Archivi categoria: Copertina

Auto Added by WPeMatico

Golden Joystick Awards 2018, vince Fortnite

Il 2018 sta avviandosi alla conclusione e cominciano le grandi manifestazioni riepilogative. Una di questa è senza dubbio il Golden Joytick Awards. L’vento che si è tenuto ieri a Londra, nato nel 1983 e giunto alla sua trentaseiesima edizione, ha premiato le migliori produzioni di quest’anno.

Ad aggiudicarsi il prestigioso alloro di gioco dell’anno è Fortnite che sfrutta la sua formula Battle Royale ed il fatto di essere free-to-play. Il titolo di Epic Games è ormai un fenomeno ed una macchina da soldi.

Fortnite ha vinto la concorrenza di titoli come Assassin’s Creed Odyssey, Call of Duty: Black Ops 4, il favoritissimo Red Dead Redemption 2, Celeste, Dead Cells, God of War, Monster Hunter: World, Spider-Man, Forza Horizon 4, Dragon Quest XI: Echi di un’era perduta, Intro the Breach e Subnautica. Fortnite si è aggiudicato anche la categoria Miglior Gioco Competitivo.

Bisogna segnalare God of War, in grado di vincere quattro premi (Storytelling, Design Grafico, PlayStation ed Audio). Volendo anche cinque visto il riconoscimento a Santa Monica, che ha sviluppato il gioco, come miglior Studio dell’anno.  È il titolo con più riconoscimenti in questa edizione della prestigiosa kermesse.

A Red Dead Redemption 2 “solo” un riconoscimento, quello della critica. Un risultato che sorprende anche in vista dei prossimi The Videogame Awards mentre a Hidetaka Miyazaki il premio alla carriera. Cyberpunk 2077, infine, è il titolo più atteso.

Ecco la lista dei vincitori tratta da Gamingbolt.

VINCITORI 2018

  • Gioco dell’Anno – Fortnite
  • Miglior Storytelling: God of War
  • Miglior Gioco Competitivo: Fortnite Battle Royale
  • Miglior Gioco Cooperativo: Monster Hunter World
  • Miglior Visual Design: God of War
  • Miglior Gioco Indie: Dead Cells
  • Miglior Audio: God of War
  • Still playing: World of Tanks
  • Miglior Performer: Bryan Dechart (Connor from Detroit Become Human)
  • Miglior Gioco Esports: Overwatch
  • Studio dell’anno: SIE Santa Monica
  • Miglio Gioco VR: Skyrim VR
  • Miglior Gioco Mobile: PlayerUnknown’s Battlegrounds
  • Gioco Pc dell’anno: Subnautica
  • Gioco PlayStation dell’anno: God of War
  • Gioco Xbox dell’anno: Forza Horizon 4
  • Gioco Nintendo dell’anno: Octopath Traveler
  • Breakthrough Award: Unknown Worlds (Subnautica)
  • Most Wanted Game: Cyberpunk 2077
  • Critic’s Choice Award: Red Dead Redemption 2
  • Premio alla Carriera: Hidetaka Miyazaki
  • Outstanding Contributions: Xbox adaptive controller.

L’articolo Golden Joystick Awards 2018, vince Fortnite proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Golden Joystick Awards 2018, vince Fortnite

The Sims 4, il dlc Nuove Stelle invade il mondo di gioco

Nuove Stelle è l’ultima espansione, in ordine di tempo, di The Sims 4. Il titolo di Electronic Arts e Maxis si fa ancora più grande, più intenso e ricco di contenuti grazie al nuovo dlc che è disponibile da oggi per Pc e Mac.

Con The Sims 4 Nuove Stelle i videogiocatori possono vedere i propri Sims realizzare i più ambiziosi sogni di gloria, trasformandosi in celebrità di primissimo piano e vivendo nuove emozionanti carriere nel mondo dello spettacolo, fino a diventare chef o musicisti di fama internazionale. E non è finita qui.

I Sims possono vestire le ultime collezioni degli stilisti più acclamati e partecipare ai party mondani più attesi nelle ville tra glamour e sfarzo, con water d’oro e capsule per il sonno, nel nuovo mondo “splendente” di Del Sol Valley.

Vediamo il trailer di lancio.

Dopo una carriera tutta nuova nella recitazione, si può arrivare alla vera svolta, diventando una star grazie ad un ruolo da protagonisti in una serie tv, in uno spot o in un film di guerre tra pirati. E se si cerca il successo in un altro modo, ce n’è per tutti.
Grazie all’aggiunta delle nuove funzioni, i Sims possono inseguire la gloria come influencer o sfondare in qualunque settore preferiscano.  I videogiocatori possono aiutare i propri Sims ad emergere dall’anonimato allo status di Celebrità guadagnando Punti Fama e sbloccando nuovi vantaggi e migliorando la loro immagine pubblica con il nuovo Reputation System. Qualunque sia la loro aspirazione, i Sims riceveranno un trattamento da autentici VIP, trovandosi gomito a gomito con gli idoli dei giovani di tutto il mondo e dovendo sorridere ai paparazzi, guadagnandosi così l’adorazione dei fan più incalliti, vicini o lontani.

In The Sims 4 Nuove Stelle i videogiocatori potranno addirittura incontrare la versione Sim della star del pop e dei social Baby Ariel, che all’interno del gioco si esibirà dal vivo con canzoni nella lingua dei Sims e sfilerà sullo Starlight Boulevard.

Grant Rodiek, senior producer, ha detto:

The Sims 4 Nuove Stelle dà ai videogiocatori la possibilità divivere gli alti e bassi delle carriere di chi ha raggiunto il successo, imprevedibile e inaspettato. Con le nuove carriere nel cinema, i Sims possono ottenere i ruoli da protagonisti nel mondo dello spettacolo, o raggiungere l’apice del successo in qualunque settore scelgano. Le opportunità sono infinite! Il nostro team ha lavorato sodo per soddisfare i nostri appassionati, che aspettavano questa espansione da tempo. Non vediamo l’ora di raccontare le nuove emozionanti avventure dei Sims di Del Sol Valley!

Il mondo nuovo di zecca di Del Sol Valley è una città fatta di sogni sulla strada verso la fama e il successo. Dall’abitare in un modesto appartamento a Mirage Park a una lussuosa villa sulle colline di The Pinnacles, è questo il luogo dove i sogni diventano realtà.

I Sims possono arricchire le loro nuove dimore con arredi moderni, accessori placcati oro e casseforti per i loro beni più preziosi. Inoltre, i videogiocatori possono far accrescere la fama dei propri Sims convertendoli in icone della moda, trendsetter e influencer dell’universo fashion.

I Sims più celebri potranno addirittura vedersi intitolato un diamante sullo Starlight Boulevard. Essere ricchi e famosi può essere imprevedibile: anche se i videogiocatori con i loro Simoleons potessero ottenere l’impossibile, i loro Sims non vorrebbero mai tornare indietro dopo aver assaggiato il gusto del successo.

L’articolo The Sims 4, il dlc Nuove Stelle invade il mondo di gioco proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Sims 4, il dlc Nuove Stelle invade il mondo di gioco

One Piece World Seeker, tanti dettagli

Video, immagini e tanti dettagli inediti per One Piece World Seeker che arriverà sul mercato il prossimo 15 marzo su Pc, PS4 ed Xbox One.

Bandai Namco ha svelato tante novità sul gioco. Oltre a poter attraversare lo sconfinato mondo usando le capacità acrobatiche del frutto Gom Gom di Rufy, sono state presentate le sue due principali modalità di azione (Haki).

La prima, la Arm Haki, basata sulla pura potenza, consente a Rufy di sfoderare una forza schiacciante contro i suoi avversari. Mentre la seconda, la più particolare Observation Haki, consente a Rufy di rallentare il tempo e migliorare le sue abilità furtive con attacchi silenziosi e la capacità di vedere attraverso le pareti.

Il video di gioco offre un’anteprima dello Schema delle abilità e delle meccaniche di Creazione/Cucina. Completando le missioni e progredendo nel gioco, Rufy otterrà punti abilità che consentiranno ai giocatori di potenziare i suoi poteri e capacità tramite lo Schema delle abilità per adattarsi meglio al proprio stile di gioco.

È possibile accedere alla creazione tramite Usopp o Franky, due membri della ciurma dei Pirati di Cappello di Paglia di Rufy, che potranno usare gli oggetti trovati da Rufy nel mondo per creare nuovi oggetti ed equipaggiamenti, mentre Sanji potrà cucinare il contenuto dei Portapranzo per gli altri membri, consentendo loro di esplorare le isole e ottenere altri oggetti per i giocatori.

Infine, è stata svelata per la prima volta la potente modalità Gear Fourth di Rufy, che darà accesso a nuove e potenti abilità, ma solo per un breve periodo di tempo.

IMMAGINI






























SVELATA LA COLLECTOR’S EDITION

Inoltre, sempre oggi è stata svelata la Collector’s Edition del gioco, la Pirate King Edition. Oltre a una copia del titolo, questa versione includerà un’esclusiva statuina di Rufy alta 21 cm, una replica del frutto del diavolo Gom Gom, un CD con la colonna sonora originale del gioco composta da Kohei Tanaka, e il Season Pass.

BOUNS PRENOTAZIONI

Prenotando One Piece World Seeker sarà possibile anche accedere a una missione esclusiva che svela i segreti delle rocce misteriose a forma di mostro dell’isola, oltre a due costumi unici, la divisa militare e il costume da bagno di Rufy. Gli utenti PlayStation 4 riceveranno anche un ulteriore contenuto, il tema dinamico dedicato al gioco.

L’articolo One Piece World Seeker, tanti dettagli proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di One Piece World Seeker, tanti dettagli

Underworld Ascendant irrompe su Steam

Underworld Ascendandt irrompe oggi su Steam. Il titolo sviluppato da OtherSide Entertainment è diffuso dal publisher 505 Games ed è disponibile per gli utenti Pc.

Il gioco di ruolo è stato finanziato dalla community grazie ad una grossa campagna Kickstarter che nel 2015 ha permesso agli autori di raccogliere oltre 860.000 dollari centrando l’obiettivo minimo in anticipo. Questo grazie a quasi 14.000 appassionati che hanno offerto il loro contributo.

 

Il titolo offre uno stile dungeon action gdr realizzato dal team indie fondato dal game designer Paul Neurath (Ultima Underworld, Thief) e Warren Spector (System Shock 3, Deus Ex, Epic Mickey), due autorità del genere ruolistico.

I videogiocatori che acquisteranno Underworld Ascendant entro il 21 novembre otterranno in regalo tre contenuti bonus che saranno che potranno essere di grande aiuto nel viaggio attraverso lo Stygian Abyss:

  • Vorpa: una creatura companion, dall’aspetto apparentemente innocuo, che si lancerà all’attacco di tutti i nemici, con un livello molto basso di vita, che si trovano nelle vicinanze
  • Mana Leech: Una creatura companion che assorbe il Mana e lo rifornisce al giocatore quando le sue riserve sono basse
  • Mappa dello Stygian Abyss: Una mappa digitale del leggendario Stygian Abyss che aiuterà i giocatori nell’esplorazione

Scritto e diretto da Joe Fielder (Bioshock Infinite), Underworld Ascendant immergerà i giocatori nella tipica atmosfera fantasy dei primi giochi di ruolo. Come “Ascendant” si sarà convocati nello Stygian Abyss dal misterioso Cabirus per fermare il malvagio Typhon. Per sconfiggerlo sarà necessario superare sfide, scoprire segreti e guadagnarsi i favori di diverse fazioni ottenendo in cambio forza e conoscenza.

Lo Stygian Abyss è un luogo straordinariamente ricco di pericoli e di intrighi, ai giocatori – che saranno i veri e propri autori della loro esperienza – verranno forniti una serie di strumenti da sperimentare per creare soluzioni ingegnose nelle varie missioni che si troveranno a intraprendere.
La storia e il mondo reagiranno dinamicamente alle scelte dei giocatori premiando la creatività. Sarà possibile sfruttare dozzine di diverse abilità combinando skill di combattimento, stealth e magia. Queste, a detta degli sviluppatori, permetteranno di sviluppare uno stile di gioco unico.

L’articolo Underworld Ascendant irrompe su Steam proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Underworld Ascendant irrompe su Steam

The Settlers History Collection debutta oggi

Chi ama The Settlers sarà contento. The Settlers History Collections fa il suo debutto oggi su Windows attraverso uPlay. Lo ha reso noto Ubisoft che alla Gamescom 2018 aveva annunciato la compilation.

Questa collezione include tutti i sette titoli principali della celebre saga di strategia e costruzione, insieme alle rispettive espansioni. Inoltre, ogni capitolo ha ricevuto una serie di aggiornamenti per funzionare con Windows 10 e vari miglioramenti rispetto alle versioni originali.

Sviluppati da Blue Byte e creati da Volker Wertich, i titoli hanno conquistato milioni di giocatori in tutto il mondo, grazie a quella tipica e avvincente esperienza che da sempre definisce la saga. Infatti, ogni gioco richiede di fondare e sviluppare una città medievale creando catene produttive per produrre merci, ma anche esplorando e conquistando nuovi territori.

Ecco il trailer di lancio. A seguire i dettagli sui giochi presenti in questa raccolta.

I CONTENUTI

Tutti i titoli includono dlc, espansioni e, ovviamente, il supporto a Windows 10.

  • The Settlers (1993) History Edition – Torniamo indietro di 25 anni e riviviamo il fascino di questa classica avventura. Questa edizione include il gioco base con alcuni miglioramenti, tra cui diverse opzioni per impostare la velocità di gioco e comandi RTS tradizionali.




  • The Settlers II: Veni, Vidi, Vici (1996) History Edition – Come leader dei Romani, il loro destino è nelle vostre mani. Questa edizione include il gioco base e The Settlers II Mission CD.  Troviamo anche una funzione di salvataggio automatico, il supporto per il 4K e per controller, mouse e tastiera nella modalità schermo condiviso.




  • The Settlers III (1998) History Edition – Una simulazione strategica in cui alcuni operosi coloni devono costruire edifici, produrre merci e conquistare nuovi territori. L’edizione include The Settlers III, The Settlers III Mission CD e il pacchetto di espansione Quest of the Amazons.
    Presenti, una funzione di salvataggio automatico, il supporto per il 4K e il doppio monitor, oltre al multiplayer online tramite Uplay.




  • The Settlers IV (2001) History Edition – Scegliete una delle quattro fazioni giocabili: Romani, Vichinghi, Maya e Troiani, per affrontare la minaccia della Tribù Oscura. Questa edizione include The Settlers IV, The Settlers IV Mission CD e l’add-on The Settlers IV – I Troiani e l’elisir del potere. Tra i miglioramenti si segnalano, una funzione di salvataggio automatico, il supporto per il 4K e il doppio monitor, oltre al multiplayer online tramite Uplay.




  • The Settlers: Heritage of Kings (2005) History Edition – Immergetevi in avvincenti partite di costruzioni e combattimenti in tempo reale, mentre molteplici scenari attendono solo di essere esplorati e colonizzati. Questa edizione include il gioco principale più entrambe le espansioni. Presente il multiplayer online tramite Uplay.




  • The Settlers: Rise of an Empire (2007) History Edition – Costruite fiorenti città in un mondo medievale. Aumentate le ricchezze del tuo impero e passa alla storia come un re leggendario. Include il gioco principale e l’espansione The Eastern Realm.




  • The Settlers 7: Paths to a Kingdom (2010) History Edition – Provate il nuovo mondo di The Settlers, che torna in vita fra foreste e prati rigogliosi. Che siate un colto scienziato, un mercante astuto o un generale coraggioso, dovrete creare un regno davvero prospero con potere e prestigio. Questa edizione include il gioco principale e tutti i dlc disponibili. Segnaliamo l’eliminazione dell’online always.




L’articolo The Settlers History Collection debutta oggi proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di The Settlers History Collection debutta oggi

Spyro: Reignited Trilogy, Recensione

La prima PlayStation è stata certamente una delle console più importanti della storia dei videogiochi, e tra i mille motivi per cui fu tale c’è senz’altro quello di aver visto nascere personaggi che si sarebbero poi affermati definitivamente nel panorama videoludico mondiale, diventando talvolta perfino il simbolo di una generazione di console o di una piattaforma specifica.

E’ il caso di Spyro, il simpatico draghetto inventato da Insomniac Games ai tempi della prima PlayStation, diventato una vera e propria icona dei videogiochi degli anni ’90. Un personaggio amatissimo dal pubblico, che da anni sognava un suo ritorno da protagonista in qualche nuovo videogioco, e che adesso vede in un certo senso soddisfatto questo desiderio grazie a una raccolta, Spyro: Reignited Trilogy a firma di Activision e Toys For Bob.

Questa è vero che contiene i primi tre episodi della saga originale, ma in versioni così ben rifatte per la nuova generazione di console (e in futuro per Pc), da sembrare nuovi. Ma facciamo prima un passo indietro per rinfrescare la memoria dei nostri lettori.

C’ERA UNA VOLTA UN DRAGHETTO VIOLA… 

A circa la metà degli anni ’90,  negli studi di Insomniac Games, Ted Price e i suoi colleghi stavano discutendo su un nuovo progetto per la prima PlayStation, precisamente un platform 3d, visto che il genere sembrava andare forte su quella piattaforma. Il problema era però inventarsi un personaggio che poteva rivaleggiare coi mostri sacri del periodo, risultando subito simpatico al pubblico: Crash Bandicoot di Naughty Dog era uscito appena un anno prima ed era per esempio amatissimo dal pubblico.
Dopo varie bozze, il disegnatore Craig Stitt creò un draghetto verde dall’aspetto carino ma dall’espressione “furba”, carismatico a suo modo. Il soggetto  piacque subito al resto del team di sviluppo, compreso il direttore artistico del progetto, Charles Zembillas, ex Naughty Dog a cui alcuni storici attribuiscono invece il merito dell’idea.

Insomniac Games decise però di modificarne il colore in viola per evitare che il modello poligonale di quello che venne poi ribattezzato Spyro si confondesse con l’erba che ricopriva il terreno di varie aree del gioco, che il tecnico Alex Hasting immaginava grandi e con un ampio campo visivo.  Non a caso realizzò una nuova tecnologia per il rendering dei livelli di dettaglio che consentì al suo gruppo di ridurre il problema del “fogging” che limitava la visione dell’orizzonte nei giochi 3d dell’epoca.

Quando nel 1998 Spyro the Dragon raggiunse gli scaffali fu un vero e proprio trionfo, con 5 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Il pubblico era rimasto ben impressionato da un comparto tecnico di primo livello, da mondi costituiti da zone ampie e spettacolari pieni di segreti da scoprire e vari potenziamenti che rendevano la progressione un po’ meno lineare rispetto ad altri titoli analoghi, e l’ottima giocabilità.

Il piccolo draghetto viola, insomma, aveva conquistato tutti, ragazzini e adulti: si, perché a dispetto delle apparenze, Spyro non era un gioco indirizzato soltanto ai più piccoli e per questo fu un enorme successo, diventando per molti giocatori una specie di mascotte della console Sony. Il franchise si sviluppò così a gran velocità e Insomniac di sequel ne realizzò due, uno all’anno: Spyro 2: Ripto’s Revenge nel 1999 e Spyro 3: Year of the Dragon nel 2000. Entrambi vennero accolti nuovamente bene da critica e pubblico: ma mentre il secondo episodio in linea di massima manteneva un forte legame col predecessore, il terzo Spyro, segnò anche l’addio degli Insomniac Games, seppe andare oltre, con una trama ancora più curata e una serie di personaggi secondari giocabili.

NON UN SEMPLICE RESTYLING 

In Spyro: Reignited Trilogy ritroviamo proprio questi tre episodi, “rifatti” per l’occasione da Toys for Bob: il primo gioco si trova già sul disco, gli altri due devono invece essere scaricati dallo store di PlayStation. La loro edizione non è dissimile da quanto visto in un altro progetto analogo, ovverosia Crash N. Sane Trilogy, con un totale restyling che ha riguardato soprattutto il comparto tecnologico (e non solo quello, come vedremo più avanti). Grazie all’utilizzo dell’Unreal Engine 4, infatti, i tre titoli godono di una grafica ricchissima di elementi, capace di restituire dei mondi da cartone animato tridimensionale fantasy, esaltati da una palette cromatica vivace e da un sistema di illuminazione che ne evidenzia ogni sfumatura.
Il tutto completato da una serie di riusciti effetti ambientali. Ma è soprattutto nei personaggi, anche in quelli secondari, che il team di sviluppo si è superato: Spyro è animato in maniera straordinaria, le sue movenze sono fluide in ogni momento, quando rotola, salta, incorna un nemico o plana lievemente dopo un volo. Allo stesso modo la figura del simpatico draghetto viola è stata ricostruita su un modello che riporta alla mente l’originale, ma che al contempo evidenzia dei tratti somatici più marcati e espressivi.

Lo stesso si può dire per le “spalle” di Spyro e per i nemici, particolarmente curati in ogni dettaglio, al punto che alcuni sembrano un po’ “diversi”  rispetto agli originali.

Attenzione però: il lavoro del team di sviluppo non si è limitato solo a migliorare gli elementi tecnologici dei tre titoli, ma ha riguardato anche altri aspetti come quelli relativi alla narrazione e alla giocabilità, nel tentativo riuscito di colmare quelle lacune che la tecnologia dell’epoca non era in grado di soddisfare.

Ecco quindi che alcuni personaggi, specie gli antagonisti principali, appaiono più definiti anche nella loro personalità, che le storie dei vari episodi risultano più “complete” e logiche nel loro sviluppo, pur mantenendosi ovviamente sul solco di quelle originali, e così via. Perfino gli scenari, al di là della migliore qualità estetica, hanno subito alcuni piccoli ritocchi tali da renderli un tantino meglio strutturati e di certo più vivi, così da garantire una maggiore interazione (emettendo fuoco l’erba si brucia lasciando il terreno spoglio e bruciacchiato, per esempio) e una  progressione nei livelli più fluida e naturale a 30fps. Insomma, Toys for Bob ha davvero svolto un ottimo lavoro rendendo la trilogia quasi un prodotto “nuovo” sotto diversi punti di vista, piuttosto che una mera “operazione nostalgia”.

Prova ne è che perfino i comandi sono stati rivisti, con una nuova mappatura dei controlli che se da un lato tiene conto del passato nella combinazione dei tasti per compiere delle mosse specifiche, dall’altro rende comunque più “maneggevole” Spyro grazie alla disposizione dei comandi.

Adesso, per esempio, si può richiamare tramite touchpad un menu con tutte le statistiche relative all’avventura che il giocatore sta vivendo, compresi i progressi e le sfide completate. C’è poi una mini mappa selezionabile, visibile in basso a sinistra dello schermo, utilissima per potersi orientare, ed è stato implementato il fast travel, per evitare di dover ripercorrere intere aree per tornare in certi livelli, che diventano invece raggiungibili in un attimo. Il risultato finale è una giocabilità ottima, che  nelle tre diverse avventure, simili ma allo stesso tempo diverse tra loro visto che con ogni capitolo evolve come gli originali, mantiene quindi lo stile di un tempo ma presenta quelle piccole quanto utilissime migliorie atte a renderla più fluida e “adatta” ai giorni nostri.

COMMENTO FINALE

Che siate dei “vecchi” e nostalgici videogiocatori desiderosi di rivivere certe emozioni passate o degli appassionati di platform avventurosi in terza persona dove esplorare enormi aree per accumulare gemme, “semplicemente” desiderosi di vivere un’esperienza estremamente divertente, allora non potete lasciarvi scappare Spyro: Reignited Trilogy.

Una trilogia godibile sotto tutti i punti di vista, ottimamente realizzata e dunque immancabile nella raccolta di ogni amante del genere

L’articolo Spyro: Reignited Trilogy, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Spyro: Reignited Trilogy, Recensione

Iniziano oggi le avventure dell’Agente 47 in Hitman 2

L’atteso Hitman 2 fa oggi il suo debutto su Pc, PS4 ed Xbox One. Lo ricordano Warner Bros. ed IO Interactive.

Il nuovo gioco perfeziona l’esperienza da assassino in ambiente sandbox dando agli appassionati una libertà senza precedenti per pianificare e completare le loro missioni, scegliendo in modo creativo strumenti, armi, travestimenti e tecniche furtive, sarà possibile scatenare sequenze di eventi sempre nuove e imprevedibili.

Ecco il trailer di lancio. Buona visione.

 

David Haddad, presidente di Warner Bros. Interactive Entertainment, ha detto:

Siamo entusiasti di aver lavorato con un team tanto talentuoso come i ragazzi di IO Interactive per il lancio di Hitman 2. Il ha un gameplay immersivo, delle modalità di gioco completamente nuove per il franchise e una costante aggiunta di contenuti che sicuramente appassionerà la fanbase, così come i nuovi giocatori.

 Hakan Abrak, CEO di IO Interactive, ha sottolineato:

È sicuramente un momento molto eccitante per noi di IO Interactive e per i giocatori di Hitman sparsi in tutto il mondo. Hitman 2 non è solo un nuovo importante capitolo per noi come studio indipendente, ma è un vero e proprio benchmark che segna il nostro sforzo per creare esperienze AAA davvero uniche. La Feature Un Mondo di Assassini non smetterà mai di metterti alla prova, perché continueremo ad espanderlo verso nuove ambiziose direzioni.

LE LOCATION

Hitman 2 porta i giocatori in un’avventura a livello globale dentro sei intricate location – incluse Hawke’s Bay (Nuova Zelanda), Miami (Florida/U.S.), Santa Fortuna (Colombia), Mumbai (India), Whittleton Creek (Vermont/U.S.) e la misteriosa Isola di Sgàil (Atlantico del Nord) – Ambienti vivi, ricchi di angoli vibranti di vita da esplorare e che offrono ai giocatori la libertà di pianificare l’assassinio perfetto.

MODALITA’

Una grande varietà di nuove funzionalità, upgrade e oggetti sono presenti nel sequel, inclusa una nuovissima modalità multiplayer competitiva 1 contro 1 – la Modalità Fantasma, una modalità online in co-op – Sniper Assassin, il ritorno della amatissima valigetta, un nuovissimo sistema di progressione, l’abilità di sfruttare l’ambiente per nascondersi, il comportamento della folla è stato migliorato, modalità picture-in-picture, dialoghi curati anche per gli accenti, uso strategico degli specchi, combattimento dell’I.A. migliorato, nuovi livelli di difficoltà e tanto altro ancora.
Con l’intero gioco già disponibile al lancio, le location saranno da subito visitabili e utilizzabili per attività post lancio gratuite, incluse Bersagli Elusivi, Escalation, Modalità Contratti e il Pacchetto Sfida.

L’uscita del Bersaglio Elusivo numero 1 con Sean Bean, L’Immortale, è prevista per il 20 novembre e sarà disponibile per 14 giorni. Sarà solo il primo di numerosi contenuti che saranno disponibili post-lancio.

I Bersagli elusivi sono contratti eccezionali ed estremamente rischiosi che rimangono disponibili solo per un periodo limitato di tempo. Tutti i giocatori possono cimentarsi gratuitamente in queste missioni, ma avranno a disposizione solamente un tentativo per cercare di assassinare il bersaglio e portare a termine il contratto. Quando la missione diverrà disponibile, i giocatori dovranno fermare Mark Faba (Sean Bean) prima che riesca a servirsi delle sue abilità di sorveglianza, infiltrazione e demolizione per completare un contratto presso il Global Innovation Racing Event di Miami.

NOVITA’

Hitman 2 include una nuovissima modalità multiplayer competitiva 1 contro 1: la Modalità Fantasma. I giocatori metteranno alla prova le loro abilità da assassini affrontandosi online nei panni dell’Agente 47 e cercheranno di eliminare il maggior numero di bersagli più velocemente e in maniera più pulita dell’avversario usando armi, oggetti, costumi e casse fantasma di rifornimenti ICA come supporto alla missione.

Il titolo, inoltre, introduce nuovi modi di giocare con la modalità Sniper Assassin, una funzionalità separata che aggiunge, per la prima volta nella serie, il gioco cooperativo: due utenti possono collaborare online per eliminare i loro bersagli. Sniper Assassin può essere giocato in solo come Agente 47 o in cooperativa come uno dei due nuovi operativi, Stone e Knight. La prima mappa, ambientata in un lussuoso chateau a Himmelstein, Austria, sarà disponibile per tutti i giocatori, con ulteriori mappe che diverranno disponibili in un secondo momento.

Basato sul consolidato Mondo di Assassini mondo in continua espansione, Hitman 2 continua la storia dell’Agente 47, che deve intraprendere una nuova terribile missione e dare la caccia al Cliente Ombra, rivelando una volta per tutte la sua milizia. Quando 47 scoprirà la verità nascosta nel suo passato, niente sarà più come prima.

Il pacchetto noto come Legacy Pack, guarda al futuro senza scordarsi il passato. Infatti mette a disposizione degli utenti le location del primo capitolo rimasterizzate e potenziate, il tutto per costruire un vero e proprio Mondo di Assassini. Tutte e sei le ambientazioni (Parigi, Sapienza, Marrakesh, Bangkok, Colorado, Hokkaido) sono ora disponibili come contenuti scaricabili (dlc) e comprendono varie e nuove funzionalità direttamente da Hitman 2. Il pacchetto Hitman Legacy Pack sarà disponibile gratuitamente per i possessori del gioco precedente.

L’articolo Iniziano oggi le avventure dell’Agente 47 in Hitman 2 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Iniziano oggi le avventure dell’Agente 47 in Hitman 2

Soulcalibur VI, Recensione

Dopo sei anni di pausa, la serie Soulcalibur si rimette in marcia. Negli ultimi mesi si sono susseguiti gli annunci sui personaggi ed i dettagli, Soulcalibur VI ha fatto il suo esordio pochi giorni, lo scorso 18 ottobre, su Pc, PS4 ed Xbox One.

Bandai Namco punta sul sesto capitolo per rinvigorire una saga nata nel lontano 1996 che, nonostante sia rimasta famosa ed amata non sembra essere riuscita a fare completamente breccia sul grande pubblico. Per l’occasione, il team di sviluppo ed il publisher hanno puntato su alcune novità ed anche “contaminazioni”. Basti pensare alla presenza di Geralt di Rivia, protagonista della trilogia di The Witcher firmata da CD Projekt RED, che campeggia nel roster iniziale dei personaggi di Soulcalibur VI. Che Bandai Namco, publisher anche dell’amatissimo gdr, abbia messo lo zampino? Pare evidente.

Ben due, invece, le modalità storia e molto altro. Ma il nuovo capitolo della saga picchiaduro ad incontri all’arma bianca che verte sulle vicende della malefica spada Soul Edge sarà in grado di farsi amare e di far meglio del quinto capitolo? E soprattutto, permetterà alla serie di continuare a sopravvivere nonostante la concorrenza di titoli come Street Fighter, Mortal Kombat, Dragon Ball, Tekken e simili.

Ecco la nostra recensione della versione Pc. Buona lettura.

DUE MODALITA’ STORIA, TANTE STORIE, TANTI PERSONAGGI

Parliamo subito della storia di Soulcalibur VI che addirittura si dipana in due modalità diverse. La prima si intitola Libra of Soul o, in italiano, Bilancia dell’Anima, ed è decisamente la più lunga. Questa accresce notevolmente la longevità del gioco. Inoltre è quella che ci permette di utilizzare un personaggio da noi editato e di farlo evolvere anche grazie ad uno spruzzo di gdr.

Ne la Bilancia dell’Anima, quindi, dopo aver creato il nostro personaggio grazie all’ottimo editor che ci offre la possibilità di scegliere razza, tratti somatici, acconciatura, stile, armi e così via, andremo in giro per il mondo seguendo in filo conduttore principale. Durante l’avventura sarà possibile anche cambiare aspetto e stili di combattimento a seconda dell’arma che si impugna.

Sarà possibile scegliere alcuni bivi narrativi (una scusa per rigiocare ancora una volta questa modalità ed avere il quadro sempre più completo) andando avanti di location in location. E tramite queste scelte muteremo anche il nostro allineamento: blu o rosso.

Non finisce qui: possiamo decidere se esplorare le vicinanze dei vari punti sulla mappa spendendo soldi in cambio di ricompense corpose e/o oggetti utili come armi, cibo o materiali da incastonare alle armi per ottenere ulteriori bonus purché sia faccia ricorso ad un fabbro. Si possono anche reclutare mercenari e rivolgerci a dei mercanti per acquistare quel che ci serve oltre che sperare di raccoglierlo lungo la strada. La raccolta di soldi sarà fondamentale per viaggiare e svolgere missioni secondarie. Come sempre alcune di esse sono interessanti ed articolate, altre molto elementari.

La narrazione si interseca con i tanti combattimenti. Su quest’ultimo fronte ci sono diverse varianti. Nel corso del nostro peregrinare visiteremo tutte le arene (che ovviamente si alterneranno a seconda del contesto storico) ma le regole del combattimento potrebbero essere diverse. Ad esempio il ring-out, uno dei marchi di fabbrica di Soulcalibur, è attivo, o la superficie dello stage è scivolosa, o ancora i nemici recuperano energia e così via. Il tutto per dare un po’ di pepe.

Del resto, il nostro personaggio editore è un Malfestato, ovvero uno dei disgraziati contagiati dalla malignità della spada maledetta. Starà a noi decidere se combattere questa malvagità compiendo scelte adeguate o di fare azioni cattive ed essere condotti dalla cattiveria

Al termine di ogni combattimento avremo i nostri punti esperienza che faranno salire di livello il nostro alter-ego. Il tutto servirà per avere maggiore salute e soprattutto offrirci la possibilità di maneggiare armi più potenti. Questa modalità ci farà incontrare attraverso cinque lunghissimi capitoli tutti i personaggi principali che conosciamo. Nondimeno, ci preme ricordare come le variazioni sul tema e le sottotrame siano tantissime ed in grado di far accrescere la longevità a dismisura. Di contro, è possibile che possano essere ripetitive.

L’altra modalità “storia” si intitola Le Cronache dell’Anima. Protagonisti Kilik e Siegfried. Anche qui dialoghi e combattimenti si alternano ma qui non abbiamo scelte da fare e prenderemo il comando di personaggi della serie che si alterneranno verso i vari capitoli di questa modalità che ci fornirà tantissime informazioni e dettagli narrativi che andranno a completare quelli ottenuti ne La Bilancia dell’Anima. Un incastro fatto ad arte dagli scrittori di Bandai Namco.

Soulcalibur VI ci offre un background narrativo molto lungo, fatto di tantissimi dialoghi e di un certo peso. A nostro avviso molto ben fatto ed in grado di approfondire e far appassionare i giocatori al “lore” del gioco, anzi, della serie.

UN EDITOR IMPORTANTE

Un piccolo paragrafo della nostra recensione è giustamente dedicato all’editor dei personaggi che si attiva andando nel menu Creazione. Ne avevamo già parlato ma è giusto spendere due paroline. Si può forgiare il proprio personaggio come si desidera a partire dalla razza (ve ne sono presenti 16), tra cui amni, mummie, elfi, creature demoniache, uomini lucertola, scheletri e witcher ad esempio.

I giocatori saranno in grado di personalizzare i loro personaggi attraverso migliaia di diverse combinazioni, prima di personalizzare la dimensione, le caratteristiche facciali, l’acconciatura, i vestiti, le armature, e ovviamente, le armi e gli stili di combattimento.

IL ROSTER

Sono 21 i combattenti iniziali presenti. Il season pass ne aggiungerà altri quattro. Il primo è già disponibile via dlc: DB di NieR Automata, secondo personaggio ospite dopo il celebre Geralt di Rivia. Diciotto protagonisti sono già noti agli appassionati della saga (non mancano Mitsurughi, Voldo ed Ivy ad esempio), mentre i nuovi sono Azwel, Grot e, ovviamente Geralt.

  • Astaroth
  • Cervantes
  • Inferno
  • Ivy
  • Kilik
  • Maxi
  • Mitsurugi
  • Nightmare
  • Raphael
  • Seong Mi-na
  • Siegfried Schtauffen
  • Sophitia
  • Taki
  • Talim
  • Voldo
  • Xianghua
  • Yoshimitsu
  • Zasalamel

Nuovi personaggi

  • Azwel
  • Geralt (ospite da The Witcher 3: Wild Hunt)
  • Grøh.

ALTRE MODALITA’

Non mancano altre modalità. Spicca sicuramente la Arcade dove i giocatori possono scegliere il personaggio preferito e farlo scontrare con altri otto del roster. I match sono al meglio dei cinque round, ovvero il primo che arriva a tre round vinti si aggiudica la sfida. Sono match ad eliminazione diretta.

In Versus è possibile effettuare un semplice combattimento scegliendo anche il numero di round, l’arena (tra le 12 disponibili) e modificare alcuni parametri come attivare (o disattivare) il ring out, il pavimento scivoloso, il tempo limite e così via. Si può giocare contro la CPU o contro un amico.

Troviamo l’Allenamento che, come facile intuire, ci fa provare le mosse.

In Rete, invece, possibile giocare con altri utenti via web e vedere le classifiche suddivise in due categorie: Regione e Stile. È possibile sfidare altri utenti in partite normali e classificate. E si possono guardare anche i Replay delle partite.

In Museo, invece, si possono visualizzare le biografie dei personaggi, le storie, le gallerie di immagini, le musiche ed altri contenuti.

GAMEPLAY RAPIDO E DIVERTENTE








Definire il gameplay di Soulcalibur VI non è semplice. Potremmo però dare due aggettivi: rapido e divertente. Rapido perché i round durano davvero una manciata di secondi; divertente perché le mosse e gli attacchi sono discretamente vari.

Ognuno dei 21 personaggi del roster iniziale (è già disponibile il primo dlc con l’androide 2B di NieR Automata che fa parte del season pass), ha il proprio set di mosse. Chiaramente tutti seguono la loro evoluzione anche rispetto ai precedenti capitoli. C’è anche la rielaborazione della Carica dell’Anima. È un potenziamento temporaneo di brevissima durata che ha effetti diversi sui guerrieri. Questa sblocca mosse aggiuntive e se utilizzata nel modo migliore, potrebbe essere decisiva per ribaltare le sorti di uno scontro.

Non mancano le super (come le Critical Edge) e le Guardie Reattive (o parate ad impatto). Ma generalmente si ha la sensazione di giocare col secondo amatissimo capitolo del gioco. E questo è un fatto positivo. Ne nascono scontri, scambi spettacolari e divertenti.

Ci sono le Reversal Edge, un colpo capace di assorbire gli attacchi avversari che una volta a segno dà il la ad una spettacolare animazione.

CONVINCENTE IL LATO TECNICO

Dal punto di vista tecnico, Soulcalibur VI ci è piaciuto molto. La presenza dell’Unreal Engine 4 la si nota per gli spettacolari effetti particellari ma anche per i particolari delle arene. Quest’ultime sono davvero interessanti anche se in lontananza appaio sfocate concentrando la telecamera, ovviamente sull’azione che non soffre di alcun rallentamento nonostante le tonnellate di effetti speciali.

Le animazioni sono fluide e raramente si notano incertezze. La varietà delle movenze dei personaggi è notevole così come le ambientazioni. Tante le finezze anche se probabilmente l’Unreal Engine 4 si sarebbe potuto sfruttare ulteriormente.

Ottimo il doppiaggio ed il comparto sonoro con brani interessanti ed effetti sonori sempre azzeccati.












COMMENTO FINALE

Soulcalibur VI vuole fare affezionare gli appassionati. E ci prova in tutti i modi dando tantissimi contenuti, diverse modalità, ed offrendo un gameplay davvero interessante. Divertimento e longevità sembrano essere le parole d’ordine di un titolo che possiamo sicuramente consigliare ai vecchi appassionati ma anche a chi desidera avvicinarsi a questo genere di giochi.

Il grado di sfida è senza dubbio ben dosato, le due modalità Storia sono molto ricche, soprattutto la Bilancia dell’Anima che permette al nostro alter ego di essere protagonista e di scoprire tante notizie e molta storia del mondo di Soulcalibur. Il gameplay offre una buona varietà di mosse ed è molto divertente.

Tecnicamente il gioco ci è piaciuto parecchio. Magari non è perfetto ma è sicuramente interessante e rarissime volte ha delle sbavature. Una cosa che non abbiamo molto compreso, visto gli attuali hardware, la presenza di troppi caricamenti.

Divertente soprattutto in compagnia, il gioco offre anche modalità online con partite amichevoli e match classificati. Consigliamo moltissimo Soulcalibur VI che ci ha colpito comunque per la immediatezza del gameplay (tante mosse ma non troppo complicate da eseguire) e per la spettacolarità di alcune sue mosse. Senza fronzoli ma concreto e non per questo meno succoso, grazie soprattutto alle tante storie che si intrecciano. Ottimi tutti i personaggi del roster mentre le due modalità Storia ci sono piaciute parecchio.

L’articolo Soulcalibur VI, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Soulcalibur VI, Recensione

Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video

Goku, Vegeta e Frieza protagonisti in un nuovo trailer su Jump Force, il titolo in arrivo il prossimo 15 febbraio su Pc, PS4 ed Xbox One. Bandai Namco ci mostra le trasformazioni dei personaggi di Dragon Ball. La stessa clip è stata pubblicata nel corso dell’X018 di Microsoft nel weekend.

Il trailer mostra come Goku e Vegeta saranno in grado di raggiungere il livello Super Saiyan Blue.

Frieza, per non essere sovrastato dai suoi rivali di sempre, potrà trasformarsi in Golden Frieza e portare caos e distruzione nel mondo.

Ecco la clip. Buona visione.

I “MAGNIFICI” 24

Il roster di Jump Force continua a espandersi con 24 personaggi giocabili già confermati scelti da 10 tra i più amati manga di Shonen Jump.

Tra questi:

  • Dragon Ball: Goku, Vegeta, Frieza
  • One Piece: Luffy, Zoro, Blackbeard, Sanji, Sabo
  • Naruto: Naruto, Sasuke
  • Bleach: Ichigo, Aizen, Rukia
  • Yu-Gi-Oh!: Yugi
  • Saint Seiya: Seiya, Shiryu
  • Hunter X Hunter: Gon, Killua, Kurapika, Hisoka
  • YuYu Hakusho: Yusuke, Toguro
  • City Hunter: Ryo
  • Fist of the North Star: Kenshiro.

L’articolo Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video

Tutte le novità Microsoft dalla X018

La community Xbox si è riunita in occasione di X018, un evento speciale globale realizzato per celebrare il mondo Xbox con novità, anteprime e tante sorprese. Oltre 10.000 fan hanno assistito di persona alla quarta edizione annuale di Xbox FanFest di Mexico City. Gli appassionati hanno partecipato ad eventi hands-on e panel che hanno visto la partecipazione di componenti del Team Xbox con streaming dal vivo su Inside Xbox.

La notizia del giorno, chiaramente, è stata l’annuncio dell’intenzione, da parte di Microsoft, dell’acquisizione due studi di sviluppo con un’esperienza consolidata nella creazione di giochi di ruolo quai InXile ed Obisidian di cui abbiamo già parlato in questo articolo. Grazie al sodalizio con i nuovi cinque studi annunciati in occasione di E3, il futuro delle esclusive Xbox appare, per ovvi motivi, ancora più promettente.

X018 ha visto la presentazione di molti titoli in uscita per tutti i palati. Ad esempio l’anteprima della modalità multiplayer di Crackdown 3 e nuovi contenuti di Just Cause 4, Sea of Thieves, State of Decay 2 e molti altri. Ma non finisce qui. Ci sono infatti oltre 320 titoli potenziati per Xbox One X.

Xbox, inoltre, ha rivelato che saranno applicati forti sconti su console e giochi in occasione delle festività, oltre ad offrire l’accesso a oltre 100 titoli a un prezzo ribassato per un mese con Xbox Game Pass. Il team ha annunciato una serie di fantastici nuovi titoli che saranno a breve disponibili per Xbox Game Pass, tra cui giochi di successo quali PlayerUnknown’s Battlegrounds (PUBG). Altra attesa novità: il supporto a mouse e tastiera che arriverà la settimana prossima. Ma andiamo con ordine. Ecco tutte le novità:

OBSIDIAN E INXILE ENTRANO NEI MICROSOFT STUDIOS

Nell’ambito dell’impegno assunto per fornire ai fan una pubblicazione costante di giochi nuovi ed esclusivi, Matt Booty ha annunciato l’intenzione di Microsoft di procedere all’acquisizione di due studi di sviluppo: inXile Entertainment e Obsidian Entertainment.

I team si sono guadagnati una fama eccezionale per la propria capacità di creare giochi di ruolo profondi e coinvolgenti. Entrando nella famiglia dei Microsoft Studios, Obsidian e inXile potranno godere del sostegno e della libertà necessari per realizzare appieno le proprie ambizioni creative, sia rispetto ai franchising esistenti che a nuovi progetti.
Gli studi proseguiranno la propria attività in autonomia, conferendo a Microsoft Studios i propri talenti unici, la competenza e le proprietà intellettuali, creando nuove esperienze gdr per i giocatori e i fan. Per ulteriori informazioni si rimanda al post completo dell’annuncio sul sito xbox.com.

CRACKDOWN 3 ANNUNCIA IL LANCIO SU XBOX GAME PASS IL 15 FEBBRAIO

Durante l’evento i visitatori hanno avuto l’occasione di vedere in anteprima i momenti iconici e il gameplay esplosivo di Wrecking Zone di Crackdown 3, una modalità multiplayer completamente nuova in cui la distruzione ambientale è l’arma segreta del giocatore per sconfiggere i nemici.

Sviluppato da Microsoft Studios in collaborazione con Sumo Digital ed Elbow Rocket, Crackdown 3 vede l’arrivo di alcuni Agenti dotati di superpoteri a New Providence, un open-world ricco di azione, per sconfiggere un’organizzazione criminale grazie all’ausilio di un kit esplosivo di armi e abilità. Al grido di “Step up your boom”, i giocatori sono invitati ad unirsi all’azione, sia individualmente che con un amico, per scatenare l’inferno non appena sarà lanciato Crackdown 3 il 15 febbraio 2019. Crackdown 3 sarà disponibile per Xbox One e Windows 10 e in fase di lancio su Xbox Game Pass.

Per ringraziare i fan e per celebrare quanto annunciato in occasione di X018, fino al 30 novembre Microsoft offrirà la versione originale di Crackdown a tutti i fan a titolo gratuito. Provate l’originale con i potenziamenti per Xbox One X. Andate sul Microsoft Store per ottenere la vostra copia.

I GIOCHI CONTINUANO AD ARRIVARE SU XBOX GAME PASS

Microsoft ha annunciato oggi la general availability dell’App Xbox Game Pass per iOS e Android, che consente agli utenti di navigare senza interruzioni e di scaricare nuovi giochi sulla console di casa tramite dispositivo mobile, in modo da potersi immergere velocemente nel gameplay alla successiva accensione di Xbox One. Viene amplificato e diversificato il catalogo Xbox Game Pass, mettendo a disposizione di tutti gli iscritti il titolo blockbuster PlayerUnknown’s Battlegrounds (PUBG) a partire da domani, 12 novembre. Inoltre, Thief of Thieves sarà ufficialmente disponibile per Xbox One e su Xbox Game Pass a partire da oggi, mentre Agents of Mayhem, MXGP3 e Thomas Was Alone lo saranno a partire dal 22 novembre.

Arrivano anche Ori and the Blind Forest, Kingdom Two Crowns e Hellblade: Senua’s Sacrifice a partire dal prossimo dicembre e nuovi titoli realizzati da sviluppatori indipendenti grazie al programma ID@Xbox, che arriveranno su Xbox Game Pass il giorno del rispettivo debutto su Xbox One. A partire dalle prossime festività, l’elenco comprende Aftercharge, Supermarket Shriek, Mutant Year Zero, Pathologic 2, The Good Life, Void Bastards e Secret Neighbor. In aggiunta a tutto ciò è stato confermato che Ori and the Will of the Wisps sarà disponibile per Xbox Game Pass contemporaneamente alla sua uscita mondiale nel 2019 su Xbox One e sui Pc con sistema operativo Windows 10.

A partire da oggi e fino al 3 gennaio potete a Xbox Game Pass e pagare il primo mese solamente 1 dollaro. Grazie al catalogo sempre più ricco con oltre 100 giochi e all’inserimento di nuovi titoli con cadenza mensile, oggi è indubbiamente il giorno giusto per iscriversi a Xbox Game Pass. Maggiori informazioni nel blog post dedicato alle novità di Xbox Game Pass. 

XBOX E LE OFFERTE DA BLACK FRIDAY PIÙ VANTAGGIOSE DI SEMPRE

Le festività si stanno avvicinando e quest’anno il pubblico di tutto il mondo potrà godere delle offerte pazzesche proposte da Xbox nel più grande Black Friday di tutti i tempi. Xbox offre sconti fino a 100 dollari su console Xbox One selezionate e ridurrà il prezzo di Xbox One X a livelli mai visti prima, ovvero a partire da 399,99 dollari. Ma il risparmio non finisce qui. Non sapete proprio cosa regalare al vostro giocatore per le prossime feste. Sarà possibile regalategli oltre 100 titoli e l’accesso alle esclusive il giorno stesso del lancio, a un canone mensile ancora più vantaggioso grazie alle offerte di Xbox Game Pass.

Per ulteriori dettagli potete consultare il post completo relativo al Black Friday.

I TITOLI GIRANO MEGLIO SU XBOX ONE

L’evento odierno ha consentito di dare una prima occhiata a una serie di nuovi giochi in uscita per Xbox One e alle novità in arrivo per alcuni dei titoli preferiti dai fan.

FORTUNE ISLAND ALL’INTERNO DI FORZA HORIZON 4

Ben Thaker-Fell, chief designer della serie Forza Horizon, ha annunciato il rilascio di Fortune Island, la prima espansione di Forza Horizon 4. Il debutto è fissato per il 13 dicembre per Xbox e per i Pc Windows 10. Fortune Island accompagna i giocatori in un’avventura nuovissima nelle remote lande settentrionali delle isole britanniche, dove gli stessi saranno esposti a condizioni estreme, tra cui violente tempeste di fulmini, strade impervie lungo i pendii delle scogliere e ampi tornanti lastricati di montagna, sotto il bagliore mistico dell’aurora boreale, alla ricerca di un tesoro nascosto.

I giocatori di Forza Horizon 4 avranno inoltre la possibilità di guidare tutte e cinque le vetture Ford estremamente potenti e personalizzate di Ken Block, che compariranno in GymkhanaTEN, la 10a puntata, di prossima uscita, del pluripremiato video franchise virale Gymkhana. In realtà, gli iscritti a Car Pass hanno già potuto provare, sin dall’inizio del mese, l’esperienza di questi bolidi in Forza Horizon 4 grazie all’inserimento della Ford GymkhanaTEN del 1977, dell’Hoonitruck F-150 e della Ford Escort Cosworth Gruppo A del 1993. A partire da novembre tutti i giocatori avranno a disposizione la Ford Hoonicorn Mustang V2 del 1965 e la Ford Fiesta RS del 2017, mentre a dicembre uscirà la Ford GymkhanaTEN Focus RS RX del 2016.

Fortune Island sarà disponibile come parte dell’Forza Horizon 4 Expansions Bundle, che offrirà ai giocatori due espansioni del gioco al costo ridotto di 34,99 dollari. I possessori di Forza Horizon 4 Ultimate Edition e Forza Horizon 4 Ultimate Add-Ons Bundle riceveranno Fortune Island senza alcun costo aggiuntivo. Gli iscritti a Xbox Game Pass che ancora non possiedono uno dei bundle, potranno usufruire di uno sconto del 10% su un bundle o del 10% sull’acquisto singolo di Fortune Island.

MINECRAFT MARKETPLACE: AMPLIAMENTI E MIGLIORAMENTI 

Helen Chiang, di Minecraft, si è fermata a parlare dell’anno da record di Minecraft: l’annuncio di un nuovo gioco, l’uscita di importanti aggiornamenti del gioco e oltre 91 milioni di giocatori mensili. Inoltre Chang ha condiviso la propria visione sul Minecraft Marketplace in continua espansione coinvolgendo PixelHeads, partner del Marketplace.

PixelHeads, uno dei più noti team partner ufficiali di Minecraft, ci ha raccontato delle proprie creazioni e dei propri esordi nel mondo dello sviluppo di giochi e nel Marketplace. Durante l’evento, il team di Minecraft ha annunciato con grande orgoglio che il Marketplace conta oggi 77 partner, con un totale di oltre 13 milioni di acquisti delle proprie creazioni dal lancio avvenuto lo scorso giugno. I visitatori hanno inoltre avuto la possibilità di scoprire i retroscena dei nuovi gatti e dei panda che arriveranno in Minecraft il prossimo mese.

IL NUOVO AGGIORNAMENTO THE ARENA DI SEA OF THIEVES

Sea of Thieves si trasforma radicalmente con The Arena, il quinto aggiornamento gratuito del contenuto rilasciato dal lancio del titolo. The Arena, il cui rilascio è previsto per l’inizio del 2019, è una nuovissima modalità di gioco competitiva che consente ai giocatori di mettere alla prova le loro abilità piratesche in scontri dai ritmi serrati contro le ciurme rivali. Ogni scontro è una gara divertente, frenetica e ricca di azione alla ricerca del tesoro che riunisce tutti gli elementi più entusiasmanti di Sea of Thieves on demand. L’aggiornamento include inoltre una nuova Area Taverna e una nuova Trading Company – the Sea Dogs – con nuovi obiettivi, ricompense ed opportunità di progredire per raggiungere la Legend Pirate.  Sea of Thieves è disponibile per Xbox One, Windows 10 e Xbox Game Pass come titolo Xbox Play Anywhere.

ECCO SVELATO IL ZEDHUNTER PACK PER STATE OF DECAY 2

Oggi abbiamo avuto un’anteprima di Zedhunter Pack, il prossimo pacchetto di contenuti per State of Decay 2, in uscita il 16 novembre.

Questo nuovo pacchetto aggiunge la potente e silenziosa balestra come nuova arma per colpire gli zombie, insieme ad un mix aggiuntivo di armi, funzioni, antidoti contro la piaga del sangue e aggiornamenti di gioco, come la capacità di rispettare le tue abilità in tutto il gioco principale. In linea con il nostro costante impegno a servizio dei 4 milioni di giocatori della community di State of Decay 2, Zedhunter sarà gratuito per tutti i giocatori in possesso sia della Standard Edition sia della Ultimate e per gli utenti abbonati a Xbox Game Pass.

METTITEVI AL SICURO CON LO SPARATUTTO VOID BASTARDS

Presentato in anteprima durante Inside Xbox e ispirato a BioShock e System Shock 2, Void Bastards è un nuovo e rivoluzionario sparatutto strategico per mettere alla prova i tuoi riflessi e allenare la vostra mira, un nuovo lancio esclusivo in uscita per Xbox.

BATTLEFIELD V

È stato presentato un trailer dell’attesissimo titolo Battlefield V, sviluppato da DICE e distribuito da Electronic Arts, che ha messo in evidenza i potenziamenti garantiti da Xbox One X. Il supporto 4K Ultra HD e HDR su Xbox One X offrirà una potenza grafica che consentirà di portare la vostra squadra alla vittoria nel gioco della saga Battlefield con la migliore fedeltà di immagine di sempre.

Battlefield V è in uscita in tutto il mondo il 20 novembre, ma gli utenti EA Access possono approfittare di “Battlefield V Play First Trial” già a partire dal 9 novembre.

PRIMA OCCHIATA ALLA MODALITÀ VOID MODE DI DEVIL MAY CRY 5

Matt Walker, produttore di Devil May Cry 5, ha raggiunto il game director Hideaki Itsuno della sede di Capcom nella vivace Osaka per ammirare la ricca cultura della città e condividere il modo in cui il team trae ispirazione dall’ambiente circostante. Prima di mostrare durante Inside Xbox una panoramica della modalità training completa che ha creato per Devil May Cry 5 – battezzata The Void – Itsuno ha illustrato come i giochi d’azione di Capcom siano influenzati dall’area di Osaka. Come anteprima riservata ai fan di Xbox, Itsuno ha offerto un tour personale alla scoperta dei Devil Breakers di Nero, presentando anche il bonus Devil Breakers disponibile nei contenuti dell’Edizione Deluxe di “Devil May Cry 5”.

DUE COMBATTENTI ARRICCHISCONO LA SQUADRA DI JUMP FORCE

Bandai Namco offre durante Inside Xbox un’anteprima esclusiva di alcune mosse speciali mai viste prima dei due attesissimi personaggi che faranno la loro comparsa in “Jump Force”. Diego Paramio, community manager della di Bandai Namco Entertainment America, farà una cronaca minuto per minuto per accompagnare il debutto mondiale delle Awakening Transformations di due personaggi leggendari di Dragon Ball, con i quali si potrà giocare in Jump Force: SSGSS Vegeta e Golden Frieza. Per la prima volta i fan potranno vedere questi personaggi tanto attesi entrare nelle rispettive modalità con superpoteri, sfoggiando le loro potentissime mosse speciali.

Come ulteriore sorpresa, Bandai Namco ha mostrato in anteprima il primo video di SSGSS Goku in azione in Jump Force.

IL FRAGOROSO RITORNO DI “JUST CAUSE 4”

Il nuovo trailer riassume l’azione blockbuster che caratterizza Just Cause 4. Rico Rodriguez affronta la sfida più difficile che gli sia mai capitata a Solís, guidando l’Army of Chaos contro la spietata Gabriela Morales. Just Cause 4 è il più grande, vario e creativo titolo della serie. Ritroviamo tutti gli aspetti più amati della serie ancora più potenziati: livelli impareggiabili di distruzione, tuta alare e paracadute caratteristici del giocatore. Just Cause 4 porterà tutta la sua forza per Xbox One e Xbox One X.

UN VOLTO NOTO IN ARRIVO A KINGDOM HEARTS III

In un nuovissimo trailer presentato alla Microsoft FanFest a Città del Messico, Kingdom Hearts III ha svelato il ritorno di Winnie the Pooh. Il trailer ha rivelato anche tracce minacciose del Maestro Xehanort e delle attività nefaste dell’Organizzazione XIII. Sora, Paperino, Pippo e tanti altri eroi Disney e Pixar (tra cui personaggi di Big Hero 6, Rapunzel – L’intreccio della torre, Pirati dei Caraibi e altri ancora) dovranno restare saldamente uniti e lottare per salvare la luce dall’oscurità incombente. I partecipanti hanno anche avuto la possibilità di cimentarsi con una demo in cui figuravano frammenti tratti dai mondi di Hercules e Toy Story. Il gioco uscirà il 29 gennaio 2019. 

UNO SGUARDO A THE FORGE DI SHADOW OF THE TOMB RAIDER

Anche se pensiamo di aver già visto il meglio di Lara Croft, Shadow of the Tomb Raider continua con The Forge, la prima di sette avventure dlc mensili. Il direttore narrativo Jason Dozois e il senior associate producer, Jo Dahan, ci portano con Lara e il suo nuovo amico, Abi, in un’avventura cooperativa attraverso la torre di fuoco di The Forge durante la puntata di Inside Xbox.

LA LISTA DI GIOCHI RETROCOMPATIBILI PER XBOX ONE SI ESPANDE

Microsoft ha annunciato che il 13 novembre saranno disponibili quattro nuovi titoli retrocompatibili per Xbox One X. Final Fantasy XIII, Final Fantasy XIII-2 e Lightning Returns: Final Fantasy XIII faranno per la prima volta il loro ingresso nel catalogo di titoli retrocompatibili mentre per Civilization Revolution ci sarà un aggiornamento (Xbox One X Enhanced) per sfruttare la console più potente al mondo. Ad oggi i gamer hanno potuto usufruire di ben oltre 1 miliardo di ore di giochi con retrocompatibilità e Microsoft continua ad ampliare la collezione che conta oltre 500 giochi Xbox 360, 25 titoli Xbox 360 potenziati per Xbox One X e 32 classici della prima Xbox.

GIOCATE COME PREFERITE CON IL SUPPORTO PER MOUSE E TASTIERA

Il supporto a mouse e tastiera per Xbox One è senza dubbio una delle news più attese. Arriverà per la prossima settimana con alcuni titoli abilitati al momento del lancio per Insider e altri ancora che seguiranno. Durante l’episodio Inside Xbox di oggi, Epic ha annunciato che Fortnite sarà uno dei primi titoli a presentare il supporto per mouse e tastiera insieme al già annunciato Warframe nell’aggiornamento di oggi, mentre Bomber Crew, Deep Rock Galactic, Strange Brigade, Vermintide 2, War Thunder e X-Morph Defense prevedono il supporto da novembre e Children of Morta, DayZ, Minion Master, Moonlighter, Vigor, Warfacee Wargroove lo inseriranno in futuro. La settimana prossima, con il lancio dell’aggiornamento, tutti gli sviluppatori avranno gli strumenti necessari per creare le esperienze per mouse e tastiera su misura per i propri giochi per garantire ai fan un’esperienza di gioco divertente e stimolante.

Microsoft ha inoltre comunicato la realizzazione di periferiche “Designed for Xbox”. Perfetti sia per il salotto sia per le postazioni Pc da gaming, sono dotate di una Xbox Key dedicata e supportano la nuova funzione Xbox Dynamic Lighting, che crea giochi di luce coinvolgenti durante il gioco. Razer sarà il partner esclusivo autorizzato a vendere mouse e tastiere “Designed for Xbox” e presenterà ufficialmente il prodotto a gennaio in occasione del CES.

LANCIO MONDIALE DI XBOX ADAPTIVE CONTROLLER

Microsoft ha annunciato anche che Xbox Adaptive Controller verrà lanciato su 17 nuovi mercati nel 2019, tra cui il Messico, che ha ospitato l’evento. Il tanto atteso controller sarà disponibile in nuovi Paesi tra cui Argentina, Brasile, Cile, Cina, Colombia, Hong Kong, Ungheria, Israele, Giappone, Slovacchia, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sudafrica, Taiwan, Turchia e EAU. Presto nuovi dettagli sul lancio mondiale del dispositivo.

#GIVEWITHXBOX

È stato presentato anche #givewithXbox, una campagna di Xbox per il periodo delle vacanze, il cui scopo è quello di condividere l’entusiasmo del gaming con tutte le persone. A partire da oggi fino al 9 dicembre, Xbox donerà 5 dollari di prodotti Xbox, fino a un massimo di un milione di dollari, per ogni foto condivisa sui social media con l’hashtag #givewithXbox che trasmetti l’idea dell’esperienza di gioco condivisa. Le donazioni saranno distribuite tra quattro note associazioni di beneficenza che contribuiscono a portare il gaming a tutti: Child’s Play, Gamers Outreach, SpecialEffect e Operation Supply Drop. Oggi più che mai Xbox persegue l’obiettivo di rendere il gaming accessibile a tutti, facendo di Xbox un luogo dove tutti possono divertirsi.

WINTER OF ARCADE RITORNA A DICEMBRE

Last but not least, annunciato, infine, “Winter of Arcade”: dal 6 al 21 dicembre Microsoft darà incentivi speciali su titoli ID@Xbox selezionati per aiutare gli appassionati ad arricchire la loro libreria. Per maggiori informazioni seguite The Game Awards il 6 dicembre, in diretta su Mixer.

L’articolo Tutte le novità Microsoft dalla X018 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Tutte le novità Microsoft dalla X018

Microsoft acquisisce InXile ed Obsidian

L’X018 offre alcune notizie importanti. Una di queste è senza dubbio l’annuncio di una doppia acquisizione da parte di Microsoft. InXile ed Obsidian fanno, adesso, parte del colosso americano.

InXile ha recentemente pubblicato The Bard’s Tale IV mentre in precedenza ha pubblicato Torment: Tides of Numenera nonché il secondo Wasteland e sta lavorando al terzo.

Obsidian ha realizzato i due Pillars of Eternity, Tyranny, Alpha Protocol e Fallout: New Vegas. Monta la curiosità per sapere come cambierà il futuro di questi due team che nel corso degli anni, come abbiamo visto, si sono specializzati nel medesimo campo: gdr vecchio stile. Nondimeno c’è da ricordare come entrambe le software house abbiano sviluppatori che provengono da Interplay, famosa fino ad inizio anni 2000 per aver realizzato gdr hardcore.

L’articolo Microsoft acquisisce InXile ed Obsidian proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Microsoft acquisisce InXile ed Obsidian

La serie Trine si dirige su Switch

La serie Trine sta arrivando su Switch. O meglio, i primi tre episodi. Frozenbyte ha annunciato con un trailer che le origini dell’apprezzata serie action platform in salsa fantasy arriverà anche sulla console ibrida di Nintendo. Questi si vanno ad aggiungere al quarto capitolo annunciato poche settimane fa anche per Pc, PS4 ed Xbox One.

Già da oggi è disponibile Trine Enchanted Edition, una versione migliorata del primissimo capitolo uscito nel lontano 2009, al prezzo di 14,99 euro su eShop.

Anche gli utenti della nuova console Nintendo, quindi, potranno cimentarsi in questa serie caratterizzata da azione e risoluzione di enigmi ambientali basati sulla fisica. Il team finlandese ha lavorato con GameTrust e con lo studio BlitWorks per la realizzazione dei suoi titoli su Switch.

Arriveranno presto novità anche su Trine 2: Complete Story e  Trine 3: The Artifacts of Power.

DETTAGLI SU TRINE ENCHANTED EDITION



  • È la storia che ci fa conoscere le origini di Trine. Conosciamo Amadeus il Mago, Pontius, il Cavaliere e Zoya la Maga.
  • I nostri tre improbabili eroi devono unire le loro forze per superare gli ostacoli, risolvere i puzzle e compiere il loro destino e quello del regno.
  • Azione e piattaforme in un mondo fatato fantasy che caratterizza 15 livelli pieni di letali nemici, pericoli ed enigmi basati sulla fisica.
  • Storia originale dei tre eroi: Amadeus, Pontius e Zoya ognuno con proprie abilità uniche.
  • Risolvete le sfide ed i puzzle in molti modi differenti combinando le abilità di tutti i personaggi per trovare soluzioni creative.
  • Multiplayer locale e cooperativo per tre giocatori.
  • Risoluzione a 1080p in modalità TV, a 720p in modalità portatile.

L’articolo La serie Trine si dirige su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di La serie Trine si dirige su Switch

Varhammer: Chaosbane, Konrad Volen svelato in video

Bigben ed Eko Software presentano un nuovo video del soldato Konrad Vollen, uno dei quattro personaggi giocabili di Warhammer: Chaosbane, action gdr in arrivo su Pc, PS4 ed Xbox One nel 2019.

Konrad Vollen, Capitano dell’Impero, è stato addestrato al combattimento fin dall’infanzia. Specialista nel combattimento ravvicinato, i suoi attacchi sono principalmente in mischia e basati sull’effetto in un’area specifica. Il suo scudo gli permette di fronteggiare vaste orde di nemici.
Provocazione, sprint ed attacco rotante lo rendono un combattente da prima linea molto potente. Il Capitano Imperiale ha inoltre diversi banner che può piantare nel terreno per galvanizzare il suo gruppo e fornire loro significativi bonus.

Ogni personaggio nel gioco ha un’abilità unica. Konrad Vollen è maestro nel maneggiare il suo scudo, che può utilizzare per colpire i nemici o per stordirli. Grazie alle sue offerte a Sigmar, il vendicativo Dio che venera, il soldato può utilizzare molti attacchi passivi e attivi, capaci di incrementare le sue abilità in combattimento, come ad esempio l’impressionante aura infuocata.

Infine, Warhammer: Chaosbane offre meccaniche di gioco uniche, che possono essere attivate da ognuno dei 4 personaggi giocabili: massacrando le orde del Chaos, gli eroi possono caricare la barra del Bloodlust. Una volta piena, potranno liberare la loro rabbia e attivare nuove skill ultra-efficaci.

Primo action-gdr a svolgersi nel mondo di Warhammer, Warhammer: Chaosbane invita i giocatori ad immergersi nel Vecchio Mondo, ancora segnato dalla Grande Guerra contro il Chaos – sanguinoso conflitto svoltosi parecchi anni prima. I giocatori vestiranno i panni di umani, alti elfi, elfi silvani oppure dei nani, e scopriranno diverse iconiche località come la città di Praag, oppure ancora Nuln, capitale dell’Impero al tempo in cui Chaosbane è ambientato.

L’articolo Varhammer: Chaosbane, Konrad Volen svelato in video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Varhammer: Chaosbane, Konrad Volen svelato in video

Call of Cthulhu, Recensione

H.P. Lovecraft è considerato uno dei grandi maestri della letteratura horror. È annoverato tra i geniali creatori del fantastico contemporaneo anche se solo dopo la sua morte. Il terrore nei racconti dello scrittore di Providence deriva principalmente dalla paura dell’ignoto, dalla sensazione permanente di minaccia incombente sui protagonisti, anche se non sempre visibile. Ma anche dalla presenza sullo sfondo dell’orrore cosmico e di creature mostruose di origini aliene. Creature provenienti da dimensioni estranee da quella comunemente percepita.

Tutto il fascino dell’archeologia proibita, di quelle divinità arrivate millenni o milioni di anni fa da universi ipotetici e paralleli o dallo spazio, come i Grandi Antichi. Divinità addormentate in vari angoli del pianeta in attesa di risvegliarsi “quando le stelle torneranno nella giusta posizione” o di fronte a riti misteriosi che risalgono alla notte dei tempi.

Tutti elementi che in un modo o nell’altro il giocatore ritroverà in Call of Cthulhu, ultimo progetto del piccolo team di sviluppatori francese Cyanide Studio. Un gioco ispirato ai classici RPG carta e penna della Chaosium, mentre realtà e incubo si mescoleranno tra loro fino a diventare indistinguibili e confondere sia l’appassionato che il protagonista dell’avventura. Il titolo, che ha meccaniche gdr (o RPG se desiderate) è uscito lo scorso 30 ottobre anche su Pc e su Xbox One. Ecco la nostra recensione. Buona lettura.

L’ORRORE COSMICO

Nel gioco l’utente interpreta Edward Pierce, un investigatore privato che è anche reduce di guerra, un’esperienza terribile che lo ha sconvolto intimamente. Pierce è chiamato a indagare su una serie di misteriosi eventi accaduti nel 1924 su un’isola a pochi chilometri da Boston, Darkwater.
In particolare, e senza impelagarci troppo in pericolosi spoiler, l’inchiesta riguarda la strage di alcuni componenti della famiglia Hawkins. Tutti morti a causa di un incendio che per la polizia locale è stato dovuto a un semplice incidente domestico ma che in realtà potrebbe nascondere ben altro. Il protagonista scoprirà  che verrà catapultato in breve tempo in un terrificante mondo di cospirazioni, culti e orrori cosmici. La trama si sviluppa attraverso i dialoghi, tanti, che vengono condotti mediante una classica ruota i cui raggi rappresentano differenti possibilità di conversazione.

Gran parte del tempo viene quindi impiegato nel parlare con i personaggi non giocanti e nell’esplorare gli ambienti di gioco. Talvolta, inoltre, in uno stato confusionale derivato dallo stato di salute di Pierce tale da non far distinguere più la realtà dalle allucinazioni, anche se queste sessioni alla lunga si rivelano un po’ ripetitive e messe lì quasi con il solo scopo di allungare il brodo.
Da questo punto di vista diventa quindi importante raccogliere il maggior numero di informazioni possibili dai documenti spari per le varie aree di gioco. Questo per avere a disposizione gli elementi giusti per poter affrontare certe discussioni o porre determinate domande capendo chi il protagonista ha di fronte. Dai dati raccolti tramite dialoghi e da quelli ottenuti dai documenti ritrovati è poi possibile progredire nell’avventura e nelle indagini, nonché risolvere dei particolari enigmi che Edward Pierce incontrerà lungo il proprio cammino. Superando i vari ostacoli il giocatore ottiene dei punti da spendere in un apposito albero delle abilità che comprendono caratteristiche come il Fiuto, la Psicologia, l’Investigazione o la conoscenza di Medicina e Occulto, giusto per citarne alcune.

Queste statistiche servono a personalizzare il personaggio secondo i gusti del giocatore, che già all’inizio dell’avventura ha a disposizione qualche punto base da assegnare per iniziare a “costruire” la figura di Pierce. Poi, proseguendo, può concentrasi maggiormente su alcune abilità piuttosto che su altre: più l’investigatore sviluppa una determinata tecnica, maggiori saranno le possibilità di risolvere un particolare enigma o scovare un indizio legato proprio a quella branchia dove risulta meglio “preparato”. La possibilità di fare ricorso alle diverse abilità del protagonista permette di risolvere le situazioni del gioco in modi differenti a seconda delle vostre scelte. Almeno sulla carta: in realtà questo elemento in stile gioco di ruolo è poco definito, nel senso che alla fine i punti spesi sulle statistiche del personaggio cambiano solo in modo solo marginale l’esperienza di gioco.

NEL NOME DI CTHULHU

Le fasi di gioco esplorative sono infatti abbastanza guidate e difficilmente si incontreranno eccessive difficoltà nella ricostruzione degli eventi. Qualcuna, invece, la si potrebbe riscontare dinanzi a qualche nemico minaccioso, visto che il protagonista dell’avventura non può difendersi in alcun modo: unico modo per evitare il peggio, in questi casi, è quello di fuggire evitandoli quando possibile, magari nascondendosi o aggirandoli. Ma in realtà, una volta imparato le loro routine comportamentali, sfuggire alle loro grinfie non sarà un problema, visto che non brillano purtroppo per un’intelligenza artificiale sofisticata o pattern particolarmente variegati. Anche qui c’è una meccanica, quella stealth, appena abbozzata ma non sfruttata adeguatamente.
Insomma, il titolo propone un gameplay qualitativamente altalenante. Un comparto che offre diversi spunti interessanti senza però approfondirne adeguatamente le meccaniche. Alcune di esse non inficiano più di tanto sulla giocabilità e restano quindi solamente abbozzate e relegate sullo sfondo. Un vero peccato, perché in tal senso il gioco avrebbe tante potenzialità.

Ma non possiamo chiudere questa nostra recensione senza gettare prima uno sguardo  all’aspetto tecnico del prodotto.
Da questo punto di vista il gioco è caratterizzato da una grafica pulita, da un buon design capace di restituire allo sguardo il fascino dei mondi inventati dallo scrittore di Providence. E c’è, inoltre, una discreta fluidità generale a 30 fps. Ma, di contro, c’è anche da una qualità che non fa certo onore all’hardware dei PlayStation 4, console sulla quale abbiamo effettuato la nostra prova.


Il titolo, infatti, presenta una grafica molto più vicina alla passata generazione di console che all’attuale, con un conseguente abbassamento tangibile del livello di dettaglio e texture non sempre all’altezza della situazione che gravano molto sulla qualità totale delle immagini. Per non parlare dei modelli dei protagonisti non di altissimo livello, così come le loro animazioni che risultano un tantino legnosette a vedersi. Va meglio nel comparto audio, dove Call of Cthulhu resta abbastanza valido per via degli effetti sonori azzeccati. La  colonna sonora, mai sopra le righe, e le voci in lingua inglese dei protagonisti, decisamente buoni seppur nella media, fanno il resto.

COMMENTO FINALE

Call of Cthulhu è un titolo imperfetto, dotato di tante potenzialità purtroppo non sempre espresse appieno.

A una storia interessante e tutto sommato ben messa in scena all’interno di un mondo che trae forma dall’immaginario lovecraftiano, fanno da contraltare un comparto tecnico vetusto e soprattutto un gameplay qualitativamente altalenante. La giocabilità propone diversi elementi potenzialmente interessanti, ma senza però approfondirne adeguatamente le meccaniche. Tali meccaniche quasi sempre restano solamente abbozzate sullo sfondo.

Il risultato è un prodotto molto simile ai racconti interattivi più che a un avventura vera e propria, carino da giocare ma non eccezionale, che potrebbe piacere ai fan del grande Lovecraft e delle inquietanti atmosfere dei sui racconti.

L’articolo Call of Cthulhu, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Call of Cthulhu, Recensione

Book of Demons esce finalmente dall’accesso anticipato

Thing Trunk ha annunciato alfine la data di uscita dall’accesso anticipato di Book of Demons, hack and slash contraddistinto da una particolare estetica con personaggi di cartone. Il titolo arriverà dunque in versione 1.0 su Steam il prossimo 13 dicembre. Per festeggiare, la software house ha pubblicato un filmato con 21 fatti sul gioco, che potete trovare in basso.

Book of Demons è un mix tra hack and slash e gioco di carte, in cui si potranno utilizzare oltre 40 carte magiche invece delle tradizionali armi d’acciaio. Il gioco può contare su dungeon generati proceduralmente, una modalità roguelike ancora più difficile, 70 tipi diversi di mostri con punti di forza e debolezze differenti, supporto per i controller Xbox e Steam, 3 reami sotterranei, 200 achievement e classifiche online.

Qui abbiamo pubblicato il primo trailer e alcune immagini del gioco.

L’articolo Book of Demons esce finalmente dall’accesso anticipato proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Book of Demons esce finalmente dall’accesso anticipato