Dynasty Warriors 9 entra a far parte di Playstation Hits

Emergono nuove possibilità di immersione nella storia dei Tre Regni. Dynasty Warriors 9 (qui la nostra recensione) è infatti entrato a far parte della line-up di Playstation Hits. A darne l’annuncio è Koei Tecmo, il cui titolo fa ora parte della raccolta di videogiochi più iconici della console Sony.

In Dynasty Warriors 9 i  giocatori potranno immergersi nella storia dell’era dei Tre Regni nell’arco di dieci capitoli avvincenti. Ognuno di essi porta il giocatore ad approfondire le impressionanti macchinazioni militari e politiche dell’epoca. Il tutto a partire dalla Yellow Turban Rebellion, fino all’unificazione definitiva della Cina.

La versione del 2018 del gioco viene ora offerta insieme a una vasta gamma di entusiasmanti giochi per PS4, grazie alle vendite globali dinamiche del titolo. Il programma PlayStation Hits è infatti un ottimo modo per i giocatori per recuperare giochi iconici su PS4. Dynasty Warriors 9, disponibile sulla console Sony sia in formato fisico che digitale, è ora in vendita a un prezzo ancora più accessibile.

Di seguito il trailer ufficiale del gioco, che ricordiamo essere disponibile anche su Xbox One e Pc, via Steam. Buona visione.

IL GIOCO

In Dynasty Warriors 9  i giocatori esploreranno la Cina durante i giorni duri e caotici della dinastia Han e l’emergere di un conflitto che portò all’era dei Tre Regni. Portando a termine i vari obiettivi, gli appassionati attraverseranno una mappa in un open world senza precedenti. Qui potranno esplorare una varietà di paesaggi diversi che vanno dalle vaste pianure alle cime innevate, presentate con cicli dinamici diurni, notturni e meteorologici. Seguendo da vicino eventi e figure storiche reali, questo nuovo titolo vedrà il giocatore seguire le lotte personali.

Il tutto assieme alla progressione del personaggio scelto attraverso il completamento di entrambe le missioni principali e secondarie, che possono essere superate in un’infinità di modi. Sarà possibile rivivere la storia attraverso i 90 personaggi della serie Dynasty Warriors: 83 dei quali sono volti conosciuti e 7 sono delle new entry che si aggiungono al combattimento

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

Dynasty Warriors 9

L’articolo Dynasty Warriors 9 entra a far parte di Playstation Hits proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

PlayStation 5, Sony rinvia evento 4 giugno

Salta la presentazione dei giochi per PlayStation 5 previsto per il prossimo 4 giugno. Sony ha annunciato attraverso i suoi social che l’evento non ci sarà e che è stato rinviato a data da destinarsi. Non è al momento certa la motivazione di questa decisione della multinazionale giapponese anche se da un paio di messaggi potremmo farci una chiara idea.

Il testo pubblicato su Twitter alle 20,36 italiane, recita così:

Abbiamo deciso di rimandare l’evento di PlayStation 5 previsto per il 4 giugno. Mentre comprendiamo che i giocatori di tutto il mondo sono entusiasti di vedere i giochi per PS5, non pensiamo che questo possa essere il momento giusto per celebrarlo e per adesso vogliamo fare un passo indietro e permettere ai messaggi più importanti di essere ascoltati.

pic.twitter.com/ZAY8StN0EU

— PlayStation (@PlayStation) June 1, 2020

Da capire quale sia effettivamente questo motivo. Non pensiamo si riferisca al Coronavirus. La situazione, del resto, per quanto complicata è stabile e comunque l’industria di settore non si è fermata mai del tutto.

Sembrerebbe, però, essere un vero e proprio un passo indietro dovuto ai tragici episodi di violenza e disordini avvenuti negli Usa a seguito della morte di George Floyd in circostanze che comunque devono essere ancora chiarite ufficialmente.
Il tragico episodio di cronaca che ha visto Floyd morire a seguito dell’arresto violento (ci prendiamo la responsabilità di quanto scriviamo) anzi, barbaro, da parte di alcuni agenti della polizia di Minneapolis è avvenuto il 25 maggio scorso. Su Twitter, infatti, è apparso poche ore fa un messaggio di condanna da parte di Sony contro ogni episodio di razzismo. Sotto questo punto di vista non possiamo che essere d’accordo. Anche se se…

Ecco il cinguettio delle 16,52 ora italiana:

pic.twitter.com/fnkB9ZmYg5

— PlayStation (@PlayStation) June 1, 2020

Uno più uno in matematica fa due a meno che dei liberi pensatori dicano il contrario.  … anche se… questa tempistica da parte del colosso giapponese di lascia un po’ perplessi. Stando alle motivazioni, non però chiarite anche se tutto lo fa presupporre, il precedente annuncio sulla presentazione – datato 29 maggio, ovvero 4 giorni dopo l’episodio scatenante – non si sarebbe dovuto neppure fare. Almeno così pensiamo. Ai posteri l’ardua sentenza.

L’articolo PlayStation 5, Sony rinvia evento 4 giugno proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

PlayStation 5, presentazione per il 4 giugno

Curiosi di conoscere i giochi su PlayStation 5? Bene, l’attesa sta per finire. Almeno per un primo sguardo di quello che sarà il futuro: con un post sul blog ufficiale PlayStation, Sony da l’appuntamento a tutti i giocatori il 4 giugno alle 22 (orario italiano) per vedere cosa ha in serbo per la prossima generazione di giochi targata PS.

La diretta streaming si terrà, quindi, giovedì prossimo, sul canale YouTube di PlayStation.

Come prima anticipato, il post non fa riferimento alla nuova PlayStation 5 nel senso che potremmo non vedere le forme fisiche della console di Sony. Piuttosto si riferisce solo ai giochi in arrivo per la PS5. Tutte le voci in merito ad un evento Sony si sono, dunque, concretizzate.

L’attesa per la nuova console è sempre alta, cosi come è tanta la speranza che venga mostrata. Non ci resta dunque che aspettare pochi giorni per saperne di più.

PlayStation 5

Di seguito, il post sul PlayStation Blog italiano.

Con ogni generazione di console, dalla prima PlayStation a PlayStation 4, puntiamo sempre più in alto e continuiamo a superare i nostri limiti per sperimentare e offrire esperienze migliori a tutta la nostra community. Questa è la mission del marchio PlayStation da oltre 25 anni. Una mission di cui ho fatto parte quasi fin dall’inizio.

Ci sono poche cose al mondo tanto entusiasmanti quanto il lancio di una nuova console. Anche se in questa occasione il percorso verso il lancio è stato un po’ anomalo, siamo più emozionati che mai di portarti con noi in questo viaggio per ridefinire il futuro dei videogiochi.

Abbiamo condiviso specifiche tecniche e ti abbiamo mostrato il nuovo controller wireless DualSense. Ma che lancio sarebbe senza qualche gioco?

Per questo motivo, sono felice di annunciarti che presto potrai dare una sbirciatina in anteprima ai titoli che giocherai dopo il lancio di PlayStation 5, durante le vacanze. I giochi in arrivo su PS5 rappresentano il meglio del settore, realizzato da studi innovativi di tutto il mondo. Tutti gli studi, dai più grandi ai più piccoli, dai quelli nuovi a quelli consolidati, hanno dato il massimo per sviluppare titoli in grado di sfruttare tutto il potenziale dell’hardware.

Questa presentazione digitale dura poco più di un’ora e, per la prima volta, potremo vivere il divertimento tutti insieme, in modo virtuale. La mancanza di eventi fisici ci ha offerto una straordinaria opportunità per pensare in modo diverso e portarti in questo viaggio con noi, più vicino che mai. L’iniziativa fa parte della nostra serie di aggiornamenti su PS5 e, puoi starne certo, dopo la presentazione della prossima settimana avremo tanto altro ancora da condividere con te.

Unisciti a noi su YouTube il 4 giugno alle 22:00 per scoprire cosa ti riserva la prossima generazione del gioco. Spero che tu non resti deluso.

L’articolo PlayStation 5, presentazione per il 4 giugno proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Slitherine, al via il programma K-Project

Slitherine lo sa bene. Buone idee e grandi innovazioni non sono sufficienti per avere successo nel mercato dei videogiochi nel 2020. La realtà è che non importa quanto un titolo brilli, ma sarà solo uno dei diecimila giochi pubblicati ogni anno su piattaforme digitali come Steam, Epic, Microsoft, Sony e Nintendo eShop. Con 25 (in media) giochi pubblicati ogni giorno su Steam è probabile che la maggior parte dei titoli indipendenti non saranno mai visti dai giocatori che li adorerebbero di più.

