FIFA 21, tutto sulla nuova stagione competitiva


Domani su FIFA21 parte la prima FUT Champions Weekend League utile per la FIFA eWorld Cup 2021. In questo articolo spieghiamo il nuovo format competitivo, raccontiamo i primi invitationals e diamo un commento finale al programma esport di FIFA21.

La scorsa stagione dopo lo scoppio della pandemia da Covid-19, il cammino verso il mondiale è stato stravolto, cancellato e addirittura sostituito dai tornei regionali.
Data la situazione attuale e il successo ottenuto in estate, EA ha deciso di confermare in parte la formula vista alcuni mesi fa, portandoci un cammino nuovo ma relativamente già visto in passato.
Infatti diversamente dalle precedenti edizioni, con FIFA 21 si tornerà al formato regionale con le qualificazioni e i relativi Playoff che si svolgeranno tra la fine del 2020 e i primi sei mesi del 2021.
I migliori giocatori dei Regional Playoff si qualificheranno alla fase finale della FIFA eWorld Cup che si disputerà nell’estate del 2021.

Per supportare al meglio il cammino online, i vari paesi sono stati divisi in regioni che saranno assegnate ai giocatori in base alla loro nazione.
L’Europa conterrà 30 paesi partecipanti del continente, compresa la Russia, ai quali si aggiungeranno per Egitto, Turchia e Israele.
Il Nord America sarà composto da USA, Canada e Messico mentre il Sud America avrà i suoi 14 stati come da corrispondenza.
Invece il continente asiatico sarà diviso in due parti: Est Asia comprendente Cina, Indonesia, Giappone, Malaysia, Philippine, Singapore, Sud Corea, Taiwan, Thailandia e Vietnam; West Asia & Sud Africa: India, Kuwait, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Sud Africa.
Quest’ultima avrà un proprio qualifier data la sua distanza geografica, ma farà parte della regione West Asia per i Regional Playoff.

Con questo formato, ogni regione avrà un proprio ranking diviso anche in base alle console disponibili.
Il livello di competizione sarà diverso da regione a regione e anche i punti subiranno cambiamenti in base al numero di partecipanti alle qualificazioni.
Inoltre, ogni regione avrà un proprio data center su cui sarà collegata la modalità Friendly Competition per giocare competitivamente.
Questa modalità si sblocca in-game dopo aver ottenuto 27 vittorie su 30 partite in Weekend League e quindi il badge del FUT Champions Verified, come avviene da ormai 3 anni ad oggi.
L’Europa sarà collegata a Francoforte, l’Oceania a Sydney, East e West Asia rispettivamente a Hong Kong e Dubai, mentre il Sud Africa nella sua capitale di Johannesburg e infine le due Americhe avranno il collegamento peer-to-peer.
Il 31 Ottobre i giocatori verificati saranno coinvolti nel tutorial della modalità e nel dare eventuali consigli prima che la regular season inizi come di consueto.

Dato che questo sarà un anno di transizione verso la next gen e le nuove console saranno rilasciate dopo l’inizio della stagione, i possessori di PS5 e Xbox Series X|S non prenderanno parte al viaggio verso la FIFA eWorld Cup.
Perciò solo i giocatori di Playstation 4 e Xbox One potranno partecipare alla stagione competitiva di FIFA21.
Ci sarà un’ulteriore novità: dato il basso numero di verificati, l’Oceania e entrambe le regioni asiatiche competeranno solamente su PS4, mentre le regioni più popolari come Europa, Nord e Sud America avranno normalmente qualificazioni sia su console Sony che su console Microsoft.

La Strada Verso il Mondiale

Road

Le Registrazioni per competere saranno aperte fino al 31 Dicembre 2020 per tutti i giocatori sul sito ufficiale delle FIFA21 Global Series.
Come detto in precedenza, per partecipare ai qualifier bisognerà ottenere 27 vittorie su 30 con le quali si riceverà il Badge da verificato e si sbloccherà la modalità Friendly Competition.
Qui, i player potranno affrontarsi in gare di andata e ritorno, selezionare il tempo e il possessore di palla in caso di una disconnessione, vedere la squadra avversaria prima dell’inizio del match e infine scegliere un data center su cui giocare.

Ai Qualifier parteciperanno i migliori 1024 verificati regionali per ottenere i punti utili per il ranking.
Anche le Weekend League saranno utili per ottenere punti, ma diversamente dagli scorsi anni sarà considerata solo la Weekend League migliore del mese che consegnerà punti in base al risultato raggiunto: a partire dalle 20 vittorie ogni giocatore riceverà i relativi punti.
Tutti i qualifier saranno giocati nel format doppia eliminazione, a differenza dello swiss format.
Con il nuovo modello, circa il 66% dei partecipanti potrà ottenere Global Series Points utili per qualificarsi.
Con lo swiss format non sarebbe stato possibile, dati i diversi risultati che si andrebbero a creare tra i vari giocatori.
Inoltre, bisognerebbe attendere molto tempo tra un round e un altro, e nessuno può iniziare un match successivo se tutti gli altri non hanno terminato il proprio turno.
Il passaggio alla doppia eliminazione aiuterà i player ad accrescere la propria esperienza, a ridurre ansia e stress, e a passare tra una partita e un’altra in un modo più rapido.
Ma nonostante questo, lo Swiss Format tornerà per i Regional Playoff con 16 o più partecipanti.

