Google svela una soluzione professionale per le riunioni e novità su Meet e Duo


Google fornisce strumenti per video conferenze di alto livello già da diverso tempo ed in queste ore assieme a Lenovo svela la nuova soluzione Google Meet Series One. Di cosa si tratta? Series One rappresenta il punto di arrivo per tutti gli utenti che hanno la necessità di avere a disposizione prodotti particolari per gestire le video conferenze.

Conferenze sempre al top

Google Meet Series One è composto da cinque dispositivi singoli ma pensati per lavorare assieme. Si parte con la “Smart Audio Bar“, ovvero una particolare soundbar caratterizzata da otto microfoni e da Google Edge TPU per offrire una soluzione proprietaria di cancellazione del rumore – addio a click dei mouse e delle tastiere durante le riunioni, ma anche il rumore dei telefoni che vibrano o di utenti che mangiano o bevono.

Ad essa si aggiungono due smart camera a risoluzione 4K (una con sensore da 12 MP e un’altra con sensore da 20.3 MP “XL”) in grado di zoommare e muoversi automaticamente fra le persone sfruttando gli algoritmi IA di Google.

La gestione delle riunioni viene garantita da un particolare controller touch da 10,1 pollici con supporto ad Assistente Google – potrebbe mai mancare? – e molto altro. Tutti i dispositivi che fanno parte di Series One sono gestiti da una unità centrale caratterizzata dalla presenza di un processore Intel Core i7 con 4 GB di RAM, 128 GB di storage e TPU di Google. L’OS scelto per gestire il tutto è Chrome OS e si presenta con un design minimal.

Google Meet Series One sarà disponibile in America, Canada, Finlandia, Francia, Norvegia, Spagna, Irlanda, Inghilterra, Svezia, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Olanda, Danimarca e Belgio ai seguenti prezzi:

  • Small Room Kit, fino a 6 persone, a 2699 dollari, circa 2280 euro al cambio;
  • Medium Room Kit, da 6 a 10 persone, a 2999 dollari, circa 2530 euro al cambio;
  • Large Room Kit, da 10 persone in su, a 3999 dollari, circa 3375 euro al cambio.

Tante novità su Google Meet e Duo

La grande attenzione di Google per quanto riguarda le riunioni non si esaurisce con il lancio di Google Meet Series One, anzi. La compagnia svela infatti l’inizio del lancio di alcune particolari feature che aveva già presentato alcune settimane fa. Nello specifico parliamo del supporto della griglia da 49 persone su Google Meet e l’arrivo dello sfondo sfocato durante le video chiamate.

google lenovo meet series one duo annuncio novità

Come sottolinea Google, “Vedere più persone contemporaneamente può migliorare le dinamiche di riunioni e lezioni di gruppo più grandi. Che si tratti di vedere le reazioni di tutti a ciò che viene discusso o di tenere traccia più facilmente di più oratori, può aiutare le riunioni virtuali a sembrare più riunioni di persona e incoraggiare la partecipazione“.

La funzione, al momento disponibile solo sul web, dev’essere manualmente attivata dal proprietario della riunione tramite un apposito slider come quello mostrato nella immagine sottostante.

google lenovo meet series one duo annuncio novità

Passando invece alla funzione che sfoca automaticamente il background durante le video chiamate, essa può essere attivata prima dell’inizio di una riunione tramite un’apposita icona posta nell’angolo inferiore destro della interfaccia di Google Meet.

google lenovo meet series one duo annuncio novità

Questa e la possibilità di aggiungere una griglia da 49 persone saranno a disposizione di tutti gli account G Suite e personali a partire dalle prossime settimane su Chrome per Windows e Mac, mentre solo in futuro su Chrome OS e sull’app di Google Meet.

Infine, altra piccola novità anche per quanto riguarda Google Duo con l’arrivo dello screen sharing all’interno dell’applicazione. La funzione permette agli utenti di condividere foto, video e tanto altro direttamente durante una video chiamata.





Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/news/2020/09/16/google-lenovo-meet-series-one-duo-annuncio-novita-838949/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *