Eye of the Beholder su C64, il lavoro continua

Continua il lavoro del porting su C64 di Eye of the Beholder. E grazie all’aggiornamento sui i gruppi Facebook Dungeon Crawlers e Game Dev: RetroGaming abbiamo ulteriori novità sullo sviluppo.

Andreas Larsson, il capo di questo progetto ha mostrato alcune nuove immagini ed IndieRetroNews ha pubblicato la notizia.

Vediamo, così, il ivello Xanathar di Ilkka Sjöstedt, oltre a una nuova grafica di Larsson con contrasto migliore per favorire la lettura del testo. Per quanto riguarda eventuali sviluppi imminenti, ora riprenderà a lavorare sulla generazione dei personaggi.

Come abbiamo detto prima Black Crypt, Dungeon Master, Lands of Lore e molti altri sono stati i capostipiti dell’esperienza dungeon crawling. Tutti questi presentano uno stile di gameplay basato su una griglia mentre si va alla ricerca di oggetti, si tirano leve, si risolvono enigmi più o meno letali e si combattendo orrori indicibili ad ogni livello profondo visitato.

Uno di questi giochi che si distingue tra tutti gli altri è ovviamente Eye of the Beholder, che come molti di voi sono stati informati sta arrivando al C64 grazie a un team formato, appunto da, Andreas Larsson, Micke Backlund, Ilkka Sjöstedt, Oliver Lindau, Lars Verhoff e Linus.



L’articolo Eye of the Beholder su C64, il lavoro continua proviene da IlVideogioco.com.

Continua la lettura di Eye of the Beholder su C64, il lavoro continua

Cameron Monaghan di Gotham trolla il Joker di Joaquin Phoenix

cameron monaghanDCEU si sta espandendo a vista d’occhio con una quantità di film davvero impressionante, anche se alcuni ne sono slegati. Tra questi ovviamente c’è anche Joker, diretto da Todd Phillips con Joaquin Phoenix come protagonista. Visto che l’attore avrà un aspetto da clown classico, l’attore di Gotham Cameron Monaghan ha trollato un po’ Joaquin con un tweet che potete […]

L’articolo Cameron Monaghan di Gotham trolla il Joker di Joaquin Phoenix proviene da HavocPoint.

Un nuovo Chromecast sarebbe già in vendita da BestBuy prima della presentazione

A quanto pare la nuova generazione di Google Chromecast sarebbe già in vendita in alcuni punti vendita BestBuy, con alcuni giorni di anticipo rispetto alla presentazione.

L’articolo Un nuovo Chromecast sarebbe già in vendita da BestBuy prima della presentazione proviene da TuttoAndroid.

Continua la lettura di Un nuovo Chromecast sarebbe già in vendita da BestBuy prima della presentazione

Recensione: Xiaomi Mi Mix 2S 6+128GB con MIUI 10

Xiaomi Mi Mix 2S è uno dei top di gamma di Xiaomi, presentato ufficialmente in Italia il 24 maggio di quest’anno, che da circa una settimana ha ricevuto l’aggiornamento alla MIUI 10 Global e che vi recensirò oggi.

Contenuto della confezione:

1 x Xiaomi Mi Mix 2S
1 x Caricabatteria europeo (anche se il mio sample ha quella inglese)
1 x Cavo USB
1 x Adattatore per estrarre carrello SIM
1 x Adattatore USB C – Jack da 3.5mm
1 x Manuale
1 x Cover

Hardware

Xiaomi Mi Mix 2S è uno smartphone di fascia alta, è dual sim (Nano SIM), ha il processore Qualcomm Snapdragon 845 Octa Core da 2.8 GHz, schermo 18:9 FullHD+ 2160×1080 pixel da 5.5 pollici, GPU Adreno 630 a 730 MHz, 6GB di RAM, disponibile nei tagli da 64GB e 128GB (quello della recensione) di memoria interna (non espandibile), connessione 4G LTE fino a 1024 Mbps (con supporto alle bande globali B1 / B2 / B3 / B4 / B5 / B7 / B8 / B12 /B13 / B17 / B18 / B19 / B20 / B25 / B26 /bB27 / B28 / B29 / B30 / B34 / B38 / B39 / B40 / B41), WiFi Dual Band AC, Bluetooth 5.0, NFC, doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel con flash LED e frontale da 5 Megapixel, lettore delle impronte digitali, batteria da 3400MAh e interfaccia MIUI 10, basata su Android 8.0 Oreo.

Il peso è consistente con i suoi 189g, ma dà una sensazione di resistenza, nella parte frontale troviamo, partendo dall’alto verso il basso, il sensore di prossimità ad ultrasuoni, il sensore di luminosità, lo speaker, lo schermo da 5.99 pollici, il LED di notifica e la fotocamera frontale da 5 Megapixel.

Ha un profilo in metallo opaco, nella parte sinistra troviamo il carrello SIM, nella parte destra il bilanciere del volume e il pulsante Power, nella parte superiore il microfono per la riduzione del rumore ed infine nella parte inferiore, il microfono, la porta USB C e l’altoparlante.

IMG_2078

IMG_2074

IMG_2075

IMG_2076

<
>

Il retro è in materiale ceramico, che evita la formazione di micrograffi, ma si sporca facilmente tramite le impronte digitali, anche se è altrettanto pulibile in maniera semplice, e troviamo la doppia fotocamera da 12 Megapixel, il Flash LED, il sensore di impronte digitali e la dicitura “MI MIX DESIGNED BY XIAOMI”.

Utilizzo dello Xiaomi Mi Mix 2S

Questo Xiaomi Mi Mix 2S è in versione Global quindi con tutte le lingue (tra cui l’italiano), le app di Google e tutte le bande del 4G, che arriva con su installata la MIUI 9 Global, che ho potuto poi aggiornare tramite OTA alla MIUI 10 Global circa una settimana fa.


I tempi di boot sono davvero molto veloci, infatti in circa 12 secondi si avvierà e sarà pronto per essere utilizzato.

L’interfaccia MIUI è proprietaria di Xiaomi, in questo caso la 10 è basata su Android 8.0, priva di appdrawer, colorata e ricca di tante funzioni, animazioni e dettagli, che è davvero molto fluida.


Nel menu a tendina troviamo i classici toggle, insieme alla regolazione della luminosità, e le notifiche.


Nelle impostazioni ne sono presenti di diverse ed interessanti, tra le più rilevanti segnaliamo:



Info sistema: con diverse informazioni sul telefono, come nome del modello, versione di Android, livello patch di sicurezza, versione di MIUI, CPU, RAM, memoria interna, banda di base, kernel e numero build, ed anche la possibilità di verificare l’uscita di nuovi aggiornamenti.



Aggiornamento app sistema: per poter aggiornare le app del sistema MIUI.

Stato sicurezza: per abilitare il trova dispositivo in caso non lo si riesca a trovare, visualizzare l’ultimo aggiornamento di sicurezza installato e Google Play Protect.

Schede SIM e reti mobili: per gestire la/le SIM e modificare delle impostazioni, con cui è possibile consentire la connettività 4G ad entrambe le SIM, rinominarle e modificare il numero.


Altro: per gestire la VPN, trasmettere lo schermo in wireless tramite la tecnologia Miracast (con cui visualizzare in tempo reale sulla TV lo schermo di Mi Mix 2S tramite un mini pc/tv box Android con almeno Android 4.2 e l’app WiFi Display o Miracast o similare) ed attivare NFC.

Display: per modificare il livello di luminosità, attivare la modalità lettura, che riduce la luminosità di fondo, adatta per le ore buie, con tanto di possibilità di programmarla in automatico, cambiare colore e contrasto, e attivare il doppio tocco per l’attivazione dello schermo quando si trova in standby.

Sfondo: qui è possibile cambiare lo sfondo selezionandone uno tra quelli di sistema e tra le proprie immagini personali.

Temi: qui è possibile cambiare il tema del sistema, ne sono presenti solamente tre (a causa della GDPR), per scaricarne altri tramite lo store MIUI online si dovrà impostare un’altra regione come l’India.

Suoni e vibrazione: tra le impostazioni più interessanti, vi è la possibilità di pianificare la modalità silenziosa.


Schermata di blocco e password: è possibile registrare le impronte digitali per sbloccare il dispositivo, che avviene in maniera davvero immediata.

Visualizzazione a schermo intero: si può impostare la navigazione di sistema a scelta tra i tasti su schermo (App Recenti, Home e Indietro) o tra gesture, senza dubbio la mia preferita e che trovo davvero comoda, che permette di andare alla schermata Home eseguendo uno swipe dal basso, aprire le App Recenti eseguendo uno swipe dal basso e fermandosi, tornare indietro eseguendo uno swipe dal bordo dello schermo per passare all’applicazione precedente, scorrendo a sinistra o a destra dal bordo dello schermo e tenendo premuto per un po’.

Secondo spazio: per creare uno “spazio separato”, tramite il quale sembrerà di avere due dispositivi differenti.

Impostazioni aggiuntive: qui sono presenti delle utili impostazioni, come assistente tocco (per attivare un pulsante fluttuante in qualsiasi schermata e app , che comprende i pulsanti di navigazione, blocco schermo e screenshot), scorciatoie e tasti gesture, LED di notifica, assegnare determinate azioni ai pulsanti presenti sugli auricolari, migliorare il suono tramite equalizzatore e con Ottimizzazione Mi Sound, scegliendo il tipo di auricolari, tra generici ed alcuni modelli Mi, modalità ad una mano (per facilitare l’uso con una sola mano riducendo lo schermo a 3.5″, 4.0″ o 4.5″), effettuate un backup delle impostazioni e spostare dati da un dipositivo ad un altro tramite Mi Mover.






Mi Account: per le informazioni sul proprio account Xiaomi e lo spazio sul Mi Cloud (il cloud di Xiaomi).

Applicazioni di sistema: per le impostazioni delle app di sistema, tra cui Mi Cloud, chiamate, contatti, messaggi, sicurezza, fotocamera ed altro.

App clonate: per effettuare la clonazione delle app installate, così da poter usare ad esempio 2 account di WhatsApp o Facebook sullo stesso dispositivo.

Blocco app: per richiedere una password all’accesso delle app che preferite, così da proteggere la propria privacy.

La sua memoria interna è da 128GB e tramite AndroBench ho verificato la sua velocità, che mi ha restituito degli ottimi risultati, con 743.3 MB/s in lettura e 210.08 MB/s in scrittura.

Avendo la MIUI 10 Global sono presenti le varie app di Google ed il Play Store, in più sono presenti altre app di Xiaomi come Bussola (apunto la bussola), Scanner (per la scansione dei codici QR, biglietti da visita e documenti), Note (un blocco note), Meteo (un’app meteo), Sicurezza (un’ottima utility di sicurezza di Xiaomi, che permette di liberare spazio, controllare il traffico dati, bloccare numeri per SMS e chiamate, ottimizzare l’uso della batteria, scansione virus e permessi), Gestore File (un gestore file), Musica (il lettore musicale), Mi Video (il lettore video), Pulitore (per liberare la memoria da file nella cache, obsoleti ecc.) e Browser.








Xiaomi Mi Mix 2S tramite la porta USB C supporta l’USB OTG e riesce a leggere senza problemi le pendrive in FAT32, tramite l’apposito cavo (non incluso nella confezione) o una pendrive USB C, così da poter aprire sullo smartphone ciò che avete su di essa, anche con il video player di Xiaomi riesce a leggere tranquillamente i DivX e gli MKV, anche con codec H265 e con risoluzione fino a 4K; non supporta invece l’uscita video.


L’audio è veramente ottimo e forte, sia in chiamata, dove anche dall’altra parte mi sentono perfettamente, che tramite l’altoparlante, per sfruttare il vivavoce o l’ascolto di musica.

Lo schermo è un IPS in 18:9 di ottima qualità con risoluzione 2160×1080 FHD+, 403 PPI, rapporto di contrasto 1500:1, permette di essere visto perfettamente da qualsiasi angolazione ed anche sotto il sole, è antiriflesso, supporta HDR e la sensibilità del touch è ottima.

Le fotocamere posteriori sono due da 12 Megapixel con stabilizzatore ottico, la prima è con apertura ƒ/1.8, mentre la seconda ƒ/2.4 zoom 2X, davvero comoda quando non ci si può avvicinare troppo ai soggetti da inquadrare, il software di Xiaomi lavora molto bene, specialemente attivando l’AI (intelligenza artificiale), che rileva fino a 206 scene differenti, migliorando così il contrasto e la luminosità per scattare la foto del soggetto. I migliori risultati li dà nelle fotto diurne, anche quelle serali non sono niente male, ma a mio parere migliorabili. La fotocamera frontale da 5 Megapixel ƒ/2.0 richiede di girare il telefono per fare foto migliori, ma è solamente discreta.

Alcune foto:

Prec.

Succ.

I video possono essere girati in 4k a 30fps, 1080p a 30fps, 720p a 30fps e in slow motion a 720p o 1080p a 240fps, che non sono davvero niente male.

Alcuni video:

Il GPS integrato funziona molto bene, permettendo una veloce ed accurata acquisizione della posizione, che impiega meno di 2 secondi per mettere in fix i satelliti, davvero ottimo e stabile.

Ho effettuato dei benchmark con diverse app, che hanno dato nei risultati migliori con il passaggio alla MIUI 10, di seguito i risultati:

-3DMark

-AnTuTu Benchmark




-GeekBench





-GFXBench


Ho effettuato anche una prova della connessione 4G LTE con Iliad, dandomi gli stessi risultati che ho riscontrato in zona con il mio Huawei P10:

Con i 6 GB di RAM si riesce a gestire tutto in maniera fluidissima e con rallentamenti inesistenti, la GPU Adreno 630 si comporta molto bene, permettendo di utilizzare senza problemi giochi del calibro di “Real Racing 3” e “Asphalt 9”.

Prec.

Succ.

La batteria da 3400mAh permette di arrivare tranquillamente a fine giornata, ma non riesce a fare due giornate complete, supporta la ricarica rapida e la ricarica wireless.

Inoltre ho trovato davvero utile e comoda l’inclusione della cover rigida per Xiaomi Mi Mix 2S, che elimina la sporgenza della doppia fotocamera.

Prec.

Succ.

Conlcusioni

Xiaomi Mi Mix 2S è davvero un ottimo dispositivo, con la MIUI 10 è velocissimo e fluidissimo, il processore Snapdragon 845 svolge egregiamente il suo lavoro, è fatto con materiali premium come metallo e ceramica, la durata della batteria è ottima (finalmente un dispositivo top con cui sono riuscito ad arrivare senza problemi a fine serata e con ulteriore carica residua), il sensore di impronte è molto preciso e la fotocamera mi ha stupito positivamente. Un dispositivo che potrebbe candidarsi come prossimo sostituto del mio attuale Huawei P10.

E’ disponibile nelle colorazioni Bianca e Nera ed è possibile acquistarlo su Amazon e GearBest, di seguito le versioni disponibili con relativo prezzo:

Xiaomi Mi Mix 2S 6+64GB a 404€ su Amazon
Xiaomi Mi Mix 2S 6+128GB a 431.42€ su Amazon
Xiaomi Mi Mix 2S 6+64GB a 356.70€ su GearBest
Xiaomi Mi Mix 2S 6+128GB a 374.10€ su GearBest

Gearbest merchant stores promotion

L’articolo Recensione: Xiaomi Mi Mix 2S 6+128GB con MIUI 10 proviene da Spazio Tech Italia.

Continua la lettura di Recensione: Xiaomi Mi Mix 2S 6+128GB con MIUI 10