Archivi tag: IlVideogioco

Resident Evil 2, trailer di lancio

Il conto alla rovescia per il debutto di Resident Evil 2 è entrato nella fase caldissima. Capcom ha pubblicato il trailer di lancio della nuova riproposizione del suo classico uscito originariamente venti anni fa.

Il remake di Resident Evil 2 esordirà il 25 gennaio su Pc, PS4 ed Xbox One con una una versione moderna del capitolo della saga survival horror con un fotorealismo molto spinto, audio coinvolgente, una nuova visuale in terza persona e controlli di gioco modernizzati.

Ritornano gli elementi che hanno reso grande questa serie come il classico gameplay action, l’esplorazione ansiogena e la risoluzione dei puzzle. I giocatori si uniscono alla recluta di polizia Leon Kennedy e alla studentessa universitaria Claire Redfield, che si incontrano durante la disastrosa epidemia di Raccoon City che ne ha trasformato la popolazione in zombie letali. Sia Leon che Claire avranno campagne giocabili separatamente consentendo ai giocatori di vivere la storia attraverso gli occhi di entrambi i personaggi.

Ecco la clip. Buona visione.

L’articolo Resident Evil 2, trailer di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Resident Evil 2, trailer di lancio

AESVI presenta il quarto censimento degli sviluppatori italiani

AESVI, l’associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi nel nostro Paese, ha presentato oggi a Roma, in occasione del Games Industry Day, il quarto censimento dei Game Developer Italiani.

I risultati sono stati annunciati presso la Casa del Cinema durante un evento patrocinato dal ministero per i Beni e le Attività Culturali alla presenza di istituzioni, operatori del settore e stampa.  La rilevazione è stata commissionata a un gruppo di lavoro di CRIET, il centro di ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio dell’Università Milano-Bicocca, ed è stata effettuata con l’obiettivo di monitorare lo stato dell’industria dei videogiochi in Italia rispetto alle indagini precedenti, la prima compiuta nel 2011, la seconda nel 2014 e la terza nel 2016.

Al censimento, realizzato attraverso la somministrazione di un questionario diretto a soggetti con responsabilità gestionali all’interno delle imprese e a singoli liberi professionisti, hanno risposto 127 studi di sviluppo di videogiochi da tutta Italia.

I PRINCIPALI RISULTATI EMERSI

Un’industria in fase di consolidamento, che offre lavoro ai giovani. L’industria dei videogiochi a livello nazionale sta vivendo una fase di consolidamento e stabilizzazione.
Rispetto alle precedenti rilevazioni crescono infatti il numero di studi operanti sul territorio (da 120 a 127), l’età media degli imprenditori (da 33 a 36 anni) e l’età delle imprese (il 54% delle imprese ha meno di tre anni, contro il 62% della rilevazione precedente).
Si registra inoltre un aumento degli addetti, che sale a 1.100 persone (+10% rispetto al 2016). E nonostante il 35% delle imprese intervistate conti un massimo di due addetti, il 47% degli studi ha tra i 3 e i 10 addetti e il 17% dà lavoro a oltre 11 professionisti.

Primeggia la formazione universitaria. La formazione ha un peso importante nello sviluppo dell’industria, come conferma il fatto che oltre la metà degli operatori (58% contro il 55% nel 2016) è in possesso di un titolo accademico. Due su tre possiedono un diploma di laurea magistrale, hanno conseguito un master o un dottorato di ricerca. Gli ambiti di studio prevalenti sono di natura tecnico-ingegneristica (informatica, architettura e ingegneria), mentre le figure professionali con competenze di economia e gestione d’impresa sono ancora poco frequenti.

Le società di capitali prevalgono tra gli studi di sviluppo. La maggioranza degli studi di sviluppo di videogiochi che operano in Italia (61%) sono costituiti sotto forma di società di capitali (SRL oppure SRLS). Un aumento rispetto alla precedente rilevazione che, insieme alla riduzione del numero dei liberi professionisti (13% rispetto al 40% rilevato nel censimento del 2016), conferma nuovamente il maggior consolidamento dell’industria. Pressoché invariato rimane, invece, il numero degli studi iscritti nel registro delle start up innovative (oltre il 20%), che rappresenta comunque una quota di una certa rilevanza se rapportata alla numerosità delle società di capitali presenti nel campione e ai requisiti richiesti per l’iscrizione. Per quanto riguarda invece le fasce di fatturato, solo 5 studi dichiarano un fatturato oltre i 2 milioni di euro. L’11% supera i 500.000 euro. Il resto del campione si suddivide in un 23% di studi con un fatturato tra 100.000 e 500.000 euro e un 66% di studi con un fatturato fino ai 100.000 euro.

