Archivi categoria: Strategia

Auto Added by WPeMatico

Aperta la campagna Kickstarter per Burning Alliance

Un nuovo gioco di carte strategico si vede all’orizzonte. Irealy Games ha annunciato l’avvio della campagna Kickstarter per il suo Burning Alliance. L’obiettivo è quello di raccogliere 15mila euro nel giro di un mese.

Sarà un titolo free-to-play incentrato su carte da collezione in sviluppo per Android ma che uscirà anche su iOS e su Steam per Pc laddove sia raggiunto l’obiettivo secondario posto a quota 18.000 euro, il primo dopo la soglia minima.

A 21.000 ed a 24.000 euro ci sono gli obiettivi per due espansioni (Bright ed Obscure), a quota 30.000 la modalità Clan in multiplayer. La raccolta si chiuderà il 19 luglio prossimo. Qui la pagina del progetto su Kickstarter.

Ecco il primo teaser trailer.

Pietro Ghidini, direttore artistico del gioco, ha così commentato:

“Da appassionato di giochi di carte da collezione, ho sentito la necessità di creare un videogioco molto diverso da quelli attualmente presenti sul mercato. In questo titolo ho messo tutta la mia passione sviluppando un gameplay ispirato alla tradizione ma con l’aggiunta di elementi nuovi quali il livello delle carte, gli equipaggiamenti, la gestione della quintessenza e la meccanica della fusione. Credo moltissimo nel progetto, il cui 70 percento è già stato autofinanziato e abbiamo solo bisogno di un aiuto da parte dei futuri giocatori per completare le ultime features. Puntiamo molto sul coinvolgimento immediato della community in modo da ricevere feedback e consigli durante lo sviluppo”.

Il titolo si basa su un universo incentrato sui quattro elementi naturali e mira a rinnovare il genere tramite numerose innovazioni, a partire dalla meccanica di gioco Burning Alliance che permette la fusione di determinate carte durante la partita per crearne di nuove e più potenti e offrendo in tal modo un ampio ventaglio di possibili scelte strategiche.

A questo si aggiunge un sistema di costruzione del deck che mira a premiare la skill e l’impegno profuso dal giocatore piuttosto che l’investimento economico o il possesso di carte “forti” eliminando alla radice il concetto di “rarità” a vantaggio di un sistema in cui tutte le carte del set possono rivestire un’importanza decisiva a seconda del deck in cui vengono inserite.

La creatività e la visione strategica del giocatore vengono infine incentivate tramite un sistema di crafting variegato e profondo che permette la creazione degli equipaggiamenti indossabili dall’eroe scelto dal giocatore. Qui più informazioni sul sito ufficiale.

CARATTERISTICHE

  • Modalità single-player e multiplayer
  • Sistema di progressione basato sui livelli di esperienza e sull’ottenimento di valuta virtuale sia in single-player che in multi-player. Possibilità di acquistare nuovi pacchetti di carte nello store digitale.
  • Carte differenziate in base al livello di quintessenza necessario per usarle e non in base alla rarità. Tutte le carte del set sono importanti in modo da premiare la abilità e non l’investimento economico da parte del giocatore.
  • Aiutate il vostro eroe con quattro tipi diversi di equipaggiamento scegliendo tra quelli ottenuti vincendo le partite o costruendone nuovi.
  • Partite amichevoli, ladder, sfide e tornei settimanali ti aspettano. Partecipate per vincere nuovi pacchetti di carte ed equipaggiamenti.

L’articolo Aperta la campagna Kickstarter per Burning Alliance proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Aperta la campagna Kickstarter per Burning Alliance

The Banner Saga 2, Recensione Switch

The Banner Saga 2 è arrivato su Nintendo Switch lo scorso 7 giugno ad un mese di distacco dal prequel già recensito su queste pagine.

La seconda di Stoic Studio, un team indipendente di stanza in Texas, Stati Uniti d’America, raggiunge l’ammiraglia di Nintendo a quasi esattamente due anni di distanza dal suo esordio Pc. Eredita, tuttavia, la configurazione delle versioni console PS4 e Xbox One, come è logico attendersi ma con la solita marcia in più che può vantare solo Nintendo: quella di poterci giocare praticamente ovunque, senza soluzione di continuità.

Per chi non lo sapesse, parliamo di un videogioco di ruolo con battaglie tattiche degne di XCOM, ambientazione fantasy di tutto rispetto e una trama di stampo classico accompagnata da disegni che ricordano le più belle produzioni di Don Bluth.

LA GUERRA PER LA SOPRAVVIVENZA CONTINUA

The Banner Saga 2 prosegue la narrazione interrotta nel primo The Banner Saga e ne ripresenta molti personaggi fondamentali. Se foste, inoltre, di quei videogiocatori che apprezzano conoscere la storia dall’inizio, portando a termine i capitoli in ordine cronologico troverete, ad attendervi, una lieta caratteristica: tutte le scelte prese nel primo capitolo sono ereditate dal secondo tramite l’importazione del salvataggio originale. Il peso e la responsabilità di quanto accaduto prima, dunque, vi accompagna anche adesso.

Umani e Varl (giganti dalle corna lunghe e dal temperamento tipico di certi, leggendari, vichinghi) continuano sotterrare l’ascia di guerra e a far fronte comune: devono contrastare una minaccia al mondo per come lo conoscono, i Dredge. Alle fila di coloro che lottano per il futuro del mondo si aggiungono gli Horseborn, affascinanti Centauri che hanno un bel caratterino. Il giocatore avrà il suo bel da fare per mandare avanti l’ormai famosa carovana di popoli e farli andare, magari non d’amore e d’accordo, ma almeno di tolleranza e rispetto.

UNA SECONDA GIOVINEZZA

The Banner Saga 2, per merito della sua splendida direzione artistica e l’assoluta capacità di adattarsi tanto al sistema di controllo del mouse misto a tastiera quanto ai joypad, arriva su Nintendo Switch ereditando quanto di buono è stato osservato già due anni fa in sede di recensione della versione PlayStation 4 e quello che di assolutamente gradevole propone Nintendo Switch: giocare fuori di casa.

Soprattutto nel caso dei videogiochi di Stoic, che prediligono un seguire la trama e offrono molti punti in cui interrompere il gioco per prendersi una pausa, non ci è mai sembrato di essere così vicini ad una serie di videogiochi che possa essere una validissima alternativa ad un libro, un audiolibro o un kindle. Su Pc e console da salotto, insomma, si potevano lodare la direzione artistica, le scelte narrative e la cura per le fasi tattiche. In The Banner Saga 2, oltre tutto, si espande molto il versante delle battaglie offrendo nuove unità, una nuova razza, varietà e situazioni più dinamiche, meno tediose (qualcuno è riuscito a lamentarsi pure di questo e Stoic è riuscito a smussare questi spigoli).


I punti dolenti restano sempre i soliti: se foste cresciuti a pane e Bayonetta evitatelo come la peste, perché qui non c’è azione al cardiopalma e sparare a tutto quello che riempie lo schermo. Si va avanti piano, si legge molto (grazie a Stoic anche in italiano) e si “sfoglia un libro”. Come per il primo capitolo, quando lo si gioca in portabilità le bellissime tavole disegnate devono cedere un po’ di spazio (fino a metà schermo) per i sottotitoli più sostanziosi. A parte questo, ci sono ben pochi motivi per non proseguire la saga degli umani e dei Varl, soprattutto se aveste gradito il primo capitolo quanto lo abbiamo gradito noi.

COMMENTO FINALE

The Banner Saga 2 per Nintendo Switch è un videogioco di ruolo e tattico che prende spunti da giochi tipo XCOM. Prosegue le avventure di buona parte dei protagonisti del capitolo originale e porta con sé nuovi personaggi, nuove unità da schierare nella lotta, nuove abilità. Insomma: The Banner Saga 2 riprende ed espande il concetto di videogioco di ruolo tattico del capostipite consegnando al pubblico un degno seguito.

La fatica di Stoic, lo studio di sviluppo che ai tempi vantava solo tre addetti ai lavori, ha raggiunto Nintendo Switch lo scorso 7 giugno di quest’anno, portando con sé anche il bel lavoro di “cause ed effetti” tanto caro agli estimatori della serie e del genere. Le scelte da noi effettuate nel primo The Banner Saga vengono ereditate nella nuova avventura portandoci a sostenere il peso delle nostre azioni.

Adesso Stoic Studio vanta quattordici sviluppatori e in attesa di poter provare il terzo capitolo della saga, atteso per luglio, possiamo prepararci godendoci non solo il primo, ma anche il fantastico secondo capitolo di questo studio indipendente. Se aveste apprezzato il primo, non avete molte scuse per evitare The Banner Saga 2 e farvi rapire dal fascino e dalla magia di questa importante produzione indipendente.

 

L’articolo The Banner Saga 2, Recensione Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Banner Saga 2, Recensione Switch

The Banner Saga, Recensione Nintendo Switch

Quattro anni sulle spalle, una eccellente campagna su Kickstarter agli esordi ed un vittorioso contenzioso con contro King.com per la parola “Saga” (con i querelanti che rinunciarono ad andare avanti) sul titolo della loro prima fatica.

Stoic Studio, sviluppatore indipendente di stanza in Texas, Usa, fa approdare il primo capitolo della trilogia The Banner Saga su Switch. Già disponibile dal 2014 su Pc e dal 2016 per PlayStation 4 e Xbox One, ora anche la console ibrida di Nintendo gode dell’opera di questi sviluppatori. Ed eccoci parlare della versione Switch, uscita pochi giorni fa, lo scorso 17 maggio, sull’eShop dedicato.

AMBIENTAZIONE VICHINGA…

Una delle peculiarità di questo gioco è la sua ambientazione fantasy vichinga. Gli umani ed i giganti (i Varl) vivono in una coabitazione quasi “forzata” in un mondo letteralmente in decadimento. Le due razze che si sono comunque sopportate, adesso devono fronteggiare un nemico comune: i distruttori. E ci fermiamo qui con i dettagli.

Da questo nasce la trama ricca e sfaccettata di The Banner Saga che, ricordiamo, sarà una trilogia che si concluderà con il debutto del terzo capitolo a luglio. Tanti personaggi, principali e non, si alterneranno nei dialoghi, nelle scelte e sul campo di battaglia.

Il gioco, un gdr dai tratti strategici con sfumature d’avventura, o viceversa, offre un importante equilibrio tra le componenti menzionate. Le nostre scelte, peseranno molto sullo svolgimento del gioco, così come l’acume in battaglia nella griglia di combattimento. Ogni personaggio ha le proprie caratteristiche che possono essere migliorate grazie all’esperienza accumulata in battaglia. Si possono migliorare la resistenza fisica, la forza, la volontà (che ci permette di muoverci più lontano o di colpire più forte), e così via.

Ogni personaggio ha la propria classe ed il proprio massimale che se raggiunto sbloccherà una sorta specializzazione che aumenterà ancora di più l’efficacia delle proprie azioni. Ogni protagonista ha anche le abilità speciali, colpi particolarmente potenti o efficaci che possono fare la differenza.

Il turno si svolge in modo semplice, si sceglie se muoversi o riposare per guadagnare punti volontà e poi, se possibile (soprattutto se a portata), di attaccare il nemico selezionato con la mossa standard o quella speciale. I protagonisti sul campo di battaglia hanno due caratteristiche che possono essere evidenziate durante l’azione: i punti difesa segnalati dal sottofondo azzurro ed i punti forza/attacco contraddistinti dallo sfondo rosso.
Entrambi hanno importanza strategica. I primi tolgono difesa e preparano ad un attacco decisamente poderoso e risolutivo; i secondi determinano la forza con la quale verremo attaccati o con la quale attaccheremo. Più bassi sono, più lievi sono i danni. Inoltre, se questi vanno a zero, il nemico muore mentre i nostri eroi possono rimanere feriti e quindi aver bisogno di riposo per guarire, o addirittura perire. La battaglia si vince quando l’ultimo nemico cade… e si perde, ovviamente, se l’ultimo nostro eroe cade.

È possibile anche equipaggiare i nostri eroi con i vari oggetti che compreremo o troveremo. Questi miglioreranno uno o più caratteristiche. Prima della schermaglia sarà importante scegliere il nostro party e la posizione sulla griglia. Poi si potrà agire a turni.  Le mappe delle schermaglie saranno influenzate anche dalle ambientazioni e potranno esserci delle coperture da sfruttare.

I dialoghi saranno altrettanto importanti e da questi potranno determinarsi alleanze o malumori ma si possono prendere decisioni di altro genere.

C’è anche una parte gestionale perché i nostri personaggi guideranno una carovana in cerca di un luogo sicuro. Durante questo peregrinare lungo il mondo di gioco ci saranno degli eventi ed incontri che dovranno essere (appunto) gestiti. Si potranno anche effettuare delle soste per accamparsi o andare in qualche città dove sarà possibile riposare, gestire gli eroi ed allenarsi.

La difficoltà può essere cambiata in qualunque momento: facile, medio e difficile. Il grado di sfida è già buono in medio dove gli eroi potranno anche perire in battaglia se non riposati adeguatamente e se feriti mortalmente.

… IN UNA GRANDE DIMENSIONE ARTISTICA

Ma fin da subito, la peculiarità maggiore di The Banner Saga è senza dubbio il suo aspetto. Graficamente superbo nelle sue scene, troviamo a tratti un dipinto in movimento. L’atmosfera fantasy-vichinga è sensazionale. Varia e ricca di dettagli, la grafica offre sempre un vero e proprio affresco degno dei film d’animazione.

E proprio a proposito di animazioni, possiamo segnalarle come piuttosto fluide e ben realizzate. Anche il comparto audio è di altissimo livello. I brani della colonna sonora sono scritti da Austin Wintory, un nome una garanzia.

Le musiche sono di atmosfera e di ottimo livello. Convincente anche il doppiaggio in inglese (con chiaro accento nordico).

PERFETTO PORTING DA MANUALE

L’operazione di porting di The Banner Saga, sull’ormai famosissima ibrida di Nintendo, è stata effettuata a regola d’arte. La grafica disegnata a mano sembra incastonarsi nella cornice del piccolo schermo di Switch come un preciso pezzo di un puzzle.

Apprendere delle gesta dei personaggi, combattere le battaglie a turni come il più blasonato XCOM o il famosissimo Heroes of Might & Magic non risulta mai frustrante o di pessimo gusto. Interfaccia grafica, testi e sottotitoli sono tradotti anche nella nostra lingua e godono della giusta grandezza per scongiurare difficoltà di lettura, soprattutto quando si tiene la Nintendo Switch tra le mani o sul tavolo. L’unico appunto da fare è che, in fase di portabilità, quando ci sono descrizioni o dialoghi, i sottotitoli arrivano ad occupare fino alla metà della schermata, andando a coprire in parte le splendide “tavole” disegnate e animate dai personaggi e dai fondali di gioco.

CON UNA MARCIA SUPERIORE

Il dettaglio che ci fa considerare la versione di The Banner Saga come una delle migliori (se non la migliore) che possiamo avere a disposizione è la possibilità di giocarlo interamente via touchscreen. Nulla che non si potesse fare già nelle versioni Android o iOs, verissimo, ma qui stiamo parlando dell’unica versione “casalinga” che, potendo essere portata anche in tasca, gode sia delle possibilità offerte dalle console da salotto che da quelle dei dispositivi portatili.

Va da sé che questo basta per rendere The Banner Saga per Nintendo Switch qualitativamente e quantitativamente superiore alle controparti PlayStation 4 e Xbox One. Impossibile fare confronti tecnico/grafici sulle prestazioni e la fluidità, essendo questo un gioco disegnato a mano e affidato a sequenze di narrazione, lettura e combattimenti a turni.

COMMENTO FINALE

The Banner Saga per Nintendo Switch è solo l’ultima versione dello stesso identico gioco che ha raggiunto Windows, Linux, Android e iOs nel lontano 2014 mentre è arrivato sulle console di attuale generazione, PS4 e Xbox One, dal 2016. È un videogioco tattico con elementi tipici del gioco di ruolo, che si può innestare nel genere dei titoli tattici quali XCOM ma di stampo di Fantasy, come Heroes of Might & Magic e Disciples.

The Banner Saga, dopo quattro anni, non ha bisogno di molte presentazioni e quello che possiamo dire in questa sede riguarda la qualità del porting su Nintendo Switch: semplicemente perfetto.

I valori aggiunti a questa versione, oltre alla portabilità sempre comodissima, arrivano da una gestione pressoché perfetta del sistema di controllo che può andare dalla gestione tramite tasti e levette a quella pienamente touchscreen. In ogni caso, The Banner Saga, si gioca che è un piacere e l’unico peccato diventa quello di lasciarsi fuggire un videogioco indipendente ben fatto e narrativamente migliore di tantissimi altri.

 

L’articolo The Banner Saga, Recensione Nintendo Switch sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Banner Saga, Recensione Nintendo Switch

Space Hulk: Tactics si mostra in un nuovo video

Space Hulk: Tactics propone di essere un fedele adattamento del classico gioco da tavolo Space Hulk, ambientato nell’universo di Warhammer 40.000. Questo però aggiungerà diverse novità alla classica formula cult.

Il nuovo “Overview Trailer” pubblicato poco fa dal publisher Focus Home Interactive, mette in mostra il sistema di combattimento, la gestione della squadra, la personalizzazione e il peculiare sistema di carte, in modo da prepararti ai gloriosi combattimenti che avverranno all’uscita di Space Hulk: Tactics, su Pc, PlayStation 4 ed Xbox One nel corso dell’anno grazie al lavoro di Cyanide Studio.

La prima novità è il nuovo sistema di carte, che dà ai giocatori un maggiore controllo sul campo da gioco. Sia i veterani che i neofiti noteranno che le carte aggiungono al gioco un maggiore livello di profondità, rigiocablità e personalizzazione, come spiegato nel trailer che dura tre minuti.

 

Un’altra caratteristica importante è la presenza di due campagne di gioco, caratterizzate da un ricco comparto narrativo non lineare, che offrono ore di divertimento in modalità Giocatore Singolo. Una campagna vedrà i giocatori al comando dei valorosi “Blood Angels Space Marine Terminators”, mentre l’altra, per la prima volta in un gioco “Space Hulk”, permetterà di guidare le temibili forze degli alieni Genestealer.

Il titolo inoltre fornirà agli utenti della community uno strumento semplice da usare ma molto potente: il creatore di mappe. Questo permetterà di creare mappe di gioco con una combinazione infinita di obiettivi, oggetti e layout diversi, che una volta completate, potranno essere condivise con il resto della community che le potrà provare e recensire.

Infine, Space Hulk: Tactics offre un sistema di personalizzazione profondo e articolato che influenzerà sia l’aspetto esteriore della tua squadra, sia il gameplay. Crea la tua squadra, scegliendo tra uno dei quattro “Capitoli” di Space Marine o una delle quattro flotte di Genestealer a disposizione. Personalizzane ogni parte del corpo e arma, grazie a una moltitudine di opzioni, permettendoti di scegliere nei minimi dettagli il look delle tue unità. Tutte le opzioni di personalizzazione estetica multiplayer e le carte multiplayer, saranno sbloccate per tutti fin dall’inizio.





L’articolo Space Hulk: Tactics si mostra in un nuovo video sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Space Hulk: Tactics si mostra in un nuovo video

The Banner Saga 2, su Switch ad inizio giugno

Stoic e Versus Evil hanno colmato una strana lacuna legata alla trilogia di The Banner Saga su Switch. Il primo capitolo è uscito pochi giorni fa sulla console ibrida di Nintendo, sappiamo, da qualche settimana inoltre, la data di The Banner Saga 3, in arrivo il 26 luglio chiudendo la serie anche su Pc, PS4 ed Xbox One, ma mancava all’appello, stranamente, la data di uscita del secondo.

Ebbene, The Banner Saga 2 debutterà il prossimo 7 giugno su Switch. Il sequel continua l’epico viaggio per la salvezza di umani e varl in una storia ricca, variegata, supportata da combattimenti strategici ed elementi gdr e gestionali che rendono ogni decisione realmente pesante sia nei dialoghi che nelle azioni e negli esiti delle battaglie. Un mix, unito all’ambientazione vichinga ed alla profondità della trama e delle sue sfumature, che è stato molto gradito da moltissimi giocatori di tutto il mondo su Pc e console che hanno potuto anche ascoltato l’ottima colonna sonora di Austin Wintory, autore delle musiche della serie.



Steve Escalante, general manager di Versus Evil, ha detto:

“Siamo fieri di lanciare Banner Saga 2 su Nintendo Switch con ancora fresca la pubblicazione del primo capitolo. Gli appassionati di strategia e gdr avranno l’opportunità di assaporare l’intera saga dall’inizio alle fine in un’estate che culminerà con l’uscita di Banner Saga 3”.

 

L’articolo The Banner Saga 2, su Switch ad inizio giugno sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Banner Saga 2, su Switch ad inizio giugno

Battletech, lo strategico di Harebrained Schemes in immagini

In modo silenzioso ma costante, Battletech si sta ritagliando, a poco a poco, un posto nel cuore di quegli appassionati della strategia su Pc che da tempo auspicavano il ritorno sui nostri schermi di un titolo strategico completamente incentrato su giganteschi mech da battaglia, tanto lenti quanto poderosamente armati.

Se poi il titolo in questione si fonda sulla “lore” e sull’ambientazione dell’omonimo e storico gioco da tavolo firmato FASA Corporation (oggi nelle mani di Catalyst Game Labs), il risultato finale non può che essere senza dubbio interessante: il titolo firmato Harebrained Schemes (serie ShadowrunNecropolis) e pubblicato da Paradox Interactive si è dimostrato alla prova dei fatti di assoluta qualità, e persino sorprendentemente ricco di contenuti narrativi, non mancando però al tempo stesso qualche inevitabile magagna tecnica.

Abbiamo dunque deciso di pubblicare 10 immagini scattate da noi, cercando di sottolineare a dovere alcuni momenti più simbolici del gameplay del titolo. Naturalmente, non saranno presenti spoiler di alcun genere, dato che i nostri scatti si riferiscono principalmente alle primissime ore di gioco.

Questa sarà una delle schermate che vedremo più spesso nel gioco: la nostra compagnia mercenaria dovrà spostarsi in lungo e in largo nella galassia alla ricerca di contratti interessanti e remunerativi, mentre nel frattempo i tecnici riparano freneticamente i mech danneggiati in battaglia e le bollette da pagare si accumulano senza sosta. La vita da freelancer indipendente non è certo affascinante come la dipingono.

E a proposito di tecnici, Yang, qui presente, sarà uno dei personaggi principali della nostra organizzazione con i quali potremo interagire. In Battletech, infatti, diversi componenti della squadra avranno una storia e una personalità da approfondire. Questa attenzione verso la narrazione non è certo un caso, perché gli sviluppatori di Harebrained Schemes – com’è noto – si sono fatti le ossa nel mercato videoludico con i tre, splendidi giochi di ruolo dedicati a Shadowrun.

Ecco qui, infatti, una panoramica generale delle personalità più importanti con le quali potremo interagire. Si noti, tra l’altro, la varietà tonale e comportamentale delle risposte che è possibile dare, sottolineando ancora una volta, dunque, le ibridazioni con il genere dei giochi di ruolo presenti in Battletech. Ricordiamo, in ogni caso, che il titolo non dispone di una traduzione in italiano.

Qui potremo scegliere dove dirigerci, attraverso una comoda mappa che mostra non solo il tipo la difficoltà di ogni sistema stellare, ma anche la sua tipologia, il tipo di insediamenti stanziativi e l’attuale regnante di quel luogo specifico. Ancora una volta, quindi, si nota l’esteso lavoro portato avanti da Harebrained Schemes per fornire al giocatore un ambientazione nella quale sia possibile immergersi facilmente.

Una volta sbarcati, si dovrà fare i conti con l’inevitabile fase di perlustrazione e avanzamento prima del confronto faccia a faccia vero e proprio con i mech o i veicoli nemici. Si tratta di una fase della partita che vale tanto per il giocatore quanto per l’avversario, ed infatti nell’immagine in alto un nemico ha appena rilevato il nostro mech Centurion in avanguardia grazie ai suoi sensori, rendendolo quindi vulnerabile agli attacchi dei suoi commilitoni.

Le ambientazioni di Battletech sono quantomai variegate e distinte, spaziando tra biomi di natura profondamente diversa, quali foreste (nelle quali è possibile trovare copertura e riparo), laghi, deserti e terre innevate. Ogni tipologia di terreno sarà latrice di determinati bonus e malus, che andranno a influire sulla mobilità dei mech e sulla loro capacità di raffreddamento. I mech avversari del nostro Shadow Hawk si trovano, per esempio, sull’acqua, il che aumenta a dismisura la quantità di calore dissipato ad ogni turno, dando loro quindi un vantaggio sostanziale in battaglia. Occorrerà farli fuori il prima possibile.

Una volta stabilito il contatto, è il momento di decidere come ripartire gli attacchi. Ogni mech è così pesantemente armato, infatti, che una tattica spesso consigliata è quella di dividere i propri attacchi fra i nemici, in modo da far calare le loro difese in vista del colpo di grazia.

Colpo di grazia che qui infatti arriva puntuale, grazie ad un potente attacco in mischia sferrato dal nostro Centurion (un tipo di mech naturalmente portato per gli scontri ravvicinati). Ogni pilota è dotato di caratteristiche particolari che influiscono sulle loro prestazioni, ed è quindi consigliato dare ad ogni pilota la giusta tipologia di mech, a seconda delle sue capacità.

Naturalmente, è possibile bersagliare specifiche parti del corpo dei nemici grazie ad un particolare (ma limitato nel numero di utilizzi) attacco. In questo caso, la gamba destra del pericolosissimo mech avversario – un Hunchback armato di laser fino ai denti – sta per cedere, essendo stata colpita in precedenza più volte. Un singolo attacco mirato da parte del nostro Dekker potrebbe far pendere l’ago della bilancia dalla nostra parte, facendo cadere il nemico e rendendolo particolarmente vulnerabile.

Ma non di sola guerra vive la nostra lancia mercenaria: durante i viaggi interstellari che giocoforza costelleranno le nostre avventure, dovremo fare i conti con dilemmi morali, situazioni estemporanee e ribellioni più o meno giustificate, che porteranno determinati bonus o malus a seconda di come ci approcceremo a queste situazioni. Qui siamo stati fortunati, perché le nostre capacità diplomatiche sono riuscite a risolvere una situazione che rischiava di diventare piuttosto problematica, a causa di una partita a poker tra i membri dell’equipaggio decisamente più tesa di quanto ci aspettassimo. La ricompensa è un +1 al morale, che ci renderà ancora più letali nelle prossime battaglie, un deciso passo avanti nel sempre guerrafondaio universo di Battletech.

 

L’articolo Battletech, lo strategico di Harebrained Schemes in immagini sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Battletech, lo strategico di Harebrained Schemes in immagini

Stellaris: Distant Stars arriva il 22 maggio

Paradox Interactive ha ufficializzato poco fa che Stellaris: Distant Stars arriverà a brevissimo. Il nuovo pacchetto storia arricchirà ulteriormente lo strategico sci-fi a partire da martedì prossimo, 22 maggio.

La storia è incentrata su nuove anomalie e nuove creature. Il prezzo sarà di 9,99 euro.

Stellaris: Distant Stars aggiunge sistema solari unici ed una misteriosa costellazione rimossa dalla nostra galassia. Non si potrà dire cosa scopriremo ma si può dire che noi ed il nostro equipaggio saremo lontani da casa.

Vi lasciamo al lungo trailer di presentazione. Buona visione.

L’articolo Stellaris: Distant Stars arriva il 22 maggio sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Stellaris: Distant Stars arriva il 22 maggio

The Queen & The Crone in arrivo su Total War: Warhammer II

Si intitola The Queen & The Chrone ed è il primo legendary lords pack per Total War: Warhammer II. Lo strategico di Creative Assembly e SEGA si arricchirà dal 31 maggio con questo nuovo dlc.

Il contenuto sarà giocabile sia nella campagna Eye of the Vortex che in Mortal Empires. Introdurrà nuove unità d’élite, nuove quest, oggetti magici e alberi delle abilità, tutti incentrati attorno a Queen Alarielle the Radiant e Crone Hellebron.

UN PO’ DI STORIA




In tutte le terre di Avelorn, la presenza stessa di Everqueen Alarielle porta grande gioia e tranquillità ai paradisi degli Elfi. Eppure, attraverso il Grande Oceano nelle oscure terre di Naggaroth, si muove qualcosa di malvagio. La Hag-Queen, Crone Hellebron, in una tempesta di rabbia e gelosia, conduce un esercito omicida di Elfi Oscuri, per estinguere ogni bellezza dal mondo.

Solo in questo momento di grave pericolo Alarielle entrerà sul campo di battaglia, perché solo lei può sconfiggere questa oscurità e difendere Ulthuan dalle depredazioni malvage.

Guardiamo queste fiere rivali mentre radunano i loro eserciti nel nuovo trailer:

Oltre a questa nuova uscita (dal 31 maggio), un nuovo importante aggiornamento di contenuti aggiungerà la gara di Norsca alla campagna Mortal Empires, oltre a molto, molto altro ancora.

ULTERIORI DETTAGLI

Due nuovi Lord leggendari… 

… con nuovi oggetti magici, catene degli incarichi e menu delle abilità
Nuovi obiettivi e meccaniche della campagna
Nuovo tipo di Eroe per gli Alti Elfi
Nuovo tipo di Lord per gli Elfi Oscuri
Nuove unità da battaglia per entrambe le razze
16 Reggimenti della Fama d’élite

Contesto 

È solo quando incombe un grave pericolo che la Regina Eterna Alarielle, l’incarnazione vivente della dea Isha, decide di scendere in battaglia. Il suo eterno dovere è uno solo: difendere l’Ulthuan e i suoi abitanti dagli atti malvagi degli impuri. Al suo grido di guerra non hanno risposto soltanto le Ancelle e le Sorelle dell’Avelorn, ma anche gli spiriti della foresta!

Nel frattempo, Naggaroth è teatro di atti scellerati. Nella sua Har Ganeth, Hellebron la Decrepita è inquieta e indice una Notte della Morte: gli schiavi vengono liberati per le strade e massacrati a migliaia. Questo bagno di sangue amplifica i poteri di Hellebron oltre ogni immaginazione e gli Stregoni Fuoco Funesto e le Sorelle del massacro accorrono sotto il suo stendardo. L’ora in cui gli Asur pagheranno per la loro eterna infedeltà è vicina… molto vicina!

Nuovi Lord leggendari

Alarielle la Radiosa

Il potere di Alarielle, la Regina Eterna degli Alti Elfi dell’Avelorn, è la natura stessa. Mentre attraversa i territori degli elfi, porta grande gioia al suo popolo, migliorando l’ordine pubblico e contrastando la corruzione. Tuttavia, è anche soggetta al Tormento del mondo mortale: con il diffondersi del Caos nel mondo, la sua potenza in battaglia si affievolisce. Solo riducendo e infine sconfiggendo il Caos le sue armate torneranno forti come un tempo.

Alarielle è una maga dal sapere plurimo, capace di controllare la Magia della Vita e l’Alta Magia. Può scegliere di intraprendere la ricerca del suo oggetto leggendario, la Stella dell’Avelorn, e può essere potenziata per cavalcare un Destriero Elfico, un Destriero con barde di ithilmar e una Grande Aquila. Può anche reclutare unità degli Spiriti della Foresta, come Driadi, Treekin e Uominialbero.

Inoltre, Alarielle possiede una meccanica della campagna unica chiamata “Difensore dell’Ulthuan”. Il dovere sacro della Regina Eterna è assicurarsi che i territori interni ed esterni della patria degli Alti Elfi restino liberi dal dominio nemico. Fintanto che restano liberi, conferiscono potenti benefici, ma se degli invasori dovessero decidere di insudiciare l’Ulthuan con la loro presenza, gli Asur perderanno fiducia in Alarielle, scatenando tutta una serie di effetti negativi.

Alarielle ha accesso a un rito speciale: l’evocazione di Lileath. Una volta attivo, questo rito conferisce vari benefici alle Ancelle, alle Sorelle dell’Avelorn e alle Driadi.

Hellebron la Decrepita 

La regina strega Hellebron governa le forze di Har Ganeth, una fazione di Elfi Oscuri particolarmente sanguinari. Può indire periodicamente una Notte della Morte, sacrificando schiavi in una nottata di atroci massacri, per rinvigorire i suoi poteri. Se non dovesse celebrare regolarmente queste notti, Hellebron ne risentirà. Ogni qual volta viene annunciata una Notte della Morte, gli Elfi Oscuri nelle vicinanze intraprendono il Viaggio di Sangue e formano un esercito alla mercé di Hellebron, la quale in seguito godrà dei proventi delle loro scorrerie.

Hellebron gode di riduzioni notevoli nelle spese di mantenimento di Streghe, Carnefici di Har Ganeth e Sorelle del massacro, che può inoltre migliorare con il suo speciale menu delle abilità. Può scegliere di intraprendere una missione per le sue armi leggendarie gemelle, la Spada della morte e la Lama maledetta, e può essere potenziata per cavalcare un Destriero Oscuro, un Calderone del Sangue e una Manticora.

Hellebron, infine, ha accesso a un nuovo rito speciale degli Elfi Oscuri: il Sacrificio per Drakira. Una volta attivo, questo rito conferisce benefici quando si combattono gli Alti Elfi, a scapito delle relazioni diplomatiche con loro, e dona un bonus di rango alle Megere della Morte e alle Streghe.

UNITA’ UNICHE

Sorelle dell’Avelorn (Alarielle)

Totalmente leali ad Alarielle, le Sorelle dell’Avelorn sono combattenti dal duplice ruolo, tanto abili con la spada quanto con l’arco. Con i loro Archi dell’Avelorn eseguono attacchi magici a base di fuoco e, come molte altre unità degli Alti Elfi, dispongono di un’eccellente Prodezza Marziale.

Guerrieri Ombra (Alarielle)

La prima (e forse ultima!) avvisaglia che il nemico ha della presenza dei Guerrieri Ombra è una raffica devastante di frecce tra le sue fila. Grazie agli attributi Schieramento d’avanguardia e Caccia, ma anche ai loro archi, possono neutralizzare i nemici da lontano mentre restano nascosti. Potendo restare nascosti in movimento, sono anche Maestri delle Imboscate in qualsiasi terreno mentre sparano in qualunque direzione.

Sorelle del massacro (Hellebron)

Queste crudeli gladiatrici della morte brandiscono temibili fruste avvelenate. Provocano paura, sono soggette a Maestria omicida e, quando perdono in mischia, possono attivare il potenziamento “Il processo delle lame” per migliorare le loro capacità di combattimento.

Stregoni dell’Apocalisse (Hellebron)

Questa cavalleria magica d’élite si sposta molto rapidamente e in mischia infligge danni magici e da veleno. Queste unità, inoltre, sono soggette a Prodezza omicida e possono lanciare due incantesimi infusi: Morbo dell’Anima e Dardo Fatale minore.

Eroe unico: Ancella (Alarielle)

Le Ancelle sono il braccio destro di Alarielle. Hanno a disposizione diverse specializzazioni nei loro menu delle abilità: influiscono su diplomazia, commerci e influenza; rafforzano le loro difese in battaglia; infine possono diventare abilissime tiratrici.

Lord unico: Incantatrice Suprema (Hellebron)

Hellebron può schierare dei nuovi Lord per guidare le sue armate. Le Incantatrici Supreme possono dominare i saperi del Fuoco, dell’Oscurità, dell’Ombra, delle Bestie e della Morte. È possibile assegnargli Nomi Potenti per donargli nuove abilità e potenziarle per fargli cavalcare creature quali il Destriero Oscuro, il Naggaronte, il Pegaso Oscuro, la Manticora e il possente Drago Nero.

Reggimenti della Fama:

Avelorn (Alarielle) 

I Discendenti di Mathlann (Lancieri) 

  • Abilità passiva: “Aura di Protezione” (con mana > 50%, applica un tiro salvezza alle unità vicine)
  • Difesa esperta contro le cariche

Compagnia dei Chiomapura (Leoni Bianchi di Chrace) 

  • Abilità passiva: “Guardiano”
  • Effetto da contatto: “Fendi corazza”

Custodi della Fiamma (Guardie della Fenice) 

  • Attacchi magici
  • Marchio di Asuryan (le entità si incendiano alla morte e infliggono danni ai nemici vicini: nuova interpretazione del tratto “Colpo Mortale” degli Sventratori)

I Cavalieri della Tempesta (Guardie del Mare di Lothern) 

  • Causano paura
  • Schieramento d’avanguardia
  • Sparano in movimento

I Grigi (Guerrieri Ombra) 

  • Abilità: “Coltre di Loec” (aumenta la velocità e riduce notevolmente il raggio di individuazione nemico per tutta la durata dell’abilità)
  • Attributo: Cecchino (capacità di sparare e restare nascosti)

Guardie di Corte della Regina Eterna (Sorelle dell’Avelorn) 

  • Incoraggia
  • Abilità: “Stendardo dell’Avelorn” (aumenta la velocità di ricarica dei Venti della Magia)

La Stirpe del Fuoco (Principi Drago) 

  • Bonus vs grandi
  • Attacchi infuocati

Araldi del Vento (Predoni dell’Ellyrion – Archi) 

  • Velocità aumentata
  • Statistiche corpo a corpo superiori

Har Ganeth (Hellebron) 

Gli Hellebronai (Lance del Terrore) 

  • Attacchi venefici
  • Difesa esperta contro le cariche

Sorelle del destino cantato (Streghe) 

  • Causano terrore

Lame della Regina del Sangue (Carnefici di Har Ganeth) 

  • Abilità passiva: “Guardiano”
  • Abilità passiva: “Furia”

I Dardemoni (Scheggenere – Scudi) 

  • Effetto da contatto: “Rompiscudi” (i tiri a distanza di questa unità riducono la probabilità del bersaglio di bloccare i tiri a distanza)
  • Portata estesa

Mietitori di Slaanesh (Stregoni dell’Apocalisse) 

  • Incantesimo infuso: “Parola del Dolore”
  • Incantesimo infuso: “Ladro di Anime”

Cavalieri dell’Artiglio di Ebano (Cavalieri del Terrore) 

  • Unità non soggetta a Furia come gli altri Naggaronti
  • Prodezza omicida migliorata in Maestria omicida

Brivido di Sontar (Idra da Guerra) 

  • Effetto da contatto: “Morsa congelante”
  • “Alito di Fuoco” con “Soffio di gelo” che infligge più danni e applica l’effetto da contatto “Morsa congelante”

Araldi del Corvo (Cavalieri Oscuri) 

  • Cavalcano dei Pegasi Oscuri.

 

L’articolo The Queen & The Crone in arrivo su Total War: Warhammer II sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Queen & The Crone in arrivo su Total War: Warhammer II

MachiaVillain, il gestionale che ci mette nei panni dei cattivi, esce oggi

Good Shepherd EntertainmentWild Factor hanno annunciato oggi la disponibilità di MachiaVillain, titolo strategico e gestionale incentrato su una immensa villa abitata da ogni tipo di mostro concepibile dall’immaginazione, da vampiri a lupi mannari passando per zombi e spettri assortiti. Il titolo è scaricabile su PcMacLinux al prezzo di 20 euro con uno sconto di lancio momentaneo del 20%.

In MachiaVillain il giocatore, come detto, dovrà creare e gestire una magione piena zeppa di esseri malvagi, riempiendola di trappole e creature provenienti da pressoché qualunque film e prodotto horror mai esistito. A differenza di altri titoli dello stesso genere, il giocatore dovrà seguire i dettami della cinematografia del genere alla lettera, quindi – per esempio – bersagliare le vittime solo quando si allontanano dal resto del gruppo e lasciare la ragazza vergine come ultima vittima. È prevista inoltre la possibilità di gestire il proprio serraglio di orrori, così come di craftare nuovi oggetti e risorse da utilizzare contro gli inevitabili cacciatori di mostri.

L’articolo MachiaVillain, il gestionale che ci mette nei panni dei cattivi, esce oggi sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di MachiaVillain, il gestionale che ci mette nei panni dei cattivi, esce oggi

A Total War Saga: Thrones of Britannia è disponibile

Oggi è il gran giorno di A Total War Saga: Thrones of Britannia. Lo strategico a tema storico di SEGA e Creative Assembly è disponibile, infatti, su Pc.

Thrones of Britannia fa vivere agli appassionati l’intenso periodo storico successivo alla battaglia di Edington dell’878 d.C. che ha sancito la vittoria di Alfredo il Grande sugli invasori vichinghi. Nei panni dei Vichinghi, dei clan gaelici, delle tribù gallesi o degli Anglosassoni, i giocatori saranno impegnati in campagne di conquista e di costruzione di un impero nella mappa più dettagliata della storia di Total War.

Ecco il nuovo trailer del gioco. Buona visione:

“La nostra filosofia di design per questo primo episodio di Total War Saga si è concentrata soprattutto sul reinventare e mettere a fuoco le meccaniche di gioco, partendo da quelle classiche di Total War, consolidandole per dare più offrire più scelte significative ai giocatori –  ha dichiarato il direttore dei lavori Jack Lusted – abbiamo voluto che tutte le componenti fossero legate tra loro in modo naturale e coinvolgente, in grado di rappresentare e raccontare fedelmente un particolare momento storico”.

A Total War Saga: Thrones of Britannia è disponibile su Pc da oggi e può essere comprato su Steam, oppure presso i rivenditori digitali autorizzati. L’Edizione Limitata è disponibile presso i rivenditori locali autorizzati.

Per celebrare il lancio, Creative Assembly ha collaborato con Osprey Publishing per fare un regalo a tutti gli utenti, vecchi e nuovi, di Total War Access. Effettuando l’accesso o creando un nuovo account, infatti, gli appassionati di storia potranno ottenere l’ebook gratuito Viking Warrior Versus Anglo-Saxon Warrior (England 865 – 1066) di Gareth Williams, un confronto accurato, e illustrato, tra le armi, le strategie, le tattiche e l’organizzazione militare di Anglosassoni e Vichinghi.



 

L’articolo A Total War Saga: Thrones of Britannia è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di A Total War Saga: Thrones of Britannia è disponibile

The Elder Scrolls: Legends – Casate di Morrowind è disponibile

The Elder Scrolls: Legends si espande. Casate di Morrowind è, infatti, disponibile da oggi su Pc e dispositivi mobili portando con se oltre 140 carte inedite, incluse quelle da tre attributi, nuove abilità, dimensione massima del mazzo aumentata, enigmi, dorsi e tanto altro ancora.

Ecco il trailer di lancio:

 

MAZZI DA TRE ATTRIBUTI E NUOVE ABILITA’

Nuove opportunità strategiche grazie all’introduzione di carte da tre attributi. Aggiungere una carta da tre attributi a un mazzo, lo converte automaticamente in un mazzo da tre attributi e ne aumenta la dimensione minima a 75 carte.

Ogni mazzo da tre attributi rappresenta una delle cinque Grandi Casate di Morrowind, ognuna dotata di nuove e potenti abilità da padroneggiare.

ADUNATA | Casata Redoran [FORZA] [VOLONTÀ] [RESISTENZA]

Quando una creatura con Adunata attacca, fornisce +1/+1 a una creatura casuale nella vostra mano.

TRADIMENTO | Casata Telvanni [INTELLIGENZA] [AGILITÀ] [RESISTENZA]

Potete sacrificare una creatura per giocare nuovamente quest’azione. È possibile usare Tradimento solo una volta per azione.

COMPLOTTO | Casata Hlaalu [FORZA] [VOLONTÀ] [AGILITÀ]

Le abilità Complotto si attivano se avete giocato un’altra carta nello stesso turno. I tre attributi degli Hlaalu (Forza, Volontà e Agilità) dispongono di molte carte poco costose che vi aiuteranno a portare a compimento i vostri complotti.

ESALTAZIONE | Tempio del Tribunale [INTELLIGENZA] [VOLONTÀ] [RESISTENZA]

Esaltazione assegna un bonus a una creatura pagandolo con una maggiore quantità di magicka. Il costo di Esaltazione rende la creatura “Esaltata”, condizione importante quando le divinità compaiono in gioco.

POTERE, POTERE E POTERE! | Casata Dagoth [FORZA] [INTELLIGENZA] [AGILITÀ]

La Casata Dagoth non ha nuove abilità. Ambisce solo a una cosa: il potere. Le carte di Dagoth, che hanno attributi di Forza, Intelligenza e Abilità, vi ricompensano se avete creature con almeno 5 punti di Attacco.

ENIGMI

Casate di Morrowind include contenuti per ogni genere di giocatore, inclusi coloro che amano le sfide solitarie. Gli Enigmi sono scenari prestabiliti in cui il giocatore deve risolvere il rompicapo secondo determinati parametri, come ad esempio vincere la partita in un solo turno.

Ci sono tre set di Enigmi di 10 rompicapi ciascuno: Addestramento di Caius, Sfide di Naryu e Prove di Divayth Fyr. L’Addestramento di Caius è gratuito per tutti i giocatori, mentre le Sfide di Naryu e le Prove di Divayth Fyr sono acquistabili nel negozio al prezzo di 9,99 euro o 1.500 oro ciascuna. Completare i 10 rompicapi di un set vi ricompensa con 5 Buste di Casate di Morrowind, 100 Gemme dell’Anima e un dorso speciale esclusivo per il set completato.

PACCHETTO INTRODUTTIVO DELLE CASATE DI MORROWIND

I giocatori che vogliono iniziare la collezione di Casate di Morrowind, possono acquistare il Pacchetto Introduttivo nel negozio del gioco. Il pacchetto contiene 10 buste, un titolo unico e una carta Leggendaria bonus al prezzo di 4,99 euro.

L’articolo The Elder Scrolls: Legends – Casate di Morrowind è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Elder Scrolls: Legends – Casate di Morrowind è disponibile

A Total War Saga: Thrones of Britannia posticipato al 3 maggio

SEGA e Creative Assembly hanno appena annunciato che la data di pubblicazione di A Total War Saga: Thrones of Britannia è stata rinviata di due settimane, ovvero dal 19 aprile al 3 maggio prossimi.

Gli sviluppatori dello strategico storico hanno bisogno di un po’ di tempo supplementare per gli ultimi ritocchi ed effettuare alcune modifiche che altrimenti non avrebbero potuto effettuare.

Gli autori spiegano:

“Non è mai semplice rimandare il lancio di un gioco, soprattutto perché significa prolungare l’attesa dei nostri fan. Siamo però convinti fermamente che in questo modo il gioco sarà migliore, per cui vi chiediamo il massimo supporto in questa fase conclusiva di sviluppo!”.

Ecco alcuni dei cambiamenti in programma da qui al lancio:

  • Miglioramento generale dell’interfaccia utente
  • Bilanciamento dell’intelligenza artificiale durante la campagna e le battaglie
  • Miglioramenti generali durante le battaglie, come i danni da collisione, l’ampiezza massima delle formazioni, il raggio di collisione e tanti altri
  • Rifinitura di diversi aspetti del gioco.

Qui, infine, il resto dei dettagli (in lingua inglese) inclusi nel messaggio degli sviluppatori.

L’articolo A Total War Saga: Thrones of Britannia posticipato al 3 maggio sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di A Total War Saga: Thrones of Britannia posticipato al 3 maggio

Banner Saga 3, un vignette trailer per Bolverk

Versus Evil e Stoic hanno pubblicato un nuovo vignette trailer per presentare Bolverk, uno dei personaggi principali della serie ambientata nella mitologia vichinga che culminerà con Banner Saga 3.

Bolverk è uno degli ultimi giganti Varl rimasti ed è il leader mercenario dei Ravens. Ha vissuto un ruolo importante in Banner Saga 2. Cosa lo guida adesso mentre l’oscurità minaccia il mondo? Scopriamolo questa estate quando sarà lanciata la terza ed ultima parte del misto tra avventura, gestionale e gdr di Stoic.

Bolverk viene presentato dopo Fascolt. Spazio, adesso, al video, buona visione.

L’articolo Banner Saga 3, un vignette trailer per Bolverk sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Banner Saga 3, un vignette trailer per Bolverk

Total War: Rome II, il dlc Desert Kingdoms arriva domani

Domani, 8 marzo, Total War: Rome II si arricchirà col dlc Desert Kingdoms. Oltre alle novità di cui abbiamo già parlato qui e che, comunque, elencheremo, tale espansione sarà accompagnata da un aggiornamento gratuito.

L’update si chiama “Female Leaders” e come è facile intuire introdurrà comandanti femminili per ogni fazione. Un modo per omaggiare le donne nella giornata internazionale a loro dedicata.

Tornando al Culture Pack Desert Kingdoms introduce quattro nuove fazioni giocabili: i regni di Kush, Saba e Nabatea, appartenenti alle subculture africane/arabe, e i Masaesyli della Numidia. Ogni fazione offre un ventaglio unico di unità e peculiarità militari, con catene di costruzione e alberi della tecnologia differenti.

Oltre al Culture Pack Desert Kingdoms, un aggiornamento gratuito alla versione base di Total War: Rome II permetterà ai giocatori di vestire i panni di nuovi generali e leader di fazione come Cleopatra e Teuta.
Altre importanti figure femminile sono state aggiunte a tutte le campagne e a ogni fazione. I giocatori dovranno affrontare scelte importanti che ritraggono le enormi sfide e i problemi inerenti al ruolo della donna al potere nei tempi antichi, ed è stata introdotta la possibilità, per i leader di fazione, di sposarsi come azione diplomatica per rinforzare i legami tra due fazioni.

L’articolo Total War: Rome II, il dlc Desert Kingdoms arriva domani sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Total War: Rome II, il dlc Desert Kingdoms arriva domani

Il Galles protagonista in un video su Total War Saga: Thrones of Britannia

Per Re Anaraut, che sarà presente in Total War Saga: Thrones of Britannia, il suo lignaggio è un peso che grava profondamente sulla sua mente.
La responsabilità di seguire le orme di suo padre, il rispettato condottiero Rhodri il Grande, lo ha stimolato a lottare per un nuovo regno per il suo popolo. Un regno celebre che unirà tutta la penisola gallese, più forte dell’orgoglio della sua gente e in grado di cementare il suo posto nella storia.

Guardate Re Anaraut mentre espone la sua grande visione per il Galles nel trailer cinematico King Anaraut che sarà, dunque, uno dei protagonisti del gioco che arriverà su Pc a firma The Creative Assembly e SEGA. Continua, quindi, la rassegna dei regnanti presenti nello strategico in arrivo il prossimo 19 aprile su Pc. La settimana scorsa abbiamo conosciuto Flann Sinna.

Gli appassionati di Total War Saga: Thrones of Britannia possono seguire la visione di Anaraut attraverso la condizione di vittoria relativa alla reputazione. Per raggiungere l’obiettivo bisogna costruire un regno potente e prestigioso, misurato secondo la metrica “Fame” della modalità campagna. Questa può essere aumentata attraverso lo sviluppo economico, la ricerca tecnologica, le guerre e tramite catene di eventi particolari che i giocatori affronterà durante la campagna.

L’articolo Il Galles protagonista in un video su Total War Saga: Thrones of Britannia sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Il Galles protagonista in un video su Total War Saga: Thrones of Britannia