Archivi categoria: Milestone

Auto Added by WPeMatico

MXGP 2019, ecco i primi video di gameplay

Mancano poco più di due mesi all’esordio di MXGP 2019 fissato per il 27 agosto su Pc, PS4 ed Xbox One. Milestone ha diffuso due trailer di gameplay del gioco ufficiale sul mondiale della specialità.

Nel primo vediamo Romain Febvre in sella alla sua Yamaha Factory machine sulla pista di Neuquén in Patagonia. Nel secondo, invece, troviamo Tim Gajser che affronta la pista sabbiosa olandese di Valkenswaard sulla sua Honda HRC.

Vediamoli in azione. Buona visione.

ULTIMATE PACK FURY PER I PRE-ORDER

Oltre ai due nuovi video di gameplay, Milestone ha annunciato l’apertura dei pre-order delle edizioni fisiche del gioco e i relativi bonus in game; chi lo farà riceverà l’esclusivo Ultimate Fury Pack, due diversi rider set composti da casco, mascherina, tuta, stivali e due livree animate con effetti frost e lightning.

Disponibile, come detto, in tutto il mondo il 27 agosto, MXGP 2019 permetterà ai giocatori di correre con tutti i piloti, le moto e i team della stagione 2019.  Gli appassionati potranno partecipare al campionato MX2 o iniziare direttamente con la classe regina della MXGP, scegliendo se unirsi ad uno dei team ufficiali o firmare con uno sponsor. Finalmente tutti i fan del franchise potranno vivere le emozioni del campionato in contemporanea con i loro campioni preferiti. MXGP 2019 includerà anche un nuovissimo Track Editor, quindi i giocatori potranno creare la pista dei loro sogni con tutti i moduli tipici di una pista di Motocross. I giocatori potranno poi condividere le piste create con il Track Editor con la community e competere con i loro amici.

IMMAGINI

Ecco nuove immagini di gioco.





L’articolo MXGP 2019, ecco i primi video di gameplay proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MXGP 2019, ecco i primi video di gameplay

MotoGP 19, Recensione PlayStation 4

Dopo la parentesi dello scorso anno, quando MotoGp 18 ha ricevuto critiche contrastanti e una media voto inferiore alle attese sui principali siti aggregatori di recensioni a causa dei pochi contenuti, di un livello di sfida poco allettante e di qualche problema di fluidità, Milestone torna in pista con la nuova edizione del popolare franchise dedicato al Campionato del mondo di velocità. Con MotoGp 19 il team italiano vuole offrire al pubblico un titolo innovativo e ricco di proposte, rifinendo da un lato il sistema di guida e apportando come vedremo dei piccoli ma significativi cambiamenti alle meccaniche di gioco, dall’altro rivoluzionando il genere con una nuova e ambiziosa intelligenza artificiale, così da rendere sempre più realistica l’esperienza.

Ma procediamo con ordine e vi lasciamo alla nostra recensione del titolo uscito la settimana scorsa su Pc, PS4, Xbox One con l’edizione Switch in arrivo il 27 giugno.

PIATTO RICCO

Consci degli errori passati, in MotoGP 19 Milestone offre tante opzioni di gioco, che spaziano dalle cosiddette Modalità Veloci con tanto di gare istantanee, al Gran Premio, dove è possibile affrontare un singolo evento dopo aver scelto un pilota fra quelli realmente esistenti o averne creato uno. Ci sono poi la nuova FIM Enel MotoE World Cup, che come nel vero campionato MotoGP 2019 consente di gareggiare con bolidi elettrici pronti a sfidarsi su alcuni dei più famosi circuiti del campionato, e Sfide Storiche, gradito ritorno di una modalità grazie alla quale si possono vestire i panni di piloti leggendari e rivivere le più appassionanti rivalità che hanno scritto la storia della MotoGP.

Ma il piatto forte della produzione resta la Carriera, in cui il videogiocatore è chiamato a vivere l’esistenza sportiva di un pilota partendo da qualsiasi categoria voglia, perfino dalla Rookies Cup, per poi cercare di arrivare in alto, di squadra in squadra, fino a imporsi sul lungo periodo anche nelle competizioni superiori.





In questa modalità l’utente può creare da zero il suo alter ego virtuale, sfruttando il buon editor e varie opzioni per disegnare il casco, la tuta o organizzare vari aspetti della sua vita professionale, dagli eventi pre-gara alle modifiche alla moto. Dulcis in fundo abbiamo poi il Multigiocatore con diverse possibilità per sfidarsi online con altri utenti, come la nuova Race Director Mode. Grazie all’adozione di server dedicati, durante i nostri test l’esperienza si è rivelata piuttosto buona, di certo fluida e senza eccessivi problemi di lag, anche se crediamo che ici sia bisogno ancora di qualche piccola ottimizzazione. Prima di scendere sulla pista a gareggiare l’utente può operare decine di scelte che si riveleranno poi più o meno decisive sull’esito della corsa.



Il giocatore può infatti regolare manualmente l’assetto della moto e cambiare la mescola delle gomme, a maggior ragione visto che la loro usura ha un impatto maggiore sulla gara rispetto allo scorso anno, modificare la rigidità delle sospensioni, la ripartizione dei freni, l’elettronica e così via. Può poi salvare il profilo per poterlo caricare successivamente. Per venire incontro ai neofiti del genere, gli sviluppatori hanno inserito una versione semplificata di tali procedure, ovvero la riunione tecnica con un responsabile del team che in base a una serie di frasi pre-impostate può aiutarlo a migliorare il comportamento della moto in pista e adeguarlo al suo stile di guida. Anche se i consigli del tecnico coprono un numero di elementi molto limitato, la sua presenza si rivela comunque utile.

TUTTI IN PISTA



Una volta cominciato a gareggiare, l’esperienza si rivela tutto sommato appagante, complice la scalabilità del sistema di guida che si adatta ai giocatori novizi così come a quelli più smaliziati grazie alla possibilità di poter intervenire su svariate opzioni e quindi scegliere uno fra i tanti stili predefiniti oppure optare per settaggi personalizzati.

Per i puristi del genere la scelta migliore da adottare se si vuole godere fino in fondo la simulazione resta la combinazione tra il livello di difficoltà massimo e i comandi manuali, così da poter gestire praticamente da sé ogni singolo aspetto della propria moto e della gara, dai freni azionabili separatamente fino alla postura del pilota, ovviamente con un rischio molto maggiore di commettere errori ed incorrere in un incidente.

In generale le promesse di rendere il nuovo MotoGP più simulativo sono state mantenute: ci si trova davanti a un gioco più complesso e meno alla portata di tutti, che richiede di gestire e tenere in considerazione diverse caratteristiche della moto (pesantezza e fisicità) e del pilota. La presenza al solito dei due freni è sicuramente riuscita, specie coi settaggi manuali visto che si può liberamente decidere se bloccare la ruota anteriore o effettuare piccole correzioni sulla traiettoria utilizzando il freno posteriore, avendo così un maggiore controllo nelle staccate, in combinazione con la gestione del peso del pilota così da decidere quando accucciarsi per assumere una posizione aerodinamica o meno.

Rispetto al recente passato è stata poi riveduta la fisica sui cordoli che, sebbene abbia ancora margini di miglioramento, adesso ha una maggiore utilità, così come decisamente più credibile appare il comportamento della moto sull’erba a bordo pista. A deludere è invece la fisica delle collisioni con gli altri piloti, non sempre precisa e naturale, e la gestione dei danni.

MOTOGP 19, COME IN TV

Altro elemento chiave del gameplay è la nuova I.A. basata su reti neurali chiamata A.N.N.A., realizzata dalla bergamasca Orobix, azienda esperta nello sviluppo e nell’applicazione di sistemi guidati dall’intelligenza artificiale. Grazie a questa applicazione i comportamenti dei piloti del gioco gestiti dalla CPU non sono regolamentati da una serie di parametri predefiniti, ma si sviluppano gara dopo gara. In parole povere, i centauri imparano ad agire seguendo un loro percorso di apprendimento applicato attraverso l’Artificial Neural Network Agent.

In questo modo il loro comportamento in pista è sempre vario e le loro decisioni appaiono più naturali e soprattutto contestuali a quanto accade davvero in gara. Il che si traduce in un’esperienza di gioco più vicina possibile alla realtà. In MotoGP 19 il senso di immedesimazione viene dato all’utente non solo attraverso il gameplay, ma anche tramite la presentazione in stile televisivo di ogni singolo evento.

Bastano pochi giri per notare i tentativi degli sviluppatori di migliorare visivamente l’esperienza di gioco. In curva e sui rettilinei si possono così meglio apprezzare i lievi tremolii della telecamera che restituisce un buon senso della velocità senza ricorrere per esempio a un esagerato effetto blur, espediente utilizzato da molti giochi di guida.

Sul piano estetico il nuovo capitolo della serie non stupisce né compie un netto stacco col suo predecessore nonostante il cambio di motore grafico, però risulta nell’insieme piacevole nonostante sia ancora lontano dagli standard odierni. I modelli dei piloti e delle moto sono ben riprodotti, anche se privi a volte di qualche texture più complessa. Allo stesso modo i circuiti sono molto curati, seppur necessiterebbero di maggiori dettagli soprattutto per quanto riguarda gli elementi di contorno.

Peccato invece per l’assenza dei sessanta frame al secondo sulla versione console da noi testata (PlayStation 4), che in un gioco di corse si fa inevitabilmente sentire. Per quanto riguarda il comparto audio, poco da eccepire: rombi di motori, commenti e suoni tutto è riprodotto bene.

COMMENTO FINALE

MotoGP 19 non delude le aspettative dei fan soprattutto per quanto concerne l’esperienza in sé. Grazie al collaudato sistema di guida scalabile, alla nuova intelligenza artificiale e all’abbondanza di modalità di gioco anche online, il gioco si rivela solido nonostante qualche pecca sul fronte della realizzazione tecnica.

Ma a conti fatti resta un titolo più complesso rispetto al predecessore, che richiede di gestire e tenere in considerazione diverse caratteristiche della moto e del pilota per essere goduto fino in fondo, oltre che dei propri avversari.

L’articolo MotoGP 19, Recensione PlayStation 4 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MotoGP 19, Recensione PlayStation 4

MotoGp 19, vediamo il community talk

Milestone ha incontrato la community di appassionati per ascoltare le opinioni su MotoGP 19, e discutere i consigli sulle varie caratteristiche del titolo che debutterà il 6 giugno su Pc, PS4 ed Xbox One ed arriverà il 27 giugno su Switch.

MotoGP 19 Community Talk è stato trasmesso ieri, ed ha visto la partecipazione di Tom Errington, reporter di Autosport, come conduttore e Michele Caletti, producer presso Milestone, e insieme hanno presentato tutte le nuove funzionalità del nuovo gioco. Al livestream hanno partecipato numerosi partner come Mario Palmero, technical evangelist di Epic Games, Luca Antiga, chief technical officer di Orobix e Lorenzo “Trastevere73” Daretti, campione del mondo di MotoGP eSport, Monster Energy Yamaha MotoGP Team.

Ecco il video completo della durata di oltre 45 minuti. Buona visione.

L’articolo MotoGp 19, vediamo il community talk proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MotoGp 19, vediamo il community talk

MotoGP 19, ecco le novità del Multiplayer

Il comparto multiplayer di MotoGP 19 è protagonista di un nuovo video diffuso da Milestone. La software house italiana ha diramato ovviamente i dettagli.

E sono state annunciate grandi novità alla sessione multigiocatore del venturo titolo ufficiale sul motomondiale in arrivo il 6 giugno su Pc, PS4 ed Xbox One. La versione Switch debutterà il 27 giugno.
Il multiplayer, dunque, si arricchisce di importanti novità sia dal punto di vista tecnico che di gameplay. Gli sviluppatori hanno deciso di dedicare grande attenzione all’implementazione di tecnologie che potessero migliorare sensibilmente il gameplay online, oltre ad arricchirla con nuove funzionalità che permettessero ai giocatori di vivere un’esperienza di gioco più realistica ed autentica.

LE NOVITA’

Dopo il gameplay, quindi, mostrato qualche giorno fa, adesso tocca al multiplayer. Ecco il trailer sottotitolato in italiano. A seguire, invece, le informazioni relative.

SERVER DEDICATI POWERED BY GAMELIFT



Il primo passo per migliorare la qualità dell’esperienza multiplayer di MotoGP 19 è stato quello di utilizzare, per la prima volta nella storia dei giochi Milestone, i server dedicati per la gestione delle partite online. Come in qualsiasi gioco multiplayer, infatti, l’infrastruttura di rete è fondamentale per garantire l’affidabilità e la stabilità di cui giocatori hanno bisogno per poter competere al meglio. L’adozione di Server Dedicati permette infatti di avere una bassa latenza, per gare più fluide e senza quei lag che potrebbero compromettere le performance durante una gara.

Michele Caletti, producer di Milestone, ha commentato:

Quando si parla di multiplayer online, i giochi racing sono tra i più esigenti in termini di ampiezza di banda e ping time. Devono infatti riprodurre in un ambiente di rete, l’azione frenetica di bolidi che sfrecciano a più di 300 Km/h, in cui la precisione nelle collisioni e nella posizione degli avversari è fondamentale. Grazie ai Server Dedicati di GameLift, le fluttuazioni nei ping time e i problemi derivanti dalle differenze di banda dei partecipanti alla partita sono ormai solo un lontano ricordo. Tutti i giocatori potranno finalmente sfidarsi ad armi pari.

Jen MacLean, worldwide head of business development di amazon game tech, ha spiegato:

Amazon aiuta gli sviluppatori a pensare in grande e a realizzare giochi ancor più grandi, siamo davvero contenti che Milestone abbia deciso di affidarsi a GameLift per il suo MotoGP 19. GameLift aiuta gli sviluppatori ad ottenere un Multiplayer stabile, affidabile e con una bassa latenza.

LOBBY PUBBLICHE, LOBBY PRIVATE E RACE DIRECTOR MODE




In MotoGP 19 è possibile scorrere la lista delle lobby pubbliche per cercare la partita più adatta alle proprie esigenze oppure. Grazie alle lobby private, quindi,  si potrà creare un Gran Prix completamente personalizzabile per gareggiare solo con gli amici.

Insieme alle Lobby Private, Milestone ha introdotto, per la prima volta nella serie, la modalità Direttore di Gara, che permetterà di gestire ogni aspetto delle competizioni fra amici. Il Direttore di Gara potrà infatti decidere a proprio piacimento quali sessioni di gara includere nella sfida, oltre a decidere in quali condizioni meteo si dovranno fronteggiare i partecipanti.

Durante la gara avrà invece la facoltà di assegnare penalità in caso di comportamenti scorretti in pista, proprio come accade durante un vero Gran Premio. Grazie al ruolo di TV Director, avrà inoltre la gestione completa delle telecamere di gioco, per essere sempre nel vivo dell’azione e gestire in completa autonomia la regia dei propri livestream.
Le novità introdotte quest’anno per la modalità multiplayer, richieste a gran voce dalla community di appassionati del gioco, sono un’ulteriore conferma dell’importanza che i feedback della community hanno avuto nel processo di sviluppo del gioco.

L’articolo MotoGP 19, ecco le novità del Multiplayer proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MotoGP 19, ecco le novità del Multiplayer

MotoGp 19, primo video con gameplay

Vediamo il primo video con gameply di MotoGp 19. Il nuovo capitolo della serie dedicata al mondiale di motociclismo debutterà il 6 giugno su Pc, PS4 ed Xbox One mentre l’edizione Switch sarà pubblicata il 27 giugno.

La clip di due minuti e mezzo diffusa da Milestone ci mostra Valentino Rossi competere nell’iconico circuito del Mugello. Il posto perfetto in un giorno soleggiato.  Spazio alla clip nonché alla cover del gioco che è stata diffusa qualche giorno fa. Ricordiamo, infine, che MotoGp 19 si avvarrà, per la prima volta, di una intelligenza artificiale basata su reti neurali.

Buona visione.

 

L’articolo MotoGp 19, primo video con gameplay proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MotoGp 19, primo video con gameplay

MotoGP 19, la stagione parte dal 6 giugno

Scatta il conto alla rovescia per il Motomondiale su Pc e console. Annuncio importante quello di Milestone e Dorna Sports. MotoGp 19 sarà disponibile dal prossimo 6 giugno per Pc, PS4 ex Xbox One mentre la versione Switch arriverà qualche settimana dopo.

MotoGP 19 celebra la passione per i motori della software house italiana e della sua community, con innovazioni tecnologiche uniche che permettono un realismo e un livello di sfida mai visti prima. Grazie al nuovo capitolo, i giocatori potranno prendere parte alla stagione 2019 scegliendo se affrontare subito i campioni della MotoGP o se vestire i panni di un giovane pilota, che dalla Red Bull MotoGP Rookies Cup si fa strada fino a raggiungere la classe regina.

Gli sviluppatori di Milestone hanno fatto tesoro dei numerosi feedback provenienti dai suoi giocatori e hanno dato alla community ciò che chiedeva a gran voce: un livello di sfida ancor più alto per chi vuole spingersi sempre oltre i propri limiti, un’esperienza multiplayer più fluida per chi ama giocare in compagnia dei propri amici e un maggior numero di contenuti single player.

Ecco una piccola anteprima delle principali innovazioni presenti.

RETI NEURALI PER UN’IA SUPER PERFORMANTE

Per dare alla community il massimo livello di sfida possibile serviva un cambio di paradigma, una rivoluzione. Per questo motivo Milestone e Orobix – società specializzata nell’ingegneria di soluzioni di intelligenza artificiale – hanno lavorato per oltre 2 anni allo sviluppo di un sistema completamente nuovo e rivoluzionario di Intelligenza Artificiale basata su reti neurali. Il risultato? Un’IA con incredibilmente veloce in pista e con un comportamento estremamente realistico.

UNA NUOVA ESPERIENZA MULTIPLAYER

Grazie all’adozione dei Server Dedicati, l’esperienza multiplayer sarà incredibilmente più fluida ed appagante. Zero lag, zero scuse in caso di sconfitta! Oltre ai miglioramenti nelle performance, la modalità multiplayer si arricchisce del Race Director Mode, per rendere le sfide online con gli amici ancor più divertenti.

UN TUFFO NELLA LEGGENDA

A grande richiesta, torna una delle modalità più amate dagli appassionati di MotoGP. Grazie alla modalità Sfide Storiche si potranno vestire i panni di piloti leggendari e rivivere le più appassionanti rivalità che hanno scritto la storia della MotoGP.

A OGNI PILOTA IL SUO STILE

Ci sono tanti nuovi strumenti per rendere unico il proprio pilota, scegliendo tra la più vasta selezione di accessori e marchi di sempre; grazie agli editor grafici è inoltre possibile creare caschi dal design unico come i campioni più famosi della MotoGP, disegnare lo stile del numero di gara e della lower butt patch.

L’ELETTRICO SCENDE IN PISTA

Così come nel vero campionato, quest’anno fa il suo debutto in gioco la nuova FIM Enel MotoE World Cup, con bolidi elettrici pronti a sfidarsi su alcuni dei più famosi circuiti del campionato.

Dopo il successo delle prime due edizioni, Dorna e Milestone confermano anche per quest’anno il MotoGP eSport Championship, in cui i migliori giocatori provenienti da tutti il mondo si sfideranno per il titolo di Campione del Mondo. Questa terza edizione prevede una formula rinnovata, ancora più spettacolare e competitiva, che sarà rivelata più avanti nel corso dell’anno.

L’articolo MotoGP 19, la stagione parte dal 6 giugno proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MotoGP 19, la stagione parte dal 6 giugno

Monster Energy Supercross – The Official Videogame 2, in arrivo l’8 febbraio

Monster Energy Supercross – The Official Videogame 2 sarà disponibile in tutto il mondo l’8 febbraio, per PS4, Xbox One, Pc e Switch. Disponibile oggi in early access, per coloro che hanno effettuato il pre-order della Special Edition Digital.

Il titolo di Milestone permette ai giocatori di vestire i panni di un campione di supercross, mettendoli al centro del gioco, grazie ad una modalità carriera rinnovata, un editor dei tracciati migliorato  e giocabilità migliorata.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Vita da campione: la nuova carriera è stata sviluppata per offrire ai giocatori un’esperienza di gioco coinvolgente e progressiva sia dentro che fuori pista.

Giocabilità migliorata: il gameplay è stato completamente ridisegnato per essere ancora più preciso e realistico. La nuova Advanced Inertial Response consente un controllo più fluido della fase aerea, per eseguire liberamente scrub e whips. Inoltre, con la tecnologia Real Terrain Collision, il terreno è ora molto più dettagliato e naturale, e influenza il modo in cui le moto reagiscono in diverse sezioni della pista. Per rendere il gioco più accessibile ai nuovi giocatori, il Dynamic Flow Aid aiuta a trovare sempre la traiettoria ideale per saltare e atterrare.

Piste infinite, gameplay infinito: Il Track Editor ora è più facile e ricco e permette di creare piste spettacolari con più parti da combinare. Tutte le piste create dai giocatori, possono essere condivise sia con gli amici che con la community, per creare gare e campionati personalizzati. Un nuovo tutorial guidato ora aiuterà i giocatori a creare le loro piste più facilmente e rapidamente.

Personalizzare il proprio stile: La personalizzazione raggiunge un nuovo livello. I giocatori potranno rendere unico il loro pilota, grazie a più di 3.000 articoli personalizzabili, dall’aspetto fisico alla lunga lista di accessori da indossare durante le gare. In pista, ci sono oltre 300 parti meccaniche personalizzabili per trovare sempre il giusto feeling con la moto.

Diventare protagonisti della stagione 2018: Ci sono più di 80 piloti ufficiali della stagione 2018 con alcuni dei più famosi come il campione in carica della 450SX Class, Jason Anderson, oltre a Marvin Musquin e, per la prima volta nel videogioco, Eli Tomac; tutti i piloti sono stati accuratamente riprodotti. Le 17 piste disponibili al lancio, tra cui i nuovi stadi NRG e Raymond James, ricreano completamente l’innovativo design delle piste e l’incredibile atmosfera di una gara Supercross, tra cui i famosi fuochi d’artificio e i replay in stile TV negli stadi più riconoscibili e prestigiosi d’America.

Ecco qui il trailer:

 

L’articolo Monster Energy Supercross – The Official Videogame 2, in arrivo l’8 febbraio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Monster Energy Supercross – The Official Videogame 2, in arrivo l’8 febbraio

Monster Energy Supercross – The official videogame 2, ecco il Championship Trailer

Per festeggiare la partenza del Monster Energy AMA Supercross Championship, Milestone ha pubblicato il Championship Trailer dedicato a Monster Energy Super Cross – The Official videogame 2.

Oltre al nuovo video di gameplay, la software house italiana ha annunciato l’apertura dei pre-order digitali e i bonus in game. Tutti i giocatori che effettueranno il pre-order riceveranno l’Outfit Starting pack, che include due completi ufficiali Thor con tuta, casco, occhiali e stivali.

Disponibile l’8 febbraio per PlayStation 4, Xbox One, Windows Pc/Steam e Switch, Monster Energy Supercross – The Official Videogame 2 permette ai giocatori di mettersi nei panni di un campione di Supercross e immergersi nell’eccitante vita di un atleta professionista nel campionato motociclistico off-road più competitivo di sempre. Il nuovo titolo mette i giocatori al centro del gioco con una modalità Carriera rinnovata, un track editor migliorato, compound di allenamento aggiuntivi e giocabilità migliorata.

Spazio ora alla clip ed a qualche immagine. Buona visione.









L’articolo Monster Energy Supercross – The official videogame 2, ecco il Championship Trailer proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Monster Energy Supercross – The official videogame 2, ecco il Championship Trailer

Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto

Si chiama The Motorcycle Encyclopedia ed è il nuovo trailer di Ride 3 che Milestone ha pubblicato poco fa. Con l’occasione, il team milanese ha ufficializzato qualche dettaglio importante. La nuova data di lancio: il gioco slitta al 30 novembre, inizialmente era previsto per giorno 8 novembre. Naturalmente su Pc, PS4 ed Xbox One.

Gli sviluppatori hanno spiegato di voler del tempo supplementare per affinare ulteriormente il gioco.

Ed inoltre hanno diffuso la lista delle moto che saranno presenti in gioco. Si potrà scegliere tra oltre 240 modelli. Questi, come si nota sul trailer, sono suddivisi in diverse categorie.

Naked & Heritage – l’ideale per chi vuole avere il vento fra i capelli, ma con stile.

2 strokes – il suono acuto e malinconico dello sprint “vecchia scuola”, ancora oggi nel cuore di tanti biker.

Vintage Bike – per chi ama le due ruote, non c’è niente di meglio che guidare un pezzo di storia del motociclismo. Bisogna conoscere il passato, per apprezzare al meglio le novità che ha in serbo il futuro!

Maxienduro – una delle novità di RIDE 3, il mezzo perfetto per andare ovunque (e più veloce degli altri).

Supermotard – ad ogni curva una scarica di adrenalina. Grazie ai tracciati dedicati con sezioni off road, sarà possibile sfruttare al meglio la potenza di questi mostri a ruote liscie.

Sportbikes – le regine della pista, aggressive e velocissime. Sono incluse anche le moto di alcuni dei team più importanti del campionato BSB (British Superbike), come Anvil Hire TAG Racing Yamaha, il Bournemouth Kawasaki, o il Be Wiser Ducati con cui Shane Byrne ha vinto gli ultimi due campionati.







La nuova data di lancio, posticipata di qualche giorno, permetterà agli sviluppatori di rifinire al meglio ogni dettaglio, in modo da garantire agli appassionati un’eccellente esperienze di gioco a partire dal day 1.

Ride è uno dei più amati franchise di Milestone, una vera e propria enciclopedia delle due ruote che in questo ultimo capitolo segna importanti passi avanti sia in termini di estetica che di esperienza di gioco. Il passaggio ad Unreal Engine ha permesso notevoli miglioramenti, con panorami fotorealistici e un comportamento dei veicoli ancor più fedele agli originali.
La modalità carriera è stata completamente rinnovata e permetterà ai giocatori di progredire con maggiore libertà, scegliendo la tipologia di moto che preferiscono. Una personalizzazione che in Ride 3 viene portata all’estremo, con oltre 500 pezzi meccanici su cui è possibile intervenire per adattare la moto al proprio stile, e il nuovo Editor di Livree, grazie al quale sarà possibile creare un look unico per la propria moto e condividerlo con la community.

ECCO LA LISTA COMPLETA

 

Aprilia RS 125 R 1998
Aprilia RSV Mille Tuono 2004
Aprilia Tuono V4R APRC ABS 2014
Aprilia Tuono V4R Factory 2015
Aprilia RSV 1000 R 2003
Aprilia RSV 1000 SP 2000
Aprilia RSV 1000 R 2009
Aprilia RSV4 APRC ABS 2014
Aprilia RSV4 RR 2015
Aprilia RSV4 RF 2015
Aprilia RS 125 1999 – 2005
Aprilia RSV4-RF Team: Nuova M2 Racing 2017
Benelli Tornado 2006 – 2012
Bimota Tesi 3D Race Cafe 2016
Bimota Tesi 3D 2014
Bimota DB9 Brivido S 2014
Bimota Tesi 1D ES 1992
Bimota SB8K 2000
Bimota DB8 2014
Bimota BB3 2014
BMW R Nine T 2015
BMW R 1200 R 2015
BMW S 1000 R 2016
BMW S 1000 RR 2015
BMW S 1000 XR 2017
BMW S 1000 RR
Team: NRT48
2017
BMW S 1000 RR HP4
Team: Tyco BMW Motorrad Racing
2017
Cagiva Mito 1992
Ducati Scrambler Icon 2015
Ducati Monster 696 2014
Ducati Hypermotard SP 2015
Ducati Streetfighter 848 2014
Ducati Monster 1200 S 2014
Ducati 748 1998
Ducati 916 1994
Ducati 848 2008
Ducati 998R 2002
Ducati 999R 2006
Ducati 899 Panigale 2015
Ducati 1098R 2008
Ducati 1299 Panigale S 2015
Ducati 851 1988 – 1990
Ducati 888 SP5 1992 – 1993
Ducati Monster 900 1993 – 2002
Ducati 1299 Superleggera 2017
Ducati 1199 Panigale R
Team: Be Wiser Ducati
2017
Ducati Panigale V4 2017
Energica Eva 2015
Energica Ego 2014
Gilera SP02 1990
Honda NSR 125R 1992
Honda NSR 250R 1995
Honda CRF 450R Supermoto Special 2016
Honda CB650F 2015
Honda CB600F Hornet 2006
Honda CB900F Hornet 2002
Honda CB1000R ABS 2015
Honda CBR600RR 2004
Honda CBR600RR 2009
Honda CBR600RR 2015
Honda RVF750 RC45 1994
Honda CBR900RR Fireblade 1995
Honda VTR1000 SP1 2001
Honda VTR1000 SP2 2006
Honda CBR 1100XX Super Blackbird 1997
Honda CBR1000RR / Fireblade 2005
Honda CBR1000RR / Fireblade SP 2014
Honda CBR1000RR / Fireblade SP 2015
Honda CBR300R 2017
Honda CBR 900RR 2002 – 2004
Honda CBR 1000 SP2 2017
Honda CB 1100 EX 2017
Honda CBR1000RR Fireblade
Team: Honda Endurance Racing
2017
Honda CBR1000RR
Team: Honda Racing
2017
Horex VR6 Black Edition 2016
Husqvarna FS 450 2015
Husqvarna 401 Svartpilen 2015
Kawasaki KR-1S 250 1990
Kawasaki KL SM 450 F 2015
Kawasaki W800 2015
Kawasaki Z1000 2014
Kawasaki ZRX1200 2006
Kawasaki Ninja ZX 6R 2004
Kawasaki Ninja ZX 6R 2008
Kawasaki Ninja ZX 6R 636 2014
Kawasaki ZX-R 750 1989
Kawasaki GPZ 900R Ninja 1989
Kawasaki ZX 7RR 1996
Kawasaki Ninja ZX 10R 2006
Kawasaki ZZR1400 2015
Kawasaki Ninja ZX 10R 2016
Kawasaki Ninja H2 2015
Kawasaki Ninja 300 2017
Kawasaki ZX-6R Ninja 2005 – 2006
Kawasaki ZX-6R Ninja KRT Edition 2017
Kawasaki ZX-10 RR 2017
Kawasaki Ninja ZX-10R 2004-2005
Kawasaki Team SRC Kawasaki 2017
Kawasaki Ninja ZX 10R
Team: Bournemouth Kawasaki
2017
KTM 390 R 2014
KTM 450 SMR 2015
KTM Duke 690 R 2017
KTM 990 Super Duke R 2014
KTM 1190 RC8R 2014
KTM Super Duke GT 2017
KTM 1290 Super Duke R 2017
KTM 1190 RC8R Track 2017
Lightning Lightning LS 218 2014
Magni Giappone 52 1995
Magni Australia 98 1994
Magni Filo Rosso Naked 2015
Moto Guzzi V7 II Special 2016
Moto Guzzi V9 Bobber 2016
Mr Martini Ducati Flashback II 2015
Mr Martini Ducati Peace Sixty 2 2016
MV Agusta Brutale 675 2014
MV Agusta Rivale 800cc 2014
MV Agusta Brutale 800 2016
MV Agusta Brutale 1090 RR 2014
MV Agusta F3 675 2014
MV Agusta F3 800 2014
MV Agusta F4 750 1998
MV Agusta F4 1000S 2006
MV Agusta F4 1000 Senna 2006
MV Agusta F4 RR 2014
MV Agusta Turismo Veloce 800 Lusso 2016
MV Agusta F4 1000
Team: Team Laguna
2017
Norton V4 1200 2017
Norton Dominator SS 961cc 2017
Paton S1-R Lightweight 2017
Sartorie Meccaniche Tuono 2015
Sartorie Meccaniche Saetta 2015
Suter 500 mmx 2017
Suzuki RGV 250 1995
Suzuki RMZ 450 2015
Suzuki RG 500 1987
Suzuki GSR 750Z 2015
Suzuki GSX-R600 2014
Suzuki GSX-R 750 1985
Suzuki GSX-R 750RR LE 1989
Suzuki GSX-R 750 SRAD 1998
Suzuki TL1000R 1998
Suzuki GSX-R 1000 K5 2005
Suzuki GSX-R1000 2014
Suzuki RG 125F Gamma 1992 – 1993
Suzuki GSX-R 600 2017
Suzuki GSX-R 1000R 2017
Suzuki GSX-R 600 2008 – 2010
Suzuki GSX-R 1000 2001 – 2002
Suzuki GSX-R1000 Racing Version
Team SERT
2017
Suzuki GSX-R1000
Team: Bennetts Suzuki
2017
TM SMX Supermotard Competizione 2015
Triumph Street Twin 2016
Triumph Brat Tracker 2016
Triumph Scrambler 2016
Triumph Thruxton R 2016
Triumph Bonneville T120 2016
Triumph Street Triple RX 2015
Triumph Speed Triple 955i 2004
Triumph Speed Triple R 2014
Triumph Daytona 675 2009
Triumph Daytona 675R 2014
Triumph Daytona 955i 2005
Triumph Tiger Sport 2016
Yamaha TZR 125 R 1994
Yamaha TZR 250 R 1994
Yamaha RD 500 V4 1985
Yamaha XSR700 ABS 2015
Yamaha MT07 2015
Yamaha MT09 2014
Yamaha MT09 Street Rally 2014
Yamaha MT10 ABS 2016
Yamaha XJR1300 2006
Yamaha XJR 1300 2015
Yamaha YZF-R6 2015
Yamaha FZR 750 R OW 01 1989
Yamaha YZF-R1 1998
Yamaha YZF-R7 1998
Yamaha YZF-R1 2002
Yamaha YZF-R1 2014
Yamaha YZF-R1 2015
Yamaha R3 2017
Yamaha YZF-R6 2017
Yamaha YZF-R1 2007 – 2008
Yamaha SCR950 Scrambler 2017
Yamaha YZF-R1
Team: GMT 94 Yamaha Racing Team
2017
Yamaha YZF-R1
Team: Anvil Hire TAG Racing Yamaha
2017
Honda 500cc – Hailwood 1966
MV Agusta 500cc Three – Agostini 1969
Yamaha 500cc OW26 – Agostini 1975
Paton 500cc Bicilindrica 1969
Aprilia RS 250 – Racing Modify 2001
Honda NSR 250R – Racing Modify 1995
Kawasaki KR-1S 250 – Racing Modify 1990
Suzuki RGV 250 – Racing Modify 1995
Yamaha TZR 250 R – Racing Modify 1994
Yamaha MT10 ABS 2016
KTM 1290 Super Duke R 2017
Aprilia Tuono V4 Factory 2015
BMW S 1000 R 2016
MV Agusta Brutale 1090 RR 2014
Ducati Streetfighter 848 2014
MV Agusta Brutale 800 2016
Triumph Speed Triple R 2014
KTM 990 Super Duke R 2014
Kawasaki Z1000 2014
Honda VTR1000 SP1 2001
Aprilia RSV 1000 R 2003
Suzuki GSX-R 750 SRAD 1998
Kawasaki ZX 7RR 1996
Yamaha YZF-R7 1998
Ducati 916 1994
Bimota SB8K 2000
Ducati 1299 Panigale S 2015
Aprilia RSV4 RR 2015
Yamaha YZF-R1M 2015
BMW S 1000 RR 2015
Bimota BB3 2014
Kawasaki Ninja ZX 10R 2016
MV Agusta F4 RR 2014
Suzuki GSX-R1000R 2017
Honda CBR1000RR / Fireblade SP2 2017
KTM 1190 RC8R 2014
Ducati Panigale V4 – Racing Modify 2018
MV Agusta F3 675 2014
Triumph Daytona 675R 2014
Kawasaki Ninja ZX 6R 636 2014
Yamaha YZF-R6 2017
Honda CBR600RR 2015
Suzuki GSX-R600 2014

L’articolo Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto

MXGP Pro, Recensione Pc

MXGP Pro è una fatica, l’ultima, di Milestone, che si presenta per essere un’esperienza professionistica ma che non resiste alla tentazione di restare alla portata di chi guida solo tramite joypad. Arrivato su Steam, PS4 e Xbox One il 29 giugno scorso, segue MXGP 3 recensito in queste pagine poco più di un anno fa.

Se c’è uno sviluppatore italiano, di cui possiamo andar fieri perché esporta la passione per i motori a 360° (sia a quattro ruote che a due ruote) è proprio Milestone, che da 22 anni – ormai – ci abitua a produzioni dall’alto tasso di qualità visiva e un’apprezzabile componente arcade che vuole strizzare l’occhio al realismo ma preferisce farsi giocare da chi, una patente di guida e competenze professionali, non le ha.

FANGO, COMPOUND, CARRIERA

Alimentato dall’Unreal Engine di ultima generazione, MXGP Pro si presenta subito con il motore su di giri e ci getta nella mischia con un rapidissimo tutorial e una gara all’ultima derapata. Dopo averci traumatizzato così tanto in pochi minuti, eccoci a riprendere fiato e a fare i conti con l’offerta realizzata per noi. Al di là delle classiche modalità di gioco: gara, carriera, corsa al tempo e multiplayer, quello che ha subito attratto l’attenzione e drenato tempo libero è stato il Compound.

Si tratta di una vasta mappa liberamente esplorabile e caratterizzata da un paio di tracciati in terra battuta, che possiamo visitare a bordo della nostra due-ruote e setacciare incuranti delle barriere ai lati della carreggiata.

Pur essendo una sola mappa e grezza nel modo di presentare il tutto, da un’idea di quello che potrebbe essere un interessantissimo “hub” dei prossimi videogiochi, tanto elegante quanto funzionale. Per ora dobbiamo accontentarci di un bel posto dove far pratica senza le pressioni di una gara o di una carriera.

Quest’ultima sembra delinearsi come la modalità di punta di MXGP Pro, perché vuole (riuscendoci) metterci nei panni di un novello professionista di moto-cross, che ha tutta l’intenzione di raggiungere la vetta delle classifiche mondiali, lasciando dietro di sé fior fiori di piloti realmente esistenti (il gioco è quello ufficiale della disciplina di moto-cross tra le più seguite al mondo).

QUASI TUTTO AL POSTO GIUSTO






MXGP Pro come ogni medaglia, ha due facce. Da un lato, l’Unreal Engine di ultima generazione, offre uno scorcio davvero impressionante e tanti piccoli tocchi di classe tra animazioni ricercate, effetto fango, deformazione del manto fangoso al passaggio delle moto, effetto blur per la velocità e vento che frusta la tuta quando si raggiungono le velocità più alte. D’altro lato è stato un peccato enorme vedere che le collisioni tra piloti non sono così gravi o penalizzanti, quelli si limitano a rimbalzare tra loro.

Capita, inoltre, di dosare male una staccata o un salto, di finire un metro un po’ più di là della strada tracciata e il gioco ci fa apparire, magicamente, in mezzo alla pista. Sarebbe stato più difficile ma immensamente più gradevole che il sistema oper-world del compound, che non interrompe il flusso di gara. Comprendiamo le ragioni di questa scelta pur, tuttavia, non condividendola fino in fondo.

Infine, ci auguriamo che il titolo sia ottimizzato meglio, dal momento che qualche piccola sbavatura grafica è sfuggita al controllo di qualità, rendendo MXGP Pro più un gioco da spettacolari istantanee che da mostrare in diretta. Nulla, comunque, che pregiudichi il più alto punto di qualità di questa serie, che possiamo ormai definire fiore all’occhiello di Milestone.

CARATTERISTICHE E CONTENUTI

* Tutti i circuiti ufficiali, le moto e i piloti della stagione MXGP 2017.

* Un nuovo sistema di Bike Set-Up, ridefinito in base a quello che gli sviluppatori di Milestone chiamano l’approccio meccanico, che consente ai giocatori di impostare ogni singolo parametro della loro moto sulla base di valori e parametri reali.

* Un approccio realistico alla fisica, movimenti spettacolari e un sistema rielaborato di prese, collisioni e comportamenti in aria.

* Movimenti più realistici dei piloti integrati con la moto e influenzati dall’impatto su diversi tracciati.

*Un Compound di 1 km², un’area di allenamento dove i giocatori possono liberamente vagare o gareggiare contro l’AI e allenarsi su due piste diverse, una per il Supercross e una per il Motocross.

* Tutorial innovativi, una modalità di gioco dedicata a coloro che desiderano migliorare le capacità personalizzate del pilota, focalizzate sugli aspetti principali della disciplina Motocross: air control, scrubs, cornering, riding in the wet, starting e braking.

COMMENTO FINALE

MXGP Pro riparte dal suo predecessore, MXGP 3 e ne eredita quasi ogni aspetto senza preoccuparsi di somigliare troppo al “padre”. E’ un videogioco di moto-cross che ci porta a vivere i fasti e i nefasti di una carriera di pilota nel circo che conta. Che sia in prima persona o in terza, quel che è certo è che il gioco è mosso dall’ultima versione di Unreal Engine ed è un bel vedere, peccato per qualche sbavatura qui e lì.

Joypad (meglio) o tastiera alla mano, l’ultima fatica di Milestone si difende piuttosto bene pur disattendendo quel “Pro” che si legge sul titolo, optando per un approccio decisamente più arcade alla faccenda delle forze G, dei pesi sulla moto e sull’incidenza dei freni. Portando le opzioni al massimo del realismo, tuttavia, sarà comunque un’autentica sfida, quella di domare le due ruote per raggiungere la vetta della classifica.

Modalità carriera, corsa al tempo, gare veloci e immancabile multiplayer chiudono il cerchio dell’offerta che ha pochi, ma critici, difetti che possono essere tollerati da chi è un veterano della serie.

Il primo difetto riguarda le collisioni tra i piloti, decisamente poco realistiche e molto generose (anche le più dure non fanno cadere a terra, come la realtà suggerirebbe); altro difetto, specialmente durante le gare, è il reset di moto e pilota qualora si allontanassero di un metro più in là del seminato previsto dagli sviluppatori. Da un lato comprendiamo la scelta ma dall’altro il ritmo ne soffre molto: sempre interrotto. Ultimo aspetto che non ci ha particolarmente convinto sta nella mancata ottimizzazione: non tanto per le configurazioni più datate, che soffrono il bel motore grafico, quanto per i pop-up grafici e di illuminazione che rompono la magia di un paesaggio, altrimenti, eccezionale.

MXGP Pro è un signor videogioco di moto-cross, probabilmente il migliore a disposizione per gli appassionati. Questi non saranno delusi, tutti gli altri, probabilmente, si.

 

L’articolo MXGP Pro, Recensione Pc proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MXGP Pro, Recensione Pc

Debutta oggi Ghostly Matter in esclusiva Steam

Da oggi, gli appassionati di metroidvania avranno un nuovo gioco con cui divertirsi. Si tratta di Ghostly Matter, un titolo sviluppato da Small Bros e distribuito da Milestone che è disponibile in esclusiva su Steam per Pc.

Il gioco prende in prestito elementi alle avventure di fine anni ‘80, ed è caratterizzato da una grafica in pixel art e da una trama ricca di misteri soprannaturali e citazioni alla cultura pop anni ‘80 e all’horror italiano anni ‘60.

Ghostly Matter è un’opera realizzata con passione e amore, ma, cosa ancora più particolare, è soprattutto un videogame realizzato da una sola persona: Ivan Porrini, classe 1986, che ha investito tre anni della sua vita in questo incredibile progetto, oggi pubblicato da Milestone.

Ecco il trailer di lancio, buona visione.

SINOSSI DEL GIOCO

Il professor Penderghast, massimo esperto mondiale nella cattura di fantasmi, riceve via radio una disperata richiesta d’aiuto: è Melvil, suo vecchio amico e collega.

Gli indizi portano alla misteriosa magione Blackwood, una tenuta situata in una remota zona della Scozia. Risoluzione di enigmi, esplorazione, oggetti da trovare e una componente narrativa di primo piano formano le basi del gioco, ma non mancheranno armi micidiali ed esplosioni, nemici ripugnanti e azione frenetica.

CARATTERISTICHE CHIAVE



  • Mappa open world liberamente esplorabile
  • 40+ tipologie di nemici, suddivise in 3 categorie
  • 14 potenziamenti da conquistare
  • 6 armi, ognuna delle quali dotata di effetti diversi in base alla classe del nemico
  • Oltre 100 oggetti da trovare
  • Usa il visore Polterscope per vedere i fantasmi e altri oggetti segreti
  • Filtro CRT completamente personalizzabile: decidete la sfocatura, la curvatura del monitor, la desaturazione e i glitch
  • Tantissimi rompicapo da risolvere
  • Scoprite poco a poco la storia trovando gli indizi e parlando con i PNG (personaggi non giocanti).

L’articolo Debutta oggi Ghostly Matter in esclusiva Steam proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Debutta oggi Ghostly Matter in esclusiva Steam

Ride 3, immagini per la strada della Forra

Ne avevamo parlato in mattinata della strada della Forra, nuova location che sarà presente in Ride 3, titolo in arrivo su Pc, PS4 ed Xbox One il prossimo 8 novembre.

Ed ecco che ritorniamo sull’argomento grazie ad una piccola serie di immagini inedite di questa strada definita da Winston Churchill (niente poco di meno) l’”ottava meraviglia del mondo”.

Non indugiamo oltre proponendovi le immagini diffuse da Milestone. Buona visione.







L’articolo Ride 3, immagini per la strada della Forra proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ride 3, immagini per la strada della Forra

MXGP PRO è disponibile nei negozi fisici e digitali

MXGP PROMXGP PRO è ora disponibile nei negozi fisici e digitali per PC, PlayStation 4 e Xbox One. Potete guardare il trailer di lancio in testa alla notizia. MXGP PRO è un nuovissimo inizio, progettato per soddisfare i fan più esigenti desiderosi di rivivere il vero spirito del Motocross. Tutta la conoscenza dei titoli precedenti nel franchise […]

L’articolo MXGP PRO è disponibile nei negozi fisici e digitali proviene da Havoc Point.

Gravel, il dlc Armored Operation è disponibile

Milestone ci presenta con il trailer di lancio, Armored Operation, il nuovo dlc di Gravel, il racing offroad della software house italiana.

Questa espansione includerà una selezione di veicoli militari, adattati a gareggiare e completi di armi, si uniscono al roster di Gravel. Un nuovo episodio di Off-road Master è stato creato per questi veicoli originalissimi, ma molto spettacolari.

Il dlc è incluso nel Season Pass, è disponibile per l’acquisto per Pc su Steam, Playstation 4 ed Xbox One. Spazio al video della durata di un minuto.

L’articolo Gravel, il dlc Armored Operation è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gravel, il dlc Armored Operation è disponibile

Milestone conferma l’uscita di Ride 3 per il mese di novembre

L’italianissima Milestone ha confermato l’uscita del terzo capitolo della serie motoclistica, Ride 3. Per l’occasione è stato mostrato anche un teaser trailer, che come sempre è visibile andando in testa all’articolo. Il titolo vanterà il motore grafico Unreal Engine, già utilizzato in Gravel e The Official Monster Energy Supercross. L’uscita del gioco è prevista per l’8 […]

L’articolo Milestone conferma l’uscita di Ride 3 per il mese di novembre proviene da Havoc Point.