Milano capitale del videogioco italiano, cresce Roma. La distribuzione territoriale degli studi di sviluppo non registra grandi variazioni rispetto alla precedente rilevazione. Il Nord Italia si conferma ancora una volta l’area geografica che ospita la maggior parte degli studi di sviluppo (57%), seguita dal Centro Italia (24%) e dal Sud Italia e dalle isole (18%). A livello regionale la Lombardia mantiene la sua posizione di leadership per numero di studi sviluppo (33%), seguita da Lazio (14%) ed Emilia Romagna (10%). A livello provinciale Milano, con il 23% delle imprese del settore, e Roma (14%) risultano essere le città con il maggior numero di studi, seguite da Napoli (6%), Torino (5%), Bologna (4%) e Firenze (4%).

PC e mobile sono le piattaforme più usate, la vendita digitale il modello di business più diffuso. La produzione di videogiochi per Pc vede nel 2018 nuova e importante crescita, arrivando a contare oltre la metà dei titoli realizzati (51,5% contro il precedente 37%), mentre si contrae ulteriormente quella mobile, che comprende circa un terzo dei prodotti sviluppati (29% rispetto al 35% del 2016).

Se il divario tra queste due piattaforme continua ad aumentare, rimane invece stabile la posizione ricoperta dalle console, che si attesta sul 15% delle produzioni totali, mentre quella del web gaming diminuisce di peso, con produzioni pari soltanto al 2,5%. Si registra anche una contrazione di realtà aumentata e virtuale, ambiti per i quali sviluppano soltanto il 9% e il 25% degli studi intervistati. Il modello di business più utilizzato dagli studi di sviluppo è quello della vendita digitale (sfruttato dall’83% dei rispondenti) e seguito dalla vendita retail (29%). E proprio riguardo la vendita digitale, il principale marketplace di riferimento è Steam (utilizzato dal 72% delle aziende), seguito dai marketplace mobile Google Play (49%) e App Store (45%). Dei 127 studi di sviluppo che hanno risposto alla rilevazione il 76% realizza videogiochi commerciali di intrattenimento destinati a essere venduti direttamente ai consumatori finali (B2C), mentre il 66% opera nel mercato business (B2B) realizzando applicazioni su commessa di terzi, in particolare aziende ed enti. Gli studi di sviluppo operano principalmente in self-publishing (65%), ovvero auto-pubblicando i propri videogiochi, mentre a oggi soltanto il 22% degli studi si affida a un publisher per pubblicare il proprio videogioco di maggior successo.

Thalita Malagò (AESVI)

Autofinanziamento come principale fonte di sostentamento. L’autofinanziamento rimane la forma di sostentamento per eccellenza degli studi di sviluppo italiani. L’88% dei rispondenti dichiara, infatti, di ricorrere a risorse proprie per finanziare la propria attività. Cresce, però, il supporto dei publisher, che fornisce un’integrazione all’autofinanziamento al 21% delle aziende contro il 17% della rilevazione precedente. Di minore importanza il contributo derivante da piattaforme di fundraising (10%), private equity (9%), finanziamenti pubblici (6%), istituti bancari (6%) e venture capital (3%).

L’importanza della partecipazione a fiere ed eventi. La presenza a fiere ed eventi risulta di importanza centrale per gli studi di sviluppo di videogiochi. L’82% delle aziende dichiara di aver partecipato ad almeno un’iniziativa negli ultimi 2 anni. Tra queste, il 44% ha pre­so parte soltanto a manifestazioni na­zionali, il 7% ha visitato soltanto fiere internazionali e il 49% ha partecipato a fiere o eventi sia in Italia che all’estero. La disponibilità di forme di incentivo o di supporto gioca un ruolo cruciale per la partecipazione alle manifestazioni di settore. In questo senso, i dati evi­denziano che degli studi che hanno preso parte a un evento o a una fiera, il 60% è riuscito a farlo per­ché ha beneficiato di un incentivo o di altre forme di supporto.

Gli ostacoli allo sviluppo del settore. Tra i fattori che hanno ostacolato maggiormente la crescita degli studi di sviluppo nell’ultimo triennio la responsabilità più importante viene at­tribuita all’inadeguata disponibilità di risorse finanziarie all’interno dell’im­presa. Si registrano anche ostacoli informativi e carenze di competenze, come in particolare la difficoltà nel reperire personale qualificato sul mercato del la­voro e la complessità nel combinare competenze tecnologiche, manageriali e di marketing. La presenza sul mercato di aziende consolidate e in una posizione di for­za è individuato come principale osta­colo di mercato anche se, in generale, questo genere di difficoltà è quello che viene avvertito come meno pericoloso da parte degli studi di sviluppo italiani. Altri fattori che limitano lo sviluppo sono identificati nel rischio troppo elevato dell’attività d’impresa, nella mancanza di una cultura commerciale adeguata e da un sistema fiscale e normativo non ade­guato a una sana e robusta crescita del sistema imprenditoriale del videogioco.

Raccomandazioni. Per permettere la crescita dell’industria dei videogiochi in Italia sono state individuate diverse linee di intervento.

La prima riguarda la definizione di programmi strutturali di sostegno alla produzione di videogiochi. L’industria potrebbe, infatti, beneficiare in misura significativa di un piano di incentivi che preveda non soltanto sgravi fiscali, ma anche contributi per le aziende che operano nel campo dell’entertainment digitale e nell’ambito dello sviluppo tecnologico.

La seconda linea di intervento riguarda lo sviluppo di programmi e incentivi volti ad attrarre capitali provenienti dai big player del settore e dagli investitori internazionali.

La realizzazione di iniziative in grado di attirare gli investimenti internazionali in Italia, nonché la creazione di momenti di incontro e dialogo dedicati a creare una connessione tra gli studi di sviluppo e i possibili partner internazionali potrebbero contribuire in misura significativa all’immissione di capitali dall’estero per lo sviluppo del settore in Italia.

Un terzo intervento riguarda la creazione di poli d’eccellenza sul territorio nazionale.
La realizzazione di un “ecosistema italiano” all’interno del quale coloro che vi lavorano possano avere l’opportunità di condividere infrastrutture, competenze, conoscenze e know-how rappresenta un’occasione di contaminazione tra gli operatori del settore, favorirebbe l’attrazione di imprese che operano in ambiti limitrofi e potrebbe concorrere allo sviluppo dell’economia di un intero territorio.

La quarta linea di sviluppo riguarda, infine, la formazione degli operatori del settore. Per poter continuare il percorso di crescita degli studi di sviluppo, attrarre l’interesse di investitori disposti a immettere nuove risorse nel settore e competere con le principali realtà internazionali appare opportuno progettare e attuare piani di formazione che consentano di diffondere le conoscenze imprenditoriali legate alla gestione d’impresa, al marketing e alla comunicazione.

L’articolo AESVI presenta il quarto censimento degli sviluppatori italiani proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di AESVI presenta il quarto censimento degli sviluppatori italiani

Amiamo il retro perché è storia e cultura

Carissimi lettori, buongiorno. Chi ci segue si sarà accorto che da qualche mese abbiamo iniziato una bellissima collaborazione con Adriano Avecone, uno dei massimi esperti di retrogaming. Il nostro amico ci onora mensilmente (in verità pressiamo da sempre per averne almeno uno ogni quindici giorni), della sua presenza sulle nostre pagine de IlVideogioco.com.

Lo fa con articoli che riassumono le atmosfere degli anni ’80 ed in generale di molti anni fa. È una cosa che a noi piace perché oltre a ricordare vere e proprie perle videoludiche, che spesso e volentieri hanno poi dato il là ad un’evoluzione che ci ha portato ai giorni nostri, ci fa rivivere uno spaccato di anni felici. Almeno per noi. Chi vi scrive, essendo un uomo nato nel ’77, legge con affetto questo o a quell’aneddoto. Ci si ricorda anche del costume dell’epoca e si parla – tra le righe – di quanto fosse bello o difficile quel particolare o di come tecnicamente il gioco si comportasse.

È un po’ come tornare indietro nel tempo. E per di più si fa cultura perché per chi ama i videogiochi è sempre interessante leggere di titoli che ai più oggi non dicono nulla ma che all’epoca hanno scritto la storia. Da pixel animati quasi a mano, a giochi con motori grafici da far paura grazie anche ad hardware sempre più performanti. Ma è la naturale evoluzione che in 40 anni ha fatto passi da gigante. 

La rubrica sta avendo successo sia per visualizzazioni (che per una realtà indipendente come la nostra sono dettagli da non sottovalutare) sia per l’eccelsa qualità di quanto proposto dal nostro amico Adriano Avecone.

Siamo contenti di proporre queste analisi perché ci permettono anche di staccare dalla cronaca quotidiana che ha i suoi ritmi e di offrire ai lettori articoli diversi da leggere. E vi potreste stupire del fatto che esistono anche news di cronaca retro visto che la platea di appassionati videogiocatori è supportata da sviluppatori che ancora oggi producono giochi su vecchie macchine quali C64, Amiga, Amstrad, Spectrum e così via.
Del resto fare cultura fa anche parte del nostro mestiere senza se e senza ma. Articoli che speriamo siano in grado di suscitare domande non troppo retoriche sull’utilità perché per ogni dubbio si può leggere questo editoriale.

Detto questo, vi auguriamo buona lettura.

 

L’articolo Amiamo il retro perché è storia e cultura proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Amiamo il retro perché è storia e cultura

Anthem, il pre-load della demo è disponibile su tutte le piattaforme

Electronic Arts ha reso disponibile per il download, il client demo di Anthem, su tutte le piattaforme. Il download è accessibile a tutti, anche se non hanno avuto accesso alla demo VIP  in uscita questo venerdì. Lo rende noto VG247.

Precisiamo però che sarà possibile avviare il gioco, ma non si potrà giocare fino a quando i server non saranno attivi. Inoltre, coloro che non hanno accesso alla demo VIP, devono attendere fino alla settimana successiva per entrare.

Per coloro che lo giocheranno su Pc tramite Origin, dovranno visitare la pagina del negozio Anthem e fare clic su Prova Subito per aggiungere la demo alla libreria e avviare quindi il download.

Su PS4, i giocatori dell’Unone Europea possono accedere al gioco tramite questo link.

L’articolo Anthem, il pre-load della demo è disponibile su tutte le piattaforme proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Anthem, il pre-load della demo è disponibile su tutte le piattaforme

Siglato accordo di distribuzione tra Reef Entertainment e Koch Media

Al via una nuova partnership strategica tra Reef Entertainment e Koch Media. Le due realtà hanno infatti siglato un accordo di distribuzione di Death End Re; Quest per PS4 e di Super Neptunia gdr per PS4 e Switch. I due titoli saranno distribuiti nel 2019 da Koch Media, in versione fisica, in Germania, Svizzera e Italia.

Death End Re; Quest sarà disponibile per PS4 il 22 febbraio, ma è già possibile avere un’anteprima del titolo grazie a questo trailer.

 

Nella clip possiamo dare un’occhiata alle schermate di dialogo dei vari personaggi del World of Odyssey. Infine è disponibile un nuovo aggiornamento del sito dei personaggi, che include gli esseri misteriosi di World’s Odyssey, conosciuti come Luden.

Ecco una descrizione dei Luden:
• Alice – è l’Agente del Desiderio e parla spesso per il resto dei Luden. Il suo atteggiamento pacifico potrebbe indurre a pensare che sia molto amichevole, ma è solita guardare tutti dall’alto in basso.
• Ripuka – è ossessionata da omicidi e massacri.
• Nova – è l’Agente dell’Ira. Aggressiva e masochista, ricava piacere infliggendosi dolore.
• Levin: è l’Agente della Paura ed è l’unico uomo tra i Luden.

L’articolo Siglato accordo di distribuzione tra Reef Entertainment e Koch Media proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Siglato accordo di distribuzione tra Reef Entertainment e Koch Media

GTA Online, disponibili nuovi contenuti

GTA Online, l’appendice multipayer di GTA V di RockStar Games, anche questa settimana, si arricchisce ancora di nuovi contenuti ed offerte. Eccoli nello specifico:

Benefactor Schlagen GT: nuova autovettura disponibile da Legendary Motorsport.

Bonus in GTA$: bonus su import/export e GTA$ doppi nelle vendite di carichi speciali fino al 28 gennaio.

Nuove modalità: nuove gare nella modalità competizione “Mantieni il passo” o unirti ad altri giocatori in “Velocità esplosiva”. Anche queste due modalità frutteranno GTA$ e RP doppi.

Premi reali: giocando a GTA Online entro il 28 gennaio si potrà ottenere la maglietta Benefactor.

Questa settimana ulteriori sconti del 30% sugli uffici per riempire il proprio arsenale e sconti fino al 35% su un assortimento di veicoli armati e di lusso.

Ecco tutti i dettagli:

  • Uffici: –30%
  • Magazzini per carichi speciali: –40%
  • Dinka Jester Classic: –30%
  • Declasse Scramjet: –30%
  • Overflod Tyrant: –30%
  • Vapid Flash GT: –30%
  • TM-02 Khanjali: –35%
  • HVY Chernobog: –35%
  • Volatol: –35%

L’articolo GTA Online, disponibili nuovi contenuti proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di GTA Online, disponibili nuovi contenuti

StarCraft II, giovedì saranno diffusi nuovi dettagli

StarCraft II riceverà delle novità nelle prossime settimane. Per questo motivo, giovedì dalle 19 alle 21, Blizzard trasmetterà uno streaming in diretta con DeepMind.

La diretta ci aggiornerà sulle ricerche in merito a StarCraft II. Sarà possibile guardare gli eventi sulla pagina YouTube di DeepMind e/o sul canale di StarCraft II su Twitch.

L’articolo StarCraft II, giovedì saranno diffusi nuovi dettagli proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di StarCraft II, giovedì saranno diffusi nuovi dettagli

Indie Highlights, domani alle 15 una nuova presentazione

Giochi indie protagonisti su Switch. È in arrivo domani, infatti, l’ultimo video Indie Highlights di Nintendo of Europe che offrirà una panoramica di alcuni nuovi titoli indie che verranno pubblicati su Switch quest’anno.

La clip verrà postata sul canale YouTube di Nintendo Italia  domani, mercoledì 23 gennaio, alle 15.

 

L’articolo Indie Highlights, domani alle 15 una nuova presentazione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Indie Highlights, domani alle 15 una nuova presentazione

Life is Strange 2, trailer di lancio episodio 2

Il debutto di Rules, il secondo capitolo di Life is Strange 2, è dietro l’angolo. Square Enix e Dontnod Entertainment hanno pubblicato il relativo trailer di lancio.

Il secondo episodio debutterà giovedì (24 gennaio), naturalmente su Pc (Steam), PS4 ed Xbox One.

L’Episodio 2 continua a pochi mesi dagli eventi del primo episodio. Sean e Daniel stanno fuggendo dalla polizia dopo il tragico incidente di Seattle e l’apparizione di uno strano potere sovrannaturale. Ma le cose si fanno sempre più difficili con il mutare delle stagioni e l’arrivo di un freddissimo inverno.

Il potere avrà un ruolo centrale nella storia, dato che Daniel inizierà pian piano ad abituarsi a usarlo. I fratelli dovranno allenarsi a controllare le abilità di Daniel per fare in modo che sia meno pericoloso per sé stesso e gli altri, ma allo stesso tempo dovranno nasconderle da un mondo che non le comprenderebbe.

Dovranno quindi stabilire una serie di regole in modo che Daniel tenga il suo potere nascosto il più possibile: “Non mostrarlo mai in pubblico.” “Non parlarne con nessuno.” “Fuggi dai pericoli.” Ma un bambino di 9 anni sarà davvero in grado di seguire le regole?

L’amato Captain Spirit ritornerà nell’Episodio 2 di Life is Strange 2: è consigliabile completare Le fantastiche avventure di Captain Spirit, dato che l’Episodio 2 terrà in considerazione i salvataggi di Captain Spirit (titolo gratuito). Inoltre, le azioni compiute in Captain Spirit avranno delle pesanti ripercussioni sull’Episodio 2.

L’articolo Life is Strange 2, trailer di lancio episodio 2 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Life is Strange 2, trailer di lancio episodio 2

Disponibile The Nightmare, il nuovo dlc di Shadow of the Tomb Raider

The Nightmare, il nuovo dlc di Shadow of the Tomb Raider, è disponibile sia come download gratuito per chi possiede il season pass, sia acquistabile separatamente.

In questo nuovo contenuto Lara Croft affronterà nemici nuovi e alcuni volti familiari, grazie a nuove opzioni di personalizzazione come la tenuta Scales of Q, con una pelle spessa e ossa solide che forniscono il doppio della resistenza contro gli attacchi corpo a corpo.

A disposizione inoltre, la piccozza Grip of Fear con un design ottimizzato per la scalata e per il combattimento. Grazie a quest’arma, i nemici possono essere messi fuori combattimento con maggior facilità. Disponibile anche White Breath, la nuova abilità che crea una nuvola di fumo allucinogeno e incita i nemici a combattere tra di loro.

Come parte di questo aggiornamento, ora è possibile giocare in modalità Attacco a punti e Attacco a tempo nelle tombe della campagna principale Sguardo del giudice, Portale degli inferi, Grotte ululanti, Sentiero di guerra e Tempio del sole.

Ecco trailer di lancio ed alcune immagini. Buona visione.



L’articolo Disponibile The Nightmare, il nuovo dlc di Shadow of the Tomb Raider proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Disponibile The Nightmare, il nuovo dlc di Shadow of the Tomb Raider

Anthem, video approfondimento di EA

Electronic Arts ha pubblicato un nuovo trailer su Anthem intitolato This Is Anthem. Si tratta di una video anteprima sul gameplay del nuovo gioco griffato BioWare in uscita tra qualche settimana.

Il primo approfondimento mostra gli spettacolari scenari del gioco e permette di dare un’occhiata particolare alla Storia, alla Progressione e alla Personalizzazione.

Buona visione.

 

 

L’articolo Anthem, video approfondimento di EA proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Anthem, video approfondimento di EA

Among the Sleep in arrivo su Switch

L’horror Among the Sleep arriverà quest’anno su Switch. La Among the Sleep: Enhanced Edition, presentata lo scorso anno, arriverà sulla console di casa Nintendo sia in versione digitale che fisica, con una grafica potenziata, significativi miglioramenti e altri contenuti.

Ricordiamo che in Among the Sleep, sviluppato da Krillbite Studio e pubblicato da SOEDESCO, il giocatore assume il ruolo di un bambino indifeso di due anni, che ha perso la mamma. Con un insolito orsacchiotto come compagno, vaga alla sua ricerca per una casa sinistra e buia. Quello che seguirà è una perlustrazione inquietante di ambienti lugubri e contorti, vissuta attraverso gli occhi di un bambino spaventato.






L’articolo Among the Sleep in arrivo su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Among the Sleep in arrivo su Switch

Cyberpunk 2077 metterà a disposizione una grande varietà di armi

Il lead cinematic animator, Maciej Pietras, durante un’intervista con il sito francese Jeuxactu riportata da Gamingbolt, ha parlato del grande numero di armi presenti in Cyberpunk 2077 e di come questo consentirà ai giocatori di approcciarsi alle varie situazioni in modi diversi. Le armi, inoltre, serviranno non solo per combattere ma anche per muoversi nell’ambiente: un esempio sono le spade, utili non solo per il combattimento corpo a corpo, ma anche per scalare pareti.

Pietras ha commentato:

Nella demo, si potevano vedere diversi tipi di armi e diversi sistemi di combattimento.  Tutto questo è legato alla classe del personaggio che si creerà e in base alle abilità apprese. Ci saranno davvero dei vantaggi nell’usare questa o quell’arma, a seconda di come si progredirà. Ci sarà la possibilità di scegliere tra armi tecnologiche, armi potenti e armi intelligenti e ognuna di esse permetterà di approcciarti al gioco in molti modi diversi. Ad esempio, armi potenti hanno una spinta che consente di raggiungere i nemici nascosti dietro le mura. Le armi intelligenti sfruttano un autolock che può bersagliare un nemico. Per quanto riguarda le armi da mischia, puoi vedere le Mantis Blades nella demo. Queste sono armi incredibili, che sono attaccate al corpo del personaggio e permettono di arrampicarsi sui muri, ma anche di uccidere i nemici in corpo a corpo. C’è anche un’altra arma, la katana, che non abbiamo mostrato nella demo ma è molto interessante”.

Cyberpunk 2077 attualmente non ha una data di lancio. Sebbene molte voci insistono su una ipotetica pubblicazione entro la fine di quest’anno, CD Projekt RED insiste nel non dare una data di rilascio fino a quando il gioco non sarà pronto.

L’articolo Cyberpunk 2077 metterà a disposizione una grande varietà di armi proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Cyberpunk 2077 metterà a disposizione una grande varietà di armi

Riot: Civil Unrest, disponibile a febbraio su Pc e console

Riot: Civil Unrest, simulazione di sommossa (ed antisommossa), sarà disponibile dai primi giorni di febbraio su Pc, Xbox One, PS4 e Switch. Lo rende noto Merge Games.

Distribuito su quattro campagne e oltre 30 scenari individuali, da Oakland in California a Tahrir Square in Egitto e Caracas in Venezuela, Riot: Civil Unrest consente ai giocatori di controllare i manifestanti o le forze dell’ordine nel tentativo di riprodurre fedelmente ogni evento. Dopo aver impostato gli obiettivi per ogni scenario, il giocatore deve scegliere come affrontare ogni situazione, utilizzando strategie e tattiche diverse per ottenere il risultato perfetto: dissipare una folla arrabbiata o superare un gruppo di poliziotti ben equipaggiati?

Ogni singolo personaggio, grazie alla sua intelligenza artificiale, fa si che la folla si muova in maniera realistica e fluida. La versione per Pc inoltre, vanta anche un potente editor che consente agli utenti di creare e condividere i propri scenari. L’editor viene fornito con ulteriori scenari realizzati dal team di sviluppo di Bologna, tra cui: G20 – Amburgo, Gilets Jaunes – Parigi, Piazza Shohada, Iran e Buenos Aires.

Riot è nato grazie alle esperienze vissute dal suo artista e creatore, Leonard Menchiari. Durante l’estate del 2011 infatti, Menchiari ha partecipato alle proteste NO-TAV nel nord Italia. Lì ha assistito in prima persona alle azioni di entrambi i manifestanti e le forze dell’ordine che lo hanno portato a creare questo titolo. Lo ha creato per raccontare le storie ed esprimere le emozioni provate durante questi scontri.

















L’articolo Riot: Civil Unrest, disponibile a febbraio su Pc e console proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Riot: Civil Unrest, disponibile a febbraio su Pc e console

Un videogiocatore batte un pilota professionista

Evento straordinario nella Race of Champions in Messico dove Enzo Bonito ha battuto Lucas Di Grassi, uno dei piloti di punta della Formula E (ex campione del Mondo della categoria nella stagione 2016-17). Lo scrive Eurogamer.

L’evento messicano ha visto la partecipazione di altri piloti famosi, da Pierre Gasly al quattro volte campione del mondo di F1 Sebastien Vettel nonché Ryan Hunter-Reay direttamente dalla Indy 500 e Tom Kristensen, più volte trionfatore di Le Mans. Il risultato di Bonito è stato straordinario: ha concluso un round su circuito con mezzo secondo di vantaggio nei confronti di Di Grassi. Entrambi erano al volante della KTM X-Bows.

Questo episodio conferma la tendenza sempre più diffusa di trovare i migliori piloti videoludici nei circuiti di corse reali.

Bonito, giusto ricordarlo, ha vinto la Carrera Cup Italie eSport lo scorso settembre. Questo risultato in pista reale conferma la bontà di quanto fatto a livello simulativo.

Ecco il cinguettio della manifestazione con allegato il filmato della manche vinta dal pilota italiano. Buona visione.

Big upset! Sim racer @EnzoBonito17 takes the scalp of @LucasdiGrassi! #ROCMexico @McLarenShadow pic.twitter.com/MMa98Pd4lP

— #ROCMexico (@RaceOfChampions) January 19, 2019

L’articolo Un videogiocatore batte un pilota professionista proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Un videogiocatore batte un pilota professionista