Romance of the Three Kingdoms XIV, ecco la modalità War Chronicles

Romance of the Three Kingdoms XIV (qui la nostra recensione) continua ad arricchirsi di nuovi contenuti. Lo sviluppatore Kou Shibusawa e il publisher Koei Tecmo infatti hanno svelato l’aggiunta della modalità War Chronicles nel dlc Diplomacy and Strategy Expansion Pack. Ricordiamo che tale espansione sarà disponibile in digitale su Pc e Read more…

Romance of the Three Kingdoms XIV, Recensione

Romance of the Three Kingdoms è una delle serie più note del publisher e sviluppatore Koei Tecmo. È una saga di strategici che, con Romance of the Three Kingdoms XIV, concretizza la testimonianza che si può sopravvivere per diverse decadi agli smottamenti dell’universo videoludico. E questo mantenendo una certa regolarità d’uscita, una presenza sul mercato più o meno costante officiando, con le dovute differenze e con una “deriva” ruolistica cominciata nei primi anni del 2000, all’altare della sua lunghissima tradizione. Per chi ignorasse la saga, il titolo Koei Tecmo nasce in Giappone nel 1985 e, com’è intuibile dal tiolo, fonda il suo universo sul “Romanzo dei Tre Regni”, uno dei quattro grandi romanzi classici della letteratura cinese, traslandone l’ambientazione in una sorta di “Risiko!” elettronico, seppur con delle proprie peculiarità.

Il contesto storico, di derivazione letteraria, è il frutto di un’opera immane, di immenso valore culturale, che narra le vicende occorse alla fine della dinastia Han, nel periodo appunto definito dei Tre Regni, in circa un secolo di avvenimenti racchiusi in 120 capitoli e centinaia di migliaia di pagine di narrazione.

Ma, al di là della serie “principale”, Romance of the Three Kingdoms ha ispirato anche saghe collaterali, come l’arcinoto musou Dinasty Warrior e l’ibrido azione/strategia Dynasty Tactics, più tutta una serie di altri titoli “minori” che dalla serie targata Koei Tecmo ha tratto notevole ispirazione, spesso mai fuoriusciti dal territorio nipponico.

Ma, a quattro anni dal capitolo XIII uscito nel 2016, Koei Tecmo è tornata con un nuovo episodio. Riuscirà Romance of the Three Kingdoms XIV a tener alto il nome della longeva saga strategica? Scopriamolo assieme in questa recensione sulla versione PS4 del titolo uscito la settimana scorsa anche su Pc via Steam.

L’EPOPEA DEI TRE REGNI

Romance of the Three Kingdoms XIV è un gioco di strategia, vicino per impostazione e concetti, ad un classico gioco da tavolo. L’ambientazione, come detto, pesca a piene mani dalle vicende storiche correlate alla decadenza dell’impero Han, che portò poi alla successiva suddivisione in tre regni distinti, dopo decenni di guerre intestine e sangue versato sui campi di battaglia.

Com’è naturale comprendere, l’accuratezza del setting storico è relativa dato che, il titolo Koei Tecmo, ci consentirà di prescegliere una delle tre fazioni, con l’obbiettivo di arrivare al completo controllo della Cina, andando quindi ipoteticamente a sovvertire quello che poi è avvenuto in concreto: in sostanza, la suddivisione storicamente accurata in tre regni sarà solo il punto di partenza della nostra campagna votata alla conquista totale della Cina.

Il titolo, nella sua modalità principale di gioco, ci consentirà di operare una serie di scelte iniziali, a partire dallo scenario (sia storicamente veritiero che fittizio), alla creazione/scelta di un nostro alter-ego e alla fazione specifica, ognuna delle quali avrà territori, risorse accessibili e “personalità” diverse, di riferimento. È bene sottolineare che Romance of the Three Kingdoms XIV, ci consentirà di creare un personaggio ex-novo, scegliendone i tratti caratteristici non solo fisici, ma anche caratteriali e più squisitamente guerreschi.

