Archivi categoria: Racing

Auto Added by WPeMatico

Intervista ad Aquiris Games Studio

Horizon Chase Turbo è stato uno dei titoli che ha più sorpreso pubblico e critica. Per chi non lo conoscesse si tratta di un racing arcade che strizza l’occhio ad OutRun ed altri titoli degli anni ’80 e ’90. Un gioco in grado di ammaliare grazie al suo feeling che ripercorre l’epoca d’oro dei titoli di corse automobilistiche a 16 bit tanto da ricordare anche Lotus e Jaguar XJ 220.

Horizon Chase Turbo ci ha colpiti sia su Pc che su PS4 al punto di nominarlo miglior titolo indie 2018 e figura nella nostra lista dei migliori giochi dello scorso anno. La varietà, l’eccellente colonna sonora, la grafica lowpoly assieme naturalmente all’eccellente gameplay ed alla longevità, hanno fatto il resto.

Abbiamo così voluto contattare questo talentuoso team indipendente brasiliano che ha lavorato al gioco. Ecco, quindi, le nostre quattro chiacchiere con gli autori del titolo. Abbiamo chiesto diverse cose come ad esempio sul futuro della serie e del gioco stesso nonché sulla possibilità di ricevere ulteriori contenuti, o nuove caratteristiche (clima dinamico, ad esempio), e di altro. E ci sono state alcune sorprese soprattutto dal punto di vista dell’ispirazione degli sviluppatori.

Incuriositi?

Vi lasciamo alla nostra intervista che abbiamo realizzato con l’aiuto del nostro DannyDSC.  A rispondere Jesus Fabre ed Amilton Diesel, cofondatore, capo produttore di Horizon Chase Turbo e direttore tecnico artistico di Aquiris.

Buona lettura. A seguire troverete anche la versione inglese dell’intervista.

Ciao ragazzi! Parlateci un po’ di voi

Acquiris è uno degli sviluppatori attualmente in attività, veterani qui in Brasile. La nostra base è a Porto Alegre, e sviluppiamo giochi dal 2007, principalmente nel campo mobile, passando poi ai PC e alle console. Più di una volta, abbiamo sviluppato progetti suddividendo la squadra in più team. Siamo circa 80 persone, divisi tra 2 uffici. La serie di Horizon Chase e quella di Ballistic Overkill, sono i primi progetti sviluppati internamente, ed entrambe sono partite nel 2015, prima che sviluppassimo una gran quantità di giochi per diverse piattaforme, principalmente giochi per browser e mobile per un pubblico medio in collaborazione con editori come Cartoon Network, Rumble. Sul finire del 2015 è iniziato lo sviluppo in collaborazione con il publisher Scopely del titolo mobile free to play Looney Tunes: World of Mayhem

Vi siete ispirati ad OutRun, Lotus e Jaguar. Qual’è il meglio di questi 3 giochi che avete portato su Horizon Chase Turbo?

Con Horizon Chase Turbo la nostra sfida è stata quella di salvare gli arcade/racer usciti tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90.Le cose più difficili da sviluppare in un videogioco sono le basi. Nel nostro caso, la sensazione di velocità, le curve, i controlli… Il giocatore si sentirà subito a suo agio, giocando quasi a livello istintivo, e di questo siamo molto orgogliosi. Top Gear per SNES e Lotus (Pc) sono le ispirazioni più dirette. In quei giochi, le gare hanno un numero di giri, invece di un singolo sprint. In Top Gear, hai anche gare con 20 concorrenti e progressi in diverse gare in tutto il mondo, contrariamente ad OutRun. Ma i coloratissimi scenari di OutRun e l’atmosfera rilassata hanno avuto molta influenza. La scelta di avere varie gare sulla mappa ed una progressione non lineare sono più simili a Lamborghini American Challenge. Qualcosa che hanno tutti in comune, ed è il motivo per il quale il gioco rappresenta il ritorno a quell’era di racing game arcade, è il modo in cui si comportano le auto in pista. Non è necessario frenare ad ogni turno, non è possibile colpire un cartello e andare nella direzione sbagliata, ad esempio. Quando centri un ostacolo, impari poi a schivarlo, così come le vetture nemiche, in modo da gareggiare in uno scenario che cambia a perdifiato mentre tenti di evitare ciò che ti sta intorno, andando sempre più veloce. È una semplificazione delle corse nata nell’era digitale, ed è molto divertente, ma è stata tagliata fuori dall’avvento dei giochi in 3d. Questa sensazione, è ciò che abbiamo cercato di riportare.

Il progetto è nato per mobile, poi si è evoluto su Pc e console. Come si è evoluto?

Citiamo le parole del game designer Felipe Dal Molin, tratte dall’AMA su Reddit: Horizon Chase Turbo Switch a questo link.

Abbiamo deciso di sviluppare una versione console dopo aver ricevuto tonnellate di feedback in cui i giocatori continuavano a ripetere: “Questo è un gioco da console” e “per favore, portatelo su console”. Horizon Chase Turbo è basato sulla convinzione che un buon gioco, rimanga tale indipendentemente dall’età o dalla piattaforma di riferimento. Ad esempio, Super Mario World sembra proprio come un gioco SNES di 25 anni, sì, ed è ancora fantastico come non mai! Ovviamente abbiamo messo i nostri cuori e le nostre anime nel fare in modo che Horizon Chase si adatti alle nuove piattaforme: ciò significa una campagna più ampia e tirata a lucido, nuove città che sfruttano la potenza di elaborazione extra, nuove modalità di gioco, grafica Full HD a 60FPS (4K in PS4 Pro), classifiche globali, multiplayer a schermo condiviso per un massimo di 4 giocatori, nuova interfaccia utente, ecc. Il nucleo è ancora lo stesso di Horizon Chase – World Tour uscito su dispositivi mobile (che l’utenza aveva indicato come adatto alle console), ma l’abbiamo fatto meglio…beh, Turbo!

Come mai avete optato per una grafica low poly anziché per una pixel art?

Credo che dipenda dallo stile del gioco e dal gameplay, alcuni titoli sono più facili e si esprimono meglio, attraverso la pixel art. Nel nostro caso non volevamo creare un retrogame usando quel tipo di grafica, perché sarebbe stato come copiare ciò che era già stato sviluppato negli anni 80-90. La Low Poly ci ha garantito un maggior realismo ed una complessità grafica inferiore, cosa che permette anche ad hardware di livello medio basso di godere perfettamente dell’intera esperienza. Triangoli e illusionismo combinati insieme sotto forma di computer grafica sono la mia vera motivazione. E non sono un grande fan dei pixel. Penso che i dispositivi moderni e il PPI super condensato chieda più che dei pixel allungati. Ad esempio, poligoni con colori puri e vibranti. Adoro i poligoni. Hanno il potere di creare nel “mondo dei computer” un perfetto ambiente immersivo.

Qual è il punto forte di Horizon, e quello che volete migliorare?

Tutti quelli che amano giocare a Horizon Chase hanno una cosa particolare che cattura la loro attenzione: il gameplay vecchia scuola, la progressione avvincente, l’epica colonna sonora di Barry Leitch … Ma a mio parere, ciò che rende il gioco così speciale sono i controlli veloci e la visuale unica. Per quanto riguarda ciò che vogliamo migliorare, beh, durante tutto il processo di sviluppo, molte idee di gameplay sono state scartate a causa di limiti temporali. Ad esempio: prove a tempo, duelli, meteo dinamico, modifiche all’interfaccia e così via. Ora che abbiamo lanciato il gioco, vogliamo portare alcune di queste idee con la nuova modalità Playground, una nuovissima modalità di gioco che offre nuove sfide ed esperienze ogni due settimane sotto forma di stagioni.

Il pubblico è stato caloroso, la stampa pure. Qual è stata la critica che vi ha sorpreso di più?

Il riferimento principale per Horizon Chase è il franchise di Top Gear (in particolare il primo). Ma visto che Top Gear non è molto popolare al di fuori del Brasile e del Sud America, molti giocatori e giornalisti paragonano Horizon Chase a Out Run. Out Run ha avuto un’influenza enorme su di noi in termini di gameplay e controllo dell’auto, ma alcuni fan di Out Run si aspettavano di avere un gameplay basato su checkpoint e piste piene di traffico e biforcazioni. Questo è divertente perché non abbiamo mai pensato di farlo su Horizon Chase, abbiamo sviluppato il gioco per avere solo circuiti chiusi.

Ci saranno altri aggiornamenti o espansioni (dlc) per Horizon?

Continueremo a lavorare sul nuovo aggiornamento della modalità Playground, con nuove sfide personalizzate in cui i giocatori dovranno competere ogni due mesi. Allo stesso tempo, continuiamo a migliorare tutte le versioni di Horizon Chase Turbo. Playground è una competizione a rotazione che presenta ogni volta, 5 nuove gare. Sono corse con un tempo limite che porteranno sempre qualcosa di speciale sul piano di gioco: le prove a tempo senza avversari, meteo dinamico e ora del giorno, gare a specchio, nitro infinita, restrizioni su quali auto possono competere in una determinata gara. Aspettatevi di vedere tempeste di sabbia in Islanda, vulcani in California e nuove regole! Non sai mai cosa verrà proposto nella prossima stagione. Le gare saranno disponibili in uno dei 5 livelli di difficoltà, il che significa che c’è qualcosa per ogni tipo di giocatore di Horizon Chase. Ogni gara presenta due livelli di sfida per i Playgrounder: sconfiggere gli avversari del computer può essere una sfida in sé, ma puoi sempre connetterti e lottare per scalare le classifiche. Ogni corsa ha la propria classifica, Globale e solo per amici, che rimane online solo per la durata di una stagione. In modalità Playground, ogni stagione porta una nuova serie di sorprese e un nuovo posto dove competere.

Horizon Chase Turbo_20181126231246

Avete mai pensato ad un dlc con i circuiti di Formula 1 o di Formula Indy, o ancora vetture supplementari?  

Abbiamo alcune idee su quali nuovi contenuti introdurre in Horizon Chase Turbo e non scartiamo la creazione di una nuova auto basata su questo stile di guida. Il titolo ha ancora una lunga vita, chissà cosa porterà il futuro?

Ci sarà la possibilità di avere un editor nel gioco?

Sfortunatamente no. L’architettura del gioco non supporta questo tipo di funzionalità. Uno dei segreti del gameplay è che i tracciati del gioco sono completamente realizzati a mano, e creati appositamente considerando i limiti del funzionamento dei vecchi tipi di giochi di corse.

State pensando ad Horizon 2?

Horizon Chase è un gioco molto amato pensiamo sempre alla futura espansione di questo franchise. Per ora, a breve termine, stiamo ancora cercando l’opportunità ideale prima di pensare ad un sequel. Prima di un possibile seguito, dobbiamo assicurarci di offrire ai fan di Horizon Chase un’esperienza significativamente migliorata.

Farete un gioco che omaggerà After Burner?

Adoro questo titolo come molti altri degli anni ’90. Horizon Chase è una lettera d’amore per i classici giochi di corse, quelli giocati duranti l’infanzia. Ma non è nostra intenzione continuare a sviluppare titoli nostalgici presi da altri generi, siamo sempre alla ricerca di approcci completamente nuovi per creare nuovi franchise.

Piani per il futuro?

Al momento siamo ottimisti sulla possibilità di rilasciare il gioco in formato fisico.  Stiamo negoziando un potenziale accordo per pubblicarlo su Switch e PS4 in Europa e Nord America. Ancora non è possibile confermare o meno se Horizon Chase verrà portato su altre piattaforme o avere un sequel. Tutte queste possibilità sono sul tavolo ed è ancora troppo presto per prendere decisioni.

ENGLISH VERSION

Horizon Chase Turbo is a great game. It Won Our Prize Best Indie Games 2018 and Fifth place on Our Top Ten Games of 2018.

We loved (and still love) it. This arcade racing who remind the great past of OutRun, Lotus Series and the 16 bit era of arcade racing, hit our hearts. So we listen Aquiris Games Studios to interview the developers of the game. We asket them about the future of the game and some dettails.

Enjoy this interview with Jesus Fabre and Amilton Diesel, co-founder, Lead Producer at Horizon Chase Turbo and Technical Art Director at Aquiris.

 

Hi Guys! Tell us about you!

Aquiris is one of the most veteran Brazilian studios in currently in active. Based in Porto Alegre, we develop games since 2007, mainly for mobile, PC and consoles. Usually more than one at a time, developed by separate teams. We are about 80 people split in two offices. The Horizon Chase series are, along with Ballistic Overkill, our first authorial projects, both started in 2015, before that we have been developing a high amount of games for a very broad set o platforms, mainly games for the browser and mobile devices for a midcore audience in partnership with publishers like Cartoon Network, Rumble. Since late 2015 we have been working with the publisher Scopely in the development of the mobile Free-to-Play game Looney Tunes: World of Mayhem.

You’ve inspired from OutRun, Lotus and Jaguar. What’s the best from these three games that you’ve added in Horizon Chase Turbo?

With Horizon Chase Turbo our challenge has been to rescue the arcade racers of the late 80s and early 90s. The hardest things to do in a video game are the basics. In our case, the speed sensation, the turnings, tight controls…It feels good and almost instinctive to play the game and we really feel proud of that. Top Gear for SNES and Lotus (PC) are the more direct inspirations. In those games, races have a number of laps, instead of being a single sprint. In Top Gear, you also have races with 20 competitors and progress in several races throughout the world, contrary to OutRun. But the colorful sceneries from OutRun and the laid back aesthetics are a huge influence. Choosing races in a map and the non-linear progression are more similar to Lamborghini American Challenge. Something all of them have in common, and the reason why we call the game a throwback to this era of arcade racers, is the way that cars and tracks behave. You don’t need to brake at every turn, you can’t hit a signpost and head the wrong way, for instance. It’s all about stepping on, learning to dodge enemy cars and getting in a tug-of-war against each turn, trying not to hit anything while the scenery flies by at breakneck speed. It’s a digital-born simplification of racing that’s fun at its core and somehow got axed once games went full 3D. That’s the feeling that we tried to bring back.

This project was born on mobile platform, then is moved on pc and console. How did that evolve?

In words of our game designer Felipe Dal Molin in our Horizon Chase Turbo Switch Reddit AMA:

We decided to make the console version because we got tons of feedback along the lines of “this is a console game” and “please put it on consoles”. Horizon Chase Turbo is built on the belief that good play is regardless of age or platform. For instance, Super Mario World looks just like a 25 year-old SNES game, yes, and it’s still as awesome as ever!

Of course we’ve put our hearts and souls into making Horizon Chase fit the new platforms: that means a bigger and extra polished campaign, with new cities that take advantage of the extra processing power, new game modes, full HD graphics at 60FPS (4K in PS4 Pro), global leaderboards, split-screen multiplayer for up to 4 players, all-new UI, etc. The core is still the same as Horizon Chase – World Tour on mobile (which people already said would fit a console as is), but we’ve made it… well, Turbo.

 

Why you’ve chosen a graphic “low poly” instead of, for example, pixel art?

I believe it depends on the style of the game and the gameplay, some titles are easier and better expressed through pixel art. In our case we didn’t want to create a retrogame using pixel-art, using pixel art was like copying what was already invented back in the 80-90s. Low poly gave us more realism and the graphic complexity of the game wasn’t very high, so there weren’t big hurdles to play it on low and medium-tier devices. Triangles and illusionism put together in computer graphics form are my real motivation. And I’m not a big fan of pixels either. I think modern devices and their super condensed PPI claim for something better than stretched pixels. Like polygons with pure and vibrant colors. I just love polygons. They have the power to create the perfect “computer world” immersive environment.

Horizon Chase Turbo_20181129205840

What’s the strong point of Horizon Chase and what do you want to improve?

Everyone who loves playing Horizon Chase has a particular thing that captures their attention: the old school gameplay, the addicting progression, the epic soundtrack made by Barry Leitch… But in my opinion, what makes the game so special is the tight controls and the unique visual. As to what we want to improve, well, throughout the development process, lots of cool gameplay ideas had to be discarded due to time limitations. Such as: time attack, duels, changing weather, HUD changes, and so on. Now that we’ve already launched the game, we want to bring some of these ideas with the new Playground Mode, that is a brand new game mode that offers new challenges and gameplay experiences every two weeks in form of seasons.

Public’s and critical receptions are very positive. Which was the criticism that surprised you the most?

The main reference for Horizon Chase is Top Gear franchise (especially the first one). But as Top Gear isn’t very popular outside Brazil and South America, many players and reviewers compare Horizon Chase to Out Run. Out Run is a huge reference to us in terms of gameplay and car control, but some Out Run fans expected to have a checkpoint-based gameplay and tracks full with traffic and bifurcations. This is funny because we never thought to do it on Horizon Chase, we designed the game to have closed circuits only.

There will be new updates, expansion (dlc) for Horizon?

We will keep pushing out a new Playground Mode update with new custom challenges for all players to compete each two months. In parallel, we keep improving all the Horizon Chase Turbo versions. Playground is a rotative competition that present 5 new races each time. They are time-limited tracks that will always bring something special to the table: Time Attack races with no opponents, changes in weather and time of day, mirrored races, infinite nitros, restrictions on which cars competitors can use. Expect to see sandstorms in Iceland, volcanoes in California and new rules! You never know what the next season will feature. Races come in one of 5 difficulty levels, meaning there’s something for every type of Horizon Chase player. Each race presents two levels of challenge for Playgrounders to take on: beating the computer opponents may be a challenge in itself, but you can always take it up a notch and fight to climb the leaderboards. Each race has its own leaderboard, Global and Friends-only, that stay online only for the duration of a season. In Playground mode, each season brings a new set of surprises and a new place to compete.

Have you ever thought of a dlc with tracks inspired from Formula 1 or Indycar? Or addition vehicles inspired from this type of race?

We have some ideas of introducing new content on Horizon Chase Turbo and we don’t discard making a new car based on this racing style. Horizon Chase Turbo still has a long life and who knows what the future will bring?

In the future, there will be a chance to have a in-game editor?

Unfortunately not. The game’s architecture doesn’t support this type of feature. One of the secrets of the tight gameplay is that the game tracks are fully handcrafted and especially created considering the limitations of how these type of old racing games work.

Are you guys thinking a possible Horizon 2?

Horizon Chase is a very loved game and we are always thinking in how we can expand this franchise. For now, in short term, we are still looking for the ideal opportunity before starting a sequence. Before start making a sequel, we have to make sure that we will deliver a meaningful and enhanced experience for the Horizon Chase fans.

You will develop a game that which will gather the “heritage” of After Burner?

I love this game such as lots of games from the 90s. Horizon Chase is a love letter for the classic racing games, the games we played in our childhood. But isn’t our intention to keep making nostalgic games from other genres, we’re always looking for completely new approaches to create new franchises.

Plans for the future?

At the moment we are optimistic about the possibility to release the game on physical format and are negotiating a potential deal to publish the game on Switch and PS4 in Europe and North America. Still cannot confirm nor reject the game will be ported to more platforms or have a sequel, all the possibilities are on the table and is still too soon to decide that.

 

L’articolo Intervista ad Aquiris Games Studio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Intervista ad Aquiris Games Studio

Super Pixel Racers, disponibile ora

Super Pixel Racers, titolo arcade automobilistico, creato da 21c.Ducks Co., è disponibile ora per Pc, tramite piattaforma Steam.

Dotato di semplici e soddisfacenti meccanismi di drifting e nitro, questo titolo realizzato con grafica pixel-art, consente ai giocatori di gareggiare in numerose modalità, dal classico Rally a quella Takedown, sia in single-player sia in multiplayer splitscreen, sia online.

Il gioco consente inoltre, di personalizzare la propria esperienza di guida, acquistando nuove auto grazie alle vincite ottenute nelle varie gare. Con il progredire del gioco, si potrà scoprire quale auto si adatta meglio ai vari tracciati presenti.



Ecco alcune caratteristiche:

  • Rally Cross: gara classica contro altri 7 piloti.
  • Rally: l’obiettivo sarà raggiungere i checkpoint su un tracciato creato proceduralmente.
  • Takedown: modalità in cui i giocatori dovranno distruggere le altre macchine avversarie.
  • Caccia: i giocatori dovranno inseguire e distruggere il bersaglio.
  • Drift Show: possibilità di guadagnare punti con il drifting.
  • Tredici circuiti: dalle dune del deserto alle strade cittadine.
  • Più drifting, più nitro: la barra del nitro si riempie più velocemente, effettuando più drifting.
  • Danni ai veicoli ed esplosioni: le collisioni in gara causano danni visibili al tuo pixel racer. Una volta che un’auto prende troppi colpi, va in fiamme.

L’articolo Super Pixel Racers, disponibile ora proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Super Pixel Racers, disponibile ora

Xenon Racer debutta a fine marzo

Il gioco futuristico Xenon Racer ha una data di lancio. Il titolo sviluppato da 3D Clouds debutterà il prossimo 26 marzo sia in digitale che in formato fisico per PS4 ed Xbox One. Su Pc, il titolo sarà disponibile soltanto su Steam.

Per l’occasione, SOEDESCO – publisher del gioco – ha pubblicato un nuovo trailer che mostra tutte e sette le diverse località del gioco, inclusi quattro nuovi tracciati in Nord America, Francia e Cina. Ogni località offre multiple opportunità di corsa, con diversi tracciati che possono essere percorsi in entrambe le direzioni.










Ricordiamo che Xenon Race è ambientato nel 2030, anno in cui sono state inventate le prime macchine volanti e la Federazione Mondiale del Campionato di Corse si sta preparando per una nuova era di competizioni con le macchine ibride. Per dare tempo alle squadre di abituarsi a questa transizione fondamentale, la Federazione ha proclamato una pausa della stagione. Quattro dei maggiori produttori del mondo di macchine elettriche ibride si uniscono e decidono di colmare questo divario organizzando “Xenon”, un campionato da tenere una sola volta per i nuovi guidatori che aiuterebbe a testare una nuova tecnologia con prototipi di macchina che usano una combinazione di elettricità e benzina Xenon.

La Federazione non approva questo campionato clandestino e la mancanza del suo appoggio comporta il non poter utilizzare i soliti tracciati di corsa internazionali. Quindi, l’azione delle corse anti gravità avrà luogo nelle frenetiche strade delle città del mondo, come Shanghai in Cina e Miami negli Stati Uniti. Ci sono corse anche in luoghi più tranquilli; Costa Azzurra in Francia e Lake Louise in Canada.

Tutte queste località sono mostrate nel nuovo trailer.

L’articolo Xenon Racer debutta a fine marzo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Xenon Racer debutta a fine marzo

DiRT Rally 2.0 un trailer sui contenuti del Mondiale Rallycross

DiRT Rally 2.0 si mostra in un nuovo trailer. Protagonisti sono i contenuti del mondiale di Rallycross che farà parte del gioco in arrivo il 26 febbraio su Pc, PS4 ed Xbox One.

Spazio alla clip, della durata di poco meno di un minuto. Buona visione.

Oltre a tutti i tradizionali contenuti di rally presenti nelle modalità Carriera ed Historic Rally, Dirt Rally 2.0 includerà otto piste della FIA World Rallycross Championship 2018 e nuove location per la serie: Mettet, Silverstone e Circuit de Barcelona – Catalunya. Al lancio del gioco saranno disponibili quattro diverse classi di auto rallycross: le Supercars ufficiali del campionato FIA World Rallycross, RX2, RX Super 1600s e RX Crosskarts. Le nuove Supercars del franchise DiRT Rally includono la Megarel RS RX del team GCKompetition World Rallycross, la Audi S1 EKS RX quattro e la PSRX Volkswagen Polo R Supercar di Johan Kristofferson della FIA World Rallycross Champion 2018.

Paul Bellamy, vicepresidente senior di IMG Motorsports, i promotori della FIA World Rallycross Championship, ha dichiarato:

La partnership con Codemasters ci dà la possibilità di ispirare la prossima generazione di piloti World RX attraverso il nostro impegno con la vasta community di gioco di Codemasters. Con l’uscita di DiRT Rally 2.0, che include otto piste della FIA World Rallycross, siamo in grado di fornire ai giocatori più contenuti di rallycross, come mai prima d’ora. Le innovazioni che Codemasters ha apportato al gioco attraverso effetti visivi migliorati, l’introduzione delle condizioni meteorologiche e il Joker Lap, mettono i fan al centro dell’azione.

Jonathan Bunney, SVP of Publishing presso Codemasters, ha sottolineato:

Lavorare a stretto contatto con IMG e World Rallycross ci ha permesso di creare la più accurata esperienza World Rallycross. Lavorare con i dati ufficiali di riferimento delle piste, avere ottimi rapporti con i team e un accesso ravvicinato ai piloti di incredibile talento ci dà una visione straordinaria di questo sport davvero emozionante e accessibile. Siamo estremamente lieti di avere otto delle piste del World Rallycross nel gioco, con altre ancora in arrivo con i contenuti post-lancio.

Ulteriori circuiti e veicoli del World Rallycross arriveranno dopo il lancio attraverso il season content di DiRT Rally 2.0, inclusa l’introduzione della classe Rallycross del Gruppo B.

Rallycross si configurerà anche come parte dell’offerta multiplayer online di DiRT Rally 2.0, dando agli appassionati l’opportunità di gareggiare con qualsiasi veicoli con i propri amici in sessioni online di otto giocatori.

È stata aggiunta al gioco anche una nuova modalità Rallycross Championship, in modo che i giocatori possano scegliere di concentrare la propria esperienza sulle corse di più auto. I giocatori avranno la possibilità di saltare nell’auto del loro pilota preferito e passare attraverso le manche complete, la semifinale e la struttura finale di un evento ufficiale della FIA World Rallycross nella loro corsa verso la vittoria.

Le versioni fisiche della DiRT Rally 2.0 Day One Edition includono la Porsche 911 RGT Rally Spec insieme agli early unlocks per la Fiat 131 Abarth Rally e Alpine Renault A110 1600 S. I giocatori possono effettuare il pre-order dell’edizione Deluxe e garantirsi l’early access al gioco dal 22 febbraio ricevendo anche i primi due season content post lancio, una volta disponibili.








L’articolo DiRT Rally 2.0 un trailer sui contenuti del Mondiale Rallycross proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di DiRT Rally 2.0 un trailer sui contenuti del Mondiale Rallycross

Out Run sfreccia su Switch grazie a SEGA Ages

Out Run, lo storico racing arcade, sfreccia anche su Switch grazie alla collana SEGA Ages. Il classicissimo di Yu Suzuki è disponibile al prezzo di 6,99 euro.

Arricchito di un nuovo sistema di controllo tramite sensore di movimento e di un sistema di classifiche, SEGA Ages Out Run riporta su strada a tutta velocità il titolo che ha dato il via al genere dei giochi di guida arcade. In questa versione sono inclusi tutti gli iconici stage e i brani della famosissima colonna sonora.

Vediamo il trailer di lancio.

La storia dei giochi SEGA: alcuni aneddoti e curiosità su Out Run

  • Out Run fu inizialmente concepito come un racing game dal titolo Dead heat, in cui ci si trovava a bordo di una vettura di Formula Uno, prima di trasformarsi poi nel gioco di guida con una macchina su licenza commerciale che aiutava a distinguerla dalle altre.
  • Out Run inizialmente avrebbe dovuto ricalcare la corsa su strada che attraversava l’America nel film The Cannonball Run. In seguito Yoji Ishii e Yu Suzuki decisero di ispirarsi all’Europa per avere una maggiore varietà di panorami.
  • L’edizione SEGA AGES contiene alcuni brani aggiunti nella versione di Out Run pubblicata per Nintendo 3DS, insieme ad alcuni nuovi arrangiamenti delle canzoni dell’epoca Master System e Mega Drive, come Midnight Highway – Playback. C’è anche una versione chiptune di Radiation, brano che compare originariamente in Out Run 2006: Coast 2 Coast.

Se si firma un record con il nome di “YU.”, punto incluso e si tiene premuto X alla fine dello Stage 2, vedreteOutOu comparire sullo schermo un ringraziamento speciale dedicato al leggendario game designer Yu Suzuki.



L’articolo Out Run sfreccia su Switch grazie a SEGA Ages proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Out Run sfreccia su Switch grazie a SEGA Ages

Gran Turismo Sport, il nuovo update arriverà il 17 gennaio

Non si fermano gli aggiornamenti di Gran Turismo Sport. Il 2019 è iniziato e Kazunori Yamauchi ha pubblicato nelle scorse ore un cinguettio su ulteriori novità per questo mese. Il 17 gennaio, infatti, ci sarà un nuovo update.

Questo includerà otto vetture che andranno a rimpinguare il parco auto del gioco. Non sono stati annunciati, ancora, nuovi eventi della GT League (la modalità Carriera in solitaria) ma solitamente questi sono sempre presenti negli update ed anche in questo caso non dovrebbero mancare.

Update is coming 17th Jan. アップデートは1月17日に来ます。#GTSport #GranTurismo #PS4share #FIAGTC pic.twitter.com/OP5a24WZEb

— 山内 一典 (@Kaz_Yamauchi) January 5, 2019

Solo il mese scorso, Gran Turismo Sport si è aggiornato alla versione 1.31 e non è escluso (licenze ed accordi permettendo) che il gioco non possa avere in futuro anche la Formula E, ossia la massima serie riservata alle vetture elettriche. Così come scriveva un mese fa WCCFTECH. Vedremo.

Alcuni utenti, infine, si sono scatenati nella ricerca delle auto corrispondenti alle silhouette sono raffigurate nel post di Yamauchi su Twitter e sembrano già aver trovato la soluzione.

Le auto in questione, presenti nel prossimo aggiornamento, dovrebbero essere le seguenti:

  • TVR Tuscan
  • BMW Z8
  • Aston Martin DB3S
  • Ferrari Dino 246
  • Nissan 350Z
  • Porsche 356
  • Honda Integra TypeR
  • Shelby Mustang.

Ma il condizionale, lo ribadiamo, è d’obbligo.

L’articolo Gran Turismo Sport, il nuovo update arriverà il 17 gennaio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport, il nuovo update arriverà il 17 gennaio

DiRT Rally 2.0, nuovi dettagli sulla Carriera

La data di uscita di Dirt Rally 2.0, in arrivo il 26 febbraio, si avvicina ma non conosciamo del tutto le caratteristiche della modalità Carriera. Qualche informazione è giunta in nostro possesso: Ross Gowing, capo progettista di Codemasters, sviluppatore del titolo racing, ha brevemente toccato con mano il formato e la struttura della nuova modalità carriera, che apparentemente prenderà spunto dalla modalità carriera originale di DiRT Rally. Lo riferisce Gamingbolt.

Questa struttura include cinque livelli nella modalità carriera, che culminano nel Livello del Maestro, all’interno del quale bisogna rimanere il più a lungo possibile. Si potrà usare qualsiasi auto e i veicoli degli avversari saranno impostati per rientrare nel tuo raggio d’azione, quindi ci saranno sempre nuove gare.

Ricordiamo infine che DiRT Rally 2.0 sarà disponibile su Pc, PS4 ed Xbox One il 26 febbraio.

Giuseppe Stecchi

 

L’articolo DiRT Rally 2.0, nuovi dettagli sulla Carriera proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di DiRT Rally 2.0, nuovi dettagli sulla Carriera

Assetto Corsa Competizione, i consigli di Romain Monti

Romain Monti, pilota francese del team Ombra Racing, è protagonista di questo nuovo video su Assetto Corsa Competizione.

Kunos, sviluppatore del racing in sviluppo per Pc ed in early access su Steam, ha pubblicato una clip di quattro minuti nel quale il driver transalpino, al volante della Lamborghini Huracàn GT3, ci mostra i segreti del Paul Ricard. Sulla sua pista “di casa”, il pilota francese che nell’ultima stagione ha corso nella Silver Cup della Blancpain GT Series, ci fa vedere alcuni particolari

Da sempre il giovane e velocissimo Monti si allena con i simulatori di guida per migliorare le sue prestazioni e per riprodurre lo stesso stress psicofisico di un vero evento di gara, che nel caso di una competizione Endurance può durare anche 24 ore.

Anche Romain Monti ha scelto Assetto Corsa Competizione per l’accuratezza dei suoi modelli fisici e per la fedeltà dei circuiti riprodotti in Laserscan, grazie alla cui precisione il pilota francese è in grado di replicare gli stessi tempi sul giro ottenuti con l’auto reale.

Monti, classe 1990, fa un giro virtuale al volante della sua Lamborghini Huracàn GT3 spiegando nel dettaglio come affrontare al meglio ogni curva del celebre autodromo transalpino che si trova a Le Castellet. Circuito, peraltro, che la scorsa estate è tornata ad ospitare il GP di Francia di Formula 1.

La cooperazione tra Kunos Simulazioni e i team e i piloti ufficiali della Blancpain GT Series è stata, ed è tuttora cruciale, per rendere Assetto Corsa Competizione la simulazione di vetture GT più accurata e avanzata disponibile.

L’articolo Assetto Corsa Competizione, i consigli di Romain Monti proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione, i consigli di Romain Monti

DiRT Rally 2.0, i miglioramenti in un video-diario

Dopo qualche settimana, Codemasters torna a mostrare DiRT Rally 2.0. Gli sviluppatori hanno pubblicato un nuovo video-diario focalizzato sui miglioramenti apportati al gioco sin dal lancio del primo episodio.

Nel nuovo trailer, della durata di un minuto e mezzo, il chief games designer, Ross Gowing, e il consulente rally, Jon Armstrong, parlano dei miglioramenti apportati alle auto, alle location ed al modo in cui i nuovi modelli di pneumatici interagiscono con le superfici stradali.

STEELBOCK

Codemasters ha inoltre annunciato la steelbook di DiRT Rally 2.0, disponibile per coloro che effettueranno il pre-order presso retailer selezionati. Il design della steelbook è un omaggio alla cover di Colin McRae Rally 2.0 e presenta il caratteristico colore turchese nonché il carattere minimalista presente nei negozi 18 anni fa.

Il senior graphic designer di Codemasters, Dave Alcock, ha lavorato sia al design originale sia a quello della Steelbook di DiRT Rally 2.0:

Realizzando questo packaging, ho avuto uno straordinario senso di déjà vu, ed è bello vedere che è ancora attuale. Il design della Steelbook è moderno ed elegante come nel 2000: la resa finale è molto bella!’ Ross Gowing, Chief Games Designer ha dichiarato a proposito della steelbook: ‘È una grande citazione alle origini dello studio e ci ricorda tutti i sorprendenti parametri di qualità che Codemasters ha sempre sostenuto.

Colin McRae Rally 2.0 è stato pubblicato nel luglio del 2000, due anni dopo l’uscita dell’originale Colin McRae Rally del 1998.

DiRT Rally 2.0 vuole offrire ai giocatori la collezione di auto da rally più iconiche mai realizzate e i tracciati più impegnativi del mondo, in un’autentica ricreazione dello sport del mondo reale. Inoltre, il titolo, sarà il gioco ufficiale della FIA World Rallycross Championship presentato da Monster Energy. DiRT Rally 2.0 sarà disponibile per Pc (DVD e Steam), PS4 ed Xbox One da martedì 26 febbraio 2019. I giocatori che effettuano il pre-order dell’edizione Deluxe riceveranno l’early access al gioco il 22 febbraio insieme ai primi due season pass, post uscita, quando saranno disponibili.

L’articolo DiRT Rally 2.0, i miglioramenti in un video-diario proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di DiRT Rally 2.0, i miglioramenti in un video-diario

V-Rally 4 è disponibile su Switch

V-Rally 4 è disponibile su Switch. Lo annunciano ufficialmente Bigben e Kylotonn Racing, rispettivamente publisher e sviluppatore del racing.

I fan potranno finalmente godere di tutti i contenuti del titolo comodamente e in qualsiasi luogo si trovino. Divertirsi con gli amici in split screen in modalità TV, da tavolo o portatile è ora possibile. A seguire il trailer con gameplay per questa nuova versione. Qui la recensione della versione Pc del gioco.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • V-Rally Mode: la modalità carriera rappresenta il vero cuore pulsante dell’esperienza di gioco.
  • Quick race: rapido accesso a tutti i contenuti di gioco (veicoli e piste) per tutte le categorie. Niente di meglio di una gara veloce per allenarsi, testare le auto migliori e abituarsi alle loro peculiarità.
  • Multiplayer: online fino a 8 giocatori, oppure offline in modalità split-screen.
  • 22 tracciati e Stage Generator: numerose piste pre-generate, con la possibilità di creare tracciati speciali nella modalità Rally.
  • Personalizzazione Veicoli: nella modalità carriera, l’editor della livrea consente di personalizzare completamente le auto.
  • Più di 50 auto: è possibile collezionare storici bolidi come la Lancia Delta S4, la Porsche Carrera SC Safari, la Mustang Fastback e tante altre ancora, oltre alle più moderne Ford Focus RS RX, MINI John Cooper Works, Volkswagen Polo R WRC, solo per citarne alcune.

L’articolo V-Rally 4 è disponibile su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di V-Rally 4 è disponibile su Switch

Horizon Chase Turbo, Recensione

C’erano una volta le sale giochi dei primi anni ’90. Quei luoghi fantastici, pieni di luci e suoni che avvolgevano la mente di un bambino al fine di portarlo in mondi lontani, universi paralleli, e strade con le quali correre con il nostro bolide.

Spesso, gli stessi cabinati erano delle piccole riproduzioni di abitacoli, regalandoti la sensazione di essere davvero alla guida di quel bolide, e poter sentire l’aria che ti accarezzava il viso mentre sognante, pensavi alla controparte femminile seduta nel sedile accanto al tuo con quel sorriso assolutamente invitante. In pieno stile Top Gun, ci si poteva sentire anche sentirti il Maverick della situazione, facendo il figo mentre l’abitacolo del cabinato andava prima più su, e poi più giù, a seconda della posizione della cloche. Ma facciamo un passo indietro, e torniamo all’abitacolo del bolide, con volante, pedali e marce tutti funzionanti.

I brasiliani di Aquiris devono essersi svegliati lo stesso giorno, alla stessa ora, con la stessa idea, frutto di un sogno o di un’immaginifica vena ispiratrice, perché hanno reso possibile qualcosa di dannatamente difficile. Qualcosa che molti sviluppatori tentano di portare a termine ma spesso con risultati scadenti nei casi più felici, e purtroppo deludenti nella stragrande maggioranza.

Prendere un gioco, o una serie di giochi, e riproporli al pubblico a distanza di quasi trent’anni cercando di mantenere vive quelle stesse sensazioni provate in precedenza, che ad oggi pungoleranno la memoria di chi è sulla quarantina, ed ecciteranno i più giovani con colori sgargianti, una colonna sonora riconoscibile ed incalzante, un gameplay veloce, frenetico, dannatamente tecnico, e dal sapore di pura vittoria quando vedi quell’”1″ stampato alla fine della gara. Tutto questo, è Horizon Chase: Turbo, titolo che abbiamo già trattato su Pc (qui la nostra recensione) e che adesso riproponiamo per PS4. Un racing arcade dal sapore antico, genuino, ed in grado di evocare e rievocare tanti altri ricordi.

SIEDITI E METTI IN MOTO JACK 















Provato e recensito dal nostro DannyDSC questa volta in versione PS4, Horizon Chase: Turbo si presenta come una normalissima operazione nostalgia per portare il fascino e la velocità di giochi come Out Run e Lotus ( solo per citare i due giochi più famosi che vengono in mente) sui nostri televisori. Rompiamo gli indugi chiarendo subito un punto: No! Non è così! È molto di più.

Installato e fatto partire Horizon Chase: Turbo si presenta con una schermata iniziale in pieno stile sala giochi che ci inviterà a premere un pulsante per passare al menu principale. Da li, potremo scegliere una delle modalità a nostra disposizione quali Tour Mondiale (la modalità più “importante”), i tornei (divisi per difficoltà), le gare di Resistenza (difficili ed appaganti) e nel caso volessimo cimentarci in qualche partita online, avremo a disposizione il classico multiplayer o la modalità a schermo condiviso per farci qualche partita con gli amici sulla stessa console.
Già da qui è facile capire che Aquiris punti ad una mole di contenuti notevole per intrattenere il giocatore, cosa che non è accaduta per altre “operazioni nostalgia” quali ad esempio Outrun Online Arcade (uscito per PS3 nel 2009 con un discreto successo).

Ad esempio il Tour Mondiale si dipana in diverse zone del mondo, passando dal Brasile al Cile alla Grecia al Giappone all’Islanda e altro ancora. Piccola punta di amarezza, non aver visto l’Italia tra le location disponibili. Facendo un piccolo passo indietro per tornare al menu principale, scopriremo che all’inizio non tutte le modalità saranno disponibili, questo perché per procedere con il gioco, dovremo ottenere dei risultati. Quindi, mettiamo in moto e passiamo al gameplay.

CURVA A DESTRA! CURVA A SINISTRA!






Selezionata la California, prima tappa del Tour Mondiale, la prima gara da affrontare sarà sul circuito di Grass Hills. Siamo agli inizi, quindi a disposizione avremo solo un paio di macchine tra qui scegliere.

Andando avanti nelle competizioni e ottenendo punti, potremo sbloccare altri veicoli che si aggiungeranno al nostro garage (in totale, sono poco più di una trentina e spaziano dalle super car che ricordano le Ferrari e le Lamborghini, per passare a modelli più raffinati, vicini alle BMW, ai camioncini Hippy e altro).

È importante sottolineare che tutti i veicoli abbiano caratteristiche molto diverse.  Quindi, avremo una Ferrari veloce ma poco manovrabile, un Roadster più lento ma agilissimo, una Lamborghini dalla velocità incredibile ma con un serbatoio molto limitato, e così via. La coperta sarà sempre un po’ corta anche per bilanciare al massimo il gameplay.

Sarà, infatti, una scelta più strategica di quello che si potrebbe inizialmente pensare, e non a caso, spesso e volentieri potrà capitare di dover ripetere gara cambiando macchina proprio perché la scelta fatta in precedenza era errata. Ma torniamo a Grass Hills; finito il counter la nostra prima gara inizia ed è tutto un susseguirsi di curve larghe, curve strette, veloci rettilinei, e 19 concorrenti per la vittoria che non ne vogliono proprio sapere di farsi da parte, scegliendo saggiamente di posizionarsi praticamente ogni volta nella posizione giusta per rallentarci.

Durante la nostra gara avremo a disposizione il turbo, da usare con molta saggezza, perché se in un rettilineo fa la differenza, usato in curva può avere conseguenza catastrofiche se attivato al momento sbagliato. Durante la gara, dovremo anche prestare attenzione all’indicatore del carburante, posto nella parte superiore destra dello schermo.

Se il carburante finisce, verremo squalificati e la gara finirà in anticipo. Fortunatamente, lungo il percorso, potremo acquisire taniche di carburante che ci permetteranno di proseguire, ma dovremo essere attenti e ricordarci i punti dove vengono sistemati. Oltre a taniche di benzina e turbo aggiuntivi, durante la corsa potremo acquisire delle monete che se accumulate, ci permetteranno di sbloccare nuovi percorsi, nuove modalità, e nuove macchine.

Inutile dire che il lavoro di posizionamento di questi tre elementi da parte di Aquiris è stato certosino e ponderato con attenzione, frutto di una corposa fase di testing. Più di una volta vi capiterà di rimanere senza benzina, o ripetere una gara per riuscire a collezionare tutte le monete. Questo perché Horizon Chase Turbo, è un gioco sé Arcade e veloce ma, al tempo stesso, anche dannatamente tecnico. Gli sviluppatori meritano davvero i nostri più sentiti complimenti, prova e riprova che il mondo indie ha da dire più che qualcosa rispetto a molti titoli “Triple AAA” che di Triple hanno soltanto il budget, ma non la qualità.

QUANTO SEI BELLA… GRAFICA MIA!



In un gioco di corse, la grafica riveste una parte importante per qualunque giocatore, non solo perché l’occhio vuole la sua parte, ma perché una grafica armonizzata e realizzata con cura, miscelata ad un buon design dei circuiti, garantirà ore ed ore di divertimento senza cadere nella “ripetitività” che spesso può portare un’esperienza di gioco a divenire noiosa dopo poco tempo. Ebbene, anche qui il team di sviluppo si dimostra all’altezza del compito, “asfaltando” team ben pių conosciuti. Lo sviluppatore stesso, ha definito la grafica di Horizon con queste parole:

Horizon Chase riporta il contesto grafico della generazione a 16 bit e crea uno stile ispirato al passato senza rinunciare alla sua contemporaneità. Il minimalismo dei poligoni e l’estetica del colore secondario (per avere un colore secondario si vanno a mescolare due colori primari in uguali quantità, ndr) accentuano la bellezza visiva del gioco, creando un’atmosfera unica e armonica. Sentirai l’anima retrō del gioco su un corpo completamente moderno.

Vi lasciamo qualche secondo per rileggere queste poche righe e riflettere, perché ne vale la pena. È poesia, tecnica e genialità: lo stile grafico ci riporta agli anni ’80 e ’90, minimale ma di grande impatto. I fondali, preparati con maestria, sono talmente belli che a tratti non ci sembrerà di giocare, ma di essere dentro un anime giapponese.

Durante la nostra prova nel circuito “Notte Selvaggia” in Sudafrica, ci siamo soffermati più e più volte per ammirare la splendida cornice di gioco. E l’effetto “anime” è elevato tanto per il giocatore quanto per chi osserva senza pad alla mano.

Poteva un gioco così ben fatto avere una colonna sonora come tallone d’Achille? Se così fosse, non sarebbe comunque un grosso neo, o forse no? Beh, non dovremo comunque preoccuparcene, perché le musiche di Horizon Chase Turbo meritano un acquisto a parte per godersela in macchina mentre si guida (senza correre). Perché? Semplice: oltre ad essere splendida, è stata composta da un certo Barry Leitch, che ci ha donato giusto qualche perla come ad esempio la colonna sonora di Top Gear (Super Nintendo), Lotus 2 (Amiga), Imperium (Pc), e molte altre. Per Horizon Chase, l’artista ha voluto proporre musica elettronica in pieno stile anni ’80 e ’90 che accompagneranno le nostre partite con brani incalzanti e carichi di adrenalina. Unico neo, volevamo una trentina di tracce in più.

COMMENTO FINALE

Siamo alla fine della nostra recensione. Un po’, quasi, ci dispiace: avremmo desiderato parlarvi ancora di questo gioco, ma il miglior consiglio che possiamo darvi è di provarlo, dato che č disponibile una demo gratuita che siamo sicuri, non farà altro che aumentare la voglia di possedere questa perla.

Horizon Chase Turbo è un sogno che si avvera per qualunque amante delle gare Arcade, o per un giovinastro che voglia provare sfide che vanno oltre il semplice “save&reload”. È affascinante, veloce, adatto per lunghe sessioni o per brevi e fugaci toccate e fughe. Il framerate su PS4 Pro è perfetto, il sonoro azzeccato, è anche tutto in italiano. Insomma, questi ragazzi (ai quali invitiamo di potersi in futuro cimentare con un’uguale operazione per After Burner) meritano davvero tanta stima e supporto per un gioco venduto a prezzo budget ma completo, appagante e divertente, sempre in grado di proporre sfide.

L’articolo Horizon Chase Turbo, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Horizon Chase Turbo, Recensione

34BigThings porta Redout su GOG

34BigThings porta Redout su GOG.com con una edizione esclusiva che include tutti i dlc usciti finora.

Valerio Di Donato, CEO della software house indie italiana, ha detto:

Realizzare un gioco su una piattaforma è sempre eccitante ed il debutto di Redout su GOG non è solo il ritorno su un nostro importante successo ma anche la prima volta che pubblichiamo un gioco sulla piattaforma di CD Projekt RED. È davvero un passo importante per noi se consideriamo l’alto standard di qualità che bisogna raggiungere per essere qui.

Vediamo il trailer di lancio. Buona visione.

Redout: Solar Challenge Edition include i seguenti dlc:

  • Neptune Pack
  • V.E.R.T.E.X. Pack
  • Mars Pack
  • Space Exploration Pack
  • Back to Earth Pack

Questa edizione è la più aggiornata del racing futuristico antigravitazionale uscito originariamente nel settembre del 2016. Qui la nostra recensione. Il titolo si ispira al classico Wipeout ed a F-Zero e gli sviluppatori hanno continuato ad espandere il titolo con altri cinque dlc che hanno aggiunto nuovi veicoli e piste.

La versione su GOG costa 29,99 euro ma fino al 5 dicembre sarà disponibile al prezzo di 14,99 euro.

L’articolo 34BigThings porta Redout su GOG proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di 34BigThings porta Redout su GOG

Dakar 18, annunciato il primo dlc

Il primo dlc di Dakar 18 sta per arrivare. Si chiama Dakar Series. Desafio Ruta 40  sarà disponibile a breve. Tutti i possessori del gioco potranno acquisirlo gratuitamente.

Ecco il trailer d’annuncio mentre a seguire ci sono i primi dettagli diffusi da Bigmoon Entertainment, sviluppatore del racing.

Il Desafío Ruta 40 Rally fa parte della famosa Dakar Series ed è il primo evento di questa serie ad essere aggiunto a Dakar 18. La gara si è svolta tra il 27 e il 31 agosto in Argentina.
Così come per il gioco principale, il team di sviluppo ha concentrato tutti i suoi sforzi sulla simulazione di questa sfida, per renderla il più realistica possibile.

Il nuovo dlc potenzierà il mondo già esistente del gioco principale con ulteriori 12.000 km², incluse cinque nuove tappe intorno alla splendida campagna dell’Argentina. Per far sì che i giocatori non si perdano nel vasto open world, il dlc includerà nuovi road book, sempre basati sui road book originali distribuiti ai piloti durante l’evento.





Paulo J. Gomes, CEO do Bigmoon Entertainment, ha affermato:

Non solo vogliamo offrire più contenuti ai nostri fan e ai fan del franchise Dakar, ma vogliamo anche cogliere questa opportunità per onorare tutti i concorrenti che affrontano le molteplici e dure sfide della Dakar Rally ogni anno, in particolare agli eroi che non hanno avuto la possibilità di raggiungere il traguardo.

L’articolo Dakar 18, annunciato il primo dlc proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dakar 18, annunciato il primo dlc

Trailblazers è disponibile su Switch e PS4

Rising Star Games, in collaborazione con lo sviluppatore indipendente britannico Supergonk, ha oggi annunciato che Trailblazers, è ora disponibile per Switch e PlayStation 4.  Si tratta del primo vero gioco di corse arcade cooperativo.

Trailblazers è un racing con un’innovativa meccanica: si colora la pista, si potenziano le proprie scorte e si gioca in squadra per vincere. Attraverso una competizione 3v3, i giocatori colorano la pista mentre gareggiano, possono inoltre catturare le aree chiave per cambiare dinamicamente le sorti del team e aumentare il colore della propria squadra.
I corridori che guidano con stile accumuleranno anche punti abilità per aprirsi la strada verso la vittoria! I giocatori possono immergersi nell’azione ad alta velocità con un massimo di sei giocatori online, o in locale tramite slip-screen per un massimo di quattro giocatori locali, con sfidanti online o controllati dalla CPU.

CARATTERISTICHE

  • Un esclusivo personaggio per Switch: un nuovo personaggio è stato introdotto alla line-up, la prepotente rana spaziale – il padre di Boo!
  • Accedete a tutti i contenuti: i giocatori Switch potranno accedere a tutti i contenuti del gioco, sin dal principio.
  • Campaign Mode: competete in tutta la galassia su diversi circuiti.
  • Una festa musicale: godetevi la colonna sonora retro-futuristica che si adatta perfettamente all’estetica visiva del gioco, con licenza ufficiale di artisti come Skope, Derevolutions, A.Skillz e altri ancora.
  • Artisti Pluripremiati: bellissimi artwork creati dall’artista vincitore di un BAFTA, Will Milton.
  • Piste panoramiche: nella corsa verso la gloria, i giocatori si sfideranno attraverso catene montuose, foreste lussureggianti e aride valli desertiche.
  • Diversi personaggi: ogni pilota ha un ruolo vitale nella community e tutti i personaggi spiegano la storia del mondo dei Trailblazers. Ognuno con un ruolo e uno stile di guida specifico.
  • Flotta futuristica: i giocatori possono scegliere da uno showroom le auto da corsa più veloci della galassia, ciascuna con statistiche personalizzate per adattarsi a ogni stile di gioco e tipo di pista.
  • CrossPlatform: fate squadra con altri giocatori o affrontateli sfruttando il cross-platform.

L’articolo Trailblazers è disponibile su Switch e PS4 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Trailblazers è disponibile su Switch e PS4

Gran Turismo Sport, dettagli sull’aggiornamento di domani

Dalle pagine del PlayStation Blog, Kazunori Yamauchi, boss di Polyphony Digital e papà di Gran Turismo Sport annuncia i contenuti dell’aggiornamento 1.29.

L’udpate arriverà domani (6 novembre) ed includerà nove vetture, tra le quali la Pagani Zonda, nonché il tracciato del Gran Premio di Spagna. Ma andiamo con ordine ed ecco le novità contenutistiche all’esclusivo racing per PS4.

LE VETTURE

L’aggiornamento introduce nove nuove auto, comprese alcune esotiche supercar italiane e leggendarie vetture Super GT.

  • Ferrari GTO ’84
  • Pagani Zonda R ’09
  • Maserati GranTurismo S ’08
  • Honda EPSON NSX ’08
  • Lexus PETRONAS TOM’S SC430 ’08
  • Nissan XANAVI NISMO GT-R ’08
  • MINI Cooper S ’05
  • Jaguar E-type Coupé ’61
  • Subaru Impreza 22B-STi Version ’98

NUOVO TRACCIATO: CIRCUIT DE BARCELONA-CATALUNYA

Il Circuito di Barcelona-Catalunya, situato circa 30 chilometri a nord di Barcellona, è stato inaugurato nel settembre del 1991, poco prima dello svolgimento dei Giochi olimpici che si tennero l’anno successivo nella città catalana.
Si tratta di uno dei più importanti tracciati iberici e ospita diverse gare, tra cui il Gran Premio di Spagna di Formula 1. Il lungo rettilineo e la varietà di curve fanno sì che l’assetto delle auto influenzi notevolmente i tempi sul giro.

GT LEAGUE

Questo mese gli sviluppatori hanno aggiunto due nuovi eventi GT League, inclusi:

  • Sfida MINI (Campionato principianti)
  • X2014 Nations Cup (Campionato professionisti).

L’articolo Gran Turismo Sport, dettagli sull’aggiornamento di domani proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport, dettagli sull’aggiornamento di domani