Archivi categoria: Bandai Namco

Auto Added by WPeMatico

One Piece World Seeker, tanti dettagli

Video, immagini e tanti dettagli inediti per One Piece World Seeker che arriverà sul mercato il prossimo 15 marzo su Pc, PS4 ed Xbox One.

Bandai Namco ha svelato tante novità sul gioco. Oltre a poter attraversare lo sconfinato mondo usando le capacità acrobatiche del frutto Gom Gom di Rufy, sono state presentate le sue due principali modalità di azione (Haki).

La prima, la Arm Haki, basata sulla pura potenza, consente a Rufy di sfoderare una forza schiacciante contro i suoi avversari. Mentre la seconda, la più particolare Observation Haki, consente a Rufy di rallentare il tempo e migliorare le sue abilità furtive con attacchi silenziosi e la capacità di vedere attraverso le pareti.

Il video di gioco offre un’anteprima dello Schema delle abilità e delle meccaniche di Creazione/Cucina. Completando le missioni e progredendo nel gioco, Rufy otterrà punti abilità che consentiranno ai giocatori di potenziare i suoi poteri e capacità tramite lo Schema delle abilità per adattarsi meglio al proprio stile di gioco.

È possibile accedere alla creazione tramite Usopp o Franky, due membri della ciurma dei Pirati di Cappello di Paglia di Rufy, che potranno usare gli oggetti trovati da Rufy nel mondo per creare nuovi oggetti ed equipaggiamenti, mentre Sanji potrà cucinare il contenuto dei Portapranzo per gli altri membri, consentendo loro di esplorare le isole e ottenere altri oggetti per i giocatori.

Infine, è stata svelata per la prima volta la potente modalità Gear Fourth di Rufy, che darà accesso a nuove e potenti abilità, ma solo per un breve periodo di tempo.

IMMAGINI






























SVELATA LA COLLECTOR’S EDITION

Inoltre, sempre oggi è stata svelata la Collector’s Edition del gioco, la Pirate King Edition. Oltre a una copia del titolo, questa versione includerà un’esclusiva statuina di Rufy alta 21 cm, una replica del frutto del diavolo Gom Gom, un CD con la colonna sonora originale del gioco composta da Kohei Tanaka, e il Season Pass.

BOUNS PRENOTAZIONI

Prenotando One Piece World Seeker sarà possibile anche accedere a una missione esclusiva che svela i segreti delle rocce misteriose a forma di mostro dell’isola, oltre a due costumi unici, la divisa militare e il costume da bagno di Rufy. Gli utenti PlayStation 4 riceveranno anche un ulteriore contenuto, il tema dinamico dedicato al gioco.

L’articolo One Piece World Seeker, tanti dettagli proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di One Piece World Seeker, tanti dettagli

God Eater 3, ecco il filmato d’apertura

Il filmato di apertura di God Eater 3 ci mostra alcune novità. Bandai Namco ha svelato nuovi dettagli sulla storia, alcune caratteristiche ed un personaggio. Oltre alla clip

Inoltre, ha svelato il filmato di apertura del gioco che include il brano “stereo future”, composto appositamente da Kenta Matsukuma ed eseguito dai BiSH, una “band punk rock senza strumenti musicali”. Bandai ha diffuso pure tantissime immagini che vi proponiamo a seguire.

Dopo la distruzione della loro casa, in God Eater 3 i protagonisti vengono salvati dall’equipaggio di un Ash Crawler chiamato Chrysanthemum. Gli Ash Crawler servono come navi di supporto per i God Eater e sono l’ultima ancora di salvezza per gli umani nelle Ashland post-apocalittiche. Sono ricoperte da Anti-Aragami Walls che le proteggono dagli effetti del mondo esterno, oltre ad avere dei Resonance Radar per rilevare gli Aragami stessi.

Seguendo una devastante tempesta di cenere, l’equipaggio del Chrysanthemum perde parte dei suoi membri in grado di utilizzare il Resonance Radar, perciò ora dovrà contare sull’aiuto dei giocatori per sconfiggere gli Aragami e ripristinare le rotte attraverso le Ashland. Dalla loro base mobile, i giocatori dovranno esplorare nuove aree delle Ashland per guidare la carovana ancora più in profondità in questo mondo.

Inoltre, è stato svelato il nuovo personaggio di Phym, una misteriosa ragazza con un corno sulla fronte. Incontrata dai protagonisti durante una missione di esplorazione, Phym ha un ruolo fondamentale nella storia di God Eater 3, tanto che questo incontro cambierà le loro vite per sempre. L’ultima caratteristica svelata è l’attacco speciale Burst Arts. Si tratta di una mossa che i giocatori possono utilizzare solo durante la modalità Burst. Questo attacco speciale assume una forma diversa in base a dove si trovano i giocatori, se in aria o sul terreno, e consentirà loro di forgiare il proprio stile di gioco scegliendo quale attacco scatenare.

Per personalizzare ulteriormente i propri personaggi, i giocatori potranno anche scegliere altri Burst Arts Effects per ciascuna mossa, andando così a ottenere una vasta gamma di combinazioni diverse.
































L’articolo God Eater 3, ecco il filmato d’apertura proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di God Eater 3, ecco il filmato d’apertura

Soulcalibur VI, Recensione

Dopo sei anni di pausa, la serie Soulcalibur si rimette in marcia. Negli ultimi mesi si sono susseguiti gli annunci sui personaggi ed i dettagli, Soulcalibur VI ha fatto il suo esordio pochi giorni, lo scorso 18 ottobre, su Pc, PS4 ed Xbox One.

Bandai Namco punta sul sesto capitolo per rinvigorire una saga nata nel lontano 1996 che, nonostante sia rimasta famosa ed amata non sembra essere riuscita a fare completamente breccia sul grande pubblico. Per l’occasione, il team di sviluppo ed il publisher hanno puntato su alcune novità ed anche “contaminazioni”. Basti pensare alla presenza di Geralt di Rivia, protagonista della trilogia di The Witcher firmata da CD Projekt RED, che campeggia nel roster iniziale dei personaggi di Soulcalibur VI. Che Bandai Namco, publisher anche dell’amatissimo gdr, abbia messo lo zampino? Pare evidente.

Ben due, invece, le modalità storia e molto altro. Ma il nuovo capitolo della saga picchiaduro ad incontri all’arma bianca che verte sulle vicende della malefica spada Soul Edge sarà in grado di farsi amare e di far meglio del quinto capitolo? E soprattutto, permetterà alla serie di continuare a sopravvivere nonostante la concorrenza di titoli come Street Fighter, Mortal Kombat, Dragon Ball, Tekken e simili.

Ecco la nostra recensione della versione Pc. Buona lettura.

DUE MODALITA’ STORIA, TANTE STORIE, TANTI PERSONAGGI

Parliamo subito della storia di Soulcalibur VI che addirittura si dipana in due modalità diverse. La prima si intitola Libra of Soul o, in italiano, Bilancia dell’Anima, ed è decisamente la più lunga. Questa accresce notevolmente la longevità del gioco. Inoltre è quella che ci permette di utilizzare un personaggio da noi editato e di farlo evolvere anche grazie ad uno spruzzo di gdr.

Ne la Bilancia dell’Anima, quindi, dopo aver creato il nostro personaggio grazie all’ottimo editor che ci offre la possibilità di scegliere razza, tratti somatici, acconciatura, stile, armi e così via, andremo in giro per il mondo seguendo in filo conduttore principale. Durante l’avventura sarà possibile anche cambiare aspetto e stili di combattimento a seconda dell’arma che si impugna.

Sarà possibile scegliere alcuni bivi narrativi (una scusa per rigiocare ancora una volta questa modalità ed avere il quadro sempre più completo) andando avanti di location in location. E tramite queste scelte muteremo anche il nostro allineamento: blu o rosso.

Non finisce qui: possiamo decidere se esplorare le vicinanze dei vari punti sulla mappa spendendo soldi in cambio di ricompense corpose e/o oggetti utili come armi, cibo o materiali da incastonare alle armi per ottenere ulteriori bonus purché sia faccia ricorso ad un fabbro. Si possono anche reclutare mercenari e rivolgerci a dei mercanti per acquistare quel che ci serve oltre che sperare di raccoglierlo lungo la strada. La raccolta di soldi sarà fondamentale per viaggiare e svolgere missioni secondarie. Come sempre alcune di esse sono interessanti ed articolate, altre molto elementari.

La narrazione si interseca con i tanti combattimenti. Su quest’ultimo fronte ci sono diverse varianti. Nel corso del nostro peregrinare visiteremo tutte le arene (che ovviamente si alterneranno a seconda del contesto storico) ma le regole del combattimento potrebbero essere diverse. Ad esempio il ring-out, uno dei marchi di fabbrica di Soulcalibur, è attivo, o la superficie dello stage è scivolosa, o ancora i nemici recuperano energia e così via. Il tutto per dare un po’ di pepe.

Del resto, il nostro personaggio editore è un Malfestato, ovvero uno dei disgraziati contagiati dalla malignità della spada maledetta. Starà a noi decidere se combattere questa malvagità compiendo scelte adeguate o di fare azioni cattive ed essere condotti dalla cattiveria

Al termine di ogni combattimento avremo i nostri punti esperienza che faranno salire di livello il nostro alter-ego. Il tutto servirà per avere maggiore salute e soprattutto offrirci la possibilità di maneggiare armi più potenti. Questa modalità ci farà incontrare attraverso cinque lunghissimi capitoli tutti i personaggi principali che conosciamo. Nondimeno, ci preme ricordare come le variazioni sul tema e le sottotrame siano tantissime ed in grado di far accrescere la longevità a dismisura. Di contro, è possibile che possano essere ripetitive.

L’altra modalità “storia” si intitola Le Cronache dell’Anima. Protagonisti Kilik e Siegfried. Anche qui dialoghi e combattimenti si alternano ma qui non abbiamo scelte da fare e prenderemo il comando di personaggi della serie che si alterneranno verso i vari capitoli di questa modalità che ci fornirà tantissime informazioni e dettagli narrativi che andranno a completare quelli ottenuti ne La Bilancia dell’Anima. Un incastro fatto ad arte dagli scrittori di Bandai Namco.

Soulcalibur VI ci offre un background narrativo molto lungo, fatto di tantissimi dialoghi e di un certo peso. A nostro avviso molto ben fatto ed in grado di approfondire e far appassionare i giocatori al “lore” del gioco, anzi, della serie.

UN EDITOR IMPORTANTE

Un piccolo paragrafo della nostra recensione è giustamente dedicato all’editor dei personaggi che si attiva andando nel menu Creazione. Ne avevamo già parlato ma è giusto spendere due paroline. Si può forgiare il proprio personaggio come si desidera a partire dalla razza (ve ne sono presenti 16), tra cui amni, mummie, elfi, creature demoniache, uomini lucertola, scheletri e witcher ad esempio.

I giocatori saranno in grado di personalizzare i loro personaggi attraverso migliaia di diverse combinazioni, prima di personalizzare la dimensione, le caratteristiche facciali, l’acconciatura, i vestiti, le armature, e ovviamente, le armi e gli stili di combattimento.

IL ROSTER

Sono 21 i combattenti iniziali presenti. Il season pass ne aggiungerà altri quattro. Il primo è già disponibile via dlc: DB di NieR Automata, secondo personaggio ospite dopo il celebre Geralt di Rivia. Diciotto protagonisti sono già noti agli appassionati della saga (non mancano Mitsurughi, Voldo ed Ivy ad esempio), mentre i nuovi sono Azwel, Grot e, ovviamente Geralt.

  • Astaroth
  • Cervantes
  • Inferno
  • Ivy
  • Kilik
  • Maxi
  • Mitsurugi
  • Nightmare
  • Raphael
  • Seong Mi-na
  • Siegfried Schtauffen
  • Sophitia
  • Taki
  • Talim
  • Voldo
  • Xianghua
  • Yoshimitsu
  • Zasalamel

Nuovi personaggi

  • Azwel
  • Geralt (ospite da The Witcher 3: Wild Hunt)
  • Grøh.

ALTRE MODALITA’

Non mancano altre modalità. Spicca sicuramente la Arcade dove i giocatori possono scegliere il personaggio preferito e farlo scontrare con altri otto del roster. I match sono al meglio dei cinque round, ovvero il primo che arriva a tre round vinti si aggiudica la sfida. Sono match ad eliminazione diretta.

In Versus è possibile effettuare un semplice combattimento scegliendo anche il numero di round, l’arena (tra le 12 disponibili) e modificare alcuni parametri come attivare (o disattivare) il ring out, il pavimento scivoloso, il tempo limite e così via. Si può giocare contro la CPU o contro un amico.

Troviamo l’Allenamento che, come facile intuire, ci fa provare le mosse.

In Rete, invece, possibile giocare con altri utenti via web e vedere le classifiche suddivise in due categorie: Regione e Stile. È possibile sfidare altri utenti in partite normali e classificate. E si possono guardare anche i Replay delle partite.

In Museo, invece, si possono visualizzare le biografie dei personaggi, le storie, le gallerie di immagini, le musiche ed altri contenuti.

GAMEPLAY RAPIDO E DIVERTENTE








Definire il gameplay di Soulcalibur VI non è semplice. Potremmo però dare due aggettivi: rapido e divertente. Rapido perché i round durano davvero una manciata di secondi; divertente perché le mosse e gli attacchi sono discretamente vari.

Ognuno dei 21 personaggi del roster iniziale (è già disponibile il primo dlc con l’androide 2B di NieR Automata che fa parte del season pass), ha il proprio set di mosse. Chiaramente tutti seguono la loro evoluzione anche rispetto ai precedenti capitoli. C’è anche la rielaborazione della Carica dell’Anima. È un potenziamento temporaneo di brevissima durata che ha effetti diversi sui guerrieri. Questa sblocca mosse aggiuntive e se utilizzata nel modo migliore, potrebbe essere decisiva per ribaltare le sorti di uno scontro.

Non mancano le super (come le Critical Edge) e le Guardie Reattive (o parate ad impatto). Ma generalmente si ha la sensazione di giocare col secondo amatissimo capitolo del gioco. E questo è un fatto positivo. Ne nascono scontri, scambi spettacolari e divertenti.

Ci sono le Reversal Edge, un colpo capace di assorbire gli attacchi avversari che una volta a segno dà il la ad una spettacolare animazione.

CONVINCENTE IL LATO TECNICO

Dal punto di vista tecnico, Soulcalibur VI ci è piaciuto molto. La presenza dell’Unreal Engine 4 la si nota per gli spettacolari effetti particellari ma anche per i particolari delle arene. Quest’ultime sono davvero interessanti anche se in lontananza appaio sfocate concentrando la telecamera, ovviamente sull’azione che non soffre di alcun rallentamento nonostante le tonnellate di effetti speciali.

Le animazioni sono fluide e raramente si notano incertezze. La varietà delle movenze dei personaggi è notevole così come le ambientazioni. Tante le finezze anche se probabilmente l’Unreal Engine 4 si sarebbe potuto sfruttare ulteriormente.

Ottimo il doppiaggio ed il comparto sonoro con brani interessanti ed effetti sonori sempre azzeccati.












COMMENTO FINALE

Soulcalibur VI vuole fare affezionare gli appassionati. E ci prova in tutti i modi dando tantissimi contenuti, diverse modalità, ed offrendo un gameplay davvero interessante. Divertimento e longevità sembrano essere le parole d’ordine di un titolo che possiamo sicuramente consigliare ai vecchi appassionati ma anche a chi desidera avvicinarsi a questo genere di giochi.

Il grado di sfida è senza dubbio ben dosato, le due modalità Storia sono molto ricche, soprattutto la Bilancia dell’Anima che permette al nostro alter ego di essere protagonista e di scoprire tante notizie e molta storia del mondo di Soulcalibur. Il gameplay offre una buona varietà di mosse ed è molto divertente.

Tecnicamente il gioco ci è piaciuto parecchio. Magari non è perfetto ma è sicuramente interessante e rarissime volte ha delle sbavature. Una cosa che non abbiamo molto compreso, visto gli attuali hardware, la presenza di troppi caricamenti.

Divertente soprattutto in compagnia, il gioco offre anche modalità online con partite amichevoli e match classificati. Consigliamo moltissimo Soulcalibur VI che ci ha colpito comunque per la immediatezza del gameplay (tante mosse ma non troppo complicate da eseguire) e per la spettacolarità di alcune sue mosse. Senza fronzoli ma concreto e non per questo meno succoso, grazie soprattutto alle tante storie che si intrecciano. Ottimi tutti i personaggi del roster mentre le due modalità Storia ci sono piaciute parecchio.

L’articolo Soulcalibur VI, Recensione proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Soulcalibur VI, Recensione

Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video

Goku, Vegeta e Frieza protagonisti in un nuovo trailer su Jump Force, il titolo in arrivo il prossimo 15 febbraio su Pc, PS4 ed Xbox One. Bandai Namco ci mostra le trasformazioni dei personaggi di Dragon Ball. La stessa clip è stata pubblicata nel corso dell’X018 di Microsoft nel weekend.

Il trailer mostra come Goku e Vegeta saranno in grado di raggiungere il livello Super Saiyan Blue.

Frieza, per non essere sovrastato dai suoi rivali di sempre, potrà trasformarsi in Golden Frieza e portare caos e distruzione nel mondo.

Ecco la clip. Buona visione.

I “MAGNIFICI” 24

Il roster di Jump Force continua a espandersi con 24 personaggi giocabili già confermati scelti da 10 tra i più amati manga di Shonen Jump.

Tra questi:

  • Dragon Ball: Goku, Vegeta, Frieza
  • One Piece: Luffy, Zoro, Blackbeard, Sanji, Sabo
  • Naruto: Naruto, Sasuke
  • Bleach: Ichigo, Aizen, Rukia
  • Yu-Gi-Oh!: Yugi
  • Saint Seiya: Seiya, Shiryu
  • Hunter X Hunter: Gon, Killua, Kurapika, Hisoka
  • YuYu Hakusho: Yusuke, Toguro
  • City Hunter: Ryo
  • Fist of the North Star: Kenshiro.

L’articolo Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Jump Force, i personaggi di Dragon Ball protagonisti in video

Twin Mirror, primo trailer con gameplay

Twin Mirror si mostra nel suo primo video con gameplay. La clip, lunga quattro minuti, è stata diffusa da Bandai Namco.

Il trailer illustra il primo episodio del gioco, Lost On Arrival, e guida i giocatori attraverso gli elementi principali dell’avventura narrativa fornendogli maggiori informazioni su Basswood, il Doppio e i meccanismi del “Palazzo della Mente”.

Il video commentato porterà gli appassionati al primo vero enigma del gioco, che dimostrerà come dovranno usare lo spazio mentale di Sam per sbloccare i misteri di Basswood e trovare le risposte sul perché si sia svegliato nella stanza di quel motel con una camicia ricoperta di sangue.

Il primo episodio di Twin Mirror sarà disponibile nel 2019 per Pc, PS4 ed Xbox One.

 

L’articolo Twin Mirror, primo trailer con gameplay proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Twin Mirror, primo trailer con gameplay

Tekken World Tour 2018, dettagli sulla finale

Bandai Namco e Twitch hanno ufficializzato nuovi dettagli sulla finale del Tekken World Tour 2018. L’epilogo si terrà ad Amsterdam, in Olanda, per l’1 ed il 2 dicembre prossimi.

Il weekend di competizioni riunirà vecchi e nuovi rivali, tra cui alcuni dei migliori giocatori di Tekken provenienti da America, Europa e Asia, come Knee, Saint, Anakin, HighLow, JDCR, Tissuemon, Qudans (campione del Tekken World Tour 2017 e molti altri, per determinare chi sarà il miglior giocatore di Tekken 7 al mondo.

Per chi non potrà partecipare, l’evento sarà trasmesso in diretta live in tutto il mondo in esclusiva su Twitch (Twitch.tv/Tekken).

Con un significativo montepremi in denaro in palio, la posta in gioco per la vittoria alla finale sarà molto alta. I giocatori che intendono parteciparvi, ma che non si sono qualificati attraverso i tornei durante la stagione regolare della TWT, avranno l’opportunità di competere in uno speciale evento Last Chance Qualifier (LCQ), che si terrà sabato 1° dicembre all’Amsterdam Theater, la sede della finale del Tekken World Tour 2018 di quest’anno. L’evento LCQ vedrà impegnati 256 concorrenti con il primo posto che consentirà di qualificarsi per l’evento principale previsto per domenica 2° dicembre, come uno dei 20 finalisti che si contenderanno l’ambito titolo di campione.

Attraverso i due giorni di serrata competizione, i partecipanti avranno l’opportunità di incontrare Katsuhiro Harada, responsabile del franchise, oltre a un componente del team di progettazione del gioco, Michael Murray. Entrambi saranno a disposizione dei fan di Tekken per firmare autografi e scattare fotografie.

A partire da oggi, è possibile acquistare un numero limitato di biglietti per la finale del Tekken World Tour 2018 al seguente sito web di Eventbrite dedicato all’evento.

L’articolo Tekken World Tour 2018, dettagli sulla finale proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Tekken World Tour 2018, dettagli sulla finale

God Eater 3 esce a febbraio 2019

Bandai Namco ha ufficializzato la data di lancio di God Eater 3. Il gioco sarà disponibile dall’8 febbraio 2019 su Pc e PS4.

Insieme alla data di uscita, è stato anche svelato un nuovo trailer che aggiunge nuovi dettagli alla storia.

In un mondo devastato dagli Aragami, orrende creature che vivono solamente per distruggere e divorare, gli Adaptive God Eater sono obbligati a combattere per difendere le speranze dell’umanità.

A questi soldati potenziati è stata data l’abilità di impugnare le God Arc, armi biologiche create dagli uomini e in grado di distruggere i mostri.

Unendo le armi, fino a 8 giocatori potranno fronteggiare le più grandi sfide e addirittura avere la meglio, una volta per tutte, dei più forti Aragami.

 




L’articolo God Eater 3 esce a febbraio 2019 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di God Eater 3 esce a febbraio 2019

My Hero One’s Justice è ora disponibile

Bandai Namco ha condiviso la notizia dell’avvenuto lancio di My Hero One’s Justice su PlayStation 4Xbox OneNintendo SwitchSteam. Il publisher ha festeggiato rilasciando un trailer nuovo di zecca in italiano, che potete vedere in basso.

Nella modalità Storia di My Hero One’s Justice, sarà possibile rivivere la storia dell’omonimo anime. Infatti, la trama includerà alcuni dei momenti più avvincenti del franchise, ma restando fedele alla storia originale. Inoltre, sarà possibile viverla da entrambi gli schieramenti, grazie alle modalità Eroe e Villain.

Il gioco include anche una modalità Online dove i giocatori potranno competere fra loro per dimostrare il proprio valore nella modalità Classificata! La chiave per il successo sarà selezionare il personaggio che si adatta meglio al proprio stile di gioco e scegliere il miglior compagno di squadra. Il titolo offrirà alcuni eventi online a cadenza regolare, che ricompenseranno i giocatori con diversi premi speciali.

In modalità Missione, invece, i giocatori affronteranno una vasta gamma di scenari diversi e avversari impegnativi, con determinate regole per ognuno di essi. E mentre combattono per completare le sfide, saranno ricompensati con nuovi accessori e monete eroe, la valuta di gioco gratuita. Infine, la modalità Arcade li vedrà impegnati a combattere contro sei personaggi di fila, per potersi aggiudicare alcuni oggetti speciali come ricompensa.

L’articolo My Hero One’s Justice è ora disponibile proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di My Hero One’s Justice è ora disponibile

Naruto to Boruto: Shinobi Striker, ecco Hiruzen Sarutobi

Un nuovo personaggio arricchisce il roster di Naruto to Boruto: Shinobi Striker. Ecco Hiruzen Sarutobi che Bandai Namco ci presenta con un trailer. Il combattente sarà disponibile da domani (19 ottobre) su Pc, PS4 ed Xbox One come parte del season pass o del dlc2 come personaggio master.

Si potrà usare, dunque, il set di mosse, oltre al suo abito e alle sue armi, per i propri avatar di gioco. Inoltre, a partire da oggi, tutti i giocatori potranno usare Sarutobi come personaggio giocabile.

Sarutobi era il terzo Hokage del Villaggio della Foglia ed era considerato il ninja più forte dell’intero villaggio, grazie a una serie di jutsu incredibilmente potenti.

L’arte del fuoco: Fiato Ardente del Drago crea una fiamma che colpisce il proprio avversario ed esplode all’impatto, infliggendo danni e un depotenziamento da bruciatura.

L’arte della Terra: Proiettile del Drago di Terra aiuterà i giocatori a controllare il campo di battaglia. Una volta attivato, questo ninjutsu evocherà il Drago della Terra, che scaglia una rapida scarica di proiettili su qualsiasi nemico si trovi nel suo raggio d’azione.

Ma la tecnica più potente di Sarutobi, adesso sempre più integrato in Naruto to Boruto: Shinobi Striker, è il Sigillo del Diavolo. Gli avversari colpiti da questo ninjutsu riceveranno un depotenziamento da combattimento e vedranno aumentare il loro tempo di rinascita.

L’articolo Naruto to Boruto: Shinobi Striker, ecco Hiruzen Sarutobi proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Naruto to Boruto: Shinobi Striker, ecco Hiruzen Sarutobi

Rilasciata la demo di Taiko no Tatsujin per Switch e PS4

Bandai Namco ha rilasciato una demo gratuita per Taiko no Tatsujin: Drum ‘n’ Fun! per Nintendo Switch e Taiko no Tatsujin: Drum Session! per PlayStation 4. Entrambe le demo saranno disponibili dal 12 ottobre, e i giocatori possono già scaricare la demo dal Nintendo eShop o dal PlayStation Store.

La demo di Drum ‘n’ Fun! per Nintendo Switch conterrà due canzoni:

  • La canzone originale di Namco: FURIFURI♪NORINORI♪
  • Musica classica: l’Ouverture dall’Orfeo all’Inferno, composta da Jacques Offenbach

La demo di Drum Session! per PlayStation 4 contiene invece 3 canzoni:

  • Musica Classica: il Preludio della Carmen, composto da Georges Bizet
  • Musica di gioco: EAT’EM UP! da R4 -RIDGE RACER TYPE4
  • La canzone originale di Namco: TSUNAGARE! HIROGARE! UCHIAGARE!

Ricordiamo, infine che i due titoli saranno disponibili in versione completa dal 2 novembre. È inoltre prevista una versione fisica per Drum ‘n’ Fun, dall’8 novembre.









L’articolo Rilasciata la demo di Taiko no Tatsujin per Switch e PS4 proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Rilasciata la demo di Taiko no Tatsujin per Switch e PS4

Jump Force, arrivano Pegasus Seiya e Dragon Shiryu

Due personaggi de I Cavalieri dello Zodiaco (Saint Seiya), Pegasus Seiya e Dragon Shiryu, entrano nel cast di Jump Force. Lo rende noto Bandai Namco con questo trailer.

Oggi è stato anche svelato lo stage di Mayan City, in cui i personaggi del gioco si daranno sfida tra le antiche rovine della civiltà centro-americana.

Ecco il trailer dedicato a queste novità ricordando che Jump Force sarà disponibile a febbraio 2019 per Pc, PS4 ed Xbox One.

 

L’articolo Jump Force, arrivano Pegasus Seiya e Dragon Shiryu proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Jump Force, arrivano Pegasus Seiya e Dragon Shiryu

My Hero One’s Justice, Endeavor si unisce al cast

Bandai Namco ha annunciato maggiori dettagli sul personaggio di Endeavor e sul suo ruolo nell’imminente My Hero One’s Justice. L’eroe è disponibile come bonus pre-order gratuito o potrà essere acquistato separatamente al lancio del gioco, che – ricordiamo – sarà disponibile dal 25 ottobre 2018 su Pc, PlayStation 4Xbox One.

Endeavor, attualmente l’Eroe Numero 1 nel manga, è dotato di una forza bruta unita a una rabbia intensa. Il suo stile di combattimento riflette questa sua personalità, con fiamme furiose che si irradiano dal suo corpo, riducendo in cenere qualsiasi cosa lo tocchi.

Il publisher ha anche svelato una nuova modalità di gioco: la Arcade Mode. In questa modalità, i giocatori lotteranno contro 6 personaggi in fila e riceveranno oggetti speciali come ricompensa per le vittorie. Qualche mese fa è stata anche confermata la presenza del titanico All Might.





L’articolo My Hero One’s Justice, Endeavor si unisce al cast proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di My Hero One’s Justice, Endeavor si unisce al cast

Jump Force, svelate le iconiche carte di YU-GI-OH! per Yugi Muto

Yugi Muto mostra le proprie carte in combattimento in Jump Force. Dark Magician, Dark Magician Girl ed il potente Slifer the Sky Dragon. Sono queste le tecniche contraddistinguono quello che è probabilmente il più piccolo tra i lottatori del gioco.

Yugi diventa uno dei combattenti più forti quando utilizza le sue celebri carte Duel Monster in battaglia. Sarà in grado di farle direttamente combattere per lui oppure usare le carte magia per cambiare l’inerzia dello scontro.

Oggi è stato anche mostrato il livello del Golden Gate che permette ai giocatori di lottare sul celebre simbolo della San Francisco Bay. Accanto al ponte, la statua della Valley of the End dell’universo di Naruto sorge dalle acque…un ulteriore indizio della fusione dei diversi mondi…

Prima di lasciarvi al nuovo trailer rilasciato da Bandai Namco vi ricordiamo che Jump Force debutterà a febbraio per Pc (in digitale), PS4 ed Xbox One.

L’articolo Jump Force, svelate le iconiche carte di YU-GI-OH! per Yugi Muto proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Jump Force, svelate le iconiche carte di YU-GI-OH! per Yugi Muto

Ace Combat 7: Skies Unknown, dettagli sulla collector’s edition

Bandai Namco Entertainment Europe ha svelato maggiori dettagli sulla collector’s edition di Ace Combat 7: Skies Unknown, in arrivo in Italia in versione fisica dal 17 gennaio prossimo per PS4 e Xbox One. Le versioni digitali saranno disponibili dal giorno successivo, mentre per Pc via Steam dall’1 febbraio.

La collector’s edition, che sarà numerata singolarmente, conterrà:

  • Ace Combat 7: Skies Unknown
  • Il season sass: che include 3 aerei, 3 missioni e la modalità Music Player
  • Una figurine esclusiva in metallo dell’Arsenal Bird (40cm:500g)
  • Un Art Book A4 – 150 pagine Ace At War: A History 2019 (che include illustrazioni esclusive, interviste e 4 novelle scritte dal writer-director Sunao Katabuchi)
  • Una spilla di 3cm
  • 2 toppe con gli stemmi di Erusea e Usea.

L’articolo Ace Combat 7: Skies Unknown, dettagli sulla collector’s edition proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Ace Combat 7: Skies Unknown, dettagli sulla collector’s edition

Dragon Ball FighterZ debutta su Switch

Dragon Ball FighterZ fa il suo debutto odierno su Switch. Bandai Namco Entertainment ha pubblicato il trailer di lancio del suo eccellente picchiaduro ad incontri. Domani sarà disponibile anche in digitale. Tutti i contenuti aggiuntivi come i dlc, il FighterZ Pass e l’Anime Music Pack saranno disponibili per l’acquisto sempre da domani.

L’azione frenetica di Dragon Ball FighterZ incontra la console ibrida di Nintendo permettendo così ai fan di giocare in qualsiasi luogo e qualsiasi momento.

I giocatori possono usare un singolo Joy-Con per un divertimento immediato e veloce. Usare entrambi i Joy-Con o il Nintendo Switch Pro Controller permetterà controlli più profondi e precisi per un gameplay più competitivo.

Questa versione permette partite in multiplayer locale usando 2 console e la tecnologia Ad-Hoc Wireless. Fino a 6 giocatori potranno combattere nella modalità Party Mode.

 

L’articolo Dragon Ball FighterZ debutta su Switch proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dragon Ball FighterZ debutta su Switch