Archivi categoria: NBA 2K20

Auto Added by WPeMatico

Il notiziario del 23 gennaio 2020

Queste le news del notiziario di giovedì 23 gennaio 2020 con le ultime novità in breve dal mondo dei videogiochi. Buona lettura.

eFootball.Pro, Juve e Boavista aprono la terza giornata

(Alle 11,05) – La Juventus cerca conferme e chiede strada al Boavista nella doppia sfida della terza giornata del campionato eFootball.Pro basato su eFootball PES 2020. I bianconeri vogliono, infatti, continuare a correre dopo essersi distinti nella giornata precedente segnando ben 8 gol allo Schalke 04. Dovranno vedersela contro i portoghesi che in classifica inseguono a tre lunghezze di distanza. Se la Juve dovesse continuare a vincere potrebbe insidiare la vetta. Altri match di rilievo della terza giornata saranno il derby tedesco tra il Bayern Monaco e lo Schalke 04 (che si affronteranno a poche ore di distanza in un’arena esport e all’Allianz Arena nel match clou del campionato tedesco) e il derby”transalpino tra i due team della Ligue 1: Monaco (attualmente in testa al campionato eFootball.Pro) e Nantes.

Konami Digital Entertainment B.V. ha annunciato il programma delle dirette in streaming dei match 3v3 CO-OP della terza giornata del Campionato eFootball.Pro che si disputeranno sabato

Qui di seguito il programma della giornata (gli orari indicati sono quelli del fuso orario italiano):

Sabato 25 gennaio (Highvideo Studios di Barcelona)

  • 13,15: Boavista vs Juventus
  • 14,05: Monaco vs Nantes
  • 14,55: Celtic Glasgow vs Manchester United
  • 15,45: Barcellona vs Arsenal
  • 16,35: Bayern Monaco vs Schalke 04.

I match verranno trasmessi in diretta streaming su:

Vermintide 2 riapre le porte del castello di Drachenfels

(Alle 13,29) – Oggi Fatshark ha annunciato l’arrivo di una mappa gratuita per Warhammer: Vermintide 2. Old Haunts, la prima delle tre mappe rilasciate per Drachenfels, è gratuita per tutti i proprietari di Warhammer: Vermintide 2 e verrà scaricata al prossimo accesso su Steam.

Drachenfels rappresenta anche l’inizio della seconda stagione in cui lo sviluppatore Fatshark propone Quick Play Weaves, Lohner’s Emporium of Wonders e altro. Tutti aggiornamenti gratuiti.

NBA 2K20, sabato a Parigi le finali europee del Campionato Globale

(Alle 13,53) – Questo sabato (25 gennaio), 2K, NBA, NBPA e ESL ospiteranno le finali regionali europee del Campionato Globale di NBA 2K20 a Parigi.

Otto giocatori provenienti da Spagna, Germania, Italia Francia e Regno Unito, si sfideranno per ottenere il titolo di Campione europeo e portare a casa un premio di 15.000 dollari e altri riconoscimenti

I due finalisti si qualificheranno inoltre per le finali Globali, previste per il 22 di febbraio a Los Angeles, nelle quali affronteranno altri sei finalisti provenienti dalle finali regionali dell’area Asia-Pacifico e Nord America, per determinare chi sarà il primo Campione Globale in assoluto. Il vincitore del Campionato Globale di NBA 2K20 riceverà un premio di 100.000 dollari e altri riconoscimenti.

L’evento sarà live a partire dalle 10 CET su https://www.twitch.tv/nba. Per il commento dal vivo saranno presenti il 2K brand ambassador Ronnie 2K e la leggenda NBA Dell Curry.

Campionati Mondiali Pokémon 2020, annunciate date e sedi

(Alle 15,26) – Oggi The Pokémon Company International ha confermato che i Campionati Mondiali Pokémon di quest’anno si terranno dal 14 al 16 agosto presso l’ExCeL di Londra. Durante queste giornate si sfideranno i migliori giocatori del Gioco di Carte da Collezione e dei videogiochi Pokémon di tutto il mondo. I fan potranno assistere dal vivo all’evento più prestigioso del campionato Pokémon acquistando i tesserini per spettatori.
I Campionati Mondiali Pokémon 2020 ospiteranno inoltre un negozio Pokémon Center, in cui sarà disponibile un’ampia gamma di prodotti tra cui tantissimi articoli dedicati all’evento.
Coloro che intendono organizzare il proprio viaggio e soggiorno troveranno un elenco degli hotel e degli alloggi qui.
Per le ultime novità sulla rassegna iridata e sugli altri eventi Play! Pokémon, visitate pokemon.com/it/play-pokemon/

WWE SuperCard, disponibile il nuovo livello Royal Rumble

(alle 17,56) – 2K annuncia oggi che è disponibile un nuovo livello Royal Rumble per WWE SuperCard, il gioco di carte da collezione. Grazie a più di 60 Superstar e Leggende incluso Batista, Daniel Bryan, The Rock, John Cena e tanti altri, i giocatori potranno iniziare a costruire la propria collezione da subito

L’articolo Il notiziario del 23 gennaio 2020 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Il notiziario del 23 gennaio 2020

I migliori giochi sportivi/corse del 2019

È stato un 2019 molto intenso anche per gli appassionati di giochi sportivi e di corse automobilistiche. Tantissime le produzioni, grandi e piccole, griffate ed indipendenti, che hanno fatto divertire o disperare i giocatori. Non c’è stato soltanto il dualismo tra Fifa e PES ma l’anno passato agli archivi da poco più di due settimane ha fatto emergere tante altre realtà.
Si consolida Pro Cycling Mananger che a nostro avviso è andato ben oltre la sufficienza e che può soltanto crescere. Sarebbe un bene per gli amanti del ciclismo che già da qualche tempo possono comunque contare su una simulazione ricca di eventi e di cose da fare.

Così come WRC 8, il titolo ufficiale del Mondiale Rally. Ottimo come sempre F1 ed anche lo scorso anno ha portato alla luce qualche buon miglioramento e l’arrivo della F2, categoria ricca di talenti e di futuri piloti di F1.

Milestone dal canto suo ha recitato bene il suo ruolo di leader del settore delle due ruote che si tratti di MotoGP 19 o di motocross e supermotocross. Anche qui si evince una buona crescita del team italiano.

Il 2019 ha segnato il ritorno di Grid, un titolo molto solido e piuttosto interessante sotto tutti i punti di vista. Non potevamo aspettarci di meno da Codemasters.

Football Manager 2020 si è fatto, ovviamente, notare ma sono state poche le effettive novità rispetto al capitolo precedente.

La grande delusione, però, è stata per WWE 2K20 che ha avuto un lancio decisamente disastroso. Colpa di diversi bug e glitch fastidiosi ed evidenti che hanno rovinato un lavoro mastodontico. Un peccato ma un monito per questo 2020: siamo sicuri che Visual Concepts con WWE 2K21 non rifarà gli stessi errori.

Ma è stato anche un anno sorprendente per le produzioni indie. Super Tennis Blast ad esempio è nato da un piccolo team spagnolo Unfinisched Pixel, che ha saputo realizzare un gioco essenziale ma divertentissimo, in stile retrò. Altro gioco molto carino è Legendary Eleven, un titolo calcistico che vuole esaltare gli anni ’70 ed i primi anni ’80 e ’90. Ottimo lo stile, discreto il gameplay anche se con qualche appannamento qua e la.

Horizon Chase Turbo si è arricchito, dal canto suo, con i dlc Summer Vibes e Rookie Series aumentando l’ottima offerta. Ottimo, ed è entrato nella cinquina dei migliori titoli italiani, Active Soccer 2019 che su Switch è l’unica vera alternativa calcistica a Fifa 20 visto che, l’altro colosso, PES, non è uscito. Beh, sempre in tema di italiani e di sportivi, si potrebbe ricordare – per certi versi – anche Football Drama.

Detto questo, vi lasciamo alla nostra cinquina sui migliori giochi sportivi del 2019 in base alle nostre recensioni. Buona lettura.

5) DiRT Rally 2.0

DiRT Rally 2.0 ha portato su monitor e tv il Campionato ufficiale Fia World Rallycross Championship, disciplina che vede auto modificate simili a quelle utilizzate nei rally sfidarsi su circuiti caratterizzati dall’alternanza di superfici asfaltate e sterrate, e – una chicca – i Rally Storici. Quest’ultima è una sezione dove l’utente è chiamato a disputare una serie di corse con vetture dagli anni ’60 a oggi, suddivisi per categoria.

Un gioco, quello di Codemasters, solido sotto tutti i punti di vista con un buon gameplay (scalabile come da tradizione ed in favore di un vasto pubblico) ed una buona componente tecnica. Merita di figurare tra i migliori giochi sportivi e di corse automobilistiche del 2019.

Massimo Reina ha scritto nel commento finale della sua recensione:

Codemasters migliora quanto precedentemente visto nel primo episodio. Da questo punto di vista gli sviluppatori non hanno lavorato per apportare miglioramenti clamorosi o stravolgimenti di sorta, ma per operare una serie di aggiustamenti a un gameplay capace come sempre di proporre di base un buon compromesso tra arcade e simulazione, con la possibilità di personalizzarlo più o meno a piacimento, e a una struttura di per sé già solida.

4) FIFA 20

Da menzionare Fifa 20. L’edizione del gioco di EA Sports è da ricordare per la chiusura della modalità IlViaggio ed il ritorno del calcio da strada grazie alla modalità Volta. Questa ha permesso a Fifa 20 di continuare ad avere una sorta di modalità Storia facendoci fare il giro del mondo attraverso i campetti di calcio da strada di tutto il mondo.

C’è anche il calcio a 5 con le regole ufficiali oltre a sfide in 4 contro 4 e 3 contro 3. Bello, carino, grazioso. Ma finisce li: il calcio femminile ad esempio non è stato potenziato come ci si sarebbe potuto attendere ed aspettare. Sul punto di vista tecnico i miglioramenti sono stati piuttosto pochini, così come sul gameplay. La politica dei piccoli passi può premiare a livello commerciale ma per fare il salto di qualità ci vorrebbe qualcos’altro.

Una miriade di modalità e contenuti, modalità Carriera ancora più completa, controlli sui calciatori più reattivi. Ultimate Team e Volta sono un valore aggiunto. Però non bastano. Attendiamo una rivoluzione sperando di non attendere Godot.

3) NBA 2K20

Solido come sempre, ricco di contenuti e con un gameplay di livello mostruoso. Una produzione tripla A come ci si aspetterebbe: NBA 2K20 non ha tradito le attese. Come da tradizione. E non poteva non essere tra i migliori giochi sportivi del 2019.

Tra i pregi del gioco annotiamo un comparto tecnico splendido, la fisica ed il sistema di feedback al tiro ulteriormente perfezionato. L’introduzione della WNBA, ovvero il basket femminile, ed una giocabilità generale meglio equilibrata. Mentre tra i difetti c’è sempre il sistema di micro-transazioni che, però, risulta essere meno fastidioso del passato.

Massimo Reina ha concluso così la sua recensione:

Per l’edizione 2020 della sua creatura, Visual Concepts si affida alla tradizione, proponendo il classico “more of the same” in attesa della nuova generazione di console. Come scritto nel corso della recensione, il team di sviluppo ha infatti lavorato di cesello più per rifinire, che stravolgere, modalità collaudate e un gameplay di base già solido ed equilibrato, per poi completare l’opera con un’offerta come sempre ricca dal punto di vista dei contenuti.

NBA 2K20 è quindi un titolo che propone poche novità di rilievo ma che resta ugualmente uno dei migliori simulatori di basket e sportivi attualmente in circolazione. E questo nonostante la presenza di micro-transazioni farà storcere il naso a molti, anche se queste ultime non trasformano affatto il gioco in un “pay to win”.

2) EFOOTBALL PES 2020

Da qualche anno, Pro Evolution Soccer, sta risalendo la china. Un’operazione di rilancio per un titolo che nei primi anni del 2000, e fino a PES 6 era in netta superiorità rispetto alla concorrenza. Poi il cambio generazionale ed il passaggio da PS2 a PS3 ha creato qualche problema alla creatura di Konami. Ma poi la risalita è iniziata. Più precisamente da PES 2017 ed anno dopo anno si è materializzata sempre più fino ad arrivare ad eFootball PES 2020.

Ci piace ricordare come nel 2018 la serie in questione abbia perso i diritti della Uefa per poter utilizzare loghi e poter giocare la Champions League e l’Europa League. Per i più scettici sarebbe significata la fine. Per fortuna Konami ha puntato dritto sul gameplay ed ha migliorato il comparto tecnico. EFootball PES 2020 è visivamente mostruoso (fotorealismo superiore a Fifa) e vanta un gameplay che ricorda e rievoca – finalmente – i fasti di PES 5 (a nostro avviso uno dei migliori titoli calcistici della storia in termini di giocabilità). Non poteva mancare nella cinquina dei migliori giochi sportivi.

Massimo Reina ha scritto al termine della sua recensione:

Possiamo tranquillamente affermare che questo è un titolo bello e ricco di sfaccettature, con un gameplay ben definito, dove la differenziazione del gioco di ogni singola squadra acquista valore in base alle strategie e alle caratteristiche dei suoi atleti, che riescono a replicare le giocate delle rispettive controparti reali grazie a una serie di parametri.

Se però a livello di giocabilità il titolo può rassicurare i fan, l’infrastruttura necessita ancora di qualche intervento per ampliare un’offerta, a livello di contenuti e di profondità, buona ma non ancora pienamente soddisfacente. Inoltre c’è bisogno di una patch che stabilizzi il gioco eliminando un paio di fastidiosi bug presenti nella Master League e nel Matchday. Nulla però, a giudizio di chi scrive, di così compromettente da scalfire troppo la qualità generale della produzione targata Konami.

