Planet Zoo, arrivano nuovi animali

Dopo l’Arctic Pack, lo zoo si riempie di nuovi animali. Planet Zoo, gestionale sviluppato da Frontier Developments e successore spirituale di Zoo Tycoon, si arricchisce con un secondo e nuovo dlc: South America Pack, disponibile su Steam a 9,99 euro.

Ecco il trailer di lancio, tutto da gustare. Buona visione.

IL NUOVO DLC

I giocatori possono vantare nei propri zoo cinque nuovi animali iconici e oltre 250 nuovi scenari, tutti ispirati agli ambienti meravigliosamente ricchi e diversi del Sud America. Il pacchetto Sud America è il secondo pacchetto  di Planet Zoo, che si affianca a un aggiornamento gratuito per tutti.

Il bellissimo giaguaro, la maliziosa scimmia cappuccina, l’eccezionale formichiere gigante, la meravigliosa rana dagli occhi rossi e l’amichevole lama sono gli ultimi arrivati che si uniscono al suggestivo serraglio di animali autentici nel Planet Zoo. Gli zoologi in erba dovranno imparare a prendersi cura delle esigenze individuali dei loro nuove arrivi, sempre garantendo un zoo sano e geneticamente diverso.

Per coloro a cui piace scatenare la propria immaginazione, il nuovo pacchetto offre la possibilità di costruire il trekking nella giungla dei loro sogni, ricreando un’imponente architettura della civiltà perdute, usando bambù e pezzi di paglia per creare strutture meravigliose o lasciando che la natura prenda il sopravvento grazie all’ampia nuova selezione di fogliame.

Inoltre, lo sviluppatore ha lanciato una serie di nuove funzionalità e contenuti per i vecchi giocatoti, come parte dell’ultimo aggiornamento gratuito. Questo aggiornamento include una nuova scheda Genealogia per consentire ai giocatori di rintracciare l’albero genealogico dei loro animali, impostazioni di difficoltà aggiuntive, condividere la ricerca in tutti gli zoo, nuovo fogliame, nuovi oggetti e una serie di correzioni e miglioramenti.

L’articolo Planet Zoo, arrivano nuovi animali proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Planet Zoo, disponibile da oggi la versione completa

Dopo il successo della beta, Planet Zoo, di Frontier Developments, arriva nella sua versione completa su Steam a 44,99 euro nella sua versione base, 54,99 in versione Deluxe. Disponibile anche il pacchetto di aggiornamento a 11,99 euro. In occasione del lancio è stato diffuso anche un nuovo trailer che vi proponiamo qui di seguito.

Inoltre, i giocatori che hanno prenotato l’edizione deluxe aggiungeranno oggi al loro zoo il drago di Komodo, l’ippopotamo pigmeo e la gazzella di Thomson.

IL GIOCO

I giocatori viaggeranno per il mondo per costruire gli zoo più maestosi e impareranno a prendersi cura degli animali vivi che pensano, sentono ed esplorano il mondo che li circonda. Che si tratti di costruire pezzo per pezzo o di potenziare un parco esistente, le modalità Franchising, Carriera, Sfida e Sandbox offrono infinite opportunità per affinare le loro capacità di gestione e costruzione.

Oltre 70 animali saranno disponibili per creare zoo, magnifici e diversi, bilanciando il benessere degli animali e l’entusiasmo dei visitatori. Gli imprenditori in erba possono perfezionare il bilancio mentre affrontano tutto, dai costi del personale, alla manutenzione della costruzione, alla vendita dei biglietti e alle donazioni degli ospiti.Gli aspiranti zoologi possono destreggiarsi nella ricerca di nuove strutture, oggetti di arricchimento e personalizzazioni dell’habitat per creare lo zoo perfetto.