Oppure, per chi cercasse un’esperienza quanto più possibile vicina agli eventi narrati, si avrà la possibilità di scegliere tra una vasta serie di personaggi preimpostati, “importati” in modo letterariamente accurato dalla mastodontica opera artistica. Nel gioco, infatti, saranno presenti una vastissima selezione dei principali personaggi che appaiono nella controparte letteraria, tra le altre cose rispettandone pienamente caratteristiche specifiche e “vizi” narrati nell’immenso capolavoro della narrativa cinese, i quali avranno ripercussioni concrete nel contesto strettamente ludico. Il gioco, tra le altre cose, sarà introdotto da un tutorial estremamente esaustivo e approfondito che, a patto di una certa lunghezza, riuscirà ad introdurre le tante meccaniche “nascoste” del gioco in modo completo.

MOSSE E CONTROMOSSE

Una volta operate le scelte iniziali, entreremo nel vivo dello strategico di Koei Tecmo: Romance of the Three Kingdoms XIV si svolge integralmente su di una grandissima mappa composta da innumerevoli esagoni in cui, in un modo concettualmente vicino ai canoni dei titoli di strategia, avremo facoltà di spostare immensi eserciti al contempo amministrando i nostri territori sotto diversi punti di vista. Ed è bene sottolineare che il gioco ci darà un buon livello di libertà nel gestire il nostro regno: avremo facoltà di prescegliere ufficiali e incaricarli di gestire, in base alle proprie personali caratteristiche, diversi aspetti cruciali del nostro regno, dalla produzione del cibo agli scambi commerciali o alle questioni più prettamente guerresche.

Addirittura, procedendo in “profondità” nella campagna, avremo l’opportunità di creare delle vere e proprie province per consentire una maggiore flessibilità gestionale. Alla base della gestione numerica del nostro regno, ci saranno sostanzialmente tre variabili da considerare, ovvero la quantità di cibo, il denaro disponibile e il numero dei soldati utilizzabili, nell’impostazione della nostra campagna di conquista: se volessimo ridurre all’osso il senso stretto dello strategico, Romance of the Three Kingdoms XIV ci orienterà nell’accumulo di soldati, braccianti e lavoratori di varia specie, che serviranno come “moneta” complessiva per poter finanziare e supportare le nostre campagne militari.

Naturalmente, il cuore delle movenze ludiche di Romance of the Three Kingdoms XIV sarà la guerra ed è proprio l’aspetto bellico quello preponderante e che ci terrà più impegnati nel corso del gioco. La prima, fondamentale, peculiarità del titolo è che non avremo una facoltà di controllo diretto dei nostri schieramenti militari ma, semplicemente, imposteremo “dall’alto” una ipotetica campagna militare, semplicemente pianificando le nostre azioni in base ad alcuni “freddi” numeri o dati. In base alle scelte operate, capacità di gestire un vasto esercito, irregimentato e piramidalmente strutturato attraverso l’uso di ufficiali, che eleggeremo a capo di un manipolo variabili di soldati, che potrà esser settato da noi specificatamente.

La scelta “dell’uomo giusto” sarà di fondamentale importanza: come già sottolineato, ogni personaggio storicamente riportato e rappresentato dal gioco, avrà specifiche caratteristiche “buone” o “cattive” che si rifletteranno, com’è lecito attendersi, sulle performance belliche del nostro esercito. Ad esempio, una selezione di caratteristiche particolari, ci consentirà di accedere a specifiche formazioni guerresche o tattiche militari specifiche, tutte appartenenti alla tradizione bellica cinese

UNA GUERRA LENTA E DIFFICILE

Gli ufficiali potranno essere ottenuti in vari modi, da eventi cruciali nel corso del gioco o, addirittura, trasformando nemici catturati in fidi alleati.

