Archivi categoria: Unreal Engine

Auto Added by WPeMatico

Milestone svela tutte le nuove caratteristiche di MotoGp 18

Dopo l’annuncio condito con la data di lancio fissata al 7 giugno su Pc, PS4 ed Xbox One e subito dopo su Switch, Milestone presenta in modo dettagliato tutte le novità di MotoGp 18.

Progettato per essere il reboot del titolo di punta di Milestone, MotoGP 18 è stato sviluppato partendo da zero proprio dalle basi: un nuovo motore, una grafica migliorata, una fisica rielaborata, una riproduzione fedele di tutti gli elementi del gioco e una nuova avvincente modalità carriera, sono solo alcuni degli elementi che possono rendere il capitolo di quest’anno la migliore esperienza dedicata al circus del motomondiale.

Prima di andare ai dettagli, ecco un nuovo trailer con gameplay che mostra i miglioramenti in tutti gli aspetti suddividendoli in quatto grandi categorie: Tecnologia, Innovazioni, Fisica e Carriera.

Buona visione. E buona lettura.

TUTTI I DETTAGLI

TECNOLOGIA



  • Unreal Engine 4

L’introduzione dell’Unreal Engine 4 rappresenta il passo in avanti decisivo sia in termini di grafica che di gameplay. Il team Milestone è stato in grado di raggiungere diversi miglioramenti in termini di qualità visiva: gli effetti di luce sulle piste e sulle moto sono diventati più realistici che mai, ricreando tutti i riflessi di luce fino ai più piccoli dettagli. Approfittando degli effetti particellari estremamente migliorati, la squadra è stata in grado di lavorare sugli effetti del tempo e gli effetti in pista, come le celebrazioni di fumo del pubblico.

  • 3D scanning technology

Utilizzando l’innovativa tecnologia di scansione 3D, quest’anno sono stati introdotti tutti i volti dei piloti MotoGP nel gioco. Tutti i visi sono stati ricreati attraverso uno scanner 3D a luce strutturata, in grado di leggere i tratti e il colore, consegnando un modello 3d in tempo reale, successivamente raffinato dagli artisti.

  • Sistema Drone Scanning

Il sistema Drone Scanning è stato utilizzato per riprodurre tutte le piste, i piloti e le moto fin nei minimi dettagli. Le piste sono state rielaborate, in modo che il layout sia estremamente fedele a quello reale, garantendo anche una riproduzione precisa dell’altimetria.

INNOVAZIONI

  • Scene Tagliate

Quest’anno MotoGP 18 presenterà per la prima volta più di 30 scene tagliate; dal podio MotoGP per celebrare la tua vittoria al parc fermé per Moto2 e Moto3, alla griglia di partenza fino ai box. Ci saranno anche scene tagliate standard e personalizzate, che riprodurranno i gesti iconici di ogni pilota MotoGP.

  • MotoGP ID

MotoGP ID si propone di presentare al giocatore una serie di statistiche e dettagli sulle sue prestazioni, confrontandole anche con altri giocatori online. Con questa caratteristica ogni appassionato avrà una panoramica delle ore giocate, del numero di gare, delle pole positon, delle vittorie, dei podi e molto altro.

  • Modalità spettatore

La modalità spettatore, disponibile online, è progettata per seguire altri giocatori con diverse videocamere. Grazie a una selezione di telecamere, i giocatori potranno seguire la gara in varie posizioni lungo la pista e selezionare le telecamere di bordo di vari ciclisti per ottenere una visuale in prima persona di diverse traiettorie e stili di guida. Grazie all’introduzione della modalità spettatore, tutti avranno la sensazione di assistere, dal vivo, a una vera gara MotoGP.

  • Tutorial

Il gioco presenterà tutorial nuovissimi e interattivi, divisi in 3 livelli, che insegneranno al giocatore l’accelerazione, la frenata e come gestire le traiettorie.

FISICA

  • Fisica realistica

Questo aspetto è stato completamente rielaborato: grazie alla simulazione fisica realistica, il gioco riproduce fedelmente il comportamento delle moto per un’esperienza di guida che è, ora più che mai, vicina alla realtà. Per rendere il titolo accessibile anche a giocatori meno esperti, MotoGP 18 include diversi strumenti di guida per offrire una simulazione più divertente ad ogni livello.

  • AI Migliorata

Le prestazioni dell’AI sono state migliorate, così come la scalabilità: quando si sceglie il livello più alto di difficoltà, l’intelligenza artificiale si trasformerà in una sfida più avvincente per il giocatore. Grazie alla maggiore scalabilità, ciascun giocatore sarà in grado di trovare il livello di difficoltà che si adatta alle sue capacità e al suo stile di guida.

  • Sistema di danni scalabile

In caso di cadute, la moto e il pilota saranno danneggiati, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Le carenature graffiate e le tute rappresentano realisticamente le conseguenze di ogni errore. In base al livello di simulazione riprodotto, la moto sarà in grado di subire un certo numero di cadute fino a quando non si fermerà completamente.

  • Gestione degli pneumatici

Uno degli aspetti più cruciali di una vera gara è sicuramente la gestione dei pneumatici: in MotoGP 18 sarà estremamente importante imparare come gestire la durata delle gomme durante le sessioni di pratica, i turni di qualificazione e le gare. I giocatori saranno in grado di controllare lo stato delle gomme tramite gli indicatori di consumo: in questo modo, i giocatori adatteranno il loro stile di guida al fine di mantenere condizioni ottimali dei pneumatici.

CARRIERA

  • Road to MotoGP

In MotoGP 18, i giocatori possono costruire la loro storia in modalità Carriera, facendosi strada nella scala verso il successo, partendo dalle categorie minori fino a raggiungere la classe massima. I giocatori iniziano la loro carriera nella categoria inferiore, la Red Bull MotoGP Rookies Cup, con l’obiettivo di raggiungere e diventare il nuovo campione della MotoGP.

  • Reputazione

Uno degli indicatori più importanti dello stato della carriera sarà la reputazione, che metterà in evidenza i progressi generali del giocatore nella carriera dandogli un’idea di quanto sia popolare all’interno dell’ambiente MotoGP. La reputazione crescerà in base alle posizioni di gara e agli obiettivi della squadra. Più alta sarà maggiore sarà la possibilità di ottenere un contratto da una squadra prestigiosa.

  • Sviluppo delle moto

I giocatori saranno in grado di migliorare alcune parti della moto aumentando le sue prestazioni in ogni gara per tutta la stagione. Ci saranno diverse aree per lo sviluppo delle moto:
·        Motore: si potrà scegliere se lavorare sull’accelerazione o alla massima velocità
·        Freni: si selezioneranno i freni modulari o aggressivi per perfezionare la loro moto
·        Sospensioni: sarà possibile concentrarsi sull’angolo di curva o sulla stabilità di frenata
·        Telaio: ci sarà possibilità di spingere la stabilità in velocità o agilità cambiando direzione
·        Aerodinamica: l’utente sceglierà se lavorare sull’aerodinamica per ottenere una maggiore stabilità o una maggiore velocità.
In questo modo, i giocatori avranno la possibilità di creare una moto che sia in linea con il loro stile di guida.

MotoGP 18 darà ai giocatori l’opportunità di prendere parte al miglior spettacolo di corse motociclistiche al mondo, con tutti i contenuti ufficiali della stagione MotoGP 2018, con tutti i piloti e i roster ufficiali di MotoGP, Moto2, Moto3 e Red Bull MotoGP Rookies Cup e tutte le 19 piste ufficiali, incluso il nuovo circuito internazionale Buriram in Tailandia.

L’articolo Milestone svela tutte le nuove caratteristiche di MotoGp 18 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Milestone svela tutte le nuove caratteristiche di MotoGp 18

Annunciate la data di uscita Little Nightmares ed i bonus pre-order; nuovo trailer

Bandai Namco e Tarsier Studios hanno annunciato la data di lancio di Little Nightmares. Il gioco, realizzato con Unreal Engine, sarà in vendita in Italia dal 27 aprile in formato fisico ed in versione digitale dal giorno dopo per Pc, PlayStation 4 ed Xbox One.

