Football Manager 2021, il provato del manageriale calcistico prima dell’uscita


Abbiamo provato Football Manager 2021 e le sue novità, a pochi giorni dall’arrivo della nuova edizione del manageriale calcistico targato Sports Interactive.

L’appuntamento con il provato di Football Manager 2021 arriva in un momento di particolare fibrillazione nel panorama videoludico. Con le uscite di PlayStation 5 e Xbox Series X ormai imminenti, tutto il mondo è infatti concentrato sul panorama console e sui giochi che da qui ai prossimi mesi arriveranno sulle nuove piattaforme. Tutti, eccetto i malati di pallone più irriducibili, quelli ai quali non basta poter giocare a FIFA 21 o PES 2021 ma vogliono gestire fino in profondità la propria squadra, curandone tutti gli aspetti fino ai minimi dettagli. Dei veri manager a trecentosessanta gradi, in grado di partorire tattiche tra fasi di possesso, transizione e non possesso, approfittando dell’occasione offerta da uno sterminato database anche per scoprire i talenti che solcheranno i campi di domani nella realtà.

Tutto questo e molto più è ormai da tantissimi anni la serie Football Manager, nome che non ha bisogno di presentazioni vista la sua capacità di continuare sempre a suscitare emozioni forti in tutti gli amanti più sfegatati del gioco del calcio. Un compito comunque non facile, con cui devono confrontarsi tutti i marchi con un piano di uscita annuale, tra aggiornamenti più rilevanti e capitoli di transizione. Nel caso di Football Manager 2021, Sports Interactive ha già anticipato qualche interessante novità, che almeno sulla carta potrà fare la gioia di tutti coloro i quali spendono ore e ore tra i menu gestionali e il campo. Andremo naturalmente a valutare tutto in via definitiva tra qualche giorno in sede di recensione, ma in attesa che arrivi quel momento vediamo che cosa è venuto fuori da questo scampolo di stagione che abbiamo avuto modo di giocare per qualche ora.

Menu e nuove interazioni

Football Manager 2021 4

La prima sensazione che si ha dopo avere avviato una partita a Football Manager 2021 è di estrema familiarità con la sua interfaccia, dopo avere consumato un certo quantitativo di ore con il suo predecessore. All’apparenza la nuova fatica di Sports Interactive si presenta infatti molto simile a quella di un anno fa, permettendoci così facilmente di ritrovare gran parte delle opzioni di gestione lì dove le avevamo lasciate. Un aspetto rassicurante per il non doversi abituare a una veste grafica o a una struttura diversa, che permette così al giocatore di immergersi immediatamente nelle novità che il team guidato da Miles Jacobson ha messo in piedi per questa edizione.

Da questo punto di vista, l’aspetto che salta per primo all’occhio è legato al nuovo sistema di interazioni che gli sviluppatori hanno messo a punto per Football Manager 2021, soppiantando così quello precedente con il quale il nostro manager poteva interagire con media e membri della squadra. I momenti in cui gli scambi avvengono restano ancora quelli che conoscevamo, in vista di un match per esempio o per commentare notizie di mercato, ma in aggiunta troviamo in alcuni casi anche la possibilità di accompagnare alle nostre frasi un’azione del corpo che individua uno stato d’animo ben preciso. Vengono così sostituite le descrizioni ambigue che erano ormai sempre le stesse da diversi anni. Quanto tutto questo riuscirà realmente a influire sul nostro rapporto coi giornalisti e coi giocatori spingendoci a prendere parte in prima persona invece di delegare al vice sarà ovviamente materia da affrontare nella recensione, limitandoci per ora ad apprezzare soprattutto la maggiore chiarezza di questi elementi rispetto alle dinamiche precedenti.

Prima e dopo la partita

Complice l’avvio ritardato della stagione calcistica per via della pandemia, facendo avanzare i giorni in Football Manager 2021 si cominciano a notare le altre novità inserite da Sports Interactive. Una di queste è proprio la decisione di adottare alcune delle conseguenze del Covid-19 all’interno del gioco, inserendo per esempio le cinque sostituzioni nelle competizioni che le prevedono e programmando in generale un afflusso minore di soldi nelle casse dei club per la prima stagione. Condivisibile la scelta di non inserire invece il virus come “infortunio”, alleggerendo così il suo impatto rispetto alla realtà all’interno di quello che resta pur sempre prima di tutto un videogioco.

