Let's Sing Queen, recensione PS4 - IlVideogioco.com


Inglesi di nascita oppure di adozione, nonostante gli studi universitari dedicano la loro vita alla musica e diventano una delle rock band più iconiche e famose del Ventesimo secolo: sono i Queen. Guidati dal vulcanico Freddie Mercury, le loro canzoni non sono soltanto tra delle più ascoltate. Sono anche tra le più cantate al mondo ed è proprio per questo che arriva Let’s Sing Queen.

Disponibile per PlayStation 4, Switch e Xbox One, Let’s Sing Queen arriva riempire le serate karaoke degli appassionati che giocano in solitaria, oppure in compagnia di amici.

Vi lasciamo alla nostra recensione per PlayStation 4 del gioco firmato Ravenscourt e Voxler. Buona lettura.

I WANT IT ALL

Semplice, essenziale, dritto al sodo: Let’s Sing Queen, come ogni gioco della serie, si presenta così, senza essere troppo dispersivo: l’obbiettivo è cantare entro pochi istanti. Le schermate e i menu sono chiari, semplici e selezionare la canzone che si vuole cantare è un processo breve e rapido. Trenta brani tra i più famosi sono presenti, oseremmo dire che ci siano quasi tutti. Qualcuno dei puristi, dei fan più accaniti, potrebbe lamentare la mancanza di certe canzoni dal testo molto significativo, ma tutti gli altri non faranno altro che gioire.

SOMEBODY TO LOVE

Let's Sing Queen

L’aspetto tecnico di Let’s Sing Queen è caratterizzato dai video ufficiali delle canzoni. Questi fanno da sfondo al vero e proprio karaoke con il testo in basso, in sovrimpressione. Come ogni Let’s Sing che si rispetti, però, al centro della schermata viene mostrata la barra colorata che suggerisce la tonalità da sostenere e il tempo di ogni singola battuta del brano.

Si può giocare con i microfoni compatibili, più o meno ufficiali. La novità più gradita, tuttavia, arriva dall’implementazione di una app: Let’s Sing Mic, disponibile su Play Store e App Store. In sostanza, si scarica la App e il nostro smartphone diventa un pratico microfono per giocare. In questo modo si risparmia l’acquisto di altri microfoni in aggiunta. L’unica perplessità viene al pensiero di giocare in compagnia: quando due amici giocano nella stessa stanza, le voci potrebbero sovrapporsi.

WE WILL ROCK YOU

 

Let’s Sing Queen propone classifiche di punteggio che stuzzicano il desiderio di rivalza e prestigio. La modalità multigiocatore prevede sia cooperazione per il punteggio che competizione. Il gioco prevede anche una modalità in cui i membri di ciascuna squadra si scambiano il microfono.

Non ci sono difetti sostanziali, nel gioco di Voxler. L’unico difetto potrebbe essere che, alla lunga, i trenta brani proposti potrebbero risultare pochi per chi gioca tanto.

COMMENTO FINALE

Let’s Sing Queen è uno dei migliori esempi di videogiochi musicali e karaoke a disposizione. Che giochiate su PS4, Switch o Xbox One, il gioco di Voxler non delude nessuna delle aspettative. I brani dei Queen più famosi ed iconici sono tutti lì, pronti ad accendere le serate solitarie troppo silenziose oppure quelle tra amici.

A proposito di serate in compagnia, pensiamo che come party game, Let’s Sing sia, di base, un must. Se poi aggiungessimo le musiche dei Queen all’offerta, di certo la serata potrebbe essere un successo assoluto.

L’assenza di bug sostanziali e la possibilità di risparmiare sui costi accessori, sfruttando l’app gratuita che sostituisce il microfono, non fanno altro che accrescere il valore e la qualità di un prodotto impeccabile. L’unica pecca potrebbe essere quella di sgradire i Queen.



Vedi Post Originale: https://www.ilvideogioco.com/2020/10/09/lets-sing-queen-recensione-ps4/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *