I giochi in uscita a marzo 2020

Il mese di marzo è alle porte e come di consueto arriva la nostra selezione dei giochi in uscita. L’aria di primavera cerca di far dimenticare la tremenda escalation di rimandi e rinvii che ha colpito i primi mesi di questo 2020. A volte non tutto il male viene per nuocere e abbiamo avuto modo di apprezzare tanti altri nuovi titoli in circolazione. Marzo è il mese del tanto atteso Doom Eternal e del secondo capitolo della saga di Nioh. Oltre a questi, abbiamo scovato tanti altri videogiochi molto interessanti.

Se siete curiosi non vi resta che dare un’occhiata alla nostra selezione dei giochi in uscita in questo mese di marzo del 2020.

POKEMON MYSTERY DUNGEON: RESCUE TEAM DX

A distanza di 14 anni dalla sua versione uscita per DS, torna Pokemon Mystery Dungeon: Rescue Team DX. In questa celebre avventura Spike Chunsoft ci fa vivere l’avventura dal punto dei vista dei Pokemon. Con l’ausilio del nostro buon Pikachu, dovremo costruire una squadra di soccorso e affrontare le insidie e i pericoli di un mondo di gioco raccontato in stile dungeon-crawling. Tanto allenamento e nuove battaglie vi aspettano in questo nuovo affresco sull’intramontabile mondo dei Pokemon.

Questo gioco sarà disponibile dal 6 marzo 2020 per Switch.

ORI AND THE WILL OF THE WISPS

Dopo il successo di Ori and the Blind Forest, arriva il sequel di questa originale IP, Ori and the Will of the Wisps. Moon Studios e Microsoft Studios firmano una nuova avventura che vi porterà alla scoperta dei misteri e delle meraviglie che si celano nella foresta di Nibel.  Attraverso la ricerca della verità e dei segreti dietro il destino dei cosiddetti Lost, affronterete anche il vostro. Il viaggio di Ori non è ancora terminato e nuove avventure lo attendono all’orizzonte.

Questo gioco sarà disponibile dal 11 marzo 2020 per Pc e XBox One.

BLESS UNLEASHED

Bless Unleashed è il primo MMORPG free-to-play di Bandai Namco Entertainment America Inc., sviluppato sulla console di casa microsoft Xbox One. Il gioco, pensato per gli hardcore MMO gamer, vi porterà in un’avventura multigiocatore, in un mondo dove non ci si potrà mai rilassare. Tra bestie mitiche, alimentate anche dalla rabbia degli dei, il vostro compito sarà combattere e, al tempo stesso, sopravvivere. Il tutto ovviamente senza spendere nemmeno un euro.

Questo gioco sarà disponibile dal 12 marzo 2020 per XBox One.

NIOH 2

La nostra playlist dei giochi in uscita nel marzo di questo 2020 ci porta a conoscere Nioh 2. Team Ninja e Koei Tecmo ritornano insieme sulla scena per presentare la seconda iterazione del loro celebre franchise che vede un nuovo guerriero samurai, metà umano, e metà guerriero Yokai con poteri sovrannaturali. Lasceremo i panni di William, l’eroe del primo Nioh, e ci tufferemo in una storia ambientata nella violenta era Sengoku, esplorando il lato oscuro del Giappone feudale. Tra mostri e demoni dovrete dimostrare la vostra abilità in questo nuovo e probabilmente difficile action rpg.

Questo gioco sarà disponibile dal 13 marzo 2020 per PS4.

STELA

Un antico mondo misterioso e le sue ultime ore di vita raccontate in Stela. La capacità comunicativa ed espressiva che SkyBox Labs è riuscita a imprimere nel suo puzzle-platform è semplicemente notevole. La vostra sopravvivenza passa dalla capacità di sapere risolvere enigmi e manipolare sapientemente l’ambiente circostante. Non sarete soli. Creature e mostri inquietanti renderanno la vostra testimonianza di ultimi sulla terra decisamente insidiosa.

Questo gioco sarà disponibile dal 13 marzo 2020 per Pc e Switch.

DOOM ETERNAL

A distanza di quattro anni dal pluripremiato Doom, ID Software prova a replicare il suo successo con Doom Eternal. Il celebre fps che ha segnato la storia del genere vuole impressionare per l’ennesima volta tutti, con un perfetto mix di brutale violenza e azioni frenetiche. Alimentato dall’ultima versione del motore grafico ID Tech, arrivato alla sua settima generazione, questa nuova iterazione del franchise vive sulle note di una colonna sonora firmata dal compositore Mick Gordon. Il Doom Slayer è pronto a tornare sul campo.

Questo gioco sarà disponibile dal 20 marzo 2020 per Pc, PS4. Assieme a lui ci sarà anche Doom 64.

ANIMAL CROSSING: NEW HORIZONS

Attesissimo titolo di Nintendo esce su Switch il 20 marzo 2020.

HALF-LIFE: ALYX

Ritorna Valve e ritorna la sua celebre creatura in una versione tutta in VR. Half-Life: Alyx vi farà giocare nei panni di Alyx Vance in un’ avventura che possiamo catalogare nella sezione “a volte ritornano”. I Combine, l’ostinata e feroce razza aliena che da sempre ci rende la vita un inferno, anche questa volta metterà in atto il suo malefico piano. La nostra giovane donna è l’ultima speranza, l’ultima chance per l’umanità. Al suo fianco e nel suo mondo ad aiutarla ci sarete voi.

Questo gioco sarà disponibile dal 23 marzo 2020 per Pc. 

ONE PIECE: PIRATE WARRIORS 4

Monkey D. Rufy e la sua strampalata ciurma tornano su console con One Piece: Pirate Warriors 4. Omega Force, Koei Tecmo e Bandai Namco ci regalano un nuovo episodio di questo frenetico musou, dove tra combo e mosse speciali dobbiamo dimostrare all’imperatore Kaido di ambire al trono del Re dei Pirati. Questa volta non saremo più soli. La modalità co-op permetterà di condividere l’esperienza di gioco in compagnia di altri 4 player, affrontando diverse modalità e sfide.

Questo gioco sarà disponibile dal 27 marzo 2020 per Pc, PS4, XBox One e Switch.

PERSONA 5 ROYAL

Siete pronti a ritornare in azione con la banda dei Phantom Thieves. Atlus, a distanza di 4 anni, ritorna con la sua celebre IP con una versione inedita intitolata Persona 5 Royal. Il celebre videogioco di ruolo presenta, rispetto alla sua versione originale, nuovi personaggi, nuove location e nuove aree da esplorare, con situazioni e storie del tutto inedite. Nuovi Persona e altrettanti finali alternativi vi aspettano. Tocca a voi capire quale sarà il vostro.

Questo gioco sarà disponibile dal 31 marzo 2020 per PS4.

OPERENCIA: THE STOLEN SUN

Operencia: The Stolen Sun è un’altra creatura che proviene dal mondo degli Indie, chiude la nostra playlist dei giochi in uscita di marzo. Zen Studios ci fa scoprire, in questo dungeon-crawlers FPS che si ispira ai fasti degli strategici a turni, un mondo fantastico e ispirato ai miti e alle leggende dell’Europa Centrale. Colori, luci e suoni e un design estremamente caratteristico, vi guideranno attraverso paesaggi e location densi di misteri e magia.

Questo gioco sarà disponibile dal 31 marzo 2020 per PS4 e Switch.

ALTRI GIOCHI IN USCITA

  • My Hero One’s Justice 2 uscirà il 13 marzo su Pc e PS4.
  • La Mulana 1-2 uscirà il 20 marzo su PS4, Xbox One e Switch.
  • Moons of Madness uscirà il 24 marzo su PS4 ed Xbox One.
  • Legends of Keepers uscirà il 26 marzo su Pc Windows e Mac.
  • Saints Row IV: Re-Elected uscirà il 27 marzo su Switch.
  • Mount and Blade II: Bannerlord uscirà il 31 marzo su Pc.

L’articolo I giochi in uscita a marzo 2020 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Classic Sport Driving ammicca ai racing classici

Il mondo indie è sempre in crescita ed al tempo stesso in fermento. Ed è da sempre il terreno fertile per gli sviluppatori che, liberi da strette logiche di mercato, lavorano su progetti interessanti. Non necessariamente innovativi ma sicuramente di rilievo. Classic Sport Driving è un progetto indipendente che abbiamo trovato interessante e che – almeno per noi – è stato amore a prima vista fin da alcuni spezzoni di gameplay visti su Twitter e su Facebook.

Si tratta di un gioco di corse automobilistiche che, come alcuni altri titoli, guarda al passato offrendo una componente tecnica in 3d interessante ed in grado comunque di richiamare ai grandi classici del genere. Vediamo anche un interessante video con gameplay “notturno” che ci è stato gentilmente offerto dagli autori.

Del resto, Sylvain Debaudringhien (codice, fisica delle auto, progettazione dei livelli), Jill Goritschnig (grafica) e “Koscape” (musica), i tre sviluppatori del team indie (che ancora non ha un nome), lo dicono apertamente: Classic Sport Driving si ispira ai grandi classici degli anni ’80 e ’90 Outrun, Lotus Turbo Challenge, Jaguar XJ220, Crazy Cars (Lamborghini American Challenge).

E spiegano:

Quei giochi mancavano della potenza per il 3d completo. Mostravano una strada 3d minimalista accanto a sprite 2d su tutti gli elementi presenti su strada e lungo la strada (automobili, alberi, segnali stradali, …). Questo ha dato un aspetto particolare a tutti questi giochi ed è la sensazione che vogliamo far rivivere con Classic Sport Driving rendendolo allo stesso tempo un gioco contemporaneo con un gameplay accurato.

Classic Sport Driving sarà inizialmente disponibile su Pc e successivamente dovrebbe arrivare anche su altre piattaforme. Dovrebbe arrivare nel 2020.

CARATTERISTICHE

Classic Sport Driving 1
Classic Sport Driving 2
Classic Sport Driving 3
Classic Sport Driving 4

  • Il gioco prevede percorsi a checkpoint in sfide contro il tempo con un’intelligenza artificiale degli avversari particolare.
  • Il trattamento della vettura, tuttavia, ha fatto un grande passo in avanti. Sarà importante imparare a leggere la strada, a conoscere i percorsi per trovare i punti dove poter tagliare le curve o frenare il più tardi possibile evitando contatti con alberi o altri ostacoli ed uscite di pista che, naturalmente, rallentano la corsa.
  • Gli sviluppatori spiegano che, in termini di gestione dell’auto, potrebbe essere considerato vicino a Trackmania, dove le persone combattono negli ultimi millisecondi, senza i loop, ma con l’improvvisazione (ci saranno percorsi lunghi 30 km pieni di curve) con una forte sensazione retrò.
  • Gli autori affermano che Classic Sport Driving sarà caratterizzato dalla maggior varietà di curve mai viste in un videogioco. Ma c’è di più: il team spera anche di essere in grado di offrire un editor di tracciati per offrire una rigiocabilità quasi infinita. Aggiungiamo noi, stanno studiando un sistema tipo il RECS di Lotus III basato sulla variazione di determinati parametri (e la relativa generazione di un codice per il percorso) o uno classico come quello presente in Jaguar XJ220 che permette di modificare o aggiungere e togliere direttamente gli elementi?
  • Una delle peculiarità del gioco sarà la lunghezza dei percorsi “eccezionalmente alta”, in quanto riesce a disegnare 10 km di strada imminente, rimanendo a 60 fps HD anche su sistemi più vecchi (dotati, ad esempio, di schede grafiche GTX 960).
  • Classic Sport Driving vuole essere impegnativo proprio come i giochi erano negli anni ’90! Gli amanti delle sfide non dovrebbero rimanere delusi.
  • Ma gli sviluppatori rassicurano anche i neofiti: sarà presente comunque anche una modalità facile, in cui le curve saranno rese più facili, in modo che anche i nuovi arrivati ​​ai giochi di corse possano godersi lo scenario.