Piers Jackson, direttore del gioco, si è cosi espresso:

Planet Zoo è un vero e proprio lavoro fatto con amore da parte del team, dopo due anni e mezzo di ricerche sui tratti e sui comportamenti degli animali e sulla loro interpretazione, in quello che pensiamo sia un gioco di simulazione profondo e gratificante. L’accoglienza dall’annuncio alla beta al lancio è stata meravigliosa e siamo tutti entusiasti di vedere cosa creeranno i giocatori.

Il trailer di lancio di oggi ha anche rivelato il tema dell’Asia orientale, nuovi animali tra cui il Panda gigante, il pangolino cinese e il fenicottero, nonché altre attrazioni come la gondola. Come già detto, con oltre 70 animali al lancio, sei biomi, vari tipi di clima e un ciclo diurno e notturno, i giocatori svilupperanno le loro abilità e conoscenze lungo una serie di sfide.

Il titolo offre sia giochi offline che online, con sfide comunitarie settimanali e mensili che offrono agli zoologi in erba la possibilità continua di testare le loro abilità, scambiare animali online al mercato degli animali con altri giocatori per mantenere uno zoo sano, geneticamente diverso o condividere zoo, habitat e progetti di decorazione con altri giocatori.

L’articolo Planet Zoo, disponibile da oggi la versione completa proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Elite Dangerous, introdotta la New Starter Experience

A un giorno dall’arrivo del nuovo aggiornamento annunciato qualche settimana fa, Elite Dangerous si arricchisce della New Starter Experience, una funzione specifica studiata da Frontier Developments per la nuova generazione di intrepidi esploratori della galassia.

LA NOVITA’

La New Starter Experience offre un’introduzione a tutto campo per insegnare alle reclute di Elite Dangerous le basi del volo, della navigazione, del combattimento e altro ancora. E per i giocatori più esperti ci sarà invece il nuovo sistema Livery e la valuta virtuale ARX.

Sotto la guida dell’istruttore della Federazione dei Piloti, Theo Acosta, i nuovi comandanti saranno guidati attraverso un’esperienza a tutto campo prima di essere lasciati a guidare la loro prima vera nave, il Sidewinder. Durante l’esperienza, i comandanti impareranno le basi del volo spaziale, della scansione e del combattimento, come elencato di seguito:

  • Controlli di volo e scansione di base.
  • Supercruise e navigazione.
  • Un esercizio di combattimento attorno a un mega-nave.
  • Completare il proprio primo salto nell’iperspazio.
  • Attracco a uno porto spaziale.
  • Tutto l’addestramento includerà la voce fuori campo nelle lingue supportate dal gioco base.

Questa nuova esperienza di avviamento verrà inoltre aggiunta all’elenco esistente di simulazioni di addestramento, che si trovano sul pannello interno della cabina di pilotaggio del comandante. Ciò significa che anche il più esperto dei piloti potrà ancora sperimentarlo. Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

L’aggiornamento in arrivo, come detto, il 17 settembre sarà anche focalizzato sul miglioramento dell’esperienza iniziale per i nuovi comandanti, con l’aggiunta di tutorial completamente doppiati che spazieranno su tutte le basi del gioco. Dai comandi e alle azioni a bordo della propria nave alla basi del volo spaziale, del combattimento, del viaggio e dell’esplorazione in generale.

In aggiunta il nuovo update di Elite Dangerous includerà inoltre una rielaborazione e un nuovo assetto per i Punti Frontiera, che saranno rinominati Arx. Questi Arx saranno acquistabili e utilizzabili per compare extra di gioco come verniciature, kit per la nave e molto altro. Gli Arx saranno tuttavia ottenibili anche tramite la normale attività di gioco.

CARATTERISTICHE CHIAVE DEL FLEET CARRIER

Ecco le features del Fleet Carrier, uno dei pezzi forti di questo aggiornamento. Costituito da enormi navi che possono supportare fino a 16 velivoli dei giocatori, e che saranno disponibili all’acquisto per ogni Elite Dangerous Commander, seppur con un limite fissato a una per giocatore, data la loro mole.

  • Proprietà
  • Da acquistare con una grande quantità di crediti.
  • Disponibile un solo Fleet Carrier per giocatore, sia per i possessori del gioco base che dell’espansione Horizons.

Capacità. Le Fleet Carrier, si potranno impostare in modo da consentire l’attracco agli altri giocatori, avranno un totale di 16 piattaforme di atterraggio, divise tra:

  • 8 grandi.
  • 4 medie.
  • 4 piccole.

Operazioni. Tutte le Fleet Carrier disporranno di funzioni di riarmo, rifornimento e riparazione. I comandanti potranno scegliere un certo numero di dotazioni per la loro nave, atti a supportare una serie di attività diverse, tra le quali:

  • Cacciatore di taglie.
  • Mercenario.
  • Pirata.
  • Commerciante.
  • Contrabbandiere.
  • Minatore.
  • Esploratore.
  • Ricerca e Soccorso.
  • Viaggio.
  • Portata di salto (singolo) fissata a 500 LY.

L’articolo Elite Dangerous, introdotta la New Starter Experience proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Planet Coaster Classic Rides Collection e una nuova attrazione arrivano il 16 aprile

Frontier Developments ha annunciato oggi che Copperhead Strike, un nuovo ottovolante gratuito, e la raccolta Classic Rides per Planet Coaster arriveranno il 16 aprile.

Copperhead Strike, dunque, è una nuova attrazione lanciata al Carowinds Park in North Carolina negli Stati Uniti, sarà gratuito per tutti i giocatori di Planet Coaster. Fedelmente ricreata dai modelli originali, sono delle montagne russe a tema come un originale hot rod americano. Questa racchiude un vero e proprio pugno con il suo doppio binario di lancio che vanta un cappello a cilindro rovesciato, due 360 ​​loop, un cavatappi e un singolare rotolo di jojo direttamente fuori dalla stazione.

Una panoramica completa di Copperhead Strike può essere vista nel trailer che vi proponiamo. Buona visione.



L’articolo Planet Coaster Classic Rides Collection e una nuova attrazione arrivano il 16 aprile proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Elite Dangerous: Beyond – Chapter Four arriva l’11 dicembre

Frontier Developments ha annunciato oggi la data di lancio del Capitolo Quattro di Elite Dangerous: Beyond, che a quanto pare arriverà il prossimo 11 dicembre su tutte le piattaforme, quindi PcPlayStation 4Xbox One.

Arrivano dunque, dopo un esteso periodo di beta, nuovi contenuti per questo apprezzato simulatore spaziale. Le aggiunte chiave si concentrano nei settori dell’esplorazione, grazie alla nuova Modalità Analisi, nell’estrazione mineraria con i nuovi strumenti forniti ai giocatori, nell’introduzione degli squadroni e nei numerosi miglioramenti all’engine e al codice di gioco.

Di seguito trovate il trailer di lancio ufficiale dell’espansione. Buona visione!

L’articolo Elite Dangerous: Beyond – Chapter Four arriva l’11 dicembre proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Il 10 luglio arriva il Vintage Pack di Planet Coaster

Frontier Developments ha annunciato l’arrivo del Planet Coaster Vintage Pack il prossimo 10 luglio al prezzo di circa 8 euro. Si tratta di un pacchetto per Planet Coaster contenente tantissime novità di rilievo incentrate soprattutto su macchinari e scenari risalenti all’”epoca d’oro” dei parchi divertimenti. Di sotto trovate un filmato esplicativo.

Il Vintage Pack, nello specifico, contiene i nuovi coaster storici ZephyrusAces Sky, le piste Round the World, Loop Da Loop, Test Flight, HurricaneCentrum, e infine nuove musiche firmate JJ Ipsen. Infine, tutti i giocatori – quindi anche coloro che decideranno di non acquistare il dlc – riceveranno anche un aggiornamento gratuito contenente un nuovo coaster, Mouse Hunt, più distributori automatici inediti e filtri di colore che rievocheranno le atmosfere del primo Novecento.