Passando ad altro, tra le novità troviamo una maggiore attenzione alla preparazione della partita, sia per quello che riguarda l’analisi del match che la tattica vera e propria. Le riunioni tattiche prepartita sono state modificate per apparire in modo più rapido attraverso una finestra modale, snellite nella loro composizione per dare al giocatore una serie di indicazioni da parte dello staff sulla partita in arrivo. Sta ovviamente a noi poi decidere se prenderle in considerazione oppure no, prima di scendere in campo.

Un aspetto da tenere in estrema considerazione dal punto di vista dell’analisi è quello che viene individuato con il termine xG (dall’inglese expected goals), vale a dire un parametro riassumibile come il numero di gol che ci si aspetterebbe dalla prestazione messa in campo dalla nostra squadra. Una metrica sempre più applicata anche nel mondo reale per giudicare le prestazioni dei singoli e dei club al di là delle semplici apparenze, prendendo in considerazioni parametri come il tipo di assist, angolatura e distanza di tiro, più altri fattori per valutare le occasioni da gol. Per Football Manager 2021 si tratta anche di un modo di rispondere alle critiche che ogni anno accusano la serie di essere poco realistica nel rapporto tra gol segnati e azioni prodotte, soprattutto per quello che riguarda la squadra controllata dal giocatore. Grazie al valore xG costantemente visibile anche durante le partite, adesso dovremmo avere modo di capire maggiormente cosa non va nella nostra squadra, andando con questo parametro al di là della valutazione basata sul semplice numero di tiri fuori e nello specchio. Producendo un xG abbastanza alto senza tradurlo in gol, per esempio, potremmo realizzare di avere bisogno di una punta più fredda davanti alla porta, in grado di concretizzare le occasioni che le capitano. Se viceversa il valore sarà basso, potrà essere necessario modificare qualcosa nella tattica per valorizzare con maggiore successo la propria rosa.

Matchday

Football Manager 2021 1

Il discorso fatto più sopra per quello che riguarda l’interfaccia di Football Manager 2021 e la sua familiarità con l’edizione precedente non vale invece per la gestione della squadra durante la partita, cambiata in modo piuttosto radicale rispetto a quella alla quale eravamo abituati. Lo stile scelto da Sports Interactive per questo nuovo capitolo si presenta più moderno nell’aspetto, tentando al tempo stesso di mettere a nostra disposizione quanti più elementi d’informazione possibili. Non siamo convinti in realtà che le novità introdotte dagli sviluppatori ci piacciano tutte quante, in primis la scelta di rappresentare la forma dei giocatori durante la partita attraverso un’icona che cambia colore invece della vecchia percentuale. Alcuni elementi di uso frequente sembrano inoltre un po’ più nascosti rispetto a prima, ma il tempo e la recensione ci diranno se è solo questione di abitudine o si poteva veramente fare di meglio nel ridisegnare questa parte del gioco.

Chiudiamo questa prima occhiata a Football Manager 2021 evidenziando i progressi del motore 3D della partita, arricchito soprattutto per quello che riguarda le animazioni dei giocatori. Rispetto a un anno fa è evidente una maggiore fluidità dei movimenti compiuto dai ventidue in campo, aiutata da una migliore gestione di ombre e luci. Notevole anche il lavoro che sembra essere stato svolto sulla velocità dei salvataggi, apparsa piuttosto elevata rispetto a Football Manager 2020. Un aspetto evidenziato anche dagli sviluppatori, secondo i quali Football Manager 2021 sarà mediamente più veloce del 14% se paragonato al suo predecessore, toccando una punta del 76% per quello che riguarda l’operazione di salvataggio.

Concludiamo il provato di Football Manager 2021 ammettendo di avere sviluppato una maggiore curiosità verso la versione finale del gioco, per la quale l’attesa è ormai questione di giorni. Le novità inserite da Sports Interactive sembrano potere rendere questo capitolo degno di particolare attenzione, a patto che la prova definitiva ne possa confermare l’efficacia.

CERTEZZE

  • Buona familiarità col capitolo precedente
  • Gli expected goals aggiungono un tassello importante
  • Tante novità riguardanti le interazioni con media e staff

DUBBI

  • Impatto delle modifiche da valutare sul medio-lungo termine
  • Qualche scelta nel design della schermata della partita per ora non convince





Vedi Post Originale: http://multiplayer.it/articoli/football-manager-2021-provato.html


0 Comments

Lascia un commento