CLASSIC SPORT DRIVING, ESTETICA

Classic Sport Driving 5
Classic Sport Driving 4
Classic Sport Driving
Classic Sport Driving 3

  • Gli autori vogliono invitare il giocatore a viaggiare in Paesi lontani.
  • Lo scenario è progettato per offrire un forte impatto con la natura selvaggia, ampi spazi, natura e libertà.
  • Alcuni livelli esploreranno luoghi come l’Islanda, le montagne rocciose, i deserti profondi, le steppe mongole ed altre bellezze naturalistiche.
  • Ma saranno inclusi anche percorsi cittadini ed in notturna.




Classic Sport Driving 14

Classic Sport Driving

L’articolo Classic Sport Driving ammicca ai racing classici proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Xbox One marzo 2020, i giochi migliori del mese

Xbox One marzo 2020, i giochi migliori del mese
Le attese esclusive di Ori and the Will of the Wisps e Bleeding Edge, ma anche DOOM Eternal e One Piece: Pirate Warriors 4 a marzo 2020 su Xbox One. I migliori giochi in arrivo su Xbox One a marzo 2020 vedono la presenza di importanti esclusive per le piattaforme Microsoft, ma anche un paio di produzioni third party piuttosto attese dagli utenti. Nel primo caso assisteremo al debutto di Ori and the Will of the Wisps e Bleeding Edge: due titoli molto diversi, con il primo che si pone come un’avventura in stile metroidvania di ampio respiro e il …

(altro…)

PS4 marzo 2020, i giochi migliori del mese

PS4 marzo 2020, i giochi migliori del mese
Nioh 2, Persona 5 Royal, DOOM Eternal e One Piece: Pirate Warriors 4 sono i migliori giochi in uscita a marzo 2020 su PS4. Marzo 2020 segna l’arrivo su PS4 di una serie di giochi parecchio attesi dai possessori della console Sony, con un paio di importanti esclusive. La prima è senza dubbio Nioh 2, nuovo capitolo della serie action RPG in stile soulslike prodotta da Koei Tecmo, che ci riporta nell’inquietante Giappone feudale invaso dai demoni per una nuova, impegnativa avventura. La seconda è Persona 5 Royal, che segna il ritorno dello straordinario titolo Atlus con un’edizione definitiva, arricchita …

(altro…)

Bloodroots, Recensione PS4

Vi parleremo di Bloodroots, raccontandovi, nella nostra recensione della versione PS4, una storia fatta di azione, tanta violenza gratuita e il tutto condito con una malsana e irriverente ironia. Paper Cult, uno studio di indie di stanza a Montreal, ha deciso di scendere in campo presentando un’evoluzione dei buoni e vecchi beat’em up.

Loro amano definirli fast-paced action games, giochi basati su azioni frenetiche e mosse spettacolari. Dopo la nostra esperienza di gioco, secondo noi Bloodroots potrebbe rientrare in un’ennesima sotto categoria, platform fast-paced action games. La scelta di unire componenti platform in un gioco basato su combo frenetiche è una scelta azzardata. I due meta, come la storia dei videogames insegna, viaggiano a due velocità diverse. Paper Cult ha forse fatto il passo più lungo della gamba?

Se volete scoprirlo non vi resta che restare con noi e con la nostra recensione di Bloodroots, titolo, vi ricordiamo, giocato nella sua versione per console PS4.

UNA SVELTA VENDETTA

Iniziamo la nostra recensione della versione per PS4 di Bloodroots, all’insegna della parola vendetta, concetto che meglio descrive e accompagna la scorrere degli eventi di gioco. Per mettere in atto i suoi folli piani il villain di turno, Mr. Wolf, stermina il villaggio del nostro protagonista. Non contento, finisce con un colpo di pistola e uno di ascia il nostro alter-ego in gioco.

La voglia di vendetta è, però, un qualcosa che riesce a fare miracoli e far tornare i morti nel regno dei vivi. Adesso tra voi e Mr. Wolf vi sono solo 3 atti di intense emozioni, all’insegna della violenza gratuita e tanto sangue. Dovete solo avere un po’ di pazienza con i dialoghi, localizzati in lingua inglese. Purtroppo il mondo indie, sviluppando videogiochi in regime di risparmio, taglia molto sui costi di traduzione.

Bloodroots recensione ps4

Come abbiamo esordito nella premessa della nostra recensione per PS4 di Bloodroots, il gioco rientra all’interno del genere fast-paced action games, che tradotto significa frenetico gioco d’azione. Ci aspettavamo quindi un gioco molto veloce, che sa essere frenetico quanto basta, pieno zeppo di combo e mosse speciali concatenate e con delle animazioni a tema (in stile fatality di Mortal Kombat).

Alcune di queste componenti le abbiamo ritrovate in Bloodroots. La velocità delle azioni e la frenesia sono i due pilastri portanti del meta del gioco. Non abbiamo, invece, ritrovato il meccanismo delle combo a catena come ce lo aspettavamo noi. Queste sono legate al concetto di uccisione e non di colpo messo a segno. La parte bella e originale di Bloodroots è proprio questa.

Bloodroots recensione ps4

La potremo quasi definire una macabra fantasia, quella appunto di studiare nuovi modi originali per ammazzare i nostri avversari presenti sul terreno di gioco. Tutto può trasformarsi in arma, anche perché tutto (o quasi), investito dalla nostra potenza distruttiva, finisce in mille pezzi rilasciando oggetti utilizzabili. Il nostro personaggio è solo in grado di sferrare un pugno che, se ben assestato, è in grado di mandare K.O. il nemico di turno. Ma ne può dare solo uno e quindi diventa facile preda in caso di gruppi di nemici.

Vi vengono in aiuto gli oggetti presenti sulla mappa, che si possono suddividere in armi e oggetti ibridi. I primi rappresentano il vero e forse l’unico modo efficace per scatenare la vostra potenza distruttiva. Ce ne sono di diversi tipi e man mano che avanzate con i livelli ne scoprirete sempre di nuove. Le armi vi permettono di generare un danno in grado di coprire un’area che varia a seconda della tipologia dell’arma.

Bloodroots recensione ps4

Vi sono le spade che, per esempio, vi permettono di ripulire la zona con dei movimenti in linea retta super-veloci. Vi sono, invece, le catene che generano un vortice distruttivo in grado di coprire un’area piuttosto grande. Gli oggetti ibridi, a differenza delle armi, sono versatili e si trasformano, se la situazione lo richiede, in strumenti offensivi. In linea di massima il loro scopo è quello di farvi raggiungere aree sopraelevate, coprire lunghe distanze e liberare spazi.

Ma attenzione, non è tutto oro quello che luccica. I vostri oggetti, che siano essi armi o ibridi, hanno una durata limitata. La vostra abilità di perfetti assassini vi costringerà ad analizzare lo scenario di gioco per capire come impostare la perfetta strategia della morte. Ora non ci sentiamo di dire che è facile diventare oggetto-dipendenti, limitando il gameplay alla ricerca ossessivo compulsiva di armi e surrogati di esse. Invero, non ci sentiamo nemmeno di smentire del tutto questa affermazione. Vi sono delle sequenze in cui la concentrazione di nemici è importante dove il semplice vostro pugno rischia di essere un biglietto di sola andata per l’inferno.

UN PLATFORM O UN BEAT’EM UP?

Se rispondessimo a questa domanda dicendovi “entrambi” non commetteremmo di certo un errore. La natura frenetica ed action, che ricorda i tanto amati beat’em up è viva e presente. Il level design, allo stesso tempo, rievoca in noi quell’amore intramontabile verso i platform. I vari stage sono piuttosto eterogenei tra loro. Difficilmente troverete delle situazioni “riciclate” da precedenti livelli, rendendo l’esperienza mai ripetitiva.

Sorgono però due problematiche nel far convivere questi due generi assieme. Il primo problema è dato dalla natura estremamente veloce del gioco, definita dagli sviluppatori stessi fast-paced. Il design della mappa si sviluppa anche in altezza ma le sue “limitazioni” non sono sempre ben identificate e visibili.

È molto facile, mentre ci esibiamo in mirabolanti e folli combo, finire in un burrone senza nemmeno accorgersi che li ce ne era uno. Colpa sicuramente della troppa voglia di vedere aumentare quel numerino, quello che conta il numero delle uccisioni, e migliorare il nostro posizionamento nella leaderboard mondiale.

Bloodroots recensione ps4

Noi, però, una parte di responsabilità la addossiamo anche allo stile di design utilizzato in Bloodroots. Il cartoon style molto simile a quello della serie animata Netflix Samurai Warrior, entra in contrasto con la visuale isometrica utilizzata. Questa evidenzia sicuramente la natura multipiano del level design, grazie al gioco di ombre e luci, nel contempo, però, appiattisce le zone di profondità. Per questo, e per il precedente motivo, terminare le nostre evoluzioni “giù per un fosso” è una cosa che dobbiamo mettere in conto.

Queste due problematiche appena evidenziate danno vita al vero grande problema che affligge Bloodroots, insito nella logica del respawn. Ad ogni colpo e/o tuffo nel vuoto si finisce al creatore e si ri-inizia dal nostro ultimo checkpoint. Immaginate di re-iterare questo ciclo per diverse volte, inventare nuovi modi per superare lo stage e miseramente fallire perché avete esagerato con le vostre evoluzioni e non avete visto il burrone di turno. Questa lacuna, a nostro avviso evitabile da parte di Paper Cult, penalizza molto l’esperienza di gioco.

Bloodroots recensione ps4

Nell’equilibrio dei due generi, il platform e l’action frenetico, il secondo domina la scena. Non sottovalutate però neanche il primo. Gli stage possono nascondere dei segreti, identificati da un lupo di colore nero. Questi, oltre a influire sul punteggio di fine livello, servono anche per rilasciare l’unica mod presente nel gioco, un copricapo a tema.

Questo cappello fornisce al personaggio un miglioramento delle prestazioni in battaglia. Stranamente gli sviluppatori hanno deciso di abilitare questo upgrade solamente nei livelli già completati e non in quelli ancora da affrontare. Onestamente non ne capiamo il senso di questa scelta.

Bloodroots recensione ps4

COMMENTO FINALE

La nostra recensione della versione per console PS4 di Bloodroots si conclude qui. A margine del nostro lavoro possiamo dire che siamo piacevolmente soddisfatti dal lavoro svolto da Paper Cult. Ancora una volta le cose che divertono sono sempre quelle più semplici. Il gameplay, basato sulla dinamica del “killo tutto quello che trovo sulla mia strada” unita a delle logiche tipicamente platform, riesce a intrattenere ma non a sorprendere. Il nostro database videoludico è piuttosto ampio e di giochi simili a questo ne abbiamo già visti qualcuno. Lo stile ironico che accompagna l’escalation di violenza è comunque un bella trovata e ne diventa il marchio di fabbrica.

Dal punto di vista tecnico vi sono delle defezioni che fanno parte dell’infrastruttura del meta stesso. Mixare due generi, il platform e l’action frenetico, è pericoloso per via della loro natura profondamente diversa. Il level design, infatti, soffre questo dualismo identitario. Le animazioni dei movimenti e la logica con cui si collezionano combo, vincendo una lieve diffidenza iniziale, sono funzionali ma devono essere performate con una buona consapevolezza spaziale. Finire in burrone, dopo aver fatto la macabra piroetta di turno, è molto facile. Il gioco manca di una localizzazione in italiano, aspetto quasi scontato nel panorama indie. Bello ma non bellissimo.

L’articolo Bloodroots, Recensione PS4 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Assembla che ti Passa #237

Assembla che ti Passa #237
Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo di un 2020 che si prospetta difficile, ma non privo di possibili sorprese. Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all’hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti. Anche questa settimana ci tocca partire …

(altro…)

Hunt: Showdown e l’arte di creare tensione

Hunt: Showdown e l'arte di creare tensione
Lo sparatutto PvPvE a tinte horror di Crytek, Hunt: Showdown, ha fatto della tensione un’arte grazie a un comparto audio d’eccezione e un’ambientazione evocativa nella sua decadenza.. Chiunque si conceda un po’ di tempo con Hunt: Showdown coglierà senza fatica cosa lo rende unico nel vasto mondo del multigiocatore competitivo, ovvero riflettere prima di agire. Nella sua perfetta fusione di PvP e PvE con quel tocco di permadeath che non guasta mai, l’FPS a tinte horror di Crytek costruisce un’esperienza che fa della tensione il suo punto forte – sovvertendo un po’ il trend attuale di diversi titoli in cui …

(altro…)

Monster Train, ha inizio la closed beta

Good Shepherd Entertainment e lo sviluppatore indipendente Shiny Shoe hanno dato il via alla closed beta di Monster Train, il roguelike basato su meccaniche di deck-building ambientato su un treno verso l’Inferno.

I giocatori possono registrarsi sul sito ufficiale per avere l’opportunità di accedere alla beta, che durerà fino al prossimo 19 marzo e permetterà di provare sia la modalità per giocatore singolo, sia il multiplayer.

Ricordiamo che per il gioco, che sarà disponibile per Pc (via Steam), arriverà il secondo trimestre di quest’anno.

Qui il video ufficiale. Buona visione.

IL GIOCO

L’Inferno si sta congelando, e solo il giocatore potrà proteggere l’ultima pira ardente dalle forze del Paradiso e far tornare l’Inferno a bruciare. Monster Train aggiunge un elemento strategico ulteriore ai roguelike di deck-building, introducendo l’idea di tre campi di gioco che devono essere difesi contemporaneamente. Sarà possibile costruire un mazzo di incantesimi e creature scegliendo tra oltre 200 carte, e piazzare i propri campioni in ogni livello del campo di gioco per proteggere il treno e la propria pira dagli invasori. Con cinque clan diversi per cui combattere e da sfruttare per creare le combinazioni migliori, pericolosi nemici da affrontare che richiedono un mazzo bilanciato, e tanti percorsi diversi da percorrere attraverso l’Inferno, nessuna partita sarà mai uguale a un’altra.

La peculiare modalità multiplayer a tempo di Monster Train, “Hell Rush”, consentirà fino a otto giocatori di sfidarsi gli uni contro gli altri in sfide a tempo e fa vivere loro un’esperienza intensa e adrenalininca sotto una pressione pazzesca. I giocatori potranno inoltre creare le proprie sfide personalizzate e condividerle con il mondo, per poi scoprire chi sarà in grado di dominare le classifiche. Nel gioco sarà inoltre prevista, ogni giorno, una nuova sfida dove si potranno giocare delle partite con modificatori attivati che varieranno il gameplay. Si potrà competere in questo sia a livello globale che contro gli amici, per scalare le classifiche con un sistema di punteggio incentrato sulle abilità.

Monster Train

L’articolo Monster Train, ha inizio la closed beta proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Evercade, arrivano Xeno Crisis e Tanglewood

Non finiscono le sorprese per Evercade, la console portatile rivolta agli amanti del gaming vintage in arrivo il prossimo 9 aprile. Difatti è stata annunciata ” “Dual Game Crisis & Tanglewood”, una nuova cartuccia che conterrà i due indie Xeno Crisis e Tanglewood.

Essa costituirà la dodicesima cartuccia destinata ad arricchire il parco titoli della console, e sarà distribuita insieme a quella denominata Atary Linx in una data ancora da definire nel terzo trimestre di quest’anno.

Evercade è una nuovissima console portatile con esclusive cartucce multi-gioco. Finora tra le cartucce sono stati confermati titoli appartenenti a Namco Museum, Interplay, Atari, Data East, Technos, Piko Interactive, Mega Cat Studios, Songbird Productions, e ora si stanno aggiungendo Bitmap Bureau e Big Evil Corporation.

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

Evercade

XENO CRISIS

Xeno Crisis è uno sparatutto arena in visuale isometrica originariamente progettato per il Sega Mega Drive di Bitmap Bureau. Nel titolo i giocatori prendono il controllo di marine veterani che si imbarcano in una missione mortale, con lo scopo di affrontare una minaccia aliena. Bisognerà correre e farsi strada tra migliaia di avversari, cercando sopravvissuti e affrontando l’origine della minaccia.

I giocatori avranno diverse armi a disposizione, ma esse avranno munizioni limitate; ciò implicherà il dover essere costantemente in movimento, raccogliendo nuove armi e munizioni mano mano. Quando una stanza sarà stata sgombrata da tutti i nemici, il giocatore potrà scegliere quale uscita prendere, con l’obiettivo di salvare tutti gli abitanti della colonia che potranno essere ancora vivi, per poi avanzare verso il boss dell’area. Ci saranno 7 aree in totale, ognuna con i propri nemici, pericoli, segreti e sfumature di gioco.

Evercade

TANGLEWOOD

Tanglewood è un titolo nuovo di zecca sviluppato per Sega Mega Drive, ma ora disponibile sulla cartuccia Evercade dopo la sua fortunata campagna Kickstarter nel 2016. Una vera esperienza platform a 16 bit che farà felici i più nostalgici tra i fan dei vecchi giochi sfocati e avvincenti..

Ambientato in un mondo immaginario, il titolo segue una giovane creatura, Nymn, che è stata separata dal branco familiare dopo il tramonto. Incapace di tornare alla sicurezza della casa sotterranea, Nymn dovrà trovare un modo per sopravvivere ai terrori notturni e arrivare sana e salva al mattino successivo. Al calar del sole Nymn dovrà usare abilità di evasione,tecniche speciali, trappole e inganni per sconfiggere i predatori.

Evercade

L’articolo Evercade, arrivano Xeno Crisis e Tanglewood proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Sakura Wars, l’uscita si avvicina

Tecnologia steampunk unita ad un design giapponese piuttosto stravagante. Tutto questo e molto altro è Sakura Wars, in uscita su PS4 il 28 aprile prossimo, in edizione digitale e fisica.
Eccone un assaggio:

 

Dalla grande torre dell’orologio in cima alla stazione ferroviaria di Ginza, che domina lo skyline della città, all’affascinante Teatro Imperiale che si erge alto nel cuore di Tokyo, Sakura Wars trasuda un mondo ricco di ispirazione storica, arricchito con la fantastica tecnologia steampunk.
L’era Taisho rappresenta un momento di prosperità e ottimismo per il Giappone, un incrocio di culture orientali e occidentali che crea un quadro vibrante in cui i giocatori potranno mettersi nei panni di Seijuro Kamiyama e riportare l’Imperial Combat Revue alla gloria.
Sakura Wars è un reboot che conserva molte delle caratteristiche che hanno reso la serie un successo in Giappone, tra cui una visione poetica, un cast stellare e una storia avvincente piena di intrighi, azione e romanticismo. Il nostro ultimo trailer mette in scena questo ritratto del centro di Tokyo degli anni ’40, e introduce la missione che ti permetterà di riconquistare il prestigio della tua squadra e del teatro.

CARATTERISTICHE DI SAKURA WARS

  • Interazioni dei personaggi: un cast colorato di personaggi che possono interagire tra di loro, tramite il sistema di dialogo dinamico LIPS (un marchio di fabbrica della serie), in cui ciò si dici e come si dice influisce nelle relazioni sia dentro che fuori dal campo di battaglia.
  • Combattimenti spettacolari:  forti legami con i componenti della battaglia sfociano in combattimenti spettacolari con giganteschi mech.
  • Splendida produzione Anime: meravigliose scene animate, una colonna sonora  e character designed realizzato da luminari di anime e di JRPG che vi trasporteranno in una Tokyo steampunk del 1940.

Oltre a quella classica in digitale, l’ edizione fisica di Sakura Wars includono una cover reversibile con la copertina originale giapponese, insieme ad un set di adesivi con il cast principale del gioco. Il gioco includerà inoltre l’audio giapponese e sottotitoli in inglese, tedesco, francese e spagnolo.


L’articolo Sakura Wars, l’uscita si avvicina proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us