APERTI I PREORDER, ECCO I CONTENUTI DELLE VARIE EDIZIONI

Da oggi, inoltre, sono disponibili le prenotazioni per PlayStation 4, Xbox One e su Steam e GOG.com per Pc. La Six Edition è disponibile per il pre-order in edizione limitata presso tutti i rivenditori che partecipano all’iniziativa fino ad esaurimento scorte (e sarà disponibile in Italia dal 27 aprile) ed include una confezione a tema contenente una statuetta alta 10 cm, nonché la colonna sonora originale composta da Tobias Lilja di Tarsier Studios, un esclusivo poster A3 e un set di adesivi.

Con la prenotazione tutti i giocatori riceveranno due maschere: il sacco per spaventapasseri e la teiera capovolta per aiutare Six a confondersi tra gli altri abitanti de Le Fauci. Inoltre, i possessori di PS4 e Pc riceveranno la colonna sonora originale in formato digitale, un tema esclusivo per PS4 o uno sfondo per Pc raffigurante The Janitor.

MOCK-UP_LN_PS4_LOCS_ITA_1484581899
MOCK-UP_LN_XONE_LOCS_ITA_1484581898
MOCK-UP_LN_PC_LOCS_ITA_1484581899

ORDER-KIT_PACKSHOT_PC_PEGI_ITA_1484581897
ORDER-KIT_PACKSHOT_PS4_PEGI_ITA_1484581896
ORDER-KIT_PACKSHOT_XONE_PEGI_ITA_1484581895

MOCK-UP_SIX_EDITION_LN_LOCS_ITA_1484581898

TRAILER

Vediamo il trailer che ci mostra un po’ di gameplay ma mostra anche la data di uscita ed i contenuti delle edizioni. Buona visione.

UN PO’ DI STORIA

Intrappolata nel mondo de Le Fauci, senza nient’altro su cui contare se non il suo ingegno e un accendino, Six dovrà trovare la luce tra le tenebre e lottare, nonostante la sua debolezza, per riuscire a sopravvivere e a fuggire alle attenzioni dei suoi mostruosi abitanti per poter raggiungere così il mondo esterno. Fate attenzione, perché ogni stanza è una cella, ogni abitante rappresenta un pericolo ed entrambi rappresentano degli enigmi da risolvere. Nascondetevi ed allontanatevi dai pericoli senza farvi scoprire, cercate una via d’uscita e fuggite dai mostri che vi inseguono e da The Janitor, il nuovo personaggio presentato nel trailer de Le Nove Morti di Six.

 

Condividi questo articolo


L’articolo Annunciate la data di uscita Little Nightmares ed i bonus pre-order; nuovo trailer sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Annunciate la data di uscita Little Nightmares ed i bonus pre-order; nuovo trailer

Molti titoli con Unreal Engine arriveranno su Nintendo Switch

Takayuki Kawasaki, direttore territoriale di Epic Games in Giappone, ha confermato il supporto del motore grafico a Nintendo Switch.

Ne dà notizia Nintendo Everthing. Tra questi molti titoli sono inclusi titoli già annunciati e nuovi titoli non ancora svelati. Dragon Quest XI sfrutterà l’Engine di Epic sulla nuova console Nintendo.

L’Unreal Engine IV è molto scalabile: soprattutto su hardware Nvidia che sta alla base di Switch. Non resta che attendere il 13 gennaio per la presentazione ufficiale della nuova console.

nintendo-switch

Condividi questo articolo


L’articolo Molti titoli con Unreal Engine arriveranno su Nintendo Switch sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Molti titoli con Unreal Engine arriveranno su Nintendo Switch

Paragon, recensione PlayStation 4

Epic Games è uno studio di sviluppo che, oltre a sfornare giochi, realizza un motore grafico che muove la gran parte dei titoli in commercio: Unreal Engine. A loro si devono titoli quali Unreal, oppure Gears of War. Il loro motore grafico muove la trilogia di Mass Effect, Remember Me, Splinter Cell e una miriade di tanti altri, dei più disparati publisher. Questi sviluppatori hanno pensato che l’inflazionato mondo dei Moba fosse ancora orfano di un’esponente mosso da Unreal Engine 4 che potesse risultare, oltre che divertente e vario, anche atipico e per questo interessante: il risultato si chiama Paragon, videogioco gratuito pronto a dire la sua.

