Archivi categoria: konami

Auto Added by WPeMatico

Frogger in Toy Town, novità in arrivo

Frogger in Toy Town, videogioco disponibile in esclusiva su Apple Arcade, di Konami Digital Entertainment, presto avrà una nuova modalità co-op a due giocatori.
Selezionando l’opzione ‘CO-OP Play’ nel menu principale, gli utenti potranno invitare un secondo giocatore come ospite. Nella modalità single player le piccole raganelle scappano via quando il giocatore urta degli ostacoli, la modalità CO-OP offre invece una seconda possibilità di salvare le raganelle che si dirigeranno nella direzione del secondo giocatore.

La stessa Konami ha anche annunciato che ulteriori contenuti verranno aggiunti a dicembre, tra cui la nuova ambientazione di gioco invernale Winter Nightmare che si aggiungerà alle altre tre ambientazioni a tema: Suburban House, Hobby House e The Mansion già disponibili ora nel gioco. Inoltre, Winter Nightmare include dei costumi personalizzati da vampiro, scheletro e da acchiappa fantasmi per la propria rana. I giocatori dovranno affrontare misteriosi bulbi oculari animati, strane zucche e terrificanti orsetti. Maggiori informazioni sui contenuti di questo aggiornamento e sulla data di uscita verranno presto annunciati.

A PROPOSITO DEL GIOCO

Frogger in Toy Town è un divertentissimo gioco di azione caratterizzato da una splendida e coloratissima grafica 3D. I giocatori possono giocare anche con gli amici e i familiari in modalità multiplayer cooperativa locale. Pubblicato per la prima volta nel 1981, Frogger è uno dei titoli arcade più classici di sempre dove i giocatori sono chiamati a guidare la propria rana verso la sua tana evitando pericoli come automobili, alligatori e serpenti. Questo videogioco è apparso su molte piattaforme nel corso degli anni ed è stato giocato da milioni di fan di tutto il mondo.


L’articolo Frogger in Toy Town, novità in arrivo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Frogger in Toy Town, novità in arrivo

eFootball PES 2020, arriva lo Zenit San Pietroburgo

Konami ha annunciato oggi di aver siglato un accordo di partnership con lo Zenit San Pietroburgo, la squadra campione della Premier Liga russa, per eFootball PES 2020.

Vediamo il trailer dedicato alla squadra campione di Russia:

 

Oltre alla licenza ufficiale dello Zenit, già presente ora all’interno del gioco, nel secondo trimestre del 2020 verrà inclusa in eFootball PES 2020 anche la Gazprom Arena, conosciuta anche con il nome di Stadio di San Pietroburgo. Lo stadio di casa dello Zenit verrà fedelmente riprodotto con la massima qualità possibile dall’esperto team di sviluppatori.

Questo annuncio fa seguito a quello della presenza, già da oggi, dell’ex stella dello Zenit, Andrey Arshavin tra le Leggende di PES in myClub.

L’accordo conferma la grande importanza che ha assunto il mercato russo per la serie eFootball PES in seguito all’acquisizione esclusiva della Premier Liga russa lo scorso anno.

Grazie a questa nuova partnership ufficiale sono destinate ad aumentare le collaborazioni attivazioni e tra lo Zenit e KONAMI. Sono in fase di studio anche delle collaborazioni esport con lo Zenit, i cui cyberatleti sono campioni in carica della Russian Premier Liga Cyberleague.

Dmitry Mankin, direttore commerciale dello Zenit ha dichiarato:

Siamo orgogliosi di essere stati scelti da KONAMI come partner club di eFootball PES 2020. L’interazione con i fan nel mondo del virtuale è un fenomeno moderno che non può essere ignorato. Grazie a questo accordo i nostri fan avranno la possibilità di giocare a PES 2020 con la fedelissima controparte digitale dello Zenit all’interno di una perfetta riproduzione della Gazprom Arena.”

Jonas Lygaard, senior director brand & business development di Konami Digital Entertainment B.V, ha detto:

Siamo onorati di annunciare che la partnership ufficiale con lo Zenit che conferma il nostro grande interesse per il calcio russo. La nostra rosa di team partner è in continua espansione, questo ulteriore accordo conferma il nostro continuo impegno nel coinvolgere i nostri fan di tutto il mondo, in particolar modo nei paesi dove il calcio è estremamente amato.

L’articolo eFootball PES 2020, arriva lo Zenit San Pietroburgo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di eFootball PES 2020, arriva lo Zenit San Pietroburgo

Konami annuncia eFootball.Open

Konami ha svelato oggi maggiori informazioni su eFootball.Open la nuova competizione esport basata su PES 2020.

Una panoramica completa di eFootball, che include tutte le più recenti novità, è disponibile su questa pagina.

I due principali tornei di questa competizione organizzata da Konami: eFootball.Pro ed eFootball.Open inizieranno a dicembre.

Le iscrizioni a eFootball.Open saranno aperte il prossimo mese, questo torneo andrà a sostituire la PES LEAGUE e si giocherà esclusivamente in 1v1.

I giocatori di eFootball PES 2020, tramite la modalità Matchday, sceglieranno in fase di registrazione con quale squadra partecipare al torneo. I club calcistici parteciperanno invece al torneo esport professionale eFootball.Pro che verrà presto annunciato.

eFootball.Open sarà una competizione estremamente accessibile, i giocatori verranno divisi, sulla base dei loro punteggi online, nelle categorie di livello “Basic”, “Intermediate” ed “Expert”. Le partite si disputeranno ogni due settimane.

I giocatori di livello “Expert” avranno la possibilità di aggiudicarsi un posto per le Regional Finals e le World Finals, dove saranno in palio premi in denaro, e di mettersi in mostra con i più celebri club calcistici alla ricerca delle future stelle dell’eFootball.

Chi appartiene alla categoria “Expert” verrà inseriti in classifiche dedicate alla loro piattaforma di gioco (PS4, Xbox One o Pc) i migliori 50 giocatori accederanno alle finali online.

Qui di seguito il programma della competizione (le date non sono ancora definitive):

  1. Registrazione Online – Metà novembre 2019.
  2. Qualificazioni Online – Da dicembre 2019 a febbraio 2020.
  3. Finali Online – Da febbraio a marzo 2020.
  4. Regional Finals – maggio 2020.
  5. World Finals – luglio 2020.

L’articolo Konami annuncia eFootball.Open proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Konami annuncia eFootball.Open

eFootball PES 2020, Recensione – Il calcio secondo Konami

Ricostruire una serie di successo dopo anni di declino non è mai tropo facile, specie se nel frattempo la concorrenza non se n’è stata con le mani in mano e ha saputo migliorarsi fino al punto di superare l’avversario. È quello che è successo a Konami con la sua serie Pro Evolution Soccer: l’azienda giapponese non ha però demorso, e dopo aver intrapreso negli ultimi tempi la strada giusta per tornare a proporre una serie calcistica di livello, quest’anno con eFootball PES 2020 si prefigge di riaffermarsi con un’edizione che si porta dietro uno smodato numero di aspettative anche per la volontà del team di sviluppo di farne una sorta di apripista “in una nuova decade dove le simulazioni calcistiche avranno un ruolo sempre più importante, con la ferma intenzione di rivoluzionare il mondo dell’eFootball e portare questo sport a un’audience mondiale sempre più ampia”. Ci saranno riusciti? Leggetelo nella nostra recensione di eFootball PES 2020 su PS4. Buona lettura.

PIÙ LICENZE, PIÙ REALISMO?

Che eFootball PES 2020 punti decisamente a questo obiettivo lo dimostra non solo il nuovo nome che fa riferimento agli sport digitali, ma pure la nuova modalità chiamata Matchday, che permette ai tifosi di partecipare settimanalmente alla riproduzione di partite reali e tentare di contribuire quindi alla vittoria della propria squadra.

In pratica quando si presenta un determinato evento, per esempio una serie di partite per le qualificazioni europee delle nazionali come questa settimana, oppure dei match clou di campionato, il videogiocatore viene invitato da Konami a scegliere in quale squadra vuole giocare. A quel punto, assieme ad altri utenti, entra a far parte di un gruppo che partecipa a una serie di partite contro delle fazioni avversarie.

Lo scopo è ottenere Punti Evento, visto che lo schieramento con il punteggio più alto arriverà avvantaggiato a una successiva finale che chiuderà l’evento generale e verrà poi trasmessa in diretta streaming in modalità Matchday, con tanti premi, soprattutto ai vincitori.

A gareggiarvi saranno però solo gli utenti più meritevoli, che Konami selezionerà dopo aver analizzato i risultati di tutte le Partite, per trovare all’interno dei gruppi quegli appassionati che hanno garantito le migliori prestazioni. Perché in questa modalità, ogni passaggio e ogni gol spettacolare messo a segno dal singolo videogiocatore contribuisce sì alla vittoria della sua fazione, ma anche a metterne in evidenza o meno le capacità.

Tornando alle modalità di gioco di eFootball PES 2020 che analizzeremo nella recensione, l’offerta non è molto ampia come quella di FIFA, ma tutto sommato si difende discretamente, grazie soprattutto all’opera di svecchiamento operata da Konami su quella che da sempre è il cuore pulsante della serie, ovverosia la Master League. Richiesta a gran voce da tutti i fan, il lavoro del team di sviluppo ha dato i suoi frutti e adesso, a parte alcuni crash risolvibili con qualche prossimo fix, la modalità è tornata a essere bella da giocare. Potenziato il sistema di gestione dei dialoghi e dei trasferimenti, con un nuovo algoritmo basato su un ricco database di informazioni del mondo reale, sono stati introdotti personaggi leggendari come Zico, Cruyff, Bebeto e Maradona da utilizzare come allenatori, nuove opzioni e scenette.  Ed altri che conoscerete (e riconoscerete) giocando.

Infine trasferimenti, costi, ingaggi e tanti altri elementi, durante la nostra prova, ci sono sembrati abbastanza allineati con la realtà. Insomma, non siamo ancora di fronte a una modalità completa come la Carriera di Fifa, ma quest’anno gli appassionati di PES non possono lamentarsi.

Diverso il discorso per le altre sezioni, che non hanno ricevuto uguale trattamento o al massimo solo qualche sensibile ritocco: per questo motivo liquidiamo velocemente Diventa un Mito, ancora troppo acerba per poter risultare appetibile, le classiche opzioni per le partite amichevoli veloci in singolo o in co-op, i vari tornei, veri o inventati, ciascuno dei quali caratterizzato da diverse opzioni per tutti i gusti e per tutte le esigenze, e il MyClub, una sorta di Ultimate Team in salsa Konami, che oltre alle tradizionali co-op, alle Divisioni e alle partite veloci,  propone delle gare settimanali e, dal punto di vista gestionale, semplifica alcune sue funzioni, in particolare per l’ingaggio e il potenziamento di nuovi calciatori, aggiornando spesso le liste degli allenatori così da avere maggiori possibilità di trovare quello più adatto alle proprie esigenze tecnico-tattiche.

MyClub è ovviamente aperto alla rete, ed è proprio la parte dedicata al gioco online l’altro piatto forte dell’offerta di eFootball PES 2020 che ribadiamo in questa recensione. Disponibile nella sezione eFootball con le solite amichevoli, le sfide personalizzabili, il già citato Matchday, la co-op da 3vs3 con cui organizzarsi in clan, e la possibilità di poter disputare Divisioni e Tornei, la sezione funziona piuttosto bene, almeno fino al momento in cui scriviamo questo articolo. Durante i nostri test tutto è filato abbastanza liscio, senza lag e con un matchmaking piuttosto preciso e veloce, tranne in una circostanza, quando il gioco si è bloccato durante un match. Un buon biglietto da visita in attesa delle varie iniziative legate agli eSports che l’azienda giapponese conta di lanciare nei prossimi mesi.

CALCIO DI INIZIO

Ad ogni modo è, come scritto prima, scendendo in campo che si può rivivere realisticamente una partita e si possono apprezzare le principali novità introdotte da questo eFootball PES 2020 in termini di gameplay: con i comandi settati di default e il livello di difficoltà inizialmente impostato su Professionista per riprendere l’abitudine col gioco, abbiamo ritrovato il solito feeling con i controlli e una giocabilità simile a quella del capitolo precedente, ma più rifinita.

Il ritmo di gioco è lento e ragionato, con le squadre che tendono a costruire le azioni svariando anche con aperture da una parte all’altra del campo, piuttosto che a cercare la giocata del singolo, cosa tra l’altro difficile da tentare vista l’attenzione riposta dai difensori sul portatore di palla e la loro abilità nell’affondare il tackle quando serve, o contenere l’avversario col fisico.

Questo ovviamente non vuol dire che i fuoriclasse non possano fare la differenza: lo stile di gioco dei vari Ronaldo, Messi o Hazard non solo influenza le interazioni con il pallone, ma anche il comportamento dei giocatori intorno a loro. Ecco quindi un Higuain allargarsi per portarsi dietro un difensore e far spazio centralmente a CR7, oppure un Benzema accentrasi e un Modric inserirsi in area, pronti a ricevere un cross pennellato dal belga. Liberarsi o saltare palla in movimento l’avversario resta comunque difficile, e la riuscita di certe giocate dipende ancora di più dalle abilità dell’utente con il controller in combinazione con la tecnica di base dell’atleta e in relazione ai parametri difensivi e fisici di chi difende.

Da questo punto di vista l’operato è piuttosto buono, e la sensazione, fin dalle prime partite, è che il titolo tenga conto di tutta una serie di parametri più sofisticati nella “gestione” delle varie situazioni di gioco, compresa la nuova caratteristica ribattezzata Dribbling di precisione.

Vale la pena ricordare in questa recensione di eFootball PES 2020 che questa caratteristica, nata dalla collaborazione col campione Andrés Iniesta, esalta i giocatori più tecnici permettendogli, alla leggera pressione dell’analogico destro, di spostare repentinamente la palla per mandare fuori tempo l’avversario. In quest’ottica sono state riviste anche le finte e gli stop al volo, con l’integrazione di nuove tecniche come per esempio il Controllo senza tocco, che permette di seguire il pallone correndo senza contatto.

A proposito di pallone, gli interventi sul motore fisico del gioco da parte di Konami hanno riguardato anche esso, a tutto vantaggio di passaggi e tiri. Questi ultimi, specie quelli dalla distanza e tesi, tengono conto maggiormente della postura e della pressione a cui è sottoposto l’autore della conclusione, e restituiscono la sensazione di una certa potenza e pesantezza della stessa sfera.

In tal senso si registrano miglioramenti nei rimbalzi durante i passaggi e negli altri tipi di conclusione a rete, con gli impatti anche fortuiti con la palla decisamente credibili. Allo stesso modo i portieri sono più guardinghi e reattivi, e reagiscono piuttosto bene alle situazioni di pericolo. Rispetto al passato coprono meglio il primo palo, e anche se tendono ancora a commettere qualche ingenuità, almeno nelle uscite, in linea di massima danno maggiori garanzie fra i pali.

A rendere realistico ogni contatto, movimento della palla, mossa o tocco contribuiscono poi in combinazione una serie di nuove animazioni di raccordo e completamento, soprattutto quelle legate ai movimenti repentini, che risultano davvero molto fluidi e naturali. Il massimo, ovviamente, lo abbiamo ottenuto settando i comandi in manuale e alzando il livello di difficoltà impostandolo a Superstar.

L’ULTIMA PERLA DEL FOX ENGINE 

A questo punto della nostra recensione su eFootball PES 2020 parliamo del’intelligenza artificiale e della fisicità che sono d’altronde due degli elementi cardine su cui Konami ha puntato moltissimo per donare più credibilità a quella che si prefigge di essere una simulazione calcistica degna di questo nome.

Per il resto, bella davvero la grafica, già superiore a quella di PES 2019, con una cura per ogni minimo dettaglio quasi maniacale, texture parecchio rifinite perfino per gli elementi di contorno, un’erbetta che ti sembra quasi di poterla toccare con mano e volti ai limiti del fotorealismo. Particolarmente azzeccato il sistema di illuminazione naturale dinamica, che simula ottimamente la posizione del sole in cielo o dei fari nelle notturne, per creare ombre realistiche e colori naturali in ogni contesto di gara. Perfino le divise di gara, specie quelle coperte da licenze ufficiali, perfettamente ricreate, guadagnano credibilità proprio dal nuovo sistema di luci e ombre.

A proposito, Konami ha rinnovato le partnership con il Barcellona e con l’Arsenal e ha acquisito le licenze ufficiali di Manchester UnitedBayern MonacoJuventus e di altre squadre non europee. Ma il vero colpo, quest’anno, è stato proprio l’aver preso in esclusiva i diritti relativi alla squadra otto volte consecutive Campione d’Italia e due volte vice-campione d’Europa negli ultimi anni. eFootball PES 2020 è infatti l’unico videogioco di calcio in cui è possibile giocare con la Juventus, ed è innegabile che l’acquisizione di licenze come queste rappresentino un colpo importante per l’azienda giapponese, non solo da un punto di vista dell’immagine e dell’appeal nei confronti di una certa fetta di pubblico ma, da un punto di vista più pratico, anche per una questione di bellezza e realismo visivo.

Fermo restando che il fulcro di una simulazione sportiva resta la giocabilità, è innegabile che anche il contorno recita un ruolo importante, contribuendo a rendere più credibile tutto il contesto e dunque il senso di immedesimazione dell’utente. Insomma, un conto, al netto delle patch amatoriali, è giocare Man Red-PM Black White, un altro Manchester United – Juventus.

Per questo è auspicabile che in futuro alla Serie A TIM, alla Ligue 1 e 2 francese o alla Eredivisie olandese, si aggiungano La Liga spagnola, la Premier inglese e la Bundesliga tedesca, purtroppo non ancora coperte da licenze ufficiali.

Tornando all’analisi tecnica della produzione e andando a chiudere, a corroborare quanto appena descritto c’è una regia degna di una trasmissione televisiva, pronta a valorizzare gli stadi come l’Allianz Arena del Bayern Monaco o l’Allianz Stadium della sopra citata Juventus, con inquadrature dal taglio televisivo. Per non parlare di un comparto sonoro capace di restituire tutta l’atmosfera che si respira all’interno di un vero stadio durante una partita di calcio. Buona anche la telecronaca del duo Fabio Caressa-Luca Marchegiani, abbastanza ritmata, divertente e con parecchie linee di dialogo. In definitiva, il FOX Engine, che con la next generation di console andrà in pensione, ci regala forse l’ultima perla, almeno in PES.

COMMENTO FINALE

Alla fine di questa lunga recensione di eFootball PES 2020 e di tantissime partite, disputate con la patch che aggiorna le rose delle squadre allo stato attuale, possiamo tranquillamente affermare che questo è un titolo bello e ricco di sfaccettature, con un gameplay ben definito, dove la differenziazione del gioco di ogni singola squadra acquista valore in base alle strategie e alle caratteristiche dei suoi atleti, che riescono a replicare le giocate delle rispettive controparti reali grazie a una serie di parametri.

Se però a livello di giocabilità il titolo può rassicurare i fan, l’infrastruttura necessita ancora di qualche intervento per ampliare un’offerta, a livello di contenuti e di profondità, buona ma non ancora pienamente soddisfacente. Inoltre c’è bisogno di una patch che stabilizzi il gioco eliminando un paio di fastidiosi bug presenti nella Master League e nel Matchday. Nulla però, a giudizio di chi scrive, di così compromettente da scalfire troppo la qualità generale della produzione targata Konami.

L’articolo eFootball PES 2020, Recensione – Il calcio secondo Konami proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di eFootball PES 2020, Recensione – Il calcio secondo Konami

Yu-Gi-Oh! Legacy of the DUelist: Link Evolution è su Switch

Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution è disponibile in esclusiva su Switch. Lo rende noto Konami. Il gioco è su Nintendo eShop mentre la versione fisica sarà nei negozi a breve: il 22 agosto.

La versione fisica del gioco include tre nuove card esclusive del gioco di carte da collezione: il Mostro Link, Progleone, il Mostro Cyberso Micro Codificatore e la Carta Magia Cynet Codec.

Basato sul gioco di carte da collezione, Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution permetterà di costruire il proprio Deck basandosi su una selezione di oltre 9.000 carte, il più grande quantitativo di carte mai apparso in un videogioco dedicato alla serie. Questo videogioco porta su Switch oltre 20 anni di storia del brand Yu-Gi-Oh! e rappresenta il titolo ideale per tutti i fan delle serie animate e per i duellanti con qualsiasi livello di esperienza.

I duellanti possono visitare la pagina internet ufficiale di Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution per ottenere maggiori informazioni.

CARATTERISTICHE

Ulteriori caratteristiche di Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution includono:

  • Costruite e personalizzate un Deck scegliendo tra più di 9.000 carte, il più grande numero di carte mai incluso in un videogioco di Yu-Gi-Oh! Gioco di carte da collezione.
  • Sfidate altri giocatori in locale o tramite Nintendo Online.
  • L’aggiunta delle carte Mostri Link cambierà non solo il modo di giocare dei giocatori esperti ma anche dove giocheranno.
  • Assumete il ruolo degli antagonisti della serie animata con Reverse Duels.
  • Duella con i Battle Pack nei formati Sealed e Draft.
  • Include tutti i contenuti precedentemente rilasciati in Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist.

La serie di Yu-Gi-Oh! è basata sul manga Yu-Gi-Oh! (ideato da Kazuki Takahashi), che è stato pubblicato in serie sulla rivista Weekly Shonen Jump di SHUEISHA Inc. a partire dal 1996, ed è ora alla sesta generazione della serie animata “Yu-Gi-Oh!” (in onda sui canali affiliati a TV Tokyo).

Konami ha rilasciato il primo gioco su console nel 1998 e la serie, compreso il gioco di carte collezionabili, conta ancora numerosissimi appassionati in tutto il mondo.

L’articolo Yu-Gi-Oh! Legacy of the DUelist: Link Evolution è su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Yu-Gi-Oh! Legacy of the DUelist: Link Evolution è su Switch

eFootball PES 2020, accordo con la Juventus

Anche la Juventus, dopo quelli col Manchester United ed il Bayern Monaco, ha concluso un accordo triennale con Konami per eFootball PES 2020. Il gioco calcistico debutterà il 10 settembre su Pc, PS4 ed Xbox One.

La partnership tra il publisher giapponese e la “Vecchia Signora” permetterà agli sviluppatori della serie eFootball PES l’utilizzo esclusivo all’interno di un videogioco di calcio della Juventus, inclusi il nome della squadra, lo stemma e i kit di gioco ufficiali. Inoltre, il team di sviluppo ha avuto la possibilità di collaborare con i calciatori della squadra per poterli ricreare al meglio digitalmente all’interno del videogioco.

Jonas Lygaard, senior director brand & business development di Konami Digital Entertainment B.V. ha dichiarato:

La nostra partnership con Juventus FC, una delle più importanti squadre del mondo, è un messaggio chiaro da parte di eFootball PES 2020 – che sarà l’unico videogioco di calcio in cui si potrà giocare con i giganti italiani. Il claim del gioco è ‘playing is believing’ e noi siamo orgogliosi che la Juventus FC creda in noi e in un futuro con noi.

Lo stadio di casa dei bianconeri, l’Allianz Stadium, sarà perfettamente ricreato e presente in esclusiva in eFootball PES 2020. Il team di sviluppo è specializzato nella riproduzione digitale degli stadi. Ed i tifosi di calcio in tutto il mondo sapranno sicuramente apprezzare il livello di dettaglio presente nella loro ultima creazione.

E non finisce qui; i giocatori della prima squadra della Juventus FC sono stati tutti scannerizzati in 3d per permettere che siano perfettamente riprodotti all’interno del videogioco così come nella realtà.

PJANIC PES AMBASSADOR

Konami annuncia anche che Miralem Pjanić, il centrocampista bosniaco, è stato reclutato come Official eFootball PES Ambassador. In questo ruolo, Pjanić apparirà sulla copertina di eFootball PES 2020 e sarà coinvolto in una serie di attività di Juventus e Konami nel corso dell’anno.

Giorgio Ricci, chief revenue officer della Juventus, ha commentato:

Siamo molto orgogliosi della collaborazione che abbiamo definito con Konami. Questa partnership vede due icone del calcio e dell’intrattenimento mondiale, Juventus e PES, unire le forze per i prossimi tre anni, permettendo più facilmente di identificarci con i nostri tifosi più giovani e di aumentare la nostra popolarità sia coi fan dello sport che con quelli dell’esports.

La Juventus FC, fondata nel 1897, è la squadra più popolare in termini di tifosi in Italia e una delle più apprezzate a livello mondiale. Il club detiene l’invidiabile record di 37 titoli italiani vinti, 13 coppe italiane e otto Super Coppe. Inoltre, aggiungiamo noi, è stata la prima squadra (unico club italiano) a vincere le tre coppe europee dell’epoca (Coppa Campioni, Coppa Coppe e Coppa Uefa).
Anche il palmares internazionale è di tutto rispetto. Troviamo due Champions League (su 9 finali raggiunte, ndr), una Coppa Coppe, tre Coppe Uefa/Europa League, due Supercoppe Uefa, due Coppe Intercontinentali (competizione conosciuta ora come Campionato del Mondo per Club). Figurano anche una Coppa Intertoto ed una Coppa delle Alpi.




L’articolo eFootball PES 2020, accordo con la Juventus proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di eFootball PES 2020, accordo con la Juventus

PC Engine Core Grafx Mini, ecco la line-up dei giochi

Ad un mese esatto dal suo annuncio, che culminò con l’E3 2019 di Los Angeles, Konami ha diffuso i dettagli sulla line-up dei giochi integrati al PC Engine Core Grafx Mini nonché le modalità del pre-order. Inoltre è stata resa nota anche la data di lancio sul mercato.

La console sarà disponibile in esclusiva su Amazon a 89.99 euro dal 19 marzo 2020. Gli utenti Amazon Prime potranno prenotarlo in esclusiva dal 15 luglio.

La versione compatta della classica console del 1987 avrà una selezione totale di 50 giochi del passato che saranno presenti nel TurboGrafx-16 e nel PC Engine.

L’annuncio è accompagnato da questo trailer.

Oltre ai titoli già annunciati all’E3, sono stati svelati altri 20 giochi in inglese per il TurboGrafx-16. La line-up adesso è composta da 24 giochi:

  • Air Zonk.
  • Alien Crush.
  • Blazing Lazers.
  • Bomberman ’93.
  • Bonk’s Revenge.
  • Cadash.
  • Chew-Man-Fu.
  • Dungeon Explorer.
  • J.J. & Jeff.
  • Lords Of Thunder.
  • Military Madness (Nectaris).
  • Moto Roader.
  • Neutopia.
  • Neutopia II.
  • New Adventure Island.
  • Ninjaspirit.
  • Parasol Stars.
  • Power Golf.
  • Psychosis.
  • R-Type.
  • Soldier Blade.
  • Space Harrier.
  • Victory Run.
  • Ys Book I&II.










































































































































Saranno inoltre giocabili sul PC Engine Core Grafx mini 26 giochi del PC Engine nella loro versione originale in giapponese:

  • Akumajō Dracula X Chi No Rondo (Castlevania: Rondo Of Blood).
  • Aldynes.
  • Appare! Gateball.
  • Bomberman ’94.
  • Bomberman Panic Bomber.
  • Chō Aniki.
  • Daimakaimura (Ghouls ‘N’ Ghosts).
  • Dungeon Explorer.
  • Fantasy Zone.
  • Ginga Fukei Densetsu Sapphire.
  • Gradius (Nemesis).
  • Gradius II – Gofer No Yabō (Nemesis II).
  • Jaseiken Necromancer.
  • Nectaris (Military Madness).
  • Neutopia.
  • Neutopia II.
  • Ninja Ryūkenden (Ninja Gaiden).
  • PC-Genjin (Bonk).
  • Salamander.
  • Snatcher.
  • Star Parodier (Fantasy Star Soldier).
  • Super Darius.
  • Super Momotarō Dentetsu II.
  • Super Star Soldier.
  • The Kung Fu (China Warrior).
  • Ys I&II.




























































































































































PERIFERICHE AGGIUNTIVE DISPONIBILI AL LANCIO

Il giorno del lancio saranno anche disponibili delle periferiche opzionali che includono:

  • Turbo Controller per il Core Grafx mini, un controller con funzioni di sparo automatico
  • Multi Tap per il Core Grafx mini, che permette di giocare in 5 persone in multiplayer

Il PC Engine Core Grafx mini sarà disponibile in un numero selezionato di nazioni europee. Due versioni aggiuntive saranno disponibili nel Nord America ed in Giappone, chiamate rispettivamente TurboGrafx-16 mini e PC Engine mini.

Le console originali sono conosciute per avere introdotto per la prima volta alcune caratteristiche, come essere la prima console equipaggiata con il lettore CD-ROM e la prima a offrire la possibilità di giocare in 5 con il multi-tap. Ancora più importante comunque è stato il fatto che la console è diventata uno degli oggetti da collezione  più desiderati per la line-up di titoli di qualità, molti dei quali saranno riproposti in questa edizione della console.

L’articolo PC Engine Core Grafx Mini, ecco la line-up dei giochi proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di PC Engine Core Grafx Mini, ecco la line-up dei giochi

eFootball PES 2020 non avrà il calcio femminile

Ancora un articolo su eFootball PES 2020 quest’oggi. I Mondiali di calcio femminile si chiuderanno domenica con la finalissima tra Usa ed Olanda. L’attenzione è quindi ancora alta verso un movimento in costante crescita. Ed anche nel nostro Paese grazie alle ottime prestazioni delle Azzurre che si sono arrese con l’onore delle armi alle Oranje (neo-finaliste) ai quarti di finale, c’è stata una ventata di interesse. Prova ne siano i grandi ascolti in TV ed il dibattito che si è aperto sulla possibilità di portare le calciatrici al professionismo (assieme ad altri sport).

Ad ogni modo, eFootball PES 2020 non includerà il calcio femminile. Lo si legge su Twitter grazie a d un cinguettio su GameSpot. E questo nonostante il soccer “rosa” in Giappone sia una grossa realtà (con un titolo iridato in bacheca nel 2011 ed un successivo argento).

Konami says PES 2020 has no “plans to integrate women,” https://t.co/33ffUOgzec pic.twitter.com/OetJxQ0OeT

— GameSpot (@GameSpot) July 4, 2019

Il brand manager europeo Lennart Bobzien ne ha parlato sempre a GameSpot.

Supporto personalmente il calcio femminile e seguo attentamente la Coppa del Mondo. Comunque non abbiamo alcun piano per integrare le donne in eFootball PES 2020.

Per vedere il calcio femminile, quindi, dovremo necessariamente guardare a Fifa 20. La serie di EA Sport detiene da tempo i diritti ed include la variante femminile già da Fifa 16. Speriamo che visto il numero di licenze ufficiali (EA Sport ha i diritti della Coppa del Mondo maschile e femminile) questa componente sia potenziata nel nuovo Fifa 2020.

Tornando a eSport PES 2020, ricordiamo che il gioco debutterà su Pc, PS4 ed Xbox One il 10 settembre con tutte le novità di cui abbiamo parlato in diversi nostri articoli.  Konami, quando ha presentato il gioco all’E3 2019 di Los Angeles, ha apertamente parlato di un nuovo inizio, di un titolo “apripista” per il prossimo decennio. Vedremo se sarà effettivamente. Sicuramente a fine mese conosceremo ulteriormente il gioco grazie alla demo che sarà disponibile dal prossimo 30 luglio. Da quella data avremo un importante assaggio su eFootball PES 2020.

L’articolo eFootball PES 2020 non avrà il calcio femminile proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di eFootball PES 2020 non avrà il calcio femminile

eFootball PES 2020, Konami spiega il cambio del titolo

L’annuncio del nuovo PES è stato accompagnato dal cambio del titolo in eFootball PES 2020. Questa è stata una delle sorprese maggiori. Il brand manager di Konami, Lennart Bobzien, ha spiegato il motivo di questa “mossa” a GameSpot.

È sempre difficile parlare di Pro Evolution Soccer in Europa e quando abbiamo discusso di questa novità abbiamo pensato di inserire il termine football, come è giusto che sia in un mercato europeo. Manteniamo ancora PES nel nome del prodotto poiché riteniamo che sia ancora parte della storia della serie e vogliamo che rimanga intatto. Di conseguenza la combinazione è stata eFooball: PES.

Inoltre, dai primi dettagli sembra che ci sarà una concentrazione sull’Esport. Bobzien ha parlato anche di PES League ed eFootball Pro.

Abbiamo pensato che includendo la parole eSport nella denominazione del gioco comunichiamo alla nostra community, ma anche ad un pubblico più ampio, che gli Esport svolgeranno un ruolo molto importante andando avanti.

In settimana, Konami ha annunciato la collaborazione col Manchester United per eFootball PES 2020 in arrivo su Pc, PS4 ed Xbox One il 10 settembre.

Da fine mese, invece, sarà possibile provare la demo.  Questa includerà 14 squadre, undici di queste già annunciate. Si tratta di Barcellona, Arsenal, Palmeiras, Flamengo, Sao Paulo, Sport Club Corinthians Paulista, Vasco da Gama, Boca Juniors, River Plate, Universidad de Chile e Colo-Colo.

Ricordiamo che eFootball  PES 2020 vuole fare da apripista in una nuova decade dove le simulazioni calcistiche avranno un ruolo sempre più importante, con la ferma intenzione di rivoluzionare il mondo dell’eFootball e portare questo sport a un’audience mondiale sempre più ampia.

L’articolo eFootball PES 2020, Konami spiega il cambio del titolo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di eFootball PES 2020, Konami spiega il cambio del titolo

Contra: Rogue Corps debutterà a fine settembre

Si chiama Contra: Rogue Corps ed è il nuovo capitolo della celebre serie targata Konami in arrivo il prossimo 26 settembre su Pc e console.

La saga ha fatto il suo debutto nel 1987 ispirando un grandissimo numero di titoli sparatutto usciti successivamente. Ed il publisher giapponese ha annunciato nelle scorse ore anche la disponibilità, in tutti gli store digitali, di Contra Anniversary Collection che include 10 celebri videogiochi di questa serie. Un altro tassello dei festeggiamenti della software house nipponica che celebra i 50 anni di attività.

CONTRA: ROGUE CORPS

Andiamo con ordine. Contra: Rogue Corps è un titolo di combattimento in terza persone per Pc, PS4, Xbox One e Switch. Il gioco è diretto dal celebre Nobuya Nakazato (Contra III: The Alien Wars e Contra: Hard Cops). Il titolo, come i predecessori, della saga è caratterizzato dalla presenza di nemici pazzi e giganteschi, di combattimenti violenti e di un cast di diversi personaggi giocabili che aggiungono un tono irriverente all’esperienza di gioco.
















È ambientato diversi anni dopo gli eventi narrati in Alien Wars, e si basa sulla storia di un gruppo di ex militari che si guadagna da vivere cacciando taglie e cercando tesori a Damned City. I giocatori dovranno possedere riflessi rapidi per sfruttare al meglio le potentissime armi e gli innesti cibernetici che verranno messi loro a disposizione per completare campagne che serviranno a raccogliere risorse e sopravvivere in Damned City. Ci sarà anche la possibilità di far entrare nel gioco altri giocatori con cui sconfiggere insieme i nemici nella modalità online multiplayer.

CARATTERISTICHE CHIAVE DEL PRODOTTO

  • Frenetico sparatutto di azione, in pure stile “run & gun”
  • Scegli tra 4 diversi personaggi giocabili, ognuno con differenti attacchi speciali e abilità – Scegli le armi, craftale o personalizzale su misura per seminare distruzione a Damned City
  • Stanza Operativa – Aumenta le abilità dei personaggi giocabili grazie a nuovi organi e a innesti cibernetici
  • PVE – Campagna single player con una trama molto profonda, ricca di missioni impegnative e dove affrontare orde di nemici. Scegli di intraprendere la campagna da solo o in un gruppo di 4 amici (o di giocatori casuali su internet*) nella modalità online multiplayer
  • PVP – Partite personalizzate (modalità private) 2v2, 3v3, 4v4 o 1v4*
  • Modalità CO-OP locale con supporto fino a 4 giocatori.

Quattro diversi personaggi giocabili, ognuno con abilità diverse e attacchi speciali:

  • Kaiser – Un soldato di Alien Wars il cui corpo è stato ricostruito in seguito alle ferite sul campo di battaglia, il suo potentissimo braccio si può trasformare in un trapano.
  • Ms Harakiri – Una celebre assassina specializzata nelle infiltrazioni, dopo essere scampata alla morte in Alien Wars, si è fusa con un alieno che risiede nella sezione centrale del suo corpo.
  • Hungry Beast – Si tratta di un gigantesco panda cyborg a cui è stato impiantato il cervello del famoso scienziato (umano) Kurt Steiner, è costantemente alla ricerca di merendine di cui è ghiottissimo.
  • Gentleman – Un cervello alieno insettoide cresciuto dagli umani. Si trova a disagio con gli altri membri del team a causa della loro volgarità e della loro maleducazione (il Panda in particolare). I suoi argomenti di conversazione preferiti riguardano le buone maniere da utilizzare a tavola e il modo più efficiente per eliminare i nemici.

Il titolo è prenotabile ora nella versione limitata Day One Edition che sarà arricchita da un artwork creato del leggendario illustratore Tom DuBois (CONTRA III: THE ALIEN WARS, OPERATON C e diversi titoli di Castlevania). La limited edition includerà anche due t-shirt digitali ispirate a Contra e una skin esclusiva di Hungry Beast.

CONTRA ANNIVERSARY COLLECTION INCLUDE

  • CONTRA (Arcade).
  • SUPER CONTRA (Arcade).
  • SUPER C (NES).
  • CONTRA III: THE ALIEN WARS (SNES).
  • CONTRA: HARD CORPS (Sega Genesis).
  • CONTRA (NES).
  • CONTRA (Famicom).
  • OPERATION C (Game Boy).
  • PROBOTECTOR (Sega Mega Drive).
  • SUPER PROBOTECTOR: ALIEN REBELS (Super Nintendo).
  • Bonus eBook.

Grazie a una patch che verrà rilasciata poco dopo il lancio, Contra Anniversary Collection si arricchirà anche delle versioni giapponesi di questi videogiochi: Contra (Arcade), Super Contra: Alien no Gyakushū (Arcade), Super Contra (Famicom), Contra Spirits (Super Famicom), Contra (Gameboy), Contra The Hard Corps (Mega Drive). Saranno disponibili anche le scansioni del bonus ebook giapponese.

L’articolo Contra: Rogue Corps debutterà a fine settembre proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Contra: Rogue Corps debutterà a fine settembre

Konami annuncia il PC Engine Core Grafx Mini

L’ondata retro investe anche una console ad 8 bit molto amata. Konami ha annunciato dal palco dell’E3 2019 di Los Angeles il PC Engine Core Grafx mini, una rivisitazione della console molto amata negli anni ’80 ed inizio anni ’90.

Ancora più compatta della console originale, PC Engine Core Grafx mini potrà stare tranquillamente nel palmo di una mano e sarà equipaggiata con un controller di dimensioni regolari.

I GIOCHI ANNUNCIATI INCLUSI NEL PC ENGINE CORE GRAFX MINI

Sono al momento sette i giochi svelati da Konami che fanno parte della line-up. Eccoli. Tra questi anche R-Type, Ninja Spirit, Ys Book I & II.

  • R-Type
  • New Adventure Island 
  • Ninja Spirit
  • Ys Book I & II
  • Dungeon Explorer
  • Alien Crush 
  • Ulteriori videogiochi verranno presto annunciati…

TURBOGRAFX 16 MINI E PC ENGINE MINI

Il dispositivo verrà rilasciato in una selezione di Paesi europei, due varianti addizionali verranno rilasciate in Nord America e in Giappone e si chiameranno rispettivamente TurboGrafx-16 mini e PC Engine mini.

Ulteriori informazioni – la lista completa dei videogiochi preinstallati, il prezzo e la disponibilità – verranno comunicate successivamente.

La console originale è molto bene conosciuta tra gli appassionati per aver introdotto per la prima volta sul mercato diverse soluzioni innovative – il lettore CD-ROM e il supporto multi-tap fino a cinque giocatori – e per la grande qualità dei giochi della sua line-up, moti dei quali verranno inclusi in questa nuova edizione. Più informazioni saranno diffuse anche sul sito ufficiale.

Vista l’ondata di console mini, rivisitazioni di alcuni pezzi di storia dei videogiochi come ad esempio il NES ed il Super NES Mini, ma anche il Sega Mega Drive Mini ed il Commodore 64 Mini, l’arrivo di quest’ultima console era quasi nell’area.

L’articolo Konami annuncia il PC Engine Core Grafx Mini proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Konami annuncia il PC Engine Core Grafx Mini

La FIGC sbarca negli eSports e nasce l’eEURO U21

La Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) entra nel mondo degli eSports con la Nazionale di e-Foot. La maglia Azzurra varca nuovi confini e abbraccia un settore sempre più in espansione, soprattutto tra i giovani, che sarà presente sia all’Europeo che al Mondiale.

In autunno inizieranno le selezioni che consentiranno agli “Aspiranti Azzurri” di conquistarsi sul campo (quindi con la console) la convocazione in Nazionale, ma fin da oggi inizia un percorso di selezione, attraverso numerose iniziative legate all’Europeo Under 21 ospitato in Italia.

La scelta scaturisce da una serie di valutazioni strategiche su una realtà in forte crescita, ritenuta un veicolo importante per raggiungere la generazione dei “millenials”, aumentando le opportunità di interazione, condivisione di esperienze e fan-engagement anche sotto un profilo educativo e formativo.

CALENDARIO DI EVENTI ITINERANTI

In vista del debutto Azzurro, l’e-Foot fa dunque il suo esordio da oggi nelle attività promozionali dell’Europeo UEFA Under 21 che si disputerà in Italia dal 16 al 30 giugno.

Gli eventi itineranti sono partiti lo scorso weekend da Reggio Emilia il calendario di “boot camp” itineranti, 5 boot camp per una durata complessiva di 10 giorni organizzati nelle città che ospitano la kermesse Under 21.

Possono partecipare tutti e la formula della competizione è ad eliminazione diretta: i partecipanti si sfideranno per aggiudicarsi un premio consistente in una maglia ufficiale della Nazionale italiana che verrà consegnato in loco e candidarsi alle future selezioni della Nazionale di e-Foot.

Oltre ai boot camp, è previsto anche un torneo dedicato ai giocatori professionisti online tramite una piattaforma dedicata che accompagnerà la fase finale dell’Europeo Under 21: la competizione, giocata sul titolo Pro Evolution Soccer (Konami), prenderà il nome di eEURO U21.

Per la prima volta dunque il torneo calcistico sarà affiancato da una sua versione virtuale e le due competizioni saranno praticamente sovrapposte, tanto che semifinali e finale di eEuro U21 saranno disputate all’interno degli stadi che ospiteranno l’Europeo Under 21, al termine degli incontri ufficiali.

Il vincitore di questa competizione, così come il vincitore della finale dei Boot Camp alla quale prenderanno parte i vincitori delle singole tappe, potrà partecipare alle selezioni per entrare a far parte del Team e-Fot Azzurro che la FIGC selezionerà a partire dai prossimi mesi, così da essere pronti in vista di UEFA EURO 2020, l’Europeo itinerante del prossimo anno che partirà proprio dallo Stadio Olimpico a Roma.

Inoltre, eEURO U21 sarà protagonista dal vivo in tutte le partite dell’Europeo Under 21. Per la prima volta in Italia i maxischermi degli stadi mostreranno live a tutto il pubblico, nel prepartita e durante l’intervallo, un’attività e-sport: basterà essere presenti allo stadio per provare a diventarne i protagonisti.

Queste le date ufficiali dei prossimi boot camp:

  • 1/2 giugno Trieste
  • 8/9 giugno Udine
  • 15/16 giugno Cesena
  • Bologna (data da confermare).

L’articolo La FIGC sbarca negli eSports e nasce l’eEURO U21 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di La FIGC sbarca negli eSports e nasce l’eEURO U21

Iniziano i festeggiamenti per i due anni di PES Mobile

PES Mobile festeggia i due anni. Konami ha annunciato i contenuti della campagna speciale 2nd Anniversary Celebration che parte oggi.

Nel corso di questo evento – che terminerà sabato 8 giugno – i giocatori che effettueranno il login riceveranno un agente “2nd Anniversary Celebration” che darà accesso a calciatori leggendari del campionato italiano tra cui gli iconici: Francesco Totti, Gabriel Batistuta e Paolo Maldini.

A tal proposito, c’è anche un trailer che vede protagonista proprio Francesco Totti. Eccolo.

Il focus di questa campagna rimarrà incentrato sul campionato italiano grazie a ulteriori agenti che dal 30 maggio all’8 giugno permetteranno di ingaggiare un giocatore dei due celebri club calcistici di Milano.

GLI EVENTI IN GAME IN PES MOBILE

Alcuni eventi in-game extra si terranno dal 23 al 30 maggio e includeranno sfide uniche e agenti speciali:

  • LEGGENDE: Italian Clubs – dal 23 al 30 maggio
    • Una serie di agenti speciali che permetteranno di ingaggiare giocatori e leggende delle squadre italiane.
  • Italian League Tour – dal 23 al 30 maggio
    • Evento dedicato al campionato italiano, i giocatori avranno accesso a vari training bonus.
  • VS National Teams – dal 23 al 30 maggio
    • Sfide speciali con la nazionale italiana.
  • VS Italian Clubs – dal 23 al 30 maggio
    • Sfide speciali con le squadre del campionato italiano.

PES 2019 Mobile è disponibile ora su App Store per iPad®, iPhone® e iPod touch® e su Google Play per i dispositivi Android™.

L’articolo Iniziano i festeggiamenti per i due anni di PES Mobile proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Iniziano i festeggiamenti per i due anni di PES Mobile

L’AS Monaco vince le eFootball.Pro Finals

L’AS Monaco inaugura l’albo d’oro dell’eFootball.Pro Finals. Il club monegasco ha vinto la prima edizione del campionato esport di Konami ed eProoFootball.Pro dominando l’epilogo che si è svolto lo scorso weekend a Barcellona, in Spagna.

Il Monaco ha battuto in finale il Celtic vincendo le tre partite con i punteggi di 3-1; 2-1 (dopo i tempi supplementari) e 3-0.






Un successo chiaro che è nato grazie alle due vittorie sul Barcellona (padrone di casa) in semifinale (4-2; 0-3 e 6-0). Nella sfida decisiva per l’accesso all’epilogo contro gli spagnoli si è assistiti ad una tripletta a testa da parte di Usmakabyle e Lofti.

Nell’altra semifinale, il Celtic ha superato 4-1 i francesi del Nantes in Gara 1 mentre il secondo incontro è stato più combattuto con gli scozzesi più freddi ai rigori dei transalpini. Il 3-0 dagli 11 metri per i biancoverdi la dice lunga sulla scarsa verve dei francesi ai rigori.

Usmakabyle dell’AS Monaco ha concluso alla grande una stagione perfetta vincendo il premio come Top Assister (17 assists), mentre il compagno di squadra Lofti ha vinto il titolo di capocannoniere con 20 reti totali. Il giocatore MVP del campionato – selezionato dai fan attraverso Twitter – è stato E_C_Oneill del Celtic FC.

Coloro che si sono persi la finale che si è disputata agli Highvideo Studios della città catalana o volessero rivederla possono trovare un live stream completo a questo video pubblicato su YouTube dedicato alle eFootball.Pro Finals.

Il Campionato eFootball.Pro League, è andato in scena utilizzando PES 2019 di Konami. Si tratta del primo esclusivo torneo e-sports mondiale dedicato ai team calcistici professionistici. Alcuni dei più forti giocatori di PES 2019, tra cui lo spagnolo Alex Alguacil, vincitore del Pes League World Tour 2018 in coop sono stati ingaggiati dai club per rappresentarli nel torneo.

L’articolo L’AS Monaco vince le eFootball.Pro Finals proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di L’AS Monaco vince le eFootball.Pro Finals

Scatta la Road to Worlds Campaign di Yu-Gi-Oh!

La Road to Worlds Champaign di Yu-Gi-Oh! Duel Links per Pc e per le piattaforme mobile è in procinto di partire. Lo ha annunciato oggi Konami.

Come parte integrante dello Yu-Gi-Oh! World Championship 2019 (WCS2019), questa campagna fornisce tutti gli strumenti competitivi necessari per partecipare al torneo esport ufficiale di Konami. I duellanti che usciranno vincitori dalle qualificazioni, che si terranno a partire dal 28 maggio, si daranno ritrovo a Berlino dal 10 all’11 agosto per vincere il titolo di campione del mondo.

Vediamo il trailer di presentazione.

A partire da oggi, e fino al 30 giugno, i duellanti che entreranno in Yu-Gi-Oh! Duel Links otterranno 1.000 gemme gratuite come bonus. Oltre alle gemme, i Duellanti avranno la possibilità di ottenere anche i contenuti della Road to Worlds Campaign che includono:

 

  • Drago Nero Occhi Rossi (artwork originale) – Il celebre mostro del deck di Joey Wheeler
  • Card Ticket – I duellanti riceveranno fino a sei Card Ticket che potranno essere scambiate con carte Ultra Rare e Super Rare che includono anche la carta Dream Ultra Rara da poter da scambiare con una qualsiasi inclusa nei primi 17 box (Main Box principali e Mini box)

Oggi arriverà anche lo Structure Deck: Ritorno di Occhi Rossi che darà la possibilità di trovare vecchie carte dell’Archetipo Occhi Rossi, Fusioni Occhi Rossi e altre carte utili ai duellanti per essere competitivi nei duelli online PvP, e le qualificazioni per il 2019 Yu-Gi-Oh! Duel Links World Championship.

WCS2019 è un evento che incorona i migliori Duellanti di tre categorie: Yu-Gi-Oh! TCG All Ages, Yu-Gi-Oh! TCG Dragon Duel e Yu-Gi-Oh! Duel Links. I Campionati del Mondo del 2018, disputati in Giappone, hanno decretato il trionfo dei seguenti campioni del mondo: Wang Chia Ching nella categoria TCG All Ages, Charley Futch III nella categoria Dragon Duel e Takahiro Hamada nella categoria Yu-Gi-Oh! Duel Links.

L’articolo Scatta la Road to Worlds Campaign di Yu-Gi-Oh! proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Scatta la Road to Worlds Campaign di Yu-Gi-Oh!