Inoltre, I vari giocatori saranno sorteggiati in base ai propri Global Series Points.
Per il primo torneo, si terranno in considerazione le vittorie cumulative delle Weekend League.
Ogni regione avrà un proprio numero di qualifier e relative date:

Europa: 5 sia su PS4 che su Xbox One:
28-29 Novembre 2020
9-10 Gennaio 2021
6-7 Febbraio 2021
6-7 Marzo 2021
10-11 Aprile 2021

Nord America: 5 sia su PS4 che su Xbox One:
12-13 Dicembre 2020
23-24 Gennaio 2021
20-21 Febbraio 2021
27-28 Marzo 2021
17-18 Aprile 2021

Sud America: 5 sia su PS4 che su Xbox One:
21-22 Novembre 2020
12-13 Dicembre 2020
23-24 Gennaio 2021
20-21 Febbraio 2021
27-28 Marzo 2021

East Asia: 3 solo su PS4
12-13 Dicembre 2020
20-21 Febbraio 2021
27-28 Marzo 2021

West Asia & South Africa: 3 solo su PS4
21-22 Novembre 2020
23-24 Gennaio 2021
27-28 Marzo 2021

Oceania: 3 solo su PS4
12-13 Dicembre 2020
23-24 Gennaio 2021
20-21 Febbraio 2021

Un altro modo per qualificarsi ai Regional Playoff saranno le Domestic Leagues, ovvero i campionati esport delle principali leghe calcistiche che tornano anche quest’anno per dare maggior interesse alla scena competitiva di FIFA21.
Più di 30 leghe saranno confermate nel corso della stagione e saranno utili ai fini della qualificazione.
I giocatori non otterranno Global Series Points ma si sfideranno per ottenere l’accesso diretto ai Playoff regionali.
Perciò si svolgeranno eventi in-stage per determinare i propri rappresentanti alla fase successiva.
Ogni regione avrà un dato numero di giocatori qualificati come di seguito:

Europa-22 giocatori sia per Playstation 4 che per Xbox One
Nord America-6 giocatori PS4 e 3 Xbox One
Sud America-12 giocatori PS4 e 3 Xbox One
West Asia e Sud Africa-5 giocatori PS4
East Asia-4 giocatori PS4
Oceania-3 giocatori PS4

I Regional Playoff saranno il principale evento delle FIFA21 Global Series.
I migliori giocatori di ogni regione determinati dalle classifiche regionali e dalle leghe nazionali, si affronteranno per ottenere il titolo di campione regionale e l’accesso alla fase finale della FIFA eWorld Cup.
Ogni torneo avrà una serie di partecipanti, come di consueto:

Europa-64 giocatori Playstation 4 e 64 Xbox One
Nord America-16 giocatori per entrambe le console
Sud America-32 giocatori PS4 e 16 Xbox One
West Asia e Sud Africa-16 giocatori PS4
East Asia-8 giocatori PS4
Oceania-8 giocatori PS4

I dettagli relativi ai FIFA Major ovvero FIFA eNations Cup, FIFA eClub World Cup e la fase finale della FIFA eWorld Cup saranno annunciati in seguito così come i tornei continentali della UEFA eChampions League e CONMEBOL eLibertadores.

Infine, il montepremi complessivo sarà di 3 milioni di dollari, circa uno in più rispetto alla scorsa edizione.
Nelle stagioni precedenti, i giocatori si sfidavano per un montepremi condiviso agli eventi globali.
Tramite le nuove regole, anche la distribuzione del montepremi è stata rivista.
L’obiettivo di Electronic Arts è quello di concentrare parte dei premi in ogni Qualifier e Playoff in base al numero di partecipanti del passato nelle varie regioni.
I Qualifier avranno il seguente montepremi:

Europa-65.000 $ per PS4 e 50.000 $ per Xbox One
Nord America-15.000 $ per console
South America-35.000 $ per PS4 e 15.000 $ per Xbox One
West Asia-20.000 $ per PS4
East Asia-15.000 $ per PS4
Sud Africa-7.500 $ per PS4
Oceania-7.500 $ per PS4

Ma il focus principale di quest’anno sarà sui Regional Playoff che avranno un montepremi totale di 1.500.000 $ rispetto ai 500.000 $ dei precedenti Playoff e saranno distribuiti come segue:

Europa-400.000 $ per console
Nord America-100.000 $ per console
Sud America-200.000 $ PS4 e 100.000 Xbox One
West Asia & Sud Africa-100.000 $ PS4
East Asia-50.000 $ PS4
Oceania-50.000 $ PS4

