Archivi categoria: Strategia

Auto Added by WPeMatico

Civilization VI: Gathering Storm debutta oggi

L’attesa è finita. Come da annuncio, Civilization VI: Gathering Storm fa il suo debutto odierno su Pc. La nuova espansione aggiunge inedite tecnologie avanzate, progetti ingegneristici e il Congresso Mondiale, uno degli aspetti del gioco più apprezzati dai fan.

Il nuovo lavoro di 2K e Firaxis, inoltre, introduce un mondo vivo, il cui ecosistema include eventi naturali che possono arricchire o mettere in pericolo un impero in espansione. L’espansione aggiunge anche otto civiltà, nove leader, sette Grandi Meraviglie e parecchie nuove unità, distretti, edifici, miglioramenti e altro.

DUE PAROLE DALLO SVILUPPATORE

Sono Ed Beach, capo progettista di Civilization VI, e sono qui per presentare alcune delle novità più interessanti che potrete trovare nella nuova espansione.

La storia è piena di leggende di grandi imperi, esplorazioni, imprese ed esempi della forza dell’animo umano. La serie è riuscita a esprimere con successo molti di questi aspetti, ma alla sua rappresentazione della storia umana è sempre mancato l’impatto che un pianeta in costante cambiamento ha esercitato sui nostri insediamenti e l’impronta che l’umanità stessa ha lasciato sulla Terra. Questo è il tema principale che abbiamo voluto esplorare in Civilization VI: Gathering Storm.

VULCANI, TEMPESTE E INONDAZIONI… SANTO CIELO!

Questa espansione scatena le forze della natura per dare vita al mondo come mai prima d’ora. Il gioco ha sempre incluso Terreni allagati, ma ho sempre trovato deludente il fatto che fossero totalmente statici. Ma ora non più! Sono state estese le aree che si possono allagare, includendo le praterie prive di colline e le pianure situate accanto ai fiumi, tanto che queste vallate ora possono offrire rese incredibilmente alte. Di conseguenza i giocatori vorranno ancora insediarsi laggiù… ma adesso questo comporta un rischio significativo. Periodicamente questi fiumi strariperanno, danneggiando le strutture costruite nelle caselle allagate. Ma non temete, c’è anche un aspetto positivo.

Per prima cosa è possibile mitigare gli effetti delle inondazioni con il nuovo distretto Diga. Una volta ricostruite le infrastrutture, i giocatori scopriranno che la piena avrà arricchito il suolo di alcune caselle, rendendo il terreno oltremodo fertile. Questo rispecchia un fatto reale: nel corso della storia alcune civiltà sono sorte e fiorite in luoghi pericolosi, per esempio vicino a un vulcano o lungo la valle di un grande fiume. Ora potrete affrontare i loro stessi dilemmi e valutare rischi e vantaggi di un insediamento durante la vostra prossima partita a Civilization.

Un altro effetto ambientale interessante è l’aggiunta dei vulcani. Con le loro eruzioni periodiche, anch’essi danno al giocatore la possibilità di fare delle scelte valutando l’equilibrio tra rischi e ricompense.

Quando vedrete la lava che scende giù dai costoni, potrete star certi che le caselle adiacenti subiranno dei danni. Tuttavia, il suolo vulcanico offre rese tali da rappresentare un beneficio a lungo termine. Inoltre i vulcani ci hanno permesso di aggiungere un ulteriore tocco di realismo alla generazione delle mappe. Civilization VI ha previsto la presenza di continenti sin dal principio, ma la geologia non ha sempre rispettato i confini continentali come sarebbe stato lecito aspettarsi. Abbiamo aggiornato le procedure in modo che le catene montuose siano più evidenti lungo tali confini, così come i vulcani e le Fenditure geotermiche. Inoltre sono stati aggiornati i vulcani già presenti come Meraviglie naturali, rendendoli davvero potenti.

Dando più valore alle caratteristiche geografiche abbiamo pensato che avremmo dovuto anche introdurre un modo per identificarle. Questo ha ispirato l’inserimento delle caratteristiche dotate di nome. Adesso ogni nuova caratteristica che compare sulla mappa, sia essa un fiume, un vulcano, una catena montuosa o un deserto, viene ribattezzata col nome della civiltà che l’ha scoperta. Se l’Egitto parte vicino a un fiume, questo sarà ufficialmente designato come Nilo. Naturalmente questo metodo diventa problematico quando una civiltà come l’Olanda scopre un vulcano: in questo caso viene scelto un nome legato a una civiltà che non partecipa al gioco. Questo dà origine a una specie di interessante quiz geografico durante la partita. I giocatori che conoscono meglio i nomi dei fiumi e delle montagne saranno avvantaggiati nell’indovinare quali civiltà fanno parte di quel particolare mondo di Civilization.

Una volta inserite inondazioni e vulcani, durante lo sviluppo di Gathering Storm gli autori hanno deciso che il mondo non sarebbe stato davvero vivo senza un sistema meteorologico di qualche tipo. Per questo sono state aggiunte le siccità e quattro diversi tipi di tempeste, in modo da distribuire su tutta la mappa il rischio che si verificasse un disastro naturale. Inoltre sono stati aggiunti alcuni eventi storici come possibili conseguenze delle tempeste. Di conseguenza ora gli uragani possono affondare le navi e le tempeste di sabbia soffocare le città che si trovano vicino a un deserto, mentre le tormente di neve che si scatenano nel territorio russo saranno particolarmente pericolose per gli eserciti invasori. Tutte le tempeste possono provocare danni, ma quelle di sabbia e gli uragani possono anche incrementare la fertilità delle caselle coinvolte.

DOMARE IL MONDO NATURALE

La Terra può anche cercare di metterci i bastoni tra le ruote, ma l’umanità continua ad adattarsi. Il distretto Diga è uno degli esempi storici più antichi della capacità umana di imbrigliare e sfruttare la potenza e l’imprevedibilità della natura. Dotare una città di una Diga è fantastico: la grande struttura fornisce Abitazioni e Attrattiva. (Nelle fasi più avanzate della partita, come parte del nuovo sistema energetico introdotto in Gathering Storm, potrete anche aggiungere alla diga una Centrale idroelettrica per generare energia pulita.)

Questo ci porta a una novità che ha suscitato grande interesse negli appassionati: l’introduzione del distretto Canale. Dopo aver ricevuto molte richieste, siamo lieti di averlo introdotto con quest’espansione. Questa modifica si divide effettivamente in tre parti. Per prima cosa abbiamo preso atto che i giocatori usano le città poste sugli istmi come brevi passaggi di una casella tra due specchi d’acqua (sono quelle che i giocatori stesse definiscono “città canale”). Gli sviluppatori hanno riconosciuto ufficialmente quest’utilizzo sulla mappa attraverso la grafica, che ora mostra un canale navigabile che attraversa tali città. La seconda parte è l’introduzione del distretto Canale. È un’altra casella navigabile: dato che può collegarsi a una città, ne potete piazzare due intorno a un Centro cittadino per creare un passaggio lungo tre caselle tra due specchi d’acqua. Ma perché fermarsi lì? La squadra di sviluppo di Civilization VI conosce bene il palindromo inglese “a man, a plan, a canal: Panama”, perciò non ha potuto evitare di introdurre il Canale di Panama sotto forma di MeravigliaGathering Storm include addirittura un obiettivo che richiede al giocatore di costruire un percorso navigabile di 7 caselle usando i distretti Canale, le città e questa Meraviglia.

Ma le nuove imprese ingegneristiche non si fermano qui. Scoprirete che in Gathering Storm è possibile costruire anche Trafori montani e Ferrovie. Avrete così a disposizione ulteriori modi di piegare la mappa al vostro volere e spostare unità e beni commerciali in modo veramente efficiente nel vostro impero.

EVITARE IL GRANDE ERRORE

Naturalmente le cose non sono sempre facili: tra l’umanità e la Terra può sorgere qualche conflitto. Gli autori hanno così introdotto il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici in un’espansione che si concentra sulle interazioni col pianeta. Inoltre questo ci permesso di soddisfare uno degli obiettivi degli sviuppatori, che era aggiungere profondità alla seconda parte della partita. Secondo la visione di Firaxis, un giocatore non deve esistere in un vuoto scollegato dal mondo di gioco; piuttosto, la relazione tra i due deve far sì che ogni decisione presa possa avere un impatto globale e duraturo.

In Gathering Storm potete usare l’Energia per migliorare l’efficienza di alcuni edifici disponibili nelle fasi finali della partita. Per ottenere Energia è possibili bruciare risorse strategiche che fungono da carburante: Carbone, Petrolio e Uranio. Questo, però, ha un impatto negativo sui livelli di CO2 e si ripercuote sulla temperatura globale del pianeta. Ciò aumenta il rischio di alluvioni e tempeste, fa sollevare il livello dei mari e può causare lo scioglimento delle calotte polari. Quando si fonda una città sulla costa, è importante tener d’occhio il rischio di innalzamento del livello del mare, nel caso in cui la propria civiltà o un’altra dovesse cominciare a consumare risorse strategiche per ottenere Energia. La ricerca, d’altro canto, col tempo è in grado di fornire opzioni alternative: energia geotermica, centrali eoliche, centrali fotovoltaiche e altre ancora.

FORSE POSSIAMO TROVARE UN ACCORDO?

Molti fan hanno chiesto di introdurre una Vittoria diplomatica, ma questo avrebbe anche richiesto l’aggiunta di una qualche forma di Congresso Mondiale, quindi alla fine gli sviluppatori hanno realizzato entrambi. Il Supporto diplomatico è una nuova forma di valuta introdotta in Gathering Storm per tener traccia della reputazione delle nazioni. Dato che si utilizza durante le votazioni presso il Congresso Mondiale, è utile per fare in modo che la comunità globale adotti le vostre idee. Inoltre gli sviluppatori hanno sostituito la bellicosità con il nuovo meccanismo delle Rimostranze. In pratica questo funziona come una specie di tiro alla fune tra le varie coppie di giocatori: se i giocatori sono stati vittima di un attacco a sorpresa, a cui avranno risposto catturando qualche città nemica, apprezzeranno certamente l’aggiornamento del sistema. Ora probabilmente gli altri leader penseranno che la ritorsione sia stata del tutto appropriata.

Nel Congresso Mondiale i giocatori saranno in grado di sfruttare il Supporto diplomatico per votare sulle Risoluzioni, direttive promulgate dal Congresso stesso che restano in effetto fino alla sua sessione successiva. Le Risoluzioni permettono di scegliere tra effetti positivi e negativi, applicati a bersagli specificati. Così, per esempio, potrete votare per bandire le pellicce o l’abbattimento delle foreste pluviali, o la costruzione di altri edifici in un particolare distretto. Il Supporto diplomatico è utile anche per convincere la comunità mondiale a patrocinare competizioni globali come Esposizioni universali, Giochi mondiali, invii di aiuti dopo un disastro naturale o Emergenze. Ognuna di queste competizioni permette di ottenere ricompense diverse.

Come si collega tutto questo alla nuova Vittoria diplomatica? Oltre alle votazioni periodiche per il ruolo di leader del mondo, che assegnano punti utili a ottenere questo tipo di vittoria, è possibile ottenere punti anche vincendo le competizioni di invio aiuti e il premio Nobel per la pace. Per arrivare a vincere in questo modo dovrete davvero conquistarvi un posto speciale nel cuore degli altri leader.

PREVEDERE IL FUTURO

La squadra dei progettisti ha fatto una cosa un po’ diversa in Gathering Storm, aggiungendo una nuova epoca con le sue tecnologie e i suoi Progressi civici. Alcune tecnologie si basano sulle ipotesi dei futurologi. Dal momento che non possiamo prevedere il futuro, abbiamo deciso che non ci sarebbe stato un singolo cammino che attraversa quest’epoca: le ramificazioni degli alberi dipenderanno in parte del caso. Non sono ancora in grado di fornire informazioni specifiche, ma posso confermarlo: , in queste epoche future sarà possibile sbloccare nuovi elementi che aggiungeranno ulteriore interesse alle attuali vittorie scientifica, culturale e per dominio portandole in nuove, divertenti direzioni.

CHI POTREMO ESSERE, ADESSO?

Potremmo continuare ancora a lungo a parlare delle nuove dinamiche di gioco in Civilization VI: Gathering Storm, ma faremmo un torto se non citassimo il fatto che il gioco include un buon numero di nuovi leader e civiltà, che vi sveleremo gradualmente nel corso dei prossimi mesi. Oltre a riportare nel gioco alcuni personaggi prediletti dai fan (con modifiche originali e inaspettate) Firaxis ha anche introdotto alcune civiltà nuove di zecca. Come in ogni espansione, gli sviluppatori si sono assicurati che alcune di queste civiltà fossero legate alle nuove dinamiche di gioco, aspettatevi di trovarne un paio che offrono interazioni piuttosto interessanti con il nuovo sistema ambientale e con il Congresso Mondiale.

RIEPIOLOGO

Civilization VI: Gathering Storm è la più grande espansione che la Firaxis Games abbia mai creato per un titolo della serie.

  • EVENTI AMBIENTALI: Vulcani, tempeste (suddivise in tormente, tempeste di sabbia, tornado e uragani), cambiamenti climatici, inondazioni e siccità.
  • ENERGIA E RISORSE CONSUMABILI: In Gathering Storm le risorse strategiche hanno un ruolo aggiuntivo. Ora queste possono essere consumate dalle centrali per generare elettricità nelle città. All’inizio i vostri edifici più avanzati saranno alimentati da risorse fossili come carbone e petrolio, ma la scoperta delle tecnologie più moderne potrà sbloccare fonti rinnovabili di energia. Le vostre scelte sull’uso delle risorse influenzeranno direttamente la temperatura mondiale e potranno causare lo scioglimento dei ghiacci polari e l’innalzamento del livello del mare.
  • PROGETTI INGEGNERISTICI: Plasma il mondo intorno al vostro impero per contrastare condizioni sfavorevoli del terreno realizzando miglioramenti come canali, dighe, trafori e ferrovie. Quando create una nuova città considerate che le caselle di bassopiano costiero sono a rischio di inondazione, ma tenete anche presente che nella parte finale della partita potrete proteggerle con tecnologie come le Barriere anti inondazione.
  • CONGRESSO MONDIALE: Fate sentire la vostra voce tra gli altri leader del mondo. Accumulate supporto diplomatico attraverso le alleanze, l’influenza sulle città-stato, la partecipazione ai Giochi mondiali e altro. Usate il supporto diplomatico per ottenere promesse dagli altri leader, votare sulle Risoluzioni, convocare una Sessione Speciale durante un’emergenza e per aumentare il peso dei vostri voti lungo il cammino che porta alla nuova vittoria diplomatica.
  • TECNOLOGIE E PROGRESSI CIVICI DEL XXI SECOLO: Una nuova epoca è stata aggiunta all’Albero delle tecnologie e a quello dei Progressi Civici. Combatti i nuovi eventi ambientali con idee futuribili come il riposizionamento della popolazione nel mare attraverso i Seastead o lo sviluppo di tecnologie per la cattura delle emissioni di carbonio.
  • NUOVI LEADER E CIVILTÀ: Sono stati introdotti nove leader e otto civiltà. Ognuna di esse offre diversi bonus e stili di gioco, oltre a un totale di nove unità esclusive, quattro edifici, tre miglioramenti, due distretti e un governatore.

NUOVI SCENARI:

  • La Peste Nera: A metà del XIV secolo la Peste Nera si abbatté su Europa e Asia occidentale, uccidendo la percentuale di popolazione più alta di qualsiasi altro evento nella storia mondiale. La pandemia fece milioni di vittime, distruggendo intere economie, stroncando linee dinastiche e segnando per sempre la storia del mondo occidentale. Il compito è guidare la propria nazione attraverso la calamità: mantenete i vostri sudditi vivi, la vostra economia forte e la vostra fede salda mentre il mondo precipita nel terrore e nella disperazione.
  • Macchina da Guerra: All’inizio della Prima guerra mondiale l’esercito imperiale tedesco aveva un piano ambizioso: invadere il Belgio neutrale e da lì piombare nel cuore della Francia prima che questa potesse organizzare le sue difese. Se il piano avesse avuto successo, le forze tedesche avrebbero catturato Parigi nel giro di un mese, stroncando definitivamente la resistenza francese. Di contro, lo stato maggiore francese aveva preparato il cosiddetto Piano XVII, tutto basato sull’offensiva e progettato per fermare sul nascere l’avanzata tedesca. Non appena la guerra fu dichiarata, i due eserciti si misero in marcia, dando origine a una delle campagne militari più incredibili e scioccanti della storia mondiale. In questo scenario, i giocatori vestono i panni delle due grandi potenze in questo fatale momento storico. L’obiettivo della Germania è catturare Parigi. La Francia deve impedire la sua cattura. Il tempo scorre veloce e il nemico è in movimento. In marcia.
  • NUOVI CONTENUTI: Al gioco sono state aggiunte sette Grandi Meraviglie, sette Meraviglie naturali, 18 unità, 15 miglioramenti, 9 edifici, 5 distretti, 2 gruppi di città, 9 tecnologie e 10 Progressi civici.
  • DINAMICHE DI GIOCO MIGLIORATE: Il sistema di spionaggio è stato arricchito di nuove opzioni, le vittorie culturale e scientifica sono state aggiornate, sono stati aggiunti molti Momenti storici e tutti gli altri sistemi sono stati rivisti e migliorati.

L’articolo Civilization VI: Gathering Storm debutta oggi proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Civilization VI: Gathering Storm debutta oggi

Total War: Three Kingdoms ha una nuova data di lancio

Slitta l’uscita di Total War: Three Kingdom. Lo strategico ad ambientazione storica di Creative Assembly non debutterà il 7 marzo come previsto ma il 23 maggio.

I giocatori Pc dovranno quindi aspettare un ancora un po’ per poter mettere le mani sul nuovo capitolo della serie. Rob Bartholomew, figura chiave di Creative Assembly, ha spiegato:

Siamo nella fortunata posizione di poter fare la cosa giusta per i nostri giochi, e in questo caso, ci prenderemo un po’ di tempo per preparare il tutto. Per noi è importante consegnarvi un gioco divertente e non vediamo l’ora di mostrarvi cosa abbiamo in serbo.

L’articolo Total War: Three Kingdoms ha una nuova data di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Total War: Three Kingdoms ha una nuova data di lancio

Football: Tactics & Glory, in arrivo un nuovo aggiornamento

Il titolo calcistico Football: Tactics & Glory, si arricchisce con nuovi contenuti. Annunciato infatti il sesto aggiornamento beta che andrà a migliorare alcune imperfezioni grafiche e tecniche.

Dopo aver creato l’editor Faces e animazioni varie, gli sviluppatori di Creoteam si sono concentrati in particolare, sul miglioramento grafico del manto erboso, rendendolo più realistico.

Nello specifico, ecco le caratteristiche chiave di questo aggiornamento:

  • erba più realistica. A seconda del tempo e dell’importanza dello stadio, il campo sarà bello, sporco o innevato.
  • possibilità di disabilitare l’opzione del manto erboso in 3D, per i computer meno potenti.

Sono stati inoltre, risolti vari problemi tra cui:

  • i colori dell’erba erano diversi a seconda della distanza della telecamera
  • durante il calcio d’inizio l’erba appare sfocata.
  • durante il calcio di rigore, gli elementi dell’interfaccia ostacolavano la visuale del portiere

Apportati miglioramenti aggiuntivi tra cui:

  • risolto il crash quando il giocatore creava più di 20 squadre in un campionato
  • rimossa la possibilità di creare un numero dispari di squadre in un campionato
  • risolti altri problemi relativi all’editor

Per saperne di più su questo aggiornamento, potete cliccare qui.



 

L’articolo Football: Tactics & Glory, in arrivo un nuovo aggiornamento proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Football: Tactics & Glory, in arrivo un nuovo aggiornamento

Warhammer Age of Sigmar: Champions in arrivo su Switch e Steam

Siglato l’accordo tra PlayFusion e Games Workshop per portare il gioco di carte da collezione Warhammer Age of Sigmar: Champions su Pc e Mac a febbraio e su Switch entro i primi mesi dell’anno.

Warhammer Age of Sigmar: Champions è un moderno gioco di carte da collezione che presenta esperienze di gameplay connesse tra di loro: mescolando le raccolte di carte fisiche e digitali, i gli appassionati possono scannerizzare le carte fisiche nella propria collezione per usarle sul campo di battaglia.

Mark Gerhard, CEO e cofondatore di PlayFusion, ha detto:

“Il team è assolutamente entusiasta dell’opportunità di portare Warhammer Champions ad un nuovo pubblico e su nuove piattaforme. La risposta per il gioco fisico e digitale è già stata incredibile e non vediamo l’ora di vederlo crescere ancora. Con l’uscita delle nostre carte Set 2 in Onslaught e un mucchio di nuove funzionalità che abbiamo pianificato, ci sarà sempre qualcosa di nuovo da provare. E ora, ci sarà una comunità molto più grande con cui giocare”.

I giocatori potranno duellare imparando prima l’arte della guerra nel robusto tutorial e successivamente in sfide contro l’intelligenza artificiale o altri giocatori in modalità casuale, campagne narrative e partite classificate.

L’articolo Warhammer Age of Sigmar: Champions in arrivo su Switch e Steam proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Warhammer Age of Sigmar: Champions in arrivo su Switch e Steam

Endless Space e Legend, ecco due espansioni: Penumbra e Symbiosis

Continua ad espandersi l’universo di Endless. La serie strategica firmato da Amplitude, infatti, si arricchirà a breve con due nuovi corposi dlc. Il team di sviluppo, che festeggia gli otto anni, svela i contenuti di Penumbra e Symbiosis. La prima è destinata ad Endless Space 2, l’altra, invece, è l’ultima del capitolo originale di Endless Legend.

Ecco i contenuti ricordando che Amplitude ha anche aperto i pre-ordini.

PENUMBRA

L’oscura e spettrale fazione di spie conosciuta come Umbral Choir si infiltrerà nell’universo Endless, portando con sé nuove meccaniche di spionaggio come l’hacking e l’invisibilità.
Gli Ubral Choir vagano per l’universo sin dall’alba dei tempi e sono testimoni silenziosi di tutti i mali della galassia. Alla fine, hanno ascoltato il grido di morte da un’altra dimensione e hanno deciso di correre in aiuto di coloro che soffrono.

Umbral Choir

Dieci mesi fa gli sviluppatori hanno iniziato il percorso di cocreazione della fazione Umbral Choir con la community del gioco.
Gli autori hanno proposto una serie di votazioni riguardanti diversi aspetti, come l’origine della specie, la morfologia, la nomenclatura, la struttura delle navi, il lore e altro ancora… La serie di undici votazioni della community ha portato alla creazione della fazione spettrale che conosciamo oggi, che ha aspetti decisamente diversi dalle altre fazioni che abbiamo creato in precedenza.

Hacking & invisibilità

Avete sempre sognato di sentirti come un vero e proprio h4ck3r? Bene, questa è la vostra occasione. Non importa quale fazione utilizzerete, avrete la possibilità di provare ad hackerare i sistemi altrui. Penumbra introduce moduli di invisibilità per le navicelle, dispositivi avanzati per aiutarvi a nascondervi dai nemici. Ovviamente, sono disponibili anche i moduli di rilevamento per neutralizzarli.




SYMBIOSIS

Amplitude ha collaborato un’altra volta con il team di sviluppo argentino NGD Studios per creare Symbiosis, che sarà l’ultima espansione di Endless Legends. Symbiosis introduce la nuova fazione di Mykara e gli Urkan, bestie giganti e addomesticabili.

Mykara

I Mykara sono una razza di vegetali senzienti e funghi, un singolo organismo che si estende attraverso migliaia di agenti semi-autonomi da tempo immemore, adattandosi a ogni condizione per sopravvivere. Si sono diffusi su tutto Auriga come un massiccio sistema di radici sotterranee, che spuntano ai margini della mappa, attecchendo nelle regioni che le altre fazioni lasciano incustodite.

Urkan

Gli Urkan sono enormi bestie che appaiono casualmente sulla mappa e prendono il controllo di territori neutrali. Per addomesticare le creature, gli imperi devono corromperle o sconfiggerle in battaglia insieme ai loro sottoposti. Addomesticare un Urkan sblocca una serie di nuove abilità uniche che tornano utili sia per gli stili di gioco difensivi che offensivi…




L’articolo Endless Space e Legend, ecco due espansioni: Penumbra e Symbiosis proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Endless Space e Legend, ecco due espansioni: Penumbra e Symbiosis

Total War: Three Kingdoms, l’antica arte dello spionaggio in un video

Le spie sono protagoniste di questo nuovo trailer su Total War: Three Kingdoms, strategico ad ambientazione storica firmato da Creative Assembley e SEGA in arrivo per Pc il prossimo 7 marzo.

Scopriamo, quindi, questa nuova funzionalità avanzata che può aiutare i giocatori a raggiungere il potere.

In Total War: Three Kingdoms, le spie possono intrufolarsi dietro le linee nemiche per avvelenare, assassinare e persino incitare alla guerra. Dovranno mantenere un basso profilo in un primo momento, condividendo segreti più piccoli come il movimento delle truppe nemiche. Ma, una volta saliti tra le fila, possono mettere in ginocchio i nemici.

Tuttavia, il tradimento non è privo di pericoli: se una spia viene catturata, rischia un’esecuzione brutale. Certo, possono sempre tradire per salvarsi, tornando da noi nei panni di un doppio e subdolo agente. Il nostro più importante generale combatte per la tua gloria o potrebbe tradirci? Insomma, le spie possono essere un’arma a doppio taglio.

Unificare la Cina non è mai stata un’impresa facile… spazio al video, lungo ben 8 minuti abbondanti su Total War: Three Kingdoms. Buona visione.

L’articolo Total War: Three Kingdoms, l’antica arte dello spionaggio in un video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Total War: Three Kingdoms, l’antica arte dello spionaggio in un video

Jon Shafer’s At the Gate su Steam la settimana prossima

Ci siamo quasi. Jon Shafer’s At the Gate, il nuovo grand strategy realizzato dal designer di Civilization V, debutterà la settimana prossima su Steam. Precisamente il 23 gennaio e per Pc Windows, Mac e Linux.

I giocatori vestono i panni di un signore dell’era oscura che deve costruire un reame per rimpiazzare le rovine dell’Impero Romano. Ma non sarà facile. Bisognerà gestire i propri clan, esplorare le terre confinanti, trovare risorse e costruire una forte economia ed una macchina militare.

Il gioco, sviluppato e pubblicato da Conifer Games, costerà 29,99 euro e sarà scontato del 10% per la prima settimana. Jon Shafer, inoltre, sarà presente al PAX South di San Antonio che si terrà dal 18 al 20 gennaio.

CARATTERISTICHE

Una mappa in evoluzione

Le stagioni e il tempo trasformano radicalmente il paesaggio intorno a voi. Il fiume che un tempo fungeva da barriera in estate potrebbe diventare un’autostrada in inverno – sia per voi… che per i vostri nemici.

Gestione dei personaggi

Ognuno dei vostri clan ha tratti e desideri unici, quindi scegliete attentamente come utilizzarli.

Elementi di sopravvivenza e Roguelike

Mantenete i vostri clan nutriti durante l’inverno rigido. Le risorse si esauriscono quindi cerca sempre di più. I tuoi vicini possono essere immensamente forti. Ogni gioco pone nuove sfide e opportunità.

Stile acquerello

Un bellissimo paesaggio acquarello serve da tela per le vostre intelligenti strategie economiche e militari.

Tooltip-in-Tooltips!

Il gioco presenta un’interfaccia utente rivoluzionaria che utilizza “tooltips-in-tooltips” per la prima volta, semplificando notevolmente l’apprendimento senza sacrificare la profondità del gameplay.







L’articolo Jon Shafer’s At the Gate su Steam la settimana prossima proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Jon Shafer’s At the Gate su Steam la settimana prossima

Rising Lords, Anteprima

Il panorama degli indie a sfondo strategico è ricco di diversi titoli interessanti ma l’approccio di Rising Lords, prima fatica dello sviluppatore indipendente Argonwood, merita di essere osservato da vicino. Il motivo è presto detto: nasconde un potenziale davvero superiore alla media.

Abbiamo colto l’opportunità di provare la prima alpha (un ciclo di alpha testing chiuso solo per tester e personale interno) di questo strategico medievale. Gioco, ricordiamo, presente su Steam e dedicato agli utenti Pc. Un titolo dove tattica e pianificazione degli attacchi sono al centro del gameplay. Il gioco è stato provato per noi dal nostro DannyDSC.

ESAGONI E SCACCHI

Al momento, l’alpha concede la possibilità di provare battaglie veloci contro l’intelligenza artificiale (o IA se preferite) di gioco o sfide personalizzate scegliendo tra una delle mappe a disposizione. Avviata la partita ci troveremo di fronte alla mappa di gioco formata da differenti esagoni collegati tra loro.

Ogni esagono, rappresenterà una pianura, una collina, una montagna invalicabile, una palude, una foresta o un paesino, tutte con i bonus e i malus che comportano a seconda dell’unità che vi risiederà.

Come prima scelta, sarà nostra cura piazzare il generale d’armata accorpato ad una delle unità presenti in gioco, quali al momento cavalleria leggera, guerrieri armati di spada, arcieri. Ogni unità ha dei valori che andiamo ad analizzare di seguito: Attacco, Difesa, Morale ed Iniziativa.

Attacco e difesa si spiegano tranquillamente da soli, mentre è utile soffermarci sul morale e l’iniziativa. Il morale è determinato dalla presenza o meno sul campo del generale, e dalla possibilità che il nemico conquisti la nostra città.

Nel caso il nostro generale dovesse per qualche motivo cadere durante una battaglia, il morale delle nostre truppe scenderà, andando a diminuirne il fattore Attacco. Lo stesso accadrà nel caso il nemico vada a conquistare la nostra capitale. Per quel che riguarda l’iniziativa invece, determina quale delle nostre unità muoverà per prima. Più iniziativa quindi, permettere a questa o quell’unità di muoversi ed eventualmente attaccare prima delle altre. Scopo del gioco, sconfiggere l’armata nemica.

L’ARTE DELLA GUERRA

Dopo il breve excursus sulle unità e la mappa di gioco, si passa all’azione. Posizionato il generale la partita inizierà e ad ogni turno a seconda del fattore iniziativa, si andranno a muovere le unità. Posizionare il nostro esercito in caselle che possano fornire bonus (arcieri sulle colline e cavalleria leggera sulle pianure, giusto per fare due esempi) sarà fondamentale per un buon esito dello scontro.

L’AI di gioco è davvero furba e cerca continuamente di attirare le nostre unità in imboscate o nel raggio dei propri arcieri/balestrieri. Insomma, troveremo una CPU molto attenta anche nel posizionamento delle proprie truppe.

Plauso quindi ad Argonwood che già in questa alpha ha portato in gioco un’intelligenza artificiale interessante. e piuttosto raffinata. Infatti, non bara, fornisce un grado di sfida davvero elevato anche a livello medio, e si comporta in modo intelligente.



Ma non finisce qui, perché oltre alle truppe, il gioco prevede un sistema di carte che possono letteralmente cambiare l’esito di uno scontro portandoci ad una insperata vittoria dopo aver perso due unità all’inizio della guerra, o portandoci ad una sconfitta che fino a qualche minuto prima sembrava impossibile. Ad ogni turno, sia il giocatore che l’intelligenza artificiale pescheranno una carta che può rendere un’unità invincibile al prossimo attacco, ignorare i malus di un terreno, aumentare il morale di tutte le unità adiacenti al generale, e così via.

Un uso saggio e ponderato delle carte sarà cruciale per portare a casa la vittoria, tenendo bene a mente che la CPU, potendo fare lo stesso, userà ogni mezzo per intralciare i nostri piani, rendendo ad esempio un’imboscata pianificata con attenzione “nulla”, sfruttando la carta che rende quella determinata unità (di cui volevamo sbarazzarci a tutti i costi) invincibile.

Il ritmo di gioco, nonostante pianificazione e uso delle carte, è davvero veloce ed una partita si completa anche in una decina di minuti, cosa che rende Rising Lords tanto strategico quanto frenetico e veloce nel suo svolgimento, adatto quindi anche per brevi sessioni.

GRAFICA 2D CARTONNESCA E GRADEVOLE





Il gioco tradisce la sua natura indie, quindi scordatevi grafica 3D, foto realismo e panorami mozzafiato. Il piano di gioco come le unità sono in 2d, ma gli sviluppatori hanno puntato ad uno stile cartoonesco molto colorato che rende il tutto davvero gradevole. Le animazioni, seppur poche e limitate, si sposano bene con i movimenti delle truppe. Si plaude a qualche dettaglio che ci fa apprezzare lo stile medievale di Rising Lords.

Plauso alla colonna sonora, che pur in questa alpha presenta pochi brani ma davvero orecchiabili ed incalzanti, mai troppo ripetitivi che si sposano bene con l’atmosfera di gioco.

COMMENTO FINALE

Ci è piaciuta questa prima prova? Assolutamente si! Il gioco è solo un’alpha, quindi tutto può essere migliorato, ampliato, sistemato. Gli sviluppatori hanno più volte dichiarato che Rising Lords sarà orientato alle sfide in multiplayer. Dettaglio, questo, che renderà felici tutti quei utenti che non vedono l’ora di sfidare a singolar tenzone, altri giocatori online.

Inoltre, a grande richiesta della community, verrà implementata anche una campagna in singleplayer, così da accontentare anche chi preferisce godersi il titolo per conto proprio. Cosa che oggettivamente darà valore in più perché nonostante tutto, le campagne in single player sono sempre ben accettate da molti utenti. Complimenti ad Argonwood, nella speranza che il tutto continui così e che si possa espandere in tempi non troppo lunghi. L’appuntamento, quindi, dovremmo riproporlo per la beta con una nuova anteprima ma è chiaro che terremo sempre questo titolo indie sott’occhio.

L’articolo Rising Lords, Anteprima proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Rising Lords, Anteprima

SpellForce 3, i nani e gli elfi oscuri saranno presto disponibili

THQ NordicGrimlore Games hanno annunciato il prossimo arrivo di una nuova espansione per l’RTS/RPG SpellForce 3, grazie alla quale il roster delle razze si espanderà con l’aggiunta di Nani ed Elfi Oscuri.
















Soul Harvest, questo il nome del dlc stand-alone in questione, aggiungerà una nuova campagna di 20 ore, con nuove unità per le fazioni già esistenti, modalità di gioco inedite e modifiche ad alcune delle meccaniche principali, come il sistema di risorse settoriali.

Soul Harvest sarà disponibile nel secondo trimestre 2019. Vediamo, intanto, il trailer di annuncio e le prime immagini pubblicate da THQ Nordic.

L’articolo SpellForce 3, i nani e gli elfi oscuri saranno presto disponibili proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di SpellForce 3, i nani e gli elfi oscuri saranno presto disponibili

Megacorp, la nuova espansione di Stellaris è disponibile su Pc, Mac e Linux

La terza espansione di Stellaris, Megacorp, rilasciata da Paradox Interactive, è disponibile su Pc, MacOS e Linux. Il nuovo contenuto aggiunge inedite funzionalità incentrate sul commercio, dando i giocatori la possibilità di far emergere il loro spirito imprenditoriale.

Stellaris: MegaCorp offre ai giocatori un modo completamente nuovo di farsi un nome nella galassia grazie a Corporate Authority e Branch Offices, consentendo loro di espandere le operazioni e influenzare il commercio. Si possono quindi, maneggiare una serie di caratteristiche orientate al profitto per costruire un impero ancorato ai gloriosi ideali del capitalismo spaziale.

Vediamo il trailer di lancio:

DETTAGLI

  • Cultura aziendale: gli amministratori delegati di un MegaCorp possono condurre affari su scala galattica. Costruendo Branch Offices su pianeti all’interno di imperi commerciali, il MegaCorp può aggiungere una parte del valore commerciale del pianeta alla propria rete. Usando il nuovo tipo di governo della Corporate Authority, si potrà arrivare a creare una potenza economica e dominare il commercio galattico.

  • City World: con Ecumenopolis, i giocatori possono aumentare la densità di popolazione dei mondi principali fino a proporzioni veramente epiche, creando infine una megalopoli che si estende su un intero pianeta.
  • Flotte di caravane: è fondamentale tener d’occhio i caravanieri, i carrettieri e i commercianti interstellari nomadi che si tengono lontani dalla politica galattica e che hanno sempre affari nascosti.
  • Altre megastrutture: mega installazioni, assemblaggi interstellari e centri di coordinamento strategico. Tutto questo e molto altro potrà essere costruito per dirigere e coordinare il commercio interstellare.

  • Mercato degli schiavi galattici: possibilità di comprare e vendere schiavi su scala industriale, liberarli o mantenerli come bestiame.
  • Consulenti e musica: 3 consulenti aggiuntivi e 4 brani musicali aiuteranno a conquistare la galassia.

Giuseppe Stecchi

 

 

L’articolo Megacorp, la nuova espansione di Stellaris è disponibile su Pc, Mac e Linux proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Megacorp, la nuova espansione di Stellaris è disponibile su Pc, Mac e Linux

Total War: Three Kingdoms, nuovo trailer

Creative Assembly ha oggi pubblicato un nuovo cinematic trailer di Total War: Three Kingdoms, che in questo momento è il titolo che ha raggiunto il più alto numero di pre-order nella storia del franchise.  Il video introduce la feroce fuorilegge Zheng Jiang e i suoi devoti guerrieri, pronti a uccidere chiunque intralci la loro strada.

Ecco il video.

Le dinastie e la nobiltà non hanno alcun significato per Zheng Jiang, che vede la sua forza e la sua impietosa furia come un segno del suo destino. La furia della regina fuorilegge non cesserà fino a quando non vedrà bruciare i suoi nemici.

Il prossimo titolo della serie strategica di Total War sarà disponibile il 7 marzo. Vi lasciamo ad un tris di immagini.



L’articolo Total War: Three Kingdoms, nuovo trailer proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Total War: Three Kingdoms, nuovo trailer

Thronebreaker e Gwent sbarcano su console

Cd Projekt Red annunciano il lancio delle versioni Xbox One e PlayStation 4 di Thronebreaker: The Witcher Tales e GWENT: The Witcher Card Game.

Thronebreaker è un gioco di ruolo ambientato nel mondo di The Witcher che combina esplorazione basata sulla narrativa con puzzle unici e battaglie a carte. Il titolo può essere acquistato su Microsoft Store e PlayStation Store, e contiene oggetti di gioco digitali (link qui). Il gioco è anche disponibile su GOG.com e Steam. Qui c’è la nostra recensione della versione Pc.

GWENT è un gioco di carte fatto di scelte e conseguenze, in cui l’abilità, non la fortuna, è la miglior arma del giocatore. Il titolo è disponibile gratuitamente sia su Microsoft Store sia su PlayStation Store. I giocatori che hanno partecipato alla beta pubblica riceveranno uno speciale titolo giocatore all’avvio della versione di lancio. GWENT è anche disponibile su PC tramite GOG.

L’articolo Thronebreaker e Gwent sbarcano su console proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Thronebreaker e Gwent sbarcano su console

Il diplomacy system di Total War: Three Kingdoms si mostra in un nuovo video

SEGA ha pubblicato  la seconda e ultima parte di un video sul diplomacy system di Total War: Three Kingdoms, disponibile dal 7 marzo 2019. Riscritto da zero, questo nuovo sistema introduce una serie di strumenti diplomatici che permettono ai giocatori di creare e gestire vari elementi di gioco: dall’utilizzo di nuovi beni scambiabili come leva nelle negoziazioni, inclusi oggetti, personaggi ausiliari e forniture alimentari alle contrattazioni utili per trovare l’affare migliore o minacciare gli altri signori della guerra.

La diplomazia quindi, diventa uno strumento di governo subdolo e potente allo stesso tempo, usata sia per costruire relazioni sia per manipolare opinioni, formare coalizioni e mediare tra i valori popoli, avendo come unico obiettivo quello dell’ascesa al trono.

Vi lasciamo alla seconda parte del video. Buona visione.

A seguire, invece, la prima parte:

Giuseppe Stecchi

L’articolo Il diplomacy system di Total War: Three Kingdoms si mostra in un nuovo video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Il diplomacy system di Total War: Three Kingdoms si mostra in un nuovo video

Total War, annunciate le edizioni definitive

Creative Assembly ha oggi annunciato nuove edizioni definitive per tre dei suoi titoli strategici come Empire: Total War, Napoleon: Total War e Medieval II: Total War. Queste nuove edizioni includeranno tutti i dlc e gli expansion pack, per ore e ore di gameplay che attenderanno i fan della serie.
Inoltre, i giocatori che hanno già acquistato questi titoli su Steam, potranno scaricare il dlc gratuitamente.

Ecco il trailer di presentazione. Buona visione. A seguire i contenuti. Buona lettura.

EMPIRE TOTAL WAR

Controllate il vostro regno e i mari. Il titolo catapulta i giocatori nell’età dell’Illuminismo, un periodo di sconvolgimenti politici, progressi militari e infinite possibilità. EMPIRE, vincitore del BAFTA, è stato pubblicato nel 2009 con un plauso universale.
Include: Elite Units of the East; Elite Units of America; The Warpath Campaign.  Ecco la pagina su Steam.

TOTAL WAR: MEDIEVAL II

Espandete il vostro regno mediat. Lasciate il segno in grandi battaglie con fino a 10.000 truppe assetate di sangue, durante l’era più turbolenta della storia occidentale. Medieval II è stato pubblicato nel 2006.
Include: Medieval II: Total War Kingdoms
Su Steam.

TOTAL WAR: NAPOLEON

Dall’Italia a Waterloo, il gioco copre due decadi di battaglie inarrestabili e la storia di una straordinaria carriera militare.
Include: Coalition Battle Pack; The Peninsular Campaign; Imperial Eagle Pack; Heroes of the Napoleonic Wars
Su Steam.

L’articolo Total War, annunciate le edizioni definitive proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Total War, annunciate le edizioni definitive

Achtung! Chtulhu Tactics ha una data di lancio su PS4 ed Xbox One

Auroch Digital e Ripstone Games annunciano che Acthung! Cthulhu Tactics approderà su PS4 ed Xbox One dal 21 novembre. Una versione Switch è prevista a breve. Qui la nostra recensione della versione Pc dove lo strategico lovercraftiano ambientato nella Seconda Guerra Mondiale ha già fatto il suo esordio da qualche settimana.

Achtung! Chtulhu Tactics ci catapulta nel secondo conflitto mondiale e ci mette al comando di una squadra d’assalto speciale degli Alleati, alla caccia delle due divisioni occulte dei nazisti. In una versione alternativa della guerra dovremo investigare sui rapporti tra i nazisti e le oscure forze di Chtulhu. Il gioco offre svariate missioni, nonché alcune quest alternative ed unisce strategia alla Xcom ad alcuni spruzzi ruolistici visto che ognuno dei nostri quattro eroi può accrescere le proprie abilità acquisendo punti esperienza e così via.

 

L’articolo Achtung! Chtulhu Tactics ha una data di lancio su PS4 ed Xbox One proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Achtung! Chtulhu Tactics ha una data di lancio su PS4 ed Xbox One