Red Dead Redemption 2 per Pc, trailer in 4K

L’arrivo di Red Dead Redemption 2 per Pc si avvicina sempre visto che il 5 novembre non è così lontano. E dopo aver diffuso prime immagini ed i requisiti di sistema, Rockstar Games ha pubblicato un nuovo trailer in 4K ed a 60 fotogrammi al secondo.

La versione per Windows vuole dare nuova vita alla storia di Arthur Morgan e della Banda di Van der Linde, grazie a miglioramenti tecnici in grado di renderla ancora più coinvolgente. Ombre, luci e distanza visiva sono state migliorate, sono state aggiunte nuove texture per l’erba e il pelo degli animali e molto altro ancora: queste novità sono accompagnate da una serie di nuovi contenuti per la modalità Storia.

Guardiamo la clip, lunga un minuto, per scoprire i nuovi dettagli e l’incredibile realismo del mondo di gioco. Potrete ammirare i graffi di un orso su un tronco d’albero nel Big Valley, contare le spine di un cactus nel New Austin, seguire il passaggio di un treno all’orizzonte e ammirare il cielo notturno nel New Hanover.

Come detto e già risaputo, Red Dead Redemption 2 sarà disponibile per Pc dal 5 novembre. Preacquistando il gioco entro il 22 ottobre esclusivamente tramite il Rockstar Games Launcher per ricevere gratis due titoli classici di Rockstar Games per computer, oltre a una serie di incentivi che includono bonus per la modalità Storia e 50 Lingotti d’Oro.

Spazio ora, alla clip. Buona visione.

L’articolo Red Dead Redemption 2 per Pc, trailer in 4K proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Hunt: Showdown approda su Pc

Il gioco bounty hunting multiplayer ad ambientazione Western di Crytek, Hunt: Showdown, è disponibile, come annunciato ad inizio luglio, su Pc insieme ad un dlc. I giocatori possono acquistare il titolo “liscio” o in bundle con l’espansione “Legends of the Bayou”.

Prima dell’uscita, è stata resa disponibile una versione early access di Hunt: Showdown su Steam, per permettere agli sviluppatori di lavorare a stretto contatto con la loro community di gioco mentre sviluppano e perfezionano il titolo nel caso di Hunt, nel corso di oltre 20 aggiornamenti e più patch. Quella community, afferma Fatih Özbayram, produttore del titolo è stata parte integrante del processo di sviluppo del gioco.

Özbayram ha detto:

Lo sviluppo di Hunt: Showdown è stato completamente guidato dalla community e questa è stata un’esperienza davvero gratificante per l’intero team. Insieme alla community, siamo stati in grado di creare un’esperienza di gioco divertente, intensa e memorabile. Ad esempio, una richiesta della community ci ha ispirato ad aggiungere ad Hunt squadre da tre, insieme a molte altre funzionalità. Quindi un grande ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno supportato durante tutto il processo di sviluppo – non avremmo potuto farlo senza di voi.

Vediamo il trailer di lancio. Buona visione.

Il dlc Legends of the Bayou” si tuffa nel cuore oscuro del bayou per celebrare la versione completa per Pc di Hunt: Showdown. Ed offre ai fan due nuovi personaggi di Legendary Hunter, due armi uniche e 500 Blood Bonds.
Ci sono quindi il Bone Doctor e la Weird Sister, nonché la Legendary Copperhead, una Nagant M1895: un’arma unica posseduta solo dai primissimi cacciatori del bayou.

A PROPOSITO DI HUNT: SHOWDOWN

Hunt: Showdown, un bounty hunting game competitivo in prima persona, combina il brivido degli sparatutto in prima persona e dei giochi di sopravvivenza e racchiude questi elementi in un formato basato sui match.

Ad ogni incontro possono partecipare fino a dieci giocatori che possono giocare in solitaria o in squadre da due, mentre competono per abbattere raccapriccianti mostri delle paludi della Louisiana, che alcuni critici hanno definito una singolare miscela di elementi PvP e PvE. Una volta iniziata una missione di caccia, i giocatori diventano immediatamente un bersaglio per ogni altro cacciatore rimasto sulla mappa.

Più alto è il rischio, maggiore è la ricompensa, ma un singolo errore potrebbe costare tutto e la morte è permanente.