Twitch Rivals & Youtube Creator: I Risultati

Par3

Il 3 e il 5 Ottobre si è svolto online il Twitch Rivals a cui hanno partecipato squadre formate da streamer, player professionisti e calciatori.
Durante la prima giornata il team di Kai Havertz si è posizionato in prima posizione con 18 punti seguito da altre formazioni come quelle degli youtuber ZwebackHD, Pieface23, Cacho01 e del noto Bateson, staccate solo dalla differenza reti.
Invece il team di Ibai Lanos, content creator dei G2 eSports, si è classificato al 6° posto con 15 punti.
In fondo al ranking iniziale, la squadra dello streamer tedesco LPMassive e del famoso streamer messicano Castro rispettivamente con 15 e 13 punti.
Lunedì 5 Ottobre si è disputata la fase ad eliminazione diretta con le partite dei quarti di finale, le semifinali e la Finale.
In Finale si sono sfidati il team di Bateson e il team di Castro. Il match di andata è terminato 5-2 mentre il ritorno si è concluso con un risultato di 2-3.
Con un record complessivo di 7-3 il team dello youtuber Basteson ha ottenuto il titolo di campione del primo Twitch Rivals e un assegno da 20.000 $.

L’8 Ottobre si è giocato il secondo torneo della Preseason ovvero il FIFA21 Creator Tournament, ospitato per la prima volta su Youtube Gaming.
L’evento è stato caratterizzato da una prima fase in formato campionato in cui ogni streamer ha giocato 4 partite contro altri giocatori e successivamente da una fase ad eliminazione diretta in cui i player si sono affrontati in controtendenza con la classifica.
Lo Youtuber danese Johans si è posizionato al primo posto vincendo le 4 partite seguito dallo svedese Ozzardhohd, dal tedesco Patrick PMTV e dallo svedese Lukas Gummesson.
Il proplayer spagnolo Gravesen si è piazzato al 6° posto con 3 vittorie e 1 sconfitta, mentre gli unici due italiani invitati ovvero Gigi e Nirkiop si sono classificati in fondo al girone con 1 vittoria, 2 pareggi e 1 sconfitta.
Agli Ottavi quest’ultimi hanno perso entrambi per 6-0 contro Ozzardhohd e Johans.
Nelle Semifinali, Johans ha regolato per 2-1 il tedesco Patrick PMTV mentre Gravesen ha eliminato Lukas Gummesson con un netto 2-1.
In Finale il professionista spagnolo ha battuto il creator danese con uno spettacolare 3-1, aggiudicandosi così il titolo di campione del torneo Youtube Creator di FIFA21.

Considerazioni Finali

Fin

Il mese attuale di preseason sta portando molto spettacolo all’intrattenimento di FIFA.
Il 29 Ottobre questa parte si concluderà con le FIFA Challenges e poi dal 21 Novembre spazio al vero formato competitivo con i primi qualifier regionali a partire dal Sud America e West Asia, e poi in ordine Europa, Nord America, East Asia e Oceania.
Quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi e stiamo vivendo tutt’ora è una situazione molto strana e piena di rammarico.
Almeno fino al prossimo anno non avremo eventi live, non avremo la possibilità di visitare città e girare il mondo per le competizioni, sarà gestito tutto da casa.
La voglia di vincere non mancherà ma sarà difficile continuare su questa strada.
Anche il cammino verso la fase finale è stato modificato con il ritorno al formato regionale, che mancava ormai da FIFA 17 quando un certo IcePrinsipe alzava la coppa a Madrid e conquistò l’ultimo titolo europeo di sempre.
Inevitabile pensare come i tornei regionali estivi abbiano dato una spinta a questo ritorno.
Basti considerare solo il successo registrato in Europa e in America dove la scena competitiva è molto popolare tanto che migliaia di spettatori si sono connessi su Twitch per assistere ai match.
Inoltre, la gestione dei server e dei risultati delle partite tramite un data center principale gioca un ruolo importante con la possibilità di dare a molte persone nel proprio continente, la voglia di competere e poter dimostrare il proprio valore.
E in tutto questo contesto ma fattore cardine delle scelte: la pandemia da Covid-19, che distrugge progetti, sogni e vite ormai da un anno partendo da Wuhan e allargandosi a macchia d’olio in tutto il mondo.
La sicurezza e la salute del personale deve essere la prima decisione di ogni azienda e in questo EA ha accettato la sfida ma lo spettacolo e l’azione, la voglia di competere e dimostrare le proprie abilità non si è mai fermata.

Come sempre, anche in queste condizioni, pensiamo che sarà una stagione ricca di avvenimenti, sorprese e colpi di scena, azioni mai viste e goal spettacolari e la vivremo tutta col fiato sospeso, partita dopo partita, torneo dopo torneo, playoff dopo playoff, insieme da casa a partire dal 21 Novembre su Multiplayer.it.





Vedi Post Originale: http://multiplayer.it/articoli/fifa-21-nuova-stagione-competitiva.html


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *