Archivi categoria: Adventure

Auto Added by WPeMatico

Agents of Mayhem, conosciamo Safeword

Conosciamo Safeword, un nuovo personaggio di Agents of Mayhem pronto ad unirsi al team. Volition e Deep Silver ci presentano questo nuovo personaggio, un hacker eccezionale.

Ecco il trailer, alcune immagini ed una piccola biografia. Qui, invece, la nostra recensione su Pc.

 

“Se tu puoi costruirlo, lei può distruggerlo. Safeword ha poca pazienza con la stupidità e ancora meno con la Legion Mettere insieme un esercito di esperti in cybersecurity, nessun problema. Questa donna é una minaccia ambulante per l’infrastruttura e niente – dalla password della tua mail alla tua arma per la fine del mondo —è al sicuro.

Kinzie Kensington è un hacker eccezionale sin da quando è stata grande abbastanza per leggere e scrivere. Invece di lasciare che il suo talento fosse sprecato in carcere, l’Fbi ha deciso che per lei sarebbe stato meglio lavorare per loro, così ha iniziato a lavorare nell’unità dei cyber crimini all’età di 18 anni. Kenzie non ha mai apprezzato molto il fatto di essere bloccata in un lavoro estremamente noioso. Voleva azione, adrenalina, e soprattutto uno sfogo per punire le persone violentemente. Pur sapendo che Legion è un’organizzazione pericolosa che deve essere fermata, se non le avessero permesso di scendere in campo, probabilmente non le sarebbe importato più di tanto.

In qualità di Agent of Mayhem possiede strumentazioni high-tech, armi e una licenza per picchiare chiunque ostacoli la sua strada o chiunque pensi possa meritarsi un bel calcio nel sedere. Inoltre, la capacità di spiare così tante persone interessanti all’interno dell’agenzia la rende felice durante i momenti di inattività”.

Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Agents of Mayhem

Condividi questo articolo


L’articolo Agents of Mayhem, conosciamo Safeword sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Agents of Mayhem, conosciamo Safeword

Assassin’s Creed Origins Gold Edition, Recensione PS4

Era il 13 novembre 2007 e quindi sono già passati dieci anni da quel giorno in cui un si affacciava al mondo dell’industria videoludica, un chiacchieratissimo, pubblicizzatissimo e controverso Assassin’s Creed approdava su PS3 e Xbox 360 con qualche mese di anticipo rispetto alla controparte Pc Windows. Assassin’s Creed Origins, è stato pubblicato il 27 ottobre scorso, contemporaneamente a Wolfenstein II: The New Colossus e Super Mario Odyssey. Action adventure in terza persona con predilezione alle fasi di infiltrazione, l’ultima fatica di Ubisoft Montreal arriva al grande pubblico dopo un anno di pausa forzata, mitigata in parte dal film con Michael Fassbender come protagonista. Ed arriva quindi dopo due anni da Syndicate, ambientato nella Londra Vittoriana, e con una importante sfumatura ruolistica.

Noi vi parliamo della Gold Edition per PS4 che include il season pass del gioco.

LE ORIGINI DELLA GUERRA ETERNA

Assassin’s Creed Origins ci riporta intorno al 50 a.C. per la prima volta nella storia dell’intera saga. Si era partiti dai tempi delle Crociate e poi si è andati sempre verso i giorni nostri. Dopo i fasti e i nefasti di epoca Vittoriana con Assassin’s Creed: Syndicate, quindi, si fa un bel salto nel passato di oltre duemila anni.

Siamo al tempo di Re Tolomeo XIII, fratello di Cleopatra, in guerra con la sorella e tiranno dal cuore poco tenero. Il giocatore assume le parti di Bayek di Siwa, l’ultimo dei Medjay, guardie del corpo del Faraone che hanno una tradizione millenaria. Andati in fumo millenni di fedeltà al proprio signore, a Bayek non resta che difendere con tutti i suoi mezzi il popolo dell’Antico Egitto dai soprusi, dalla tirannia e dall’ingiustizia.

Senza rivelare molto della trama, qui possiamo dire che Bayek – in maniera vagamente simile a Ezio Auditore da Firenze – è mosso principalmente da un’inesauribile sete di vendetta nei confronti di cinque congiurati che hanno attentato alla sua vita e all’esistenza stessa dell’impero egizio. Le origini, a cui il titolo del gioco accenna, sono quelle della Fratellanza degli Assassini o meglio: quella che sarebbe divenuta, secoli dopo, la Fratellanza. Qui si narra anche dell’eterna guerra tra coloro che abbiamo sempre conosciuto come Templari e Assassini ma, coerentemente, qui hanno nomi e diversi seppur analoghe motivazioni.

Altro piccolo dettaglio che possiamo accennare è la presenza, finalmente più interessante e ben orchestrata, di sessioni di indagine ai giorni nostri, affidati alla brillante scienziata Layla Hassan, che trova il modo di rivivere i ricordi di Bayek senza soffrire i terribili effetti collaterali dati dall’uso intensivo dell’Animus.

LA GUARDIA DEL FARAONE

Assassin's Creed Origins_e3 (2)

Come abbiamo accennato più su, Bayek di Siwa è il nome del protagonista di Assassin’s Creed Origins, alter-ego del giocatore per la maggior parte del tempo, insieme a Layla Hassan che, tuttavia, viene impersonata per meno tempo. Bayek è un Medjay, una figura molto vicina al Faraone, una guardia del corpo ma anche un addetto alla sicurezza, una sorta di poliziotto con poteri di giudice e boia, se lo volesse. Un vicario del Faraone, un suo rappresentante quando e dove il Faraone non può intervenire.

Questo, almeno, sulla carta, perché si fa molto presto a capire che Bayek è caduto in disgrazia, il suo status di Medjay è ricordato solo dal popolo e dai suoi amici e su questo egli adotta un codice di condotta che non può servire un Faraone corrotto e crudele come Tolomeo XIII, ma può servire a proteggere e servire un popolo sempre più disperato, come quello d’Egitto.

Come in ogni Assassin’s Creed, il protagonista può camminare, correre, arrampicarsi su edifici di ogni ordine di grandezza, buttarsi di sotto dove è morbido, gettarsi nelle acque del Nilo o dei laghi presenti, immergersi. Bayek può anche combattere ed è qui che entra in campo una clamorosa novità: è stato bandito il vecchio modo di ingaggiare e far fuori coloro che ci minacciano. Adesso le fasi di combattimento sono molto più profonde e curate, si nota moltissimo l’influenza di For Honor: possiamo portare fendenti leggeri e veloci, lenti e pesanti (utili anche a spezzare le difese degli avversari più ostici), caricare colpi potenti, schivare quelli non bloccabili, parare con lo scudo.

Assassin's Creed Origins_e3 (6)

A tanta varietà durante il combattimento viene in soccorso tantissima varietà di armi, scudi e archi: armi bianche, in asta, pesanti, mazze, bastoni, archi da guerra, da caccia e archi leggeri. Insomma, c’è tutto quello che serve per non stancare né limitare le possibilità offerte ai giocatori e allo stile di gioco di ciascuno.

Prendendo in prestito elementi da videogiochi di ruolo d’azione, Assassin’s Creed Origins pone sul piatto dell’offerta un sistema di punti esperienza da accumulare tramite esplorazione, combattimenti, incarichi portati a termine, missioni compiute. L’esperienza riempie una barra che, al suo completamento, fa scattare il livello di potenza superiore: danni e salute vengono aumentati automaticamente, mentre al giocatore è concessa la facoltà di scegliere quale ramo di tre espandere oppure tenerli tutti equilibrati: Cacciatore, Guerriero o Veggente recano con sé tutte le abilità che renderanno, Bayek, un’arma umana pronta ad uccidere le sue prede senza lasciare traccia o quasi.

Nulla di nuovo su questo fronte: tra videogiochi di ruolo che ci hanno abituati da decenni, e giochi d’azione quali Tomb Raider (dal 2013) con tutte le seguenti uscite che ammiccano al lavorone di Crystal Dynamics (Horizon Zero Dawn, giusto per citare uno degli ultimi) siamo abituati a vedere tre alberi di abilità da sbloccare. Quello che suona nuovo è vederlo in Assassin’s Creed Origins, unitamente alla presenza delle immancabili materie prime che vanno a potenziare anche armi e armature che usa Bayek. Se cercate un gioco vario nella gestione del personaggio, Origins potrebbe fare al vostro caso.

ANTICO EGITTO AL TRAMONTO

Assassin's Creed Origins_e3 (12)

L’Antico Egitto preparato per noi da Ubisoft è, di per sé, enorme (e col season pack ed ulteriori aggiornamenti gratuiti di cui abbiamo parlato qui e di cui segnaliamo velocissimamente la ventura Modalità chiamata Discovery Tour che permette di fare un giro turistico dell’Antico Egitto, lo sarà di più). Se si volesse percorrere la diagonale della mappa passerebbero davvero delle ore e quello che sorprende più di tutto è che non si tratta di una mappa vuota o sterile di contenuti. Bayek può viaggiare in lungo e in largo grazie a cammelli o cavalli, non manca il “viaggio rapido” per i giocatori più pigri ma previa scoperta del punto di interesse e del suo “sblocco” sulla mappa. Nulla che non fosse già in opera da The Elder Scrolls IV: Oblivion o il ben più recente The Legend of Zelda: Breath of the Wild. L’esplorazione, dunque, è una parte fondamentale in Assassin’s Creed Origins e un grande aiuto proviene da Senu, l’aquila di Bayek, che può aiutare tantissimo nello scovare punti, oggetti e personaggi di interesse.

Bayek parte da Siwa, piccola città d’origine del protagonista ma la sua epopea lo porterà ai quattro angoli dell’impero ellenistico che ha ereditato il millenario impero dei Faraoni. Giza e le sue Piramidi, Alessandria con la sua biblioteca ed il leggendario faro, Cirene la cosiddetta “Atene d’Africa” con i suoi templi in stile greco, Menfi l’antica capitale dell’Impero d’Egitto sono pronte per essere (ri)scoperte e visitate alla luce di un punto di vista che non è archeologico ma quello di un cittadino dell’Antico Egitto vissuto nel quinto decennio prima dell’arrivo di Cristo nella storia dell’umanità. Quel vago senso di “turismo virtuale” che non sentivamo dai tempi di Assassin’s Creed II, finalmente ritorna a dare un senso tutto nuovo e affascinante alle parole “esplorazione” e “scoperta”.

Per esplorare e scoprire, lo ribadiamo, ci si affida agli occhi di Senu, l’aquila di Bayek. Il famigerato “occhio dell’aquila” di Desmond, Altair ed Ezio, quindi, cede il posto al più corretto “impulso dell’Animus” che evidenzia oggetti e persone nelle immediate vicinanze. Per scovare invece nemici, obbiettivi e altri punti sensibili, bisogna affidarsi ad una vera aquila. Questa può arrivare ad aiutarci, sbloccandone un’abilità che permette di distrarre un nemico particolarmente zelante, permettendoci di sgattaiolare via o di neutralizzarlo con molta facilità.

Assassin's Creed Origins_e3 (9)
Assassin's Creed Origins_e3 (8)
Assassin's Creed Origins_e3 (7)

Assassin’s Creed Origins procede con i giusti ritmi narrativi, la presenza di scene d’azione, boss-fight ed evoluzione del personaggio tramite un sistema mutuato dai videogiochi di ruolo d’azione senza strappi, senza intoppi e senza aver generato, durante la prova, la delusione tipica dell’occasione sprecata: delusione che ci ha accompagnato dall’uscita di Assassin’s Creed III in poi.

Origins, invece, colpisce nel segno, sia il novello giocatore che colui che ha seguito la storia fin dal principio, fedelmente, nonostante tutto. Ammicca anche al lungometraggio con Michael Fassbender e Jeremy Irons, generando una “continuity” di contenuti e sotto-trame che, a chi vi scrive, fa solo piacere.
A pescare i soliti peli nell’uovo bisogna evidenziare la proverbiale, scarsa, percezione dei nemici, glitch grafici all’ordine del giorno (ma è anche naturale in un gioco immenso come questo, come lo è su Skyrim o Red Dead Redemption o GTA 5), fluidità che crolla rovinosamente durante i caricamenti (ma questa, forse, può essere dipesa da una scarsa manutenzione alla PS4 da parte nostra). Se, infine, come il sottoscritto, vi dedicate alle attività secondarie prima di proseguire, vi ritroverete ben più potenti del livello richiesto dalla trama del gioco, rendendo l’esperienza estremamente semplice anche a difficoltà più elevate. C’è ben poco da discutere sul fronte tecnico: il gioco è praticamente inattaccabile, bellissimo a vedersi, fluido e sempre più supportato e ottimizzato.

IL CONTENUTO DEL SEASON PASS

  • DLC 1 – The Hidden Ones: Questa espansione si concentra sulla storia e si basa sulla crescita della Confraternita, portando i giocatori anni dopo gli eventi di Assassin’s Creed: Origins e mettendoli di fronte alle ostili forze Romane in una nuova regione. Questa espansione amplierà il livello massimo, permettendo ai giocatori di far progredire ulteriormente il proprio personaggio. Disponibile da gennaio 2018.

  • DLC 2 – The Curse of the Pharaohs: In questa espansione incentrata sulla mitologia Egizia, i giocatori combatteranno contro faraoni non morti ed esploreranno un nuovo e mistico reame. Durante il viaggio, incontreranno famigerate bestie egiziane al pari dei guerrieri di Anubi, scorpioni e molto altro, mentre investigano la causa della maledizione che ha riportato in vita i faraoni. The Curse of the Pharaohs aumenterà ulteriormente il livello massimo e introdurrà nuove abilità. Disponibile da marzo 2018.

  • Pacchetti Horus e Centurione Romano: Due esclusivi contenuti aggiuntivi che includono nuovi outfit, armi, scudi e montature. Disponibile da novembre 2017.

  • Un pacchetto di 500 Crediti Helix. Disponibile al lancio del gioco.

  • Un’esclusiva arma rara, la Lama della Calamità. Disponibile al lancio del gioco.

COMMENTO FINALE

Assassin’s Creed Origins è un gioco d’azione e avventura in terza persona, con elementi da gioco di ruolo e free roaming, sviluppato da Ubisoft Montreal dopo un anno di pausa da Synidcate. Il nuovo capitolo della saga Racconta delle avventure di Bayek, una guardia del Faraone caduta in disgrazia e che deve vendicarsi di torti subiti, mentre in prospettiva si narrano le origini della Confraternita degli Assassini e del loro conflitto con quelli che poi diventeranno i Templari.

Sul versante grafico e sonoro c’è ben poco da sindacare. Il gioco offre un altissimo livello di dettaglio, ottime animazioni, pochi glitch e bug grafici in relazione alla vastità degli ambienti e del numero di personaggi che si muovono a schermo. La colonna sonora è di tutto rispetto, gli effetti sonori ben resi e il doppiaggio originale non ci è sembrato affatto male. C’è anche la possibilità di giocare con il doppiaggio in italiano, previo scaricamento di una patch di traduzione a parte: l’interpretazione delle voci nostrane è generalmente buona molto, con pochissimi picchi negativi.

Joypad alla mano, invece, abbiamo trovato sensibili differenze rispetto ai passati Assassin’s Creed e ben più di un’analogia con il più recente Watch Dogs 2 che “condividono lo stesso universo”. Le fasi di studio dell’area, di infiltrazione, di combattimento sono tutte ben studiate e ci sono risultate ben amalgamate tra loro. La gestione del personaggio, delle abilità e degli equipaggiamenti fa tanto videogioco di ruolo ma anche – tantissimo – Horizon Zero Dawn da cui sembra che Ubisoft abbia preso qualche licenza. Ma se guardassimo al passato sarebbe anche lecito affermare che il Tomb Raider del 2013 abbia imposto diversi standard agli aspetti legati ad oggetti e abilità.

Pregi

Tecnicamente valido. Varietà mista a quantità di cose da fare. Gli elementi da gioco di ruolo motivano a svolgere attività secondarie alla storia. Personaggi ben caratterizzati e trama avvincente. Sistema di combattimento più profondo. Fasi di infiltrazione ben rese. Ambientazione estremamente affascinante. Season Pass ed altri contenuti gratuiti di livello

Difetti

Intelligenza Artificiale ben poco intelligente in più di un’occasione. Sporadici (e fisiologici) glitch grafici. Dedicarsi alle attività secondarie rende il gioco più facile e meno bilanciato. Sul modello base PS4 la fluidità crolla pesantemente in più di un’occasione.

Voto

9-

Condividi questo articolo


L’articolo Assassin’s Creed Origins Gold Edition, Recensione PS4 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Assassin’s Creed Origins Gold Edition, Recensione PS4

Nuova storia e demo per Little Nightmares

È tempo di novità per Little Nightmares. L’action adventure si arricchisce, infatti, con The Hideaway, la seconda storia di Secrets of the Maw. Qui, il Fuggiasco si risveglia nella sala motori de Le Fauci, un luogo sudicio, oscuro e popolato dai Nomes.

Incluso nell’expansion pass del titolo targato Tarsier Studios, The Hideaway (questo il nome del dlc) è ora disponibile su Pc (Steam, GOG ed altri distributori) PS4 ed Xbox One.

Sempre da oggi è disponibile anche una demo (naturalmente gratuita) su PlayStation Network ed XboxLive dell’avventura iniziale di Six. Il publisher Bandai Namco ha inoltre ufficializzato che la terza ed ultima storia di Secrets of the Maw sarà disponibile il 10 febbraio.

DLC02_Screenshot_01_1510051358
DLC02_Screenshot_02_1510051359
DLC02_Screenshot_03_1510051360
DLC02_Screenshot_04_1510051360
DLC02_Screenshot_05_1510051361
DLC02_Screenshot_06_1510051362

Come illustrato nel nuovo video rilasciato oggi, il Fuggiasco dovrà trovare e salvare i Nomes, per riuscire a fuggire da questo lugubre luogo. Queste curiose creature nascondono un segreto, ma potranno aiutarlo a superare qualsiasi ostacolo! Da dove provengono tutti questi Nomes? Quali segreti si celano nel loro nido? Questa seconda storia introduce enigmi con meccaniche più complesse, che richiederanno di collaborare con i Nomes, e una struttura delle ambientazioni che offrirà più libertà nell’esplorazione.

Ecco il trailer di lancio.

Condividi questo articolo


L’articolo Nuova storia e demo per Little Nightmares sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Nuova storia e demo per Little Nightmares

L. A. Noire, trailer per la versione Nintendo Swich

La versione Switch di L. A. Noire si mostra in questo trailer diffuso da Rockstar Games. Il titolo investigativo debutterà, anzi, tornerà, sul mercato, tra meno di una settimana, ovvero il 14 novembre anche per PS4 ed Xbox One.

Il titolo, ambientato nel mezzo del boom economico dell’epoca d’oro di Hollywood nel dopoguerra, vede protagonista il detective in erba Cole Phelps che è alla disperata ricerca della verità in una città dove tutti hanno qualcosa da nascondere.

Il suo compito è quello di risolvere crimini efferati in uno dei periodi più bui della Hollywood degli anni ’40 da casa o in movimento con L.A. Noire per the Nintendo Switch. I comandi touch contestuali, una modalità Joy-Con con comandi di movimento che sfruttano il giroscopio, il Rumble HD e la nuova visuale ampia e ravvicinata dietro le spalle permetteranno di portare le vostre indagini sempre con voi.

 

Condividi questo articolo


L’articolo L. A. Noire, trailer per la versione Nintendo Swich sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di L. A. Noire, trailer per la versione Nintendo Swich

AER – Memories of Old prende il volo su Pc e console

Daedalic e Forgotten Key annunciano che AER – Memories of Old è disponibile su Pc Windows, Mac, Linux, PlayStation 4 ed Xbox One. Il prezzo di 14,99 euro.

Il suo sviluppo è durato ben cinque anni e alla Gamescom 2017 ha ricevuto la nomination come Best Indie Game. AER – Memories of Old è un gioco di avventura con una forte componente esplorativa, ed è ambientato tra le nuvole in un fantastico mondo composto da isole galleggianti e misteriosi santuari.

Il giocatore seguirà le gesta di Auk, una ragazza che ha il potere di trasformarsi a piacimento in uccello per spostarsi senza sosta tra un’isola e l’altra alla scoperta delle rovine di un’antica civiltà. Durante il suo viaggio incontrerà nomadi e spiriti di animali, mentre si imbatterà in enigmi e templi antichi. I giocatori potranno passare rapidamente da una forma all’altra per esplorare il mondo di AER sia sulla terraferma che tra le nuvole, godendosi tutta la libertà che solo il volo sa offrire e la bellezza di un paesaggio mozzafiato.

STORIA

Molti anni fa una grande catastrofe si è abbattuta sul mondo i cui resti sono rappresentati soltanto dalle isole fluttuanti, frammenti di terra sospesi nel cielo. Auk ha il compito di scoprire cosa è successo davvero nel mondo antico, in modo da poter salvare la sua realtà, prima che una nuova catastrofe possa abbattersi di nuovo e spazzare via definitivamente la sua terra.

AER B

Grazie ad uno stile artistico low-poly, il mondo di AER è pensato per essere affascinante e misterioso, nonché per svelarsi lentamente mentre gli esploratori lo sorvolano o si avventurano tra le sue rovine e provano a risolvere gli enigmi celati al loro interno. I giocatori possono esplorare liberamente l’intero mondo di gioco, avanzando al proprio ritmo e scoprendo maggiori informazioni sull’ambiente circostante completando obiettivi e quest.

La trasformazione in forma volatile senza soluzione di continuità permette di spostarsi liberamente, inseguendo le cascate o sorvolando le montagne, e atterrare per esplorare le rovine e avventurarsi nei templi antichi della Terra delle divinità.

CARATTERISTICHE

  • Trasformatevi in un maestoso uccello per svolazzare tra le nuvole
  • Esplorate un vasto open world pieno di segreti da scoprire
  • Avventuratevi attraverso quest piene di sorprese, enigmi e misteriosi templi
  • Immergitevi in una fantastica atmosfera dall’estetica vibrante e minimale
  • Vincitore della Game Concept Challenge 2013 e di IndieCade Select 2016.

Condividi questo articolo


L’articolo AER – Memories of Old prende il volo su Pc e console sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di AER – Memories of Old prende il volo su Pc e console

Lego Ninjago Il Film: Video Game è disponibile

Ninja, go!, Warner Bros. Interactive Entertainment, TT Games e The LEGO Group oggi hanno confermato che Lego Ninjago Il Film: Video Game è disponibile in Italia per Pc, via Steam, PS4 ed Xbox One.

La versione per Nintendo Switch sarà disponile dal 26 ottobre. Sviluppato da TT Games e pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment, Lego Ninjago Il Film: Video Game permette di rivivere l’azione e il divertimento non-stop della nuova avventura animata omonima per il grande schermo.

I giocatori possono affrontare ondate di nemici con onore e abilità vestendo i panni dei loro eroi NINJAGO preferiti: Lloyd, Nya, Jay, Kai, Cole, Zane e Sensei Wu, per difendere l’isola di Ninjago da Lord Garmadon e il suo esercito di squali.

Ecco il trailer di lancio:

Grazie alle nuove potentissime mosse di combattimento, gli appassionati avranno la possibilità di tuffarsi in azione con sequenze di lotta cariche di adrenalina in cui potranno saltare più in alto, colpire più forte, oscillare più a fondo e sfidare la gravità per conquistare i nemici. Inoltre potranno padroneggiare l’arte dell’Agilità ninja correndo lungo le pareti, saltando da grandi altezze e affrontando i nemici di Ninjago per salire di livello, migliorare le loro abilità di combattimento ninja e percorrere l’isola di Ninjago in modo fluido con movimenti in stile parkour. Le nuove mosse di combattimento comprendono il Cinghiale alla carica, un attacco in corsa per ridurre le distanze tra i personaggi; la Farfalla svolazzante, un salto con affondo che permette ai ninja di saltare e attaccare dall’alto; il Falco in picchiata, un attacco in salto, e l’Ape che punge, una pioggia di colpi velocissimi.

Mentre migliorano le loro tecniche e abilità di lotta, i giocatori potranno anche padroneggiare l’arte dello Spinjitzu, facendosi largo attraverso ondate di nemici con nuove tecniche, manovre e abilità di combattimento, oltre che con poteri elementali e armi da potenziare uniche per ogni ninja. Tutti questi elementi si possono combinare durante il gioco.

LNGV_Ninja-gility_screenshot_1_1502977113
LNGV_Ninja-gility_screenshot_3_1502977114
LNGV_Ninja-gility_screenshot_4_1502977115
LNGV_Ninja-gility_screenshot_5_1502977116
LNGV_Ninja-gility_screenshot_6_1502977117
LNGV_Ninja-gility_screenshot_7_1502977118

Condividi questo articolo


L’articolo Lego Ninjago Il Film: Video Game è disponibile sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Lego Ninjago Il Film: Video Game è disponibile

Extinction, enormi orchi corazzati nel nuovo trailer

Avil è l’ultima Sentinella sopravvissuta: solo lui ha il potere necessario per salvare l’umanità. Iron Galaxy presenta, così, il nuovo trailer di gameplay di Extinction che arriverà nel corso del primo trimestre del 2018 su Pc, PS4 ed Xbox One.

L’action adventure si basa su movimenti veloci attraverso un ambiente interattivo. Avil deve muoversi rapidamente passando di tetto in tetto, lungo pareti, su costruzioni e altri elementi: il suo obiettivo è salvare l’umanità dall’orda che avanza e fermare ondate apparentemente infinite di Raveni grazie alle sue abilità di Sentinella. Di fronte agli sciami dei più modesti tirapiedi, può sembrare che la crisi sia sotto controllo, ma c’è sempre un problema più grande all’orizzonte.

Gli eserciti di orchi, dotati delle proprie armi e armature, costringono Avil a pensare in modo tattico e a sfruttare l’ambiente circostante, persino i nemici stessi: la sua missione è eliminare i giganti prima che riescano a distruggere quel che resta del mondo e portare l’umanità all’estinzione.

Ci vorrà molto più che la semplice forza bruta per sconfiggere questi nemici mostruosi. Avil dovrà usare strategie, astuzia e prontezza di riflessi per abbattere definitivamente gli orchi, che possono avere armature chiodate, di ossa, ferro, spine e acciaio scuro.

Avil combatte contro i giganti in tempo reale, ma c’è un solo modo per fermarli una volta per tutte: la decapitazione. Un Raveni con corazza chiodata non sarà certo facile da eliminare: se Avil entra in contatto con la sua armatura, verrà ferito. Per questo dovrà fare in modo che il Raveni chiodato colpisca il terreno: l’armatura si creperà fino a cadere completamente. Solo allora Avil potrà tagliare un arto, risalire il tronco del mostro e sferrare il colpo finale usando l’abilità più preziosa di una Sentinella: un potente attacco runico.

Condividi questo articolo


L’articolo Extinction, enormi orchi corazzati nel nuovo trailer sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Extinction, enormi orchi corazzati nel nuovo trailer

Inside+Limbo è disponibile, trailer di lancio

Playdead e 505 Games annunciano che Inside+Limbo Double Pack è disponibile in versione fisica per PS4 ed Xbox One. Il prezzo è di 29,99 euro ed include la versione integrale del famosissimo platform/puzzle 2d Inside assieme all’atrettanto famoso puzzle platform in bianco e nero, Limbo.

La confezione sarà arricchita da alcuni oggetti da collezione che includono un poster a tiratura limitata e una stampa esclusiva.

Limbo – il gioco che ha segnato lo straordinario debutto di Playdead nell’ormai lontano 2010 – si è aggiudicato numerosi premi e riconoscimenti dal suo lancio.  Le sue misteriose atmosfere in bianco e nero sono spesso state paragonate alla tradizione dei film noir e indicate come un chiaro esempio di videogame artistico.

Inside – il progetto successivo di questo sviluppatore ha ricevuto critiche entusiastiche.

Vi lasciamo al trailer di lancio. Buona visione.

Condividi questo articolo


L’articolo Inside+Limbo è disponibile, trailer di lancio sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Inside+Limbo è disponibile, trailer di lancio

Dishonored: La morte dell’Esterno, trailer di lancio

Tutto pronto per l’arrivo di Dishonored: La morte dell’Esterno che debutterà domani, 15 settembre, su Pc, PS4 ed Xbox One.

Bethesda ha pubblicato il trailer di lancio dell’action adventure stealth sviluppato da Arkane studios.

Dopo i fatti di Dishonored 2, le acque sembrerebbero essersi calmate per Billie Lurk e il suo ex mentore Daud, ma un nuovo uragano sta per abbattersi sull’impero delle isole. Nella prima avventura a se stante dell’acclamata serie di Dishonored, Billie avrà un ruolo chiave nella sanguinosa battaglia contro il bastardo dagli occhi neri in persona, l’Esterno. Ex sicario in cerca di redenzione, Billie accetterà un ultimo incarico: compiere l’assassinio definitivo e cambiare per sempre il volto dell’impero. Dai una prima occhiata a Dishonored: La morte dell’Esterno in questo trailer di gioco che vede ancora una volta la partecipazione di Rosario Dawson, Michael Madsen e Robin Lord Taylor, rispettivamente nei panni di Billie, Daud e l’Esterno.

Ne La morte dell’Esterno i giocatori scopriranno un nuovo lato di Karnaca, visitandone le zone più corrotte. I giocatori indagheranno su culti misteriosi, infiltrandosi in club di boxe clandestini, arrivando addirittura a organizzare un colpo in banca, cercando di portare a termine il compito impossibile: uccidere una divinità.

Nelle vesti di una nuova assassina, avrete accesso ad un’ampia gamma di potenti abilità soprannaturali, armi e oggetti nuovi concepiti per imprimere il vostro sanguinoso marchio su Karnaca e sulla storia. O forse deciderete di essere indulgente e di usare le abilità per muoverbi furtivamente e senza farbi notare. Come da tradizione Arkane, l’intricata progettazione dei livelli consente un ampio ventaglio di stili di gioco diversi, con bivi e decisioni cruciali che influenzeranno profondamente l’esito della missione.

Condividi questo articolo


L’articolo Dishonored: La morte dell’Esterno, trailer di lancio sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dishonored: La morte dell’Esterno, trailer di lancio

Dishonored: La morte dell’Esterno, tutto su Billie Lurk

Billie Lurk è sotto la lente di ingrandimento da parte di Bethesda che ne analizza molti dettagli grazie ad un approfondimento nonché ad un video che ce ne mostra i poteri. Sarà protagonisti di Dishonored: La morte dell’Esterno che arriverà la settimana prossima (15 settembre) su Pc, PS4 ed Xbox One.

Come di consueto è Harvey Smith, il direttore creativo di Arkane Studios che sviluppa il gioco, che ci offre questo approfondimento

Tra tutti i personaggi utilizzabili del mondo di Dishonored, Billie Lurk si distingue in modo particolare. Non ha mai raggiunto i più alti ranghi, come il Protettore Reale Corvo Attano. Non ha sangue reale, come l’imperatrice Emily Kaldwin. In fondo, lo stesso si potrebbe dire di Daud, il mentore di Billie, assassino mercenario protagonista del dlc del primo gioco.
Cosa cambia realmente? A differenza di tutti e tre i precedenti personaggi utilizzabili, Billie Lurk non ottiene poteri soprannaturali dopo essere stata marchiata dal misterioso Esterno. E questo è un fattore cruciale in relazione al nuovo set di abilità, oggetti ed equipaggiamento che caratterizza il gioco a sé stante Dishonored: La morte dell’Esterno.

“Colui che uccide l’Esterno non viene marchiato, questa è l’idea che abbiamo avuto – dice il direttore creativo Harvey Smith – Billie ottiene i suoi poteri da alcuni manufatti legati all’Oblio”.

Scoprite alcuni dei nuovi poteri di Billie, il suo equipaggiamento unico e un oggetto davvero speciale nella nostra videointervista a Smith.

 

Quali altri poteri possiede Billie? Ecco una rassegna di tutto ciò che avrete a disposizione mentre cercherete di sconfiggere l’avversario definitivo: la figura soprannaturale e divina al centro di tutti gli eventi che hanno turbato l’impero delle isole fin da quando Daud (spalleggiato da Billie) assassinò l’imperatrice Jessamine Kaldwin nel primo gioco.

POTERI

Nel capitolo La morte dell’Esterno i poteri di Billie vengono sbloccati man mano che vengono recuperati vari manufatti legati all’Oblio. Per avere ulteriori potenziamenti, può anche trovare Amuleti d’Osso sparsi in tutto lo scenario di gioco.

 

  • Dislocazione. Come Traslazione e Proiezione di Corvo, Dislocazione è il potere di movimento di Billie. Diversamente da quanto accade nel caso di Corvo ed Emily, Il potere consiste nel posizionare dei segnalatori invisibili a tutti gli altri personaggi, quindi scambiare la propria posizione con quella del segnalatore stesso.

“È come se Billie Lurk potesse essere contemporaneamente in due luoghi, decidendo in quale dei due è meglio trovarsi – spiega Smith. Billie può utilizzare questi segnalatori per spostarsi attraverso un livello, oppure può strategicamente posizionarne uno e poi usarlo per portare un attacco a sorpresa, o come via di fuga –  è importante sottolineare che lei non deve necessariamente guardare in direzione del segnalatore”, dice Smith. “Può trovarsi dietro di lei, o all’ingresso di un edificio, così come sul tetto. Il segnalatore deve avere una linea visiva diretta che lo colleghi a Billie, ma lei non devi necessariamente guardarlo”.

  • Colpo dell’Oblio. Questo potente attacco caricato respingerà i vostri nemici lontano da voi, dandovi più spazio per muovervi, oppure dandovi la possibilità di uccidere un avversario cogliendolo di sorpresa.

Spiega Smith:

“Il Colpo dell’Oblio vi offre la possibilità, durante un combattimento, di far arretrare un nemico e quindi farlo fuori”.

  • Somiglianza. Rubate l’identità di un altro personaggio e usatela per ingannare i vostri nemici. A differenza del potere Possessione di Corvo, Somiglianza offre un ventaglio più ampio di azioni che vanno dal convincere con l’inganno un alleato ad aprire una porta fino allo scontro con un altro nemico.

“Somiglianza è uno di quei poteri che inizialmente mi destavano molte perplessità a causa dei possibili casi limite, ma gli sviluppatori hanno fatto davvero un ottimo lavoro – racconta Smith – potete passare indisturbati tra le guardie usando il volto di un loro alleato e potrebbero addirittura salutarvi. L’altro giorno ho sentito uno dei personaggi principali rivolgersi a un altro, chiaramente sul punto di dirgli qualcosa di importante. Chiamava da un’altra stanza e il secondo personaggio ha risposto: “Arrivo tra un minuto”. L’ho strangolato e ho usato Somiglianza per assumere le sue sembianze, raggiungere l’altro personaggio e parlarci esattamente come se fossi lui. Mi ha davvero sorpreso il modo in cui il team di sviluppo è riuscito a dare spessore a una scena così cruciale”.

  • Preveggenza. Che stiate giocando come assassini bramosi di sangue o misericordiosi portatori di giustizia, vorrete senza dubbio familiarizzare con gli intricati livelli del gioco La morte dell’Esterno. Preveggenza consente a Billie di fermare il tempo, abbandonare il suo corpo ed esplorare l’area circostante. Mentre lo fa, Billie può anche lasciare un segnalatore di Dislocazione, oppure marcare degli oggetti d’interesse per poterli poi tenere d’occhio.

OGGETTI ED EQUIPAGGIAMENTO

Alcuni di questi oggetti, come la spada di Billie e la Scheggia dell’Occhio, sono manufatti che provengono dall’Oblio. Altri invece sono totalmente nuovi e si possono combinare con i poteri per scatenare il caos… o per eliminare un nemico senza che nessuno se ne accorga.

  • Pistola voltaica. Indossata da Billie al polso, quest’arma a proiettili elettrificati può essere potenziata e resa ancora più versatile ed efficace con un ampio ventaglio di munizioni letali e non.
  • Granata iperbarica. Scagliatela contro i nemici per un’esplosione non letale di aria compressa. Se siete in inferiorità numerica e accerchiati, l’esplosione di questa granata scaraventerà i nemici in aria, agevolando la vostra fuga o combinandosi con i vostri poteri per mettere a segno qualche spettacolare uccisione.
  • Sussurri dei ratti. Usando uno speciale talismano lasciatole dal suo grande amore Deirdre, Billie può ottenere molti indizi utili a conoscere meglio l’ambiente che la circonda, grazie ai sussurri dei ratti che vagano per le strade di Karnaca.
  • Mina a gancio. Piazzatela su una parete, sul pavimento o sul soffitto, ed essa attirerà un nemico. La mina a gancio può essere usata per rendere inoffensivo un nemico senza ucciderlo o per nascondere un corpo privo di coscienza. Se disporrete un numero sufficiente di mine a gancio nell’area, potrete sventrare tutti coloro che si troveranno in mezzo ai loro campi magnetici opposti.

“Può rivelarsi cruenta –  dice Smith – è divenuta uno dei miei giocattoli preferiti nella serie di Dishonored”.

Oltre a questi nuovi poteri e oggetti, Dishonored: La morte dell’Esterno include la modalità Partita Originale +, che si sblocca completando il gioco. In questa modalità, i giocatori potranno mescolare i nuovi poteri di Billie con una selezione speciale dei poteri di Emily e Corvo da Dishonored 2.

Condividi questo articolo


L’articolo Dishonored: La morte dell’Esterno, tutto su Billie Lurk sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dishonored: La morte dell’Esterno, tutto su Billie Lurk

Lego Worlds invade Nintendo Switch dal 14 settembre

La versione per Nintendo Switch di Lego Worlds ha una data di lancio. Warner Bros ha annunciato che il gioco sviluppato da TT Games arriverà il prossimo 14 settembre.

L’edizione fisica costerà 39,99 euro ed includerà due pacchetti bonus di contenuti scaricabili premium: Classic Space, appena uscito, e Monsters, in arrivo. La versione digitale, invece, al prezzo di 29,99 euro, comprende il gioco base i cui contenuti scaricabili sono venduti separatamente nell’eShop a 3,99 euro l’uno. Entrambi i pacchetti di contenuti scaricabili premium saranno disponibili per tutte le piattaforme.

“Siamo felicissimi di portare il divertimento e la creatività di LEGO Worlds su Nintendo Switch – ha detto Jonathan Smith, responsabile di produzione di TT Games – il gioco è fantastico, sia su TV che su dispositivi portatili. Avere la possibilità non solo di costruire tutto ciò che si vuole, ma anche di giocarci ovunque, è davvero incredibile!”.

In Lego Worlds per Nintendo Switch, i giocatori possono tuffarsi in avventure creative e scoprire tesori nascosti in ambienti che spaziano dal divertente al fantastico, dove i mondi prendono vita con una stupefacente varietà di veicoli e creature: da cheerleader zombie che cavalcano gorilla a cavernicoli che brandiscono pistole ad acqua, da sottomarini ad aerei acrobatici e moto off-road. Gli ambienti e le creazioni prendono vita secondo la fantasia dei giocatori, costruendoli Mattoncino per Mattoncino, posizionando enormi strutture Lego preassemblate o usando potenti strumenti con cui colorare e modellare il paesaggio.

Anche Lego Worlds per Nintendo Switch offre agli appassionati l’esposizione costruzione in mattoncini con una selezione a rotazione dei modelli di mattoncini fra cui nuovi personaggi, creature, veicoli, oggetti di scena e articoli dei set di mattoncini Lego a tema, oltre all’accesso agli aggiornamenti gratuiti dei contenuti.

Condividi questo articolo


L’articolo Lego Worlds invade Nintendo Switch dal 14 settembre sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Lego Worlds invade Nintendo Switch dal 14 settembre

Dishonored: La morte dell’Esterno, 10 minuti di gameplay

Bethesda ci segnala un nuovo video con gameplay per Dishonored: La morte dell’Esterno. Dieci minuti giocati da StealthGamerBR, uno dei creatori di contenuti più apprezzati da Arkane Studios, sviluppatore del gioco.

La clip ci mostra il secondo livello del titolo in arrivo esattamente tra un paio di settimane su Pc, PS4 ed Xbox One.

Nonostante sia difficile individuare il momento migliore in una sessione di questo livello, alcune tra le sequenze più avvincenti hanno come protagonista il nuovo potere di Billie Lurk, Dislocazione, che le permette di posizionare un segnalatore e tornare in quel punto per attuare una strategia diversa o per dileguarsi rapidamente. E non perdetevi la mina a gancio in azione, il nuovo gadget che, grazie alla forza magnetica, inchioda i nemici a muri, pavimenti e soffitti. Potete perfino fare a pezzi un nemico posizionando più mine a gancio in uno spazio ristretto. Una finezza che StealthGamerBR ci regala verso la fine del video.

In Dishonored: La morte dell’Esterno, Billie Lurk, ex mercenaria in cerca di redenzione, decide di accettare il suo ultimo incarico: eliminare il misterioso e divino Esterno.

Condividi questo articolo


L’articolo Dishonored: La morte dell’Esterno, 10 minuti di gameplay sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Dishonored: La morte dell’Esterno, 10 minuti di gameplay

Uncharted: L’Eredità Perduta, Recensione PS4

Di Massimo Reina

Uncharted 4: Fine di un ladro è certamente uno dei titoli più belli e completi degli ultimi anni. Osannata da pubblico e critica,  l’ultima avventura di Nathan Drake targata Naughty Dog ha raccolto consensi un po’ ovunque nel mondo, grazie alla solita cura per il dettaglio e per la realizzazione tecnica da sempre tra i marchi di fabbrica dello sviluppatore californiano. Per non tralasciare un gameplay solido, vario e divertente, impreziosito da una narrazione magistrale per regia, fotografia e approfondimento. Tutti elementi che, lo anticipiamo subito, ritroviamo in Uncharted: L’Eredità Perduta, il dlc stand alone con il quale Naughty Dog ha toccato ulteriori vette di qualità.

UNCHARTED IN GONNELLA

La trama alla base de L’Eredità Perduta non è originalissima, né particolarmente complessa, ma è lo stesso capace di tenere incollati allo schermo i videogiocatori e di incuriosirli e affascinarli attraverso temi e scenari azzeccati. Il tutto impregnato come da tradizione da un umorismo di fondo che per certi versi costituisce un po’ uno dei marchi di fabbrica di questa saga. Protagoniste due comprimarie dei passati episodi, cioè a dire Chloe e Nadine, qui impegnate alla ricerca di un mitico artefatto chiamato Zampa dorata di Ganesh, che le porterà a dover affrontare Asav, un signore della guerra pronto a tutto pur di ottenere ciò che vuole, anche scatenare guerre e distruggere reperti archeologici di inestimabile valore storico.

UTLL-Launch-Screenshot_11_1502701212
UTLL-Launch-Screenshot_10_1502701215
UTLL-Launch-Screenshot_09_1502701216

Il gioco vero e proprio ha inizio in una rigogliosa foresta dove sono presenti le rovine di un’antica civiltà e dove il videogamer ha modo di ritrovare il feeling coi soliti comandi. Uncharted: L’Eredità Perduta adotta infatti lo stesso gameplay dell’avventura principale con Nathan Drake, pertanto i controlli, seppur con personaggi differenti, sono i medesimi, così come la tipologia di avventura. Da questo punto di vista aspettatevi quindi una progressione di gioco con momenti dinamici e liberi, con arrampicate, salti e sparatorie, che si alternano con altre più scriptate, votate allo sviluppo delle narrazione.

Tuttavia Naughty Dog approfitta di questo contenuto extra anche per introdurre un paio di novità e dunque per sperimentare nuove idee. In particolare nel gioco viene introdotta la possibilità di muoversi in maniera non lineare, quindi una certa libertà di movimento. All’interno della regione dell’India dov’è ambientata la storia, è infatti possibile spostarsi a piacimento lungo un’area sandbox piuttosto estesa, sfruttando un fuoristrada 4×4. In questo modo l’utente può dedicarsi a piacimento alla ricerca di cimeli da collezione nascosti, ed è egli stesso a plasmare in parte il ritmo dell’esplorazione: basta aprire l’apposita mappa consultabile in qualsiasi momento premendo il touchpad, per selezionare la missione da svolgere e l’ordine con cui terminare i vari incarichi principali, oppure quali sidequest secondarie portare a termine o meno.

COME AL CINEMA

Insomma, una bella avventura, corroborata da una messa in scena cinematografica che senza strafare troppo in botti, sparatorie e esplosioni, ma valorizzando anche l’elemento esplorativo talvolta fine a se stesso forse in relazione alla trama, si fa decisamente apprezzare. Peccato solo per l’intelligenza artificiale dei nemici, che come “al solito” non brilla sempre per logica, soprattutto quando l’utente agisce in incognito: da questo punto di vista le fasi stealth evidenziano avversari poco reattivi e con un raggio visivo abbastanza limitato.

Ma è una “goccia” nel mare di qualità di un titolo che si esalta ulteriormente grazie a un comparto tecnico semplicemente fuori parametro. La grafica è splendida come del resto lo era in Fine di un Ladro, gioco dal quale mutua ovviamente l’engine e tutto ciò che ne consegue. Tuttavia, se possibile, quella de L’Eredità Perduta ci è sembrata ancora più rifinita, soprattutto  a livello di elementi di contorno e di effetti ambientali. A questo probabilmente contribuiscono anche i suggestivi scenari scelti dal team di sviluppo per questo gioco. In tal senso l’India, con le sue foreste, i suoi fiumi, le sue rovine di civiltà che si perdono nella notte dei tempi, ha permesso ai grafici di Naughty Dog di dare sfogo alla loro fantasia e a utilizzare tutta una nuova serie di effetti particellari o di luce.
Allo stesso modo, lo scenario ha saputo ben ispirare anche i tecnici del suono, che hanno così ricreato al meglio i rumori e i suoni della natura, ma anche una colonna sonora di buona fattura. Ottimo poi il doppiaggio in inglese, buono gran parte di quello in italiano, una spanna sotto rispetto a quello in lingua anglosassone.

UTLL-Launch-Portrait_Nadine_1502701229
UTLL-Launch-Portrait_Chloe_1502701230
UTLL-Launch-Portrait_Asav_1502701231
UTLL-Launch-Screenshot_05_1502701222
UTLL-Launch-Screenshot_04_1502701223
UTLL-Launch-Screenshot_02_1502701227

COMMENTO FINALE

L’Eredità Perduta  conferma le grandi doti artistiche dei Naughty Dog, ormai diventati una sorta di marca di garanzia per le produzioni Tripla A sulle console di Sony. Questo mega dlc completabile in otto-nove ore, legato a Uncharted: Fine di un ladro, non avrà Nathan, una storia originale e un antagonista di grande spessore, ma di certo può contare su due protagoniste interessanti e ben assortite, scenari assolutamente affascinanti all’interno dei quali è un piacere muoversi e agire grazie anche a un gameplay ben collaudato, e un comparto tecnico fuori parametro. Insomma, un acquisto praticamente obbligato per tutti i fan della saga di Uncharted e consigliatissimo agli appassionati di giochi d’avventura.

 

Pregi

L’inedita porzione free-roaming ha buone potenzialità. Giocabilità come sempre molto divertente. Comparto tecnico fuori parametro

Difetti

Alcuni dialoghi sono a dir poco fuori luogo. Antagonista principale poco ispirato. Intelligenza artificiale dei nemici tra alti e bassi

Voto

8,5

Condividi questo articolo


L’articolo Uncharted: L’Eredità Perduta, Recensione PS4 sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Uncharted: L’Eredità Perduta, Recensione PS4

Primi dettagli su Hokuto ga Gotoku

Torniamo su quella che è la notizia del giorno e che ha fatto gioire i fan di Ken il Guerriero. Dal web arrivano nuovi dettagli, i primi, su Hokuto ga Gotoku che è stato annunciato da SEGA nel corso di un evento che si è svolto all’Akihabara UDX Theater di Tokyo.

Toshihiro Nagoshi, produttore di Yakuza, ha presentato il nuovo titolo dedicato al popolare manga, Ken il Guerriero. DualShockers è riuscito a diffondere i primi dettagli del gioco che uscirà nel corso dell’anno prossimo in Giappone.

Il gioco offrirà una storia originale ed avrà un sistema di combattimento simile a quello di Yakuza. Simile, però, non uguale. Sarà ovviamente riadattato all’ambientazione. Tra le attività secondarie ci saranno dei mini-giochi (tipici di Yakuza). Confermato sul lato doppiaggio, la presenza di Takaya Kuroda che ha dato la voce a Kazuma Kyriu e che la presterà anche per Kenshiro.

Nagoshi ha quindi precisato che il nuovo progetto non sarà un copia-incolla di Yakuza ma che ci saranno tantissimi elementi e dettagli consoni alla mitologia di Hokuto no Ken.

YakuzaGaGotoku-Ken

C’è anche la descrizione della trama. Eccola:

“La guerra nucleare ha quasi del tutto annichilito qualsiasi essere vivente ma l’umanità è sopravvissuta. In un’epoca in cui la civiltà è stata distrutta e niente può più essere creato, gli uomini forti combattono per conquistare il poco cibo e le poche risorse rimaste. È un mondo dominato dalla violenza. Eppure in un angolo di questo mondo c’è un posto chiamato città dei miracoli, una città chiamata Eden. Questa città riceve energia e acqua da un gigantesco relitto del vecchio mondo chiamato Sphere City, e c’è persino un quartiere di divertimenti. I cittadini vivono una vita confortevole che gli altri individui di quest’epoca non possono nemmeno immaginare. Un giorno un uomo chiamato Kenshiro raggiunge Eden al termine dei suoi viaggi. È stato il maestro del pugno di Hokuto, un’antica arte di assassinio. Il cuore di quest’uomo, ritenuto invincibile, si è riempito di disperazione. La sua unica speranza risiede in una voce secondo cui la sua compagna Yuria che credeva morta sarebbe invece viva e si troverebbe a Eden. Tuttavia la città è chiusa agli esterni e i cancelli bloccano la strada di Kenshiro. Cosa dovrà fare per entrare a Eden? E quale destino lo attende nella sua ricerca di Yuria?. Il destino del nuovo salvatore è iniziato”.

Maggiori dettagli verranno comunicati al Tokyo Game Show del mese prossimo.

Condividi questo articolo


L’articolo Primi dettagli su Hokuto ga Gotoku sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Primi dettagli su Hokuto ga Gotoku

Annunciato Hokuto ga Gotoku nuovo gioco su Ken il Guerriero

Un po’ a sorpresa, ma siamo sicuri che a molti farà piacere, SEGA ha annunciato un nuovo gioco su Ken il Guerriero. Si chiamerà Hokuto ga Gotoku, a Fist of The North Star (Hokuto no Ken), ed è in sviluppo presso Yakuza Studio. Ne parla Gematsu.

Il gioco sarà pubblicato su PlayStation 4 nel 2018 in Giappone ed al momento non si sa molto altro. Sarà un action adventure (ce lo vedreste Ken protagonista di un puzzle?) e narrerà una storia e dovrebbero esserci alcuni personaggi della serie. Dal punto di vista tecnico, si fa per dire, si sa solo che Takaya Kuroda darà la sua voce al protagonista ed è lo stesso doppiatore di Kazuma Kiryu il personaggio principale di Yakuza.

Ecco il primo trailer. A seguire alcune immagini tratte dal sito ufficiale del gioco. Ovviamente quando avremo novità ve le faremo sapere. Buona visione.

Hokuto ga Gotoku D
Hokuto ga Gotoku C
Hokuto ga Gotoku B
Hokuto ga Gotoku A

Condividi questo articolo


L’articolo Annunciato Hokuto ga Gotoku nuovo gioco su Ken il Guerriero sembra essere il primo su IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Annunciato Hokuto ga Gotoku nuovo gioco su Ken il Guerriero