Trovate qui la pagina Steam del contenuto aggiuntivo.

n

L’articolo Il 10 luglio arriva il Vintage Pack di Planet Coaster proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Elite Dangerous: Beyond, disponibile il capitolo 2

Non si fermano gli aggiornamenti ad Elite Dangerous: Beyond. Arriva oggi, infatti, il Chapter Two. Questo è più piccolo rispetto al Chapter One ma non per questo poco ricco di contenuti.

I giocatori potranno trovare due nuove navi spaziali: Krait Mk II e l’Alliance Challenger e potranno cimentarsi in una selezione di nuove missioni Wing, nuove ambientazioni da esplorare così come nuove armi per i Guardiani e tecnologie per combattere la sempre crescente minaccia Thargoid.

Chapter Two è il primo di due piccoli aggiornamenti della serie di Elite Dangerous: Beyond con uno più grande in arrivo nel quarto trimestre di questo anno che introdurrà gli Squadroni ed altre caratteristiche migliorati per la raccolta di risorse, l’esplorazione e molto altro.

La lista completa dei cambiamenti apportati da quest’ultimo aggiornamento è disponibile qui.

A seguire il trailer ed alcune immagini. Buona visione.














 

L’articolo Elite Dangerous: Beyond, disponibile il capitolo 2 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Jurassic World: Evolution, Recensione Pc

Dopo i fasti di Elite: Dangerous, vero e proprio fenomeno di culto sviluppato da Frontier Developments, dopo il valido Planet Coaster che ci fa diventare gestori di un parco di divertimenti a tema, eccoci a dover prendere le redini di un parco a tema tutto particolare. Stiamo parlando di Jurassic Park: Evolution, ultima fatica dello sviluppatore d’oltremanica e disponibile dallo scorso 12 giugno per Pc Windows, Ps4 e Xbox One.

BADARE ALLE SPESE OPPURE NO: A NOI LA SCELTA

Jurassic Park: Evolution pone il giocatore nel ruolo di direttore a capo della gestione di un parco divertimenti di stampo giurassico. Senza pestare i piedi ai lungometraggi della saga Jurassic Park, iniziata nel 1993, qui si pone l’accento sulla gestione dei tre pilastri su cui si fonda un parco a tema del genere: ricerca, sicurezza e intrattenimento.
Ogni aspetto è fondamentale e tutti e tre sono indispensabili per la riuscita della nostra missione: fare vagonate di soldi. Diversamente dai lungometraggi, possiamo spendere più capitali nella sicurezza per evitare tragici epiloghi, oppure fare esattamente quanto succede al cinema, puntare tutto su spettacolo, intrattenimento e ricerca ma mostrare il fianco a debolezze infrastrutturali e impreparazione dello staff per fare in modo che nessuno ci rimetta la propria (virtuale) vita.

Ad accompagnarci in ruolo di consiglieri, descrittori e narratori, ecco arrivare alcuni dei più famosi attori della saga Jurassic Park. Il dottor Ian Malcolm (Jeff Goldblum), Claire Dearing (Bryce D. Howard), Henry Wu (B.D. Wong) sono i volti più iconici dei film da cui questo gioco prende licenza e sono anche interpretati e doppiati dai rispettivi attori.

Il gioco di Frontier Developments, senza troppe cerimonie ma con un tutorial che, passo passo, spiega in maniera abbastanza precisa tutte le basi che occorrono per iniziare a giocare, ci fa atterrare nell’Arcipelago dei Morti, le isole tropicali a largo della Costa Rica in cui si sprecano, senza riposo, i tentativi di realizzare parchi a tema giurassico da quasi trent’anni.

Affiancati da un’equipe di esperti scienziati, marketing e soldati, dobbiamo fare del nostro meglio per recuperare fossili, DNA di dinosauro, crearne cloni in laboratorio e metterli in libertà (controllata). Soddisfare le esigenze e le richieste dei nostri esperti di settore garantisce il giusto gettito di capitali, potenziamenti al settore corrispondente e quindi più efficienza.

DIO CREA L’UOMO, L’UOMO CREA I DINOSAURI

Jurassic Park: Evolution prevede la principale reiterazione di certe azioni, indispensabili per la riuscita di una buona partita. Prima si manda in spedizione un team di archeologi, questi tornano alla base, sull’isola, con un carico di fossili oppure di ambra che ha intrappolato una zanzara. Da qui il laboratorio di ricerca estrae il DNA di dinosauro e crea un fedelissimo clone, almeno nel suo aspetto. Il dinosauro appena creato viene messo in libertà in un grande recinto in cui dovrebbe trovare acqua e, se erbivoro, delle piante da mangiare senza timore. Se carnivoro, sarebbe opportuno un recinto diverso da quello degli erbivori.

Se qualcosa dovesse andare storto, i rangers provvedono a sedare l’animale (quando in fuga o aggressivo) e a curarlo se contrae una malattia. A mali estremi, il settore dedicato alla sicurezza mette in campo avveniristici macchinari per tener testa a quelle forze della natura poco controllabili.

Nel frattempo, occorre spendere molti capitali in tribune, luoghi di ristoro e merchandising, attrarre visitatori e investire nel settore del divertimento, che è quello più remunerativo.

Questo, in soldoni, è Jurassic Park: Evolution. Ore ed ore di appassionante ricerca in laboratorio, studio e produzione di DNA, potenziamento dello stesso per rendere più forti o immuni da malattie i dinosauri; creazione di aree di intrattenimento e gestione di risorse umane che devono fare in modo che tutto funzioni alla perfezione.

NON IL MIGLIORE DEL SUO GENERE







Sul versante tecnico assistiamo al solito, ottimo, lavoro di cesello e ottimizzazione, tipico di Frontier Developments, che con il suo Jurassic Park: Evolution dimostra ancora una volta che livello di dettaglio e fluidità non sono un miraggio, soprattutto per configurazioni hardware non proprio all’ultimo grido.

Effetti speciali, sonori e colonna sonora sono di buonissimo livello e padroneggiare le basi del sistema di controllo e gestione è un gioco da ragazzi. Quello che ci ha fatto storcere, quasi da subito, il naso, sono i tempi di attesa. Non ci riferiamo a tempi di caricamento (ai quali, comunque, siamo abbondantemente vaccinati) ma a diversi tempi morti in cui nel parco non succede assolutamente niente, non dobbiamo fare nulla e ci tocca aspettare.

Ma aspettare cosa? Vi starete chiedendo: aspettare che la spedizione archeologica torni con il suo bottino. Aspettare che il laboratorio finisca con le sue ricerche, aspettare che lo stesso laboratorio finisca di clonare un nuovo dinosauro. Aspettare che la squadra dei rangers o quella di recupero facciano il loro lavoro. Aspettare, sempre ed in ogni caso come accade in certi videogiochi free-to-play, più spesso su dispositivi portatili.

Per ingannare il tempo di attesa, reso a schermo da un timer piuttosto generoso che arriva a fare aspettare diversi, lunghi, minuti, possiamo prendere il diretto controllo di vetture, elicotteri e quant’altro per visitare, da molto vicino, il parco a tema che stiamo gestendo. Nulla di lontanamente paragonabile a sezioni di gioco d’azione o di esplorazione: quanto basta per distrarci quei minuti che, altrimenti, sarebbero lunghi e apparentemente interminabili.

Per il resto non abbiamo molto da obbiettare. Non siamo incappati in tragici errori di programmazione, non c’è stato mai un episodio curioso oppure insolito per cui bisognasse additare un’intelligenza artificiale deficitaria o una scarsa attenzione per i dettagli.

Semplicemente, Jurassic Park: Evolution, vuole intrattenere, riuscendoci, più gli irriducibili ammiratori delle pellicole e gli appassionatissimi di dinosauri. Non fa molto per farsi piacere da chi non disdegna di giocare gestionali in generale, dettaglio che non lo rende una prima scelta, o una scelta obbligata, in sede di acquisto ad occhi chiusi.

Lunghi tempi morti e assenza di testi in italiano potrebbero fare desistere anche il più volenteroso e ben disposto dei giocatori. Ed è un vero peccato, perché il gioco meriterebbe più attenzione, sia dal pubblico che dagli sviluppatori.

COMMENTO FINALE

Jurassic World: Evolution è un videogioco gestionale sviluppato da Frontier Developments (gli stessi di Elite: Dangerous) in cui siamo chiamati a impersonare il direttore del parco a tema, colui che ha sempre l’ultima parola su tutti gli aspetti principali: ricerca, intrattenimento e sicurezza. Per garantire la realizzazione di un parco di divertimenti a tema giurassico ben sopra gli standard di quelli visti nei lungometraggi degli ultimi trent’anni.

La visuale predefinita è quella tipica dall’alto, “a volo d’uccello” così detta, ma liberamente gestibile per godersi tutte le isole, le strutture e le creature riprodotte in certosina grafica tridimensionale. Il motore di gioco è ben concepito, si presta a lavorare egregiamente anche su configurazioni non recentissime e offre un buon compromesso tra dettaglio e fluidità. Quando vogliamo possiamo prendere il controllo di una delle tante unità che compongono le squadre di sicurezza del parco a tema, potendo quindi guidare veicoli e determinare quando e come ingaggiare i dinosauri da condurre a più miti consigli.
Nulla da eccepire sul fronte sonoro, sia per il versante musiche a tema che per gli effetti sonori. Di buon livello (ma non eccelso) il doppiaggio, affidato a quasi tutti i veri attori che interpretano i personaggi delle pellicole.

Ad un’attenzione degna di lode e rivolta sul fronte tecnico, però, non coincide la stessa bravura nell’intrattenerci. L’aspetto più disturbante sono i tempi di attesa (variano dal minuto a salire) tipico dei videogiochi per dispositivi mobile, quelli gratuiti che impongono tempi di attesa snervanti per ottenere un risultato. Tempi di attesa che si aggirano previo pagamento in denaro vero, di acceleratori vari ed eventuali. Uno stile di micro-transazione non presente nel titolo di Frontier Developments (e meno male, aggiungeremmo) ma che diluisce inutilmente il godimento dell’esperienza e offre noiosi tempi morti.

Esperienza che, al di là di tutte le limitazioni imposte da un tipo di gioco (quello gestionale) che chiede la reiterazione delle solite azioni da fare, dall’inizio alla fine non riesce a fare il salto di qualità e ad esaltare più del dovuto. In definitiva un videogioco che fa la felicità e regala ore ed ore di divertimento agli appassionati di dinosauri, soprattutto i più giovani; non farà l’assoluta felicità degli appassionati di videogiochi gestionali, che devono fare i conti con certe scelte di gioco non sempre felici. Le alternative gestionali più stimolanti, di certo, non mancano.

 

L’articolo Jurassic World: Evolution, Recensione Pc proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Jurassic World Evolution debutta a giugno

Frontier Developments ha ufficializzato la data di lancio di Jurassic World Evolution. Il titolo, presentato alla Gamescom 2017, debutterà in formato digitale il 12 giugno su Pc, PS4 ed Xbox One. Seguirà la versione fisica che sarà disponibile nei negozi il 3 luglio.

Il film, Jurassic World: Il Regno Distrutto, sarà nelle sale a partire dal 7 giugno in Italia e dal 22 giugno negli Usa. Su Steam, PSN ed Xbox Live è possibile preordinare il gioco che offrirà come bonus un fuoristrada ed un elicottero personalizzati a seconda della piattaforma d’acquisto.









Ed è possibile arricchire la rosa dei dinosauri dell’isola grazie alla versione Deluxe che includerà cinque nuovi dinosauri al resto di quelli già presenti.

Gli sviluppatori hanno anche diffuso un trailer ed alcune immagini che vi proponiamo. Buona visione.

L’articolo Jurassic World Evolution debutta a giugno sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Il Chapter One di Elite Dangerous: Beyond sarà in open beta

Frontier Developments ha annunciato oggi l’avvio di una fase di beta aperta per tutti i giocatori Pc di Elite Dangerous: Beyond relativa ai nuovi contenuti che verranno introdotti gratuitamente con il Chapter One, primo update per la terza stagione di uno dei simulatori spaziali più popolari degli ultimi anni. Tale fase di beta avrà inizio il 25 gennaio, come detto solo su piattaforma Windows, mentre i contenuti del Chapter One arriveranno su tutte le piattaforme, quindi anche PlayStation 4Xbox One.

Elite Dangerous (1)
Elite Dangerous (2)
Elite Dangerous (3)

I partecipanti della beta potranno provare nuove Wing Missions con obiettivi di squadra e possibilità di condividere le suddette missioni con i propri alleati, mentre chi è più attratto dal commercio troverà benvenuta una nuova interfaccia per il mercato galattico. Saranno della partita anche dei miglioramenti grafici (visibili in particolare nella renderizzazione dei pianeti) e dei cambiamenti di bilanciamento, riguardanti le dinamiche ingegneristiche, le ricompense delle missioni e un sistema di crimini e punizioni migliorato. Infine, è prevista anche una nuova nave dell’Alleanza, la Chieftain.

Condividi questo articolo


L’articolo Il Chapter One di Elite Dangerous: Beyond sarà in open beta sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Il nuovo Adventure Pack per Planet Coaster è disponibile

Planet Coaster festeggia oggi l’arrivo di un nuovo dlc, l’Adventure Pack, che promette tante novità in termini di personalizzazione del proprio parco a tema, con aggiunte inedite a sfondo avventuroso: templi misteriosi, antiche piramidi, trappole mortali e bestie selvagge. Inclusi nel pacchetto ci sono nuovi tracciati, scenari, set di costruzioni e un nuovo personaggio con il quale far divertire gli ospiti del parco divertimenti.

Planet Coaster (1)
Planet Coaster (2)
Planet Coaster (3)
Planet Coaster (6)
Planet Coaster (7)
Planet Coaster (8)

Il pacchetto è già disponibile su Steam al prezzo di circa 11 euro. Oltre alla serie di consuete immagini a corredo, trovate, proprio qui in basso, un trailer inedito con una panoramica delle caratteristiche più rilevanti.

Condividi questo articolo


L’articolo Il nuovo Adventure Pack per Planet Coaster è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Elite: Dangerous confermato per PlayStation 4 con supporto a PS4 Pro

La versione PlayStation 4 di Elite: Dangerous è stata confermata. Frontier Developers ha ribadito di essere al lavoro sul gioco che il simulatore spaziale sarà disponibile nel corso dell’anno prossimo col supporto anche la PlayStation 4 Pro.

Si tratterà, si legge su VG247, della stessa versione già disponibile su Pc ed Xbox One, ed includerà la stagione Horizons, ovvero già pronta con la possibilità di atterraggio sulle superfici dei pianeti. I controlli dovrebbero essere stati riadattati anche per il DualShock. Non si parla ancora del supporto per PlayStation VR che potrebbe, comunque, essere presente visto che la versione Pc offre la possibilità di giocare con Oculus Rift.

elite-dangerous-a

Condividi questo articolo


L’articolo Elite: Dangerous confermato per PlayStation 4 con supporto a PS4 Pro sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us