Per questo motivo Slitherine ha lanciato K-Project, un progetto che ha come obiettivo la ricerca, il finanziamento e la pubblicazione di giochi strategici indipendenti.

Con oltre 100 dipendenti nei loro uffici a Londra, Milano, Canada, Stati Uniti, Bulgaria e Francia, la compagnia di matrice principalmente britannica è un editore affermato. Che ha collaborato alla pubblicazione di giochi con Sony Pictures, Games Workshop e Universal. Questo ubblicando nuovi contenuti quasi ogni settimana, con un catalogo di dozzine di wargame e titoli di strategia, ognuno con numerosi dlc. Ma non è stato sempre così. Nel 2000, Slitherine era uno sviluppatore indipendente. Solo tre persone in una stanza e un gioco che stavano cercando di mettere di fronte ai giocatori, Legion.

A questo proposito Marco Minoli, direttore marketing di Slitherine, ha detto:

Non dimenticheremo mai di essere partiti con un team di sole tre persone chiuse in una stanza a creare il nostro primo gioco, Legion. Adoriamo i giochi indipendenti e crediamo che K-Project saprà dare delle solide opportunità ai talentuosi sviluppatori indipendenti che nutrono una passione per i titoli strategici.

IL PROGRAMMA K-PROJECT

Slitherine

Ai tempi in cui Slitherine aveva iniziato, trovare un editore era il compito più difficile per un team di sviluppatori indipendenti. Ora è ancora più difficile, con gli sviluppatori che devono investire tempo e denaro in una demo, che poi devono esibire ai vari eventi dagli Stati Uniti alla Germania, in cerca di un incontro di 15 minuti in una sala affollata. Il 2020 porta nuove sfide, con molti eventi di videogiochi cancellati a causa della diffusione del Coronavirus. Il più recente è stato il Quakecon.

Per questo motivo, Slitherine ha creato K-Project. Ma di cosa si tratta? Esso è un programma organico e continuo di attività per consentire agli sviluppatori indipendenti di mostrare i loro giochi a un pubblico più ampio. Anche con un canale di pitch diretto accessibile a qualsiasi team di sviluppo.

L’anno scorso abbiamo visto debuttare più di 9000 giochi solo su Steam. K-Project è il nostro modo di aiutare i giochi di strategia indie a essere notati. E’ il nostro atto d’amore per ricordare da dove siamo partiti. E per aiutare gli altri con lo stesso sogno.

Così ha affermato Marco Minoli, che in riferimento alla pagina K-Project (dove gli sviluppatori possono connettersi direttamente, presentando i loro progetti) ha aggiunto:

Ci aspettiamo che qualcosa si muova, come una demo o persino un video. Non esamineremo solo presentazioni o documenti di progettazione. Vogliamo aiutare i giochi già in movimento. Non prendiamo nulla da loro, ma li aiutiamo solanto a mettere i loro titoli sul mercato. In realtà è una cosa valida per tutti i nostri contratti. Non abbiamo mai e poi mai firmato per un gioco di cui possediamo l’IP come editore. Siamo stati anche noi sviluppatori e sappiamo com’è.

Slitherine investirà il 5% di tutti i guadagni dei suoi titoli indipendenti in K-Project, con una somma iniziale 100.000 dollari già investita. Questo fondo verrà utilizzato per migliorare, potenziare e pubblicare i giochi che la commissione sceglierà nei prossimi mesi.

Marco Minoli ha infine rivelato:

In questo momento, abbiamo già tre giochi nel cantiere di K-Project. Il primo è il già annunciato Tactical Troops: Anthracite Shift, un wargame tattico a turni di stampo fantascientifico. Pensavamo che QED Games, lo sviluppatore che lavorava su Tactical Troops, avesse delle idee davvero intelligenti e che, a nostro avviso, daranno un tocco in più al genere Laser Squad old school. Questa è la ragione per cui abbiamo scelto questo gioco come il primo ad essere pubblicato sotto K-Project. Altri due saranno annunciato in seguito.