And the winner is… ASSETTO CORSA COMPETIZIONE

Chi è il migliore tra i migliori giochi sportivi del 2019? Vi diamo un indizio: è italiano. Non vi basta? E se vi dicessimo Kunos Simulazioni?  Ok, ci siete arrivati. Vale il ragionamento che abbiamo fatto quando abbiamo assegnato qualche giorno fa il titolo di miglior gioco italiano del 2019. Assetto Corsa Competizione di Kunos Simulazioni è il Racing con la R maiuscola. Se siete appassionati di automobilismo ed avete un Pc all’altezza, dovete assolutamente avere e giocare ad Assetto Corsa Competizione. Il titolo è in grado di sorprendere per la sua bellezza ed offre grandi sfide grazie al suo gameplay.

Il videogioco ufficiale della Blancpain GT Series è sicuramente uno dei titoli più importanti e prestigiosi del 2019 ma anche degli ultimi anni, soprattutto in campo automobilistico. Senza se, senza ma.

L’articolo I migliori giochi sportivi/corse del 2019 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di I migliori giochi sportivi/corse del 2019

2K annuncia il primo NBA 2K20 Global Championship

Tutto pronto per il primo NBA 2K20 Global Championship. Lo rende noto il publisher 2K che annuncia la partnership con la NBA, la NBPA (National Basketball Players Association) e l’ESL, la compagna eSports.

La manifestazione metterà in palio oltre 100.000 dollari per la kermesse esport basata sull’ottimo titolo sportivo sviluppato da Visual Concepts. L’NBA 2K20 Global Championship è un nuovo torneo ideato per gli aspiranti giocatori di NBA 2K20 di tutto il mondo. Il torneo prevederà delle competizioni uno contro uno in una serie di eventi on e offline che avranno luogo dal mese prossimo fino a febbraio 2020 fino al culmine dell’evento finale negli Stati Uniti che premierà il primo NBA 2K20 global champion di sempre.

Le registrazioni sono aperte da oggi su www.nba2kgc.com.

Jason Argent, vicepresidente senior delle basketball operations di 2K, ha detto:

Siamo molto contenti di lavorare con l’NBA, la NBPA e l’ESL alla formazione del primo torneo di questo tipo per NBA 2K. Chiunque sia interessato a testare le proprie abilità su scala mondiale, noi invitiamo a registrarsi e a vedere se si hanno davvero le carte in regole per diventare il miglior giocatore di uno contro uno del mondo.

Matthew Holt, NBA vicepresidente senior consumer products & gaming partnerships, ha spiegato:

L’internazionalità del torneo riflette l’incredibile crescita del basket in tutto il mondo. L’NBA 2K20 Global Championship offre una chance a tutti nel mondo per competere.

Josh Goodstadt, EVP of licensing for the NBP, ha sottolineato:

Siamo orgogliosi di lavorare con questi partner per raggiungere questa pietra miliare del mondo del gaming. I nostri giocatori vengono da tutto il mondo e questa è un’esperienza unica che permetterà ai fan di tutto il globo di ingaggiare e competere tra di loro grazie ad NBA 2K.

Da ottobre a novembre, gli aspiranti giocatori di NBA 2K20 competeranno in tornei di qualificazioni online in America del Nord e del Sud, in Europa e nella regione dell’Asia-Pacifico che guideranno a dei playoff online, che determineranno chi avanzerà alle finali regionali.

Queste ultime si terranno live presso gli studi dell’ESL a Los Angeles, Parigi e Sydney, dove ogni vincitore riceverà 15 mila dollari come premio e altri premi dall’NBA e 2K.

Le Global Finals si disputeranno il 22 febbraio 2020 presso lo studio dell’ESL di Los Angeles, dove gli otto finalisti competeranno per determinare chi sarà incoronato il primo global champion di sempre. Il vincitore dell’NBA 2K20 Global Championship riceverà 100 mila dollari come premio.

Tutte le informazioni ed il regolamento sono disponibili al seguente link. È possibile seguire NBA 2K su Twitter, YouTube e Facebook per le ultime news riguardanti NBA 2K20.

L’articolo 2K annuncia il primo NBA 2K20 Global Championship proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di 2K annuncia il primo NBA 2K20 Global Championship

NBA 2K20 debutta: Momentous trailer

Il publisher 2K ha diffuso il Momentous trailer di NBA 2K20 per ricordarci che il nuovo capitolo della serie dedicata al basket NBA firmato da Visual Concepts è disponibile per Pc, PS4 ed Xbox One.

Vi rimandiamo alla clip che dura un paio di minuti abbondanti.

Tra le novità più rilevanti del gioco ricordiamo la presenza delle 12 squadre della WNBA, la massima lega cestistica femminile degli USA. Si tratta dell’esordio assoluta del basket in rosa nella serie 2K.

In attesa della nostra recensione, che arriverà nei prossimi giorni, vi ricordiamo che abbiamo provato la demo del gioco ed abbiamo scritto le prime impressioni grazie al gameplay effettuato da Massimo Reina.

Tra le note scritte riportiamo:

In queste nostre prime impressioni sulla demo di NBA 2K20 abbiamo notato migliorie al sistema che gestisce i passaggi, così come a quello dell’intelligenza artificiale degli allenatori e degli atleti, che agiscono in maniera più logica e variegata con movimenti più intelligenti e funzionali all’azione in corso, aiutati in questo senso da un nuovo set di animazioni che rende il tutto visivamente più armonioso, e che priva i giocatori virtuali di quei momenti di stasi che ogni tanto sembravano colpire gli stessi nell’edizione passata, magari al termine di un dribbling stoppato dal difensore avversario, giusto per fare un esempio concreto.

L’articolo NBA 2K20 debutta: Momentous trailer proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20 debutta: Momentous trailer

NBA 2K20, prime impressioni sulla demo

Settembre si avvicina a grandi passi, e con esso l’atteso NBA 2K20 il nuovo capitolo della popolare serie sportiva di Visual Concepts prodotta da 2K Sports, assurta negli ultimi anni al ruolo di migliore simulazione elettronica della pallacanestro americana.

In attesa dell’uscita, fissata come ricorderete, per il 6 settembre, abbiamo giocato la demo rilasciata pochi giorni fa dal publisher per un primo assaggio di quello che poi ci aspetterà nel prodotto finale. Ecco le nostre prime impressioni su NBA 2K20 basata sul nostro provato della versione dimostrativa su PS4.

Buona lettura.

NIENTE DI PARTICOLARE

Diciamo però subito che la demo di NBA 2K20 offriva davvero poco per soddisfare le (prime) curiosità dei fan della serie, visto che in linea di massima si concentrava questa volta sul potente editor del gioco, che in questa edizione ha subito un ulteriore restyling e miglioramento in termini di opzioni, e meno sulla modalità Carriera o sul gameplay.

Niente Preludio o amichevoli, quindi, ma solo una sessione dedicata agli allenamenti dove vengono spiegati i comandi e un’altra, come scritto, riservata alla fase di creazione del proprio alter ego virtuale, con i match relegati in secondo piano, dopo cioè la fase di “costruzione”, per testare l’atleta editato.

Da questo punto di vista si possono realizzare e sviluppare fino a sei giocatori, personalizzandoli sotto tutti i punti di vista, sia estetici che tecnici: sono davvero tanti i parametri fisici e le abilità sulle quali è possibile intervenire per costruire degli atleti unici per ogni singolo videogamer. Capelli, tatuaggi, tipo d muscolatura, ma anche tecniche di base, speciali, capacità di resistere alle pressioni esterne o di eseguire un certo numero di canestri da tre punti sono solo alcuni degli elementi sui quali è possibile operare.

Grazie alla solita tecnologia del Facescan è possibile inoltre sovrapporre il proprio volto a quello del personaggio creato, ma allo stato attuale l’applicazione ufficiale MyNBA2K20 quella attraverso la quale si compie il lavoro di digitalizzazione del proprio volto, non è ancora funzionante al 100%, almeno su Android, tant’è che talvolta o restituisce facce assolutamente sballate o non riesce a connettersi col profilo personale del giocatore sulla console. Una volta soddisfatti del proprio lavoro si può poi salvare l’operato in vista del gioco finale, dove poi riutilizzare i cestiti ideati, e di volta in volta disputare una partita per vedere sul parquet i risultati dello sforzo operato.

ANELLI RITROVATI

A quel punto, nella demo, si può finalmente scendere in campo. Pad alla mano e senza troppi fronzoli con opzioni e quant’altro, ci siamo cimentati in una sfida senza esclusione di colpi, ritrovando immediatamente il feeling coi controlli di NBA 2K19, ma con in più la percezione che comunque qualcosa sia cambiato, ovviamente in positivo. Il gioco, infatti, per quanto non ci sia parso rivoluzioni globalmente nessun aspetto in particolare, sembra comunque davvero migliore nella giocabilità rispetto al suo predecessore, del quale tuttavia pare voler riproporre alcuni aspetti ampliandoli in modo da aumentare ulteriormente il valore di un’offerta che vuole essere in grado di soddisfare anche i palati più esigenti di questo sport.

In queste nostre prime impressioni sulla demo di NBA 2K20 abbiamo notato migliorie al sistema che gestisce i passaggi, così come a quello dell’intelligenza artificiale degli allenatori e degli atleti, che agiscono in maniera più logica e variegata con movimenti più intelligenti e funzionali all’azione in corso, aiutati in questo senso da un nuovo set di animazioni che rende il tutto visivamente più armonioso, e che priva i giocatori virtuali di quei momenti di stasi che ogni tanto sembravano colpire gli stessi nell’edizione passata, magari al termine di un dribbling stoppato dal difensore avversario, giusto per fare un esempio concreto.

Per il resto, le nostre impressioni su questa demo di NBA 2K20 non possono che essere positive anche per la grafica e per il comparto sonoro.

COMMENTO FINALE

Allo stato attuale, e nonostante i limiti della demo di NBA 2K20, tra aggiunte e rifiniture soprattutto nel comparto della fisica della sfera e dei contrasti, il titolo ci è parso come un naturale, ottimo passo in avanti di una formula consolidata. Proprio per queste ragioni siamo molto fiduciosi del fatto che anche in questa edizione la saga cestistica di Visual Concepts e 2K Sports non deluderà i milioni di videogiocatori appassionati di basket statunitense.

Ed aspettiamo con una certa curiosità di giocare con le squadre della WNBA che per la prima volta saranno presenti nel titolo griffato 2K.

L’articolo NBA 2K20, prime impressioni sulla demo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20, prime impressioni sulla demo

La demo di NBA 2K20 è disponibile

Puntuale come da annuncio, è possibile scaricare da ora la demo di NBA 2K20 disponibile su Xbox One e PS4.

I fan del basket potranno così provare il titolo sportivo di 2K sviluppato da Visual Concepts che debutterà nella sua versione completa il prossimo 6 settembre anche su Pc e Switch.

Gli appassionati possono provare, con un anticipo di due settimane, la modalità “La mia Carriera” iniziando a creare “Il mio Giocatore” ed a testare il campo.

Inoltre, da oggi, è possibile scaricare l’applicazione MyNBA2K20 ed usare la funzione di scansione per caricare il vostro autentico look in NBA 2K20 (le configurazioni per Il mio Giocatore verranno trasferite su NBA 2K20 al lancio il 6 settembre). L’applicazione è disponibile per il download su App Store e Google Play.

Ma non finisce qui: NBA 2K ha rilasciato un nuovo trailer NBA 2K20 MyPLAYER Builder Trailer che svela tutte le nuove funzionalità de Il mio Giocatore di quest’anno. Buona visione.

DOVE SCARICARE LA DEMO DI NBA 2K20

Scaricate la demo di NBA 2K20 ai seguenti link:

Ricordiamo che il gioco includerà anche il basket femminile. Il publisher 2K ha annunciato che tutte le 12 squadre WNBA sono pronte al loro debutto nell’ultima edizione della serie di videogiochi NBA più quotata e venduta degli ultimi anni.

Importante anche la colonna sonora del gioco che avrà oltre 50 brani di diversi artisti di fama mondiale. Tra i presenti: Meek Mill, Billie Eilish, Post Malone e Nipsey Hussle

L’articolo La demo di NBA 2K20 è disponibile proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di La demo di NBA 2K20 è disponibile

NBA 2K20, arriva la WNBA

NBA 2K20 includerà anche il basket femminile. Il publisher 2K ha annunciato che tutte le 12 squadre WNBA sono pronte al loro debutto nell’ultima edizione della serie di videogiochi NBA più quotata e venduta degli ultimi anni. Il nuovo capitolo della serie sportiva arriverà il prossimo 6 settembre su Pc, PS4 ed Xbox One sviluppato sempre da Visual Concepts.

Disponibile in modalità Play Now e Season, i fan della serie potranno per la prima volta prendere il controllo delle loro giocatrici preferite della WNBA e sperimentare le animazioni di gioco, gli stili e gli effetti visivi sviluppati esclusivamente per il gioco femminile.

Vediamo il trailer, diffuso anche su Twitter dall’account ufficiale del gioco, su questa grandissima novità che ci mostra la cattura delle animazioni delle giocatrici.

Candace Parker, ala dei Los Angeles Sparks, ha detto:

Crescendo mi sono ricordata di aver sempre visto atleti di sesso maschile alla televisione e di aver giocato solo nei loro panni nei videogiochi. Ora, per fare in modo che la WNBA sia nella posizione in cui si trova adesso e per avere donne in primo piano in NBA 2K20, dobbiamo consentire a giovani ragazze e ragazzi di avere atleti di sesso femminile come modelli di riferimento. Il team di 2K ha fatto un ottimo lavoro assicurandosi non solo di inserire le donne in un modello di gioco di basket maschile ma, come ho potuto constatare in prima persona, per rendere il basket femminile più autentico possibile. Sono orgogliosa di far parte di questo team che apre la strada al futuro.

Molte delle migliori superstar della WNBA, come Parker e A’ja Wilson dei Las Vegas Aces, sono state inserite in NBA 2K20 all’inizio di quest’anno, usando la miglior tecnologia di acquisizione del movimento per creare la simulazione più realistica sul mercato.

Jeff Thomas, vicepresidente senior dello sviluppo, ha sottolineato:

Per anni, i fan hanno chiesto di poter giocare nel ruolo delle loro star preferite della WNBA. Abbiamo lavorato con la WNBA e le loro migliori giocatrici per modificare il nostro motore di simulazione e replicare l’esperienza sul campo della WNBA. Siamo entusiasti di presentare questa nuova peculiarità di NBA 2K20 perché sappiamo quanto sia importante la WNBA per il mondo del basket.

Tutte le modalità di gioco di WNBA saranno giocabili dopo l’uscita mondiale di NBA 2K20, il 6 settembre 2019. Ricordiamo che la demo sarà scaricabile (ovviamente gratuitamente) dal prossimo 21 agosto.

L’articolo NBA 2K20, arriva la WNBA proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20, arriva la WNBA

NBA 2K20 in partnership con Zion Williamson

Zion Williamson, prima scelta del draft 2019 e nuova superstar dei New Orleans Pelicans, ha firmato un accordo pluriennale con NBA 2K per far parte di NBA 2K20.

La partnership coinvolgerà Williamson in diverse iniziative legate al nuovo capitolo della serie sul basket che debutterà il prossimo 6 settembre: eventi al pubblico, creatività ed attivazioni social. Williamson, nato il 7 luglio del 2000 (e quindi è un Millenials) ha fatto faville nel campionato universitario con Duke Blue Devils ed è il rookie con la più alta valutazione NBA 2K dal 2011.

Ecco le sue parole:

Sono entusiasta di entrare a far parte del Team 2K, un fenomeno globale che permetterà a persone in ogni angolo del pianeta di giocare nei miei panni. Sono pronto a lasciare il segno nel mondo del basket, facendo parte della prossima generazione che segnerà il futuro di questo sport.

Williamson raggiunge diversi atleti NBA, che hanno rappresentato NBA 2K nelle ultime due decadi come:

Kevin Durant, Stephen Curry, James Harden, Shaquille O’Neal, LeBron James, Giannis Antetokounmpo, oltre agli atleti di copertina di NBA 2K20 Anthony Davis e Dwyane Wade.

Jason Argent, vicepresidente senior di NBA 2K, ha spiegato:

Zion rappresenta il meglio della nuova generazione NBA, siamo orgogliosi di poterlo accogliere all’interno del Team 2K. Per oltre 20 anni, NBA 2K ha lavorato a fianco dei migliori talenti del mondo. È incredibile vedere cosa Zion riesce a fare in campo e siamo felici di poter crescere al suo fianco durante la sua carriera.

Ricordiamo, infine, che la demo di NBA 2K20 sarà disponibile a partire dal 21 agosto. Come ormai da tradizione nel corso degli ultimi anni, sarà possibile iniziare le modalità Carriera o “Il mio giocatore”.

L’articolo NBA 2K20 in partnership con Zion Williamson proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20 in partnership con Zion Williamson

NBA 2K20 avrà la più vasta colonna sonora di sempre

NBA 2K202K annuncia oggi che NBA 2K20 avrà la più vasta colonna sonora di sempre, con oltre 50 tracce che includeranno tra gli altri: Drake, Meek Mill, Billie Eilish, Post Malone e Nipsey Hussle. Tutte le canzoni sono state scelte da 2K ed avvallate da UnitedMasters, nuova etichetta alternativa per artisti emergenti, fondata dal leggendario Steve […]

L’articolo NBA 2K20 avrà la più vasta colonna sonora di sempre proviene da HavocPoint.

NBA 2K20, annunciata la colonna sonora

NBA 2K20 avrà la colonna sonora più vasta di sempre con oltre 50 tracce che includeranno, tra gli altri, Meek Mill, Billie Eilish, Post Malone e Nipsey Hussle. Lo ha annunciato il publisher 2K. Ricordiamo che il gioco dedicato al basket NBA debutterà il prossimo 6 settembre su Pc, PS4, Xbox One e Switch.

Tutte le canzoni sono state scelte da 2K ed avvallate da UnitedMasters, nuova etichetta alternativa per artisti emergenti, fondata da Steve Stoute. Altre canzoni verranno aggiunte durante l’anno spaziando tra diversi generi: hip-hop, R&B, electronic, pop e rock. I fan possono iniziare ad ascoltare la colonna sonora a partire da oggi su Spotify. Al link appena indicato, trovate i brani  della OST.

Steve Stoute, fondatore e CEO di Translation e United Masters ha sottolineato:

NBA 2K è diventato un punto di riferimento culturale per le community videoludiche sportive, con la colonna sonora a ricoprire sempre un ruolo fondamentale. La colonna sonora di quest’anno verrà costantemente aggiornata, con nuovi eccitanti pezzi di artisti emergent, per darvi qualcosa di mai sentito prima.

