Gwent, in arrivo la quinta espansione Master Mirror

A due settimane dall’arrivo anche su Steam, Gwent si prepara ad arricchirsi con nuovi contenuti. CD Projekt Red infatti ha annunciato l’imminente arrivo di Master Mirror, la quinta e nuova espansione gratuita per il celebre gioco di carte reso popolare da The Witcher 3. Essa sarà disponibile su Pc, iOS e Android a partire dal prossimo 30 giugno.

L’espansione Master Mirror porta con sè oltre 70 nuove carte in Gwent. Esse sono ispirate all’influenza potente e oscura di Gaunter O’Dimm (il maestro degli specchi in persona) e al suo ruolo in eventi chiave nella storia del Continente. Tra queste nuove carte ci sono  anche quelle specifiche per fazione, incluso un nuovissimo tipo di carta Leggendaria capace di evolversi in aspetto e potenza durante la battaglia. Sono incluse anche 11 carte neutrali, che possono essere utilizzate in tutte le fazioni. Inoltre, verranno introdotti nuovi stati e abilità, oltre a una nuova serie di trucchi e strategie da sfruttare nel calore del combattimento.

In previsione dell’imminente rilascio, sono state aggiunte al negozio in-game del titolo diverse offerte di pre-ordine dell’espansione. Questi pacchetti consentiranno ai giocatori di accedere a nuove carte di Master Mirror al momento del rilascio. Il tutto assieme a una skin leader unica di Gaunter O’Dimm, un cardback e un titolo ispirati a lui. Elementi disponibili anche in pacchetti specifici, pronti per essere equipaggiati immediatamente in gioco dopo l’acquisto.

Di seguito il trailer di annuncio ufficiale dell’espansione. Buona visione.

IL GIOCO

Gwent è il gioco di carte più popolare dell’universo di The Witcher. Unendo i generi CCG (Collectible Card Game) e TCG (Trading Card Game), esso mette il giocatore al centro di duelli PvP online che combinano astuzia, bluff, capacità di improvvisazione e attenta costruzione del mazzo. Sarà possibile aggiungere alla propria collezione e guidare in battaglia Geralt, Yennefer e altri iconici eroi del mondo di The Witcher. Bisognerà inoltre accrescere il proprio arsenale con incantesimi e abilità speciali che potranno ribaltare l’esito dello scontro. I giocatori dovranno usare sotterfugi e trucchi ingegnosi per vincere in modalità Classica, Stagionale e Arena.

Gwent

L’articolo Gwent, in arrivo la quinta espansione Master Mirror proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

The Witcher 3, traguardo di un’epopea lungi dallo scomparire

Cinque anni sono trascorsi dall’uscita di The Witcher 3: Wild Hunt. Una data, 19 maggio 2015, che nessuno avrebbe potuto definire con anticipo “periodizzante”, per usare un termine caro ai miei colleghi storici. Il terzo capitolo sviluppato e prodotto da CD Projekt Red ha infatti fissato un nuovo standard qualitativo nell’ambito dei giochi di ruolo open-world. Soprattutto per scrittura e atmosfera, che lo rendono ancora oggi un titolo imperdibile per gli amanti del genere.

Un titolo a cui noi stessi non ci siamo potuti esimere dal conferire 10 a dispetto dei difetti presenti, per quanto rarefatti, all’interno di un’esperienza davvero in grado di segnare il giocatore.

Quante polemiche e quanti tafferugli ruotano ancora attorno alla questione dei voti e sulla presunta ricerca di un criterio di oggettività nella valutazione. Esiste forse il videogioco perfetto? No, se non negli occhi di chi guarda – e lo gioca -. La perfezione non esiste, al pari dell’oggettività. Ciò non toglie che sia comunque possibile avvicinarvisi, accettando come, a eccezione di grosse imperfezioni a livello tecnico, una qualunque opera (videoludica e non) si presti irrimediabilmente a essere giudicata da parte di un essere umano. Con il suo bagaglio di esperienze e competenze, con le sue fragilità e i suoi punti di forza.

The Witcher 3: Wild Hunt

Nel mio caso l’onore e l’onere di vivere l’esperienza di The Witcher 3 è sopraggiunta a 2018 inoltrato. Quando ormai il titolo era già disponibile nella sua versione GOTY, con i due acclamati dlc Hearts of Stone e Blood & Wine compresi nel pacchetto. Ma anche quando ebbi modo di mettere le mani su un Pc capace di riprodurre con dignità il capolavoro di CD Projekt Red. Chi gioca su computer conosce bene il sottile limbo tra la necessità di prestazioni e una resa grafica quanto migliore possibile. Ma non per un mero esercizio di potenza hardware nei confronti di possessori di console, bensì per una valida fruizione dell’opera videoludica in sé. Molti attuali aficionados hanno iniziato a coltivare l’amore per il franchise proprio grazie a The Witcher 3, e personalmente non sono stato da meno. 313 ore giocate e tre partite portate a termine – una delle quali a difficoltà Marcia della Morte, per il platino – complete di missione secondarie e dlc.

Una sola volta non era e non poteva essere abbastanza. Così come l’ascolto, protratto fino alla nausea – mai sopraggiunta – di una delle “hit” del titolo, The Wolven Storm. Una canzone che si ha modo di ascoltare direttamente durante l’avventura del protagonista Geralt di Rivia, e che tratta il suo tormentato amore – così come la sua storia – per la maga Yennefer di Vergenberg.

La ricerca di Ciri, filo conduttore della trama del terzo capitolo, ma anche tanto altro riguardante l’universo dello strigo. Un’avventura che ho voluto vivere appunto tre volte, con tre localizzazioni diverse. La prima con il doppiaggio inglese tradizionale con annessi sottotitoli in italiano. La seconda in polacco, per onorare le origini dello studio sviluppatore, ma anche e soprattutto dello scrittore, Andrzej Sapkowski, senza il quale oggi non saremmo qui a parlare di tutto questo. E la terza in giapponese, per accontentare la mia anima otaku, ma che indipendentemente da ciò non ha potuto resistere dall’elogiare l’ottimo lavoro svolto da CD Projekt Red anche nella localizzazione in tale lingua.

Cinque candeline spente da parte di The Witcher 3. Cinque anni. Come quelli che separano la nascita ufficiale dello strigo con il racconto Wiedźmin – con cui Sapkowski partecipò nel 1985 a un concorso letterario indetto da una rivista polacca – dalla pubblicazione ufficiale dell’omonima antologia, avvenuta nel 1990. Cinque anni in cui racconto dopo racconto, tra le pagine di quelle rivista, il papà di Geralt riuscì a porre le basi di un universo che ancora oggi ci emoziona, e che ci ha insegnato a riporre fiducia nel lavoro di CD Projekt Red. Ora impegnata con Cyberpunk 2077 – atteso per settembre -, ma con speranze miste a rumor che parlano di un nuovo capitolo della saga in sviluppo con protagonista Ciri, la “bambina sorpresa” di Geralt.

Sulla veridicità o meno di ciò, ai posteri l’ardua sentenza. A The Witcher 3 invece, buon compleanno e cento di questi giorni. Alla prossima run.

L’articolo The Witcher 3, traguardo di un’epopea lungi dallo scomparire proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Gwent è ora disponibile su Steam

Sono trascorsi 5 anni esatti dall’uscita di The Witcher 3, un rpg che ancora oggi fa scuola e che ha reso assai popolare il Gwent, fino a decretarne l’uscita come gioco a sé stante, avvenuta oggi su Pc. A darne l’annuncio è il popolare studio CD Project Red, che dopo averlo rilasciato l’anno scorso su mobile ha oggi distribuito il titolo su Steam.

Gwent è un gioco di carte fatto di scelte e conseguenze, in cui l’arma vincente è l’abilità del giocatore, non la fortuna. Sarà possibile scegliere una fazione, creare un esercito e combattere contro altri giocatori in varie modalità di gioco. Con centinaia di carte da collezionare, eroi carismatici, potenti incantesimi e abilità speciali, si potranno  attuare strategie sempre nuove. La pubblicazione sulla piattaforma di Valve del popolare gioco di carte porta con sè cross-play e funzionalità di sincronizzazione con altre versioni del gioco. Il tutto si traduce con i giocatori su Steam che possono competere con gli utenti iOS, Android, e GOG. Allo stesso modo, i giocatori possono trasportare i loro oggetti e progressi tra queste piattaforme. Inoltre, l’uscita su Steam include gli achievement e l’integrazione delle Steam Trading Card.

Inoltre, grazie a un aggiornamento di Thronebreaker: The Witcher Tales, i giocatori possono ora guadagnare ricompense in Gwent facendo progressi nella campagna di Thronebreaker. Queste ricompense includono carte premium e oggetti estetici, e si sbloccheranno una volta che le condizioni saranno soddisfatte.

Di seguitoi il trailer di lancio ufficiale del gioco che ricordiamo essere free-to-play. Buona visione.

IL GIOCO

Gwent è il gioco di carte più popolare dell’universo di The Witcher. Unendo i generi CCG (Collectible Card Game) e TCG (Trading Card Game), esso mette il giocatore al centro di duelli PvP online che combinano astuzia, bluff, capacità di improvvisazione e attenta costruzione del mazzo. Sarà possibile aggiungere alla propria collezione e guidare in battaglia Geralt, Yennefer e altri iconici eroi del mondo di The Witcher. Bisognerà inoltre accrescere il proprio arsenale con incantesimi e abilità speciali che potranno ribaltare l’esito dello scontro. I giocatori dovranno usare sotterfugi e trucchi ingegnosi per vincere in modalità Classica, Stagionale e Arena.

Gwent

L’articolo Gwent è ora disponibile su Steam proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

La serie The Witcher in saldo su Steam

La trilogia di The Witcher è in saldo su Steam fino al 15 aprile. I prezzi sono irrisori. Il primo episodio, che ridendo e scherzando ha già compiuto 10 anni e va per gli 11, è ad 1,19 euro; il secondo è a 2,99 euro mentre The Witcher 3 GOTY (che include le due espansioni) è proposto a 19,99 euro.
Ah, per completezza di informazione, anche The Witcher Adventure Game è in saldo (75%) e lo si può acquistare al prezzo di 2,49 euro.

Con meno di 25 euro potrete acquistare l’immensa trilogia firmata da CD Projekt RED. E con qualche soldino in più anche l’avventura. Una grande occasione per acquistare una delle migliori serie ruolistiche di sempre.

L’articolo La serie The Witcher in saldo su Steam sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us