Google Fotocamera 8.0 di Pixel 5 senza più segreti: novità e come installarla


Da anni Google Fotocamera è un riferimento per il panorama Android. A Mountain View hanno dimostrato come l’elaborazione delle immagini abbia lo stesso peso dell’hardware nell’ottenimento di ottime fotografie, al punto che anche la concorrenza ha iniziato a lavorare convintamente sugli algoritmi per offrire risultati migliori.

Con la presentazione di Google Pixel 5 e Google Pixel 4a 5G è stato compiuto, almeno sulla carta, un ulteriore passo avanti. Merito di Google Fotocamera 8.0, una ristrutturazione importante del cavallo di battaglia della grande G. La nuova versione del software introduce diverse nuove funzionalità, tra cui la modalità ritratto nella modalità notte, la panoramica cinematografica e molto altro.

Per il momento le novità sono un’esclusiva dell’ultima generazione di Google Pixel, ma come spesso accade in un paio di settimane parecchie di esse dovrebbero finire insieme a Google Fotocamera 8.0 anche sui modelli di generazione precedente. Con l’aiuto dei colleghi di XDA che hanno già avuto modo di mettere le mani sull’ultimo smartphone di Google, vediamo alcune delle modifiche introdotte su Google Fotocamera. Troverete degli screenshot in coppia: quello a sinistra è riferito alla versione precedente, quello a destra a Google Fotocamera 8.0.

Le novità di Google Fotocamera 8.0

Interfaccia utente rivista

Chi ha utilizzato a lungo un Google Pixel, aprendo Google Fotocamera 8.0 si accorgerà subito di alcune novità come la scelta di fare a meno del bianco per evidenziare la modalità selezionata, o il nuovo selettore per lo zoom sopra il pulsante di scatto anch’esso rivisto in modo da sottolineare la doppia opzione: una pressione breve per scattare, una pressione prolungata per avviare la registrazione di un video.

Il selettore zoom consente di passare rapidamente da un ingrandimento ad un altro, ma quelli proposti variano a seconda della modalità: 1x o 2x nella principale, Video e Notte, 1x o 1,3x nella modalità Ritratto. Selezionando invece la fotocamera frontale si può scegliere tra 1x e 1,4x in tutte le modalità ad eccezione di Ritratto, in cui la seconda opzione è 1,2x. Per selezionare manualmente il livello di zoom, quindi fare “alla vecchia maniera”, basta premere a lungo il selettore.

Modalità video

Udiamo in lontananza il “grazie” di chi utilizzando un Google Pixel avrebbe suggerito volentieri a Google questa modifica per Google Fotocamera. Sì, adesso selezionando la modalità video, sopra il pulsante di avvio/stop c’è un selettore che consente di passare velocemente tra le modalità di registrazione normale, Time Lapse e Slow Motion, mentre prima era necessario scorrere le modalità fino a raggiungere la sezione Altro. Decisamente più smart così, quindi brava Google!

In Slow Motion ed in Time Lapse si può pure selezionare rapidamente il frame rate di registrazione o modificare la velocità del video, mentre è stato rivisto leggermente il design dei tasti che appaiono durante la registrazione.

 

Nuova livella

Google Fotocamera 8.0 mostra una seconda livella gialla che affianca la precedente bianca. Il software adesso è infatti capace di segnalare anche l’inclinazione dello smartphone, contemplando così una “dimensione” in più rispetto al passato che aiuta a inseguire la prospettiva perfetta. Inoltre quando lo smartphone è parallelo al suolo, dei mirini prendono il posto delle linee verticali in modo da ottenere, ancora una volta, l’inquadratura perfetta.

Super Res Zoom migliorato

Google ha messo le mani tra i preziosi algoritmi che garantiscono il Super Res Zoom, funzionalità che permette di migliorare la definizione e dunque la qualità complessiva delle fotografie con zoom digitale. Le migliorie saranno esclusive di Google Pixel 5 e Google Pixel 4a 5G a meno che l’azienda non decida diversamente nei prossimi giorni. In basso delle foto d’esempio tra i vecchi ed i nuovi algoritmi.

Miglioramento del viso disabilitato di default, condivisione rapida dei video e Zoom Audio per Google Pixel 4

Per evitare che gli scatti migliorati dall’intelligenza artificiale possano minare la psiche di coloro che effettuano un selfie, in Google Fotocamera 8.0 è disabilitato di default il miglioramento del viso. Inoltre l’azienda ha incluso delle immagini d’esempio per mostrare il funzionamento dei filtri di bellezza.

Analogamente a quanto avviene già da qualche mese per le fotografie, anche la modalità video guadagna la condivisione rapida tramite uno swipe verso l’alto sull’icona alla sinistra del pulsante di scatto.

Il sideload di Google Fotocamera 8.0 mostra che lo Zoom Audio di Google Pixel 5 e Google Pixel 4a 5G caratterizzerà anche Google Pixel 4, permettendo così di enfatizzare il suono proveniente dalla sorgente sonora verso cui si effettua lo zoom.

Come ottenere Google Fotocamera 8.0

La prima via per ottenere Google Fotocamera 8.0 è quella banale, e passa quindi dall’acquisto di uno dei nuovi smartphone di Google. Come anticipato in apertura però non sarà l’unica, perché anche i possessori di un Google Pixel di generazione precedente otterranno la nuova versione con tutte o comunque una parte delle novità.

Quanto bisognerà attendere non è dato saperlo, possiamo però dirvi che il web si è già mobilitato per sveltire i tempi tramite il buon vecchio fai da te. L’APK di Google Fotocamera 8.0 è stato quindi estratto dal firmware di Google Pixel 5 in modo da essere installato sulle generazioni precedenti.

Farlo è abbastanza semplice: basta scaricare il file di installazione di Google Fotocamera 8.0 dal link in basso e l’app Split APKs Installer toccando il badge in basso. Una volta installata quest’ultima, bisogna aprirla, toccare su Install APKs in basso, navigare nella cartella in cui è presente il file di installazione di Google Fotocamera 8.0 e selezionarlo: l’app si occuperà del resto.

L’unico requisito è Android 11, quindi bisogna possedere un Google Pixel 2 o di generazione successiva.

Download di Google Fotocamera 8.0



Vedi Post Originale: https://www.tuttoandroid.net/news/2020/10/14/google-fotocamera-8-0-novita-844720/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *