Archivi categoria: Copertina

Auto Added by WPeMatico

Life is Strange 2, trailer di lancio

Manca solo una settimana all’uscita di Life is Strange 2. Il primo episodio della serie si intitola Roads e sarà disponibile dal prossimo 27 settembre in digitale su Pc, PS4 ed Xbox One. Square Enix e DontNod hanno pubblicato il trailer di lancio.

Quindi è tutto pronto per l’inizio della storia che vedrà protagonisti Sean e Daniel Diaz, due fratelli che vivono nella periferia di Seattle.

Dopo un tragico evento sono obbligati a scappare dalla polizia e il loro rapporto verrà messo alla prova dai pericoli che dovranno affrontare per strada e dalla manifestazione di un potere soprannaturale che non capiscono e non riescono a controllare completamente.

La stagione, suddivisa in 5 episodi, seguirà Sean e Daniel nel corso di un anno, mentre vanno da Seattle in Messico. Il viaggio è lungo e i fratelli non sono per niente preparati, dato che dovranno partire con pochissimi soldi e gli oggetti che Sean aveva con sé al momento del tragico evento.

Per sopravvivere potranno rubare o fare la cosa giusta e proseguire senza i beni di prima necessità essenziali per il viaggio. In ogni caso, cosa imparerà Daniel dalle azioni di Sean? Ora che Sean è completamente responsabile per il suo fratellino più piccolo, si renderà conto che le sue decisioni potranno cambiare per sempre la vita di entrambi…

L’articolo Life is Strange 2, trailer di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Life is Strange 2, trailer di lancio

Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto

Si chiama The Motorcycle Encyclopedia ed è il nuovo trailer di Ride 3 che Milestone ha pubblicato poco fa. Con l’occasione, il team milanese ha ufficializzato qualche dettaglio importante. La nuova data di lancio: il gioco slitta al 30 novembre, inizialmente era previsto per giorno 8 novembre. Naturalmente su Pc, PS4 ed Xbox One.

Gli sviluppatori hanno spiegato di voler del tempo supplementare per affinare ulteriormente il gioco.

Ed inoltre hanno diffuso la lista delle moto che saranno presenti in gioco. Si potrà scegliere tra oltre 240 modelli. Questi, come si nota sul trailer, sono suddivisi in diverse categorie.

Naked & Heritage – l’ideale per chi vuole avere il vento fra i capelli, ma con stile.

2 strokes – il suono acuto e malinconico dello sprint “vecchia scuola”, ancora oggi nel cuore di tanti biker.

Vintage Bike – per chi ama le due ruote, non c’è niente di meglio che guidare un pezzo di storia del motociclismo. Bisogna conoscere il passato, per apprezzare al meglio le novità che ha in serbo il futuro!

Maxienduro – una delle novità di RIDE 3, il mezzo perfetto per andare ovunque (e più veloce degli altri).

Supermotard – ad ogni curva una scarica di adrenalina. Grazie ai tracciati dedicati con sezioni off road, sarà possibile sfruttare al meglio la potenza di questi mostri a ruote liscie.

Sportbikes – le regine della pista, aggressive e velocissime. Sono incluse anche le moto di alcuni dei team più importanti del campionato BSB (British Superbike), come Anvil Hire TAG Racing Yamaha, il Bournemouth Kawasaki, o il Be Wiser Ducati con cui Shane Byrne ha vinto gli ultimi due campionati.







La nuova data di lancio, posticipata di qualche giorno, permetterà agli sviluppatori di rifinire al meglio ogni dettaglio, in modo da garantire agli appassionati un’eccellente esperienze di gioco a partire dal day 1.

Ride è uno dei più amati franchise di Milestone, una vera e propria enciclopedia delle due ruote che in questo ultimo capitolo segna importanti passi avanti sia in termini di estetica che di esperienza di gioco. Il passaggio ad Unreal Engine ha permesso notevoli miglioramenti, con panorami fotorealistici e un comportamento dei veicoli ancor più fedele agli originali.
La modalità carriera è stata completamente rinnovata e permetterà ai giocatori di progredire con maggiore libertà, scegliendo la tipologia di moto che preferiscono. Una personalizzazione che in Ride 3 viene portata all’estremo, con oltre 500 pezzi meccanici su cui è possibile intervenire per adattare la moto al proprio stile, e il nuovo Editor di Livree, grazie al quale sarà possibile creare un look unico per la propria moto e condividerlo con la community.

ECCO LA LISTA COMPLETA

 

Aprilia RS 125 R 1998
Aprilia RSV Mille Tuono 2004
Aprilia Tuono V4R APRC ABS 2014
Aprilia Tuono V4R Factory 2015
Aprilia RSV 1000 R 2003
Aprilia RSV 1000 SP 2000
Aprilia RSV 1000 R 2009
Aprilia RSV4 APRC ABS 2014
Aprilia RSV4 RR 2015
Aprilia RSV4 RF 2015
Aprilia RS 125 1999 – 2005
Aprilia RSV4-RF Team: Nuova M2 Racing 2017
Benelli Tornado 2006 – 2012
Bimota Tesi 3D Race Cafe 2016
Bimota Tesi 3D 2014
Bimota DB9 Brivido S 2014
Bimota Tesi 1D ES 1992
Bimota SB8K 2000
Bimota DB8 2014
Bimota BB3 2014
BMW R Nine T 2015
BMW R 1200 R 2015
BMW S 1000 R 2016
BMW S 1000 RR 2015
BMW S 1000 XR 2017
BMW S 1000 RR
Team: NRT48
2017
BMW S 1000 RR HP4
Team: Tyco BMW Motorrad Racing
2017
Cagiva Mito 1992
Ducati Scrambler Icon 2015
Ducati Monster 696 2014
Ducati Hypermotard SP 2015
Ducati Streetfighter 848 2014
Ducati Monster 1200 S 2014
Ducati 748 1998
Ducati 916 1994
Ducati 848 2008
Ducati 998R 2002
Ducati 999R 2006
Ducati 899 Panigale 2015
Ducati 1098R 2008
Ducati 1299 Panigale S 2015
Ducati 851 1988 – 1990
Ducati 888 SP5 1992 – 1993
Ducati Monster 900 1993 – 2002
Ducati 1299 Superleggera 2017
Ducati 1199 Panigale R
Team: Be Wiser Ducati
2017
Ducati Panigale V4 2017
Energica Eva 2015
Energica Ego 2014
Gilera SP02 1990
Honda NSR 125R 1992
Honda NSR 250R 1995
Honda CRF 450R Supermoto Special 2016
Honda CB650F 2015
Honda CB600F Hornet 2006
Honda CB900F Hornet 2002
Honda CB1000R ABS 2015
Honda CBR600RR 2004
Honda CBR600RR 2009
Honda CBR600RR 2015
Honda RVF750 RC45 1994
Honda CBR900RR Fireblade 1995
Honda VTR1000 SP1 2001
Honda VTR1000 SP2 2006
Honda CBR 1100XX Super Blackbird 1997
Honda CBR1000RR / Fireblade 2005
Honda CBR1000RR / Fireblade SP 2014
Honda CBR1000RR / Fireblade SP 2015
Honda CBR300R 2017
Honda CBR 900RR 2002 – 2004
Honda CBR 1000 SP2 2017
Honda CB 1100 EX 2017
Honda CBR1000RR Fireblade
Team: Honda Endurance Racing
2017
Honda CBR1000RR
Team: Honda Racing
2017
Horex VR6 Black Edition 2016
Husqvarna FS 450 2015
Husqvarna 401 Svartpilen 2015
Kawasaki KR-1S 250 1990
Kawasaki KL SM 450 F 2015
Kawasaki W800 2015
Kawasaki Z1000 2014
Kawasaki ZRX1200 2006
Kawasaki Ninja ZX 6R 2004
Kawasaki Ninja ZX 6R 2008
Kawasaki Ninja ZX 6R 636 2014
Kawasaki ZX-R 750 1989
Kawasaki GPZ 900R Ninja 1989
Kawasaki ZX 7RR 1996
Kawasaki Ninja ZX 10R 2006
Kawasaki ZZR1400 2015
Kawasaki Ninja ZX 10R 2016
Kawasaki Ninja H2 2015
Kawasaki Ninja 300 2017
Kawasaki ZX-6R Ninja 2005 – 2006
Kawasaki ZX-6R Ninja KRT Edition 2017
Kawasaki ZX-10 RR 2017
Kawasaki Ninja ZX-10R 2004-2005
Kawasaki Team SRC Kawasaki 2017
Kawasaki Ninja ZX 10R
Team: Bournemouth Kawasaki
2017
KTM 390 R 2014
KTM 450 SMR 2015
KTM Duke 690 R 2017
KTM 990 Super Duke R 2014
KTM 1190 RC8R 2014
KTM Super Duke GT 2017
KTM 1290 Super Duke R 2017
KTM 1190 RC8R Track 2017
Lightning Lightning LS 218 2014
Magni Giappone 52 1995
Magni Australia 98 1994
Magni Filo Rosso Naked 2015
Moto Guzzi V7 II Special 2016
Moto Guzzi V9 Bobber 2016
Mr Martini Ducati Flashback II 2015
Mr Martini Ducati Peace Sixty 2 2016
MV Agusta Brutale 675 2014
MV Agusta Rivale 800cc 2014
MV Agusta Brutale 800 2016
MV Agusta Brutale 1090 RR 2014
MV Agusta F3 675 2014
MV Agusta F3 800 2014
MV Agusta F4 750 1998
MV Agusta F4 1000S 2006
MV Agusta F4 1000 Senna 2006
MV Agusta F4 RR 2014
MV Agusta Turismo Veloce 800 Lusso 2016
MV Agusta F4 1000
Team: Team Laguna
2017
Norton V4 1200 2017
Norton Dominator SS 961cc 2017
Paton S1-R Lightweight 2017
Sartorie Meccaniche Tuono 2015
Sartorie Meccaniche Saetta 2015
Suter 500 mmx 2017
Suzuki RGV 250 1995
Suzuki RMZ 450 2015
Suzuki RG 500 1987
Suzuki GSR 750Z 2015
Suzuki GSX-R600 2014
Suzuki GSX-R 750 1985
Suzuki GSX-R 750RR LE 1989
Suzuki GSX-R 750 SRAD 1998
Suzuki TL1000R 1998
Suzuki GSX-R 1000 K5 2005
Suzuki GSX-R1000 2014
Suzuki RG 125F Gamma 1992 – 1993
Suzuki GSX-R 600 2017
Suzuki GSX-R 1000R 2017
Suzuki GSX-R 600 2008 – 2010
Suzuki GSX-R 1000 2001 – 2002
Suzuki GSX-R1000 Racing Version
Team SERT
2017
Suzuki GSX-R1000
Team: Bennetts Suzuki
2017
TM SMX Supermotard Competizione 2015
Triumph Street Twin 2016
Triumph Brat Tracker 2016
Triumph Scrambler 2016
Triumph Thruxton R 2016
Triumph Bonneville T120 2016
Triumph Street Triple RX 2015
Triumph Speed Triple 955i 2004
Triumph Speed Triple R 2014
Triumph Daytona 675 2009
Triumph Daytona 675R 2014
Triumph Daytona 955i 2005
Triumph Tiger Sport 2016
Yamaha TZR 125 R 1994
Yamaha TZR 250 R 1994
Yamaha RD 500 V4 1985
Yamaha XSR700 ABS 2015
Yamaha MT07 2015
Yamaha MT09 2014
Yamaha MT09 Street Rally 2014
Yamaha MT10 ABS 2016
Yamaha XJR1300 2006
Yamaha XJR 1300 2015
Yamaha YZF-R6 2015
Yamaha FZR 750 R OW 01 1989
Yamaha YZF-R1 1998
Yamaha YZF-R7 1998
Yamaha YZF-R1 2002
Yamaha YZF-R1 2014
Yamaha YZF-R1 2015
Yamaha R3 2017
Yamaha YZF-R6 2017
Yamaha YZF-R1 2007 – 2008
Yamaha SCR950 Scrambler 2017
Yamaha YZF-R1
Team: GMT 94 Yamaha Racing Team
2017
Yamaha YZF-R1
Team: Anvil Hire TAG Racing Yamaha
2017
Honda 500cc – Hailwood 1966
MV Agusta 500cc Three – Agostini 1969
Yamaha 500cc OW26 – Agostini 1975
Paton 500cc Bicilindrica 1969
Aprilia RS 250 – Racing Modify 2001
Honda NSR 250R – Racing Modify 1995
Kawasaki KR-1S 250 – Racing Modify 1990
Suzuki RGV 250 – Racing Modify 1995
Yamaha TZR 250 R – Racing Modify 1994
Yamaha MT10 ABS 2016
KTM 1290 Super Duke R 2017
Aprilia Tuono V4 Factory 2015
BMW S 1000 R 2016
MV Agusta Brutale 1090 RR 2014
Ducati Streetfighter 848 2014
MV Agusta Brutale 800 2016
Triumph Speed Triple R 2014
KTM 990 Super Duke R 2014
Kawasaki Z1000 2014
Honda VTR1000 SP1 2001
Aprilia RSV 1000 R 2003
Suzuki GSX-R 750 SRAD 1998
Kawasaki ZX 7RR 1996
Yamaha YZF-R7 1998
Ducati 916 1994
Bimota SB8K 2000
Ducati 1299 Panigale S 2015
Aprilia RSV4 RR 2015
Yamaha YZF-R1M 2015
BMW S 1000 RR 2015
Bimota BB3 2014
Kawasaki Ninja ZX 10R 2016
MV Agusta F4 RR 2014
Suzuki GSX-R1000R 2017
Honda CBR1000RR / Fireblade SP2 2017
KTM 1190 RC8R 2014
Ducati Panigale V4 – Racing Modify 2018
MV Agusta F3 675 2014
Triumph Daytona 675R 2014
Kawasaki Ninja ZX 6R 636 2014
Yamaha YZF-R6 2017
Honda CBR600RR 2015
Suzuki GSX-R600 2014

L’articolo Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ride 3 ha una nuova data d’uscita, svelata la lista delle moto

Fifa 19, trailer di lancio L’Ora dei campioni

EA Sports ha pubblicato la versione estesa del trailer su Fifa 19 intitolato L’Ora dei Campioni. È sostanzialmente la clip di lancio per il gioco calcistico che debutterà il prossimo 28 settembre su Pc, PS4, Xbox One e Switch.

Nel video un’anticipazione delle grandi sfide tra le squadre più prestigiose d’Europa per la conquista della Champions League.
A contendersi il titolo più ambito, oltre a Ronaldo, Neymar e Dybala, anche le glorie del passato come Ronaldo de Lima, Steven Gerrard e Alessandro Del Piero.

Avete già letto le nostre prime impressioni sulla demo uscita la settimana scorsa? Ne abbiamo esaltato l’utilizzo delle marcature e l’applicazione delle tattiche mentre abbiamo avuto qualche dubbio su alcune cose ma complessivamente ci è sembrato un ottimo titolo che quest’anno avrà la serie A su licenza e la Champions League. Fatevi un’idea sui calciatori più forti di Fifa 19, ruolo per ruolo, nei maggiori campionati europei grazie al nostro speciale che racchiude le valutazioni dei top player di serie A, Premier League, Liga e Bundesliga.

Spazio ai riflessi filmati che durano un paio di minuti. Buona visione.

L’articolo Fifa 19, trailer di lancio L’Ora dei campioni proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Fifa 19, trailer di lancio L’Ora dei campioni

NBA 2K Playgrounds 2 ha una data di lancio

Nba 2K Playgrounds 2 debutterà a metà del prossimo mese. Il publisher 2K ha ufficializzato oggi che il titolo sarà disponibile su Pc, PS4, Xbox One e Switch a partire dal 16 ottobre.

Il gioco avrà in copertina: Julius “Dr. J” Erving, Kevin Garnett, Karl-Anthony Towns e Jayson Tatum. NBA 2K Playgrounds 2 aumenta l’energia con nuovi giocatori, campetti e mosse.

Presenti al lancio oltre 300 atleti – inclusi Michael Jordan, Kobe Bryant e Kareem Abdul-Jabbar– mentre altri 200 arriveranno dopo l’uscita.

  • Il gioco avrà 10 nuovi campetti, inclusi: Washington D.C., St. Louis, Seoul e Australia.
  • In aggiunta. il titolo presenterà 100 nuove mosse speciali tra le quali: la schiacciata dalla linea del tiro libero di Michael Jordan, la finger roll di George Gervin’s Iceman e l’auto alley-oop di LeBron James.
  • Personalizzabili inoltre giacche, magliette, pantaloncini, calze e scarpe.
  • La colonna sonora avrà tracce di artisti della caratura di Run The Jewels, Oddisee e DJ Premier.
  • Le modalità di NBA 2K Playgrounds 2 permetteranno di giocare da solo, con amici, o contro il resto del mondo. La modalità Playgrounds Championship presenta una lega competitiva internazionale, la
  • Stagione single-player invece ricrea l’esperienza di un’intera stagione regolare più i playoffs.
  • Ci sono anche partite online da 4 giocatori, partite in co-op contro l’intelligenza artificiale, gare dei 3 punti e molto altro ancora.

L’articolo NBA 2K Playgrounds 2 ha una data di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di NBA 2K Playgrounds 2 ha una data di lancio

Fifa 19, prime impressioni sulla demo

Una delle sfide più importanti per gli sviluppatori è quella di rinnovare ed offrire sempre nuovi spunti su giochi a cadenza annuale. La serie Fifa ne è un fulgido esempio. Il calcio secondo EA Sports viene visto e rivisto ogni 12 mesi (così come fanno i “rivali” di Konami con Pes) in ogni serie. Partendo dal fatto che la perfezione non esista, si punta ogni anno a migliorare ed a rifinire, ad offrire uno spunto per far si che valga la pena acquistare un titolo che costa i suoi soldi.

Fifa 19 uscirà il 28 settembre ma da un paio di giorni è uscita l’attesissima demo del gioco calcistico firmato da EA Sports. Assaggio utile per fare un discreto riscaldamento. Diciamolo subito: i contenuti sono esigui ed è meglio concentrarci sul gameplay che sarà senza dubbio protagonista della versione finale del gioco.

Ecco quindi le nostre prime impressioni sulla base di quello che abbiamo provato (divertendoci).

TIME FINISHING ED ALTRE NOVITA SUL CAMPO

Ad un primo acchito, Fifa 19 non sembra essere troppo distante dal predecessore che tanto ha ben fatto. Il gameplay però ci mostra subito che dovremo imparare nuovamente alcune particolarità per godere al meglio del nuovo episodio.

Troviamo quindi il Time Finishing che ad ora è una grossa novità dal punto di vista pratico. Dà un po’ più di pepe alle finalizzazioni sotto porta. In sostanza premendo una seconda volta il tasto del tiro aggiungeremo precisione e pericolosità alla nostra botta a rete ma tutto deriverà dal tempismo.
La speranza per il futuro è che questa caratteristica non renda troppo arcade il gioco. A livelli di difficoltà elevanti il Time Finishing è comunque più difficile che vada a buon fine anche perché non è sempre facile trovare il tempo per la seconda pressione sul tasto.
Abbiamo arroccato molti palloni in curva o cestinato azioni favorevoli chiedendoci anche il perché avessimo premuto nuovamente il “dannato pulsante”. E questo è capitato con giocatori di livelli mondiale come quelli presenti nelle squadre della demo. Siamo ansiosi di inventare nuovi improperi con i giocatori della versione finale quando potremo scegliere squadre piccole con valutazione da mezza stella e guardare verso l’infinito (ed oltre) dei piedi a banana.

La nostra prova ha evidenziato altro, però. Sensazioni contrastanti sia pure molto positive. Da un lato molto positive perché oggettivamente le azioni sono molto interessante, la loro costruzione più perniciosa ma altrettanto spettacolare è a tratti esaltante. Sono alternate giocate splendide ad errori clamorosi. E questo vale per tutti e 22 i giocatori in campo.

Il sistema di passaggi è più profondo grazie all’Active Touch System che dona ulteriore realismo nel movimento con cui si calcia il pallone rendendo ogni tocco diverso e dando ancora più profondità al gameplay. Difficile trovare passaggi uguali e c’è bisogno di maggiore precisione per fare una ragnatela che avvolga gli avversari. Le partite sono così più equilibrate e tendenzialmente sarà difficile effettuare il “tiki-taka” o provare a dettare legge col possesso palla. Si, può fare senza dubbio sia con la squadra ed i calciatori adatti, sia con la pratica assidua.

Una cosa che ci è sembrata evidentissima è l’efficacia delle tattiche da applicare quando si gioca, quelle – per intenderci – che si attivano con i tasti della crocetta sinistra. Si attivano i soliti menu ma è possibile attivare più tattiche contemporaneamente. Il pressing è applicato in modo eccellente e questo contribuisce ulteriormente a dare realismo alle partite. Non è cieco, ma ben calcolato al punto che difficilmente troveremo buchi in difesa ed altrettanto difficilmente saremo scoperti. Eliminata inoltre l’opzione “attacco totale” che rende meno suicide anche le opzioni più spregiudicate.

 

Qualcosa che ci ha fatto un po’ pensare, invece, è la fisica. Per carità, molto interessante ma in questa demo abbiamo notato alcune sbavature ed abbiamo avuto alcuni flashback di Fifa 12. Ricordate il Player Impact che si dava profondità alla fisica degli impatti in quel gioco ma che in diverse occasioni creava scontri quanto meno irrealistici e comici? Bene, con tutte le dovute proporzioni del caso, a volte abbiamo visto a scontri tra calciatori non proprio ortodossi senza ovviamente allarmare nessuno. È soltanto una nostra sensazione. Probabilmente nella versione finale del gioco questo sarà un ricordo ma abbiamo avuto questa visione, ripetiamo dovuta ad alcuni impatti non troppo esaltanti ma non tanto plateali come l’edizione di diversi anni fa.

Inoltre i portieri ci sono sembrati poco attenti sui calci d’angolo. Puntuali nelle uscite il più delle volte ma difficilmente bloccano il pallone. Cosa diversa, invece, per quanto riguarda le azioni. Fanno il loro dovere anche in modo spettacolare ma è sui cross che nutriamo qualche dubbio.

Trovare la via della rete, comunque, non sarà semplice. Una sfida rinnovata che a noi abbiamo raccolto.

CHAMPIONS LEAGUE ED UN ASSAGGINO DEL VIAGGIO

 

Parliamo dei contenuti di questa demo. Questo assaggio ci permette di respirare l’aria della Champions League facendoci giocare amichevoli come se fossero partite dei gironi della manifestazione tornata in Fifa dopo oltre 10 anni.

Troveremo gli stadi agghindati con tanto di inno e grafica della manifestazione. Nella versione finale, l’opzione partita veloce permetterà anche di disputare altri tipi di partite come le finali di coppa (presumibilmente le competizioni nazionali), ed altri tipi di partite oltre alla semplice amichevole.

Giocheremo anche un mini segmento de Il Viaggio con Alex Hunter andato al Real Madrid che assiste ai sorteggi di Champions (tanto per rimanere in tema). Si potrà giocare uno spezzone di partita col Manchester United in uno dei tanti scenari che ci ritroveremo nuovamente ma prima dovremo fare un torello con giocatori mica da ridere: Modric, Marcelo e soci.

In questa modalità, la versione finale, ci farà giocare anche con Danny Williams, l’amico rivale (ma almeno sincero) di Alex e la sua sorellastra, Kim Hunter suggerendoci che per un altro anno sarà presente il calcio femminile e siamo curiosi di vedere cosa sarà aggiunto alla sezione “rosa” di Fifa 19.

SEMPRE BELLO DA VEDERE E DA ASCOLTARE

Un flash sul comparto tecnico che amplieremo nella recensione. Fifa 19 è sempre un piacere da vedere e da ascoltare. Graficamente in questa demo abbiamo notato alcuni cali di framerate ed alcuni difetti di compenetrazione soprattutto nelle scene di intermezzo (allenatori e pubblico) secondarie.

Per il resto è il solito Fifa con i giocatori famosi riconoscibili nelle movenze in tutte le inquadrature. Il tutto viene esaltato nei primi piani con Ronaldo, Pogba, Ribery, ed altri big davvero impressionanti così come gli effetti stadio. Ma questa non è una novità. Potremmo soprassedere sul sonoro ma la telecronaca inglese è davvero ben fatta. Sarebbe bello che anche quella italiana fosse di tal livello. Vedremo. Ottimi i cori del tifo, come sempre.

COMMENTO FINALE

La demo di Fifa 19 è stata molto attesa anche perché si tratta di uno degli appuntamenti videoludici dell’anno… ovviamente assieme all’uscita del gioco calcistico.  Questo assaggio ci propone dieci squadre da provare in partite dei gironi di Champions League. Troviamo anche un pizzico della modalità Il Viaggio con Alex Hunter. È possibile provare qualche nuovo giochino di allenamento.

Dal punto di vista del gameplay, troviamo il titolo sempre stimolante. Sensazioni positive con qualche piccolo dubbio. L’incognita del Time Finishing e di alcuni impatti tra i giocatori è sopita dal fatto che le tattiche funzionano in modo stupendo ed il pressing è efficace: non  si sarà più avvolti dai passaggi avversari. Almeno non sempre. E proprio i passaggi sono cambiati in meglio dando ancora più realismo. I portieri sono di buonissimo livello ma sui cross di qualunque tipo li vediamo ancora un po’ indecisi. Crediamo che nella versione finale tutto sarà limato. Siamo curiosissimi e non vediamo l’ora di scendere in campo per l’inizio del campionato secondo EA Sports.

PREGI: Time Finishing può portare pepe. Sistema passaggi ci è piaciuto molto. Le tattiche applicate funzionano alla grande. Pressing intelligente. Gameplay sempre interessantissimo. Graficamente molto bello. Atmosfera di Champions. Telecronaca inglese ed effetti stadio splendidi.

 

 

DIFETTI: Lo stesso Time Finishing lo dobbiamo finire di comprendere. Alcuni impatti non sono perfetti. Alcuni difettucci nelle scene di intermezzo. Qualche calo di framerate sparso.

 

L’articolo Fifa 19, prime impressioni sulla demo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Fifa 19, prime impressioni sulla demo

Assetto Corsa Competizione, Prime Impressioni Early Access

Assetto Corsa stupì tanti appassionati grazie alla sua cura maniacale per i dettagli e la grande fedeltà che propone. Forti di questo successo e di tanta esperienza positiva, Kunos Simulazioni ha quindi iniziato una nuova avventura sempre nell”’universo” Assetto Corsa per continuare un filo conduttore importante.

Il 21 febbraio scorso, il team italiano ed il publisher 505 Games hanno annunciato Assetto Corsa Competizione e da allora ogni notizia, ogni aggiornamento sul progetto è sempre stata fonte di tanta curiosità da parte nostra e soprattutto di un pubblico sempre più competente e, al tempo stesso, più folto memore di quanto ben fatto dal team con il gioco precedente.

Giusto ricordare un dettaglio: il nuovo titolo sarà il videogioco ufficiale del prestigioso campionato Blancpain GT Series mentre dal punto di vista tecnico c’è da segnalare la presenza dell’Unreal Engine 4 per sfruttare all’ennesima potenza la tecnologia Laserscan che riproduce al millimetro vetture e piste.

Già questo dà spessore ad Assetto Corsa Competizione che giovedì scorso, 13 settembre 2018, ha iniziato il suo lungo cammino in early access su Steam. Questa prima build, alla quale ne seguiranno tante altre che aggiungeranno i contenuti e livelleranno il gameplay, costa 24,99 euro ma c’è un piano di aggiornamenti maggiori che prevede sei tappe principali nelle quali verranno aggiunti contenuti, caratteristiche, opzioni ed altro. E nel frattempo, il prezzo arriverà a 49,99 euro in prossimità della versione “finale” del gioco.

Di contenuti, al momento, non ce ne sono tantissimi: si può provare la Huracan GT3 su un solo tracciato, il Nurburgring in diverse condizioni climatiche. Possiamo effettuare giri veloci, una gara di prova e poco altro.

Si punta quindi più sul gameplay come perno della produzione mentre per i contenuti ne parleremo più avanti.

Ecco, dunque, le nostre prime impressioni su Assetto Corsa Competizione. Buona lettura.

GAMEPLAY SCALABILE CHE PREMIA LA GUIDA PULITA

La licenza Blancpain GT impone diversi standard normativi ufficiali della GT3 FIA. Questo comporta diversi accorgimenti per migliorare la fisica e renderla quanto più verosimile alla controparte reale.

Sono già presenti una miriade di opzioni sulla guida per quanto riguarda l’assetto aerodinamico del nostro bolide, nonché la presenza degli aiuti. Quest’ultimi sono fondamentali per i neofiti e rendono l’impatto non traumatico. Già perché il gameplay è decisamente votato all’ultra realismo.
Senza se e senza ma. E lo si nota anche guidando in diverse situazioni ambientali. Di giorno, di notte ma soprattutto sull’asciutto e nelle diverse condizioni di pioggia, il titolo ci impone di essere sempre attenti alla guida. Sul bagnato le insidie si moltiplicano e la nostra condotta in pista deve essere sempre la più pulita possibile: del resto siamo chiamati a vestire casco e tuta da pilota Blancpain, non è mica OutRun.







Il primo impatto col gameplay è senza dubbio positivo ma al tempo stesso impegnativo. Guidare con tutti gli aiuti (controllo di stabilità, visualizzazione della traiettoria ideale e così via) non garantisce il risultato e comunque ci sarà bisogno di qualche giro per prendere confidenza con il nostro bolide e conoscere il celebre Nurburgring.

Ma se in condizioni di asciutto la situazione si può gestire senza grossi grattacapi, la vera e propria sfida sta nel mantenersi in pista sotto l’acqua. I vari gradi presenti (pioggia leggera, media, battente e monsone) influiscono non poco nella fisica. Anzi, la stravolgono come è normale che sia. Subentra l’acqua e le sue varianti fisiche. I tempi sul giro si alzano inevitabilmente ed è difficile evitare i fuoripista che non solo fanno perdere tempo ma potrebbero anche essere puniti. I regolamenti ufficiali sono rigidi e non permettono furberie o escamotage per tagliare la pista, né tanto meno le uscite che in prova ufficiale comportano l’annullamento del tempo sul giro veloce costringendoci a riprovare successivamente.

Di contro, disabilitando i vari aiuti, e smanettando sui vari settaggi potremo sperimentare diverse soluzioni per trovare la configurazione che più ci aggrada. Troviamo tre tipi di assetti base: Aggressivo, Sicuro, Bagnato, più quello corrente. Si può agire su diversi aspetti: Penumatici, Elettronica, Strategia, Grip Meccanico, Ammortizzatori ed Aero. Al loro interno le varie componenti da modificare per trovare la giusta alchimia tra il proprio stile, la vettura ed il tracciato.

Si può personalizzare tutto ciò che serve e questo va naturalmente ad incidere sulle prestazioni e sulla risposta del nostro bolide.

In corsa, c’è il vero divertimento con gli avversari che al momento sono piuttosto aggressivi ma pensiamo che a tal proposito gli sviluppatori possano sempre limare questo comportamento anche in virtù delle novità che saranno approntate.

È chiaro che per godersi al meglio questo primo scorcio di gameplay sia utile un buon volante con pedaliera. Fa il suo dovere in pieno il joypad ma la reattività migliore è senza dubbio con la prima opzione. E per aiutarci ulteriormente, le diverse visuali hanno delle opzioni personalizzabili per modellare il campo visivo e delle informazioni che vengono illustrate sull’interfaccia che se attivate offrono preziosi dettagli come ad esempio la pressione fatta sui freni.

Dicevamo che Assetto Corsa Competizione punta a far di noi dei piloti… e bisogna quindi tenere conto di tutti i particolari. Dicevamo della guida pulita, niente contatti in pista, sorpassi puliti, linee fluide, niente tagli o uscite di pista. Tutto questo si ottiene con concentrazione e perizia… nonché con olio di gomito ma i risultati poi sono soddisfacenti.
A quel punto si potrà anche disattivare buona parte degli aiuti. Un pilota deve effettivamente controllare tutto anche il consumo degli pneumatici, tenere conto delle convergenze, delle temperature ambientali e dell’asfalto e così via. Se si vorrà far bene nella Blancpain GT bisognerà imparare a familiarizzare con tutto questo ed a padroneggiarlo.
E bisognerà avere resistenza: i tempi delle gare variano da un’ora di quelle della Sprint Cup fino alla giornata intera di una delle competizioni endurance per eccellenza: la 24 Ore di Spa, evento, peraltro, che ha fatto da sfondo alla presentazione della build del gioco a fine luglio.

CICLO GIORNO/NOTTE, PIOGGIA, SCINTILLE ED E’ GIA’ SPETTACOLO

Parliamo velocemente dell’aspetto tecnico del gioco. Per ora, come ormai arcinoto, Assetto Corsa Competizione non offre tantissimi contenuti. In questa primissima fase è possibile provare un giro veloce, una gara con un massimo di 20 vetture in pista, alcune sessioni di prova.

Tuttavia, il risultato visivo è molto promettente. Possiamo correre in tutte le ore del giorno (ed anche accelerare il tempo durante le nostre performance in pista e vedere il passaggio dal buio alla luce natruale e viceversa). È già presente il ciclo giorno/notte mentre il clima dinamico deve essere ancora implementato. Poco male: si può scegliere se scendere in pista in condizioni di asciutto o vari gradi di pioggia.



Il Nurburgring è spettacolare così come sostanzialmente tutto il comparto visivo. Gli interni della nostra Huracan, gli effetti luce ed ombra nonché la pioggia e tutto il resto ci sembra già a buon punto. È uno spettacolo per gli occhi. Correre col buio della notte e con i fari del nostro bolide e vedere man mano il cielo schiarire per al nascere del sole è quasi commovente. Sicuramente romantico e con una resa stupenda. Sul bagnato il tutto si complica ma è dannatamente affascinante da vedere. Sicuramente l’Unreal Engine 4 ha fatto la sua parte nei giochi di luce, negli effetti particellari come le scintille e nella fluidità. Pochissime le indecisioni anche quando vediamo il sole filtrare dalle fronde degli alberi che accerchiano il famoso circuito tedesco.

Non mancano anche alcune sequenze introduttive e di intermezzo. Queste sono molto buone ma manca qua e la qualche piccolo ritocco. Cose di poco conto, di facile miglioramento in futuro e con calma.

Al momento, ma questa è un’incognita, i danni visibili alle vetture non sono implementati. Resta da capire se in futuro li vedremo ma è un fattore che potrebbe dipendere dagli accordi con i vari costruttori, restii a mostrare le loro creature incidentate.

Per quanto riguarda il comparto sonoro è ancora presto per un commento ampio. Troviamo un solo brano ma la vera colonna sonora, al momento, è il rombo del motore al momento. Il cambio di marcia, le frenate, le uscite di pista con la ghiaia sotto il telaio. Tutto questo è reso molto bene. Aspettiamo di mettere le mani su altri modelli.

COMMENTO FINALE

La prima versione dell’early access di Assetto Corsa Competizione ci offre un assaggio piccolo ma molto gustoso. Succulento. Pochissimi contenuti ma già ben realizzati. Il modello di guida punta a far di noi dei piloti e quindi è piuttosto restrittivo. Bisogna fare attenzione a tutto ma è possibile utilizzare gli aiuti per iniziare a prendere confidenza.

Il modello di guida è molto realistico con le diverse differenze di stili di guida su asciutto e bagnato e con modifiche che alterano le prestazioni in positivo o negativo.

Sull’asciutto tutto i santi aiutano, maggiore attenzione per la guida sul bagnato che richiede più studio, prudenza e concentrazione come è normale che sia. Solo il tempo ci dirà se Assetto Corsa Competizione sarà effettivamente adatto a tutti. Sicuramente agli appassionati che potranno sbizzarrirsi nelle tante opzioni per modificare i setup. I neofiti possono aiutarsi con i suggerimenti e con una gestione più leggera delle componenti.

Tecnicamente, il lavoro di Kunos Simulazioni, offre già un quadro confortante. Se lo standard di Assetto Corsa Competizione è questo e siamo sicuri che lo sarà ed anzi sarà migliorato, il futuro non può che essere roseo.

Resta da capire quali altri contenuti saranno implementati nell’opzione Carriera che dovrebbe essere il fiore all’occhiello della produzione oltre, ovviamente, alla licenza Blancpain GT Series che sarà rappresentata con la riproduzione del campionato. Proprio sui contenuti, dando un’occhiata al programma degli aggiornamenti, una tappa importante sarà il 10 ottobre: saranno aggiunte una  vettura nuova (la Bentley Continental GT3), il circuito di Misano, il supporto alla Realtà Virtuale ed altre caratteristiche. Ma in sostanza se siete fan di Assetto Corsa, conviene fin da ora investire la somma richiesta.

PREGI: Qualitativamente offre standard molto alti fin da ora. Tecnicamente ha spunti impressionanti. Modello di guida adattabile a molte esigenze. Realismo molto accentuato. Correre sul bagnato è molto realistico.

 

DIFETTI: Ancora pochissimi contenuti. Alcuni contorni grafici migliorabili.

 

L’articolo Assetto Corsa Competizione, Prime Impressioni Early Access proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assetto Corsa Competizione, Prime Impressioni Early Access

Cyberpunk 2077, Night City fu progettata con Sim City

È ancora vivo l’incredibile dettaglio visto nel video di gameplay di Cyberpunk 2077 pubblicato qualche settimana fa. Protagonista assoluto  è stato anche il dettaglio di Night City che farà da sfondo a tutto questo ben di Dio.

Mike Pondsmith, il creatore del gioco da tavolo Cyberpunk 2020, ha fatto una rivelazione interessante al Pax West 2018. Il design originale di Night City è stato realizzato utilizzando SimCity per Apple II. Una vera e propria chicca riportata su VG247.

Ponsmith ha raccontato:

Lo realizzai su Apple II e pensai ‘quanto posso rovinare questa cosa?”. Night City si è evoluta perché volevo avere una città in cui le persone che non conoscevano nulla di Cyberpunk potessero davvero capire come fosse quel mondo. È progettato su quello che io definisco il principio di Disneyland. Se lo guardi c’è un territorio cinese, uno giapponese, uno in mano alla Mafia, il settore corporativo. È anche studiato piuttosto bene. Un motivo per cui Night City è interessante in Cyberpunk 2077? La metropoli è straordinariamente dettagliata. Sai cosa sta accadendo, non solo dove ti trovi; quali gang si stanno muovendo, quali sono le notizie, chi gestisce la politica, chi sono le persone importanti. Quando metti nelle mani di un team come CD Projeckt Red così tante informazioni, quelle stesse informazioni vengono utilizzate. Con le modifiche apportate per Cyberpunk 2077, Night City è un posto dannatamente divertente.

E Night City sarà grande oltre ad essere pullulante di attività e personaggi. Si avrà la sensazione di girare per una città di dimensioni reali così come svelato qualche giorno fa da Patrick Mills, quest designer del gioco.

Detto questo attendiamo ulteriori novità sul gioco che uscirà su Pc, PS4 ed Xbox One ancora in data ignota.

L’articolo Cyberpunk 2077, Night City fu progettata con Sim City proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Cyberpunk 2077, Night City fu progettata con Sim City

Shadow of the Tomb Raider debutta oggi in tutto il mondo

Oggi è il gran giorno di Shadow of the Tomb Raider. Per la gioia di milioni di appassionati di tutto il mondo. Il nuovo capitolo della serie che vede protagonista l’iconica Lara Croft è disponibile da oggi su Pc, PS4 ed Xbox One a firma di Square Enix, Eidos Montreal e Crystal Dynamics.

Per celebrare la pubblicazione, il publisher ha diffuso uno spettacolare trailer di lancio che sottolinea il viaggio emozionante che aspetta i giocatori mentre vivono il punto di svolta della vita della protagonista della serie.

Ecco il trailer di lancio:

Dan Chayer-Bisson, game director di Eidos-Montréal ha detto:

Ho fatto parte del reboot dall’inizio del progetto ed è così gratificante aver aiutato a guidare la serie nel corso degli anni. Shadow of the Tomb Raider rappresenta qualcosa di speciale per tutti i fan della serie, sia per chi gioca a Tomb Raider per la prima volta, sia per i fan di lunga data. Io e il team siamo molto fieri di quello che abbiamo creato e speriamo che i giocatori in qualsiasi parte del mondo apprezzino il momento di svolta della vita di Lara Croft.




Il capo di Eidos-Montréal, David Anfossi, ha sottolineato:

Con Shadow of the Tomb Raider i giocatori assistono a un’esperienza impegnativa e imprevista che spingerà Lara Croft oltre i suoi limiti. Siamo fieri del lavoro svolto e credo che questo gioco sia il modo perfetto per concludere l’incredibile finale della storia delle origini di Lara Croft.

In Shadow of the Tomb Raider, Lara dovrà sopravvivere alle mortali insidie della giungla, esplorare tombe spaventose e affrontare il suo momento più buio. Nel suo tentativo di scongiurare l’apocalisse Maya, Lara diventerà la Tomb Raider che tutti conosciamo.

L’articolo Shadow of the Tomb Raider debutta oggi in tutto il mondo proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Shadow of the Tomb Raider debutta oggi in tutto il mondo

Diablo III Eternal Collection debutta su Switch il 2 novembre

Gli amanti degli action gdr possessori di Switch possono cominciare a fare il conto alla rovescia. Diablo III Eternal Collection sarà disponibile per la loro console a partire dal prossimo 2 novembre.

Lo ha annunciato Blizzard. Chi vuole può già effettuare da oggi un preordine digitale per Switch tramite il Nintendo eShop. Il prezzo è di 59.99 euro.

Giocabile in eterno e continuamente in evoluzione, Diablo III offre sfide e avventure infinite e l’Eternal Collection include tutte le funzioni, le migliorie e gli aggiornamenti che sono stati aggiunti al gioco, uscito originariamente più di 6 anni fa su Pc, finora.
Oltre a farsi strada nell’epica campagna della storia che li porterà dal Paradiso Celeste agli Inferi Fiammeggianti e oltre, i giocatori possono ottenere ricompense in Modalità Avventura che prevede obiettivi sempre nuovi nelle varie zone del gioco. Diablo III: Eternal Collection comprende anche le Stagioni, una modalità di gioco ricorrente che incoraggia i giocatori a creare nuovi personaggi, ottenere ricompense esclusive e conquistare il proprio posto in classifica schiacciando orde di demoni.

Mike Morhaime, CEO e cofondatore di Blizzard Entertainment ha commentato:

I cancelli degli Inferi si apriranno di nuovo e non vediamo l’ora che i giocatori di Nintendo Switch si uniscano alla battaglia. Che combattano valorosamente da soli o con gli amici, i nuovi eroi di Sanctuarium troveranno infinite avventure e infiniti tesori con l’uscita di Diablo III: Eternal Collection il 2 novembre.

PECULIARITA’ DELLA EDIZIONE SWITCH

L’Eternal Collection è stata pensata per sfruttare al massimo la flessibilità e la versatilità della console Nintendo Switch, che i giocatori usino il Joy-Con o un Pro Controller. In puro spirito della serie di Diablo, gli appassionati avranno a disposizione numerosissime opzioni per ripulire Sanctuarium in cooperativa: fino a quattro giocatori possono cimentarsi insieme, condividendo lo schermo di una sola console Nintendo Switch, collegando le console wireless o mediante il servizio in abbonamento Nintendo Switch Online.

L’espansione Reaper of Souls ha introdotto i possenti crociati, la modalità Avventura ripetibile all’infinito e una serie di altre iconiche funzioni, come i Varchi dei Nefilim, ricchi di bottino. Nel 2017, Ascesa del Negromante ha reintrodotto una delle classi preferite dai giocatori fin dai tempi di Diablo II, potenziando i giocatori con il macabro potere di sangue e ossa.

Tutto questo è incluso in Diablo III: Eternal Collection per Nintendo Switch, oltre a oggetti esclusivi per questa piattaforma, come il completo cosmetico di Ganondorf, ispirato all’iconico antagonista della serie The Legend of Zelda.

L’articolo Diablo III Eternal Collection debutta su Switch il 2 novembre proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Diablo III Eternal Collection debutta su Switch il 2 novembre

È uscita la demo di Fifa 19 su PS4, Xbox One e Pc

La demo di Fifa 19 è disponibile da qualche minuto su PS4, Xbox One e Pc. EA Sports, come da annuncio, ha pubblicato la versione dimostrativa che pesa 7,48GB e può essere scaricata dagli store digitali, PS Store, Xbox Store ed EA Origin.

Sarà possibile avere un assaggio del gioco che debutterà in versione completa il prossimo 28 settembre anche su Switch.

Intanto questa prova permette agli appassionati calciofili di testare le novità del gameplay che sono state annunciate in precedenza come l’Active Touch, la Finalizzazione e le Tattiche Dinamiche, giocare amichevoli con la modalità Calcio di inizio, godere di qualche scampolo della modalità Il Viaggio: Campioni con protagonista Alex Hunter nonché avere un assaggio della Champions League che torna dopo un decennio abbondante nella serie di EA Sports.

Qui i link per scaricare la demo:

PS4

Xbox One

Pc

La demo Fifa 19 permette inoltre di scegliere tra dieci squadre. Tra queste anche la Roma con la quale EA Sports ha stabilito una partnership di due anni.

  • Juventus,
  • Real Madrid,
  • Manchester United,
  • Manchester City,
  • Bayern Monaco,
  • Paris Saint-Germain,
  • Atlético Madrid,
  • Borussia Dortmund, 
  • A.S. Roma 
  • Tottenham. 

Ricordiamo che quando uscirà, Fifa 19 includerà anche tutta la serie A Tim che tornerà in grande stile ed avrà tutto su licenza, incluso il pallone nonché le divise.

L’articolo È uscita la demo di Fifa 19 su PS4, Xbox One e Pc proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di È uscita la demo di Fifa 19 su PS4, Xbox One e Pc

The Bard’s Tale IV: Barrows Deep, trailer di lancio

Il 18 settembre si avvicina ed inXile Entertainment ha pubblicato il trailer di  lancio di The Bard’s Tale IV: Barrows Deep, nuovo capitolo della serie ruolistica iniziata negli anni ’80.

Vediamo un po’ di gameplay di questo gdr hardcore che ha una impostazione classica. Il video fa una panoramica mostrando il sistema di combattimento, dei dialoghi, scorci di esplorazione ed altro. Il quarto capitolo della saga promette anche oltre quaranta ore di gioco.

Tra cinque giorni, gli utenti Pc potranno godere di The Bard’s Tale IV: Barrows Deep mentre le versioni PS4 ed Xbox One arriveranno successivamente ma in data non ancora annunciata.

Spazio al trailer che dura due minuti. Buona visione.

L’articolo The Bard’s Tale IV: Barrows Deep, trailer di lancio proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Bard’s Tale IV: Barrows Deep, trailer di lancio

Scatta l’early access per Assetto Corsa Competizione

Giro di prova per Assetto Corsa Competizione. Come da annuncio, il gioco ufficiale della prestigiosa Blancpain GT Series debutta oggi in accesso anticipato su Steam al prezzo di 24,99 euro.

Il titolo firmato da Kunos Simulazioni e 505 Games si mostra in questo nuovo video he celebra l’early access sulla nota piattaforma digitale di Valve appannaggio degli utenti Pc.

Kunos ci riprova dopo lo straordinario successo ottenuto con Assetto Corsa, videogioco che ha ridefinito gli standard del genere delle simulazioni automobilistiche e che è stato protagonista della Carrera Cup Italia eSport organizzata da Porsche Italia ed AK Informatica.

Assetto Corsa Competizione nasce dall’esperienza maturata da Kunos Simulazioni e punta a sfruttare al meglio le caratteristiche dell’Unreal Engine 4 garantendo grafica e condizioni atmosferiche fotorealistiche, gare in notturna e animazioni in motion capture. La simulazione fedele del comportamento degli pneumatici e i nuovi modelli aerodinamici, ancora più evoluti rispetto al passato, consentono il raggiungimento di nuovi livelli di riferimento in termini di realismo di guida.

Il titolo offre la possibilità di vivere in prima persona l’atmosfera del Campionato omologato FIA GT3, gareggiando con i piloti, i team, le vetture ufficiali e i circuiti riprodotti con estrema accuratezza. I giocatori potranno correre, con il massimo livello di realismo, tutte le gare Sprint, Endurance e 24 Ore del Campionato, disponibili sia in modalità singola che multigiocatore.










Inoltre, a partire da oggi, a cadenza mensile, verranno pubblicati aggiornamenti sempre più completi del gioco, introducendo nuove auto e circuiti, fino a coprire il 60% circa dei contenuti della versione finale (1.0), la cui pubblicazione è prevista entro il primo trimestre 2019. Quest’ultima, oltre a includere i rimanenti circuiti e vetture della stagione attualmente in corso. introdurrà le modalità carriera e campionato.

Nel corso dell’Estate 2019, sarà rilasciato un aggiornamento gratuito per tutti gli utenti, contenente l’aggiornamento alla stagione ventura del campionato Blancpain GT Series.

IL PREZZO

Acquistare il gioco entro i primi due aggiornamenti permetterà ai più fedeli appassionati di accedere progressivamente a tutti i contenuti di Assetto Corsa Competizione a un prezzo (24,99 euro). In seguito all’uscita di ulteriori update, come da calendario prestabilito consultabile anche sul sito ufficiale, il prezzo sarà portato a 34,99 euro con il terzo aggiornamento (previsto per il 14 novembre) e raggiungerà infine il valore di 44,99 euro il 16 gennaio, prezzo valido anche per la versione finale.
Tutti coloro che amano la licenza Assetto Corsa hanno quindi la possibilità, sostenendo sin dalle fasi iniziali il programma di accesso anticipato, di collaborare all’affinamento del gioco e di pagarlo quasi la metà, ottenendo i medesimi contenuti di chi deciderà di acquistarlo più avanti.

L’articolo Scatta l’early access per Assetto Corsa Competizione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Scatta l’early access per Assetto Corsa Competizione

Soulcalibur VI, Cervantes fa parte del gioco

Dopo un leak di qualche giorno fa arriva la conferma ufficiale. Bandai Namco ha annunciato la presenza di Cervantes in Soulcalibur VI con un trailer e con tante immagini.

Il pirata fantasma sarà tra i protagonisti giocabili del nuovo capitolo della serie picchiaduro ad incontri all’arma bianca in arrivo su Pc, PS4 ed Xbox One il prossimo 18 ottobre.

Quando Cervantes ha impugnato Soul Edge, il potere della spada maledetta lo ha trasformato in un mostro e lo ha manipolato a tal punto da fargli creare un regno di carneficine. Presto però i piani della spada sono stati sventati da un ninja e un lottatore. Cervantes è stato sconfitto, consumato dal fuoco dell’inferno e ridotto in cenere.
Un giorno, il nuovo possessore della spada, Nightmare, è andato a investigare sui resti di Cervantes e se ne è andato senza accorgersi del piccolo barlume di luce emesso dal suo corpo. Soul Edge, una volta ancora, ha rimesso in modo la terribile ruota del destino e riportato indietro Cervantes dalla morte.

Dopo la sua resurrezione, Cervantes è tornato più avido di anime che mai e il suo scopo ultimo è chiaro: impugnare ancora una volta Soul Edge.



































L’articolo Soulcalibur VI, Cervantes fa parte del gioco proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Soulcalibur VI, Cervantes fa parte del gioco

Fifa 19, ecco i migliori 10 calciatori

Un evento molto atteso e che ormai fa parte dell’attesa di Fifa negli ultimi anni è scoprire quali siano le valutazioni dei migliori calciatori. EA Sports ha appena svelato la top ten presente in Fifa 19 che, ricordiamo, farà il suo debutto il prossimo 28 settembre.

Neppure a dirlo, in vetta alla classifica Cristiano Ronaldo, uomo copertina di FIFA 19 e grande protagonista di questa stagione della Serie A, e Lionel Messi, entrambi con una valutazione di 94.

Li tallona Neymar, asso del Paris Saint-Germain e della Seleção brasiliana con un rating di 92. Seguono con rating di 91 le stelle del Real Madrid Luka Modrić e Sergio Ramos, i belgi di Manchester City e Chelsea De Bruyne e Hazard, l’attaccante blaugrana Luis Suárez e il portiere del Manchester United De Gea.

Chiude la Top Ten il centrocampista dei blancos Toni Kroos con un rating di 90.

CLASSIFICA

  1. Cristiano Ronaldo(Juventus) – 94
  2. Lionel Messi(Barcellona) –  94
  3. Neymar Jr(Paris Saint-Germain) – 92
  4. Luka Modrić(Real Madrid) – 91
  5. Kevin De Bruyne(Manchester City) – 91
  6. Eden Hazard(Chelsea) – 91
  7. Sergio Ramos(Real Madrid) – 91
  8. Luis Suárez(Barcellona) – 91
  9. David De Gea(Manchester United) – 91
  10. Toni Kroos(Real Madrid) – 90.

Nella classifica dei cento giocatori più quotati, oltre a Cristiano Ronaldo, anche altri gli campioni della Serie A tra cui Chiellini Dybala (89), Higuain, Handanovic Insigne (88), HamsikImmobile e Icardi (87). Questa la pubblicheremo nelle prossime ore.

L’articolo Fifa 19, ecco i migliori 10 calciatori proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Fifa 19, ecco i migliori 10 calciatori

Milan Games Week 2018, si alza il sipario sui tornei PG Esports

L’ottava edizione di Milan Games Week in programma dal 5 al 7 ottobre prossimi a Fiera Milano Rho si avvicina a grandi passi e arricchisce di contenuti grazie a importanti novità.

È stato svelato, infatti, il fitto calendario di appuntamenti targati PG Esports, il brand che gestisce tutti i progetti esport del Campus Fandango Club che animeranno la PG Arena all’interno del Radio 105 MGW Esportshow.

Saranno tre giorni di fuoco per gli appassionati di videogiochi competitivi che potranno popolare lo scenografico anfiteatro con megaschermi LED e oltre 1.000 posti a sedere per assistere a sfide ed esibizioni su Fortnite, ormai un vero cult per i più giovani, all’University Esports Masters, alle finalissime del Red Bull Factions e all’Intesa Sanpaolo Hearthstone Cup.

Il fenomeno degli esports sta crescendo in maniera esponenziale nel nostro paese – come conferma anche il primo Rapporto sugli Esports in Italia, realizzato quest’anno da AESVI, secondo cui ogni settimana circa un milione di persone segue più di un evento dedicato ai giochi elettronici competitivi – e per questo motivo il consumer show videoludico più importante d’Italia presenterà quest’anno una nuova area di circa 16 mila metri quadrati per dare la possibilità agli appassionati del genere di seguire dal vivo spettacolari tornei nazionali e internazionali all’interno di due arene curate da ESL e PG ESPORTS. Milan Games Week 2018 si svilupperà quindi su tre diversi padiglioni – 8, 12 e 16 – per una superficie complessiva di circa 50 mila metri quadri di puro divertimento per tutte le tipologie di gamer.

Le iniziative targate PG Esports

Venerdì 5 ottobre la PG Arena sarà tutta dedicata a Fortnite che, con più di 125 milioni di giocatori in tutto il mondo, è il fenomeno dell’anno e sta cambiando letteralmente l’industria videoludica. PG Esports ha in serbo un’esperienza di gaming indimenticabile che coinvolgerà, insieme a Radio 105, alcuni dei maggiori influencer italiani, tra cui Giorgio “Pow3R” Calandrelli dei Fnatic.

Sabato 6 ottobre, invece, la PG Arena ospiterà un evento dedicato agli University Esports Masters, il torneo universitario nato dalla collaborazione tra Francia, Italia, Portogallo, Spagna e Regno Unito in cui i migliori giocatori competitivi di 15 Paesi si contendono il titolo europeo. La giornata si aprirà con un match di League of Legends che vedrà uno tra i migliori team europei universitari sfidare i campioni italiani di University Esports Series (UES), l’iniziativa con cui PG Esports coinvolge la community universitaria italiana nel panorama competitivo degli esport europei. Nella stessa giornata, appuntamento con la gran finale dell’Intesa Sanpaolo Hearthstone Cup.

Nella PG Arena, 16 fra i migliori giocatori italiani del videogioco di carte da collezione  Hearthstone, si contenderanno il titolo italiano e un montepremi di 6 mila euro. Un torneo live dal sapore fantasy, che sta attualmente vedendo gareggiare i giocatori di tutto il Paese all’interno delle filiali di nuovo layout della banca, rinnovate nel segno dell’apertura e della condivisione degli spazi. Nuovi sfidanti potranno accedere alla finale del 6 ottobre grazie al Last Chance Qualifier, che si terrà il 5 ottobre presso l’area di Intesa Sanpaolo del Radio 105 MGW Esportshow.

Domenica 7 ottobre, a chiudere la Milan Games Week 2018 targata PG Esports, la finalissima della terza edizione del Red Bull Factions, il torneo di League of Legends che vede scontrarsi le fazioni composte dai migliori atleti esport italiani: il Team Forge sarà chiamato a difendere il titolo italiano davanti a una folla di appassionati in uno scontro a eliminazione diretta che li vedrà confrontarsi con Outplayed, iDomina Esports e il team MOBA invitato da Red Bull.

Per un approfondimento delle iniziative che animeranno la PG Arena è possibile visitare il sito ufficiale della manifestazione www.milangamesweek.it Dettagli sulla ESL Arena saranno disponibili a breve.

L’articolo Milan Games Week 2018, si alza il sipario sui tornei PG Esports proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Milan Games Week 2018, si alza il sipario sui tornei PG Esports