L’articolo Slitherine, al via il programma K-Project proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

The Last of Us II, parla Druckman

Alla luce dell’ennesimo rinvio, The Last of Us Parte II è diventato un punto interrogativo non solo per i videogiocatori ma, a quanto sembra, anche per gli stessi sviluppatori ed in particolare per il regista Neil Druckmann. Come sappiamo bene, l’uscita del titolo di Naughty Dog era prevista per il 21 febbraio, poi spostata al 29 maggio. Già il primo rinvio aveva fatto storcere il naso. “Stiamo migliorando l’esperienza di gioco”: questa era la motivazione a base del rinvio, per buona pace dei fan.

IL SECONDO RINVIO

Poi è arrivato il coronavirus e i timori di un secondo rinvio si sono fatti sempre più concreti fino all’annuncio ufficiale di qualche giorno fa, ma in questo caso la situazione è ben più grave dato che il gioco è stato rinviato a data da destinarsi, causa pandemia Covid-19 e dettagli da limare: disperazione, l’angoscia, lo sconforto, delusione e chi ne ha più ne metta. Come se non bastasse, contestualmente alla notizia del rinvio, sono stati rivelati nuovi screenshots del gioco, giusto per mettere ancora di più il dito nella piaga: Naughty Dog, se stavate pensando di consolare i fan, certamente avete sbagliato il modo.

Potete vedere le immagini qui sotto, ma vi avvisiamo che potrebbero urtare la vostra sensibilità.

The-Last-of-Us-Parte-II-B

The-Last-of-Us-Parte-II-C

The-Last-of-Us-Parte-II-D

The-Last-of-Us-Parte-II-E






LE PAROLE DI DRUCKMANN

Una dichiarazione o un commento sull’accaduto era dovuto e cosi è stato. Neil Druckmann, vice presidente di Naughty Dog e regista di The Last Of Us Parte II, partecipando ad un podcast Playstation (potete ascoltare l’audio integrale qui) ha parlato del rinvio, ma non solo. Sono stati forniti ulteriori chiarimenti in merito ad una possibile demo e sull’uscita del gioco appunto.

Ecco le parole di Druckmann:

Lo sviluppo è arrivato all’ultimo yard. Non è rimasto nient’altro da fare se non sistemare gli ultimi bug e ripulire tutto.

L’argomento si è poi spostato sulla salute dei dipendenti, visto il periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivengo. Lo stesso regista ha cosi commentato:

Quando lo studio ha spinto i dipendenti a lavorare da casa è stato detto loro di prendersi cura di loro stessi e delle loro famiglie. Gli impiegati vengono prima, la data di lancio seconda. Per questo gli abbiamo lasciato prendere delle ferie nel caso in cui ne avessero bisogno. Anche se questo avrebbe potuto voler dire che la data di lancio del 29 maggio non sarebbe stata rispettata.

LANCIO DIGITALE E DEMO

L’intervista ha visto il tema vertere su un possibile lancio digitale e una, alquanto improbabile, demo. Per il primo Sony e Naughty Dog non sono ancora riusciti a trovare la quadra in merito, poichè alcuni paesi non posseggono sembrano non possedere le infrastrutture adatte.

Purtroppo, si tratta di un argomento delicato, visto che c’è anche un terzo incomodo rappresentato dall’emergenza coronavirus che ha lettaralmente scombinato tutti i piani.
Per quanto riguarda la demo, Druckmann la reputa altamente improbabile, poichè sarebbe necessario crearla completamente dal nulla e questo implica un nuovo lunghissimo lavoro che in questo momento non sembra assolutamente in programma.

IL FUTURO?

La situazione è veramente intricata, tanto che neanche Naughty Dog stessa sa come muoversi. Il fattore pandemia ha sicuramente un peso importante su questo rinvio: il solo lancio digitale non crediamo faccia contenti Sony e lo sviluppatore, in quanto molti utenti hanno effettuato il preordine della versione retail, la quale risulta essere ancora la preferita, almeno in questo caso.

Questo ennesimo rinvio apre a tantissime domande, le cui risposte non arriveranno sicuramente nell’immediato. Potremmo assistere, eventualmente, ad un passo indietro da parte di Naughty Dog e una riconferma della data di fine maggio? Che si tratti invece, di una mossa da parte di Sony, cioè quella di far uscire il gioco direttamente su PS5? Purtroppo anche in questo, come in tanti altri casi, non ci resta che aspettare.

L’articolo The Last of Us II, parla Druckman proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us