Archivi categoria: Racing

Auto Added by WPeMatico

Assetto Corsa Competizione, dettagli sull’early access di settembre

Come già saprete, Assetto Corsa Competizione arriverà su Steam in accesso anticipato a partire dal 12 settembre prossimo edito da 505 Games. Ma sono emersi più dettagli dalla conferenza stampa di SRO che si è tenuta lo scorso weekend in occasione della settantesima edizione della 24 Ore di Spa.

Kunos Simulazioni ha svelato più dettagli. Marco Massarutto, cofondatore e brand & product manager della software house italiana ha avuto l’opportunità di illustrare alcune delle nuove caratteristiche di Assetto Corsa Competizione in grado di far vivere in prima persona l’atmosfera unica della GT3 Series. Il gioco include i piloti ufficiali, tutte le auto e i circuiti della Blancpain GT Series riprodotti con una cura maniacale.

Sfruttando appieno tutte le potenzialità dell’Unreal Engine 4, Assetto Corsa Competizione, garantirà un’elevatissima qualità di rendering e condizioni metereologiche fotorealistiche che stabiliscono un nuovo livello di standard nei giochi di guida e nella simulazione immersiva. La tecnologia motion capture è stata utilizzata per creare le animazioni dei meccanici e dei piloti con un livello di realismo senza precedenti per assicurare un altissimo livello di coinvolgimento dei giocatori nel corso delle gare, dei pit-stop e dei cambi di pilota.

In questo video vediamo la presentazione del gioco a Spa. Buona visione.

Successivamente al lancio su Steam, in modalità accesso anticipato, Assetto Corsa Competizione verrà espanso con aggiornamenti mensili che arricchiranno il simulatore di nuove auto, piste e nuove caratteristiche di gioco fino al rilascio della versione definitiva che avverrà a inizio 2019.
La versione finale offirà una vasta gamma di livelli di difficoltà e un efficiente sistema di ranking per garantire la migliore esperienza multiplayer possibile a tutti piloti, dagli esordienti fino ai veterani. Kunos ottimizzerà il titolo per il gioco competitivo con una serie di classi e di eventi speciali e la possibilità di cimentarsi nella sfida più difficile, la gara da 24 ore con l’opzione del cambio pilota nelle modalità single-player e multiplayer.

ESPORT

Nel corso del weekend dedicato alla Total 24 ore di Spa, si è tenuta nel paddock del circuito di Spa-Francorshamps una competizione ufficialmente supportata da SRO Motorsports Group (gli organizzatori di Blancpain GT Series) basata su una versione preliminare di Assetto Corsa Competizione. Questo è stato il primo evento eSport supportato da SRO Motorsports Group per Blancpain GT Series E-Sports, ed è stato organizzato con la collaborazione di Pirelli, AK Informatica, RSeat e Fanatec. Il torneo ha messo in palio premi per i piloti più veloci che sono stati premiati sul podio del circuito:

1) Enzo Bonito (Italia)

2) Kamil Franczak (Germania)

3) Hany Alsabti (Germania).

 

L’articolo Assetto Corsa Competizione, dettagli sull’early access di settembre proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione, dettagli sull’early access di settembre

Gran Turismo Sport si aggiorna con nuove auto, tracciati ed altro

Tante novità nell’aggiornamento gratuito per Gran Turismo Sport di questo fine mese. Polyphony aggiunge tra le altre cose le microtransazioni: adesso è possibile acquistare le vetture come dlc dal PS Store e da Brand Central. Oltre 200 auto, quindi, potranno essere anche acquisite con soldi reali.

Tra i contenuti vale la pena segnalare la presenza di un nuovo tracciato (Sainte-Croix con tre configurazioni diverse), eventi della GT League e tanto altro.

L’aggiornamento 1.23 è già scaricabile. Le note della patch complete sono consultabili qui.

Gran Turismo Sport ha molti giocatori appassionati ma non tutti hanno il tempo sufficiente per impegnarsi e accumulare i crediti di gioco necessari a procurarsi le proprie auto preferite. Gli sviluppatori – per voce di Kazunori Yamauchi, il papà della serie da sempre tratto distintivo PlayStation – spiegano quindi la decisione di attivare le microtransazioni sul PlayStation Blog italiano:

“Rendendo le auto immediatamente disponibili per l’acquisto come contenuti scaricabili, speriamo di permettere ai giocatori impegnati con il lavoro (e a quelli che si sono appena uniti al mondo di GT) di ottenere velocemente auto affascinanti e competitive con cui scendere in pista”.

C’è anche la giusta precisazione di Yamauchi:

“Per mantenere il gioco equilibrato, tutte le auto saranno ancora acquistabili con i crediti di gioco. Nessuna vettura sarà acquistabile solo con denaro reale e nulla cambierà nel modo di acquisizione attuale delle auto”.

I veicoli più costosi di GT Sport saranno inoltre acquistabili solo con valuta di gioco. Come in precedenza, per ottenere le auto migliori i piloti dovranno dimostrare le loro capacità e il loro impegno sul tracciato.

I DETTAGLI SUI NUOVI CONTENUTI

Questo mese sono stati aggiunti a Brand Central sette nuovi veicoli, dalla storica Mercedes di Formula 1 con cui Lewis Hamilton ha vinto il campionato, a Ferrari storiche e Keicar che rappresentano un aspetto unico della cultura giapponese.

Ecco la lista completa delle auto:

  • Mercedes-AMG F1 W08 EQ Power+ 2017
  • Daihatsu Copen Active Top ’02
  • Honda Beat ’91
  • Honda S660 ’15
  • Ferrari 250 GTO CN.3729GT ’62
  • Ford GT LM Spec II Test Car
  • Mazda 787B ’91

Nuovo tracciato – Circuito di Sainte-Croix (A/B/C)

Situato sul lago di Sainte-Croix, nella regione francese della Provenza, questo tracciato originale lungo 10 km (con tre diverse configurazioni) presenta difficili curve e lunghi rettilinei da affrontare con molta abilità per ottenere un tempo sul giro veloce. La pista è stata ideata per mettere alla prova fino in fondo l’adattabilità dei piloti. Tutte e tre le varianti sono disponibili anche in configurazione invertita, per un totale di sei circuiti unici.

Sono stati aggiunti alla GT League tre nuovi eventi per piloti di tutti i livelli, tra cui:

  • Coppa Pesi Leggeri K – Campionato principianti
  • Festival auto nostalgiche – Campionato dilettanti
  • Gran Premio Mercedes AMG – Campionato professionisti

Aggiornamenti aggiuntivi

Inoltre, sono state aggiunte al gioco nuove funzionalità. Una delle modifiche principali riguarda l’editor di livrea, prima disponibile solo per le auto e ora anche per tute da gara e caschi.

Infine, un aggiornamento della modalità Scapes permette ai giocatori di posizionare gli avatar dei piloti nelle loro scene. È stata anche aggiunta una nuova località: Circonvallazione esterna di Tokyo, Chiba. Dopo l’aggiornamento dei tracciati del mese scorso, il Circuit de la Sarthe è stato aggiunto a Esperienza sul circuito.

L’articolo Gran Turismo Sport si aggiorna con nuove auto, tracciati ed altro proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport si aggiorna con nuove auto, tracciati ed altro

Assetto Corsa Competizione, l’early access su Steam scatta il 12 settembre, video

Assetto Corsa Competizione ha una data di lancio per l’accesso anticipato su Steam. Kunos ha pubblicato questo video di poco più di un minuto sul gioco ufficiale della Blancpain GT Series. L’early access inizierà il 12 settembre sulla piattaforma digitale di Valve.

Ricordiamo che il gioco è in fase di presentazione a Spa-Francorchamps, in Belgio, in occasione della classica 24 Ore che proprio quest’anno festeggia la 70a edizione.

Ecco la clip. Buona visione.

Siamo sempre in attesa di ulteriori aggiornamenti sulle novità di Assetto Corsa Competizione.

L’articolo Assetto Corsa Competizione, l’early access su Steam scatta il 12 settembre, video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione, l’early access su Steam scatta il 12 settembre, video

Gran Turismo Sport, nuovo aggiornamento il 30 luglio

Gran Turismo Sport si aggiornerà presto. Kazunori Yamauchi, il papà della serie, ha annunciato via Twitter che il 30 luglio sarà disponibile una nuova patch per il racing esclusivo PS4.

Inoltre l’immagine postata a corredo del messaggio mostra i profili di sette nuove vetture che probabilmente i più appassionati avranno già individuato e che si andranno ad aggiungere al parco auto del titolo.

Ecco il cinguettio con l’immagine. Buona visione.

Update is coming 30th July. 7月30日にアップデートが来ます。#GranTurismoSport #GTSport #GranTurismo #PS4share pic.twitter.com/4gSXdSwEup

— 山内 一典 (@Kaz_Yamauchi) July 20, 2018

L’articolo Gran Turismo Sport, nuovo aggiornamento il 30 luglio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport, nuovo aggiornamento il 30 luglio

Trailblazers arriva a settembre su PS4 e Switch

Rising Star Games ha annunciato poco fa che Trailblazers sarà disponibile in edizione fisica per PS4 e Switch a settembre. Il gioco, un co-op arcade racing, sarà disponibile anche in versione digitale per la console ibrida di Nintendo.

Per festeggiare, l’edizione fisica e digitale di Trailblazers per Switch avrà dei contenuti extra, tra cui il nuovissimo racer “Boo’s Dad” e una campagna single-player molto vasta.

Vivete immagini vibranti, percorsi ipnotizzanti e una sensazione di velocità attraverso cui potrete sfruttare la meccanica di gioco per dipingere il tracciato e creare corsie di potenziamento per ogni squadra.
Gareggiate insieme in squadre fino a tre giocatori, coprite aree chiave dei percorsi dipinti dagli avversari per ottenere un vantaggio per la vostra squadra. I corridori che guidano con stile accumuleranno anche punti abilità per aprirsi la strada verso la vittoria.

Ecco il trailer d’annuncio, a seguire le caratteristiche ed alcune immagini. Buona visione e buona lettura.

CARATTERISTICHE CHIAVE

  • Pittura innovativa e Boost Racing: introducendo una meccanica di gioco unica per “paint and boost”, i piloti dipingono la pista per creare corsie personalizzate per aumentare la velocità innovando il genere racing con un nuovo gameplay strategico.
  • Piste panoramiche: nella corsa verso la gloria, i giocatori si sfideranno attraverso catene montuose, foreste lussureggianti e aride valli desertiche.
  • Diversi personaggi: ogni pilota ha un ruolo vitale nella community e tutti i personaggi spiegano la storia del mondo dei Trailblazers, ognuno con un ruolo e uno stile di guida specifico.
  • Flotta futuristica: i giocatori possono scegliere da uno showroom le auto da corsa più veloci della galassia, ciascuna con statistiche personalizzate per adattarsi a ogni stile di gioco e tipo di pista.











  • Una festa musicale: godetevi la colonna sonora retro-futuristica che si adatta all’estetica visiva del gioco, con licenza ufficiale di artisti come: Skope, Derevolutions, A.Skillz e altri ancora.
  • Artisti: artwork creati dall’artista vincitore di un BAFTA, Will Milton.
  • Campaign Mode: Emozionanti campagne Multiplayer e sfide in single-player
  • Multiplayer Mayhem: i giocatori possono sperimentare l’avvincente azione ad alta velocità fino a sei giocatori, online o localmente tramite schermo condiviso (split-screen) per un massimo di quattro giocatori con sfidanti online o controllati dalla CPU.
  • Cross-platform: fate squadra con altri giocatori o affrontateli sfruttando il cross-platform.
  • Contenuti Bonus: Nuove aggiunte per i giocatori su Nintendo Switch.

L’articolo Trailblazers arriva a settembre su PS4 e Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Trailblazers arriva a settembre su PS4 e Switch

Gran Turismo Sport, a fine luglio un nuovo aggiornamento

Un flash su Gran Turismo Sport. Dall’account Twitter del gioco apprendiamo che a fine mese ci sarà un nuovo aggiornamento. Da quel che si vede, una nuova ambientazione in un filmato, il racing esclusivo per PS4 dovrebbe accogliere un circuito supplementare ad aumentare i contenuti di questo titolo che ha esordito un po’ in sordina ma che nel corso dei mesi ha saputo migliorarsi.

Ne sapremo di più nei prossimi giorni.

A new update’s coming to GT Sport at the end of July… #GTSport #GTSportJulyUpdate#granturismo #gt pic.twitter.com/I1Uqk6e8pg

— Gran Turismo (@thegranturismo) July 6, 2018

L’articolo Gran Turismo Sport, a fine luglio un nuovo aggiornamento proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport, a fine luglio un nuovo aggiornamento

The Crew 2 sfreccia su Pc, PS4 ed Xbox One

Dopo una lunga attesa, The Crew 2 è disponibile per Pc, PS4 ed Xbox One. Ubisoft ha diffuso il trailer di lancio e gli ultimi dettagli per il suo racing che permette di partecipare a sfide di terra, sull’acqua ed in cielo. Il prezzo consigliato al pubblico è di 69,99 euro.

Sviluppato da Ubisoft Ivory Tower, uno studio con sede a Lione, in Francia, The Crew 2 consentirà ai giocatori di vivere il vero spirito delle corse in un nuovo scenario degli Stati Uniti completamente riprogettato. La nuova ambientazione punta a superare ogni limite fisico per consentire ai fan dei giochi di guida e degli scenari open world di mettere alla prova le proprie abilità, da soli o con gli amici, in una competizione ed esplorazione costante.

I piloti esploreranno l’America da costa a costa per competere e diventare i più grandi campioni di sempre, ottenendo una vasta gamma di auto, moto, imbarcazioni e aerei per dominare la scena a terra, in acqua e nel cielo. Troveranno sfide e ispirazione in quattro diverse categorie di competizioni: corse di strada, fuoristrada, pro racing e freestyle, in cui potranno disporre di una vasta selezione di tipi di veicoli e opzioni.

Ecco il trailer di lancio:

“The Crew 2 permette ai giocatori di divertirsi in una nuova e avvincente esperienza di guida negli Stati Uniti – ha dichiarato Ahmed Boukhelifa, direttore generale di Ubisoft Ivory Tower – in questo episodio, abbiamo migliorato l’esperienza in ogni modo possibile, consentendo ai giocatori di realizzare il loro potenziale in uno scenario open world davvero emozionante, attraverso una serie di sfide mai così diversificate, un’ampia fase di esplorazione e una serie di intense competizioni, gare e folli acrobazie”.




Oltre a ciò, i giocatori avranno la possibilità di cambiare qualsiasi tipo di veicolo istantaneamente, grazie alla funzionalità cambio rapido. The Crew 2 è giocabile con un massimo di tre amici sulla stessa piattaforma in modalità cooperativa per quattro giocatori, oppure in modalità giocatore singolo. Il lancio di The Crew 2 arriva dopo un periodo di Open Beta in cui i giocatori hanno potuto provare i primi due livelli di progressione del gioco.

Ma il lancio, fanno sapere gli sviluppatori, è solo l’inizio del viaggio per tutti gli appassionati di competizioni motoristiche: il team di sviluppo intende introdurre molti nuovi contenuti attraverso aggiornamenti costanti nei prossimi mesi, che includeranno nuove discipline, eventi, veicoli e molto altro grazie al season pass ed ai contenuti gratuiti post lancio.

L’articolo The Crew 2 sfreccia su Pc, PS4 ed Xbox One proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Crew 2 sfreccia su Pc, PS4 ed Xbox One

Assetto Corsa Competizione, la demo di Misano in quatto video

Lo sviluppo di Assetto Corsa Competizione continua e va a gonfie vele: già si vedono alcuni scorci di gameplay davvero interessanti.

Il publisher 505 Games e Kunos Simulazioni hanno pubblicato e diffuso quatto video sulla versione pre-alpha che è stata protagonista del Tech Demo Event a Misano in occasione dell’appuntamento della Blancpain GT Series.

A tal proposito, ricordiamo che Assetto Corsa Competizione è il gioco ufficiale del prestigioso campionato automobilistico internazionale.

I quattro video ci offrono una piccolissima panoramica. Vediamo nel primo la modalità Hotlap in condizioni di asciutto su Ferrari 488GT3, nel secondo video la stessa modalità ma a bordo della Lamborghini Huracan GT3 in condizioni di asciutto ma con pozzanghere e gomme slick, nel terzo la Mercedes AMG GT3 su bagnato e contro avversari gestiti dall’intelligenza artificiale e nell’ultimo, una gara endurance su Audi R8 LMS in condizioni di asciutto con ciclo giorno-notte contro avversari sempre gestiti dalla IA.

Nondimeno proponiamo anche una galleria con diversi screensthot sui quattro eventi appena descritti.

Buona visione.


























EVENTO SPECIALE 1: Modalità Hotlap in condizioni di asciutto su Ferrari 488GT3

EVENTO SPECIALE 2: Modalità Hotlap con Lamborghini Huracan GT3, in condizioni di asciutto ma con pozzanghere e gomme slick a complicare lo scenario di guida.

EVENTO SPECIALE 3: Gara con Mercedes AMG GT3, su bagnato, contro avversari gestiti da IA.

EVENTO SPECIALE 4: Gara endurance con Audi R8 LMS in condizioni di asciutto e con ciclo giorno/notte, contro avversari gestiti da IA.

L’articolo Assetto Corsa Competizione, la demo di Misano in quatto video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione, la demo di Misano in quatto video

Team Sonic Racing, ecco il Team Rose

Durante uno speciale evento in livestream organizzato per celebrare i 27 anni di Sonic the Hedgehog,  SEGA ha annunciato la line-up delle star del Team Rose, una delle squadre più dinamiche che gareggeranno in Team Sonic Racing.

Il titolo sarà disponibile questo inverno in edizione fisica e digitale per Pc, PS4, Xbox One e Switch.

Ecco i piloti che compongono il Team Rose:

  • Amy Rose [Velocità] – la vivace e sempre positiva riccia rosa che non lascerà che nulla la intralci sulla sua strada;
  • Chao [Tecnica] – un’amabile creatura desiderosa di fornire aiuto ai suoi compagni di squadra;
  • Big the Cat [Potere] – un gatto viola con un cuore grande quanto il suo fisico.

Assieme al Team Rose, i giocatori potranno scegliere tra Team Sonic e Team Dark e altri gruppi di amati personaggi provenienti da tutto l’universo Sonic.

È già possibile effettuare il pre-order dell’edizione fisica, ulteriori dettagli per la prenotazione dell’edizione digitale saranno disponibili in un secondo momento.

L’articolo Team Sonic Racing, ecco il Team Rose proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Team Sonic Racing, ecco il Team Rose

Ultimate Racing 2D, Recensione Pc

Non è facile trovare un racing sportivo 2d nel 2018. Il genere andava di moda soprattutto negli anni ’80 e fino ai primi anni ’90. Poi titoli sempre più complessi e votati alla simulazione hanno avuto il sopravvento.

Ricordiamo tra questi Hot Rod, di SEGA, titolo arcade uscito nel 1988 e convertito anche per i computer e console ad 8 e 16 bit dell’epoca, e l’italianissimo Warm Up firmato da Genias e pubblicato nel 1991

In tempi più recenti, il mercato indie ricorda New Star GP.  Ecco quindi che arriviamo rapidissimamente ai nostri giorni per parlarvi di un nuovo titolo che va a rinfoltire i ranghi di questo genere dedicato soprattutto ai nostalgici o a chi ama il 2d.

Ultimate Racing 2D, pubblicato lo scorso 24 maggio su Steam per Pc, è la nuova fatica di Applimazing, un team indie olandese che ha maturato esperienza in campo mobile pubblicando anche Formula Racing 2D che in sostanza ha fatto da base per questo nuovo gioco di cui vi parleremo.

Buona lettura.

TANTI CONTENUTI

Ultimate Racing 2D si presenta subito per la mole di contenuti presenti. L’offerta per il giocatore è veramente ampia. Sembra quasi di trovarsi di fronte ad una sorta di Gran Turismo, che come si sa offre una quantità invidiabile di contenuti. Soltanto che anziché trovarsi di fronte ad un titolo che ha le velleità di simulare in modo approfondito, qui il tono è piuttosto arcade e votato all’action ma ne parleremo a breve.

Nel gioco troviamo una lista di tracciati interessante con quasi 50 circuiti internazionali di tutti i continenti e di tutte le tipologie. Troviamo location prestigiose e conosciute come Montecarlo o Monza, o anche kartodromi, o ovali con manto diverso tra i quali asfalto, fango e ghiaccio.

Diversi campionati e discipline disponibili con monoposto, kart, ma anche vetture a ruote coperte (turismo ad esempio). Non mancano le gare stravaganti come quelle su limousine o sui trattori e segnaliamo ancora la presenza delle auto storiche, quad e motorbike. Ci sono oltre 300 vetture diverse.

Le modalità variano dalla gara veloce che consente di manipolare diversi dettagli dalle opzioni come ad esempio il numero di concorrenti in pista (fino ad un massimo di 20), il numero di giri o l’usura delle gomme che se attivata obbliga alla sosta ai box. Opzioni un po’ più limitate, ma è giusto che sia così, per le modalità Campionato e per la modalità Carriera che permette di fare una panoramica interessante di tutti i contenuti. È presente anche l’editor per editare i nomi dei team e dei piloti.

Si parte dalla base, ossia dai kart, se si termina il campionato almeno al sesto posto di questa kermesse si sblocca la categoria successiva e così via. Ogni campionato ha regole, tracciati e numero di “tappe” differenti. Si arriva alle formule più prestigiose come la Formula A ed andare oltre. Ogni piazzamento offre sia punti per il campionato che premi in denaro che variano a seconda della difficoltà scelta per l’intelligenza artificiale (facile, media, difficile) e per il campionato (Amatore, Professionista ed Esperto). Con questi proventi è possibile acquistare mezzi sempre più potenti tra quelli messi a disposizione (10 per ogni campionato). Ogni veicolo ha infatti le sue caratteristiche (che non possono essere modificate, però) riguardanti la velocità, il grip, accelerazione e turbo.

Si può scegliere in questa modalità anche, ed è interessantissimo, se effettuare dei giri di prove cronometrate per determinare la posizione in griglia di partenza nella gara: diversamente si parte sempre dal fondo dello schieramento e non è sempre facile trovare la rimonta.

Va da sé che ogni campionato ha il suo iter per numero di gare o meno. Alcune competizioni prevedono anche l’uso del turbo (nei kart ad esempio è precluso).

Insomma, dal punto di vista contenutistico è senza dubbio un’offerta interessante anche per varietà e longevità: c’è anche la possibilità di giocare online con altri 19 avversari.

Manca, però, se vogliamo essere puntigliosi, un editor reale per le vetture e la possibilità di personalizzarle modificandone le caratteristiche che rimangono fisse e non possono essere aggiornate. L’unico “aggiornamento” che si può fare è quello di cambiare i nomi a squadra e piloti ed acquistare un veicolo più potente. Manca così una vera e propria sensazione di progressione che si avverte solo nell’accumulo di soldi e nella possibilità di acquistare veicoli più potenti che permettono per forza di cose, prestazioni migliori anche se è possibile fare un buon lavoro anche con mezzi meno performanti. Per il resto, c’è massima libertà di giocare quante volte si voglia qualsiasi campionato e con qualsiasi vettura a patto di aver sbloccato quel determinato campionato ed avere la moneta per acquistare quell’auto.

Mentre mancano alcune opzioni per la personalizzazione delle stagioni e dei campionati a nostro avviso. Sarebbe utile, infatti, poter modificare il sistema di punteggio che non ci piace un granché. Inoltre sarebbe stato bello offrire punti per la pole position o per il giro veloce come in alcuni campionati GT o di Formula viene fatto.

GAMEPLAY IMMEDIATO E DISCRETAMENTE PROFONDO VOTATO ALL’ACTION

Il gameplay di Ultimate Racing 2D è immediato. Tantissima azione ovviamente ma c’è anche un po’ spazio per un pizzico di tatticismo e per l’attenzione perché ogni uscita di strada ed ogni contatto può essere decisivo. Inoltre le prestazioni tra un veicolo all’altro sono effettivamente differenti per cui anche lo stile di gioco ne risente.

È positivo che anche con un mezzo più scarso si possa competere con gli altri ma a patto, giustamente, di dosare bene la velocità e di trovare traiettorie pulite. Le uscite di pista rallentano parecchio e rendono arduo il recupero a meno che il proprio veicolo non sia nettamente superiore e quindi permetta un poderoso recupero. La “guidabilità” di ogni macchina, kart, monoposto e così via è diversa e troviamo alcune differenze. Ma queste, paradossalmente, sono più evidenti tra i mezzi della stessa categoria che non tra auto di diverse categorie. Guidare un kart sarà certamente diverso dal condurre la motrice di un camion (truck) o un trattore ma, paradossalmente la differenza non si avverte troppo tra camion o limousine o tra una formula o un kart ma tra mezzi della stessa categoria. Tra il kart base e quello più potente c’è un enorme divario, così come tra un trattore ed un altro trattore.

La sfida, comunque, rimane interessante anche perché l’intelligenza artificiale si comporta discretamente bene: aggressiva quanto basta ma anche in grado di fare una buona opposizione e di sfruttare gli errori ed in alcuni casi è brava anche a fare ostruzionismo o a indurre all’errore. Certo, fa poco per evitare gli impatti che però non hanno conseguenze sulle prestazioni della vettura che non subisce danno, ma sono molto influenti dal punto di vista prestazionale perché comunque rallentano parecchio.
Un giusto equilibrio per una coperta un po’ corta dovuta sicuramente a questioni di budget. E qui la capacità degli sviluppatori di saper ovviare ad alcune mancanze è evidente. Inoltre, a dare ulteriore pepe, è la possibilità di usufruire del boost. Una sorta di turbo da dosare giro per giro.
Come detto, inoltre, le uscite di pista e le escursioni in superfici diverse dall’asfalto sono rese molto bene e penalizzano, giustamente, le prestazioni. Andare sull’erba o sulla sabbia equivale a compromettere il giro se non la gara stessa soprattutto se condensata in poche tornate. Difficile, ma non impossibile, recuperare. Gioco votato all’azione pura ma senza disdegnare un po’ la sensibilità: non basterà solo pigiare sull’acceleratore.

Inoltre, non c’è una gara monotona in Ultimate Racing 2D e l’azione è molto condensata e divertente. Un pizzico di profondità in più è dato dalla possibilità di entrare ai box per l’usura delle gomme. E questa è tangibile: i tempi con pneumatici non al top si alzano vertiginosamente. Una pecca, però, da segnalare: esiste solo una mescola e tutte le gomme si consumano alla stessa velocità. Se questo in futuro cambiasse e se ci fosse anche la possibilità di scegliere con un altro tipo di mescola (morbida o dura ad esempio ed utilizzare pneumatici da qualifica nei giri di qualificazione) darebbe più profondità e tatticismo ad un titolo votato tantissimo sull’azione.

Tuttavia, una volta trovata la quadra che si concretizza con una discreta sensibilità nei comandi e con la conoscenza delle vetture e dei circuiti i compiti vengono facilitati ed i risultati positivi diventano sempre più costanti.

VISTA DALL’ALTO CON QUALCHE DETTAGLIO GRAZIOSO

L’occhio vuole la sua parte ed anche in un titolo come Ultimate Racing 2D pur presentando un comparto grafico datato ed all’apparenza modesto offre qualche spunto interessante.

La visuale dall’alto, pratica per questo tipo di giochi, in rigoroso 2d (come da titolo, ovviamente) offre delle piste ben riprodotte e con dovizia di particolari nonché di finezze. Montecarlo, Monza ma anche tanti tracciati e kartodromi sono ben riportati. Ve ne sono quasi una cinquantina, un numero interessante per un tipo di giochi del genere, tutti diversi e con proprie caratteristiche. Le tribunette, le protezioni con muretti o con gomme, vie di fuga e quant’altro con contorni abitativi o la presenza di alberi di vario genere. Monza ad esempio è caratterizzato da un’enorme macchia verde, in Bahrein troveremo la sabbia mentre nelle gare con le moto troveremo lo sterrato e così via. Quantità e varietà grafica per le location che fanno certamente bene.

Le vetture, dal canto loro, non differiscono troppo se non per il colore della livrea e per qualche piccolo dettaglio quasi impercettibile. I modelli sono praticamente quelli ed ovviamente differiscono di categoria in categoria. Ci sono anche inquadrature che permettono una sorta di zoom dal quale si evincono di più i singoli particolari ma che non favoriscono il gameplay almeno nelle fasi iniziali perché riducono la visuale d’insieme utile soprattutto per imparare a memorizzare il circuito e vedere il comportamento degli avversari.

Buone, invece, alcune animazioni quando si esce fuori pista: il contatto degli pneumatici con il terriccio o con l’erba fa sollevare materiale per un effetto simil particellare interessante. Ovviamente se pensiamo che si tratta sempre di un titolo che si rifà alla scuola retro.

Il sonoro svolge il suo compito senza particolari estri sia per quanto riguarda la colonna sonora che per gli effetti. Quest’ultimi hanno lasciato più il segno rispetto alle musiche.

COMMENTO FINALE

Ultimate Racing 2D è un titolo da tenere sott’occhio. Gli appassionati dei titoli di corse sportive in stile retro possono esultare perché si tratta di un piccolo gioiello. Allo stato grezzo, tuttavia. Se da un lato i contenuti non mancano (sono anche generosi) e la giocabilità è comunque buona, dall’altro mancano alcune piccolezze che se fossero state presenti (e non è detto che non vengano aggiunte in futuro), avrebbero consegnato Ultimate Racing 2D alla storia.

Ci ha convinto sotto quasi tutti i punti di vista ma in alcuni dettagli un po’ meno. È vero: il gioco offre numeri importanti ma le vetture, anche se sono oltre 300, hanno differenze sostanziali sono minime. Esistono, e ne avevamo parlato, ma le particolarità prestazionali hanno sfumature molto ridotte e sono più evidenti tra i mezzi della stessa categoria.

Inoltre, benché l’intelligenza artificiale sia discreta, avremmo preferito un filino più di tatticismo. Poteva essere il cambio gomme che esiste ma che è sostanzialmente uguale per tutti.

È comunque altrettanto vero che si tratta di un titolo arcade vecchio stile e come tale va preso. Ai tempi in cui giocavamo ad Hot Rod o a Warm Up, tutto questo sarebbe stato un sogno quindi è giusto ricordare questo dettaglio che non è secondario. Il comparto tecnico è semplice (e qui la natura del progetto indie e destinato inizialmente al mercato mobile si fa sentire), ma non per questo poco gradevole. Anzi, colpisce la varietà e la ricerca del dettaglio a qualunque livello di zoom della telecamera. Ma la cosa più importante da dire è che si tratta di un gioco molto divertente. Questo grazie alla sua immediatezza che esalta fin da subito un feeling retro da non sottovalutare. Non si può pretendere oltre, visto anche il prezzo offerto.

Insomma, Ultimate Racing 2D è dedicato ai fan retro ma anche a chi si diverte con questo tipo di titoli che vanno direttamente al sodo puntando sull’azione. Assolutamente consigliato in tal senso e con qualche limatura sarebbe perfetto.

 

L’articolo Ultimate Racing 2D, Recensione Pc proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ultimate Racing 2D, Recensione Pc

Assetto Corsa Competizione a Misano

Reduce dall’eccellente impressione fatta all’E3 2018, Assetto Corsa Competizione comincia a farsi vedere. Il gioco ufficiale della Blancpain GT Series, sviluppato da Kunos Simulazioni e pubblicato da 505 Games, sarà mostrato nel corso della imminente tappa del campionato che si terrà al Misano World Circuit.

Gli spettatori, infatti, potranno provare la tech-demo di Assetto Corsa Competizione nello stand dedicato presso il paddock, che verrà allestito da Kunos Simulazioni con la collaborazione di AK Informatica e Sparco. La demo sarà giocabile su 8 postazioni, in diverse condizioni dell’asfalto: asciutto, bagnato, pista in fase di asciugatura e in due differenti gare dove gli avversari verranno gestiti dall’intelligenza artificiale. Ogni modalità sarà ambientata sul tracciato del Misano World Circuit che sarà presente anche nella versione finale del gioco.

Grazie ad AK Informatica, i partecipanti potranno partecipare alla sessione utilizzando i cockpit di fascia top: Sparco Evolve e i volanti Thrustmaster, con licenza Sparco.

Oltre a questa esperienza di sim racing, il pubblico potrà incontrare e conoscere diversi membri del team di sviluppo di Kunos Simulazioni, che parteciperanno all’evento per conoscere i fan e per raccogliere ed elaborare osservazioni utili per lo sviluppo del gioco. Saranno inoltre presenti svariati piloti di Blancpain GT Series che aiuteranno, come già stanno facendo, l’allineamento del gioco alla serie reale in termini di controllo di guida, di setup delle vetture e della rappresentazione dell’ambiente attorno al campionato.

Il punto di ritrovo sarà lo stand di Assetto Corsa Competizione / AK Informatica nell’area pubblica del paddock.

 

L’articolo Assetto Corsa Competizione a Misano proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione a Misano

F1 2018, la Brawn iridata nel 2009 sarà presente

Il 2009 è stato un anno magico per la Brawn e per Jason Button che scrissero la storia aggiudicandosi il Mondiale di Formula 1 piloti e costruttori aggiudicandosi otto delle 17 gare di quella stagione, 6 con Button, 2 con Rubens Barrichello. Questa monoposto vincente sarà presente in F1 2018. Lo ha annunciato poco fa Codemasters con tanto di trailer ed un paio di immagini che ovviamente alleghiamo all’articolo.

Ricordiamo che il gioco debutterà il prossimo 24 agosto su Pc (via Steam), PS4 ed Xbox One.

La nuova clip mostra non solo la Brawn BGP-001 – vincitrice del campionato nel 2009, guidata dal campione del mondo F1 di quell’anno Jenson Button e dal suo compagno di squadra Rubens Barrichello – ma anche la Williams FW25 del 2003, di Juan Pablo Montoya e Ralf Schumacher.

Entrambe le vetture saranno disponibili nella “Headline Edition” di F1 2018 e potrai ottenerle effettuando il pre-order o acquistando il dlc dopo il lancio.

Ulteriori monoposto classiche saranno presentate nelle prossime settimane.

“L’inclusione delle auto d’epoca nel gioco dello scorso anno è stata accolta positivamente dai nostri giocatori e dai fan dello sport, quindi abbiamo voluto far riferimento a questa cosa con l’aggiunta di altri veicoli classici in F1 2018 – ha commentato Paul Jeal, franchise director di Formula 1 presso Codemasters – la Brawn è senza dubbio l’auto classica più richiesta dalla nostra appassionata community di F1, quindi siamo lieti di portarla nel gioco. Vincere il Campionato Mondiale dei driver e dei costruttori  in un’unica stagione è un traguardo fenomenale che ha reso la Brawn immediatamente iconica, ma anche molto bella. La Williams del 2003 era anch’essa un veicolo fantastico, posizionata bene per tutta la stagione. Juan Pablo Montoya ha conquistato 8 podi di fila, quindi sono sicuro che i giocatori apprezzeranno la possibilità di mettersi al volante di questa auto”.

I giocatori che effettueranno il pre-order o che acquisteranno la copia ‘Day One’ di F1 2018 riceveranno un accesso esclusivo all’iconica Brawn BGP-001 e alla Williams FW25 del 2003, tramite un contenuto dlc della “F1 2018 Headline Edition’. In alternativa le due auto saranno disponibili insieme per l’acquisto in futuro.

Brawn BGP-001 del 2009

Corse Vittorie Podi Pole Giri veloci
17 8 15 5 4
  • Campione del mondo Costruttori FIA FORMULA 1 del 2009
  • Campione del mondo Piloti FIA FORMULA 1 (con Jenson Button) del 2009.

Williams FW25 del 2003

Corse Vittorie Podi Pole Giri veloci
16 4 11 4 4
  • Secondo posto al Mondiale costruttori FIA FORMULA 1 del 2003.

L’articolo F1 2018, la Brawn iridata nel 2009 sarà presente proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di F1 2018, la Brawn iridata nel 2009 sarà presente

Wreckfest debutta oggi su Pc

Signore e signori, scaldate i vostri motori. Wreckfest sarà disponibile su Pc alle 19 di questa, dopo oltre 1.600 giorni di early access.

Il racing di Bugbear si mostra anche nel trailer di lancio che vi proponiamo.

La versione per console di Wrekfest sarà disponibile dal 20 novembre.

 

Aspettatevi scontri epici, battaglie testa a testa in vista del traguardo e nuovi modi in cui il metallo può piegarsi: momenti irripetibili che possono essere raggiunti solo con Wreckfest, con la sua fisica simulata realizzata dal leggendario sviluppatore Bugbear, che ci ha portato anche FlatOut 1, 2 ed Ultimate Carnage.

  • Veicoli Magnifici – vecchie automobili rattoppate che semplicemente trasudano stile. Dai vecchi heavy-hitter americani ad agili veicoli europei e divertenti auto asiatiche, non troverai nulla di simile in altri giochi.
  • Personalizzazione significativa – Modificate non solo l’aspetto delle vostre auto, ma aggiornate anche la loro corazza
  • Multigiocatore – Sconfiggete i vostri amici online e guidate al limite per raggiungere il dominio e demolire tutto ciò che troverai sulla vostra strada.

L’articolo Wreckfest debutta oggi su Pc proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Wreckfest debutta oggi su Pc

Wreckfest si mostra nel trailer di lancio

Manca una sola settimana al termine dell’early access di Wreckfest e lo sviluppatore Bugbear Entertainment ha pubblicato il trailer di lancio.

Ricordiamo che il racing debutterà il 14 giugno su Pc mentre il semaforo verde per gli utenti PS4 ed Xbox One è fissato per il 20 novembre.

Ma c’è di più. Il prezzo del gioco salirà con l’uscita dall’early access. Fino al 14 giugno, sarà comunque possibile acquistarlo ad un prezzo ridotto.

La “Backer Car” & la Deluxe Edition
Al termine dell’early access, la Backer Car arriverà nel gioco, ma non sarà più disponibile per l’acquisto. Se vedete qualcuno guidarla sappiate che, lui o lei, sono stati supporter del gioco. La Deluxe Edition verrà rimossa per un breve periodo ma tornerà con un veicolo unico, la Soundtrack e un esclusivo Wallpaper.



Un evento streaming Superbo per oggi

Il Wreckfest Headliner World Tour 2018 ha inizio:
Giovedì, 7 giugno | 7PM GMT / 8 PM CEST per l’Europa
Giovedì | 7 giugno | 7PM GMT / 8 PM CEST per gli Stati Uniti
Circa 20 streamer internazionali si scontreranno l’uno contro l’altro.

A proposito Wreckfest
Aspettatevi scontri epici, battaglie testa a testa in vista del traguardo e nuovi modi in cui il metallo può piegarsi: momenti irripetibili che possono essere raggiunti solo con Wreckfest, con la sua veritiera fisica simulata realizzata dal leggendario sviluppatore Bugbear, che ci ha portato anche FlatOut 1, 2 e Ultimate Carnage. Bruciate le gomme e distruggi il metallo nel gioco di guida definitivo.

  • Veicoli Magnifici – vecchie automobili rattoppate che semplicemente trasudano stile! Dai vecchi heavy-hitter americani ad agili veicoli europei e divertenti auto asiatiche, non troverete nulla di simile in altri giochi.
  • Personalizzazione significativa – Modificate non solo l’aspetto delle tue auto, ma aggiornate anche la loro corazza
  • Multigiocatore – Sconfiggete i vostri amici online e guidate al limite per raggiungere il dominio e demolire tutto ciò che troverai sulla vostra strada.

L’articolo Wreckfest si mostra nel trailer di lancio sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Wreckfest si mostra nel trailer di lancio

Slipstream, Recensione Pc

L’amore per i racing arcade in stile retro è una di quelle cariche che spingono molti sviluppatori indie a realizzare titoli in modo costante e con risultati, spesso e volentieri, molto soddisfacenti.

Diverse volte giochiamo a tributi che sono vere e proprie compensazioni a quello che avevamo giocato tanti anni addietro e che avremmo desiderato. Merito senza dubbio dell’hardware e di software ma anche dell’abilità e della passione degli sviluppatori (spesso e volentieri indie) che si cimentano in questa missione.

Tra i titoli più interessanti usciti in questo periodo piuttosto intenso, c’è sicuramente Slipstream. Sviluppato da Ansdor (al secolo Sandro Luiz de Paula), autore indipendente brasiliano, il gioco è un vero e proprio tributo ad OutRun, celebre titolo firmato da SEGA che imperversò in sala e nelle piattaforme casalinghe di tutto il mondo a metà anni ’80.

Slipstream è un vero e proprio omaggio al classico dei classici ed è stato pubblicato pochi giorni fa su Steam, lo scorso 21 maggio dopo qualche anno di lavorazione ed una campagna Kickstarter vittoriosa che permise all’autore di raccogliere quasi 7.000 dollari grazie ai quasi 500 appassionati che diedero il loro contributo. Sarà, dunque, in grado di regalare emozioni ed offrire un appeal tale da essere ricordato?

Leggete la nostra recensione per scoprirlo.

IMMAGINIAMO OUTRUN CON PIU’ CONTENUTI

Iniziamo col fatto che Slipstream propone una dinamica simile ad OutRun ma offre qualche cosa in più in termini di contenuto.

La modalità Arcade è quella regina e si comporta sostanzialmente come quella del gioco firmato SEGA. Al volante della propria vettura e si cerca di completare un percorso ad albero nel più breve tempo possibile. Per percorso ad albero intendiamo un percorso che propone dei bivi in modo da chiudere il proprio percorso personalizzato. Quindici gli stage di questa modalità per cinque traguardi finali.

C’è anche il gusto della sfida contro dei rivali che bisognerà precedere al traguardo dopo duelli a tutta velocità.

È possibile anche affrontare (fin da subito) i percorsi al contrario. Inoltre, possiamo scegliere tra cinque vetture che si differenziano per velocità massima, manovrabilità ed accelerazione.

Ma non finisce qui. Troviamo anche le modalità Quick Race e Grand Prix Nella prima si fa una corsa su uno dei 15 scenari standard messi a disposizione. Queste gare si svolgono in circuiti chiusi, negli stessi scenari della modalità Arcade ma senza i bivi in una sorta gran premio. Si può personalizzare il numero dei partenti e quello dei giri da percorrere nonché la propria posizione sulla griglia di partenza.



Di interesse è senza dubbio l’appendice Grand Prix che offre dei veri e propri campionati a punti con premi in denaro per i primi 8 classificati (come in Formula 1 dal 2003 al 2009 visto che il sistema di punteggio è lo stesso ed assegna 10 punti al primo, 8 al secondo, 6 al terzo 4 al quinto 3 al sesto, 2 al settimo ed uno all’ottavo).

I premi in denaro servono per potenziare le componenti della propria vettura. Tre le tipologie. Si potranno migliorare il motore (per la velocità massima) le marce (che influiranno sull’accelerazione) e le gomme che aggiorneranno la guidabilità.

Ogni campionato ha cinque gare.

ARRIVERANNO L’EDITOR DEI TRACCIATI E IL MULTIPLAYER LOCALE

A questo quadro contenutistico tutto sommato positivo considerando che si tratta di un racing arcade indie in chiaro stile retrò, c’è anche la volontà, riportata anche sulla pagina Steam, di aggiungere ulteriori contenuti come ad esempio un editor di tracciati e una modalità multiplayer fino a 4 giocatori in locale. Sarebbe probabilmente la ciliegina sulla torta.

FACILE DA IMPARARE MA UNA SFIDA ARDUA

Il gameplay di Slipstream è semplice da imparare ma difficile da padroneggiare. Il motivo è presto detto: le gare impongono un sapiente utilizzo della derapata ma non sempre questa si riesce a fare. Resta comunque imperativo saper giocare di grilletti (freno ed accelerazione) per poterla attivare ed affrontare le curve in modo più rapido. Inoltre, i contatti sia con le vetture che con lo scenario fanno rallentare moltissimo.

Diversamente si farà troppa strada nella modalità Arcade mentre in Grand Prix o Quick Race, il tutto diventa molto complicato. Anche perché nelle prime gare, trovare la zona punti diventa arduo e senza risultati sarà impossibile migliorare la vettura palesemente inferiore alle altre.

I comandi hanno il feeling del retro ma non sono immediatissimi. Bisogna prendere la giusta confidenza per saper agire col tempismo giusto. Un po’ come nei vecchi arcade. Una volta presa la mano e le giuste tempistiche, tutto diventa familiare. Questo crea il grado di sfida adatto a chi ama mettersi a dura prova. Anche se a tratti, queste prove sono realmente ostiche.

GRAFICA EVOCATIVA, OTTIME MUSICHE



La magia della pixel art è un fenomeno affascinante. L’effetto del vecchio applicato a giochi nuovi per ritrovare il sapore degli anni ’80 e ’90 può essere un’arma a doppio taglio, ma non in questo caso.

Uno dei tratti distintivi di Slipstream è senza dubbio la sua grafica che ricorda moltissimo (a volte troppo) quella del grande classico SEGA al quale si ispira. Alcuni stage sembrano “cugini” molto stretti. Ammiriamo 15 diversi scenari di ogni genere, da quello cittadino ai prati in fiore o, ancora, al tracciato su spiaggia (Resort Island) che ci riporta alla mente lo stage iniziale di OutRun. Non mancano anche gli effetti meteo come la pioggia, la neve, o gareggiare in diverse condizioni di luce. Tante piccole chicche sono presenti, avvalorate anche da una palette di colori vivacissima.

Il tutto grazie ad un motore di gioco pseudo 3d con grafica 2d in grado di accendere subito i ricordi. Vale la pena ricordare come l’engine di gioco sia custom, ossia realizzato dallo sviluppatore stesso fatto specificatamente per questo titolo. I vari scenari sono deliziosi e tra questi c’è pure quello ispirato al Partenone. Bene anche le animazioni dove spiccano gli impatti violenti con lo scenario che fanno letteralmente volare la nostra vettura mentre quelli con le altre macchine ci fanno andare in testacoda.

Generalmente, comunque, l’aspetto è un inno ad OutRun. Così come le musiche scritte da Stefan Moser. Davvero gradevoli.

Ci sono inoltre, i vari effetti grafici da applicare. Pixel, CRT, NTSC ed altri filtri per accentuare l’effetto retro.

COMMENTO FINALE

Slipstream è un titolo in versione “finale” ancora in evoluzione benché sia uscito su Steam qualche giorno fa. Sia chiaro, non stiamo parlando di un titolo in Early Access, non ci sogneremo mai di recensire un titolo non ancora completo, ma è chiaro che lo sviluppatore lo stia ulteriormente puntellando anche sul piano dei bug fix come è ormai consuetudine nel mercato di oggi.

Poco male perché quello che offre questa produzione indie è sufficiente a fare apprezzare tanti aspetti. Colpisce di Slipstream l’aspetto grafico con ambientazioni veramente deliziose e musiche molto azzeccate. Un mix che è un inno d’amore ad OutRun ma anche ed in generale ai racing di una decade che va dalla metà degli anni ’80 alla metà degli anni ’90. Fascino ed a tratti magico, il richiamo a questo periodo offerto dal gioco.

Stesso dicasi per il gameplay. Facile nella sua teoria, difficile metterlo sempre in pratica. La derapata è la chiave di tutto ma questa non è semplicissima padroneggiarla a dovere sempre. A questa sfida si aggiungono anche le modalità Quick Race e Grand Prix con quest’ultima che ci permette di fare campionati veri e propri su più corse con classifiche cumulative. È un po’ come se OutRun si unisse a Lotus Esprit Turbo Challenge collegando il pittoresco viaggio della modalità Arcade ai campionati agonistici. Un peccato per le difficoltà iniziali che oggettivamente potrebbero scoraggiare i meno avvezzi. Bisogna avere pazienza: i risultati arriveranno.

L’azione è sufficientemente veloce e le animazioni fanno il resto. La longevità presto potrebbe avere un’impennata grazie all’implementazione prevista dell’editor dei tracciati. È prevista anche una modalità multiplayer in locale fino a quattro giocatori con schermo condiviso.

Insomma, Slipstream va preso per quello che è, un racing arcade vecchia scuola e dal fortissimo sapore retro, frutto di una produzione a bassissimo costo ma dal grande dispendio di energie da parte dell’unico sviluppatore. Un inno d’amore di buon livello ma forse ancora troppo ostico per le nuove generazioni. Gli amanti delle sfide, invece, avranno pane per i loro denti. Se siete tra questi, e soprattutto se amate OutRun, Slipstream deve far parte della vostra collezione. Lo apprezzerete.

 

L’articolo Slipstream, Recensione Pc sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slipstream, Recensione Pc