Marvel's Avengers: da Spider-Man alle polemiche, l'intervista agli sviluppatori


Gli sviluppatori di Crystal Dynamics hanno risposto alle nostre domande su Marvel’s Avengers. Dalla progressione del personaggio all’endgame, fino alle polemiche sull’esclusiva di Spider-Man

A poche settimane dall’uscita ufficiale di Marvel’s Avengers si è tornato a parlare in maniera massiccia del gioco supereroistico sviluppato da Crystal Dynamics per PC, PlayStation 4 e Xbox One. Vuoi per il recente war table, l’inizio della beta del gioco o il controverso annuncio di Spider-Man come personaggio esclusivo per console PlayStation, i vendicatori hanno popolato le nostre pagine e acceso le discussioni tra gli appassionati. Abbiamo avuto l’occasione di lasciare momentaneamente il tavolo di guerra del gioco per per prendere parte a un altro tipo di tavolata, un’intervista di gruppo in compagnia del responsabile del team Scot Amos e della game designer Lauryn Ash. Il risultato è stata una chiacchierata che ha spaziato dalla scelta degli eroi alla progressione dei personaggi, dalla struttura dei livelli a, ovviamente, l’esclusiva di un certo personaggio.

Marvels Avengers

La questione Spider-Man

Cominciamo con il recente annuncio di Spider-Man come personaggio esclusivo della versione PlayStation. Puoi spiegarci un po’ meglio com’è nata quest’esclusiva? Avreste potuto portare il personaggio su altre piattaforme?


Si è trattata di un’opportunità unica che abbiamo avuto solo grazie al rapporto che c’è tra PlayStation e Marvel. Questo è l’unico modo in cui poteva realizzarsi ed è grazie a loro se abbiamo potuto aggiungere Spider-Man nella versione PlayStation.

Vorrei fossimo più chiari: mi state dicendo che era necessario il consenso di Sony per inserire il personaggio nel gioco?



La decisione riguardo chi può usare Spider-Man e chi no spetta a loro [Sony]. Ci hanno detto “noi verremmo che inseriate questo personaggio nel gioco”. Poiché hanno questa relazione con Marvel hanno dovuto accordarsi sulle modalità e solo dopo ci hanno detto “ok, potete inserire il personaggio nel gioco”.

Eppure ero convinto che Sony avesse i diritti solo per la produzione cinematografica di Spider-Man, e non anche sull’utilizzo del personaggio nei videogiochi.


Purtroppo dovreste parlare con Marvel e Sony per i dettagli riguardanti i diritti. Noi facciamo riferimento a loro per tutto questo, e non possedendo nessuna delle proprietà intellettuali lasciamo che le questioni vengano risolte dai nostri legali assieme ai loro legali.

Poiché ogni personaggio arriverà con un set di storie e missioni create ad-hoc, cosa dovremmo aspettarci per Spider-Man? Essendo un personaggio limitato solo a una porzione dei giocatori sarà trattato allo stesso modo degli altri o avrà meno contenuti?


Non possiamo scendere nei dettagli al momento. Abbiamo voluto fare l’annuncio subito in modo che le persone sapessero che il personaggio sarebbe arrivato, e per permettere loro di fare una scelta, ma per ora non andremo più nel dettaglio. Di sicuro spiegheremo tutto a tempo debito e terremo a mente i feedback per approfittare al meglio di questa opportunità unica che abbiamo avuto con Spider-Man.

All’annuncio di Spider-Man hanno seguito numerose polemiche da parte di possessori di PC e Xbox. Cosa rispondete a quelli che ritengono che, senza il personaggio Marvel, si ritroveranno ad acquistare e giocare una versione “inferiore” del gioco?


Vorrei solo sottolineare come questa sia stata una fantastica esperienza. Se le persone guardano a tutti i contenuti che abbiamo inserito, dagli eroi agli eventi della storia, e se si considera l’intenzione di aggiungere ed espandere quest’universo negli anni… ecco, penso che tutti si ritroveranno sommersi di contenuti, cose con cui giocare, storie da vivere e personaggi da migliorare. Stiamo facendo il possibile per realizzare un gioco per i fan. Capiamo le polemiche, sapevamo sarebbe potuto accadere, ma come dicevo è stata un’opportunità assolutamente unica che è stata possibile solo grazie a Marvel e a Sony. Questo gioco sarà un’occasione per sentirsi parte del mondo degli Avengers, e viverlo per i prossimi anni vedendolo evolvere e arricchirsi nel tempo: possiamo assicurarvi che non avete ancora visto nulla.

Bilanciamento e multigiocatore

Quanto è difficile bilanciare un’esperienza multigiocatore con personaggi così forti e diversi tra loro, in modo che sia divertente per tutti ma allo stesso tempo resti autentica e coerente con i poteri degli eroi?


Nel creare un cast di personaggi attingendo a una tale quantità di eroi, la collaborazione con Marvel si è dimostrata fondamentale. Nel farlo però non abbiamo mai guardato a un personaggio pensando “come possiamo livellarlo con gli altri”, bensì abbiamo fatto il ragionamento opposto, focalizzandoci su cosa li rende unici. Una volta isolate queste differenze pensiamo a come si vanno ad amalgamare con gli altri.

Il nostro team ha un’arma segreta che si chiama Vince Napoli. Vince è il responsabile del sistema di combattimento e che in passato ha lavorato al team di God of War. Lo conosco dai tempi di EA e Visceral, e Vince vive di pane e combat system: fin dall’inizio ha approcciato il progetto pensando “come sarebbe il combattimento se questo fosse un gioco interamente su Vedova Nera?”, “E se fosse invece tutto su Hulk?”, “Se fosse un gioco di Iron Man?”. Questo modo di lavorare ci ha permesso di evidenziare le caratteristiche di ogni eroi e creare un sistema di combattimento estremamente versatile, capace di evolvere man mano che aggiungiamo nuovi personaggi, com Occhio di Falco e Spider-Man.

Per noi era fondamentale offrire un sistema che fosse quanto più flessibile, permettendo all’occorrenza di ridistribuire i punti abilità su più aree. Prendi per esempio Kamala Khan: lei è ottima per il crowd control, è un eccezionale personaggio di supporto, ma a me piace utilizzarla come fosse una sorta di tank sempre in mezzo al combattimento, e posso farlo potenziando le sue statistiche difensive.

Marvels Avengers Hawkeye


Nella beta è possibile affrontare un grosso ragno meccanico, ma ci chiediamo se nell’esperienza multigiocatore ci troveremo ad affrontare tutti i villain più popolari assieme ai nostri amici.

Certamente. Quello che possiamo dire al momento è che ci saranno alcuni nemici come Taskmaster e Abominio che potresti aver sconfitto nel single player ma non sai cosa stanno facendo dietro le quinte e potrebbero tornare in un secondo momento. Non dimentichiamoci poi che assieme a nuovi eroi arriveranno anche nuovi villain, con nuove storie e nuovi nemici famosi. Tutto è pensato per essere giocato da soli oppure con il tuo team in multiplayer, e comincerete a vedere i primi esempi già con l’arrivo di Occhio di Falco.

Abbiamo notato che i loot equipaggiati non sono visibili sul personaggio: non pensate che le persone possano perdere interesse nel loot system se non hanno una gratificazione visiva immediata?

Siamo convinti che i giocatori si appassioneranno molto al sistema di loot, sia per i poteri che si ottengono, sia per come questi cambieranno il modo di giocare. Un esempio sono quelli che sfruttano le particelle Pym: senza questa tecnologia non è possibile ridurre le dimensioni dei nemici. Ci sono tutte queste tecnologie che conferiscono agli Avengers diversi poteri; poteri che magari le persone conoscono perché li hanno visti nei film. È importante per noi ricreare attraverso gli strumenti un gameplay emergente, stimolare il combattimento e al gioco di squadra. Per cambiare l’aspetto estetico del personaggio abbiamo un’enorme quantità di skin, e fare in modo che venissero modificate ulteriormente equipaggiando gli strumenti non era realistico per noi e non avrebbe reso giustizia ai personaggi. Insomma, per noi l’importanza degli strumenti sta tutta in come alterano il gameplay.

A caccia di segreti

Al di là delle missioni che abbiamo visto, come intendete tenere impegnati settimanalmente o giornalmente gli utenti? Possiamo aspettarci playlist di attività ed eventi giornalieri o settimanali che ripagano il giocatore o avete altre idee in mente per l’endgame?

Anche in questo non possiamo andare nel dettaglio ma la nostra filosofia di design è ripagarti per il tempo che spendi con il gioco. A prescindere che ci ritorni una volta a settimana, una volta al mese o una volta al giorno. Nella beta c’è un esempio nella forma delle Challenge Card che ogni eroe ha a disposizione, e aspettatevi di affrontare sfide che coinvolgano tutto il team.

Nella beta c’è anche un altro esempio, ed è rappresentato dal caveau della tundra innevata. C’è un livello segreto all’interno della beta, e per trovarlo dovete trovare una cassa con un forziere. Al suo interno ci saranno le coordinate di uno scenario unico che apparirà sul vostro tavolo di guerra. Non troverete quest’ambientazione in nessun altro modo: è un segreto. Visitandola vi ritroverete in questa gigantesca area piena di ricompense uniche, e questo segreto è uno dei modi con cui vogliamo ripagare il tempo speso a esplorare attentamente il gioco. Speriamo così di mantenere alto l’interesse, e a questo si aggiungono poi gli Alveari e i Covi dei Boss che abbiamo accennato nell’ultimo War Table: sono cose che ancora non abbiamo spiegato ma di cui parleremo presto.

Marvels Avengers 2





Vedi Post Originale: http://multiplayer.it/articoli/marvels-avengers-spider-man-polemiche-intervista.html


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *