Archivi categoria: beat’em up

Auto Added by WPeMatico

Creepy Road debutta oggi su Steam

Groovy Milk annuncia l’esordio odierno di Creepy Road. Il beat’em up debutta su Steam per Windows e Mac al prezzo di 9,99 euro ed in sconto del 10% nel corso della prima settimana.

“Abbiamo sempre amato i giochi a scorrimento orizzontale in 2D come Metal Slug, Contra e Comix Zone –  afferma Ilia Polutis, art director di Groovy Milk – così, quando abbiamo iniziato a pensare a come sarebbe stato il nostro primo gioco, già sapevamo a quale genere sarebbe appartenuto. Abbiamo voluto riportare in vita le atmosfere old-school rinnovandole con uno stile moderno, una cura maniacale per l’aspetto artistico e tanti personaggi divertenti e memorabili”.

Più dettagli a questo nostro indirizzo.

L’articolo Creepy Road debutta oggi su Steam sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Creepy Road debutta oggi su Steam

Slaps and Beans, Recensione Pc

La mancanza di un gioco su Bud Spencer e Terence Hill è forse stata di quelle grandi pecche degli anni ’80 e ’90. Riflettendo è stata una mancanza passata sostanzialmente inosservata per parecchio tempo. Scommettiamo, però, che in tanti si sarebbero divertiti a cimentarsi in un titolo con i due attori protagonisti.
Probabilmente all’epoca di Amiga e console a 16 e 32 bit si pensava ad altro e non venne realizzato una cosa simile al progetto portato avanti da tempo Trinity Team.

Questo gruppo di sviluppatori italiani indipendenti amanti dei film della longeva coppia di attori ha finalmente concluso – sulla carta ma sappiamo che in quest’epoca non è così – lo sviluppo al proprio gioco-omaggio Slaps and Beans.

Nato inizialmente come Schiaffi e Fagioli (e quindi con titolo italiano), questo progetto ha fatto capolino su Kickstarter a fine 2016 raccogliendo qualcosa come 212mila e passa euro grazie a quasi 7.000 appassionati che hanno donato il loro contributo.
Grazie ad un’intervista agli stessi autori, avremmo successivamente scoperto che moltissimi affezionati provenivano dall’estero (con i tedeschi in grado di essere tre volte tanto i sostenitori italiani), un segno di internazionalità per un gioco che, nel corso del tempo è diventato molto più che un tributo.
E’ anche diventato un modo divertente per fare una carrellata di quanto visto e rivisto nei film girati in tanti anni ed anche per ricordare con tanto affetto Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, campione di nuoto negli anni ’50 oltre ad essere un artista a tutto tondo, venuto a mancare a fine giugno del 2016, che ha formato con Terence Hill (Mario Girotti) un duo dinamico molto apprezzato, come abbiamo visto, non solo in Italia. Una coppia mai sopra le righe e soprattutto amatissima dai grandi e piccini.

Con l’arrivo della versione “finale” su Steam uscita nelle scorse ore (esattamente il 20 aprile, ndr) per Pc Windows, Mac e Linux dopo quattro mesi pieni di Early Access e dopo le nostre Prime Impressioni in cui elogiavamo quanto fatto fino ad allora, siamo pronti a dirvi cosa ne pensiamo. Buona lettura.

BEAT’EM UP CLASSICO DAL CUORE MODERNO

Basterebbe già il titolo di questo paragrafo per descrivere perfettamente lo spirito del gioco. Bud Spencer & Terence Hill – Slaps and Beans è un beat’em up dallo stile classico. Questo calza a pennello per descrivere in un videogioco le gesta dei nostri due eroi. Un vestito di foggia sartoriale per raccontare le scazzottate furenti ma (incredibilmente) mai violente o cattive con tanti nemici che vengono sbeffeggiati a furia di calci, schiaffoni e mosse speciali tanto potenti quanto rozze e divertenti.

La struttura beat’em up rappresenta il grosso dell’ossatura del gameplay che permette di utilizzare uno a scelta tra Bud e Terence. C’è una grossa peculiarità (già evidenziata nella versione di accesso anticipato): anche in single player ed indifferentemente della scelta del personaggio, l’azione si svolgerà sempre in coppia.
I due nostri eroi, proprio come sul set dei vari film, cammineranno inseparabili con uno dei due personaggi guidato da una discreta intelligenza artificiale. C’è anche la possibilità di alternare il controllo dei personaggi e “switchare” in tempo reale tra Terence e Bud. La differenza tra i due personaggi è ovvia: Bud è possente e potente, un gigante buono; l’altro è più agile ed ha mosse più “fantasiose”. E c’è anche una marcata differenza caratteriale che viene evidenziata dagli ottimi dialoghi ricchi di citazioni.

Ma non ci sarà soltanto da menare premendo i pulsanti del nostro joypad nel modo più veloce e preciso possibile soprattutto in alcuni mini-game. In alcuni scorci di stage cavalcheremo cavalli, ma andando avanti guideremo mezzi più contemporanei. Dopo i primi tre stage ci sarà la corsa con la mitica dune buggy mentre in altri ci si dovrà destreggiare per le strade di Miami per raggiungere un camion pieno di cattivoni ed altro.

Ci è piaciuta la varietà del gameplay che prevede anche diversi minigames mentre le ambientazioni, ovviamente, si rifanno ai vari film nei quali Bud Spencer e Terence Hill sono stati amati protagonisti. Si va dalle atmosfere Western de “Lo chiamavano Trinità” a quelle più anni ’70-’80 di “Altrimenti ci arrabbiamo”, ma ci sono molti altri richiami ai classici del duo italiano che per ovvi motivi non anticipiamo perché siamo restii agli spoiler.

Il filo conduttore è ovviamente lieve, quasi invisibile, ma lega tutti gli stage e mini-giochi presenti. Tante le citazioni anche ad altri film cult ed in generale una bellissima atmosfera. Ma perché è un beat’em up classico dal cuore moderno?

Semplice: il classico è dato dal gameplay e dalle atmosfere, il moderno dall’ottima realizzazione tecnica di cui parleremo a breve.

Lo stile prettamente arcade ci ricorda molto Double Dragon ma in alcuni casi anche Metal Slug. Durante le lunghe fasi beat’em up avremo anche l’opportunità di raccogliere boccali di birra o pentole di fagioli per recuperare energia vitale ed è possibile tenere questi oggetti in mano per utilizzarli contro i malcapitati sgherri che ci vengono incontro. Ci sono attacchi speciali che consumano energia (la barra blu posta sotto quella gialla della vita) che viene ricaricata in automatico. Si respira Arcade.

In altri stage dovremo anche utilizzare pulsanti e leve per sbloccare porte o cancelli. Rispetto alla versione Early Access è stata migliorata notevolmente la sessione della dune buggy che prima era davvero problematica e che ora è stata limata e che offre varie alternative “strategiche” visto che memorizzando il tracciato si possono sfruttare alcune scorciatoie (se non potete batterli con la forza…). Inoltre, sono stati aggiunti ulteriori contenuti (il mini-gioco birra e salsicce, in tipico stile quick-time event ne vogliamo parlare?).

Le altre fasi di guida ci hanno ricordato quelle di Batman The Movie su C64 (ma solo per il tipo di gameplay). Insomma, tutto è molto intuitivo ed anche divertente, a patto che il genere piaccia e che questo genere poco impegnato ma più incentrato sui riflessi venga apprezzato.
Gli sviluppatori hanno provato, riuscendoci anche piuttosto bene, a diversificare le varie fasi di gameplay alternando anche boss-fight, mini-giochi e brevissime fasi stealth. I tre livelli di difficoltà ci permettono di rigiocare i vari stage più volte con gradi di sfida sempre più elevati. In “facile” veramente sarà una passeggiata di una manciata di ore. Giusto menzionare come per materializzarsi il Game Over tutti e due i personaggi dovranno essere accorto di energia. Se uno sarà senza energia vita, l’altro lo aiuterà.

A livello medio la sfida è più interessante mentre la longevità è standard per questo genere action.

PIXEL ART DA APPLAUSI, ANIMAZIONI FINISSIME E MUSICA DA FAVOLA

Il commento tecnico su Slaps and Beans è senza dubbio positivo. Se fin dalle prime fasi dello sviluppo avevamo apprezzato lo stile in pixel art, nella versione finale lo abbiamo trovato ancora più carico di dettagli, animazioni e finezze. Ci sono tanti spunti sui cui parlare.

Ogni stage è perfettamente stilizzato e rievoca a tratti in modo spettacolare i vari set che i giocatori andranno ad esplorare. Ci è piaciuto moltissimo il vecchio West al punto che se fosse stato ambientato esclusivamente li avremmo comunque applaudito. Chiaramente gli autori hanno voluto diversificare il tutto, passare dai cavalli alle moto, alla dune buggy alla classica auto di lusso con le corna da toro di immane “tamarraggine” (ma in pieno stile Texas?) ed ovviamente hanno avuto ragione. Si respira letteralmente aria e pixel di anni ’80. Un’atmosfera irripetibile.

Stupisce come anche in pixel art la dovizia dei particolari non manchino tante finezze soprattutto nelle animazioni. Spesso e volentieri vedremo i nostri due eroi impegnati in attacchi fantasiosi, come spesso accadeva nelle scene dei loro film. Fa sorridere, ad esempio, vedere Terence tirare in alto il boccale di birra per distrarre il nemico di turno e sorprenderlo con un pugno facendogli frantumare il bicchiere in testa. Per non parlare della doppia sberla in faccia (che in siciliano ha un nome ben specifico: “lampiata”, ndr) di Bud al poveretto di turno.

I saloon, ma anche l’infinito super mercato dove ci si può prendere anche a colpi di frutta, una spiaggia da sogno, un villaggio immerso in un’isola remota, polverose strade e tante altre location si alternano e ci offrono un dolce turbinio di ricordi e malinconia.

Oltre alle animazioni ed alla bella grafica in stile 16 bit dove praticamente tutto è al suo posto comprese luci ed ombre e qualche effettino extra (nello stage dune buggy sono apprezzabili le nuvole di polvere alzate dalle nostre sterzate) per non dimenticare qualche chicca ed easter egg (perché troveremo qua e la tanti omaggi ad altre produzioni nazionali ed internazionali anche a livello di menzione), c’è da sottolineare una grandissima colonna sonora composta da 16 brani su licenza degli Oliver Onions, di Franco Micalizzi e di altri artisti. La raccolta Kickstarter è stata sfruttata bene in questo senso con i diritti per poter utilizzare questi brani che hanno contribuito a fare storia ed epica.

Queste possono essere ascoltate separatamente grazie alla funzione jukebox che si trova nel menu principale del gioco che apre con la colonna sonora di Bulldozer. E scusate se è poco. Non manca il “Coro dei Pompieri”, la divertentissima “Whistle and Bell” (usata anche in un paio di documentari di fine anni ’70 che parlavano di Formula 1, ndr), “Dune Buggy”,  “Miami Supercops” ed altri classici.

Tutto perfetto? Quasi. Alcuni piccoli comportamenti dei due personaggi, soprattutto quando si passa da un protagonista all’altro, non convincono. È un po’ come se gli zuccheri dell’intelligenza artificiale calassero di brutto. Nulla di particolare, per carità e la fortuna è che dalla versione Early Access diverse limature sono state effettuate. Ci piace anche menzionare alla fine uno scrolling è molto fluido e privo di incertezze.

COMMENTO FINALE

Bud Spencer & Terence Hill – Slaps and Beans (questo il titolo completo) è il gioco che se fosse stato pubblicato 20 anni fa avrebbe messo tutti d’accordo e siamo certi che sarebbero fioccati i 9,5 ed 10. Anche i 10 e lode volendo.

Ciò non toglie nulla al valore della produzione. Trinity Team ha svolto un lavoro a regola d’arte. Un piccolo gioiellino. Ben fatto a livello tecnico con un’ottima pixel art ricca di dettagli e fluida, una colonna sonora da favola visto che sono presenti 16 brani su licenza dei classici film del duo artistico formato dagli amatissimi Bud Spencer e Terence Hill che tanto hanno fatto ridere con spensieratezza grandi e piccini per anni ed anni.

Chi voleva un omaggio sicuramente è stato accontentato. Ma questo omaggio ha anche un buonissimo carattere perché artisticamente e tecnicamente si fa apprezzare in tutta la sua durata. Buono anche il gameplay che offre un buon grado di sfida, una discreta varietà ed una buona longevità. Avremmo preferito qualche stage e situazione in più ma probabilmente è altrettanto vero che con questo tipo di gameplay gli sviluppatori avrebbero rischiato di diventare un tantino ripetitivi. Ad onor del vero, però, i “completisti” ed i collezionisti di Achievements Steam potrebbero rigiocare più volte Slaps and Beans per conquistare tutti e 34 “trofei”.

Questo omaggio a Bud Spencer e Terence Hill ci ha convinti sotto praticamente tutti i punti di vista. Un omaggio fatto con cuore, meticoloso e divertente soprattutto per gli amanti del gameplay vecchio stile. A conferma che le produzioni indie italiane sono spesso e volentieri di grande spessore. A questo punto, speriamo anche che il titolo sbarchi su console. Vedremo.

 

L’articolo Slaps and Beans, Recensione Pc sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slaps and Beans, Recensione Pc

Slaps and Beans esce dall’Early Access

Dopo qualche mese dall’arrivo su Steam in Early Access, Bud Spencer & Terence Hill: Slaps and Beans arriva alla versione 1.0. Trinity Team ha ufficializzato il nuovo aggiornamento che di fatto fa uscire il titolo dall’accesso anticipato per la versione “definitiva” per Pc Windows, Mac e Linux.

Per chi non lo sapesse, o ricordasse, Slaps and Beans è un mix tra un beat’em up ed action condito da tanti mini-games che rievocano diverse scene e situazioni dei film con protagonisti Bud Spencer e Terence Hill. Ne abbiamo parlato molto nelle nostre Prime Impressioni realizzate a fine anno scorso Nato da una ottima campagna Kickstarter, il titolo si è subito fatto apprezzare per la sua qualità grafica in eccellente pixel art con alcuni brani tratti dai film.

Bud Spencer e Terence Hill si ritrovano nella loro prima avventura virtuale. Una storia completamente nuova: dal vecchio Western a Miami passando per un’isola tropicale tra conversazioni divertenti, gare di dunebuggy, e naturalmente, tantissime scazzottate.

Ricordiamo, infine, gli ingredienti base di Slaps and Beans:

  • grafica pixel art anni ‘80
  • sistema di combattimento alla Bud e Terence
  • modalità cooperativa
  • mini-games
  • una Dune Buggy rossa con cappottina gialla
  • tanti schiaffi e tanti fagioli (ovviamente!).

L’articolo Slaps and Beans esce dall’Early Access sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slaps and Beans esce dall’Early Access

Gekido Kintaro’s Revenge arriverà su Switch a marzo

La versione Nintendo Switch di Gekido Kintaro’s Revenge debutterà il mese prossimo. A marzo. Lo si legge da un post sulla pagina ufficiale del gioco su Facebook.

Gekido, per chi non conoscesse il titolo, è il remake di un beat’em up originale uscito nel lontano 2002 per Nintendo Game Boy Advance firmato da Naps Team, una software house indie di Messina che ha realizzato recentemente Iron Wings. Lo scorso dicembre l’annuncio dell’arrivo su Switch con una versione, definita dagli sviluppatori, che includerà qualche aggiunta ed “il multiplayer”. Non un semplice porting, dunque.

Ecco il post in questione. Non ci sono ulteriori dettagli. Resta, dunque, solo da capire quando – con precisione – questo titolo approderà sulla nuova ammiraglia Nintendo. Chiaramente saremo pronti a darvi ulteriori aggiornamenti in merito.

 

L’articolo Gekido Kintaro’s Revenge arriverà su Switch a marzo sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Gekido Kintaro’s Revenge arriverà su Switch a marzo

Slaps and Beans, Prime Impressioni sul gioco dedicato a Bud Spencer e Terence Hill

Dopo una lunga gestazione ed un’evoluzione importante, il progetto inizialmente denominato Schiaffi e Fagioli di Trinity Team si è concretizzato in una versione stabile su Steam sia pure in Early Access.

Slaps and Beans, pubblicato venerdì 15 dicembre sulla piattaforma di Valve, è un beat’em up infarcito di mini-giochi ed in pixel art che omaggia Bud Spencer (al secolo Carlo Pedersoli, scomparso a fine giugno dello scorso anno) e Terence Hill (Mario Girotti). Un titolo che è nato come un semplice omaggio ma che è poi si evoluto nel corso di questi mesi grazie ad un’importate campagna Kickstarter che ha permesso un’accelerazione decisa nello sviluppo ed ampliamento del gioco. Progetto che è anche diventato, nell’arco del tempo, non un semplice omaggio ma un gioco ufficiale.

Ed ora è finalmente giunto il momento di provare con il joypad alla mano quanto realizzato da Trinity Team. Un gioco atteso dai moltissimi affezionati delle gesta cinematografiche della coppia Bud Spencer e Terence Hill. Lo si aspettava probabilmente dai tempi dell’Amiga. Il perché è presto detto: questo duo è amatissimo non solo in Italia ma anche in tutto il resto del mondo. Non a caso, su quasi 7.000 donatori della campagna di crowdfunding, il numero degli utenti tedeschi che ha fatto una donazione è stato quasi il triplo di quelli italiani così come detto dagli sviluppatori in questa nostra intervista l’anno scorso (esattamente 365 giorni fa).

UN BEAT’EM UP VECCHIO STILE MA CON TANTI MINI-GIOCHI

L’idea di un beat’em up per raccontare le scazzottate dei nostri due eroi è certamente stata la prima e probabilmente la più azzeccata. Una scelta “naturale” oseremmo dire. Tanti nemici, quasi vittime sacrificali, che vengono prese a calci, pugni, schiaffoni e presi in giro dai nostri beniamini in giro per diversi stage legati da alcuni mini-giochi ed una trama leggera che comunque ci fa distinguere indistintamente i buoni ed i cattivi.

Ogni stage ci riporta a determinate scene e personaggi della vasta filmografia di Bud Spencer e Terence Hill. Dalle atmosfere Western di “Lo chiamavano Trinità” a quelle più anni ’70 di “Altrimenti ci arrabiamo” per continuare lungo altri set di cui però non parleremo per evitare di darvi ulteriori anticipazioni e non rovinarvi il gusto della scoperta.

No, non sono pellicole che hanno fatto la storia del cinema mondiale (anche se in Italia e non solo hanno avuto tantissimo successo al botteghino, ndr) ma hanno accompagnato tantissimo la storia di moltissimi di noi. Quella personale, che ad ogni scena ci fa affiorare un ricordo (quasi sempre allegro e spensierato).

Ed è li che l’effetto nostalgia si fa largo. Ed anche prepotentemente. Sarà anche che il gameplay piuttosto diretto e di stile arcade ci riporta alla mente alcuni classici come Double Dragon ed in alcuni casi Metal Slug. Uniteli assieme e vedrete una cosa molto simile a Slaps and Beans, un beat’em up cooperativo che si gioca anche in compagnia di un amico. Anche da soli, comunque, l’altro protagonista sarà preso in controllo dalla CPU.

Slaps and Beans F

Nelle fasi beat’em up, potremo menare duramente gli sgherri che ci vengono addosso grazie a calci e pugni attivati da diversi pulsanti del nostro joypad. Si potranno anche raccogliere e lanciare i nemici ma anche – quando indicato – utilizzare parti dello scenario per utilizzarlo contro i disgraziati di turno. Possiamo anche effettuare un attacco speciale che nel caso di Bud Spencer si materializza nel classico pugno sopra la testa ed altro.

Queste mosse sciuperanno una delle tre tacche della barra d’energia posta sotto la barra che evidenzia la salute. L’energia si ricaricherà in automatico mentre per la salute bisognerà raccogliere delle padelle con cibarie che ripristineranno un po’ di salute (ed una volta vuote queste padelle potranno essere usate contro i nostri nemici) o da boccali di birra che di tanto in tanto vedremo lungo il nostro cammino. Anche i boccali vuoti potranno essere presi per essere simpaticamente sbattuti in faccia ai malcapitati che ci verranno contro. Ci sono anche le parate ed attacchi in corsa a dare più profondità (e varietà) alle mosse.

Ma non finisce qui: ci sono tanti mini-giochi che offrono un po’ di varietà alla monotonia del picchia e vai avanti. In alcuni frangenti, ad esempio, dovremo utilizzare la pistola e col mirino premere il grilletto al momento opportuno in un determinato lasso di tempo. Scaduto il tempo si vedranno i risultati delle nostre azioni (dove la tempistica sarà fondamentale) e se tutto andrà bene, gli sgherri saranno disarmati e scapperanno via… con i pantaloni abbassati.

Ci sono tanti altri intermezzi e puzzle game interessanti in Slaps and Beans che ricordano sempre diverse scene della vasta cinematografia dei due protagonisti. Tra questi minigames non poteva mancare quello incentrato sulla pressione di due tasti per far volare un certo numero di malcapitati da porte e finestre. Sgherri molto facili da superare ai quali basterà uno schiaffo o un pugno per essere mandati fuori gioco.

C’è anche la famosa gara a bordo della dune buggy rossa… con la cappottina gialla. A tal proposito, le fasi di guida meritano due parole: sono divertenti ma i comandi dovrebbero essere leggermente più reattivi ed alcune volte il comportamento della nostra fiammante dune buggy è un po’ altalenante.

Ah, il tutto è ovviamente accompagnato anche da alcuni dialoghi con alcune celebri battute. E li troveremo anche parte dello spirito della coppia con i dialoghi dei due protagonisti che si pungolano e che comunque fanno emergere le differenze dei nostri beniamini.

Il gameplay di Slaps and Beans complessivamente offre una gradevole sfida nelle fasi beat’em up con una buona varietà di cose da fare. La longevità per un titolo del genere è nella media.

PIXEL ART CONVINCENTE E COLONNA SONORA DA SOGNO

Slaps and Beans C

Ma cosa dire dal punto di vista tecnico di Slaps and Beans? Innanzitutto che la grafica in pixel art è davvero convincente. Splendida in ogni suo aspetto e ricca di dettagli e finezze.

I due personaggi principali sono davvero ben realizzati e con ottime animazioni. Stesso dicasi per gli sgherri mentre le varie location offrono un viaggio visivo lungo i tanti stage che visiteremo. La varietà non manca, dal western, alla dune buggy ed a tante altre che non mancheranno di strappare anche sorrisi.

Sono tante le finezze presenti. Ad esempio nello stage di guida possiamo vedere come i detriti di terra e fango vengano spostati dalle vetture in gara e che le superfici abbiamo diverse ripercussioni sulla prestazione della nostra vettura.

Se l’occhio può ritenersi soddisfatto, anche l’orecchio può gioire. Sono presenti le colonne sonore dei film. Basti pensare che all’avvio c’è il tema principale di Bomber. Sentiremo anche altri classici come Whistle & Bells e molti altri brani composti dagli Oliver Onions e da Franco Micalizzi ad aggiungere epicità al tutto.

LA VERSIONE EARLY ACCESS E’ COMPLETA

Slaps and Beans H
Slaps and Beans E
slaps-beans

È giusto ricordare che Slaps and Beans sia un gioco praticamente completo. Trinity Team lo ha voluto precisare aggiungendo che tale versione offre tutti i contenuti che troveremo nell’edizione finale. L’unico motivo per cui il titolo è in Accesso Anticipato per avere ulteriori opinioni da parte del pubblico ed avere la possibilità di limare ulteriormente il titolo. Del resto, non era prevista fino a qualche settimana fa una demo né tanto meno un’Early Access.

Da quanto giocato possiamo confermare che non ci sono bug eclatanti e che la giocabilità non è per nulla minata da glitch o altri difetti.

Certo, qualche piccolezza da sistemare c’è ma non sono cose così gravi. Mentre ci aspettiamo che gli autori possano piazzare ancora qualche modifica e nuovi contenuti supplementari.

COMMENTO FINALE

La versione in accesso anticipato di Slaps and Beans è piuttosto soddisfacente ed offre un quadro molto vicino a quello che dovremmo trovare nell’edizione finale.

Trinity Team ha lavorato molto bene sul lato artistico con una bella pixel art ed offrendoci i brani classici dei film con protagonisti Bud Spencer e Terence Hill.

Sotto questo aspetto, chi voleva un omaggio alla celebre coppia che tanto ha fatto divertire grandi e piccini, è stato accontentato con un buonissimo gioco che è ormai prossimo alla conclusione del suo sviluppo anche se potrebbero esserci ulteriori novità con l’uscita dall’early access.

Il gameplay è piuttosto vario anche se si basa, ovviamente, sul menare chi si para davanti al nostro cammino. Ricco di citazioni (inevitabili ed anzi ben gradite), Slaps and Beans è perfetto per farci fare un bellissimo viaggio con noi protagonisti nel guidare Bud Spencer e Terence Hill attraverso i vari stage che omaggiano la loro filmografia. Chi è appassionato può cimentarsi nei tre livelli di difficoltà del titolo che offre una buona sfida ed una longevità media grazie a meccaniche di gameplay semplici e riprese dai grandi classici, legate da una sottile trama che racchiude la summa dell’omaggio a Bud Spencer e Terence Hill.

PREGI: Pixel art splendida. Buonissimo gameplay. Tante citazioni. Colonna sonora originale. Buona sfida.

DIFETTI: Qualche piccolo bug. Alcune volte le collisioni non sono precise.

Condividi questo articolo


L’articolo Slaps and Beans, Prime Impressioni sul gioco dedicato a Bud Spencer e Terence Hill sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slaps and Beans, Prime Impressioni sul gioco dedicato a Bud Spencer e Terence Hill

Slaps and Beans è su Steam in Early Access

Chi lo aspettava da tanto tempo sicuramente lo avrà notato nelle scorse ore. Slaps and Beans, il gioco ufficiale su Bud Spencer e Terence Hill, è infatti su Steam in Early Access. Puntuale, del resto, come da annuncio di qualche giorno fa.

Trinity Team, che sta sviluppando il gioco per Pc Windows, Mac e Linux, ha così portato questo attesissimo titolo sul grande palcoscenico di Steam e sarà a stretto contatto con i giocatori che in questa fase – che dovrebbe essere comunque breve – potranno dare suggerimenti sulla realizzazione di quello che è un beat’em up a scorrimento ma condito con tanti mini-giochi, in pixel art. Slaps and Beans avrà anche meccaniche platform e si potrà giocare assieme ad un amico in cooperativa.

Ecco qualche immagine del gioco che è stato finanziato con enorme successo su Kickstarter con oltre 215.000 dollari grazie a più di 6.000 sostenitori.

Slaps and Beans A
Slaps and Beans B
Slaps and Beans C
Slaps and Beans D
Slaps and Beans E
Slaps and Beans F
Slaps and Beans G
Slaps and Beans H

Gli ingredienti chiave di Slaps and Beans sono:

  • grafica pixel art anni ‘80
  • sistema di combattimento alla Bud e Terence
  • modalità cooperativa
  • minigames
  • una Dune Buggy rossa con cappottina gialla
  • tanti schiaffi e tanti fagioli (ovviamente!).

Sulla pagina Steam del gioco anche i requisiti di sistema che sono abbastanza abbordabili. Basterà sostanzialmente avere un computer con CPU Interl Core2 Duo E4500 (o equivalente) con due gb di ram ed una GeForce GT 640M (o equivalente) e 2 GB di spazio libero su hard disk.

Condividi questo articolo


L’articolo Slaps and Beans è su Steam in Early Access sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slaps and Beans è su Steam in Early Access

Slaps and Beans in Early Access dal 15 dicembre

Un po’ a sorpresa arriva una data (ufficiosa) su Slaps and Beans. Il beat’em up di Trinity Team che omaggia Bud Spencer e Terence Hill arriverà il 15 dicembre su Steam in Early Access. Salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, ovviamente.

Un piccolo cambio di programma per gli sviluppatori che avevano in mente di fare uscire il gioco direttamente e senza fase di accesso anticipato o demo.

Poco male perché tra meno di due settimane potremo cimentarsi in questo picchiaduro a scorrimento che avrà anche influenze platform e sarà infarcito di mini-games in cui si interpreteranno i personaggi resi famosi dai due attori italiani nei film anni ’70 ed ’80 che tanto hanno appassionato (e che tanto appassionano) il pubblico di tutto il mondo. A proposito, un piccolo inciso, in Ungheria è stata inaugurata qualche giorno fa la statua in onore di Carlo Pedrersoli (Bud Spencer), scomparso il 27 giugno dello scorso anno.

SnBWestern_000

Tornando a Slaps and Beans, gli ingredienti principali sono:

  • grafica pixel art anni ‘80
  • sistema di combattimento alla Bud e Terence
  • modalità cooperativa
  • minigames
  • una Dune Buggy rossa con cappottina gialla
  • tanti schiaffi e tanti fagioli (ovviamente!)

Il titolo è atteso per Pc, Mac e Linux e la versione che uscirà sarà molti vicina a quella finale. I contenuti sono sostanzialmente pronti ed a quanto pare sarebbero già in fase di pulizia (polishing) e di bilanciamento. L’early access permetterà agli sviluppatori di avere una finestra temporale per raccogliere i consigli e le proposte dei fan di Bud Spencer e Terence Hill.

“Più che un capolavoro dal punto di vista ludico – ci ha spiegato Fabrizio Zagaglia di Trinity Team – il gioco vuole essere un omaggio alla coppia ed offrire un po’ di sano divertimento “ignorante””.

Condividi questo articolo


L’articolo Slaps and Beans in Early Access dal 15 dicembre sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Slaps and Beans in Early Access dal 15 dicembre

For Honor, ecco la nuova modalità Endless March

Ubisoft annuncia i dettagli sulla Festa dell’Oltremondo, un evento stagionale per For Honor che è disponibile fino al 2 novembre di cui ieri abbiamo parlato. La software house francese ha diffuso un approfondimento che ce ne fa capire il funzionamento.

Questo nuovo evento offrirà una variante spettrale della modalità Dominio 4v4, in cui il campo di battaglia sarà invaso da alcuni scheletri. Durante l’evento, i giocatori potranno anche ottenere alcuni elementi decorativi esclusivi a tema Halloween, tra cui effetti esecuzione, emote e ornamenti.

L’aggiunta della modalità speciale Endless March introduce un nuovo set di regole per la modalità Dominio 4v4, che sfida i giocatori ad adattare le proprie strategie per eliminare la squadra avversaria. In Endless March, i soldati appaiono come scheletri e sono in grado di infliggere danni brutali. Conquistando le zone si otterranno solo punti temporanei, mentre l’unico modo per ottenere punti permanenti sarà uccidere i soldati e i giocatori nemici. Come in Dominio, per vincere è necessario raggiungere 1.000 punti e sconfiggere i quattro giocatori nemici.

La Festa dell’Oltremondo offre ai giocatori anche una serie di nuove ricompense a tema Halloween. I giocatori potranno personalizzare i propri eroi con speciali completi dotati anche di maschere, in grado di trasformarli in una versione spettrale di se stessi. Anche i contenuti settimanali di For Honor rilasciati durante questo periodo avranno un tocco di Halloween per celebrare questo speciale evento a tempo limitato.

Sviluppato da Ubisoft Montreal in collaborazione con altri studi del publisher quali Québec, Toronto e Blue Byte, For Honor offre una campagna davvero avvincente, oltre a un’emozionante esperienza multiplayer.

I giocatori potranno vestire i panni dei guerrieri di tre grandi fazioni: gli arditi cavalieri, i brutali vichinghi e i misteriosi samurai, combattendo fino alla morte in una serie di campi di battaglia intensi e realistici. L’innovativo sistema di combattimento di For Honor, l’Arte della guerra, garantisce un controllo totale dei propri guerrieri, consentendo ai giocatori di utilizzare le abilità e gli stili di combattimento di ogni eroe per eliminare tutti i nemici che li ostacoleranno. For Honor continuerà a espandersi e migliorare con una nuova stagione a partire da novembre, oltre ai piani futuri per introdurre i server dedicati.

Condividi questo articolo


L’articolo For Honor, ecco la nuova modalità Endless March sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di For Honor, ecco la nuova modalità Endless March

Zheros, la settimana prossima arriva il dlc The Forgotten Land

A più di un anno dal suo debutto, Zheros si arricchisce con un dlc e con l’arrivo su PlayStation 4. Il tutto sarà pronto ad inizio della prossima settimana.

Il dlc si chiama The Forgotten Land ed offre nuove ambientazioni ispirate all’Asia. Rimlight Studios, sviluppatore del beat’em up vecchio stilo a scorrimento in 2,5d, ha diffuso nuove immagini. A seguire tutte le caratteristiche dell’espansione. Qui, invece, la nostra recensione della versione Pc.

ZHEROS_TheForgottenLand_07
ZHEROS_TheForgottenLand_09
ZHEROS_TheForgottenLand_10

IL DLC INCLUDE

  • Un nuovo personaggio giocabile
  • 8 nuovi livelli che variano dalle aree selvagge alle città
  • Un veicolo nuovo
  • Nuove mosse per espandere l’arsenale
  • Creature potenti e mistiche addestrate per aiutarci nel nostro cammino.

Condividi questo articolo


L’articolo Zheros, la settimana prossima arriva il dlc The Forgotten Land sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Zheros, la settimana prossima arriva il dlc The Forgotten Land

Double Dragon IV arriva il 30 gennaio per Steam e PS4, ecco il primo teaser

Arc System Works, dopo aver acquistato i diritti della serie Double Dragon da Technos, ha ufficializzato con questo trailer che Double Dragon IV sarà disponibile a partire dal 30 gennaio prossimo su Pc attraverso Steam e su PS4.

Il modo migliore, aggiungiamo noi, per festeggiare i trent’anni della serie beat’em up celebre negli anni ’80 che si era fermata ad inizio anni ‘90 con il terzo capitolo. Salvo uno titolo di inizio 2014 chiamato Double Dragon Neon, una sorta di remake del classico arcade picchiaduro a scorrimento.

A quanto pare, il nuovo capitolo della serie riprenderà le vicende da dove si erano concluse alla fine di Double Dragon II. Almeno così riferisce DualShockers.

Al gioco ha lavorato lo staff dell’originale versione da sala giochi di Double Dragon, uscita originariamente nel lontano 1987, inclusi il produttore Takaomi Kaneko, il direttore Yoshihisa Kishimoto, il character designer Koji Ogata, il compositore Kazunaka Yamane ed il programmatore Kei Oyama.

Vi lasciamo al video che però fa una cronistoria dei capitoli precedenti e non mostra nulla di questo quarto episodio. Tuttavia, possiamo immaginare che nei prossimi giorni non mancheranno immagini e dettagli.

Condividi questo articolo


L’articolo Double Dragon IV arriva il 30 gennaio per Steam e PS4, ecco il primo teaser sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Double Dragon IV arriva il 30 gennaio per Steam e PS4, ecco il primo teaser

Intervista a Trinity Team per Slaps and Beans, il gioco su Bud Spencer e Terence Hill che ha sbancato Kickstarter

La loro campagna Kickstarter per Slaps and Beans (Schiaffi e fagioli in italiano, ndr) è stata molto seguita e si è conclusa qualche giorno fa con la raccolta di 212.557 euro grazie al supporto di 6.808 sostenitori.

Un risultato che ha confermato quanto il pubbblico (vedremo non solo italiano) sia legato ed affezionato ad una delle coppie artistiche italiane, quella formata da Bud Spencer (al secolo Carlo Pedersoli) e Terence Hill, più amate di sempre anche in Europa ed America.

Il gioco, che, nel frattempo, è stato anche approvato piuttosto velocemente su Steam Greenlight, arriverà su Pc Windows, Mac e Linux l’anno prossimo ma potrebbe anche arrivare su console.

Sale dunque la curiosità per conoscere un po’ più nel dettaglio il videogioco su Bud Spencer e Terence Hill. Noi abbiamo sentito Trinity Team che si sta occupando dello sviluppo del titolo. Abbiamo parlato con loro della campagna Kickstarter ma anche sui primi dettagli che, esperienza ci insegna, potrebbero cambiare in corso d’opera, come ad esempio ambientazione, trama e musiche che, grazie ad una accelerazione nelle ultime battute su Kickstarter, saranno quelle degli Oliver Onions. Ed ovviamente non mancheranno, essendo il titolo un beat’em up, gli schiaffi… ed i fagioli, ovviamente in pixel art.

Campagna Kickstarter fantastica con un finale in crescendo. Ve lo aspettavate?

Non ci aspettavamo un boost di questa portata francamente: nelle campagne che non hanno ancora raggiunto il goal principale, un trend di questo tipo è tutto sommato prevedibile o quanto meno auspicabile, ed è in parte riscontrabile in molte altre case history… ma nel nostro caso ( il goal principale era già stato superato da tempo ) un incremento così improvviso e marcato (l’ultimo giorno é stato secondo solo al day one come donazioni) è stata un po’ una (graditissima) sorpresa. Probabilmente ha pesato molto il fatto che la necessitá di avere le musiche originali era molto sentita, anzi… era d’obbligo.

I backers sono stati quasi 7.000. Un numero enorme ma che interesse ha suscitato fuori dai confini italiani?

I Fan di Bud e Terence hanno ormai conquistato tutto il mondo! In realtà però lo zoccolo duro rimane l’Europa, specialmente la Germania: infatti il numero di donatori Tedeschi è stato addirittura quasi 3 volte quello dei donatori Italiani.

Parlateci del gioco. Sarà un picchiaduro a scorrimento ma che fasi con la Dune Buggy, la sfida a birra e salsicce ed il canto dei pompieri come saranno integrate?

Il gioco sarà un beat em up un po’ atipico: Oltre ad un sistema di combattimento che renderà possibile portare su schermo le “coreografie” e le interazioni e scambi caratteristici tra i protagonisti ed i nemici, sarà pieno zeppo di minigame: da quelli con meccaniche più semplici come la gara di birra e salsicce a quelli più complessi come le gare con la Dune Buggy. Saranno inseriti all’interno del gioco, tipicamente tra uno stage e l’altro, in funzione della trama. Questo, da una parte aumenterà la varietà dell’esperienza di gioco e dall’altra ci darà uno strumento in più per veicolare la trama stessa… cosa non semplice in un picchiaduro a scorrimento più classico. E poi, a prescindere da tutto… potrebbe mai mancare la Dune Buggy?

Quanti stage avete in mente?

La trama del gioco è costruita in modo da giustificare senza troppe forzature la presenza di tutte le ambientazioni principali ben impresse nell’immaginario dei fan di Bud e Terence. Il gioco sarà quindi diviso in blocchi, uno per ogni ambientazione. Stiamo ancora valutando il numero preciso di livelli contenuti in ogni singolo blocco.

bud-spencer-e-terence-hill-slaps-and-beans
bud-spencer-e-terence-hill-a
bud-spencer-e-terence-hill-in-game-b
bud-spencer-e-terence-hill

Come sarà strutturato il gameplay?

Uno degli aspetti sul quale vogliamo focalizzarci maggiormente è il particolare il sistema di combattimento: ad affiancare le mosse ed i colpi caratteristici (il pugno a martello ad esempio) sarà presente una sorta di “coreografo” in grado di identificare dinamicamente, in base alla disposizione dei giocatori, dei nemici e degli elementi della scena circostante, se e quale sequenza “scriptata” tipica di Bud e Terence attivare. Ovviamente tale sistema dovrà essere il meno invasivo possibile, in grado di garantire un’esperienza di gioco fluida, dinamica e mai ripetitiva.

Quali brani degli Oliver Onions avete in mente di inserire?

Ne abbiamo selezionate diverse, ma la lista non è definitiva… tra queste troviamo “Dune buggy”, “I due superpiedi quasi piatti”, “L’ultimo valzer”, “Flying through the air” ed ovviamente “il Coro dei pompieri”.

Ci sarà spazio per brani inediti?

Saranno presenti variazioni sul tema in grado di adattarsi alle situazioni dinamiche del gameplay ( quindi ad esempio in grado di seguire il passaggio tra le fasi di gioco più tranquille a quelle più concitate e viceversa ). Non escludiamo comunque anche composizioni ad hoc.

La versione Pc è sicura, farete porting per Mac e Linux?

Si, la release su Steam è prevista sia per Windows che per Mac OS X e Linux.

Non siete riusciti a raggiungere lo stretch goal per le versioni PS4 ed Xbox One, le farete ugualmente?

Dipende da molti fattori: Noi faremo comunque tutto il possibile per riuscire ad arrivare ad Xbox One e PS4… in quest’ottica durante lo sviluppo Pc cercheremo di predisporre il tutto in modo tale che l’eventuale conversione sia il più indolore possibile.

Parlateci, se potete, della roadmap per la pubblicazione del gioco. Quali sono le vostre previsioni?

Puntiamo a completare la pre-produzione prima della fine dell’anno ed iniziare la produzione vera e propria ad inizio anno. Produzione che avrà tempi relativamente stretti: la release su Steam è prevista infatti per fine 2017.

Grazie per il vostro supporto.

Grazie a te!

Condividi questo articolo


L’articolo Intervista a Trinity Team per Slaps and Beans, il gioco su Bud Spencer e Terence Hill che ha sbancato Kickstarter sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Intervista a Trinity Team per Slaps and Beans, il gioco su Bud Spencer e Terence Hill che ha sbancato Kickstarter

Il beat’em up Mother Russia Bleeds è disponibile su Steam

Il beat’em up Mother Russia Bleeds approda oggi su Steam per Pc Windows, Mac e Linux. Lo hanno ufficializzato lo sviluppatore indipendente Le Cartel ed il publisher Devolver… Vai all’articolo

L’articolo Il beat’em up Mother Russia Bleeds è disponibile su Steam sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Il beat’em up Mother Russia Bleeds è disponibile su Steam