Archivi categoria: PlayStation 4 Pro

Auto Added by WPeMatico

Sony lancia un’edizione limitata celebrativa di PlayStation 4 Pro

Oggi Sony ha annunciato a sorpresa una speciale edizione limitata di PlayStation4 Pro: la 500 Million Limited Edition PlayStation 4 Pro con hard disk da 2 terabyte sarà disponibile, fa sapere il produttore, dal 24 agosto 2018 al prezzo di circa 500 euro. Saranno disponibili soltanto 50.000 console in questa edizione limitata, e per la prima volta la macchina presenterà un design traslucido di colore blu scuro, assolutamente inedito per la piattaforma.










Inoltre, il controller DualShock 4 associato, anch’esso in colore adeguato, sarà venduto separatamente, così come le cuffie Gold, rispettivamente a partire dal 24 agosto e dall’11 ottobre, entrambi in quantità limitata.

Sony vuole così ringraziare a suo modo, grazie al superamento di quota 525,3 milioni di unità vendute in tutto il mondo, tutti i fan che hanno sostenuto la piattaforma negli scorsi anni. John Kodera, presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment, ha commentato:

Vorrei esprimere la mia profonda gratitudine per il continuo sostegno dei nostri fan e partner commerciali, che insieme hanno contribuito al successo di PlayStation nel tempo. Senza la nostra fantastica community non saremmo stati in grado di raggiungere questo straordinario traguardo di 500 milioni di unità. La 500 Million Limited Edition PlayStation 4 Pro è stata creata per esprimere la nostra gratitudine nei confronti dei nostri fedeli fan. Continueremo non solo a rendere PlayStation la scelta migliore per tutti coloro che amano giocare, ma anche a mettere un impegno costante per ampliare la libreria con fantastici giochi e varietà di servizi di rete.

L’articolo Sony lancia un’edizione limitata celebrativa di PlayStation 4 Pro proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Sony lancia un’edizione limitata celebrativa di PlayStation 4 Pro

Gran Turismo Sport, Recensione PS4

Lo si attendeva da tempo Gran Turismo Sport. Si, perché questo gioco porta la serie – da sempre tratto distintivo PlayStation – sulla nuova ammiraglia e lo fa, come sempre, con tante novità.

Del resto, la serie automobilistica firmata Polyphony Digital, ha sempre fatto parlare di sé fin dal suo esordio nel lontano 1998 sulla prima PlayStation. Vuoi per l’elevato numero di vetture a propria disposizione, per una cura quasi maniacale ai dettagli anche dei tracciati, e vuoi per i contenuti oltre che per un gameplay che nel bene o nel male è stato sempre fonte di divertimento oltre che di tante discussioni tra appassionati e puristi.

Gran Turismo Sport è approdato due mesetti fa su PlayStation 4 non senza qualche mancanza che è stata colmata solo pochi giorni fa con l’arrivo della patch 1.10 che ha portato, finalmente, la tanto attesa modalità carriera in single player. Si perché GT Sport ha portato alcune innovazioni importanti come il supporto al PlayStation VR, ossia al visore per la realtà virtuale ma la versione uscita lo scorso ottobre non prevedeva la modalità carriera in singolo spostando il baricentro contenutistico sulle gare online.

Siamo però pronti a parlare velocemente di questa attesissima esclusiva PS4, PS4 Pro e PS VR.

GAMEPLAY NON ESENTE DA DIFETTI MA SOLIDO

Parliamo subito, senza troppi indugi, del gameplay del titolo. Diciamo subito che dal lato guida, Gran Turismo Sport ha fatto passi in avanti rispetto ai capitoli precedenti ma gli sviluppatori guidati da Kazunori Yamauchi hanno comunque voluto rendere il gameplay alla portata di tutti.

È possibile selezionare diverse opzioni basate su tre livelli di esperienza con i titoli di guida. Ci sono opzioni per l’attivazione degli aiuti (traiettorie consigliate, avviso di frenata, trazione e stabilità nonché guida assistita e molto altro). Questi vanno ovviamente ad influire sul gameplay rendendo il tutto piuttosto semplice o più professionale. Insomma, il modello di guida è accessibile e scalabile a tutti.

Inutile dire che con la disattivazione di tutti gli aiuti, si può apprendere al meglio la guida e verificare la fisica piuttosto credibile. Le varie opzioni anche sulla vettura ed i tipi di trazione incidono realmente sulle reazioni della nostra vettura durante la gara. Stesso dicasi per l’aderenza delle varie mescole degli pneumatici sulle varie superfici.

Inoltre per rendere la nostra vettura competitiva per ogni evenienza sarà possibile creare dei livelli di sviluppo (differenti per ogni modello) e sfruttare le modifiche introdotte al peso della vettura, alla potenza del propulsore e così via. Questi livelli si sbloccano scambiando i punti miglia che si accumulano giocando, un po’ come quando si entrava nel negozio elaborazioni in GT5 e si compravano a suon di crediti le componentistiche per migliorare la propria auto.

GTS_Screen_SportModeDailyRaces_PS4_E32017_1497331091
Screen_GTS_Renault_Sport_Megane_Gr4_02_1498578919
Screen_GTS_Renault_Sport_Megane_Gr4_03_1498578917

I punti miglia si possono anche scambiare per ottenere oggetti speciali: colori particolari per le nostre vetture, o acquistare auto speciali, o ruote ed altro materiale che può essere utilizzato nell’editor Livrea.

Quest’ultimo permette di cambiare la verniciatura, applicare adesivi, personalizzare i cerchioni e molto altro della nostra vettura, o cambiare il colore del nostro casco e tuta.

Ovviamente, accumulando risultati in ogni gare si spenderanno i crediti per acquistare le vetture nei Brand Central che non solo sono le concessionarie che man mano vengono sbloccate a seconda del livello raggiunto dal nostro pilota ma ci offrono oltre allo showroom anche informazioni storiche su ogni marchio presente nonché filmati e pagine utilissime.

Nondimeno oltre allo showroom è possibile acquistare le vetture Vision, quelle concepite proprio per il gioco. Si tratta di modelli costosissimi ed al tempo stesso fantastici. Vere e proprie bombe che ogni collezionista vorrebbe avere.

Toyota TS050 Hybrid GT Sport

Ed in pista? Beh, il gioco è divertente ed offre generalmente un gameplay solido con un ottimo grado di sfida. Gran Turismo Sport, però, non è esente da difetti. Come sempre il sistema di danni e collisioni se ne infischia del realismo. I danni sono ridotti all’osso anche dal punto di vista visivo (qualche ammaccatura e graffi) mentre se si ha un incidente ad alta velocità, al massimo si perderanno secondi preziosi ma si potrà sempre concludere la gara.

Si possono anche effettuare gare personalizzate dove si può scegliere attraverso un ventaglio di opzioni molto ampio per cambiare ad esempio il consumo di benzina o inserire i danni meccanici, restrizioni di potenza e tanto altro.

Ma non è solo una questione di guida. In precedenza ci si lamentava anche dell’intelligenza artificiale dei nostri avversari computerizzati. I trenini, molto frequenti in gare estremamente combattute, adesso vengono spezzati più facilmente da attacchi o manovre più sensate da parte della cpu. Si può assistere a duelli in pista interessanti e si può anche esserne protagonisti. Insomma, anche all’intelligenza artificiale, una volta indossato il casco, spuntano i canini. Un detto per dire che i piloti, indossato il casco, vedono solo il modo più pratico per superare tutti e vincere.

Certo, in alcuni casi la stessa intelligenza artificiale ha dei cali ma sicuramente ha fatto un passo in avanti rispetto al passato offrendoci competizioni più vivaci nonché un vero pericolo anche per noi visto che è in grado di sfruttare le nostre incertezze.

Le gare endurance danno ulteriore sfumature al gameplay visto che dovremo stare attenti all’usura delle gomme nonché a centrare una tattica giusta per i pit-stop ed i rifornimenti di carburante. Peccato, però, manchino le condizioni atmosferiche variabili.

CARRIERA, MODALITA’ E CONTENUTI

Gran Turismo Sport Demo D

Uno dei punti forti della serie Gran Turismo è stato sempre il lato contenutistico. Accedendo a Gran Turismo Sport, il menu propone tantissime cose da fare. L’aggiunta della modalità GT League con campionati per Principianti, Dilettanti, Professionisti e gare di Durata, ha senza dubbio dato quello che mancava all’offerta iniziale. Si spera che queste competizioni, così come avviene per quelle online, possano essere aggiornate o ampliate ulteriormente.

Continuiamo quindi a parlare della Campagna di cui fa parte la GT League, ultima arrivata. Troviamo l’accademia di guida che sostanzialmente sostituisce le patenti grazie a 48 lezioni pratiche da superare che permettono di acquisire i rudimenti delle tecniche di guida come, ad esempio, l’inserimento in curva, ci farà capire come evitare o “domare” il sottosterzo o il sovrasterzo, ci darà nozioni sulla guida su sterrato e molto altro. Ogni lezione è supportata da un video di spiegazione utilissimo. Come in passato, anche qui per passare alla prova successiva si dovrà ottenere almeno il risultato di bronzo.

La modalità Missioni offre 64 sfide tra gare complete e monomarca nonché su sterrato e di resistenza su 15 o 30 tornate fino alla fase dedicata esclusivamente al Nurburgring Nordschleife, uno dei templi della velocità mondiale vista la particolarità del tracciato, la durezza, bellezza e lunghezza.

Chiude la modalità Campagna l’Esperienza su Circuito che ci catapulta su ogni tracciato e configurazione presente per poter affrontare determinate sfide ed accumulare punti esperienza affrontando e conoscendo al meglio le piste presenti.

Per gli amanti delle partite in solitaria, in locale ed in VR c’è la modalità Arcade con tantissime gare che via via si sbloccano grazie al livello raggiunto dal nostro pilota e tre livelli di difficoltà. Un ottimo modo per far pratica e conquistare crediti. Troviamo anche la prova derapata, nonché lo schermo condiviso per due giocatori in locale oltre, come detto, al Tour Virtuale.

E c’è la partita personalizzata dove è possibile variare tantissimi parametri.

GT Sport Cockpit

Il comparto multiplayer online è però quello che va per la maggiore. Per accedere alla modalità Sport bisogna prima guardare due filmati sulla “sportività”. Cinque minuti per imparare le nozioni su cosa non si deve fare durante una gara ed apprendere una sorta di decalogo del bon ton in pista.

Ricevuto l’attestato per il fair play dopo aver visto i filmati “Etichetta di corsa” si potrà gareggiare nella modalità Sport.

Qui troviamo gare quotidiane (dove è possibile anche effettuare giri di qualificazione) e molto altro che gira a rotazione ed offre tantissimi contenuti. Non per niente… parliamo di Gran Turismo Sport.

Ogni corsa ha il proprio regolamento e valutazione. I piloti in erba cresceranno grazie alla bontà delle prestazione oltre che di risultati.

TECNICAMENTE SPLENDIDO

Gran Turismo Sport Demo C

Gran Turismo Sport offre un ottimo comparto tecnico. Graficamente, Polyphony Digital, ha sicuramente realizzato un lavoro eccellente sotto tutti i punti di vista.

Partendo dalla grafica, le vetture sono davvero splendide e si differenziano tutte. Il gioco è partito con 163 auto, davvero “poche” rispetto ad uno dei tratti distintivi della serie che in Gran Turismo 6 su PS3, ad esempio, ha proposto circa 1.200 auto. Con gli aggiornamenti in questo lasso di tempo, sono stati aggiunte altre macchine e la lista aggiornata alla settimana scorsa ha fatto salire il numero a quasi 200.

Questa riduzione drastica, però, ha portato alla presenza di modelli qualitativamente eccelsi. Kazunori Yamauchi, che lo scorso ottobre ha ricevuto una laurea ad honorem in “Ingegneria del Veicolo” all’università di Modena, aveva descritto questi modelli come i migliori in assoluto ed inferiori soltanto a quelli delle case produttrici. Beh, non ha tutti i torti.

Nota a margine, in Gran Turismo Sport questi modelli sono anche animati e girano fino a risoluzioni 4K.

Gran-Turismo-Sport-PS4-Pro

Lo stesso dicasi per i tracciati. Splendidi sotto ogni punto di vista ed in ogni visuale del gioco, che sia da quella in terza persona o quella direttamente dall’abitacolo. Su quest’ultima possiamo notare le diverse “strumentazioni” tra un veicolo e l’altro ed apprezzare quelle delle vetture più lussuose e tecnologiche. Si può, inoltre, gareggiare in diverse ore del giorno in modo da poter apprezzare le differenze di luce.

Molto bene anche i vari effetti luce ed ombra anche se ogni tanto troviamo qualche piccolo effetto pop-up (su PS4). Le configurazioni delle piste sono più delle 40 iniziali grazie agli update. Un buon numero ma meno della metà di quelli presenti in Gran Turismo 6 su PS3. Anche su questo piano, gli sviluppatori stanno lavorando per aumentare. Bella la varietà anche se si può solo migliorare con futuri aggiornamenti ed a tal proposito, Kazunori Yamauchi ne ha promessi tanti.

La maestosità visiva di Gran Turismo Sport si apprezza nei replay che esaltano le bellezze delle vetture con primi piani e così via.

Tanti i brani, invece, sono presenti nella colonna sonora del gioco mentre gli effetti sonori sono davvero soddisfacenti con ogni vettura che ha il proprio rombo differente.

COMMENTO FINALE

Gran Turismo Sport è una di quelle esclusive che può far scegliere o meno l’acquisto di una console PlayStation. Anche questo nuovo capitolo della serie non fa eccezione. Troviamo il solito lavoro mastodontico da parte di Yamauchi (dottore dalle nostre parti) e di Polyphony Digital. La partenza forse è stata in sordina vista la mancanza di una modalità “carriera” per gli utenti (e non sono pochi) che preferiscono muoversi in single player.

Gran Turismo Sport è stato concepito per le competizioni online che sono presenti in massa e che variano quotidianamente. Finalmente, però, da qualche giorno è possibile correre da soli grazie alla GT League. Auspichiamo maggiori aggiornamenti che in verità in questi due mesi dal suo debutto non sono mancati, anche per questa nuova appendice.

Ci ha soddisfatto il gameplay, migliore rispetto al passato ed adatto a tutti con una buona intelligenza artificiale anche se, come sempre, il sistema di danni è irrisorio e non incide troppo sulle prestazioni. Mai quanto le modifiche personalizzate che si possono fare su diversi aspetti della vettura. In questo senso, il gioco si riprende alla grande.

Mentre, al di là dell’essere dispiaciuti per il numero relativamente basso di vetture e di circuiti presenti (che comunque aumentano grazie anche ad upgrade gratuiti), non possiamo che riscontrare una qualità eccellente di quanto fin qui proposto. A volte graficamente è davvero spettacolare e grazie alla risoluzione 4K, al supporto dell’HDR ed all’utilizzo di luci ed ombre ben architettati. Su PS4 abbiamo notato qualche effetto pop up.

Si ha però la sensazione di un titolo non ancora concluso. Non sappiamo se sia un bene o un male. Certo, ai giorni d’oggi e con internet all’ennesima potenza non possiamo più pretendere che un gioco sia “completo”. In questo caso è stato un bene perché un Gran Turismo senza la sua carriera avrebbe fatto malissimo.

Per il resto non possiamo che attendere ulteriori novità.

 

Pregi

Stupendo dal punto di vista tecnologico. Grafica e sonoro di prim’ordine. Sistema di guida molto bilanciato ed adatto a tutti anche se non “perfettamente” simulativo. Sostanzialmente un gameplay molto solido e divertente. Tante gare da fare e sfide sempre aperte. In certi aspetti maniacale. Supporto costante con aggiunte…

Difetti

… non possiamo, però, dimenticare che la carriera in singolo non abbia fatto parte dell’offerta iniziale del gioco. Impatti e sistema dei danni da rivedere. “Poche” vetture rispetto a quanto siamo abituati dalla saga. Manca il tempo dinamico.

Voto

9-

Condividi questo articolo


L’articolo Gran Turismo Sport, Recensione PS4 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gran Turismo Sport, Recensione PS4

PS4 Pro è come un PC di 5 anni fa che continua a frenare gli sviluppatori

Durante un’intervista al producer di A Way Out, Josef Fares, sono emerse alcune sue dichiarazioni poco lusinghiere riguardo a Playstation 4 Pro. In particolare si è parlato del nuovo progetto dello studio e di come devono ottimizzare il gioco per farlo partire su Playstation 4, Xbox One e PC, con

L’articolo PS4 Pro è come un PC di 5 anni fa che continua a frenare gli sviluppatori sembra essere il primo su Havoc Point.

War Thunder, Regia Aeronautica è disponibile

Le forze aeree italiane irrompono in War Thunder e diventano la nuova fazione giocabile del mmo ambientato nella Seconda Guerra Mondiale per Pc e PlayStation 4.

Con l’aggiornamento 1.69 arriva l’Italia come sesta nazione giocabile grazie ad una line-up iniziale di 35 veicoli. Inoltre, la patch aggiunge il supporto alla PlayStation 4 Pro.

Andiamo con ordine sulle ultime novità per il gioco firmato da Gaijin Entertainment.

REGIA AERONAUTICA

Il nuovo roster degli aerei italiani si estende dai famosi biplani degli anni ’30 ai suoi potenti combattenti di jet degli anni ’60. Fra questi ultimi troviamo il Fiat G.91, un bombardiere leggero, veloce ed agile che è molto versatile in combattimento grazie alle sue mitragliatrici, alle bombe ed ai 38 razzi di Browning. I bombardieri italiani includono evidenze come il pesante quattro motori Piaggio P.108B, che può trasportare un incredibile bomba di 3,5 tonnellate o tre siluri. Il suo modello “fratello”, il P.108A, è dotato di un enorme cannone antinave da 102 mm con 50 colpi di munizioni che è ormai l’arma più grande dell’aviazione.

Tutti i giocatori avranno accesso graduale agli aeromobili della nuova nazione, con nuovi modelli sbloccati per la ricerca ogni pochi giorni. Più dettagli sulla patch a questo link.

NUOVI VEICOLI DI TERRA

Gli Stati Uniti hanno accesso ad un nuovo veicolo di prima classe: lo “Starship” M60A2 che può sparare colpi sia convenzionali che missili guidati dai suoi cannoni da 152mm.

L’Unione Sovietica ha il T-55 A, degno successore del T-54 che si distingue per la sua ottima flessibilità. Il roster tedesco vede la sua prima auto blindata: la Sd.Kfz. 234/2 “Puma” con un cannone a fuoco rapido da 50mm.

SMOKE SHELLS AND SMOKESCREEN LAUNCHERS

Due nuove funzionalità completamente nuove in War Thunder sono gli Smoke Shells e gli Smokescreen. Il primo consentirà alle cisterne di distribuire fumo protettivo su grandi distanze, mentre il secondo è un metodo efficace per nascondersi dal fuoco nemico durante la riparazione sul campo di battaglia o la difesa di un punto di cattura.

TRE NUOVE LOCATION

La location “Kuban” è stata notevolmente rinnovata e farà combattere i carri armati in una nuova posizione molto più tattica e varia. Per i piloti, le sabbie calde della Tunisia attendono, mentre i capitani delle navi possono ora assalire il Mar Nero sulla nuova mappa “Porto di Novorossiysk”.

SUPPORTO A PLAYSTATION 4 PRO

Ora, grazie alle prestazioni migliori della PlayStation 4 Pro, i proprietari possono giocare War Thunder in risoluzione nativa 4K.

WarThunder_Update169_Breda88_EN
WarThunder_Update169_CANTZ1007_EN
WarThunder_Update169_FiatG91_EN
WarThunder_Update169_FiatG91R1_EN
WarThunder_Update169_M60A2Starship_EN
WarThunder_Update169_MacchiC205_EN
WarThunder_Update169_PiaggioP108B_EN
WarThunder_Update169_SdKfzPuma_EN
WarThunder_Update169_T55A_EN

Condividi questo articolo


L’articolo War Thunder, Regia Aeronautica è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di War Thunder, Regia Aeronautica è disponibile

Trailer di lancio per The Surge

Il conto alla rovescia per l’esordio di The Surge entra nella fase caldissima: il 16 maggio l’action gdr sarà disponibile per Pc, PlayStation 4, PS4 Pro ed Xbox One.  Deck 13 ha appena pubblicato il trailer di lancio.

Il gioco permetterà di vivere la storia di Warren durante il suo primo giorno di lavoro in CREO, una mega corporazione colpita da una catastrofe devastante. Brutali combattimenti ed ambientazioni distopiche campeggiano nella clip.

Il compromesso tra rischio e ricompensa sarà un elemento chiave per avere successo in The Surge, nel corso dei combattimenti si potranno recidere, con una sapiente combinazione di attacchi verticali e orizzontali, le parti più interessanti del corpo meccanico degli avversari per integrarli nell’equipaggiamento del protagonista. Quando si affronteranno i nemici si potrà decidere se sconfiggerli più velocemente, mirando alle loro parti vulnerabili, o di rischiare in un duello più lungo e logorante per ottenere preziosi pezzi di equipaggiamento nuovi di fabbrica.

Il movimento e la velocità saranno essenziali per avere la meglio nei combattimenti; dovrete imparare a parare e a schivare gli attacchi tenendo sotto sempre controllo la resistenza in modo da essere in grado di sferrare, al momento giusto, un potente contrattacco per recidere la parte dell’avversario di cui volete impossessarvi o per evitare un attacco letale. Le regole di combattimento valgono sia per tutti: se colpiti in una parte vulnerabile, subirete pesanti danni.

Condividi questo articolo


L’articolo Trailer di lancio per The Surge sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Trailer di lancio per The Surge

PS4 Pro, il lettore multimediale si aggiorna col supporto ai video in 4K e VR

Sony annuncia attraverso questo post sul PlayStation Blog italiano, l’aggiornamento del lettore multimediale di PS4 Pro.

Tale update sarà disponibile da oggi ed aggiungerà il supporto ai video in 4K in formato .mp4 salvati su una chiavetta USB o su server che possono essere riprodotti con l’applicazione lettore multimediale a patto, ovviamente, di avere uno schermo compatibile con tale risoluzione.

Il vostro server apparirà tra le opzioni multimediali nel lettore, perciò trovare i vostri file sarà semplice e veloce. Vi ricordiamo che la memorizzazione su chiavetta per PS4 può essere usata solo per giochi o applicazioni, mentre non permette di salvare video.

Ma non finisce qui. Per i possessori di PlayStation VR e di PS4 Pro, l’aggiornamento del lettore multimediale permetterà di supportare anche i video in 4K in VR. La risoluzione di PS VR è 1920 x RGB x 1080, quindi i video VR in 4K saranno mostrati a una qualità grafica maggiore rispetto ai video HD VR. Sarà possibile acquisire video a 360° in 4K.

A proposito, tutte le app di streaming video, incluse Netflix e YouTube, mettono a vostra disposizione contenuti in 4K.

PS logo

Condividi questo articolo


L’articolo PS4 Pro, il lettore multimediale si aggiorna col supporto ai video in 4K e VR sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di PS4 Pro, il lettore multimediale si aggiorna col supporto ai video in 4K e VR

Warner Bros presenta La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra con trailer e dettagli; debutto ad agosto

Le voci di corridoio erano vere. Warner Bros ha così annunciato ufficialmente La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra, il sequel de L’Ombra di Mordor.

Sviluppato da Monolith, il nuovo titolo darà seguito alla storia originale di Talion e Celebrimbor che adesso devono spingersi oltre le linee nemiche per creare un esercito e far ribellare tutto Mordor contro Sauron, il Signore Oscuro.

L’annuncio è stato accompagnato dal primo trailer, eccolo.

Ne La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra i giocatori possiedono un nuovo Anello del Potere e dovranno affrontare i nemici più letali, come Sauron e i suoi Nazgul, in un’epica battaglia per La Terra di Mezzo. L’avventura e l’azione frenetiche in questo mondo aperto sono portate in vita dall’espansione del pluripremiato sistema Nemesis. La personalizzazione del primo episodio è ora applicata all’intero mondo, quindi ora ambienti e personaggi sono tutti plasmati dalle azioni e dalle decisioni del giocatore, creando così un mondo personalizzato e unico.

La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra sarà disponibile per Xbox One, Project Scorpio, Pc Windows 10 (Windows Store e Steam), PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro dal 25 agosto prossimo. E sarà disponibile come titolo Xbox Play Anywhere.

“Monolith Productions continua a innovare introducendo esperienze di gioco più profonde e personalizzate, accompagnate da storie autentiche – ha dichiarato David Haddad, presidente di Warner Bros. Interactive Entertainment – La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra  rappresenta un’autentica innovazione per il gioco, portando il sistema Nemesis a nuovi livelli e consentendo ai giocatori di creare il loro viaggio personale all’interno della La Terra di Mezzo”.

Michael de Plater, vice presidente del settore creativo di Monolith, ha detto:

“Dopo lo straordinario esordio di La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor, abbiamo ampliato a dismisura ogni aspetto del gioco, compreso il mondo, la storia, i sistemi gdr, le basi del gioco e, naturalmente, le storie personali del giocatore del sistema Nemesis. Siamo appassionati della La Terra di Mezzo da sempre, siamo grati di avere il privilegio di portare in vita il mondo fantasy più incredibile mai creato in un modo nuovo, per una nuova generazione. Non vediamo l’ora di poter assistere alle fantastiche storie che i giocatori di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra creeranno e condivideranno”.

L’innovativo sistema Nemesis ha creato storie uniche e personali attraverso nemici generati proceduralmente che ricordano ogni incontro e hanno personalità, qualità e punti deboli diversi. La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra espande questa innovazione introducendo seguaci che potranno creare nuove storie di lealtà, tradimento e vendetta. Il sistema Nemesis è stato inoltre espanso per creare un mondo unico e personale attraverso le fortezze Nemesis, che consentono ai giocatori di usare diverse strategie per conquistare roccaforti dinamiche e creare mondi personalizzati con le loro armate uniche di orchi.

Ambientato tra Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra continua la storia originale di La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor. I giocatori saranno coinvolti in un mondo più ricco, personale ed espansivo, pieno di eroi e malvagi epici, località memorabili, nemici originali e ancora più personaggi e personalità con storie tutte nuove da raccontare.

In qualità di titolo Xbox Play Anywhere, i giocatori possono acquistare una versione digitale di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra e giocare sia su Xbox One che su Pc Windows 10, riprendendo a giocare dove la partita è stata interrotta su un’altra Xbox One o su un PC con Windows 10, conservando salvataggi, add-on e obiettivi del gioco.

Condividi questo articolo


L’articolo Warner Bros presenta La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra con trailer e dettagli; debutto ad agosto sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Warner Bros presenta La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra con trailer e dettagli; debutto ad agosto

Fallout 4, disponibile la patch 1.14 per il supporto a PS4 Pro

Un flash su Fallout 4. Bethesda, ha infatti pubblicato la patch 1.14 che aggiunge il supporto a PlayStation 4 Pro. Questo significa che gli utenti dell’ultima console di casa Sony possono usufruire di una risoluzione migliore assieme ad effetti di illuminazione aggiornati e tempi di caricamento più rapidi per l’action gdr a sfondo post-apocalittico. Il file pesa 461 MB.

Fallout 4 040816

Condividi questo articolo


L’articolo Fallout 4, disponibile la patch 1.14 per il supporto a PS4 Pro sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Fallout 4, disponibile la patch 1.14 per il supporto a PS4 Pro

NiOh entra in fase Gold

L’atteso action gdr NiOh è entrato in fase Gold. Lo hanno annunciato Koei Tecmo e Team Ninja. Il gioco, quindi, debutterà senza ritardi il prossimo 8 febbraio su PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro in quanto lo sviluppo è ufficialmente terminato. A breve inizierà la produzione dei dischi.

Nioh 1601B

Condividi questo articolo


L’articolo NiOh entra in fase Gold sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NiOh entra in fase Gold

PS4 Pro: la lista dei giochi che supportano 4K e HDR

Grazie alla testata statunitense GameSpot possiamo osservare l’intera lista dei giochi che su PlayStation 4 Pro supportano il 4K e l’HDR. Per usufruire di tale modalità è d’obbligo il possesso di una TV che supporti ciò. Di seguito potete trovare l’elenco. Giochi per PS4 Pro supportanti 4K e HDR [in aggiornamento] Batman: Return to Arkham

L’articolo PS4 Pro: la lista dei giochi che supportano 4K e HDR sembra essere il primo su Havoc Point.

Battleborn un aggiornamento sbloccherà i 25 personaggi ed il supporto a PS4 Pro

Dal suo sito, Gearbox ha ufficializzato di essere al lavoro per un grosso aggiornamento su Battleborn. La patch sarà disponibile in inverno e sbloccherà i 25 personaggi per i giocatori che avranno completato il prologo.

Inoltre, le sfide per sbloccare i personaggi aggiuntivi saranno più semplici. Nondimeno, sono state annunciate nuove missioni giornaliere, nuovo loot, un nuovo sistema di crediti.

L’aggiornamento, infine, aggiungerà il supporto alla PlayStation 4 Pro ed i giocatori di questa console potranno così scegliere tra due modalità di visualizzazione: 1080p a 60fps o 4K a 30fps.

battleborn

Condividi questo articolo


L’articolo Battleborn un aggiornamento sbloccherà i 25 personaggi ed il supporto a PS4 Pro sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Battleborn un aggiornamento sbloccherà i 25 personaggi ed il supporto a PS4 Pro

WipeOut Omega Collection è stata presentata alla PlayStation Experience 2016

C’è anche WipeOut Omega Collection tra gli annunci fatti alla PlayStation Experience 2016. Si tratta di una raccolta rimasterizzata per PlayStation 4 e PlayStation Pro che include WipeOut HD, WipeOut Fury e WipeOut 2048.

I tre giochi saranno riproposti in 4K a 60 fotogrammi al secondo nonché col supporto HDR. La raccolta arriverà in estate e proporrà anche alcune novità come delle modalità inedite: Zone, Tournament, Speed Lap, Time Trial e Single Race dall’episodio HD; Zone Battle, Eliminator e Detonator da Fury; la carriera da 2048. Inoltre, ci saranno più di 26 circuiti futuristici nonché 46 navette differenti.

Gli sviluppatori, sul PlayStation Blog italiano, hanno accennato anche alla colonna sonora definita “colossale” che farà da sottofondo alle gare con alcuni brani classici e altri brani degli artisti più in voga del momento.

Sony ha diffuso anche un trailer e tantissime immagini. Buona visione.

screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_5_hd_1480799127
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_4_hd_1480799126
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_3_hd_1480799125
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_2_hd_1480799125
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_1_hd_1480799124
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_8_hd_1480799129
screen_wipeoutomegacollection_psx_2016_announce_7_hd_1480799128

Condividi questo articolo


L’articolo WipeOut Omega Collection è stata presentata alla PlayStation Experience 2016 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di WipeOut Omega Collection è stata presentata alla PlayStation Experience 2016

The Witness, aggiunto il supporto alla PlayStation 4 Pro

Il nuovo aggiornamento di The Witness aggiunge il supporto alla PlayStation 4 Pro. Ne parla DualShockers.

La particolare avventura-puzzle di Jonathan Blow, che prima girava a 900p a 60 fps, 2x MSSA, adesso è adeguata alla versione potenziata della console di casa Sony e può essere giocabile in tre modalità:

  • 1080p, 60 fps, 2x MSAA
  • 1440p, 60 fps, 2x MSAA – con upscaling a 4K, testo e UI renderizzati in 4K nativi
  • 4K 2x MSAA, 30 fps.

thewitnessa

Condividi questo articolo


L’articolo The Witness, aggiunto il supporto alla PlayStation 4 Pro sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Witness, aggiunto il supporto alla PlayStation 4 Pro

PS4 Pro: lista dei giochi che hanno il 4K nativo

La scorsa settimana, Sony ha finalmente rilasciato la tanto attesa PlayStation 4 Pro. Alla luce di questo, c’è da ricordare che la console supporta la risoluzione 4K e l’HDR. Non tutti i giochi ne hanno tratto vantaggio, al contrario tanti altri sì. Se volete sapere quali giochi supportano finora il 4K nativo, potete consultare la lista compilata qui

L’articolo PS4 Pro: lista dei giochi che hanno il 4K nativo sembra essere il primo su Havoc Point.

PlayStation 4 Pro: peggioramenti su alcuni titoli rispetto alla classica PS4

Un paio di giorni fa vi avevamo mostrato le impressioni e le analisi svolte da DigitaFoundry in merito a PlayStation 4 Pro. Sembrerebbe che ulteriori test abbiano evidenziato alcuni peggioramenti nelle performance di alcuni titoli se fatti girare su PS4 Pro piuttosto che sulla classica PS4. Eurogamer ha infatti evidenziato

L’articolo PlayStation 4 Pro: peggioramenti su alcuni titoli rispetto alla classica PS4 sembra essere il primo su Havoc Point.