IMPOSTAZIONE CLASSICA, TERZA PERSONA E CARTE INVECE CHE NEGOZIO

Multiplayer Online Battle Arena è la sigla che si cela dietro l’acronimo di Moba ed indica quei giochi che sono, per concezione, delle arene in cui la competizione tra giocatori – o meglio, tra squadre di giocatori – è padrona indiscussa dell’azione. Basti citare League of Legends e DOTA 2 come esponenti più conosciuti e più giocati in assoluto, soprattutto negli ultimi anni.

Sicuri di non poter battere la concorrenza mettendo sul piatto dell’offerta un gioco pressoché mutuato dalla concorrenza, Epic Games ha pensato bene di cambiare la prospettiva classica: dalla visuale dall’alto si passa a quella in terza persona. Altro cambiamento notevole, rispetto ai grandi classici citati più sopra, è la presenza di carte che sostituiscono il negozio che giace nei pressi della base alleata.

Per chi non lo sapesse, infatti, ogni Moba che si rispetti prevede una mappa chiusa, tre strade che collegano due basi che appartengono a due squadre opposte, cinque giocatori per parte che controllano un personaggio ciascuno (nel caso di Paragon, sono gli “Eroi”). Altri elementi condiscono e rendono più movimentata la partita, ma quelli essenziali li abbiamo detti. Lo scopo del gioco è quello di far fronte comune, cooperare in tempo reale e fare tutto il possibile per raggiungere la base avversaria per distruggerne il nucleo.

UN ESERCITO DI VENTICINQUE EROI ALLA CONQUISTA DI UNA SOLA MAPPA

paragon-a
paragon-ps4
paragon-ps4

Come ogni gioco gratuito e appartenente al genere, Paragon si è presentato agli inizi per pochissimi eletti (accesso anticipato e chiuso). Pian piano si sono aperte le porte dei server fino a coinvolgere tutti i appassionati interessati (fase di open beta) a partire dal 16 agosto scorso.

Allo stato attuale, Paragon offre venticinque personaggi, tutti divisi in ruoli classici: combattente, assassino, tank, supporto, incantatore, tiratore. Ogni personaggio è ben caratterizzato, riconoscibile, a suo modo carismatico. A parte un paio d’eccezioni, forse, si può dire che gli sforzi di Epic Games di proporre figure esteticamente originali non sono stati vani. Non si può dire lo stesso sul piano delle abilità magiche e speciali di cui gli eroi dispongono: fin troppo simili a quelle già viste nel corso di questi anni.

La sola mappa a disposizione per imbastire le classiche partite 5 contro 5 è ambientata in una foresta da cui emergono monumentali blocchi di granito, resti di strutture antiche e misteriose. Le immancabili torri che difendono la base della squadra sono disegnate in maniera diversa dal normale: il nucleo che le attiva è raggiungibile da eroi e seguaci avversari, ma la sfera da cui partono i raggi che uccidono o feriscono gli attaccanti è posta in cima ad una struttura molto più alta.

Immancabili anche gli inibitori di eserciti nemici, foreste, punti difesi da personaggi neutrali e punti di estrazione di risorse. Già, perché al di là di tanto rispetto per i canoni classici del genere, in Paragon la gestione delle risorse è importante: non essendoci un negozio da cui comprare i potenziamenti per gli eroi, quello che occorre accumulare è una riserva di risorse che permette di sbloccare l’accesso alle carte che rendono più potente il nostro alter-ego.
Oltre a questa, c’è anche la classica barra di esperienza che ogni gioco di ruolo d’azione prevede, il cui riempimento garantisce passaggi di livello che sbloccano poteri sempre più grandi delle abilità e delle capacità speciali degli eroi.

APPENA ARRIVATO E DIFFICILE DA IGNORARE

Paragon paga, forse, il suo arrivo tardivo nella scena dei Moba, ma indubbiamente ha il giusto carattere per far breccia nel cuore degli appassionati. I suoi ritmi non sono lenti o esageratamente veloci, le abilità dei personaggi sono spettacolari a vedersi ma la cosa più bella di tutte è che l’utenza PlayStation 4 e l’utenza Pc si incontrano negli stessi server, nelle stesse arene e possono sfidarsi o cooperare sebbene con piattaforme e sistemi di controllo diversi.

Abbiamo provato questo cross-play a fondo e non abbiamo mai sofferto latenze o problemi di sorta. Le partite sono scandite da uno speaker dalla voce cavernosa, dal rumore dei fendenti e dei colpi speciali scagliati, da una colonna sonora pomposa ed epica.

La gestione delle carte, dei potenziamenti, dei bonus e dei ruoli degli eroi all’inizio può sembrare ostica ma bastano una manciata di partite e brevi tutorial per prendere confidenza con un impianto di gioco solo all’apparenza ostico o di difficile comprensione. Una volta fatta l’abitudine e prese le misure ad eroi avversari ed alleati, Paragon diventa un titolo discretamente divertente e risulta anche ben riuscito. Purtroppo è ancora giovane, ma la strada intrapresa sembra quella del titolo che non passa inosservato.

paragon-c

COMMENTO FINALE

Paragon è un Moba come non se ne vedono tanto spesso in giro. Da il meglio di sé se giocato in compagnia di tre o quattro amici – come ogni Moba che si rispetti – e rispetto a tanti concorrenti, offre una visuale in terza persona e un Unreal Engine 4 tirato bene a lucido: texture, animazioni, sonoro sono di alto livello.

Tanta eccellenza in campo visivo mostra il fianco a qualche peccato di gioventù e qualche finezza che potrebbe arrivare prossimamente con qualche aggiornamento. Prima di tutto l’esperienza di gioco è limitata ad una sola mappa, non proprio il massimo per chi cerca un minimo di varietà. La sensazione di menare fendenti o pugni o scoccare frecce non è resa per il meglio, restituendo solo una vaga sensazione di dare colpi (in questo senso funzionano molto meglio uno Smite o un Heroes of the Storm).

Chi gioca ai Moba da un po’ di tempo si accorgerà che all’inizio della partita, o durante il raggiungimento del fronte di combattimento, manca un comodo “auto-pilota” che permetta anche solo di andare automaticamente dritto: in quel mezzo minuto abbondante di marcia forzata, si potrebbe dialogare con il team via chat piuttosto che dare vaghi input con messaggi predefiniti. Forse, questa mancanza, è dovuta alla natura multipiattaforma del titolo, con persone che giocano da Pc Windows e da PlayStation 4 senza differenza, condividendo stesso server e stessa mappa: chi gioca da PlayStation 4 non ha accesso ad una veloce tastiera per comunicare via chat.

Se foste alla ricerca di un Moba diverso dal solito, da giocare rigorosamente in compagnia, per niente pay-to-win e graficamente eccelso, Paragon certamente è la scelta migliore.

Pregi

Visivamente eccelso e offre un buon sonoro. Gameplay vario. Ottime animazioni. Niente pay-to-win.

Difetti

Da evitare in solitaria. Al momento una sola mappa. Poco “fisico”: sensazione di picchiare l’aria. Mancanza di un comodo “auto-pilota” per facilitare la chat in gioco.

Voto

8

Condividi questo articolo


L’articolo Paragon, recensione PlayStation 4 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Paragon, recensione PlayStation 4

Nexon e NAT Games presentano Heroes of Incredible Tales

Nexon e NAT Games annunciano che Heroes of Incredible Tales, action gdr (hack-and-slash) in HD realizzato con motore grafico Unreal Engine 4, arriverà quest’estate in tutto il mondo. Si tratta del titolo mobile di debutto del nuovo studio NAT Games fondato da Yong-Hyun Park, il famoso lead designer che ha sviluppato i popolari giochi di […]

L’articolo Nexon e NAT Games presentano Heroes of Incredible Tales sembra essere il primo su IlVideogioco.

Continua la lettura di Nexon e NAT Games presentano Heroes of Incredible Tales