Archivi categoria: Google Pixel

Auto Added by WPeMatico

Ripercorriamo la storia degli smartphone targati Google con una lunga infografica

In occasione del lancio di Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL ripercorriamo la storia degli smartphone targati Google, iniziata esattamente dieci anni fa.

L’articolo Ripercorriamo la storia degli smartphone targati Google con una lunga infografica proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Ripercorriamo la storia degli smartphone targati Google con una lunga infografica

Aggiornamenti lenti anche sui Google Pixel? Niente paura: con questa guida potrete anticipare Google

È come se si firmasse un’assicurazione, all’acquisto di un Google Pixel. Android Stock, coerenza grafica ai massimi, rapidità d’esecuzione e negli aggiornamenti

L’articolo Aggiornamenti lenti anche sui Google Pixel? Niente paura: con questa guida potrete anticipare Google proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Aggiornamenti lenti anche sui Google Pixel? Niente paura: con questa guida potrete anticipare Google

Un Google Pixel di fascia media potrebbe debuttare tra qualche mese

Secondo alcune indiscrezioni sembra che Google possa commercializzare un Google Pixel di fascia media e dal prezzo più abbordabile in alcuni mercati: ne sapremo probabilmente di più nelle prossime settimane, visto che il presunto lancio sarebbe previsto per l’estate.

L’articolo Un Google Pixel di fascia media potrebbe debuttare tra qualche mese proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Un Google Pixel di fascia media potrebbe debuttare tra qualche mese

Google conferma: i Pixel 2016 non avranno limiti di tempo per l’archiviazione delle foto

Google conferma ufficialmente che i Pixel dello scorso anno potranno archiviare foto alla massima risoluzione senza limiti di tempo

L’articolo Google conferma: i Pixel 2016 non avranno limiti di tempo per l’archiviazione delle foto è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Google conferma: i Pixel 2016 non avranno limiti di tempo per l’archiviazione delle foto

Quanto potrebbe essere grande Google Pixel XL 2017? Ecco il confronto con Google Pixel/XL

Dopo aver visto il primo presunto render di Google Pixel XL 2017, vediamo il nuovo flagship messo a confronto con i due modelli presentati lo scorso anno.

L’articolo Quanto potrebbe essere grande Google Pixel XL 2017? Ecco il confronto con Google Pixel/XL è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Quanto potrebbe essere grande Google Pixel XL 2017? Ecco il confronto con Google Pixel/XL

Molti segnalano un nuovo bug nella barra di ricerca dei Google Pixel

Recentemente molti Google Pixel e Pixel XL sono stati oggetto di segnalazioni da parte dei possessori che hanno scoperto un bug legato alle ricerche rapide […]

L’articolo Molti segnalano un nuovo bug nella barra di ricerca dei Google Pixel è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Molti segnalano un nuovo bug nella barra di ricerca dei Google Pixel

LG nega di essere coinvolta nella progettazione di Google Pixel 3

LG interviene ufficialmente per smentire ogni voce riguardante il possibile coinvolgimento nella realizzazione di Google Pixel 3.

L’articolo LG nega di essere coinvolta nella progettazione di Google Pixel 3 è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di LG nega di essere coinvolta nella progettazione di Google Pixel 3

I Google Pixel vendono troppo, e BigG ha qualche problema a sostenere la domanda

Google non riesce a gestire la forte domanda per i suoi Google Pixel: problemi di inventario e attese per gli utenti.

L’articolo I Google Pixel vendono troppo, e BigG ha qualche problema a sostenere la domanda è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di I Google Pixel vendono troppo, e BigG ha qualche problema a sostenere la domanda

Rilevati problemi all’audio di alcuni Google Pixel e Google Pixel XL

Alcuni utenti hanno riscontrato dei problemi audio sui loro Google Pixel e Google Pixel XL che si manifesterebbero ogni qualvolta il volume degli smartphone è al massimo.

Il problema non sembra essere insignificante poiché, ogni qualvolta il volume dello smartphone è al massimo, lo stesso produce delle distorsioni del suono le cui cause sono sconosciute. Non si tratterebbe nemmeno di un problema isolato poiché, su 305 utenti a cui è stata chiesta la presenza del problema, il 66% ne ha confermato la presenza. Di seguito il video dove è possibile vedere e sentire in cosa consiste il problema:

Per il momento, a meno che non lo abbiate importato da qualche altro paese, questo problema non ci riguarda direttamente poiché Google non ha ancora avviato la commercializzazione dei suoi smartphone top di gamma in Italia. L’augurio è che Big G possa risolvere tempestivamente il problema per evitare situazioni spiacevoli anche nel nostro Paese.

Noi non abbiamo riscontrato particolari problemi nei modelli testati (qui la recensione del Google Pixel e qui la recensione del Google Pixel XL), per cui potrebbe trattarsi di un problema relativo ad un determinato lotto di produzione.

 

L’articolo Rilevati problemi all’audio di alcuni Google Pixel e Google Pixel XL è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Rilevati problemi all’audio di alcuni Google Pixel e Google Pixel XL

Google spiega la particolare esperienza creata con i suoni e gli sfondi per i Google Pixel

google_pixel_xl_tta3

google_pixel_xl_tta3

Google Pixel e Google Pixel XL sono sicuramente dispositivi molto curati e Big G si è impegnata parecchio anche nei dettagli più piccoli: oggi ha pubblicato un articolo sul suo blog in cui spiega come abbia voluto creare, anche attraverso sfondi e suoni, un’esperienza “confidently minimal” che sia adeguata ai principi di “semplicità, intelligenza, personalizzazione e affidabilità“.

In effetti i wallpaper animati (e non) dei Pixel sono molto belli: potete dare un’occhiata a quelli normali (e scaricarli) nel nostro precedente articolo, mentre per quanto riguarda quelli “live” dovete necessariamente possedere uno smartphone con Android 7.0 Nougat dotato di architettura 64bit (ben pochi al momento, almeno a livello ufficiale).

Non si tratta comunque di sfondi “presi a caso”, ma sono il frutto di un gran lavoro da parte di Google, come viene spiegato nel blog:

“La composizione di questi sfondi ha richiesto duro lavoro, dal momento che volevamo assicurarci che l’orizzonte fosse allineato perfettamente con la piastra posteriore dello smartphone. Abbiamo anche avuto bisogno di sviluppare una palette colori per sfoggiare gli ottimi display AMOLED, integrando i colori prevalentemente primari delle icone delle app Google. Il risultato finale è un set di live wallpaper che bilancia semplicità e intelligenza senza creare ingombro inutile e rumore.”

google-pixel-sfondi

C’è stata molta cura anche per quanto concerne le suonerie, i suoni per le notifiche e gli allarmi:

“Adottando un approccio più minimalista e usando un suono più puro che risuoni bene sui dispositivi, c’è una maggiore possibilità di staccare dai rumori di tutti i giorni in modo da ottenere l’attenzione dell’utente. Inoltre un dispositivo con un piccolo altoparlante non può riprodurre un suono ricco e fornire la stessa esperienza di uno stereo. Complicati arrangiamenti musicali, suoni ricchi di basse frequenze o che non traggono vantaggi dalla risonanza del dispositivo possono essere una questione problematica per un piccolo altoparlante.”

Secondo Google, il suono deve essere breve, brillante e perfettamente udibile, ma non deve diventare invasivo o “eccessivamente decorativo“: deve catturare l’attenzione dell’utilizzatore, ma nel farlo deve “rispettare il suo rapporto con il dispositivo”.

Big G sembra dunque aver lavorato sui più piccoli dettagli per puntare al successo con i suoi Google Pixel, ma ci riuscirà? Solo il tempo potrà dircelo: vi ricordiamo che gli smartphone in questione arriveranno in Italia sono nel 2017. Nel frattempo, se volete dare uno sguardo a qualche wallpaper e ascoltare alcune delle suonerie dei Pixel potete farlo seguendo questo link, che vi porterà al Google Design Blog.

 

L’articolo Google spiega la particolare esperienza creata con i suoni e gli sfondi per i Google Pixel è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Google spiega la particolare esperienza creata con i suoni e gli sfondi per i Google Pixel

Google offre 50 dollari di sconto sul Play Store a chi ha ricevuto il Pixel in ritardo

google_pixel_xl_tta3

google_pixel_xl_tta3

Google garantisce un coupon del valore di 50 dollari a tutti gli utenti che hanno ricevuto in ritardo uno degli ultimi smartphone top di gamma dell’azienda dopo averlo acquistato grazie ai pre-ordini.

Il colosso di Mountain View chiede scusa ai suoi utenti che hanno ricevuto in ritardo il proprio Google Pixel (qui la recensione) o Google Pixel XL (qui la recensione) offrendo un buono del valore di 50 dollari americani utilizzabile per l’acquisto di qualsiasi contenuto presente nel Play Store.

Big G ha provveduto all’invio dei suddetti buoni tramite mail e, anche se la notizia non riguarda direttamente il nostro Paese in quanto gli smartphone di casa Google non sono ancora disponibili all’acquisto, è possibile valutare positivamente questo gesto che dimostra un’attenzione sempre più meticolosa verso i propri utenti.

Cosa ne pensate?

L’articolo Google offre 50 dollari di sconto sul Play Store a chi ha ricevuto il Pixel in ritardo è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Google offre 50 dollari di sconto sul Play Store a chi ha ricevuto il Pixel in ritardo

Huawei conferma i motivi per cui si è tirata fuori dal progetto Google Pixel

google_pixel_xl_tta2

google_pixel_xl_tta2

Huawei ha di fatto prodotto per Google l’ultimo Nexus top di gamma (Huawei Nexus 6P), di conseguenza era in “pole position” per far parte del progetto Google Pixel; alla fine invece, a produrre i nuovi smartphone per Big G è stata HTC, ma per quale motivo l’azienda cinese si è chiamata fuori? Al riguardo oggi è intervenuto Colin Giles, vice presidente di Huawei Consumer Business Group.

Avevamo già parlato delle possibili motivazioni a inizio ottobre e oggi abbiamo un’ulteriore conferma: semplicemente a Huawei non andava a genio che il suo marchio non comparisse in alcun modo, né sullo smartphone né sul nome dello stesso; la casa cinese non ha voluto agire senza alcun riconoscimento visibile dei suoi sforzi per la produzione dei dispositivi. Alla fine la “scelta” è ricaduta quindi su HTC, brand che infatti non compare in alcun modo su Google Pixel (recensione) e Pixel XL (recensione).

Questa divergenza non sembra aver comunque minato i buoni rapporti tra Huawei e Google: nel 2017 potrebbe infatti essere rilasciato un nuovo prodotto (un tablet con Andromeda?), presumibilmente con il marchio in bella vista, ma per il momento non ci sono molte informazioni.

Secondo voi Huawei ha perso una buona opportunità o ha fatto bene a non sottostare alle richieste di Big G? Diteci la vostra.

L’articolo Huawei conferma i motivi per cui si è tirata fuori dal progetto Google Pixel è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Huawei conferma i motivi per cui si è tirata fuori dal progetto Google Pixel

Google lancia 6 nuovi video Pixel Tips dedicati ai nuovi utenti Android

google_pixel_xl_tta3

google_pixel_xl_tta3

Google Pixel e Pixel XL sono stati da molti definiti come gli iPhone di Google, e le ragioni a supporto di questa definizione ci sono indubbiamente; di certo Google con questi nuovi dispositivi ha in mente di catturare l’attenzione anche di utenti restati fin’ora lontani dal mondo Android. Ma come rendere il loro passaggio al robottino il più comodo e veloce possibile?

Con Pixel Tips, dei brevi video pubblicati da BigG per spiegare in modo semplice alcune azioni basilari: ecco dunque come sbloccare il dispositivo utilizzando l’impronta digitale, ritrovare un dispositivo perso, utilizzare il risparmio della batteria, creare un hotspot WiFi, richiedere supporto e usare la geolocalizzazione.

I nuovi video sono 6 e sono realizzati per essere visionati al meglio proprio da smartphone, e si aggiungono a quelli che già potevate trovare sul sito dedicato di Google; che ne pensate di quest’idea? Se state valutando di passare a Google Pixel XL, avete visto il nostro confronto con iPhone 7 Plus?

L’articolo Google lancia 6 nuovi video Pixel Tips dedicati ai nuovi utenti Android è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Google lancia 6 nuovi video Pixel Tips dedicati ai nuovi utenti Android

Google spiega perché Nexus 5X e Nexus 6P non godranno delle gesture dei Pixel nel sensore delle impronte

sensore-impronte-pixel

sensore-impronte-pixel

Se siete in possesso di un Nexus 5X o di un Nexus 6P potreste essere rimasti un po’ seccati dal fatto che le nuove gesture introdotte da Google nei nuovi Pixel tramite il sensore per le impronte digitali non arriveranno nei precedenti dispositivi; il fastidio potrebbe essere ancora maggiore se si pensa che Nexus 6P monta lo stesso sensore per le impronte di Google Pixel e Pixel XL.

Ian Lake, Developer Advocate in Google, ha cercato di chiarire la situazione, mettendo a tacere sul nascere le voci che già parlavano di un “handicap” deciso a tavolino per penalizzare i vecchi Nexus; a quanto pare, infatti, il problema sarebbe la versione del firmware del sensore: come detto da Lake, lo stesso hardware non significa propriamente le stesse capacità.

Ciò ovviamente non renderebbe impossibile – almeno in linea teorica – implementare le gesture anche in Nexus 6P, magari lavorando ad un aggiornamento del firmware, ma di certo bisogna considerare il confine tra la teoria e la pratica.

Cosa ne pensate voi? Speravate che Google aggiungesse le nuove gesture anche nei vecchi Nexus?

L’articolo Google spiega perché Nexus 5X e Nexus 6P non godranno delle gesture dei Pixel nel sensore delle impronte è stato pubblicato per la prima volta su Tutto Android.

Continua la lettura di Google spiega perché Nexus 5X e Nexus 6P non godranno delle gesture dei Pixel nel sensore delle impronte