REQUISITI DI SISTEMA

MINIMI:

    • Richiede un processore e un sistema operativo a 64 bit.
    • Sistema operativo: Windows 7 64bit.
    • Processore: Intel i5-4590 @ 3.3GHz (4th Generation) o AMD Ryzen 3 1200.
    • Memoria: 8 GB di RAM.
    • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 660 TI o AMD Radeon R7 370.
    • DirectX: Versione 11.
    • Rete: Connessione Internet a banda larga.
    • Memoria: 20 GB di spazio disponibile.
    • Scheda audio: compatibile con DirectX .
    • Note aggiuntive: migliore esperienza con cuffie.

CONSIGLIATI:

    • Richiede un processore e un sistema operativo a 64 bit.
    • Sistema operativo: Windows 10 64 bit.
    • Processore: Intel i5-6600 @ 3.3Ghz (6th Generation) o AMD Ryzen 5 1400.
    • Memoria: 12 GB di RAM.
    • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 970 4 GB o AMD Radeon R9 390X.
    • DirectX: Versione 11.
    • Rete: Connessione Internet a banda larga.
    • Memoria: 20 GB di spazio disponibile.
    • Scheda audio: compatibile con DirectX .
    • Note aggiuntive: migliore esperienza con cuffie.

L’articolo Hunt: Showdown approda su Pc proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Red Dead Redemption 2, Recensione

Sono passati oramai diversi anni da quando Red Dead Redemption arrivò sugli scaffali dei negozi di tutto il mondo suscitando l’entusiasmo di pubblico e addetti ai lavori.

Bollato all’epoca da alcuni come un Grand Theft Auto ambientato nel west, il titolo sviluppato da Rockstar San Diego vantava in realtà alcune caratteristiche peculiari che ne delineavano l’identità, oltre a un multiplayer che per certi versi rappresentava all’epoca un nuovo step evolutivo per il genere. E poi, ovviamente, c’erano la trama, le ambientazioni evocative e un protagonista fortemente carismatico, tutti elementi capaci insieme di riproporre in un videogioco il duro e affascinante mondo del West.

Un mondo dove Rockstar Studios è pronta a catapultare nuovamente i giocatori per fargli vivere da protagonista un racconto all’interno di un enorme free roaming dov’è egli stesso a plasmare il ritmo di gioco. Questo,  e molto altro, dipingono Red Dead Redemption 2, uscito oggi (26 ottobre) su PS4 ed Xbox One.

Duelli all’ultimo sangue, saloon affollati da ballerine e da gente poco raccomandabile, furiose sparatorie lungo strade impolverate, assalti alle diligenze, animali selvaggi da prendere al lazo, sono questi alcuni degli eventi che aspettano i giocatori in questo ambizioso progetto di Rockstar Games che, ve lo anticipiamo già, rischia di diventare il punto di riferimento per le future generazioni di titoli open world.

CACCIA ALL’UOMO

La storia di Red Dead Redemption 2 non è molto originale, ma è ben articolata, offre alcuni buoni spunti narrativi e risulta interessante per gran parte dell’avventura.

Ambientata nell’America del nord del 1899, quando l’epopea del selvaggio West è ormai agli sgoccioli, ha qualche legame con Red Dead Redemption. Racconta infatti le vicende di Arthur Morgan e della banda di Van der Linde, di cui fa parte John Marston il protagonista del primo Red Dead Redemption, che dopo un colpo andato male sono costretti alla fuga. Le condizioni abbastanza critiche di alcuni componenti della gang, la poca liquidità e la necessità di tirare un po’ il fiato convincono il gruppo a fermarsi in un casolare per riordinare le idee.

Proprio l’accampamento è il fulcro dell’avventura, il luogo dove tornare per trovare riparo, ma anche dove potersi dedicare al crafting. Pratica che serve per migliorare armi ed equipaggiamento, investire parte del bottino per migliorarne le strutture, e soprattutto poter dialogare con i compagni, così da migliorare i rapporti e ricevere incarichi principali e secondari. Anche perché una serie di conflitti e divisioni rischiano di mettere a repentaglio l’unità del gruppo.

Red Dead Redemption 2 riprende le meccaniche tipiche del genere avventura a mondo aperto, e soprattutto del predecessore, ma le ridefinisce, le amplifica. E le adatta in un calderone di elementi che funzionano restituendo un mondo vivo, strabordante di particolari che spingono all’esplorazione. Tutti particolari che rendono più immersiva e completa l’esperienza di gioco. Sensazione acuita dalla possibilità di passare in ogni momento dalla visuale in terza a quella in prima persona.

Tantissime le attività facoltative disponibili, da quelle classiche per il genere, spesso slegate dal contesto narrativo e quindi utili per trascorrere qualche ora di relax, ad altre più complesse e che in un modo o nell’altro si ricollegano alla storia. Alla prima categoria appartengono attività come il cambio di look o fare un bel bagno in un hotel, oppure altre più remunerative, come il gioco d’azzardo, le cacce al tesoro, ad animali o personaggi specifici, e la pesca, la cui funzione non è dunque solo legata al procacciamento di cibo.

Alla seconda categoria appartengono invece le missioni secondarie: ce ne sono di facili e più complesse, ma sempre ben strutturate, che possono attivarsi ovunque nel mondo del gioco: basta semplicemente seguire un tizio dall’aspetto losco oppure origliare i discorsi di qualche ubriacone al saloon per innescarne una che può poi condurre a scoprire un “tesoro” nascosto o un segreto particolare nella mappa.

UN CAVALLO PER AMICO

 

Una mappa davvero imponente, più di quella del primo Red Dead Redemption (e che include anche moltissime location del predecessore), dove a maggior ragione un ruolo importante lo assume ancora una volta il cavallo, il miglior amico di Morgan dopo la sua Colt. E questo non solo perché è con lui che passa la maggior parte del tempo, ma anche perché è utilissimo proprio per gli spostamenti, per trasportare la cacciagione e mille altre attività.

Mantenerlo quindi in perfetta salute è fondamentale per averlo poi più resistente, prestante e manovrabile durante i momenti più caldi dell’avventura, come magari un inseguimento o una fuga rocambolesca per sfuggire ai cacciatori di taglie. Il legame instaurato con il quadrupede può essere migliorato tramite attività come la strigliatura e l’alimentazione, utili per incrementare parametri quali la Salute, la Resistenza e Velocità, inoltre si possono sbloccare anche alcuni bonus e abilità.

Ci sono 19 razze di cavalli in Red Dead Redemption 2, dagli appaloosa agli arabi, passando per gli shire e i mustang, ognuno dei quali va gestito in modo differente in base alle sue caratteristiche definite. I cavalli possono essere comprati, catturati e domati allo stato brado, oppure rubati. Ah, si, cediamo al trend: avete già letto da qualche parte che hanno i testicoli, vero?

In questo caso però si rischia di compromettere la reputazione di Arthur. Il gioco, infatti, ha un sistema di fama, onore e taglia, legato non più solo alle azioni compiute durante l’avventura ma anche alle scelte compiute durante i dialoghi. Ritrovarsi nello stato di “ricercato” può quindi creare non pochi problemi, non solo perché la gente comune guarderà Morgan di malocchio o cercherà di evitarlo, ma anche perché sulle sue tracce si metteranno degli agguerriti cacciatori di taglie, pronti a tutto pur di intascare il bottino.

SENTIERI SELVAGGI

In casi estremi, comunque, il giocatore ha come difendersi. Le armi che Morgan può portare con sé a piedi sono soltanto due pistole nelle fondine e due fucili (o un fucile e un arco), ma sufficienti per tenere testa a un esercito.

Le armi, che si possono perfino personalizzare e potenziare (se ne trovano tantissime e di ogni tipo, per cui la varietà non manca), sono selezionabili tramite la più classica delle weapon wheel, e vanno utilizzate premendo R2 nella modalità mira, ovverosia con il grilletto sinistro pigiato in contemporanea: con un tocco parte il colpo, con un secondo si ricarica. Altrimenti si può sparare liberamente dall’anca un fuoco rapido. Questo nuovo sistema all’inizio può risultare un po’ scomodo, ma una volta fattoci l’abitudine si maneggia bene e riesce a restituire appieno la pesantezza dei colpi e la sensazione di maneggiare davvero una Colt o un Winchester.





E a conferma dell’estremo realismo di cui più volte ho parlato in questa recensione, le armi vanno ben custodite e pulite, per evitare problemi di funzionamento durante una sparatoria. Queste ultime sono piuttosto soddisfacenti dal punto di vista dello sviluppo e dell’evoluzione. Innanzitutto è possibile ripararsi dietro qualsiasi elemento dello scenario, contestualmente alla posizione del personaggio.

Da dietro le coperture si può poi sparare in ogni direzione e modo, facendo attenzione ovviamente a non sporgersi troppo, perché i nemici sono dotati di una buona intelligenza artificiale e non stanno di certo a guardare. Quando disponibile si può attivare la rediviva funzione Dead Eye, il letale bullet time che consente di rallentare il tempo, colorare manualmente o automaticamente i bersagli evidenziandone i punti critici, mirare più nemici e farli fuori in sequenza, stavolta accompagnata da una killcam che sottolinea le uccisioni più spettacolari.

Ma la violenza che permea tanti momenti dell’avventura, a prescindere dalla crudeltà o meno del singolo giocatore, non è mai fine a se stessa: anch’essa serve a sottolineare un’epoca dove spesso non c’era spazio per il dialogo, dove l’unica “parola” ascoltata da alcuni individui era quella proferita da una pistola o da un fucile.

 

Quando il protagonista è accompagnato da altri membri della banda si possono assegnare loro dei semplici comandi tramite L2. Questa funzione vale sia durante le sparatorie che nelle situazioni apparentemente più tranquille, come una “visita” al saloon. Per esempio si può chiedere ai proprio compagni di picchiare qualcuno per dare il via a una rissa e creare confusione mentre Athur ne approfitta per intrufolarsi da qualche parte senza dare nell’occhio, oppure di sparare per tenere occupati i guardiani a protezione di qualche diligenza da rapinare, mentre il giocatore prova ad aggirarli e a sorprenderli alle spalle, e così via. Lo stesso pulsante può servire anche per agganciare i personaggi e interagirvi al volo: salutare i passanti, fare qualche gesto simpatico o studiare tutto ciò che sta attorno al protagonista sono solo alcuni degli esempi delle cose che si possono fare.

Quando le colt tacciono e Arthur è particolarmente agitato o ha bisogno di difendersi può fare ricorso alle mani, dando vita a una scazzottata. In casi estremi può ovviamente afferrare degli oggetti dello scenario e usarli per picchiare duro. Anche qui Rockstar ha operato un vero e proprio cambiamento alle meccaniche di suoi precedenti lavori, rendendo queste fasi molto più credibili, complici un maggior senso di fisicità e tutta una serie di mosse e contromosse adottabili tramite l’uso dei vari tasti dedicati alla parata, ai pugni, alle prese e alla fuga.

L’IMPORTANZA DELLA CACCIA

 

Un altro aspetto importante del gioco sono la caccia e la pesca, i sistemi più rapidi e economici per sopravvivere: forniscono cibo, materiali e una fonte di guadagno.

Dopo una caccia riuscita, si può scuoiare e macellare l’animale sul posto o trasportarlo tutto intero. Pelli, parti di corpo, carni e carcasse possono essere rivendute ai macellai in città. Ma si possono anche riportare all’accampamento e gettate in un pentolone per gustarsi una cena di gruppo. O, ancora, utilizzate per creare vestiti e oggetti. Arthur Morgan, infatti, ha bisogno di nutrimento per potersi mantenere sano e in forma.

Se non mangia adeguatamente, il personaggio cala di peso, viceversa se mangia troppo ingrassa. Soffre, come tutti gli esseri umani il caldo e il freddo, per cui ha bisogno di coprirsi adeguatamente in base al clima, così come di fare attività fisica.

Tutti elementi che vanno a influire negativamente o positivamente sulle sue statistiche e in particolare sulle condizioni di salute, la resistenza e la mira. Quest’ultima, ovviamente, può risultare alterata da un indebolimento fisico dovuto al freddo gelido o alla mancanza di cibo. Ecco perché pescare o cacciare sono attività non fini a se stesse, ma anche complesse da affrontare. Essere sulle tracce di un animale richiede concentrazione e molta pazienza perché pur potendo contare sulla funzione Occhio d’aquila. Attraverso questa funzione vengono evidenziati gli escrementi, la scia odorosa e le impronte dell’animale cacciato. Basta un attimo, però, per rovinare tutto: non si può spaventare la preda, bisogna agire con calma, nascosti, per poi agire al momento giusto. Pena la fuga dell’animale. Anche la scelta dell’arma e la destinazione dei colpi sono molto importanti e influenzano la qualità delle carni e delle pelli.

L’ARTE DELLA RAPPRESENTAZIONE 

 

Anche da un punto di vista tecnologico Red Dead Redemption 2 non offre il fianco a critiche particolari. Il gioco si fregia dell’utilizzo del motore grafico RAGE, e il risultato è semplicemente eccezionale, sia dal punto di vista estetico che artistico che di varietà.

La distanza visiva è sconfinata, gli scenari e le texture hanno un assortimento invidiabile. Anche i personaggi sono realizzati con una dovizia di particolari davvero sorprendente; le loro animazioni, poi, rappresentano il vero fiore all’occhiello per quanto riguarda gli elementi “animati” del gioco, per non parlare di una fisica davvero credibile sotto molti punti di vista. Il mondo di gioco è vivo come non mai, e lo abbiamo più volte scritto in questo articolo, con diversi habitat e climi che ospitano circa 200 specie di animali, uccelli e pesci, ognuno dei quali si comporta e reagisce all’ambiente circostante in modo unico, come parte di un complesso ecosistema dove grande importanza recitano il ciclo giorno/notte, il cambio dinamico del tempo meteorologico e altri elementi “naturali”.

Di conseguenza, i cervi, i bisonti e le antilocapre attraversano le pianure in grandi mandrie, gli animali spazzini aspettano che i lupi abbiano finito di banchettare con le loro prede per avvicinarsi ai resti lasciati sul posto e alimentarsi con le carogne, e i grizzly mangiano il pesce sfruttando le correnti dei numerosi fiumi popolati da una grande varietà di creature.

L’ottima gestione delle luci è poi la ciliegina sulla torta, visto che rende ancora più ammirabili i già spettacolari scenari del west americano, restituendo scorci davvero clamorosi durante i diversi momenti della giornata: dall’alba al tramonto, in condizioni di nebbia o pioggia, con la luna piena o offuscata, col sole diretto o attraverso montagne e foreste, in Red Dead Redemption 2 si sprecano i momenti durante i quali si rimane a bocca aperta, inebetiti magari dal gioco di ombre e colori all’interno di un canyon. In questi casi suggeriamo di attivare la visuale dinamica, disponibile in ogni momento tenendo premuto il tasto X per godersi i paesaggi con una serie di inquadrature cinematografiche.

Il tutto viene mosso a 30 frame per secondo senza particolari incertezze, almeno su PlayStation 4. Assenti, infatti, i tanti quanto insoliti glitch del predecessore: non che non ci siano bug legati a qualche compenetrazione o blocchi, ma di certo potete scordarvi di ritrovare le creature antropomorfe del predecessore, come la donna asino, le strane situazioni che accadevano a Tumbleweed e che hanno generato tutta una serie di miti e leggende sulla “reale” infestazione della cittadina abbandonata, fino ai carri che decollavano verso l’infinito e oltre.

Per quanto concerne l’audio, manca come risaputo il doppiaggio in italiano, secondo noi un peccato perché poteva tornare utile per calarsi meglio nella storia senza stare a leggere troppo i sottotitoli, presente nel nostro idioma, soprattutto durante i lunghissimi dialoghi di cui è permeato il titolo e che spesso saltano fuori durante gli spostamenti. Ad ogni modo, ottimo il doppiaggio in inglese, bellissimi gli effetti sonori e eccellente la colonna sonora, che valorizza il respiro epico di quello che sembra un vero e proprio film western dove il protagonista siamo noi.

COMMENTO FINALE

Red Dead Redemption 2 è un vero e proprio affresco digitale di un’epoca dura, spietata, ma a suo modo affascinante, realizzato con dovizia di particolari e sagace divertimento da Rockstar Studios, e di cui noi siamo i protagonisti assoluti. Un titolo splendido, enorme, con un mondo aperto “vivo” e realistico, dove il giocatore può girovagare in tutta libertà senza ritrovarsi mai spaesato, immerso in un’atmosfera affascinante che lo cattura e non lo abbandona per decine e decine di ore di gameplay. In parole povere, un capolavoro.

 

L’articolo Red Dead Redemption 2, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Red Dead Redemption 2, ecco le armi

Continuano ad arrivare dettagli sui contenuti di Red Dead Redemption 2. Il western firmato Rockstar Games arriverà tra meno di due settimane, il 26 ottobre, su PS4 ed Xbox One.

Lo sviluppatore ha parlato dal proprio sito ufficiale dell’arsenale che il colossal metterà a disposizione dei giocatori. Ci saranno oltre 50 armi uniche da utilizzare ma anche tantissime possibilità di personalizzazione ed un’ampia gamma di munizioni diverse che ne migliorano le prestazioni in termini di precisione, gittata e danni.

Nondimeno, più si utilizzerà un’arma, più questa sarà efficace ma a patto che ci sia la giusta manutenzione: diversamente comincerà ad usurarsi. Una buona arma va tenuta pulita e ben oliata.

SCELTA DELLE ARMI E PERSONALIZZAZIONE

Grazie alle sconfinate possibilità di personalizzazione, sarà possibile costruire un’arma unica che si adatti perfettamente alle proprie caratteristiche. Sarà possibile modificare l’aspetto dell’arma cambiando metallo, legno, smalti e incisioni. Inoltre si potrà migliorarne le prestazioni grazie a nuovi tamburi, impugnature e mirini. Le prestazioni di ogni arma si differenziano per danni, gittata, cadenza di fuoco, precisione e velocità di ricarica. È quindi molto importante scegliere con attenzione in base alla situazione.

L’elevata cadenza di fuoco di un revolver a doppia azione è molto indicata per sparare in movimento mentre si cavalca. Se si ha una mano impegnata perché l’altra è impegnata a tenere una lanterna o a trasportare un piccolo animale, conviene utilizzare un fucile a canne mozze lisce, più efficace a distanza ravvicinata rispetto ad altre armi a una mano. Il fucile Varmint a canna rigata è perfetto per andare a caccia di piccoli animali, perché causa meno danni alle pelli e alla carne rispetto ad armi di calibro maggiore.

Quando ci si trova davanti a uno o due nemici si può optare per un fucile Springfield a canna rigata, che ha una cadenza di fuoco minore, ma infligge molti più danni. Un fucile di precisione è ovviamente una buona scelta, se il bersaglio è distante, ma i mirini possono essere adattati anche a tutti gli altri tipi di fucile, permettendoti di passare dalla visuale normale a quella con mirino in ogni momento.



Per ogni componente potrai scegliere sia il metallo che le incisioni. Si potranno selezionare diversi colori e incisioni per la guardia del grilletto, il tamburo, la cassa e altro ancora. Si potrò anche scegliere diversi intarsi per le incisioni su ogni parte.

Per avere ancora più potenza di fuoco, si possono acquistare o creare diversi tipi di munizioni come quelle a espansione, quelle veloci o quelle esplosive.

La sella del cavallo conterrà tutte le vostre armi. Assicuratevi di portare con voi le armi giuste quando vi allontanete dal cavallo.

Nelle fondine potrai portare le pistole a una mano, i revolver e anche il fucile a canne mozze lisce a una mano. Le fondine migliorate e rinforzate proteggono le armi dall’usura, mentre le fondine mancine consentono l’ambidestria.

DEAD EYE

Il Dead Eye è un’arma potente già di suo, perché permette di rallentare il tempo durante un combattimento, in modo da colpire con più precisione i nemici.

Il nuovo Dead Eye diventa più sofisticato nel corso del gioco. Permette di selezionare automaticamente i nemici ma anche di colpire manualmente più bersagli, di sparare a volontà al rallentatore e addirittura di individuare i punti deboli dei nemici per risultare ancora più letale. Questo sistema si evolverà con il personaggio durante il gioco e farà spesso la differenza tra la vita e la morte.



  • Conservare il Dead Eye per scontri a fuoco con molti nemici può essere una strategia fondamentale per portarti alla vittoria.
  • Marchiate i bersagli mentre li puntate e scaricategli addosso una raffica di proiettili.
  • Con l’evoluzione del Dead Eye durante il gioco potrete vedere i punti deboli dei vostri nemici come il cuore, il cervello e i polmoni.
  • Il Dead Eye si esaurisce con l’utilizzo. Potete riempirlo rapidamente durante un combattimento utilizzando le provviste o i tonici.

L’articolo Red Dead Redemption 2, ecco le armi proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Red Dead Redemption 2, ecco i contenuti esclusivi PS4

Rockstar Games ha annunciato, attraverso le pagine del PlayStation Blog italiano, alcuni dei contenuti esclusivi che gli utenti PS4 avranno al lancio di Red Dead Redemption 2. Si tratterà di un’esclusiva temporale di un mese visto che gli stessi saranno poi sbloccati anche su Xbox One.

Ecco, dunque, cosa i bonus disponibili al lancio del gioco che, ricordiamo, è fissato al 26 ottobre, e della componente Online che arriverà più in là.

Abito Il Fuorilegge delle Grizzlies

Disponibile sin dal primo giorno per la Storia di Red Dead Redemption 2 e al lancio di Red Dead Online Pratico ma allo stesso tempo robusto, l’abito Il Fuorilegge delle Grizzlies è perfetto per esplorare le foreste dell’Ambarino.
Il completo è composto da un lungo soprabito con rivestimento in lana e finiture di pelle personalizzate cucite a mano, un gilet di pelle con fodera ricamata, colletto a punta con fazzoletto da collo nero e fibbie decorate con punte degli stivali coordinate. L’abito Il Fuorilegge delle Grizzlies omaggia il “boss” degli Stati del Nord, a cui s’ispira.

Cavallo Arabo sauro rosso

Disponibile al lancio di Red Dead Online. Famoso per la sua velocità e manovrabilità, il cavallo Arabo sauro rosso sta una spanna sopra ai cavalli selvaggi che si possono trovare in giro, le sue prestazioni sono superiori a quelle degli altri cavalli di prima classe disponibili.

Sella Ranch Cutter in alligatore

Disponibile al lancio di Red Dead Online Oltre a essere bella, quando equipaggiata la sella Ranch Cutter in alligatore fornisce alcuni vantaggi tra cui il potenziamento dei Nuclei della Salute e della Resistenza, che aumentano la velocità e l’accelerazione del cavallo. Questa sella è una versione migliorata della sella base che viene fornita ai giocatori all’inizio di Red Dead Online.

Revolver a doppia azione Azzardo 

Disponibile al lancio di Red Dead Online. Bello da morire: il Revolver a doppia azione Azzardo presenta un corpo in acciaio lucido con incisioni uniche ispirate al periodo storico e magnificamente dettagliate. Questo rapido e letale revolver riporta incise carte da gioco e teschi sull’impugnatura. La sua cadenza di fuoco rapida è superiore a quella di tutti gli altri revolver e lo rende un’ottima scelta per i combattimenti a cavallo.

L’articolo Red Dead Redemption 2, ecco i contenuti esclusivi PS4 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Red Dead Redemption 2 esce a fine ottobre

Rockstar Games ha ufficializzato qualche minuto fa la notizia che molti aspettavano: la data di lancio di Red Dead Redemption 2.

L’attesissimo titolo western debutterà il prossimo 26 ottobre su PS4 ed Xbox One. Lo leggiamo direttamente dal sito ufficiale di Rockstar che oltre a scusarsi con gli appassionati ha spiegato il motivo del precedente ritardo.

Si legge:

“Ci scusiamo con tutti per questo ritardo. Mentre abbiamo sperato di fare uscire il gioco più velocemente, abbiamo avuto bisogno di più tempo per una pulizia del gioco. Siamo sinceramente grati per la vostra pazienza e speriamo che quando giocherete al titolo possiate apprezzarlo e che siate d’accordo con noi sul fatto che l’attesa sia stata giustificata”.

Nondimeno, Rockstar Games ha pubblicato nuovissime immagini, davvero molto belle, che vi proponiamo. Buona visione.






L’articolo Red Dead Redemption 2 esce a fine ottobre sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Red Dead Redemption 2, nuovo trailer conferma uscita in primavera 2018

Rockstar Games lo aveva promesso la settimana scorsa ed è stata di parola pubblicando un nuovo trailer su Red Dead Redemption 2.

Si tratta del secondo trailer ufficiale che ufficializza il fatto che il sequel dell’eccellente Western open world uscito nell’ormai lontanissimo (videoludicamente parlando) 2010, arriverà nella primavera dell’anno prossimo su PS4 ed Xbox One. Purtroppo non c’è nessun indizio di una eventuale versione Pc.

La clip è dedicata alla storia del fuorilegge Arthur Morgan della banda di Van der Linde e della loro lotta per la sopravvivenza nel cuore di un’America dura e spietata tra rapine, furti e scontri. Vi lasciamo al breve ma spettacolare video. Buona visione.

Condividi questo articolo


L’articolo Red Dead Redemption 2, nuovo trailer conferma uscita in primavera 2018 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Wild Guns Reloaded si presenta con questo trailer su PS4, ecco i dettagli

Netsune ha diffuso una riproposizione di Wild Guns, classico per Super Nes uscito a metà anni ‘90, per PlayStation 4. Il gioco si chiama Wild Guns Reloaded ed ha qualche aggiunta rispetto al titolo originale. Il gioco è disponibile su PlayStation Store al prezzo di 29,99 euro.

Ecco le caratteristiche del gioco:

  • Due nuovi personaggi, ognuno con le sue armi e le sue tattiche
  • Cooperativa 1-4 giocatori, in cui ogni giocatore può utilizzare uno dei quattro personaggi
  • Livelli Classici e nuovi
  • Nuovi Boss e armi speciali
  • Classifiche online

Wild Guns è uno shooter western steampunk cooperativo che presenta elementi dello scenario distruttibili un po’ come Blood Bros, famoso arcade di inizio anni ‘90. La storia segue le vicende di Annie, in cerca di vendetta per il massacro della sua famiglia.

Nastsume ha pubblicato recentemente un nuovo trailer: eccolo. Buona visione.

Condividi questo articolo


L’articolo Wild Guns Reloaded si presenta con questo trailer su PS4, ecco i dettagli sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Pubblicato il primo trailer di Red Dead Redemption 2

Rockstar Games ha appena pubblicato il primo trailer di Red Dead Redemption 2. Dura un minuto ed oltre a farci vedere un piccolo saggio di quello che sarà il prossimo Western in arrivo nell’autunno del 2017 su PlayStation 4 ed Xbox One, ci avverte che i pre-order sono aperti. Non ancora in tutto il mondo ma a breve le altre nazioni dovrebbero essere disponibili attraverso questo link.

Tra le poche cose che si sanno sul gioco, è che avrà il comparto multiplayer. Per il resto… vi lasciamo al trailer che è arrivato puntuale come da annuncio. Buona visione.

Condividi questo articolo


L’articolo Pubblicato il primo trailer di Red Dead Redemption 2 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Rockstar Games annuncia ufficialmente Red Dead Redemption 2 per PS4 ed Xbox One

Due immagini teaser tra ieri e domenica avevano mandato in tilt internet facendo impazzire gli appassionati dei Western e chi sperava in un nuovo Red Dead.

Ebbene, poco fa, Rockstar Games ha ufficialmente annunciato Red Dead Redemption 2. Tante volte chiacchierato ma finalmente concreto, il gioco è atteso per l’autunno del 2017 su PlayStation 4 ed Xbox One.

Sviluppato dai creatori di Grand Theft Auto V e del prequel, Red Dead Redemption 2 è un’avventura epica nel cuore di un’America dura e selvaggia. Il mondo di gioco, vasto ed evocativo farà anche da ambientazione per un’esperienza multigiocatore online completamente nuova. In pratica il comparto multiplayer debutta nella serie Western che, però, continua ad essere una esclusiva console visto che, almeno per ora, non si menziona ad una versione Pc del gioco.

“Con Red Dead Redemption 2, il team sta lavorando duramente per realizzare la nostra visione di intrattenimento interattivo nel contesto di un’ambientazione viva e realistica – dice Sam Houser, fondatore di Rockstar Games – speriamo di offrire ai giocatori un’esperienza indimenticabile, grazie alla conoscenza acquisita in anni di realizzazione di videogiochi”.

Ma non è finita: per giovedì 20 ottobre, ossia dopodomani, alle 17 ora italiana, è previsto il primo teaser trailer.

red-dead-redemption-2

Condividi questo articolo


L’articolo Rockstar Games annuncia ufficialmente Red Dead Redemption 2 per PS4 ed Xbox One sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Rockstar Games pubblica altra immagine che riporta ad un nuovo Red Dead

Rockstar Games continua a pubblicare immagini che riportano ad un nuovo Red Dead. Dopo quella teaser di ieri, questa volta pubblica sul sito ufficiale una immagine che vi proponiamo ancora più esplicita: dei cowboy che camminano al tramonto.

A questo punto manca nero su bianco: ossia l’annuncio ufficiale di un nuovo Red Dead, o Red Dead Redemption 2… o un remake di uno dei due freeroaming ad ambientazione Western tanto amati.  Magari anche su Pc. Vedremo. A seguire il cinguettio su Twitter della software house che sembra divertirsi a stuzzicare i fan e la stampa. Ma, ripetiamo, quest’ultima immagine non sembra lasciare a dubbi.

pic.twitter.com/iuwxwyL2cX

— Rockstar Games (@RockstarGames) October 17, 2016

Condividi questo articolo


L’articolo Rockstar Games pubblica altra immagine che riporta ad un nuovo Red Dead sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us