru, macchine agricole, navi e altri ancora.

Model Builder

Negli anni ’90 c’era un gioco in formato Dos che permetteva di creare modellini dinamici. Ovviamente, il tutto era parametrato con le potenzialità informatiche dell’epoca. Quel titolo, di cui oggi si sono perse le tracce, permetteva di dar vita ad un paio di modelli. Dopo averli montati infatti era possibile provarli in un paio di scenari. Model Builder è, se vogliamo, la perfetta rappresentazione del modellismo statico. Senza la para di sbagliare con pitture e colori, ci metteremo all’opera su un titolo che consta di circa una ventina di pezzi.

Grande perizia e passione traspirano dalle opere a cui daremo vita. Tra le quali troveremo aerei, vetture, navi. O anche U-Boot ed action figure fantasy molto note ai fan di Warhammer. Le modalità campagna e sandbox offrono circa una trentina d’ore di longevità. Tempo che passerà in un attimo per gli appassionati. Ma allo stesso tempo i neofiti potranno trovare il titolo di Moonlit sorprendentemente rilassante.

ODORI DI PLASTICA E VERNICE

Model Builder

Nella modalità campagna di Model Builder, il giocatore eredita una sorta di laboratorio all’interno di un vecchio garage. Il nostro obiettivo sarà espandere queste mura spoglie, portando il nostro hobby da una mera passione ad un vero e proprio lavoro. Che nelle fasi avanzate, anticipiamo, sarà discretamente remunerativo. A tal fine, inizieremo creando modelli da mostrare nel web, passando poi a modellini realizzati su commissione.

Esperienza e denaro ci permetteranno di acquistare nuove attrezzature, materiali e teche nelle quali mettere in bella mostra i nostri lavori. Dato che inizieremo da semplici amatori, le prime fasi di gioco verranno seguite da un corposo tutorial. Alle prese con un caccia solo da montare, il titolo ci introdurrà poi alle varie fasi della verniciatura, fino ai primi ordini.

Model Builder

Per chi non conoscesse questo settore, sappiate che oltre alla fase di montaggio possiamo arrivare anche a quattro ulteriori fasi di verniciatura. Ci sono anche tecniche diverse. Ad esempio, c’è chi tiene il montaggio come fase finale, iniziando dalla verniciatura. Il bello di Model Builder è che tiene conto anche di questi fattori, proponendo varietà e diversi tipi d’approccio.

Al termine del montaggio la qualità del nostro lavoro verrà verificata in base a fattori quali l’aderenza rispetto alla manualistica, le precisione della pittura e i dettagli. A volte però capiterà che l’algoritmo atto a gestire la valutazione risulti scarsamente bilanciato. Questo difetto si noterà specialmente quando si consegneranno modelli imprecisi, dove otterremo comunque valutazioni alte.

SIMULAZIONE A TUTTO TONDO

Model Builder

Come dicevamo, Model Builder è un gioco rigorosamente simulativo, seppur tenda in ogni modo a venire incontro ai giocatori meno avvezzi al genere. Il mouse e svariate scorciatoie da tastiera renderanno più fluida l’azione, anche se un certo numero d’ore d’apprendimento sono da mettere in conto. Ogni modellino è seguito da un manuale, fondamentale per la buona riuscita di ogni lavoro. Piuttosto che automatizzare i processi per una più ampia fruibilità, Moonlit ha optato per un approccio hardcore, pertanto consultazione e montaggio andranno di pari passo.

Dal taglio degli stampati, dai quali “estrarremo” i singoli elementi, le ore passeranno serenamente. Almeno fino a che non si arriverò al cosiddetto errore. Lì il gioco si fa difficile poiché non è presente alcuna opzione per annullare un passaggio. A nostro avviso tale meccanica doveva essere inserita. Soprattutto nelle fasi di inserimento delle decalcomanie, le cui dimensioni spesso non facilitano il compito, l’errore è dietro l’angolo. Ciò detto, se il nostro obiettivo sarà quello di dar vita a modellini dai colori più vari e senza alcuna attinenza con le controparti reali, il tutto potrà essere comunque divertente.

Model Builder

Ma immaginate la frustrazione dopo aver perso un paio d’ore nella sfida con una corazzata che si voleva rendere reale a tutti i costi. Il feeling con tastiera e mouse non arriverà mai a quello che una persona avrebbe con pinze, pennello e coltello. Il tutto per poi beccarsi una valutazione anche a fronte di sbavature grossolane. Speriamo che i prossimi update possano sistemare un po’ le cose. A livello grafico invece, Model Builder tradisce la sua natura indie principalmente a causa delle animazioni e delle texture ambientali. Le quali, comunque, si possono ritenere secondarie: dopotutto i veri protagonisti restano i modellini.

E in quest’ottica, il lavoro dello studio polacco è davvero fantastico. Il realismo dei suddetti infatti ispirerà non di rado meraviglia. Davvero pregevole inoltre la scelta di inserire la quasi totalità di utensili realmente impiegati per la realizzazione di simili capolavori. Dove effetti sonori e un buon feeling ai comandi miglioreranno il livello di realismo. Nota a margine per la colonna sonora, che prevede un mix di jazz e brani ambientali. Ottimo sottofondo per la fase di realizzazione dei modellini, ma qualche traccia extra non avrebbe guastato.

Model Builder

CONSIGLIATO AGLI APPASSIONATI

Model Builder è sicuramente un gioco rilassante. Oltre a essere chiaramente rivolto a un pubblico di appassionati, per quanto anche ad altri il titolo di Moonlit potrebbe risultare gradevole e divertente. Si tratta infatti di un prodotto capace di portare via ore nel tentativo di dar vita a qualcosa di unico. Certo non mancano i difetti, primo fra tutti l’impossibilità di annullare una determinata azione in fase di realizzazione. Tuttavia, dopo aver fatto propri i comandi e le meccaniche di gioco, trarre soddisfazione sarà facile. I modelli proposti offrono una notevole varietà, anche se futuri update potrebbero sempre aggiungere nuovi contenuti in merito.



Leggi Post Originale: https://www.ilvideogioco.com/2022/03/14/model-builder-la-nostra-recensione/


0 Comments

Lascia un commento