JDTab è il primo tablet con Flyme OS

Come si vociferava da qualche tempo, Meizu sembrerebbe essere interessata a lanciarsi nel mondo dei tablet. Oggi si parla però del primo tablet al mondo con a bordo l’interfaccia dell’azienda cinese, ossia la Flyme OS. In collaborazione con Meizu, Foxconn, Harman e Letv, la compagnia di e-commerce cinese JD lancia il suo primo tablet dotato di speaker Harman Kardon, oltre a essere dotato di una versione dedicata della Flyme OS.

Queste le principali specifiche tecniche del tablet cinese:

  • display da 7.85″ con risoluzione 2K (2048 x 1536, 326 ppi);
  • processore con CPU quad-core a 2GHz;
  • RAM da 4 GB;
  • memoria interna da 64 GB;
  • fotocamere da 8 MP (posteriore) e 5 MP (frontale);
  • batteria da 6200 mAh;
  • scocca in metallo con tecnologia CNC;
  • sistema operativo Flyme OS.




Che questo dispositivo sia stato pensato per il mercato cinese non è un segreto: viene infatti venduto con un anno di abbonamento Letv VIP incluso, per usufruire dei contenuti del famoso broadcaster cinese. JD regala anche 1000 libri gratis da poter leggere in 3 mesi sul tablet.

JDTab è disponibile al preordine sul sito ufficiale al prezzo di 1,499 Yuan (circa 206 €) nelle colorazioni oro e argento. Tuttavia va precisato che il sito è interamente in cinese e il prodotto non è sicuramente ancora pronto per il nostro mercato.

L’articolo JDTab è il primo tablet con Flyme OS è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

(altro…)

Ecco Woolim, il tablet estremamente limitato venduto in Corea del Nord

In Corea del Nord i cittadini non possono utilizzare liberamente i dispositivi mobili: il tablet che vedete in copertina è infatti dotato di diverse modifiche hardware e software per limitare pesantemente l’esperienza d’uso.

I dettagli sono stati condivisi durante un hacking festival da un gruppo di ricercatori: il device si chiama Woolim, ha sistema operativo Android ed è prodotto dalla casa cinese Hoozo; le autorità nord-coreane hanno però fisicamente fatto rimuovere i chip Wi-Fi e Bluetooth, limitando la connessione esclusivamente a quella interna del Paese e alla riproduzione delle TV locali.

E’ impossibile avviare applicazioni o file media di terze parti in quanto questi mancano della firma crittografica necessaria, generata dal tablet e preapprovata; inoltre tutte le volte che l’utilizzatore apre un’applicazione il dispositivo acquisisce uno screenshot non cancellabile.

Passando a ciò che invece si può fare, il device permette, tra le poche cose, di ascoltare la musica, impostare sveglie e allarmi e scattare fotografie; sono incluse applicazioni educative e per bambini, dizionari internazionali, calcolatrice, editor di testo e qualche semplice gioco, tra cui uno piuttosto simile a Angry Birds.

Nonostante le tante limitazioni il tablet Hoozo è comunque venduto ad un prezzo al cambio tra i 160 e i 200 euro, non proprio “popolare” per il Paese.

L’articolo Ecco Woolim, il tablet estremamente limitato venduto in Corea del Nord è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us