Alfie Brody, vicepresidente marketing di NBA 2K, ha detto:

La musica è al centro dell’esperienza NBA 2K, ogni anno lavoriamo duro per confezionare una colonna sonora che rispecchi la cultura del basket ed ispiri i giocatori 2K.

La lista completa delle tracce dell’edizione di quest’anno è stata annunciata al ComplexCon di Chicago. Durante lo show, 2K ha presentato un panel dove si è discusso delle connessioni tra basket, tecnologia, moda e musica. A presenziare sul palco Steve Stoute insieme a Paul Rivera, Karl-Anthony Towns, Don C e NLE Choppa.

L’articolo NBA 2K20, annunciata la colonna sonora proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20, annunciata la colonna sonora

NBA 2K20, Davis e Wade in copertina

Arrivano le prime notizie ufficiali su NBA 2K20. Il publisher 2K ha infatti annunciato gli atleti di copertina del nuovo capitolo della serie sul basket Nba.

Sei volte NBA All-Star, tre volte All-NBA First Team, tre volte NBA All-Defensive Team e medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2012, Anthony Davis (neo acquisto dei Los Angeles Lakers) ritorna in copertina per la Standard e la Deluxe Edition.

Tre volte campione NBA, 13 volte NBA All-Star, medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2008 ed MVP delle NBA Finals del 2006, Dwyane Wade sarà l’atleta di copertina della Legend Edition.

Questi due giocatori saranno sulle copertine di NBA 2K20, marchiando l’ultima edizione del gioco che ha definito la cultura del basket nelle ultime due decadi.

L’editore ha inoltre comunicato la data di lancio del gioco. Tutte le edizioni di NBA 2K20 saranno disponibili a partire dal prossimo 6 settembre su Pc, PS4, Xbox One e Switch. Il titolo è come consuetudine sviluppato da Visual Concepts.

E c’è anche il primo, brevissimo, teaser.

Anthony Davis ha detto:

Sono onorato di poter rappresentare ancora una volta NBA 2K. Essere scelto come volto di NBA 2K20 vuol dire tantissimo per me, sono eccitato all’idea che i fan questo autunno possano provare il miglior titolo sportivo del mondo.

Queste, invece, le parole di Dwyane Wade:

Sono stato benedetto per aver potuto giocare 16 anni il gioco che amo ai più alti livelli possibili, mi rende estremamente orgoglioso finire la mia carriera unendomi ai più grandi atleti NBA come atleta di copertina della NBA 2K Legend Edition. La mia famiglia ed io amiamo NBA 2K, sono immensamente grato a tutti i fan che mi hanno guardato e che hanno giocato vestendo i miei panni in tutti questi anni.

Alfie Brody, vicepresidente marketing di NBA 2K, ha sottolineato:

Il franchise NBA 2K sceglie sempre i migliori talenti NBA per la copertina del proprio titolo. Anthony e Dwyane rappresentano tutto quello che rende il basket un fenomeno planetario: schiacciate memorabili, talento inarrivabile, eredità per i giocatori del futuro che vengono ispirati nel diventare NBA superstar.

BONUS PRENOTAZIONI

La NBA 2K20 Standard Edition offrirà a chi la prenoterà

  • 5,000 VC;
  • 5,000 MyTEAM Points;
  • 5 MyCAREER Skill Boosts;
  • MyPLAYER Clothing Capsule;
  • 10 MyTEAM League Packs (uno a settimana);
  • 5 MyTEAM Heat Check Packs (uno a settimana a partire dall’inizio della stagione NBA).

La NBA 2K20 Digital Deluxe Edition includerà

  • 35,000 VC;
  • 10,000 MyTEAM Points;
  • 10 MyCAREER Skill Boosts;
  • MyPLAYER Clothing Capsule;
  • 10 MyTEAM League Packs (uno a settimana);
  • 10 MyTEAM Heat Check Packs (uno a settimana a partire dall’inizio della stagione NBA);
  • 1 Sapphire MyTEAM Cover Athlete Card.

La NBA 2K20 Legend Edition includerà

  • 100,000 VC;
  • 50,000 MyTEAM Points;
  • 20 MyCAREER Skill Boosts;
  • MyPLAYER Clothing Capsule;
  • MyPLAYER Apparel Collection;
  • MyPLAYER Shoe Collection;
  • 20 MyTEAM League Packs (uno a settimana);
  • 20 MyTEAM Heat Check Packs (uno a settimana a partire dall’inizio della stagione NBA);
  • 5 MyTEAM Theme Packs (uno per ognuna delle prossime 5 rilasciate);
  • 2 Sapphire MyTEAM Cover Athlete Cards.

L’articolo NBA 2K20, Davis e Wade in copertina proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K20, Davis e Wade in copertina