Romance of the Three Kingdoms XIV è un gioco estremamente ampio e aperto che, come detto, non seguirà pedissequamente le vicende narrate dall’opera letteraria ma, per ovvie motivazioni meccaniche, ci consentirà di costruire la nostra storia in-game, che sarà ricca di eventi, attivabili rispettando specifiche condizioni, con annesse cutscene che andranno ad approfondire (o a far conoscere, per chi approcciasse per la prima volta all’universo dei Tre Regni) alcune vicende “angolari” del continuum narrativo del gioco. Tutto ciò è incorniciato da un senso d’urgenza pressoché assente, visto che, com’è tradizione del gioco o quasi, il ritmo ludico sarà molto lento e pacato, consentendoci ampie riflessioni sul da farsi. Una scelta assennata e ovvia, data l’ampiezza complessiva e le variabili che dovremo valutare, parzialmente giustificata anche dall’elevato livello di difficoltà complessivo del titolo.

Romance of the Three Kingdoms XIV Recensione 3

Ma una scelta che fa si che il titolo, al contempo, perda qualcosa a livello di mordente vista anche l’assenza complessiva di una trama canonica e, quindi, di un chiaro obbiettivo a cui vicende narrative concrete ci “spingano” gradualmente.

Mordente che scema ancora di più se si pensa che nel gioco saremo poi chiamati a gestire una notevole mole di dati che, a conti fatti (è propri il caso di dirlo…), si trasleranno in poche e ripetitive azioni meccaniche da compiere. Ad esempio, è un peccato che la complessiva gestione economica e lavorativa del regno sia poi, sostanzialmente, semplificata all’osso e non ampliata ulteriormente: una scelta comprensibile nello schema generale del gioco, orientato nell’incastro tra le personalità letterarie e le scelte guerresche, ma che avrebbe messo tanta carne sul fuoco in più in termini di gameplay.

A tutto ciò, va ad unirsi anche un livello di difficoltà, come detto, piuttosto alto e che punisce severamente la “fretta” d’azione o la poca pianificazione complessiva: Romance of the Three Kingdoms XIV chiede calma e concentrazione.

TECNICA BELLICA

Romance of the Three Kingdoms XIV Recensione 2

Tecnicamente parlando, Romance of the Three Kingdoms XIV offre un comparto estetico di discreta fattura che, pur non brillando per cura o dettaglio grafico, offre nella sua essenzialità concettuale una qualità più che buona.

Nel complesso, anche a livello di mera performance, il titolo Koei Tecmo mette sul piatto una produzione sicuramente degna e che non mostra il fianco quasi mai, tranne per qualche sporadico rallentamento in situazioni concitate e qualche piccola compenetrazione poligonale quando ci si avvicina sulla mappa. Il vero cruccio tecnico di Romance of the Three Kingdoms XIV è l’opera di traslazione su console: il gioco Koei Tecmo è una creatura Pc, concepita e “cresciuta”.

Nonostante ciò, l’opera di trasposizione su Playstation 4 è sicuramente valida e permette, nella stragrande maggioranza delle cose, di comprendere appieno quel che si deve premere grazie a precise indicazioni a schermata. Il problema sussiste nel momento in cui saremo chiamati a compiere azioni più complesse e mirate, le quali saranno solitamente “nascoste” da un buon numero di menu e sotto-menù che dovremo richiamare a memoria, scritti tra l’altro con un font che spesso risulta di difficile lettura a causa della dimensione. Un plauso invece senza remora alcuna al comparto sonoro, composto di tracce ben congegnate e che supporteranno più che egregiamente le nostre pianificazioni belliche.

COMMENTO FINALE

Romance of the Three Kingdoms XIV è uno strategico storicamente accurato e vasto, che ci consentirà di poter affrontare una campagna di conquista della Cina con tante e approfondite variabili da gestire e valutare. Peccato che, in sostanza, alcune sezioni manageriali siano un po’ troppo semplificate e che, per la natura difficile, lenta e ripetitiva, il titolo risulti essere non proprio eterogeneamente digeribile. A questo, si unisca il lavoro di trasposizione su console, buono ma non eccellente ma per questioni concettuali “irrisolvibili” e non per demerito degli sviluppatori.

L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Romance of the Three Kingdoms XIV fa il suo debutto

Amanti della strategia e della Cina feudale, questa notizia fa al caso vostro: Romance of the Three Kingdoms XIV è disponibile da oggi su Pc, via Steam, e su PlayStation 4. Lo rendono noto Koei Tecmo Europe e lo sviluppatore del titolo Kou Shibasawa. C’è anche il trailer di lancio che celebra l’evento.

 

In Romance of the Three Kingdoms XIV, i giocatori potranno immergersi nel cruciale periodo dei Tre Regni dell’antica Cina, lasciando il segno nella storia mentre si apprestano a conquistare la Cina e ad unificare i Tre Regni. La storia dell’era dei Tre Regni è rappresentata attraverso sette scenari, tra cui la caotica guerra che ha segnato l’apertura dei tempi (la ribellione del turbante giallo), la lotta per il dominio tra Yuan Shao e Cao Cao (la battaglia di Guandu) e l’inizio della campagna nordica di Zhuge Liang (Chu Shi Biao).

Questi eventi daranno ai giocatori l’opportunità di godersi le ricche storie di questo periodo attraverso molte event scenes, innescate soddisfacendo determinate condizioni in battaglia. L’ultimo capitolo della serie adotta anche il popolare ruler-based system dai capitoli preferite dai fan, RTK9 e RTK11, al fine di aiutare a riportare il gameplay classico nella serie: il che significa che tutte le azioni si svolgono su una singola mappa mentre i giocatori tentano di mettere in atto le loro strategie a piacimento attraverso le vaste terra della Cina.

Durante l’esperienza, i giocatori avranno un ampio arsenale di strategie da implementare a piacimento, utili per costruire il proprio dominio. In Romance of the Three Kingdoms XIV sono disponibili una moltitudine di approcci diversi, che tra cui Domestic, Diplomacy, Territory Development e un vasto assortimento di modi diversi di combattere, in cui ogni sessione di gameplay sembra un’esperienza completamente nuova grazie a un sistema di intelligenza artificiale migliorato, per non parlare della selezione di oltre 1.000 ufficiali, ognuno con i propri tratti e le proprie caratteristiche.

L’acquisto di qualsiasi versione del gioco entro le prime 2 settimane dal lancio offrirà un download gratuito per gli scenari aggiuntivi “Battaglia di Yiling” e “L’inizio del cambiamento”. Coloro che acquistano la versione PC tramite Steam entro la prima settimana di lancio riceveranno uno sconto del 10% sul loro acquisto!
È disponibile anche una demo fino al prossimo 12 marzo su Pc (tramite Steam), che consente di giocare con le fazioni di Cao Cao, Liu Bei o Sun Jian per 36 turni (un anno di gioco). I fan che testeranno la versione di prova non saranno in grado di trasferire i dati di salvataggio nella versione completa e, poiché la demo si basa su una versione in sviluppo del gioco, la versione di prova potrebbe avere bug o errori diversi da quelli della versione finale del gioco.






















L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV fa il suo debutto proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Romance of the Three Kingdoms XIV e la diplomazia

Le funzioni diplomatiche faranno parte integrante del gameply di Romance of the Three Kingdoms XIV. Koei Tecmo Europe le ha svelate con due video che alleghiamo all’articolo. Il primo è un diario degli sviluppatori, l’altro è più “giocato”.

Il ritorno dell’iconico franchise è previsto per il prossimo 28 febbraio PlayStation 4 e digitalmente su Pc Windows tramite Steam.

In Romance of the Three Kingdoms XIV, sarà importante avere un gran numero di forze che ci circondano e per aver successo in battaglia è necessario coltivare attivamente i rapporti con gli alleati e l’opposizione. “La Gratitudine” con un altro esercito può essere migliorata attraverso doni come oro, rifornimenti o beni speciali – e con l’aumentare della gratitudine, le relazioni miglioreranno con la possibilità di formare un’alleanza.

Formare un’alleanza impedisce al giocatore di attaccare i suoi nuovi partner o conquistare il loro territorio, ma allo stesso tempo consente loro di mantenere le linee di rifornimento mentre attraversano il territorio alleato. Man mano che il legame tra le forze si rafforza, i giocatori possono persino richiedere al loro alleato di attaccare un avversario per aiutare a migliorare qualsiasi situazione terribile. Se un’alleanza non funziona o non è più utile, può essere annullata permettendo alle forze di essere separate.

Inoltre, i giocatori possono sfruttare le unità alleate usando le varie “Plots”. Man mano che il gioco procede, questo diventa un modo chiave per indebolire una forza nemica. Romance of the Three Kingdoms XIV offre ai giocatori un totale di cinque tipi di schemi: Hidden Poison, Estrange, Placation, Unattended Home e Dual Destruction che consentono di utilizzare strategie diverse a seconda della situazione attuale.

Hidden Poison riduce lo sviluppo e l’ordine pubblico del nemico e può far apparire banditi di tribù straniere. Estrange riduce la lealtà dell’ufficiale nemico attraverso cattive voci sul loro Sovrano.
Placation prende di mira le persone di aree libere, o aree sotto il controllo di altre forze, al fine di ottenere il controllo del nucleo dell’area.
Unattended Home incita un viceré o un governatore a lasciare la loro attuale Force e ad andare avanti.

Infine, Dual Destruction diffonde voci dannose su una Force nel territorio di un’altra. Il successo di uno di questi schemi può avere un impatto enorme sulla situazione generale della battaglia, anche se il fallimento può far peggiorare notevolmente i rapporti con la Force interessata.

Aumentare le relazioni con le unità straniere è importante poiché solo le unità non nemiche possono essere costrette ad arrendersi. Utilizzando la funzione “Foreign”, i giocatori possono richiedere il ritorno degli ufficiali catturati e utilizzare il comando Order Surrender. Sono necessarie un’attenta pianificazione e preparazione per garantire che la consegna abbia successo.

L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV e la diplomazia proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Romance of the Three Kingdoms XIV, create il vostro eroe

Koei Tecmo Europe e lo sviluppatore Kou Shibusawa hanno svelato alcuni elementi di gioco, completamente nuovi, dello strategico Romance of The Three Kingdoms XIV (RTK14), tra cui le prime informazioni sulla creazione, la promozione e la ricerca degli ufficiali. Il ritorno dell’iconico franchise è previsto in Occidente per il 28 febbraio 2020 per PlayStation 4 e in versione digitale su Pc Windows tramite Steam.

OLTRE MILLE UFFICIALI






















In RTK14 sono presenti oltre 1.000 ufficiali, ognuno con i propri tratti e le proprie caratteristiche per aiutare a schiacciare gli eserciti avversari e sconfiggere i nemici. Ma se seguire generali del calibro di Liu Bei o Guan Yu non è quello che state cercando, potrete comunque creare un ufficiale personalizzato.
Gli strumenti di creazione includono tutto, dal nome dell’ufficiale alle loro abilità e al loro aspetto. Inoltre, impostazioni specifiche come la politica, i tratti del personaggio, le tattiche e le formazioni preferite dell’ufficiale saranno anche personalizzabili per aiutare a creare l’ufficiale fatto apposta per voi.

Se la creazione di ufficiali non fa per voi, potrete anche cercare ufficiali con tratti unici, reclutarli e impiegarli in battaglia. Assumete il comando di ufficiali con tratti come “Insightful” o “Recruiter” per cercare altri ufficiali che potrebbero diventare utili alleati nella tua missione per controllare l’Antica Cina. Romance of The Three Kingdoms XIV richiede un sacco di personale specializzato per conquistare la mappa, quindi le ricerche e il reclutamento sono condizioni vitali per far avanzare il vostro esercito, specialmente quando si tratta di utilizzare i tratti caratteriali stabiliti dall’ufficiale.





Ad esempio: gli ufficiali che possiedono tratti come “Duelist”, “Heroic” o “Vigorous” possono eseguire duelli sul campo di battaglia, mentre coloro che possiedono i tratti “Duelist” e “Vigorous” sono più utili nei duelli automatizzati. Quando viene sconfitto in battaglia, l’ufficiale perdente può essere ferito, catturato o può persino morire e le unità della parte perdente subiranno un grave abbassamento del morale. Quando il morale di un’unità raggiunge lo zero, viene annientata, quindi i tratti del personaggio Duelist, Heroic e Vigorous diventano estremamente potenti in battaglia.

Altri tratti come “Divination” aiuteranno a prevenire disastri come piaghe e locuste, mentre un tratto come “Abundant Harvest” contribuirà ad aumentare le entrate. Nel frattempo, alcuni ufficiali presenteranno anche tratti caratteriali come “Reckless” e “Irritable” e, sebbene potenti, questi ufficiali saranno difficili da controllare. Per ottenere il massimo successo in Romance of The Three Kingdoms XIV, i giocatori dovranno capire come trovare o creare in modo efficace il giusto ufficiale per la posizione giusta.

Man mano che gli ufficiali ottengono più successi durante il gioco e iniziano a conquistare le città, la corte imperiale conferirà un “Royal Rank”. Il Royal Rank conferito fornirà vari vantaggi come l’aumento del numero di comandi che possono essere eseguiti durante la diplomazia o di designare i tempi per innescare tattiche opzionali per le truppe. Quando il Royal Rank è “Duke” o superiore, gli obiettivi di attacco possono essere impostati per provincia e le campagne possono essere eseguite su unità distrettuali su più basi. Le regular marches richiedono un singolo ordine per ogni unità, mentre le campagne possono essere eseguite grazie a un singolo ordine in tutte le unità, aiutando le strategie a svilupparsi in modo più dinamico e senza sforzo, stabilendo il Royal Rank come chiave per il successo di ufficiali ed eserciti nella tua missione per acquisire il controllo dell’Antica Cina.

È ora possibile effettuare il pre-order di Romance of The Three Kingdoms XIV. Coloro che effettuano il pre-order di qualsiasi versione del gioco entro le prime 2 settimane dal lancio potranno scaricare gratuitamente lo scenario aggiuntivo “Battle of Yiling”.

L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV, create il vostro eroe proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Romance of the Three Kingdoms XIV, ecco le novità

Oggi Koei Tecmo Europe ha svelato le prime informazioni sugli scenari e sulle caratteristiche degli ufficiali che compariranno nell’atteso gioco strategico, Romance of The Three Kingdoms XIV. Il ritorno dell’iconico franchise è previsto per il 28 febbraio 2020 per PlayStation4 e in versione digitale, su pc Windows tramite Steam.

In Romance of The Three Kingdoms XIV, i giocatori avranno l’opportunità di combattere attraverso sette scenari impegnativi tra cui la caotica guerra che ha segnato l’apertura dei tempi (la Yellow Turban Rebellion), la lotta per il dominio tra Yaun Shao e Cao Cao (la battaglia di Guandu) e l’inizio della campagna nordica di Zhuge Liang (Chu Shi Biao). Ogni scenario non solo avrà una vasta gamma di colorate e feroci forze tra cui scegliere, ma include anche molte event scenes che raffigurano i famosi eventi del periodo. Le event scenes vengono attivate quando i giocatori soddisfano determinate condizioni e mostrano eventi come il primo incontro di Liu Bei e Zuge Liang.




Inoltre, il gioco includerà oltre 1.000 ufficiali unici e individualisti e a ciascun ufficiale verranno assegnati tratti caratteriali specifici. Sono presenti più di 150 tratti del personaggio, alcuni utili in battaglia, altri nella gestione e altri specifici per ufficiali di gioco. Ad esempio: Zhang Fei è uno dei guerrieri più forti della storia e possiede una caratteristica unica che gli impedisce di essere influenzato anche se è circondato sul campo di battaglia. Allo stesso tempo, il generale è anche afflitto da un tratto caratteriale specifico in cui non può ignorare un nemico vicino. Insieme, vengono utilizzati per enfatizzare i vari aspetti della personalità di Zhang Fei.

I tratti degli ufficiali possono anche essere usati per affrontare le tribù straniere presenti in tutta la mappa. Quando l’ordine pubblico calerà, appariranno unità di tribù straniere – dai Qiang ai Wuhuan – che causeranno problemi. Le tribù appariranno a seconda dell’area della mappa coinvolta e i giocatori dovranno imparare rapidamente a gestire queste tribù o rischieranno di perdere i propri territori. Un modo per affrontare le tribù è attraverso i tratti di un ufficiale. Ad esempio: l’eroe della provincia di Liang, Ma Teng, presenta il tratto Qiang. Ciò significa che i Qiang non appariranno in nessuna area in cui si trova. Inoltre, l’utilizzo di questa caratteristica costringerà i Qiang ad apparire occasionalmente nel territorio di un nemico, trasformando questa fastidiosa tribù straniera in un alleato efficace.















Oltre a tratti caratteriali specifici, verranno introdotte anche determinati elementi speciali per i personaggi di RTK14, inclusi oggetti associati a ufficiali specifici. Dal potente cavallo di Lu Bu a un libro scritto da Cao Cao, alcuni di questi oggetti aumenteranno le caratteristiche degli ufficiali, mentre altri potranno essere usati per aumentare la fedeltà dei servitori, rendendoli strumenti importanti.

È ora possibile effettuare il pre-order di Romance of The Three Kingdoms XIV. Coloro che acquisteranno qualsiasi versione del gioco entro le prime 2 settimane dal lancio saranno in grado di scaricare gratuitamente lo scenario aggiuntivo Battle of Yiling.

L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV, ecco le novità proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Romance of the Three Kingdoms XIV torna su Pc e PS4

Koei Tecmo Europe annuncia il ritorno di un importante franchise. Il gioco di strategia Romance of The Three Kingdoms XIV è in sviluppo per Pc e PS4. Il suo esordio in Occidente è previsto all’inizio del 2020.

La notizia è accompagnata da due trailer, uno “storico” ed un teaser, nonché da alcune immagini di gameplay e raffiguranti i personaggi. Tutto il materiale a nostra disposizione è allegato a questo post.

L’ultimo capitolo della classica serie tattica è di nuovo ambientato durante la caduta della dinastia Han, nell’antica Cina, dove le battaglie hanno come unico obiettivo la conquista dei territori. La mappa del gioco mette in mostra i territori conquistati, e il brivido dell’espansione, usando un sistema di colori semplificato, rendendo così omaggio all’originale Romance of The Three Kingdoms XIV, pubblicato su Pc nel lontano 1985. Tutto, dalla guerra agli affari diplomatici, sarà orientato alla gestione e alla conquista dei territori mentre i giocatori tenteranno di diffondere le proprie strategie a piacimento attraverso la vasta mappa cinese.

Inoltre, il gioco adotterà il ruler-based system di RTK9 e RTK11 riportando così il gameplay classico nella serie. Ciò significa che tutte le azioni – da quelle domestiche a quelle politiche, fino alla battaglia – avranno ora luogo su un’unica mappa.

I diversi personaggi avranno poi una maggiore individualità: alcuni ufficiali dei Tre Regni, come Liu Bei e Guan Yu, permetteranno ai giocatori di immergersi completamente nella ricca storia del gioco.

Ma non è tutto: è stato implementato anche un nuovo Evolved Artificial Intelligence system per mettere a dura prova i giocatori. Ogni fazione rispecchia gli ideali del suo sovrano e potrai sperimentare esperienze di gioco diverse, a seconda del governante scelto. Tutto ciò, anche all’interno della stessa fazione: politiche diverse portano a strategie di espansione diverse, rendendo così molto importante l’uso dei vari ufficiali.





PERSONAGGI



L’articolo Romance of the Three Kingdoms XIV torna su Pc e PS4 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)